Due iniziative in votazione: una panoramica su motivazioni, analogie e differenze
Due iniziative in votazione: una panoramica su motivazioni, analogie e differenze (rsi/px)

Alle radici di due iniziative

Le votazioni federali del 23 settembre e i due oggetti legati al futuro della politica in campo agricolo e alimentare

Il 23 settembre sarà una domenica molto importante per il settore primario. I cittadini si esprimeranno infatti su due iniziative popolari che, se accettate, avranno importanti conseguenze sulla politica agricola: l'iniziativa dei Verdi "Per alimenti equi" e quella del sindacato agricolo Uniterre "Per la sovranità alimentare". Non è ancora chiaro come i due testi potrebbero venir concretamente applicati, ma sul piano politico per il consigliere federale Johann Schneider-Ammann si tratta di un test importante, visto che lui stesso ha indicato la politica agricola come l'ultimo suo vero obiettivo prima di lasciare il Governo.

Al centro delle due iniziative, l'avvenire della politica in campo agroalimentare
Al centro delle due iniziative, l'avvenire della politica in campo agroalimentare (tipress)

In gioco c'è la direzione che l'agricoltura svizzera dovrà prendere nei prossimi anni, attraverso due proposte che giungono mentre da tempo i contadini esprimono forte disagio e preoccupazione per quello che dovrà essere il loro futuro: un futuro che secondo il Governo dovrà prevedere meno protezioni e più apertura alla concorrenza estera, mentre secondo altri dovrebbe essere segnato da un maggiore aiuto da parte dello Stato.

Nella campagna le due proposte vengono spesso discusse insieme perché entrambe riguardano l'ecologia e gli alimenti che ogni giorno finiscono sui nostri piatti. In realtà le motivazioni che hanno portato al loro lancio sono molto diverse.

Maggiore intervento da parte dello Stato

L'iniziativa "Per la sovranità alimentare" vuole un maggiore intervento dello Stato nell'agricoltura, affinché vengano garantiti prezzi equi alla produzione e redditi più elevati per i contadini.

L'iniziativa
L'iniziativa "Per la sovranità alimentare" punta ad una maggiore valorizzazione dell'agricoltura indigena (archivio tipress)

In questo modo anche molte piccole e medie aziende agricole a gestione familiare oggi in difficoltà potrebbero continuare la loro attività. All'origine vi è dunque la richiesta di maggiore protezione e sovvenzioni per un particolare settore economico.

Per Lea Ferrari, che fa parte del comitato in favore dell'iniziativa, è il sistema che non può funzionare da solo.

 

A detta invece del ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann, l'iniziativa è pericolosa perchè condurrebbe ad un sistema di tipo dirigistico.

 

Più rispetto per l'ambiente e gli animali

Nell'iniziativa dei Verdi "Per alimenti equi", centrale non è il ruolo dello Stato nella politica agricola, ma l'ecologia e il rispetto degli animali. In estrema sintesi il testo chiede che anche per i prodotti agricoli importati debbano valere gli stessi criteri di qualità di quelli prodotti in Svizzera.

L'iniziativa
L'iniziativa "Per alimenti equi" rivendica un'informazione più accurata sui sistemi di produzione e di allevamento (keystone)

In questo caso la limitazione delle importazioni non è un obiettivo, come nell'iniziativa "Per la sovranità alimentare", che propone maggiori dazi doganali, ma può essere definita come una sorta di "effetto collaterale".

Il Governo si oppone anche a questa proposta di modifica costituzionale. Per il consigliere federale Alain Berset, ciò che conta è garantire trasparenza ai consumatori.

 

Secondo invece la consigliera nazionale Adèle Thorens, esponente dei Verdi svizzeri, nel settore c'è un problema e occorre quindi intervenire per risolverlo.

Analogie e differenze fra i due testi

Le due iniziative, pur con vari elementi in comune, presentano però precise differenze sotto alcuni aspetti chiave. Proviamo in conclusione a illustrarle, con l'ausilio di uno schema grafico.

Il voto del 23 settembre e un confronto fra le due iniziative sottoposte agli elettori
Il voto del 23 settembre e un confronto fra le due iniziative sottoposte agli elettori (rsi/px)

Mattia Serena

Condividi