L'Île-de-France è considerata ad altro rischio contagi
L'Île-de-France è considerata ad altro rischio contagi keystone
Momenti chiave
11.09.2020 ore 23:20
11.09.2020 ore 23:18
11.09.2020 ore 23:08
11.09.2020 ore 23:06
11.09.2020 ore 22:59
11.09.2020 ore 19:40
11.09.2020 ore 18:41
11.09.2020 ore 18:04
11.09.2020 ore 17:49
11.09.2020 ore 17:41
11.09.2020 ore 16:58
11.09.2020 ore 16:36
11.09.2020 ore 16:24
11.09.2020 ore 14:41
11.09.2020 ore 11:50
11.09.2020 ore 09:38
11.09.2020 ore 09:35
11.09.2020 ore 09:32
11.09.2020 ore 08:24
11.09.2020 ore 08:21
11.09.2020 ore 07:14
11.09.2020 ore 07:08
11.09.2020 ore 07:07
11.09.2020 ore 07:07
11.09.2020 ore 07:07

Approccio regionale per la quarantena

Finiscono nella lista rossa svizzera nove regioni francesi e quella di Vienna - Nella Confederazione superati 500 nuove infezioni in 24 ore
venerdì 11 settembre 2020 07:06

Sono 528 i casi di infezione da nuovo coronavirus registrati dall'Ufficio federale di sanità pubblica tra giovedì e venerdì (a fronte di 16'287 test il cui esito è stato notificato), un numero che non si raggiungeva da mesi. In Svizzera, son stati notificati in 24 ore anche altri tre decessi legati al Covid-19 e 13 ospedalizzazioni.

A livello cantonale, sono sei i nuovi contagi in Ticino e tre nei Grigioni. In territorio retico, inoltre, gli ultimi dati diffusi stamani fanno stato anche di 30 casi attivi e di una ospedalizzazione legata alla malattia.

La cronaca di giovedì

Intanto, il Consiglio federale ha modificato l’ordinanza riguardante le zone rosse: ora non figureranno solo interi paesi ma anche singole regioni. A partire da lunedì chi rientrerà da 9 regioni francesi (sono state escluse quelle di confine) e da quella di Vienna dovrà sottostare all’obbligo di quarantena della durata di 10 giorni.

I dati sempre aggiornati

di Giorgia Mantegazza, Alex Ricordi, Ludovico Camposampiero, Chiara Brugnoli

11.09.2020 ore 23:34
Sardegna, da lunedì sull'isola solo con test negativo

Ordinanza del presidente della regione italiana, Solinas, per chi arriva sull’isola. Dovrà essere esibito un certificato di tampone o sierologico.

11.09.2020 ore 23:24
Italia: risale età contagiati, 28% oltre 50 anni

Dopo un forte abbassamento dell’età media di chi contrae il Covid-19, nelle ultime due settimane, in Italia, l’età media dei casi diagnosticati sta di nuovo aumentando ed è di circa 35 anni. In particolare, le persone con una età maggiore di 50 anni sono, nel periodo 24 agosto 6 settembre, circa il 28% dei casi; queste erano poco più del 20% nelle due settimane precedenti.

11.09.2020 ore 23:23
Francia, 42 dipartimenti in allerta rossa

Il premier francese, Jean Castex, presentando a Parigi le nuove disposizioni contro il coronavirus, ha detto che sono 42 i dipartimenti in allerta rossa, vale a dire dove il virus circola attivamente.

11.09.2020 ore 23:22
Turchia, 1'671 casi e 56 vittime in 24 ore

Sono 1’671 i casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Turchia. A sei mesi esatti dal primo malato confermato ufficialmente dalle autorità di Ankara, i contagi accertati salgono a 288’126. Le nuove vittime sono 56, per un totale di 6’951 decessi complessivi.

11.09.2020 ore 23:20
Algeria, 264 casi in 24 ore

Ancora in leggero calo il numero di contagi giornalieri per l’Algeria che registra altri 264 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore (ieri erano 272), che portano il bilancio totale a 48’108 contagiati nel Paese nordafricano dall’inizio del diffondersi dell’epidemia. I decessi sono saliti a 1’599, con la provincia di Algeri a registrare il maggior numero di casi giornalieri. 32 i pazienti in rianimazione. 161 i nuovi guariti per un totale di 33’723 complessivi.

11.09.2020 ore 23:20
OMS: "La Francia sbaglia a ridurre la quarantena"

Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha criticato la scelta della Francia di diminuire la quarantena da 14 a 7 giorni per le persone che sono state in contatto con positivi al Covid-19: “Non mi pare che sia opportuno che uno stato membro come la Francia, con la seconda linea di aumento della casistica dopo la Spagna, prenda un’iniziativa unilaterale non concertata a livello europeo che ovviamente dovrà avere delle implicazioni per quanto riguarda i controlli di confine”.

11.09.2020 ore 23:18
Tunisia, 377 contagi in 24 ore

Prosegue la marcata crescita di casi giornalieri per la Tunisia che registra nelle ultime 24 ore altri 377 nuovi contagi da coronavirus che portano a 6.259 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano dall’inizio del diffondersi dell’epidemia. I decessi salgono a 103, i guariti a 1’956, con 4’200 persone attualmente positive sull’intero territorio, di cui 88 in ospedale e 26 pazienti in rianimazione. Dal 26 agosto scorso per entrare in Tunisia è necessario esibire un test covid-19 free, effettuato nelle 72 ore precedenti al primo imbarco e che non superi comunque le 120 ore dal test al momento dell’ingresso in Tunisia, a prescindere dal paese di provenienza.

11.09.2020 ore 23:08
Croazia, 190 nuovi casi e 3 morti

In Croazia si sono registrati 190 nuovi casi e tre decessi a causa del coronavirus nelle ultime 24 ore. Sempre nei Balcani, stesso numero di contagi, 163, in Bulgaria e Montenegro, rispettivamente con quattro e un decesso. La Macedonia del nord da ieri ha registrato 142 contagi e cinque morti, la Serbia 92 nuovi casi e un decesso, il Kosovo 50 casi e cinque vittime.

11.09.2020 ore 23:07
"La quarantena ridotta è un rischio"

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) di Solna (Svezia) afferma che la riduzione del periodo di quarantena da 14 a 10 giorni “comporterebbe una perdita di rilevamento dei casi sintomatici tra i contatti stretti dei casi confermati di circa il 6%”. Tale percentuale, aggiunge l’Ecdc, è “abbastanza ampia da avere rilevanza per la salute pubblica in uno scenario in cui il livello di esposizione è alto (come la quarantena dei contatti stretti)“.

11.09.2020 ore 23:07
Bosnia-Erzegovina, resta alta curva dei contagi

Resta alta la curva dei contagi in Bosnia-Erzegovina, con 290 casi e sei morti nelle 24 ore.

11.09.2020 ore 23:06
Balcani, balzo contagi in Slovenia

Nell’area balcanica spicca oggi il forte balzo di contagi registratosi in Slovenia, dove nelle 24 ore si sono registrati 108 nuovi casi di coronavirus, record assoluto giornaliero dall’inizio della pandemia, e prima volta che si è superata quota 100 contagi in un giorno.

11.09.2020 ore 22:59
Israele, secondo lockdown totale

Il governo israeliano ha deciso di sigillare nuovamente il Paese dopo che i contagi tornano a sfiorare i 4’000 al giorno su una popolazione di circa 8 milioni di persone. Gli israeliani non potranno allontanarsi dalle proprie abitazioni per oltre 500 metri. Il sistema educativo sarà chiuso e così lo saranno anche tutti gli esercizi privati non indispensabili. Le preghiere potranno essere tenute solo all’aperto o in spazi ritenuti idonei dalle autorità sanitarie. Il lockdown durerà 2 settimane e solo una volta concluse, se il blocco porterà i risultati sperati, questo verrà gradualmente allentato.

11.09.2020 ore 22:30
L'immunità potrebbe durare solo un mese

L’immunità al Covid-19 potrebbe durare soltanto un mese nei soggetti guariti. La scoperta è stata divulgata dai ricercatori della Scuola di medicina dell’università cinese di Nanchino. Lo studio è basato sul monitoraggio della produzione degli anticorpi in 26 pazienti (19 non gravi e 7 in condizioni gravi) per la durata di 7 settimane dall’inizio della malattia. Dai dati è emerso che un paziente su cinque non aveva anticorpi capaci di combattere il virus una volta dimesso dall’ospedale. Un’alta percentuale dei pazienti guariti invece (l’80,7%) presentava anticorpi, tuttavia è stato possibile osservare come i livelli del sistema immunitario scendessero nel periodo compreso tra i 21 e i 28 giorni dopo la dimissione dell’ospedale. Questi livelli suggerivano una vulnerabilità dei soggetti al coronavirus simile a quella prima del contagio iniziale.

11.09.2020 ore 19:40
Francia, 9'406 casi positivi

Nelle ultime 24 ore la Francia ha confermato 9’406 nuove infezioni (ieri erano state 9’843), i decessi sono invece stati 80 (contro i 19 della giornata di giovedì). I nuovi dati portano i bilanci ufficiali a 363’350 infezioni e 30’893 decessi.

11.09.2020 ore 18:41
Aeroporto Zurigo: 26 licenziamenti

L’aeroporto di Zurigo paga le conseguenze dell’epidemia di coronavirus: in settimana sono stati decretati 26 scioglimenti di contratto. I licenziamenti sono stati inevitabili nonostante il lavoro ridotto e fanno parte del taglio di 120 posti già annunciato dallo scalo zurighese, ha precisato la portavoce.

11.09.2020 ore 18:14
Italia, più di 1'600 nuovi contagi

Le autorità italiane hanno riportato 1’616 nuove infezioni da coronavirus nelle ultime 24 ore, cifra che porta il totale a 284’796. I decessi sono invece saliti a 35’597, 10 più di ieri.

11.09.2020 ore 18:04
Francia, quarantena accorciata

In Francia la quarantena per le persone che sono state in contatto con positivi al Covid-19 scende da 14 a 7 giorni. Lo ha annunciato venerdì il primo ministro francese, Jean Castex. È stato inoltre sottolineato che saranno effettuati “controlli” per garantire il rispetto di questo periodo.

11.09.2020 ore 17:49
Spagna, record di infezioni

La Spagna ha registrato un record di casi positivi nelle ultime 24 ore: 12’183, cifra che porta il totale delle persone infette dall’inizio della pandemia a 566’326. I decessi sono invece stati 48 (29’747).

11.09.2020 ore 17:41
Regno Unito, 3'539 contagi

Sono 3’539 i nuovi casi di coronavirus registrati nel Regno Unito nelle ultime 24 ore, 6 invece i decessi. I nuovi dati portano le cifre complessive a 361’677 infezioni e 41’608 morti.

11.09.2020 ore 17:31
Mangiare al ristorante è rischioso

Tra le attività nei luoghi pubblici, mangiare al ristorante sembra essere quella più a rischio contagio. Lo afferma uno studio statunitense che ha riscontrato una probabilità doppia di essere trovati positivi al tampone nelle persone che avevano mangiato fuori nei 15 giorni precedenti l’analisi: “L’esposizione al virus al ristorante è stata legata alla circolazione dell’aria la direzione e l’intensità dei flussi potrebbero influire sulla trasmissione del virus anche se le misure di distanziamento sono applicate correttamente. Le mascherine non possono essere indossate mentre si mangia o si beve, mentre altre attività, come lo shopping, non le precludono”. Non sono emerse differenze significative nel rischio di contagio per quanto riguarda invece lo shopping, le riunioni in casa con meno di 10 persone, la frequentazione di uffici, palestre, parrucchieri, trasporti pubblici o cerimonie religiose.

11.09.2020 ore 16:58
Il vaccino russo non convince

Sono circa trenta i ricercatori che hanno espresso dubbi sui dati dei test sul vaccino russo resi noti finora: “Ci sono diversi gruppi di valori che appaiono ripetutamente nell’esperimento. Dal punto di vista della probabilità osservare così tanti valori uguali in esperimenti diversi è altamente improbabile”. Inoltre, “gli autori non specificano a sufficienza le caratteristiche dei pazienti convalescenti utilizzati come gruppo di controllo”.

11.09.2020 ore 16:48
Londra, aumentano i casi fra i giovani

Secondo i dati settimanali elaborati dall’ufficio nazionale di statistica, nel Regno Unito si sta assistendo ad un aumento di infezioni da Covid-19 fra i giovani. L’istituto quantifica infatti un numero di casi pari a circa 3’200 al giorno nell’ultima settimana censita, contro i 2’000 di media dei 7 giorni precedenti. Un incremento concentrato in gran parte nella fascia d’età compresa fra 17 e 34 anni, meno soggetta a forme gravi di coronavirus, ma comunque potenzialmente infettiva per gli altri.

11.09.2020 ore 16:36
IPG prolungata

Il Consiglio federale ha prorogato l’ordinanza Covid-19 in materia di indennità di perdita di guadagno. Alcune categorie di persone potranno richiederla anche dopo il 16 settembre e fino al 31 dicembre 2021. Si tratta in particolare di genitori che devono occuparsi dei figli perché le scuole hanno chiuso su ordine delle autorità o lavoratori indipendenti che avranno dovuto interrompere o ridurre in misura significativa la loro attività.

11.09.2020 ore 16:24
Giura, eventi St. Martin annullati

A causa del coronavirus, l’edizione 2020 della tradizionale festa giurassiana di St Martin, prevista dal 13 al 16 novembre, è stata annullata. Non si terranno dunque né il mercato artigianale a Porrentruy, né la festa a Chevenez e neppure i mercatini nell’Ajoie.

11.09.2020 ore 16:02
Berna, chiuso asilo nido e classe in quarantena

L’ufficio del medico cantonale bernese ha ordinato la quarantena di due gruppi di un asilo nido a Himmelchen e di una classe a Nidau. Per i casi nell’asilo nido, un collaboratore positivo e uno sospetto positivo, andranno in quarantena 46 persone: 36 bambini e 10 membri del personale. La quarantena durerà fino al 20 settembre e, vista la mancanza di personale, l’asilo nido ha dovuto momentaneamente chiudere. Per i 20 allievi nella scuola a Nidau, la quarantena durerà invece fino al 19 settembre ed è dovuta a tre casi separati di Covid-19 emersi nella classe negli ultimi dieci giorni.

11.09.2020 ore 15:38
Aerosuisse richiede test per i passeggeri

Aerosuisse chiede che vengano creati negli scali svizzeri dei centri per sottoporre al test del coronavirus i passeggeri in arrivo e in partenza. Secondo l’organizzazione, in caso di negatività al tampone il periodo da passare obbligatoriamente in quarantena andrebbe abbreviato o revocato.

11.09.2020 ore 15:20
+++ “Vogliamo aumentare il numero dei test” +++

“Stiamo lavorando per aumentare massicciamente il numero di test giornalieri”, ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset, nel corso di una conferenza stampa a Berna. “Ora possiamo arrivare fino a 20’000 al giorno, ma ne servono di più. E ci servono i test rapidi”, ha aggiunto.

11.09.2020 ore 14:48
Quarantena per chi rientra da 9 regioni francesi

Per quanto riguarda la Francia (dove i nuovi casi sono in crescita), monitoriamo la situazione, ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset: “Abbiamo messo sulla lista della quarantena obbligatoria nove regioni francesi, ma non quelle di frontiera”. Anche per chi rientra dalla regione di Vienna (Austria) vige ora l’obbligo di quarantena della durata di dieci giorni.

11.09.2020 ore 14:44
Durata quarantena, adeguata la base di calcolo

Il Governo ha adeguato la base di calcolo per la durata della quarantena nell’ordinanza sui provvedimenti nel settore del traffico internazionale viaggiatori. I cantoni possono ora computare il soggiorno in uno Stato senza rischio elevato di contagio prima del rientro, e ridurre di conseguenza la durata della quarantena in Svizzera.

11.09.2020 ore 14:42
+++ “Percentuale di positivi rispetto ai test diminuisce” +++

“Abbiamo superato i 500 nuovi casi, i casi sono in crescita e alcune case per anziani iniziano o sono fortemente toccate. La percentuale delle persone positive rispetto ai test effettuati però diminuisce, anche le ospedalizzazioni e i decessi non aumentano. La maggior parte dei nuovi positivi ha meno di 40 anni (sono meno a rischio, ndr.) e il tracciamento da parte dei cantoni funziona”, ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset durante una conferenza stampa a Berna.

11.09.2020 ore 14:41
Test, Berna riduce le tariffe

Il Consiglio federale, sempre oggi, venerdì, ha poi deciso di ridurre da 95 a 82 franchi la tariffa per le analisi legate al test PCR per il coronavirus, e da 39 a 25 franchi la tariffa per le analisi sierologiche legate agli anticorpi.

11.09.2020 ore 14:39
Deroghe dall'obbligo di quarantena in Svizzera

Il Governo ha inoltre disposto l’esenzione dall’obbligo di quarantena per gli artisti e gli sportivi al rientro rispettivamente da una manifestazione o competizione all’estero, nonchè per i partecipanti a congressi internazionali, a condizione che sia stato elaborato e messo in atto uno specifico piano di protezione. Neppure chi per motivi professionali o medici imprescindibili e inderogabili si è recato in una regione a rischio deve mettersi in quarantena, a condizione che il soggiorno non duri più di 5 giorni e che sia stato elaborato e attuato un piano di protezione.

11.09.2020 ore 14:32
+++ Niente quarantena per rientri da regioni di confine +++

Il Consiglio federale ha disposto oggi, venerdì, le regole di quarantena per chi rientra in Svizzera da Stati confinanti. Per questi paesi, solo le regioni con un tasso di contagio al di sopra dei valori-limite saranno incluse nella lista degli Stati e dei territori con un elevato rischio di contagio. Le regioni di confine possono invece essere escluse dall’elenco. In tal modo il Governo tiene conto sia dell’incremento in parte consistente delle infezioni, sia delle strette interazioni tra le regioni di confine. L’ordinanza modificata in questo senso entra in vigore lunedì prossimo.

Attraverso la regionalizzazione, le persone che rientrano da una regione a rischio sono obbligate a mettersi in quarantena, ma non se sono state in una zona di confine. Nell’applicazione, il Consiglio federale continua a fare affidamento sulla responsabilità individuale della popolazione, che è invitata ad astenersi per quanto possibile dal recarsi in regioni a rischio o ad andare in quarantena al rientro. Già ora i frontalieri sono dispensati dall’obbligo di quarantena.

11.09.2020 ore 14:27
Finlandia, meno restrizioni in favore del turismo

La Finlandia ora consentirà ai turisti europei di visitare il paese per soggiorni fino a tre giorni, nella speranza di aumentare il turismo in Lapponia, lo ha detto venerdì il Governo. I turisti provenienti da Germania, Svezia e altri paesi in cui il numero di nuovi casi registrati nelle ultime due settimane non supera i 25 al giorno, potranno soggiornare per un massimo di tre giorni. Anche quelli provenienti da altri paesi europei, come Francia o Regno Unito, i cui dati sono ancora preoccupanti, potranno sfuggire a una quarantena se arrivano in gruppo, e rimanere anch’essi un massimo di 72 ore.

11.09.2020 ore 13:52
Turchia, isolamento coatto per violazioni della quarantena

Giro di vite in Turchia contro eventuali violazioni della quarantena da parte di persone risultate positive al coronavirus. Le autorità di Ankara hanno infatti disposto il trasferimento coatto in dormitori universitari per coloro che non necessitino di ricovero e venissero scoperti a non rispettare l’isolamento domiciliare. È quanto stabilisce un decreto emanato oggi.

11.09.2020 ore 12:42
+++ Svizzera, oltre 500 nuovi casi +++

In Svizzera nelle ultime 24 ore sono stati registrati 528 nuovi casi legati al coronavirus, per un totale da inizio pandemia di 46’239. I nuovi decessi sono 3 e 13 persone in più sono state ospedalizzate. Rispetto a ieri sono stati fatti 16’287 nuovi test.

11.09.2020 ore 11:50
Austria, restrizioni più severe

In Austria si indosserà la mascherina e si dovrà rispettare il distanziamento sociale in occasione di eventi pubblici e nei ristoranti a partire da lunedì in risposta all’aumento della diffusione della pandemia di coronavirus nel Paese. Indossare le mascherine sarà obbligatorio nei negozi, nei trasporti pubblici e nelle scuole fuori dalle aule da. Gli eventi privati saranno limitati a 50 persone al chiuso e 100 all’aperto, mentre eventi seduti organizzati professionalmente potrebbe raggiungere i 1’500 all’interno e 3’000 all’aperto. Il numero giornaliero di infezioni è in aumento in 24 ore di 644, il numero più alto da marzo.

11.09.2020 ore 11:32
Agenzie di viaggio, stop esecuzioni fino al 2021

Il Consiglio federale ha adottato venerdì le basi legali che prolungano fino al 31 dicembre lo stop alle procedure esecutive nei confronti delle agenzie di viaggio, inizialmente era prevista fino alla fine di settembre. La proroga, si legge in una nota dell’Esecutivo, riguarda i crediti dei clienti verso le agenzie a causa di viaggi mai avvenuti in seguito alla pandemia.

11.09.2020 ore 10:24
Fallimenti aziendali in calo in Svizzera

I fallimenti aziendali in Svizzera sono in calo grazie alle misure anti-Covid. Nei mesi tra gennaio e agosto hanno depositato i bilanci 4’070 aziende, ossia il 14% in meno dello stesso periodo dell’anno precedente. Tale contrazione è legata ai crediti d’urgenza stanziati durante la crisi sanitaria, al lavoro ridotto e alla sospensione delle procedure di esecuzione, spiega la società di informazioni economiche Creditreform in un comunicato di venerdì. Per il solo mese di agosto la flessione è del 24%.

11.09.2020 ore 09:38
In Ticino sei nuove infezioni

Nelle ultime 24 ore in Ticino sono stati registrati altri sei casi positivi al coronavirus e nessun decesso. Il numero totale dei casi dall’inizio della pandemia è salito a 3’577. Le persone dimesse dagli ospedali si attestano a 929. Nessuna persona si trova ricoverata.

11.09.2020 ore 09:35
Israele, più di 4'000 nuovi casi

I casi positivi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Israele sono stati 4’038, l’ 8,8% dei test effettuati. Lo ha reso noto il ministero della sanità locale. Dall’inizio della pandemia 146’542 persone sono state contagiate. Gli casi attivi sono 33’920, dei quali 982 sono ricoverati in ospedali. I casi gravi sono oggi 489.

11.09.2020 ore 09:32
Russia, più di 100 morti

La Russia ha segnalato 5’504 nuovi casi di coronavirus venerdì, portando il conteggio nazionale a 1’051’874,il quarto più grande del mondo. 102 persone sono morte nelle ultime 24 ore, spingendo il bilancio ufficiale delle vittime a 18’365.

11.09.2020 ore 08:51
Italia, ipotesi di ridurre la quarantena

In Italia c’è l’ipotesi di ridurre la quarantena. La misura che è stata proposta in Francia per 7 giorni ma che ancora non è stata adottata, sarà valutata per l’Italia con un passaggio inferiore, da 14 a 10 giorni. Secondo il presidente del consiglio Giuseppe Conte, ridurre i tempi dell’isolamento potrebbe “diminuire i costi sociali ed economici”.

11.09.2020 ore 08:24
Messico, quasi 5'000 nuovi contagi

Il Messico ha registrato ieri 4’857 casi di coronavirus e ulteriori 554 decessi: lo ha reso noto il ministero della Sanità del Paese. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 652’364 e quello dei morti a 69’649. Secondo la Johns Hopkins University il Paese è il quarto al mondo per numero di morti dall’inizio della pandemia.

11.09.2020 ore 08:21
Ucraina, record di nuovi casi

In Ucraina si è raggiunto venerdì un nuovo record di casi giornalieri (+3’144), per un totale da inizio pandemia di 148’756.

11.09.2020 ore 08:17
La Svizzera esegue pochi test Covid

Svizzera, troppi pochi test Covid

Nella Confederazione sono testate meno persone contro il nuovo coronavirus rispetto ai paesi europei vicini; Berna: "La responsabilità è dei singoli cantoni"

11.09.2020 ore 07:31
Case anziani in Ticino, forse allentamento delle misure

In Ticino si sta pensando ad un alleggerimento delle disposizioni per i visitatori nelle case anziani. Si attende infatti nelle prossime settimane un aggiornamento della direttiva che ormai da fine maggio prevede orari di visita limitati.

Un speciale gruppo di lavoro formato da direttori sanitari, rappresentanti delle case anziani e dal medico cantonale sta lavorando in questo senso: “Abbiamo discusso per eventuali ulteriori facilitazioni tra i contatti fra parenti e residenti delle case per anziani - spiega durante l’incontro di mercoledì William Pertoldi, geriatra e direttore sanitario in diversi istituti del cantone - tutti devono essere consapevoli del fatto che se noi allentiamo aumenterà il rischio di far entrare il virus in qualche istituto”.

RG delle 07.00 dell'11.09.2020, il servizio di Agata Galfetti
11.09.2020 ore 07:14
Repubblica Ceca, record di contagi

In Repubblica Ceca sono stati registrati 1’382 nuovi casi di coronavirus giovedì, il conteggio giornaliero più alto ad oggi, ha detto venerdì il ministero della Salute.

11.09.2020 ore 07:09
Oltre 28 milioni di contagi nel mondo

I contagi da coronavirus ufficialmente accertati nel mondo hanno superato quota 28 milioni, secondo i dati dell’università statunitense Johns Hopkins. I decessi totali sono oltre 908’000. Il paese più colpito in termini assoluti restano gli Stati Uniti, con quasi 6,4 milioni di casi e almeno 191.750 morti. Seguono India e Brasile.

11.09.2020 ore 07:09
Engelberg, in quarantena il club Gletscherspalte

ll medico cantonale di Obvaldo ha ordinato la quarantena per tutti i dipendenti e visitatori del bar e club musicale Gletscherspalte a Engelberg. Un uomo presente nella notte tra il 5 e il 6 settembre, è infatti risultato positivo al coronavirus. Tuttavia l’elenco dei circa 300 ospiti, provenienti da svariati cantoni e anche dall’estero, si è rivelato incompleto. Chi avesse partecipato alla serata deve contattare le autorità del proprio cantone.

11.09.2020 ore 07:08
Tre nuovi casi nei Grigioni

Nelle ultime 24 ore le autorità sanitarie grigionesi hanno registrato tre nuovi contagi da coronavirus, due in meno rispetto al giorno precedente, che portano il totale a 1’036. I casi attivi si attestano a 30. Una persona resta ricoverata in ospedale. Il numero dei decessi non subisce variazioni dall’8 giugno quando era stato resa nota la 50esima morte legata al virus.

11.09.2020 ore 07:07
Israele presto in lockdown

L’inizio del lockdown sarà stabilito dal governo. Secondo i media è prevedibile che avverrà dopo mercoledì, ossia al ritorno del premier Benyamin Netanyahu da Washington, dove il 15 settembre saranno firmati gli accordi di pace fra Israele ed Emirati arabi uniti. Una volta che il lockdown sarà entrato in vigore, gli israeliani non potranno allontanarsi dalle proprie abitazioni per oltre 500 metri. Le scuole saranno chiuse e così anche tutti gli esercizi privati non indispensabili. Preghiere potranno essere tenute solo all’aperto o in spazi ritenuti idonei dalle autorità sanitarie.

11.09.2020 ore 07:07
Germania, più di 1'500 nuovi casi

Secondo i dati dell’Istituto tedesco Robert Koch in Germania sono saliti di 1’484 i nuovi casi di coronavirus, per un totale di 256’850 da inizio pandemia. Il numero dei morti è salito di uno nelle ultime 24 ore, per un totale di 9’342.

11.09.2020 ore 07:07
India, infezioni in crescita

L’India ha riportato un altro record di nuovi casi, con un numero che venerdì ha toccato i 96’551 infetti, per un totale di 4,5 milioni, secondo i dati dal ministero federale della sanità locale. I contagi stanno crescendo più velocemente in India che in nessun’altra parte del mondo, ma il paese più colpito restano gli USA.