Sanchez: "La Spagna deve continuare a progredire nella tolleranza, rispetto, moderazione e buon senso" (keystone)

Elezioni anticipate in Spagna

Il Parlamento non approva il budget e il premier Pedro Sanchez chiama i cittadini al voto per il 28 aprile

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha indetto venerdì elezioni nazionali anticipate per il prossimo 28 aprile, dopo soli 8 mesi di Governo, in un paese dal panorama politico sempre più frammentato.

La sceltà è stata presa a seguito del rifiuto da parte del Parlamento di approvare il budget: "Tra l'inattività, e chiedere agli spagnoli di dire la loro, io scelgo la seconda opzione - ha detto Sanchez ai mass media dopo una riunione di gabinetto - La Spagna deve continuare a progredire, nella tolleranza, rispetto, moderazione e buon senso".

I sondaggi d'opinione rilevano che nessun singolo partito ha i numeri per governare da solo: si aprono quindi scenari di coalizione tra le differenti fazioni, tra le quali anche il partito di estrema destra Vox.

Spagna al voto il 28 aprile

Spagna al voto il 28 aprile

TG 12:30 di venerdì 15.02.2019

 
 

 

ATS/Bleff
Condividi