Sono quasi 33'000 il numero delle infezioni da Covid-19 finora accertate in Svizzera
Sono quasi 33'000 il numero delle infezioni da Covid-19 finora accertate in Svizzera Keystone
Momenti chiave
13.07.2020 ore 23:49
13.07.2020 ore 22:03
13.07.2020 ore 16:21
13.07.2020 ore 13:01
13.07.2020 ore 11:31
13.07.2020 ore 09:57
13.07.2020 ore 07:53
13.07.2020 ore 07:24
13.07.2020 ore 07:09

In Svizzera 63 nuovi contagi

A livello nazionale oggi sono stati recensiti zero decessi: l’ultimo causato dalla patologia risale allo scorso 2 luglio. Otto contagi in più in Ticino
lunedì 13 luglio 2020 07:09

Il contagio non si ferma negli Stati Uniti dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati quasi 60'000 nuovi positivi e 422 decessi, per un totale di 135'171. Preoccupante la situazione in Messico, che è diventato il quarto paese al mondo più colpito dal virus. Intanto, in Sudafrica è stato imposto nuovamente il coprifuoco a partire da domenica, mentre in Spagna le autorità catalane hanno deciso il lockdown per 200'000 persone, ora però annullato da un tribunale.

Una casa anziani di Männedorf, nel canton Zurigo, è stata posta in quarantena dopo che il coronavirus ha contagiato diverse persone. Due ospiti della struttura sono morti a causa della malattia, mentre un terzo versa in condizioni critiche.

Si registrano in Ticino otto nuovi d’infezione da coronavirus. È quanto emerge dalle ultime cifre sulla pandemia fornite dalle autorità cantonali. Il numero dei contagi, facendo un raffronto con i dati dello scorso 10 luglio, è infatti passato da 3’367 a 3’375.

La cronaca di domenica

I dati sempre aggiornati

A livello nazionale, oggi sono stati recensiti 63 nuovi casi e zero decessi: l’ultimo causato dalla patologia risale allo scorso 2 luglio. Resta quindi invariato e si attesta a 1’686 morti dall'inizio della crisi.

Alessandra Spataro, Alex Ricordi, Joe Pieracci e Sandro Pauli

13.07.2020 ore 23:56
Regno Unito: mascherine obbligatorie nei negozi dal 24 luglio

Nel Regno Unito sarà obbligatorio portare la mascherina quando si entra nei negozi e nei supermercati, a partire dal 24 luglio. Lo ha comunicato Downing Street. Nella nota, l’ufficio del premier Boris Johnson afferma che “ci sono sempre più indicazioni per le quali coprirsi il viso quando si è al chiuso contribuisce a proteggere le persone e chi sta loro attorno dal coronavirus”. Le mascherine sono obbligatorie sui trasporti pubblici in Inghilterra dal 15 giugno. Il ministro della Salute Matt Hancock annuncerà formalmente l’estensione dell’obbligo domani, martedì. Chi non rispetterà la disposizione verrà multato di 100sterline. La Gran Bretagna è uno dei paesi più colpiti dal virus, con circa 45.000 morti.

13.07.2020 ore 23:49
Brasile: 783 decessi in 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Brasile sono stati registrati altri 783 decessi causati dal coronavirus, ciò che porta il totale dei morti a 72’833. Sul fronte dei contagi le autorità segnalano invece altre 20’286 infezioni per un totale di 1’864’681 contagi dall’inizio della crisi.

13.07.2020 ore 23:29
Tokyo: nuovo focolaio in un teatro cittadino

Aumentano i timori di un’espansione dei contagi di coronavirus a Tokyo. Dopo il quartiere a luci rosse della capitale, l’attenzione delle autorità sanitarie adesso si sposta su un teatro cittadino nella stessa area di Shinjuku, a nord ovest della città, dove 30 persone sono risultate positive alla malattia nello spazio di una settimana. Si tratta di 16 attori, cinque membri della produzione teatrale, e 9 spettatori che hanno partecipato alla rappresentazione. Lo riferisce l’operatore Rise Communication, che gestisce lo spettacolo andato in scena tra il 30 giugno e il 5 luglio al Teatro Moliere.

13.07.2020 ore 23:27
NHL, 43 giocatori positivi al coronavirus

La NHL, la massima lega americana di hockey su ghiaccio, ha annunciato 43 test positivi tra i giocatori che sono tornati ad allenarsi per completare la stagione. Più di 600 giocatori sono stati testati. Tutti coloro che sono risultati positivi sono stati o sono in quarantena. Non sono stati fatti nomi.


La stagione riprenderà il 1° agosto con 24 squadre e un format di play-off esteso. Le partite si giocheranno in Canada a Edmonton e Toronto.

13.07.2020 ore 23:13
Fauci: “Impennata di casi negli USA perché il paese non ha mai chiuso”

Gli Stati Uniti stanno vivendo un’impennata dei contagi perché il Paese non è stato mai chiuso interamente e in molti Stati si è riaperto troppo velocemente: lo afferma il virologo Anthony Fauci intervistato dal preside della facoltà di medicina dell’università di Stanford, in California. “Non abbiamo chiuso l’intero Paese”, sostiene Fauci: “Ora dobbiamo fare qualche passo indietro e dire, ‘ok, non possiamo chiudere totalmente ma almeno dobbiamo riaprire gradualmente’”.

13.07.2020 ore 22:03
A giugno deficit record negli USA

Il deficit americano è salito a giugno a 864 miliardi di dollari, un record legato anche alla lotta alla pandemia. Lo ha reso noto il Dipartimento al Tesoro Usa.

13.07.2020 ore 21:57
La California torna in lockdown e chiude le attività non essenziali

Nuova stretta in California: le autorità hanno deciso di chiudere su tutto il territorio dello Stato i servizi non essenziali a causa dell’impennata dei contagi da coronavirus. Dovranno abbassare la saracinesca ristoranti, bar, cinema, teatri, palestre, musei e luoghi di culto. Cancelli chiusi anche per gli zoo. Lo ha annunciato il governatore Gavin Newsom.

13.07.2020 ore 21:20
Los Angeles: scuola online fino a fine anno

Il distretto scolastico più grande della California, quello di Los Angeles e San Diego, ha annunciato che le lezioni in autunno inizieranno interamente da remoto e saranno online almeno sino alla fine del 2020 a causa dell’impennata nel numero dei contagi da coronavirus. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nei giorni scorsi ha chiesto con forza la ripresa delle scuole, minacciando anche di ritirare i fondi federali a chi non lo facesse.

13.07.2020 ore 19:51
Balcani, i contagi continuano a salire

In tutti i Paesi dei Balcani, alle prese con una nuova fase epidemica del coronavirus, si mantiene elevata la curva dei contagi, e in molti casi i governi reintroducono provvedimenti e restrizioni già aboliti nelle scorse settimane.


In Serbia nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 279, con il totale salito a 18’639. Altri 12 decessi hanno portato a 405 il numero delle vittime. Nella Macedonia del Nord, dove mercoledì si vota per le elezioni parlamentari, i nuovi casi sono stati 88, per un totale di 8’197, le vittime sono in tutto 385, con altri tre decessi da ieri. Altri 53 contagi si sono registrati in Croazia, dove dall’inizio dell’epidemia i casi sono stati 3’775, i morti 119. In Montenegro, che aveva dichiarato la fine dell’epidemia il mese scorso, si sono avuti 66 nuovi contagi e un decesso, con i nuovi totali saliti a 963 e 15. In Bosnia-Erzegovina si sono registrati 94 casi da ieri e quattro decessi. I totali sono ad oggi 6’764 e 225. In Slovenia i contagi nelle 24 ore sono calati a otto (totale 1’849), con il numero delle vittime fermo a 111. Il Paese balcanico più colpito resta la Romania, dove nelle 24 ore si sono avuti 413 contagi e 17 morti - complessivamente 32’948 e 1’901.

13.07.2020 ore 19:21
Lucerna, a scuola con la mascherina

Il Cantone ha decretato l’obbligo per scuole secondarie e professionali – Anche il Giura va nella stessa direzione, ma manca l’ufficialità

Lucerna, a scuola con la mascherina

Il Cantone ha decretato l’obbligo per scuole secondarie e professionali – Anche il Giura va nella stessa direzione, ma manca l’ufficialità

13.07.2020 ore 19:21
Francia, 14 luglio “formato Covid”

È una Festa nazionale del 14 luglio formato Covid quella che si appresta a vivere la Francia, dove dopo due mesi di calma, alcuni segnali ricorrenti da qualche giorno fanno temere una ripresa dell’epidemia. La tradizionale sfilata militare sugli Champs-Elysées sarà ridotta nella partecipazione e senza pubblico, ad eccezione di qualche migliaio di invitati.


Anche il tradizionale concerto e i fuochi d’artificio si svolgeranno senza festa popolare. Tornerà a parlare il presidente Emmanuel Macron, che negli anni scorsi aveva interrotto la tradizione presidenziale dell’intervento dall’Eliseo, in diretta tv, per rivolgersi ai francesi.

13.07.2020 ore 18:38
Aeroporto di Zurigo: -93% dei passeggeri in giugno

L’aeroporto di Zurigo sta riprendendo solo lentamente l’attività, dopo il blocco quasi totale provocato dalla pandemia: in giugno ha accolto 201’692 passeggeri, il 93% in meno dello stesso periodo dell’anno prima. Il numero di movimenti aerei è sceso dell’80% a 5048, ha indicato in serata la società di gestione. In media in un velivolo vi erano 94 viaggiatori e solo il 57% dei posti era occupato. Con l’inizio delle vacanze scolastiche in numerosi cantoni è attesa in luglio una crescita dei passeggeri.

13.07.2020 ore 18:06
Negli anticorpi un gene cruciale per il vaccino

Individuato negli anticorpi umani contro il nuovo coronavirus un gene cruciale per il vaccino: è presente in 294 anticorpi analizzati nell’istituto californiano Scripps, è uno dei più frequenti e riesce a intercettare il sito in cui la prima principale arma del SarsCoV2, la proteina Spike, si lega al recettore Ace, sulla superficie delle cellule umane. Pubblicata sulla rivista Science, la scoperta promette di accelerare la ricerca di un vaccino efficace contro la pandemia di Covid-19.

13.07.2020 ore 17:40
OMS: “Non si torna alla normalità a breve”

“Non ci sarà un ritorno alla normalità nell’immediato futuro. Ma c’è una roadmap che consente di controllare il virus e di andare avanti con le nostre vite”, ha sottolineato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Si può fare e deve essere fatto. L’ho già detto in passato e continuerò a dirlo: non importa dove un Paese si trovi sulla curva epidemiologica, non è mai troppo tardi per agire”.

13.07.2020 ore 17:25
Italia: calano i contagi, aumentano i morti

Sono 169 i nuovi contagiati da Covid nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto ai 234 di ieri. Le vittime sono 13, contro le 9 di ieri. I casi totali salgono a 243’230, i morti a 34’967.

13.07.2020 ore 17:22
OMS: “l’epicentro della pandemia restano le Americhe”

L’epicentro della pandemia da coronavirus restano le Americhe, gli Stati Uniti e il Brasile in particolare, dove si registra oltre il 50% dei nuovi casi a livello globale. Lo ha sottolineato lunedì il direttore generale dell’Oms, Adhanom Ghebreyesus. “Ieri 230mila casi di Covid-19 sono stati riportati all’Oms”, ha detto, “quasi l’80% in 10 Paesi e il 50% in due Paesi soltanto (111.319 i casi registrati in Usa e Brasile). Ma non è mai troppo tardi per portare il virus sotto controllo”, ha aggiunto il direttore generale dell’Oms.

13.07.2020 ore 17:06
Primo agosto: niente fuochi d'artificio a Bellinzona

Causa coronavirus non ci sarà lo spettacolo pirotecnico del primo d’agosto a Bellinzona. Lo ha comunicato pochi minuti fa il Municipio della capitale. All’Antico convento di Monte Carasso è comunque prevista una serata con animazione musica e risotto offerto dalla Società Rabadan. Oratore d’eccezione sarà il Consigliere federale Alain Berset. L’accesso alla serata sarà contingentato e possibile unicamente previa iscrizione

13.07.2020 ore 16:49
Obbiettivo “Fame Zero” a rischio a causa del Covid

Entro la fine del 2020 la pandemia di Covid-19 potrebbe gettare altri 130 milioni di persone in tutto il pianeta nella morsa della fame cronica, indica l’ultimo rapporto Onu sullo Stato della sicurezza alimentare e della nutrizione nel mondo (Sofi). Se, da un lato, è ancora presto per valutarne l’impatto reale, il rapporto stima che nel 2020 almeno altri 83 milioni di persone, se non addirittura 132 milioni, potrebbero soffrire la fame a causa della recessione economica innescata dall’emergenza. Nel rapporto le agenzie Onu che hanno collaborato alla sua realizzazione esprimono dubbi circa la possibilità di raggiungere l’obiettivo Fame Zero entro il 2030.

13.07.2020 ore 16:27
Giappone: i tornei di sumo riaprono al pubblico

L’associazione giapponese di sumo consentirà ai fan di assistere al suo torneo che inizia domenica 19 luglio in un’arena di Tokyo, nonostante il recente aumento dei casi di coronavirus nella capitale. Circa 2.500 spettatori al giorno, ovvero il 25% della capacità delle strutture al coperto, potranno partecipare a questo torneo di 15 giorni, rinviato a causa dell’epidemia, ha affermato l’ente governativo dello sport sul suo sito. Sarà il primo “basho” (torneo) di questo sport con gli spettatori da gennaio. Di solito ci sono sei tornei all’anno in Giappone. Quello di maggio era stato cancellato, mentre un precedente torneo aveva avuto luogo a porte chiuse con alcuni rituali modificati. A maggio, un lottatore di sumo di 28 anni è morto dopo aver contratto il coronavirus, il primo decesso a causa di Covid-19 nel mondo dello sport. I fan dovranno indossare maschere, evitare di urlare e “astenersi dal stringere la mano ai rikishi”

13.07.2020 ore 16:23
Bolivia: il ministro dell’economia è positivo al Covid

Il ministro dell’Economia e delle finanze della Bolivia, Oscar Ortiz, ha riferito di essere risultato positivo a Covid-19, e i medici hanno deciso di ricoverarlo dopo che ha presentato alcuni sintomi della malattia. Lo riporta l’agenzia di stampa boliviana Abi. Si tratta del quinto ministro finora contagiato dal coronavirus in Bolivia, dove anche la presidente Jeanine Anez è risultata positiva a Covid-19.

13.07.2020 ore 16:21
USA, impennata di casi in 35 stati

L’impennata dei contagi negli Stati Uniti - dove i casi hanno superato i 3.300.000, di cui quasi 60 mila nelle ultime 24 ore - riguarda ora almeno 35 stati. E’ quanto emerge dai dati della John Hopkins University, che mettono in evidenza come le aree più colpite sono la Florida (dove si registra la situazione più drammatica con oltre 15 mila nuovi casi nelle ultime 24 ore e gli ospedali di Miami al collasso), l’Arizona, la California e la Lousiana. I morti sono oltre 135 mila di cui 442 nella giornata di domenica.

13.07.2020 ore 15:58
“L’immunità non sembra durare”

Il livello di anticorpi, prodotti dal corpo umano a seguito dell’infezione da Coronavirus, può drasticamente diminuire nel giro di pochi mesi, esponendo - di fatto - ad un possibile secondo contagio. E’ la preoccupante conclusione a cui è giunto uno studio condotto dal King’s College sulla risposta immunitaria di oltre 90 ex ammalati, tra pazienti e operatori sanitari del Guy’s and St Thomas’, trust da cui dipende anche l’ospedale di Londra in cui prima di Pasqua è stato ricoverato in terapia intensiva il premier Boris Johnson. Dall’analisi dei dati di laboratorio, raccolti nel corso degli ultimi mesi, i ricercatori hanno registrato come il livello di anticorpi raggiunga il suo picco dopo circa tre settimane dalla comparsa dei sintomi, per poi gradualmente diminuire, indebolendo così la potenza della risposta. Tre mesi dopo l’infezione - sottolinea oggi il Guardian citando lo studio - soltanto il 17% di chi ha contratto il virus mantiene la stessa potenza di risposta immunitaria, destinata a ridursi in certi casi fino a non essere più neppure rilevabile.

13.07.2020 ore 15:54
Scatta l’obbligo della mascherina in tutto lo stato di Rio

Entra in vigore oggi, nello Stato di Rio de Janeiro, l’obbligo di indossare la mascherina in luoghi pubblici per prevenire la diffusione del coronavirus. Chi non osserverà la nuova normativa rischia una multa di 107 reais (circa 20 dollari). Analogo discorso vale per le aziende che non applichino la misura con i loro dipendenti: in questo caso la multa è pari a 700 reais (118 dollari). Rio de Janeiro è il secondo Stato più colpito dal Covid-19, con 11.415 vittime. L’obbligo di indossare la mascherina è da tempo già in vigore anche a San Paolo e Brasilia.

13.07.2020 ore 15:12
Brasile: dura presa di posizione contro l’esercito

Dura presa di posizione del giudice della Corte suprema brasiliana, Gilmar Mendes, contro le forze armate: secondo il togato l’esercito è “complice del genocidio” messo in pratica dalla politica adottata dal governo di Jair Bolsonaro per combattere la pandemia da coronavirus. “Va detto chiaramente che l’esercito si sta associando a questo genocidio, non è ragionevole, è necessario porre fine a tutto ciò”, ha detto Mendes, criticando la gestione del generale Eduardo Pazuello, ministro ad interim della Sanità.

13.07.2020 ore 15:04
Le ambasciate svizzere a Riad e Teheran rimangono aperte

Le ambasciate svizzere di Riad e Teheran rimangono aperte, nonostante l’Arabia Saudita e l’Iran siano paesi fortemente toccati dall’epidemia di coronavirus. Lo ha indicato a Keystone-ATS il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). In entrambi i casi è stato predisposto un dispositivo che permette di proseguire l’attività salvaguardando la salute dei dipendenti, precisa il DFAE. In particolare sono stati ridotti i tempi di apertura degli sportelli e, a seconda della situazione, si opera in telelavoro.

13.07.2020 ore 14:13
Germania: "C'è il pericolo di una seconda ondata"

“Il pericolo di una seconda ondata di coronavirus è reale”. Lo ha detto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, in conferenza stampa a Berlino insieme al presidente dell’Istituto Robert Koch, Lothar Wieler. Ha così lanciato un appello: “Per favore mantenete le distanze, per favore rispettate le misure igieniche e, per favore portate, indossate le mascherine negli spazi chiusi dove questo consigliato”.

13.07.2020 ore 13:01
Svizzera, altri 63 contagi

Sono 63 i nuovi contagi da coronavirus computati in Svizzera nelle ultime 24 ore. È quanto ha reso noto poco fa l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), precisando che sempre rispetto a ieri non è stato registrato alcun nuovo decesso: l’ultimo causato dalla patologia risale allo scorso 2 luglio. Il bilancio delle vittime in territorio elvetico resta quindi invariato e si attesta a 1’686 morti dall’inizio della crisi.

Sale così a 32’946 il numero complessivo delle infezioni da Covid-19 finora accertate. Sempre nelle ultime 24 ore sono state infine registrate 3 nuove ospedalizzazioni a causa dell’insorgenza della malattia.

13.07.2020 ore 12:04
Friborgo, un premio di riconoscenza

Il Governo del canton Friborgo sostiene il versamento di un premio volto a ringraziare il personale del cantone impegnato nella lotta contro la pandemia. A tal fine l’Esecutivo prevede di stanziare un ammontare pari a un milione di franchi, è stato annunciato oggi.. La cerchia dei beneficiari di questo riconoscimento sarà definita ulteriormente. Ancora indeterminata, inoltre, la natura del premio: potrebbe essere versato sotto forma di buoni spendibili presso gli esercizi commerciali, i ristoranti e i servizi investiti dalla crisi.

13.07.2020 ore 11:31
Grigioni, due contagi in più

Sono stati computati nei Grigioni due casi di contagio da coronavirus in più. È il dato che emerge dalle ultime cifre comunicate dalle autorità retiche sul portale cantonale legato agli sviluppi della pandemia. Il numero complessivo delle infezioni finora accertate sale così a 848 casi. Non si è quindi verificato alcun nuovo decesso imputabile alla patologia. Invariato - sempre due - anche il numero delle ospedalizzazioni per l’insorgenza della malattia. Attualmente sono infine 136 le persone sottoposte a quarantena.

13.07.2020 ore 11:18
Mascherina obbligatoria alle Baleari

Da oggi e fino alla fine dell’estate la mascherina sarà obbligatoria ovunque tranne che in spiaggia, in piscina e mentre si pratica uno sport sulle Isole Baleari. Multe di 100 euro per i trasgressori.

13.07.2020 ore 11:16
Koch, sovrastimata la questione delle mascherine

La questione delle mascherine protettive è stata sovrastimata fin dall’inizio della crisi. È quanto sostiene Daniel Koch, ora in pensione ma ancora fino a qualche tempo fa delegato per la gestione della pandemia, in una lunga intervista rilasciata oggi al Blick. Il Governo, osserva retrospettivamente, avrebbe dovuto introdurre l’obbligatorietà delle mascherine sui trasporti pubblici prima, al momento del loro ripristino. Si tratta tuttavia, aggiunge, di un elemento non decisivo ai fini della sfida in atto rappresentata dalla pandemia. Oggi, come tre mesi fa, “mantenere le distanze è più importante che indossare una mascherina. E indossare una mascherina induce a non rispettare il distanziamento sociale”, conclude l’ex delegato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

13.07.2020 ore 10:16
Männedorf, 2 decessi e 7 contagi in una casa per anziani

Una casa per anziani a Männedorf, nel canton Zurigo, è stata posta in quarantena dopo l’accertamento di un focolaio di infezione da coronavirus. Sette persone sono risultate contagiate, due sono decedute e due versano in condizioni critiche. È quanto ha indicato oggi la direttrice della struttura, confermando le anticipazioni fornite dalla NZZ. Le modalità di propagazione del Covid-19 nell’istituto, nonostante le strette misure precauzionali, non sono ancora note. Ora le visite non sono autorizzate e i residenti sono tenuti restare nelle loro camere.

13.07.2020 ore 09:57
Otto nuovi contagi in Ticino

Si registrano in Ticino otto nuove infezioni da coronavirus. È quanto emerge dalle ultime cifre sulla pandemia fornite dalle autorità cantonali. Il numero dei contagi, facendo un raffronto con i dati dello scorso 10 luglio, è infatti passato da 3’367 a 3’375. Non è intanto intervenuto alcun nuovo decesso a causa della patologia: rimane quindi a 350 il bilancio delle vittime dall’inizio della crisi. Sono infine 916 le persone finora dimesse dagli ospedali: una in più rispetto a venerdì scorso.

13.07.2020 ore 09:30
Catalogna, giustizia sospende lockdown

Un tribunale ha deciso di non avallare la decisione presa ieri dal governo regionale della Catalogna di imporre un lockdown in otto località, tra le quali Lleida. Per la giustizia di questa città, la decisione della Generalitat catalana è “sproporzionata”. È quanto riferisce La Vanguardia.

13.07.2020 ore 07:53
Pakistan, quasi 3'000 contagi

Sono 2’769 le nuove infezioni registrate in Pakistan nelle ultime 24 ore, per un totale di 251’625; 69 le persone morte (5’266); attualmente ci sono 1’837 pazienti in condizioni critiche, 281 in meno rispetto al giorno prima.

13.07.2020 ore 07:52
Messico: quarto paese al mondo per decessi legati al Covid-19

Il Messico è diventato il paese al mondo con il quarto più elevato bilancio di decessi da Covid-19, davanti all’Italia. “Ci sono 299’750 casi confermati di infezione e 35’006 morti”, si legge sull’account Twitter della presidenza messicana.

13.07.2020 ore 07:49
Pandemia e saliscendi del PIL europeo

Nette fluttuazioni, a causa della pandemia, per il prodotto interno lordo dell’UE. Secondo le stime del Fondo monetario internazionale (FMI), il PIL calerà del 9,3% nell’anno corrente, per poi crescere del 5,7% nel 2021. I livelli registrati lo scorso anno, sottolinea l’organizzazione, saranno nuovamente raggiunti solo nel 2022.

13.07.2020 ore 07:42
Allarme su pandemia e impatto sulle scuole

Quasi 10 milioni di ragazzi, in tutto il mondo, potrebbero non tornare più a scuola dopo il lockdown, a causa delle ripercussioni economiche del coronavirus. È l’allarme lanciato da Save the Children. Fino a 1,6 miliardi di allievi, si rileva in un rapporto della ONG britannica, hanno dovuto abbandonare i corsi a causa della pandemia. “Per la prima volta nella storia dell’umanità, un’intera generazione di ragazzi vedrebbe sconvolto il proprio percorso scolastico”, sottolinea l’organizzazione, esortando î governi e i donatori ad agire per affrontare questa “emergenza educativa mondiale”.

13.07.2020 ore 07:24
Muore dopo un COVID Party

Un 30enne è morto in Texas a causa del coronavirus dopo aver partecipato a un COVID Party, ossia a una festa organizzata da una persona positiva al virus. Serate di questo tipo vengono organizzate, ha spiegato un medico, da persone che vogliono testare se il virus esista davvero e per capire quali conseguenze possa avere sulla salute. In altri casi, c’è l’idea che in questo modo, una volta preso, si è immuni.

13.07.2020 ore 07:09
Stati Uniti, quasi 60'000 contagi

Gli Stati Uniti, il paese più colpito al mondo dalla pandemia di coronavirus, hanno registrato ieri 59’747 nuove infezioni in 24 ore, secondo il rapporto quotidiano della Johns Hopkins University. Il numero di casi confermati è di 3’301’820; i morti sono 135’171 (+422).