L'azione "Sursee si risveglia"
L'azione "Sursee si risveglia" keystone

In Svizzera 31 nuovi casi

Secondo le cifre della Johns Hopkins University, a livello mondiale superati i 425'000 morti
sabato 13 giugno 2020 07:48

Si sta avvicinando al mezzo milione il numero di decessi a causa del coronavirus nel mondo: stando agli ultimi dati raccolti dalla Johns Hopkins University, dall’inizio della pandemia sono morte 425'869 persone. I contagi sono oltre 7'651'000. Gli Stati Uniti continuano a detenere il record (114’669), seguiti dal Brasile, i cui dati continuano a crescere a grande velocità. Il fulcro della pandemia si è ormai spostato dall’Europa all’America Latina, dove sono 1,5 milioni i casi confermati.

In Svizzera il numero dei contagi rimane piuttosto contenuto, sono 31 quelli registrati sabato dall'Ufficio federale della sanità pubblica, a fronte dei 19 di venerdì e dei 33 di giovedì. Non si segnala nessun nuovo decesso: il bilancio ufficiale resta fermo a 1'677, mentre la somma di quelli cantonali dà 1'938.

La cronaca della giornata di ieri

I dati sempre aggiornati

di Marija Milanovic, Stefano Pongan

13.06.2020 ore 21:41
Francia, 24 nuovi decessi

La Francia ha registrato 24 morti aggiuntive legate a Covid-19 negli ospedali tra ieri e oggi, portando il numero totale dei decessi dall’inizio dell’epidemia a 29’398, secondo un rapporto di sabato di Santé Publique France.

Il numero di casi gravi di Covid-19 che richiedono il ricovero in terapia intensiva continua a diminuire: 871 pazienti, 8 in meno rispetto al giorno precedente.

13.06.2020 ore 20:09
Cile, si dimette il ministro della salute travolto dalle polemiche

In Cile si è dimesso il ministro della Salute Jaime Mañalich, travolto dalle polemiche sulla gestione dell’epidemia da coronavirus nel Paese. Secondo i media locali, viene rimpiazzato da Enrique Paris, ex presidente del Collegio medico cileno.


Secondo l’ultimo bilancio ufficiale, in Cile sono stati registrati 160’846 casi e 2’870 decessi. Ma secondo un’inchiesta del sito Ciper, 2’500 vittime sarebbero state nascoste.

13.06.2020 ore 19:12
Grecia, lunedì riparte la stagione turistica

“La Grecia è pronta ad accogliere i turisti quest’estate, in tutta sicurezza”. Lo assicura il premier Kyriakos Mitsotakis all’antivigilia della riapertura al turismo, formalmente fissata a lunedì 15, quando la gran parte degli alberghi del Paese riapriranno.


Parlando da Santorini, Mitsotakis ha detto che “tutto è pronto. Garantiremo il rispetto delle regole di distanziamento sociale”. La Grecia, uno dei Paesi che meglio ha gestito l’epidemia da coronavirus (183 morti in tutto), apre i suoi confini ad una trentina di Paesi, tra cui la Svizzera.

13.06.2020 ore 18:41
Per la Sardegna scatta la fase tre, ma non sarà un'estate da pienone

La Sardegna è una delle mete turistiche più gettonate, una delle destinazioni preferite anche dagli svizzeri, e da oggi (sabato) entra nella cosiddetta fase tre. Riprendono infatti tutti i voli e i collegamenti marittimi da e per l’isola da tutta Italia. Ma anche per la Costa Smeralda l’estate 2020 sarà un’estate anomala, ricca di incognite, a causa del coronavirus, come ci racconta Anna Valenti.

RG 18.30 del 13.06.2020 La corrispondenza di Anna Valenti
13.06.2020 ore 18:24
Numeri stabili in Italia

Sono sostanzialmente stabili rispetto a venerdì i dati diffusi dalla protezione civile sulla diffusione della pandemia in Italia: i nuovi contagi sono 346 (393 la vigilia), di cui 210 in Lombardia, la regione maggiormente colpita. Il totale nazionale sale così a 236’651. I 55 nuovi decessi (23 in Lombardia) portano a 34’278 il numero dei morti in tutto il paese dall’inizio della pandemia.

13.06.2020 ore 17:48
Regno Unito, 181 morti nelle ultime 24 ore

Nel Regno Unito tra ieri e oggi sono stati registrati 181 nuovi decessi da Covid-19, portando il totale dei morti da inizio pandemia a 41’662, il terzo peggior bilancio al mondo dopo quelli di Stati Uniti e Brasile.

Tra giovedì e venerdì i morti erano stati 202.

13.06.2020 ore 15:45
400 milioni di vaccini per quattro paesi dell'UE

Italia, Francia, Germania e Paesi Bassi hanno firmato un contratto con Astrazeneca per la fornitura di 400 milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus sviluppato dall’Università di Oxford che viene testato in questo momento. Se i test andranno a buon fine, la prima fornitura di vaccini dovrebbe arrivare verso la fine dell’anno. La Commissione europea ha ricevuto venerdì un mandato dai governi dell’UE per negoziare l’acquisto anticipato di vaccini contro il coronavirus.

13.06.2020 ore 14:29
ONU: servono 90 miliardi di aiuti per i paesi poveri

Secondo il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), riunitosi virtualmente per 4 giorni, i paesi poveri hanno bisogno di 90 miliardi di dollari di aiuti per affrontare la crisi del Covid-19. La pandemia, ha sottolineato l’ECOSOC, “rischia di essere catastrofica ” in queste nazioni. I 90 miliardi andrebbero a proteggere il 10% della popolazione più vulnerabile dei paesi più poveri del mondo.

13.06.2020 ore 14:15
Sommaruga: donne insostituibili durante la pandemia

Le donne hanno apportato un grande contributo alla società durante la pandemia: lo ha dichiarato la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga durante un incontro organizzato sabato a Friborgo con diverse dirigenti d’azienda, a un anno (meno un giorno) dallo sciopero nazionale al quale avevano partecipato oltre 500’000 donne.

Che sia nel settore delle cure, dell’assistenza, della vendita, della logistica o agli sportelli, le donne hanno contribuito in modo significativo alla gestione delle crisi, ha aggiunto: “Spesso lavoravano dietro le quinte, ma erano insostituibili”.

13.06.2020 ore 13:23
Ritorno alla normalità: c'è chi lo vorrebbe più rapido

Il ritorno a una normalità, anche in materia decisionale, potrebbe essere accelerato, stando ad alcuni politici intervistati dalle testate del gruppo Tamedia. Dal prossimo venerdì si uscirà ufficialmente dal contesto epidemico che a metà marzo aveva permesso al Governo elvetico di prendere decisioni limitative anche drastiche. Ora però c’è chi vorrebbe che si saltasse la prossima fase, detta “particolare”. Contemplata dopo il 19 giugno, permetterà a Berna di ordinare provvedimenti solitamente di competenza cantonale.

Questa accelerazione, però, è anche vincolata agli avvertimenti dell’Organizzazione mondiale della salute: non rispettarli potrebbe diventare un ostacolo giuridico alla concessione di aiuti finanziari straordinari.

RG 12.30 del 13.06.2020 - Il servizio di Alessia Fontana
13.06.2020 ore 12:58
In Svizzera 31 nuovi casi ma nessun decesso

Sono 31 i nuovi casi di coronavirus registrati dall’Ufficio federale della sanità pubblica nelle ultime 24 ore, a fronte dei 19 della vigilia e dei 33 di giovedì. Il totale da inizio pandemia sale a 31’094 (positivo l’8% dei test effettuati), mentre rimane invariato a 1’677 quelli dei decessi nelle statistiche ufficiali, 20 ogni 100’000 abitanti. Per il sito corona-data.ch, che aggrega i dati cantonali, i morti in Svizzera sono invece 1’938.¨

L’incidenza dei contagi è di 362 per ogni 100’000 abitanti, con forti variazioni fra i cantoni: Ginevra con 1’051, Ticino con 930, Vaud (697), Basilea Città (583) e Vallese (562) sono i più colpiti.

13.06.2020 ore 12:50
Via agli stati generali

Governo e parti sociali si confrontano a Roma sui progetti per la ripartenza del paese dopo la pandemia: riforme e investimenti

L'Italia progetta il rilancio

Il via a Roma agli stati generali, con esponenti europei ma senza l'opposizione

13.06.2020 ore 11:58
Conte: "Non ho nulla da temere"

Sentito per tre ore dai magistrati di Bergamo nell’ambito dell’inchiesta sulla mancata istituzione della zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro, in Val Seriana, durante i primi giorni della pandemia, il premier italiano Giuseppe Conte ha spiegato di aver “chiarito tutto quello che c’era da chiarire”, illustrando “tutti i passaggi di quei terribili giorni in cui combattevamo contro un nemico invisibile” e aggiungendo di non aver “nulla da temere”.


Conte, in un colloquio con il direttore della Stampa Massimo Giannini, ha dichiarato che “la cronologia dei fatti è chiarissima: alla luce del quadro epidemiologico di cui disponevamo in quella prima settimana di marzo, non avrebbe avuto alcun senso chiudere solo i comuni di Alzano e di Nembro. Il nostro problema, già in quelle ore, era studiare soluzioni drastiche e immediate per tutta l’Italia. Ed è quello che abbiamo fatto”.

13.06.2020 ore 11:29
Pechino, torna il virus

Sette nuovi casi di Covid-19 sono stati individuati a Pechinoi, dopo due mesi senza contagi. Chiuso uno dei più grandi mercati di carne della città.

Pechino, torna il Covid-19

Un nuovo focolaio del virus è stato individuato in due mercati: uno di carne e uno di frutti di mare

13.06.2020 ore 10:36
Russia, 8'706 contagi in un giorno

Sono 8’706 i nuovi contagi registrati in Russia nelle ultime 24 ore, il che porta il totale a 520’129 casi. Sono morte 114 persone, facendo salire il totale a 6’829.

13.06.2020 ore 10:02
Formula 1, niente più festeggiamenti sul podio

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha portato a stravolgere le tradizioni della Formula-1: non ci saranno più i festeggiamenti sul podio.

Niente più festeggiamenti sul podio

L'emergenza sanitaria stravolge alcune tradizioni della Formula 1

13.06.2020 ore 09:58
Bundesliga perde 150 milioni di euro

La Bundesliga tedesca ha perso 150 milioni di euro di ricavi televisivi a causa della pandemia di coronavirus, stando alla rivista “Kicker”, che riporta quanto scritto in una lettera inviata venerdì dalla commissione delle finanze della lega tedesca ai club delle prime due divisioni.

13.06.2020 ore 09:38
Per Berset la Svizzera ha gestito bene la crisi

Il sistema elvetico, con la sua costante ricerca del compromesso, ha permesso di gestire la crisi con la stessa efficacia dei sistemi centralizzati, sostiene il ministro dell’interno. Una seconda ondata non è però esclusa.

Berset: gestione crisi efficace

Il ministro della sanità loda il pragmatismo elvetico ma avverte: non è esclusa una ricaduta

13.06.2020 ore 08:25
Biden: Trump ha gestito la crisi in maniera "quasi criminale"

Joe Biden ha attaccato la gestione “quasi criminale” del coronavirus da parte del presidente statunitense Donald Trump, che ha solo creato un “pasticcio” dal punto di vista economico. “Ci sarà qualche forma di seconda ondata. Ci ha inguaiato nella peggiore crisi del mercato del lavoro da più di un secolo”, ha messo in evidenza il candidato democratico alla Casa Bianca.

13.06.2020 ore 07:55
Germania, 348 nuovi contagi

Gli ultimi dati riguardanti la Germania riportano 348 nuovi contagi e 18 decessi portando il totale a 1 186’022 e 8’781 rispettivamente. Lo ha reso noto l’Istituto Robert Koch per le malattie infettive.