Il mare è un campo che va curato

Denia, regione di Valencia, Spagna. I pescatori, da alcuni anni, separano i pesci che pescano dalla plastica che poi portano a riva

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Spagna domani, domenica 28, si reca alle urne per il voto anticipato. Molti i problemi che la politica dovrà affrontare all'interno del Paese, ma la Spagna, come tutti gli altri Paesi, è confrontata con un problema comune che richiede l'impegno non solo della politica, ma dei cittadini tutti. Ed è questo che hanno deciso di fare i pescatori artigianali di Denia che di anno in anno hanno visto cambiare l'andamento delle maree e delle stagioni di pesca a causa del cambiamento climatico e dell'inquinamento globale.

Stanchi di vedere il mare sempre più contaminato da rifiuti plastici hanno dato vita a un programma di recupero e reciclaggio di plastiche e microplastiche che restano incastrate nelle loro reti. Grazie a loro ogni anno vengono recuperati decine di chili di residui plastici e metallici.

 

Questi pescatori sono l'esempio per tutta la regione valenciana, una regione profondamente legata al mar Mediterraneo, nella quale sono sempre più numerosi i volontari che dedicano il proprio tempo libero alla pulizia delle spiagge e del litorale marino.

Samuel Bregolin

Condividi