Posta, voglia di regia federale

L'analista di Smarvote Simon Bart: "La nostra domanda sul gigante giallo ha messo d'accordo quasi tutti i candidati alle elezioni cantonali"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La piattaforma Smartvote - che aiuta gli elettori ticinesi a trovare il politico ideale attraverso una serie di domande - in vista delle elezioni cantonali del 7 aprile, presenta quest'anno anche dei risultati sorprendenti, in particolare ad una domanda su La Posta, questa: "Il Canton Ticino dovrebbe chiedere a Berna di ripristinare la regia federale della Posta (ovvero di rinazionalizzarla)?".

Posta, un tema che unisce fronti politici opposti
Posta, un tema che unisce fronti politici opposti (RSI/px/Smartvote)

"A questo quesito i candidati dei vari partiti, di sinistra, centro o destra, non hanno risposto in modo tradizionale - spiega Simon Bart, analista di Smartvote - perché c'è un il sì della sinistra, quello del centro (con il PPD) e quello della destra (con la Lega e l'UDC). Solo il PLR ed i Verdi Liberali sono divisi".

Il tema nella Svizzera italiana - dopo l'annuncio di una serie di chiusure di uffici postali e della trasformazione di altri in agenzie - è più vivo che mai.

E sono sempre di più i politici convinti del fatto che La Posta sia un settore strategico dell’economia nazionale e non debba dunque essere gestito secondo le logiche del mercato, ma piuttosto con gli obiettivi del servizio pubblico a favore della cittadinanza e del Paese tutto, aree periferiche comprese.

px
Condividi