Test pilota per grandi eventi in piazza a Coira
Test pilota per grandi eventi in piazza a Coira (keystone)

Aperture? "Serviva più prudenza"

L'epidemiologo Andreas Cerny avrebbe auspicato allentamenti più lenti rispetto a quelli decisi dal Consiglio federale - NZZ: il nuovo obiettivo della Confederazione è l'80% di vaccinati - A Coira test pilota per grandi eventi
domenica 27 giugno 2021 09:15

Israele è stato tra i Paesi più veloci a vaccinare contro il Covid-19, ma il "successivo allentamento delle misure di protezione è arrivato troppo presto". Lo sostiene l'epidemiologo Andreas Cerny in un'intervista pubblicata oggi, domenica, dalla SonntagsZeitung. "Dovremmo imparare qualcosa da ciò", avverte. "Le distensioni adottate da Israele erano troppo precoci e troppo ampie per una copertura vaccinale del 60%", secondo Cerny. Per quanto riguarda la Svizzera, l'epidemiologo "avrebbe auspicato una riapertura più lenta di quella decisa dal Consiglio federale e che è entrata in vigore ieri, sabato.

La cronaca di sabato

Il Consiglio federale e i cantoni si sono posti l’obiettivo di avere l’80% della popolazione svizzera vaccinata contro il Covid-19, riferisce la NZZ am Sonntag, sulla base di diverse fonti ben informate. In relazione all’intera popolazione, questo significa che 6,9 milioni di persone saranno vaccinate. In precedenza, ci si aspettava che venissero vaccinate da 5,2 a 5,7 milioni di persone.

Oltre 1’000 persone hanno partecipato a una festa all’aperto di tre giorni a Coira nell’ambito di un’operazione pilota per i grandi eventi. La “Sommerfest” si è tenuta sulla Theaterplatz, nel centro del capoluogo retico, dal 24 al 26 giugno sulla base di un sistema di test obbligatori, nessuno dei quali è risultato positivo.

Stefano Wingeyer, Stefano Pongan

27.06.2021 ore 23:18
In Brasile 739 decessi

Nell’ultima giornata, il Brasile ha registrato 33’704 nuovi casi e 739 decessi legati al Covid-19. Il bilancio totale delle vittime nel Paese (che conta 211 milioni di abitanti), sale a 513,474 morti.

27.06.2021 ore 22:04
Variante Delta: il Sudafrica aumenta le restrizioni

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha annunciato domenica nuove restrizioni nel Paese, per far fronte al forte aumento delle contaminazioni da coronavirus, causato dalla variante altamente contagiosa del Delta. Il Sudafrica è il Paese più colpito del continente.

27.06.2021 ore 18:26
Rave no mask nel Lodigiano

La notte scorsa nel Lodigiano, c’è stato un rave party no mask con oltre 700 persone arrivate da gran parte del Nord Italia. Il tutto a pochi chilometri da Codogno, dove nel febbraio dello scorso anno fu trovato il primo italiano contagiato dal coronavirus, e in una località, Maleo, dove è presente un focolaio di variante Delta. Gli ultimi partecipanti se ne sono andati solo nel pomeriggio di oggi, domenica. I presunti organizzatori sono stati identificati e denunciati.

RG 18.30 del 27.06.2021 La corrispondenza di Alessandro Braga
27.06.2021 ore 17:42
Regno Unito,quasi 15'000 contagi

La Gran Bretagna ha registrato, nelle ultime 24 ore, 14.876 nuove infezioni legate al coronavirus; erano 18.270 il giorno prima, e 11 morti rispetto ai 23 di sabato, secondo i dati ufficiali. Il numero di casi quotidiani è aumentato in Gran Bretagna per un mese, ma la campagna di vaccinazione sembra avere un effetto sulla mortalità che è generalmente limitata a meno di 20 morti al giorno. Secondo i dati ufficiali, l’84,1% degli adulti ha ricevuto una prima dose del vaccino e il 61,6% ha ricevuto due dosi.

27.06.2021 ore 16:57
Italia, meno ricoveri

Sono 294 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, con un calo di 4 rispetto a ieri, sabato, nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 10 (ieri erano stati 9). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1’743, in calo di 28 unità rispetto a sabato.

27.06.2021 ore 16:56
Leggero calo dei casi in Italia

Sono 782 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri, sabato, erano stati 838. Sono invece 14 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 40.

27.06.2021 ore 16:22
L'uni di Oxford testa un vaccino per la variante "Beta"

L’Università di Oxford ha annunciato domenica di aver iniziato a iniettare ai volontari un vaccino sviluppato con AstraZeneca contro la variante Beta (“sudafricana”) del coronavirus. Questo nel quadro di studi clinici destinati a misurarne l’efficacia. L’Università inglese ha detto in una dichiarazione che circa 2’250 partecipanti sarebbero stati reclutati nel Regno Unito, Sud Africa, Brasile e Polonia per gli studi clinici umani di fase II e III. Il candidato vaccino utilizza la stessa tecnologia detta “vettore virale” (adenovirus) di quella attualmente impiegata contro il Covid-19 in tutto il mondo.

27.06.2021 ore 12:49
Test per i grandi eventi a Coira

Oltre 1’000 persone hanno partecipato a una festa all’aperto di tre giorni a Coira nell’ambito di un’operazione pilota per i grandi eventi. La “Sommerfest” si è tenuta sulla Theaterplatz, nel centro del capoluogo retico, dal 24 al 26 giugno sulla base di un sistema di test obbligatori.

Per partecipare all’evento era infatti necessario farsi testare all’entrata - pure chi era vaccinato, guarito dal Covid o disponeva di un test PCR valido - e 1’050 persone si sono prestate all’esperimento, ha indicato Ivo “Fifi” Frei, l’organizzatore della “Sommerfest”, all’agenzia Keystone-ATS, precisando che tutti i test sono risultati negativi.

All’ingresso sono stati allestiti tre tendoni dove i visitatori potevano effettuarsi da soli un test - sotto supervisione - e ricevere i risultati direttamente sul cellulare. Circa il 60% dei partecipanti ha scelto questa via, mente gli altri si sono recati presso farmacie selezionate che utilizzavano lo stesso sistema, ha spiegato l’organizzatore.

L’operazione pilota condotta da Covent - che oltre a essere fra gli organizzatori dell’evento è anche lo sviluppatore del sistema di test - potrebbe ora essere replicata anche durante altri eventi in Svizzera, poiché a loro avviso questo metodo - legato al numero indicato sulla carta d’identità o sul passaporto - attualmente è l’unico a prova di falsificazione.

RG 18.30 del 27.06.2021 La corrispondenza di Roberto Scolla
27.06.2021 ore 12:42
Matt Hancock getta la spugna

Il ministro della Salute britannico è stato costretto alle dimissioni per aver violato le restrizioni anti Covid-19 da lui stesso imposte. Sostituito con Sajid Javid, già ministro delle Finanze.

Matt Hancock getta la spugna

Il ministro della salute inglese aveva violato le norme anti Covid-19 da lui stesso promosse baciando in ufficio una collaboratrice

27.06.2021 ore 11:38
Record giornaliero di contagi in Indonesia

L’Indonesia ha registrato il suo più grande aumento giornaliero delle infezioni da coronavirus con 21’342 casi, portando il conteggio totale a 2’115’304, secondo i dati della task force Covid-19 del Paese. I dati delle ultime 24 ore fannopure stato di ulteriori 409 decessi (totale 57’138).

27.06.2021 ore 11:03
Situazione sempre critica in Brasile

Lo Stato sudamericano ha registrato, nelle ultime 24 ore ulteriori 64’134 casi di contagio dovuti al coronavirus. Il numero dei decessi è aumento di 1’593 unità. Da inizio pandemia in Brasile sono risultate contagiate oltre 18,3 milioni di persone e i decessi superano le 512’000 unità.

27.06.2021 ore 11:01
Francia, nuovi 2'128 contagi

La Francia, nelle ultime 24 ore, ha registrato 20128 nuovi casi di contagio dovuti al coronavirus. I decessi sono 12 mentre i pazienti in rianimazione sono 1’349 (-40). Da inizio pandemia, secondo i conteggi della Johns Hopkins Univerity la Francia ha registrato oltre 5,8 milioni di casi di contagio e 111’113 decessi.

27.06.2021 ore 10:57
Esplosione di casi a Maiorca

Sono ormai più di 700 gli studenti spagnoli, provenienti da otto comunità autonome del Paese, che hanno contratto il coronavirus durante i loro recenti soggiorni a Maiorca: lo riporta il quotidiano El Pais sottolineando che il numero dei giovani attualmente in quarantena è passato dai 2.000 di ieri, sabato, ai 3.000 di oggi, domenica. Il ministero della Salute ha confermato che sta monitorando il mega-focolaio ed ha individuato 268 studenti che si trovano ancora sull’isola e che avrebbero potuto avere contatti diretti o indiretti con i loro coetanei rientrati in patria e risultati positivi ai tamponi.

27.06.2021 ore 10:55
Un po' meno contagi in Russia

Le autorità sanitarie russe, nelle ultime 24 ore hanno registrato 20’538 nuovi casi di contagio (21’665 il giorno precedente). A questi si aggiungono, sempre nello stesso lasso temporale altri 599 decessi (619 il giorno prima). Da inizio pandemia in Russia sono stati registrati oltre 5,3 milioni di contagi e 130’479 decessi.

27.06.2021 ore 10:39
Record giornaliero di morti a Mosca

La città di Mosca ha annunciato domenica un numero record di morti a causa del coronavirus nelle ultime 24 ore, un segno di una situazione che continua a deteriorarsi in Russia, colpita duramente dalla variante Delta. Secondo i dati ufficiali riportati dalle agenzie di stampa russe, Mosca ha registrato 144 morti in 24 ore, il peggior bilancio dall’inizio della pandemia. Sabato, era la seconda città del Paese, San Pietroburgo, che aveva registrato un numero record di 107 decessi.

27.06.2021 ore 09:57
Michel Jordi: dagli orologi alle mascherine

Michel Jordi, un tempo famoso per i suoi orologi “etno”, ha sviluppato una maschera facciale ibrida in collaborazione con sette aziende, composta da uno schermo trasparente e un filtro sostituibile, riporta il SonntagsBlick. Chiamata “Maskit”, è una maschera comunitaria certificata il cui filtro può essere lavato fino a dieci volte e utilizzato più volte. Offre sicurezza, visibilità del viso, buona traspirabilità e acustica, dice Jordi. La maschera è attualmente in fase di test al Savoy Baur Hotel di Zurigo. La maschera completa dovrebbe costare circa 50 franchi. La protezione sicura contro il coronavirus sarà necessaria ancora per molto tempo, nonostante l’allentamento del requisito della maschera, dice Jordi.

27.06.2021 ore 09:48
Quattro contagi nei Grigioni

Sono 4 i contagi delle ultime 24 ore nei Grigioni, secondo i dati aggiornati domenica mattina dalle autorità sanitarie cantonali, per un totale di 13’614 da inizio pandemia. I casi attivi scendono tuttavia di 4 unità a 55: queste persone sono in isolamento, mentre altre 90 si trovano in quarantena.

I dati che più contano, tuttavia, sono quelli relativi alle ospedalizzazioni e ai decessi: nei nosocomi del cantone, come il giorno prima, ci sono 2 soli pazienti affetti da Covid-19, ma nessuno di loro necessita di cure in terapia intensiva, reparto che non ne accoglie più dal 6 giugno. Quanto al bilancio dei morti, è invariato a 192 ormai dal 10 di giugno.

27.06.2021 ore 09:46
Obiettivo: 80% di vaccinati in Svizzera

Il Consiglio federale e i cantoni si sono posti l’obiettivo di avere l’80% della popolazione svizzera vaccinata contro il Covid-19, riferisce la NZZ am Sonntag, sulla base di diverse fonti ben informate. In relazione all’intera popolazione, questo significa che 6,9 milioni di persone saranno vaccinate. In precedenza, ci si aspettava che venissero vaccinate da 5,2 a 5,7 milioni di persone.

L’obiettivo è stato rivisto al rialzo a causa della variante Delta. “Ci aspettiamo che la variante Delta sia dominante in Svizzera entro quattro o sei settimane”, ha detto Urs Karrer, vice presidente della task force scientifica federale, come riportato dal domenicale. Può essere particolarmente pericolosa per le persone non vaccinate. Il maggior numero possibile di persone dovrebbe riceve il medicamento per evitare un’ondata grave in autunno. L’Ufficio federale della sanità pubblica si rivolge ora a vari gruppi, tra cui le giovani donne. I cantoni stanno anche prendendo misure per garantire che il maggior numero possibile di persone venga immunizzato.

27.06.2021 ore 09:28
A Sydney 30 nuovi contagi

Lo Stato australiano del Nuovo Galles del Sud ha registrato 30 nuovi casi di coronavirus nel secondo giorno del nuovo lockdown di due settimane della capitale Sydney. Il bilancio delle infezioni provocate della variante Delta del virus sale così a 110, ma la premier dello Stato, Gladys Berejiklian, è convinta che i casi aumenteranno ulteriormente nei prossimi giorni.

“Dato l’elevato tasso di contagio di questo ceppo del virus ci aspettiamo che nei prossimi giorni il numero dei casi probabilmente aumenterà anche oltre il livello che abbiamo visto oggi perché stiamo vedendo che le persone in isolamento sfortunatamente avevano già contagiato tutte le persone con le quali erano entrate in contatto nelle loro abitazioni”, ha detto la premier.

Dopo aver decretato venerdì scorso le restrizioni per quattro distretti del centro della città, le autorità di Sydney avevano deciso di estendere per due settimane il provvedimento a tutta la metropoli più grande d’Australia (con oltre cinque milioni di abitanti).

27.06.2021 ore 09:26
Più pubblico per l'ottavo dei rossocrociati

Le autorità rumene hanno autorizzato una capacità del 50% per lo stadio di Bucarest, dove lunedì la Svizzera affronta la Francia nel quadro di Euro 2020

Aumentata la capienza per Francia-Svizzera

Le autorità rumene hanno incrementato la capacità dell'Arena Nationala sino al 50%

27.06.2021 ore 09:25
La Croazia senza Perisic negli ottavi di Euro 2020

Contagiato, il 32enne è stato posto in isolamento

Perisic positivo, salta la Spagna

Euro 2020, la Croazia perde un pezzo importante per gli ottavi di finale

27.06.2021 ore 09:23
L'epidemiologo Andreas Cerny avrebbe preferito riaperture più lente

Israele è stato tra i Paesi più veloci a vaccinare contro il Covid-19, ma il successivo allentamento delle misure di protezione è arrivato troppo presto. Lo sostiene l’epidemiologo Andreas Cerny in un’intervista pubblicata oggi, domenica, dalla SonntagsZeitung. “Dovremmo imparare qualcosa da ciò”, avverte. “Le distensioni adottate da Israele erano troppo precoci e troppo ampie per una copertura vaccinale del 60%”, secondo Cerny.

Per quanto riguarda la Svizzera, l’epidemiologo avrebbe auspicato una riapertura più lenta di quella decisa dal Consiglio federale e che è entrata in vigore ieri. Gli allentamenti, l’estate con le vacanze e altri eventi, come pure la diffusione della variante Delta sono “un mix esplosivo”, afferma con preoccupazione Cerny. Un aumento dei casi e una quarta ondata sono cosa praticamente sicura.

Le discussioni che hanno avuto luogo nell’estate e nell’autunno del 2020 sul rafforzamento delle misure sanitarie e sulle nuove chiusure ritorneranno. Se il numero di casi aumenterà di nuovo, si dovranno adottare provvedimenti mirati, assicura l’epidemiologo. Se il numero di casi dovesse crescere senza controllo in autunno, anche con un tasso di vaccinazione del 70%, gli ospedali e le unità di terapia intensiva potrebbero essere nuovamente sovraccarichi, teme Cerny. Un modo per limitare il rischio è quello di avere eventi a cui si può accedere solo con un certificato Covid, precisa il professore.