(©Riccardo Ferraris)

Senza tetto, ma un po' meno soli

"Lava Me" è un'associazione no profit che ha cominciato ad offrire docce gratuite a chi non ha una casa e... sta facendo scuola

  • Ascolta
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Immaginate di dover dormire tutte le notti per strada, in mezzo al traffico e alle intemperie, tra i vostri bisogni piu' stretti sicuramente c'è una doccia calda” racconta Doniece Sandoval, che nel 2013 ha fondato a San Francisco “Lava Mae”, un'associazione no profit che si occupa di offrire docce gratuite ai senza tetto della città. “Non si tratta solo di diritto all'igiene – dice Sandoval – Quello che cerchiamo di fare è di mettere queste persone nelle condizioni di poter trovare un lavoro o fare visita ad un dottore”.

Il sistema è semplice, ma efficace: si tratta di un piccolo autobus a rimorchio adattato per ospitare tre unità separate, ognuna delle quali ha installata una doccia, un water e un lavandino.

Dopo aver completato con successo il progetto pilota a San Francisco, Lava Mae si è spostata a Los Angeles, la città che da tempo è stata definita “la capitale dei senza tetto d'America”. “Qui è una vera emergenza – dice Paul Asplund, responsabile del progetto nella città degli angeli – Qui si sono stabiliti migliaia di senza tetto, molti dei quali con problemi psichici e medici”. E da qui, il progetto, ha cominciato ad interessare il mondo.

Riccardo Ferraris

Condividi