Il calcio degli umanoidi

La squadra dei NomadZ, del Politecnico federale di Zurigo, si è classificata seconda alla "Robocup" del Make Faire 2019 di Roma

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È passata solo una settimana da quando Sophia ha colloquiato con alcuni ticinesi a Lugano. Nel frattempo Fyodor è tornato dallo spazio e questo perché, negli ultimi anni, l'intelligenza artificiale è sempre più realtà e sempre meno fantasia. E, proprio nellla realtà, l'intelligenza artificiale ci insegna molto. Aklcune delle sue molteplici applicazioni sono state, per tre giorni , il cuore del Maker Faire 2019, la manifestazione internazionale dedicata alla tecnologia e all'innovazione che si è appena conclusa a Roma. Medicina, trasporti, sostenibilità ambientale, industria ma anche gioco e divertimento sportivo. Su un campo di calcio in miniatura squadre di robot umanoidi autonomi si sono sfidate nel torneo triangolare ‘RoboCup’ con protagoniste le squadre della Sapienza e di due atenei di Svizzera e Germania.

Robocup è una iniziativa ideata nel 1993 con l'obiettivo di riuscire a battere, un giorno, i campioni del mondo umani. Per il momento, nella sfida tra robot, gli svizzeri della squadra dei NomadZ, del Politecnico federale di Zurigo, si è classificata seconda.

Ruben Lagattolla

Condividi