Ambrì, Valascia
La squadra sotto la Curva Sud Ti-Press
Momenti chiave
12.08.2020 ore 22:57
12.08.2020 ore 19:49
12.08.2020 ore 19:07
12.08.2020 ore 18:46
12.08.2020 ore 18:10
12.08.2020 ore 18:00
12.08.2020 ore 17:20
12.08.2020 ore 16:56
12.08.2020 ore 16:24
12.08.2020 ore 16:13
12.08.2020 ore 13:47
12.08.2020 ore 13:45
12.08.2020 ore 10:15
12.08.2020 ore 06:30

Grandi manifestazioni possibili da ottobre

Il Consiglio federale autorizza gli eventi con oltre 1'000 persone. Aumentano i contagi in Svizzera: 274 casi. Preoccupano i focolai in Europa
mercoledì 12 agosto 2020 06:23

A partire dal primo ottobre saranno nuovamente possibili manifestazioni con oltre mille persone. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale. Gli eventi dovranno tuttavia disporre di severe misure di protezione ed essere approvate dai Cantoni. Le manifestazioni con più di 1000 persone sono vietate in Svizzera dal 28 febbraio 2020: tale divieto, finora in vigore fino al 31 agosto, verrà prolungato di un mese fino alle fine di settembre in modo da permettere ai Cantoni di organizzarsi al meglio.

La crisi del Covid pesa sulle finanze della Confederazione. Per l'anno in corso è atteso un disavanzo di 3,1 miliardi di franchi nel bilancio ordinario, a fronte di un'eccedenza preventivata di 300 milioni, ha indicato oggi il Consiglio federale. Il deficit di finanziamento dovrebbe toccare i 20,9 miliardi.

In Svizzera sono stati registrati 274 nuovi casi legati al coronavirus nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 187; 12 persone in più si trovano all’ospedale e una persona è deceduta. In Ticino e nei Grigioni sono stati censiti rispettivamente due positivi.

La cronaca di martedi

Intanto preoccupano i diversi focolai in Europa: la Spagna sta vivendo una situazione critica, lunedì ha segnalato una media di 4'923 nuovi casi al giorno, negli ultimi sette giorni. Ma anche in Germania i numeri sono in crescita e il ministro della salute Spahn ha parlato di una situazione inquietante.

I dati sempre aggiornati

Stefano Wingeyer, Enrico Campioni, Joe Pieracci, Alex Ricordi, Alessandra Spataro, Stefano Pongan, Elena Boromeo e Giorgia Mantegazza

12.08.2020 ore 23:34
"800 persone morte per aver ingerito disinfettante"

Una ricerca pubblicata sulla rivista American Journal of Tropical Medicine and Hygiene ha analizzato gli effetti della disinformazione sul Covid-19 nel mondo.

Quando la disinformazione è fatale

Circa 800 persone nel mondo sono morte per aver ingerito disinfettante come cura per il Covid-19, sostiene una ricerca

12.08.2020 ore 22:57
Brasile, più di 55'000 nuovi casi

I nuovi contagi da coronavirus in Brasile sono 55’155, per un totale di 3’164’785 casi. I morti sono invece 1’175 in più rispetto al giorno prima. Dall’inizio della pandemia i morti nel Paese sono 104’201.

12.08.2020 ore 20:54
Brasile, lo Stato del Paraná accetta di produrre il vaccino russo

Il governatore dello stato brasiliano di Paraná, Ratinho Junior, ha ricevuto mercoledì l’ambasciatore russo in Brasile, Sergei Akopov, per discutere della produzione del vaccino Sputnik V Covid-19. Lo Stato brasiliano ha così raggiunto un accordo per produrre il vaccino che Mosca ha dichiarato come “pronto”. Lo ha detto l’ufficio stampa dello Stato.

12.08.2020 ore 19:54
Londra corregge al ribasso il numero dei morti

Il Regno Unito ha adottato un nuovo metodo di calcolo e rivisto al ribasso il numero di morti causati dalla pandemia: d’ora in poi verranno recensiti solo i decessi verificatisi nei 28 giorni seguenti un test positivo. Il bilancio si riduce così di circa 5’000 unità, a 41’329, pur rimanendo ampiamente il più grave in Europa fino a questo momento. Se si guarda all’eccedenza di mortalità rispetto al passato, si vede tuttavia che fino a luglio l’ufficio nazionale di statistica aveva contato 65’000 decessi in più della media pluriennale.

Mercoledì, intanto, sono stati annunciati 1’009 nuovi casi di contagio - un centinaio in meno della vigilia - per un totale di 313’798 persone testate positive dall’inizio della diffusione del coronavirus.

12.08.2020 ore 19:49
La Grecia registra record di casi

La Grecia ha riportato oggi il maggior incremento giornaliero di contagi dall’inizio della pandemia, con 262 nuovi casi. Un dato che fa salire il bilancio dei contagi a 6’177, a cui si aggiungono 216 decessi.

Il Paese nelle ultime settimane ha registrato un’accelerazione della diffusione del virus, che ha indotto le autorità a introdurre misure restrittive, tra cui la chiusura dei confini terrestri durante la notte.

12.08.2020 ore 19:07
Spagna, 1'690 nuovi contagi

La Spagna ha registrato 1’690 nuovi casi da coronavirus, ieri erano 1’418. I morti sono invece 65 per un totale di 28’579.

12.08.2020 ore 18:46
Francia, più di 2'500 nuovi casi

I contagi in Francia continuano a crescere: sono 2’524 le nuove infezioni mercoledì, rispetto alle 1’397 di martedì. È un record post lockdown. I morti sono 18 (+4 in 24 ore), per un totale di 30’371 dall’inizio della pandemia.

12.08.2020 ore 18:44
Coira studierà misure di protezione

Il Governo grigionese ha preso atto della decisione del Consiglio federale di prolungare fino a fine settembre il divieto dei grandi eventi e di permetterle poi da ottobre nel rispetto di misure di protezione e con l’autorizzazione dei cantoni. La situazione, si rende noto in un comunicato, verrà analizzata e sarà predisposto un regime che prenda in esame “l’adozione di possibili misure di accompagnamento come l’estensione dell’obbligo di portare la mascherina”. Per quanto possibile, ci si accorderà con il resto della Svizzera orientale ma si prenderà anche in parola la Confederazione che con i cantoni intende elaborare requisiti uniformi.

12.08.2020 ore 18:10
Gobbi: "Sono un po' sorpreso"

Grandi eventi, "Sono sorpreso"

Il presidente del Governo, Norman Gobbi, esprime perplessità sulle modalità di ripartenza dei grandi eventi decise da Berna

12.08.2020 ore 18:00
A Saragozza un ospedale da campo

L’esercito spagnolo sta allestendo un ospedale da campo a Saragozza, per far fronte alla nuova ondata di coronavirus nella città spagnola, che negli ultimi sette giorni ha registrato 242 ricoveri e 32 morti. La struttura, allestita nel parcheggio dell’ospedale di Saragozza, dovrebbe servire a scopo preventivo, nel caso in cui il sistema sanitario dovesse essere messo nuovamente sotto pressione, come già successo nei mesi di marzo e aprile.

12.08.2020 ore 17:24
Italia, crescono i contagi: sono 481

Continuano a salire i contagi da coronavirus in Italia: sono 481 i nuovi casi registrati in un giorno, secondo i dati diffusi dal Ministero della salute, mentre ieri erano stati 412. I nuovi decessi legati al Covid-19 sono 10, portando così il totale delle vittime a 35’225. Gli incrementi maggiori si registrano in Lombardia (+102), Veneto (+60), Piemonte (+42) ed Emilia Romagna (+41).

Intanto, il ministro della salute, Roberto Speranza, ha proposto alle Regioni di testare tutte le persone che rientrano da viaggi in Spagna, Croazia, Malta e Grecia.

12.08.2020 ore 17:20
Oltre 1'000 casi nel Regno Unito

Sono 1’009 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore nel Regno Unito: un numero in calo rispetto a ieri (1’148), ma comunque elevato (è la terza volta che ad agosto il bilancio dei contagi supera quota 1’000). Complessivamente, il Paese, che conta 66 milioni di abitanti, ha registrato 313’798 casi di Covid-19 e oltre 46’600 morti (quello delle vittime è il quarto bilancio più grave a livello mondiale, dopo Stati Uniti, Brasile e Messico).

12.08.2020 ore 16:56
Record di contagi in Libano

A otto giorni dall’esplosione che ha devastato il porto di Beirut, e che ha messo la metà degli ospedali della capitale fuori uso, il Libano registra il record di contagi giornalieri di coronavirus: 309 casi, a cui si aggiungono 7 decessi. Complessivamente, da inizio pandemia, il Paese, che conta quasi 7 milioni di abitanti, da inizio pandemia ha registrato 7’121 casi e 87 decessi.

12.08.2020 ore 16:44
Gli anziani svizzero-tedeschi sono stati poco prudenti

Nella Svizzera tedesca, pochi anziani si sono attenuti alle direttive della Confederazione. Persino nella fase più acuta della pandemia (in marzo e aprile), circa il 60% di loro andava da solo a fare la spesa e il 20% ha incontrato i propri nipoti durante il semiconfinamento. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dal Politecnico federale di Zurigo, con l’obiettivo di sapere quale fosse l’atteggiamento nei confronti del coronavirus. L’inchiesta, suddivisa in due parti, è stata svolta tra i mesi di marzo e luglio, ovvero dal periodo del semiconfinamento a quello dell’obbligo della mascherina nei trasporti pubblici. Al primo sondaggio, che verteva sul comportamento avuto durante la crisi, hanno partecipato 1’500 persone tra i 18 e i 69 anni. Al secondo - rivolto agli ultra 59enni - hanno preso parte 500 persone.

In generale, sempre nella Svizzera tedesca, oltre il 40% delle persone interrogate pensava di essere meno in pericolo rispetto alla media nazionale. Soltanto il 10% riteneva di essere più a rischio. Secondo la ricercatrice Angela Bearth si tratta di una “visione ottimistica” della realtà, un fenomeno ben noto in psicologia. Per quanto riguarda l’uso della mascherina, Bearth sostiene che la cattiva comunicazione sul tema all’inizio della crisi produca tuttora degli effetti. Tra coloro che non l’indossavano, numerose persone pensavano che la mascherina non fosse efficace e che fosse persino inutile quando il numero di casi positivi è basso. Tali persone erano inoltre convinte che essa proteggesse soprattutto gli altri. Non ne vedevano quindi l’utilità per loro stessi, ciò che spiega perché numerose persone non portino la mascherina in modo corretto, sottolinea la ricercatrice. A questo proposito, il sondaggio mostra che il gruppo più “spensierato” era quello di età compresa tra i 35 e i 49 anni.

I risultati, precisa l’autrice del lavoro, che non è ancora stato pubblicato da riviste scientifiche, non possono essere generalizzati per l’insieme nel paese: in Romandia e in Ticino la pandemia è stata vissuta in modo diverso.

12.08.2020 ore 16:24
Cantoni esigono criteri uniformi

Non si è fatta attendere la reazione della Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS) alla decisione del Consiglio federale di consentire nuovamente grandi manifestazioni con più di 1’000 partecipanti a partire dal primo ottobre. I Cantoni chiedono che la nuova regolamentazione venga attuata in modo uniforme in tutta la Svizzera. In una nota odierna, la CDS esige in particolare “criteri di autorizzazione efficaci” su scala nazionale. Durante l’audizione dei Cantoni, “la maggioranza si era pronunciata in favore di un prolungamento del divieto delle manifestazioni con oltre 1’000 persone fino alla fine dell’anno, visto che la situazione epidemiologica rimane instabile”, si legge nel comunicato. Dopo la decisione odierna del Consiglio federale, “occorre elaborare criteri il più possibile uniformi, in particolare piani di protezione convincenti, e iscriverli nell’ordinanza speciale Covid-19”, viene sottolineato nel comunicato.

12.08.2020 ore 16:13
Annullati i Mondiali di ciclismo

La decisione del Consiglio federale di aprire a manifestazioni con oltre 1’000 persone ma solo a partire da ottobre ha portato una prima conseguenza: sono annullati i Mondiali di ciclismo che avrebbero dovuto svolgersi dal 20 al 27 settembre a Aigle e Martigny, a cavallo fra Vaud e Vallese.

Saltano anche i Mondiali di ciclismo

A causa del prolungamento delle restrizioni non si potrà correre ad Aigle e Martigny

12.08.2020 ore 15:29
Sostegno per le imprese di trasporto

Le imprese dei trasporti pubblici e quelle attive nel traffico merci su rotaia beneficeranno di un sostegno per compensare le perdite determinate dalla pandemia. Il Consiglio federale, che ha trasmesso oggi in materia un messaggio alle Camere, intende stanziare in questo senso un ammontare di 700 milioni di franchi.

12.08.2020 ore 15:12
Credito aggiuntivo per la gestione della pandemia

Un credito aggiuntivo per un ammontare di 31,6 milioni di franchi. È quanto ha richiesto il Governo alla luce delle spese supplementari a carico dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per la gestione della pandemia. L’Esecutivo, nel comunicato diramato poco fa, cita in questo senso le campagne informative, la gestione dell’hotline sul coronavirus e lo sviluppo dell’app SwissCovid.

12.08.2020 ore 15:01
Mascherine d’obbligo anche sugli aerei

Da sabato prossimo, 15 agosto, indossare la mascherina di protezione sarà obbligatorio anche sugli aerei. La misura, come si precisa in una nota pubblicata poco fa dal Consiglio federale, concernerà tutti i voli di linea e quelli charter in partenza o in arrivo in Svizzera. L’obbligo della mascherina è già in vigore sui mezzi pubblici dallo scorso 6 luglio.

12.08.2020 ore 15:00
Eventi con oltre 1'000 persone: possibili dal 1° ottobre

Le manifestazioni con più di 1’000 persone, vietate in Svizzera dalla fine di febbraio, saranno nuovamente possibili a partire dal prossimo 1° ottobre. Lo ha reso noto poco fa il Consiglio federale, precisando che gli eventi in questione dovranno però adottare severe misure di protezione dal coronavirus e avere l’approvazione dei cantoni in funzione degli sviluppi della pandemia sui loro territori e delle risorse disponibili per il tracciamento dei contatti.

Simonetta Sommaruga: "regole per le grandi manifestazioni in accordo con i cantoni"
12.08.2020 ore 13:47
Germania, mascherine a scuola

Le scuole del Nordreno-Westfalia ricominciano oggi, mercoledì, l’anno scolastico e gli studenti dovranno indossare le mascherine anche durante l’orario di lezione, nonostante l’ondata eccezionale di caldo con temperature intorno ai 34 gradi in Germania, in tutte le classi si dovranno indossare le mascherine, tranne che alle scuole elementari.

12.08.2020 ore 13:45
Berna aiuta Skyguide

Mano tesa dal Consiglio federale a Skyguide: la società per il controllo del traffico aereo in Svizzera riceverà fino a 400 milioni di franchi di sostegno nel 2020 e nel 2021. Lo ha stabilito il Governo, spiegando che lo stop al traffico aereo a causa della pandemia di coronavirus ha provocato un pesante crollo degli introiti. La capitalizzazione da parte della Confederazione è però vincolata a condizioni, indica un comunicato.

12.08.2020 ore 13:35
Un buco da 20 miliardi per la Confederazione

La Confederazione ha pubblicato le prime stime dell’andamento dei suoi conti 2020, sui quali pesano ovviamente le conseguenze della pandemia. Berna prevede un deficit di finanziamento di 20,1 miliardi di franchi. Nel dettaglio, il budget ordinario vedrà la spesa diminuire di 1,8 miliardi, che non basteranno a compensare le minori entrate di 5,2 miliardi (da imputare essenzialmente ad IVA e imposta federale diretta).

La differenza fa 3,4 miliardi, ai quali si aggiungono i 17,8 miliardi di franchi di uscite che vanno a carico del bilancio straordinario per contrastare gli effetti del COVID-19.

Governo e Parlamento - con due aggiunte al preventivo - hanno approvato spese supplementari per 30,8 miliardi di franchi, per coprire le indennità di disoccupazione e lavoro ridotto, gli acquisti di materiale sanitario e altro. Non sembra tuttavia che l’intero ammontare sia destinato a essere speso.

12.08.2020 ore 13:18
Svizzera: 14,2 miliardi per la disoccupazione

L’assicurazione contro la disoccupazione (AD) ha pagato una cifra record di indennità per lavoro ridotto a causa del COVID-19 e rischia di raggiungere il limite di indebitamento. Per evitare un aumento dei contributi salariali, il Consiglio federale intende versare all’AD fino a 14,2 miliardi di franchi supplementari.

A questo scopo il Governo ha adottato oggi un adeguamento della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione (LADI) che il Parlamento potrà trattare con urgenza in autunno. La modifica di legge è stata sottoposta a una consultazione e tutti i 41 partecipanti l’hanno sostenuta. Stando alle stime attuali, i costi supplementari per l’AD legati al COVID-19 supereranno i 12 miliardi.

12.08.2020 ore 12:26
Svizzera, registrati 274 nuovi contagi

È salito a 37’169 casi, dopo un incremento di 274 contagi nelle ultime 24 ore (il maggiore da aprile), il numero delle infezioni da coronavirus registrate in Svizzera. Gli ultimi dati dell’Uffico federale della sanità pubblica (UFSP) indicano inoltre un ulteriore decesso causato dalla malattia. Sale così a 1’714 morti il bilancio delle vittime in territorio elvetico dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

12.08.2020 ore 11:58
Quasi duemila nuovi contagi in Israele

Sono stati 1’875 i nuovi casi di infezione da coronavirus computati in Israele nelle ultime 24 ore. Dopo questo ulteriore incremento il totale delle infezioni, dall’inizio della crisi sanitaria, si attesta a 86’959 casi. Sono finora 622 le persone che nel paese hanno perso la vita dopo aver contratto la malattia. Sul fronte delle ospedalizzazioni i ricoveri sono al momento 793. Versano in gravi condizioni 377 pazienti.

12.08.2020 ore 11:36
Venezuela, nuova impennata dei contagi

Il Venezuela ha registrato un nuovo record di casi giornalieri di Covid-19, confermando in 24 ore 1’138 contagi e 9 decessi. Con queste cifre, il numero totale di persone infette nel Paese è salito a 27’938 e il bilancio delle vittime a 238.

12.08.2020 ore 10:46
Il Regno Unito e la sua peggiore recessione

Il Regno Unito è in recessione

Contrazione economica record del 20,4% nel secondo trimestre: la peggiore dal 1955

12.08.2020 ore 10:15
Più di 900'000 contagi in Russia

In Russia, nelle ultime 24 ore, è stata superata la soglia dei 900’000 contagi da coronavirus. Il dato complessivo delle infezioni, dopo il computo di ulteriori 5’102 infezioni, è infatti salito a 902’701 casi. In aumento anche il bilancio delle vittime della patologia: dopo 129 nuovi decessi, si attesta ora a 15’260 il numero dei morti dall’inizio dell’emergenza nella Federazione.

12.08.2020 ore 09:53
Germania: 1’226 i nuovi casi, preoccupano viaggi e party

Sono 1’226 i nuovi casi di contagio registrati in Germania nel giro di 24 ore. Il ministro della salute Jens Spahn ha espresso preoccupazione per la diffusione dell’epidemia, che ha raggiunto i livelli di maggio. “È senza dubbio inquietante”, ha commentato. “Vediamo come non solo per il rientro dai viaggi, ma anche per party e feste di ogni tipo si stiano verificando focolai in ogni regione. Se adesso non stiamo attenti, ciò può produrre una certa dinamica”.

12.08.2020 ore 09:48
Due contagi in più in Ticino. Anche i Grigioni con due nuovi casi

Sono due i nuovi contagi da coronavirus computati dalla autorità sanitarie in Ticino nelle ultime 24 ore. Sale così a 3’460 il numero complessivo delle infezioni dall’inizio dell’emergenza nel cantone. Sempre invariati i dati concernenti i decessi causati dalla patologia (finora 350) e i pazienti dimessi dagli ospedali (924).

Due i casi di contagio anche nei Grigioni (946 in totale), dove il numero dei decessi resta fermo a 50. I casi attivi sono scesi da 23 a 16.

12.08.2020 ore 08:49
Sardegna, locali e discoteche restano aperti

Restano consentite in Sardegna le serate in discoteca e in altri locali notturni all’aperto, rispettando le misure preventive come il divieto di assembramento e l’obbligo di distanziamento di almeno un metro (due se si accede sulla pista da ballo) “a seconda della capienza massima del locale”. Lo ha deciso il presidente della regione Christian Solinas con un’ordinanza firmata ieri in tarda serata.

12.08.2020 ore 08:45
Un caso di ricontaminazione in Cina

Un caso di ricontaminazione da coronavirus, diversi mesi dopo un’ infezione iniziale, è stato confernato dalle autorità sanitarie nella città di Jingtzu, nel centro della Cina. Una donna di 68 anni, come attestato da un test lo scorso 9 agosto, è stata nuovamente contagiata dal Covid-19 dopo una prima infezione accertata a inizio febbraio. La donna è ora in regime di quarantena.

12.08.2020 ore 08:22
Negli USA oltre 46'800 nuovi contagi e altri 1'074 decessi

Gli Stati Uniti hanno registrato nelle ultime 24 ore 46’808 nuovi casi di coronavirus e altri 1’074 morti: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. I dati portano il totale dei contagi dall’inizio della pandemia a quota 5’141’208 ed il totale dei decessi a 164’537.

12.08.2020 ore 08:05
Mascherina obbligatoria a Bruxelles

A causa della pandemia di coronavirus il Governo regionale ha deciso l’obbligo di portare la mascherina in tutta la città di Bruxelles.

12.08.2020 ore 07:38
La pandemia si espande in Argentina

La pandemia da coronavirus continua a espandersi con forza in Argentina, dove nelle ultime 24 ore ha causato 241 morti. Si tratta di un dato da record per un solo giorno, che porta a 5’004 il numero complessivo dei decessi nel paese dall’inizio della crisi. Anche la curva dei casi di Covid-19 continua la sua ascesa, con 7’043 casi per la giornata ed un bilancio complessivo che rasenta ormai i 261’000 contagi.

12.08.2020 ore 07:05
La Cina allenta le restrizioni d'entrata

La Cina ha allentato le condizioni d’ingresso per i cittadini di 36 Paesi europei, tra cui la Svizzera, facilitando l’accesso ai visti per le persone già in possesso di un permesso di soggiorno ma che sono rimaste bloccate all’estero per quattro mesi a causa del coronavirus.

12.08.2020 ore 07:04
Grenoble, obbligo di mascherina anche nei mercati all'aperto

L’uso delle mascherine sarà obbligatorio per tutti i mercati all’aperto di Grenoble a partire da mercoledì, “data l’evoluzione della situazione sanitaria e delle folle in alcuni luoghi pubblici”, ha specificato la prefettura dell’Isère. Il provvedimento rimarrà in vigore fino al 30 settembre compreso.

12.08.2020 ore 06:30
Venezuela, 1'000 casi in 24 ore

Il Venezuela ha superato per la prima volta la soglia dei 1.000 casi di contagio da coronavirus in 24 ore, lo ha annunciato il Governo: sono infatti stati registrati 1’138 nuovi casi, per un totale complessivo di 27’938.