Si avverte una gran voglia di natura e libertà
Si avverte una gran voglia di natura e libertà Keystone
Momenti chiave
21.05.2020 ore 21:47
21.05.2020 ore 20:49
21.05.2020 ore 20:45
21.05.2020 ore 19:18
21.05.2020 ore 19:16
21.05.2020 ore 18:14
21.05.2020 ore 17:50
21.05.2020 ore 16:59
21.05.2020 ore 11:59
21.05.2020 ore 09:57

Aumento dei contagi in Ticino

Quattordici positivi in 24 ore, non succedeva da tre settimane - A livello nazionale registrati altri 8 decessi e 16 nuovi infettati
giovedì 21 maggio 2020 07:43

Gli sviluppi della pandemia in Svizzera continuano a procedere nell'ottica di una stabilizzazione. Nelle ultime 24 ore in Ticino si sono però registrati 14 nuovi contagi. Un numero che non si vedeva da tre settimane, ma che non preoccupa il medico cantonale Giorgio Merlani che lo spiega con l'aumento dei tamponi, eseguiti anche su persone asintomatiche. Da tre giorni non si registrano per contro nuovi decessi. La situazione positiva registrata a livello nazionale (con 36 contagi in più annunciati all'Ufficio federale della sanità pubblica) e gli allentamenti hanno portato numerosi turisti a varcare le Alpi per trascorrere il lungo ponte dell'Ascensione in Ticino. Le mete più gettonate sembrano però essere altre: l’Oberland bernese, la Svizzera centrale e il Lago Lemano.

(@RSINews - Dati: SMCC)

 

"Da tre settimane, ovvero quando sono scattate le prime riaperture, le cifre sono incoraggianti", ha detto Alain Berset in conferenza stampa a Berna. Ma, ha aggiunto, non bisogna "inciampare appena prima della linea del traguardo", e ha invitato a continuare a rispettare le regole. Il Governo ha deciso ulteriori allentamenti dal 28 maggio per permettere le funzioni religiose.

La cronaca della giornata di ieri

Il consigliere federale Guy Parmelin ha annunciato ulteriori aiuti per far fronte alle conseguenze economiche della pandemia: un finanziamento aggiuntivo di 14,2 miliardi per l'assicurazione disoccupazione e 65 milioni per asili nido e custodia di bambini.

Relativamente all'apertura delle frontiere italiane per il 3 giugno, "abbiamo richiesto di essere coinvolti nel dialogo con l’Italia", ha detto il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi nel corso della conferenza stampa tenutasi mercoledì pomeriggio a Bellinzona". Si è ribadito che la data è stata decisa unilateralmente, anche a livello europeo". Inoltre, il Governo ticinese ha deciso di prolungare lo stato di necessità fino alla fine di giugno. "Il coronavirus è ancora tra noi, dovremo conviverci fino a oltre l’estate", ha detto Gobbi.

I dati sempre aggiornati

di Gianluca Blefari, Enrico Campioni, Diego Moles e Sandro Pauli

21.05.2020 ore 23:17
California, 1200 pastori sfidano le restrizioni

Oltre 1200 pastori hanno annunciato che sfideranno le restrizioni del governatore della California Gavin Newsom riaprendo le chiese e riprendendo i servizi religiosi di persona a partire dal 31 maggio, nel rispetto delle linee guida sul distanziamento sociale. In base al piano di Newsom, gli edifici di culto potranno riaprire nella fase tre ma ora la California e’ all’inizio della fase 2.

21.05.2020 ore 22:53
“Viviamo in una nuova normalità”

“Viviamo in una nuova normalità e globalmente la quotidianità sembra funzionare. notiamo però che le misure di distanziamento sociale e di igiene, misure determinanti per combattere il virus, vengono in parte dimenticate “. Sono considerazioni di Rudolf Hauri, presidente dell’Associazione dei medici cantonali intervistato dal Telegiornale della RSI.

21.05.2020: Intervista al presidente dei medici cantonali
21.05.2020 ore 22:09
La strage dei Navajo negli Stati Uniti

Il coronavirus dilaga in questa comunità di nativi dell’America settentrionale dove in proporzione ci sono più contagi che a New York.

Nel servizio del TG il reportage di Massimiliano Herber

Il dramma dei Navajo

Il coronavirus dilaga in questa comunità di nativi dell'America settentrionale dove in proporzione ci sono più contagi che a New York

21.05.2020 ore 21:47
Un timido ritorno alla normalità

Le prenotazioni dell’ultimo minuto stanno mettendo un cerotto al turismo ticinese. Il lungo fine settimana dell’Ascensione porta infatti clienti dalla Svizzera tedesca e dalla Svizzera romanda. Le lunghe code al portale nord del San Gottardo restano però un ricordo. Anche se nel Locarnese gli addetti ai lavori oggi sono tornati timidamente alla normalità.

21.05.2020: Da oltre San Gottardo in Ticino
21.05.2020 ore 21:42
Patto di stabilità sospeso anche per il 2021

La Francia auspica che le regole di disciplina di bilancio fra i membri dell’Unione europea, sospese nel 2020 per la crisi del coronavirus, restino non operative anche l’anno successivo, il 2021: lo ha detto il ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, a Le Figaro in edicola domani. “Noi auspichiamo che le regole del patto di stabilità, sospese per il 2020, lo rimangano anche per il 2021” ha detto Le Maire nell’intervista, anticipata questa sera dal sito di Le Figaro.

21.05.2020 ore 20:49
Kadyrov ricoverato a Mosca

Il leader ceceno Ramzan Kadyrov è stato ricoverato a Mosca con una sospetta infezione da coronavirus. Lo ha riferito Interfax, citando una fonte anonima dei servizi medici di Mosca. Stando al canale Telegram di Baza, testata online con buone fonti nei servizi segreti, Kadyrov, 43 anni, sarebbe stato trasportato ieri in aereo nella capitale russa pochi giorni dopo aver mostrato sintomi simili all’influenza. I medici ceceni hanno raccomandato a Kadyrov di farsi curare a Mosca dopo che le sue “condizioni hanno cominciato a deteriorarsi rapidamente”. Kadyrov, che controlla la Cecenia con pugno di ferro dal 2007, ha ripetutamente minacciato i suoi concittadini di pene draconiane in caso di violazione della quarantena imposta.

21.05.2020 ore 20:45
Tamponi fai da te in Gran Bretagna

ll governo britannico ha annunciato stasera il via libera alla sperimentazione nel Regno di un nuovo tipo di tampone per la verifica dell’eventuale contagio da coronavirus che non richiede di essere esaminato in laboratorio e offre risultati entro 20 minuti. La sperimentazione è condotta su larga scala, ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock, nella conferenza stampa di giornata a Downing Street. Il governo ha poi ordinato altri “10 milioni di kit” di test sierologici sugli anticorpi, destinati a individuare chi abbia già avuto l’infezione: test che finora hanno già permesso di verificare come il 5% della popolazione britannica (il 17% a Londra) sia passata attraverso il contagio, con o senza sintomi. Hancock ha infine ribadito che la curva dell’infezione è ora stabilmente in calo e che il numero dei morti per tutte le cause del Paese è tornato a livelli da medie invernali pre-pandemia, sebbene oltre la quota registrata normalmente in primavera.

21.05.2020 ore 20:11
Facebook si converte allo smartworking

Facebook andrà avanti con il lavoro a distanza per i propri dipendenti anche dopo la pandemia. Lo ha comunicato oggi il CEO e fondatore Mark Zuckerberg, stimando che circa metà della forza lavoro del più grande social network del mondo lavorerà da casa entro i prossimi 10 anni.

21.05.2020 ore 19:18
Francia: 83 vittime in 24 ore

Sono 83 le vittime causate dal Coronavirus nelle ultime 24 ore in Francia - fra ospedali, case di riposo e istituti per disabili - secondo i conteggi della Direzione generale della Sanità. Il totale sale a 28’215. Continuano a calare i pazienti ricoverati in ospedale, oggi sono 358 di meno, per un totale di 17’583. Sono 49 i malati in meno nei letti di rianimazione, dove stasera i malati di Covid-19 sono in tutto 1’745.

21.05.2020 ore 19:16
OMS e Cina aprono a donazioni

La China Population Welfare Foundation (CPWF) e l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) hanno lanciato a Pechino una raccolta fondi per contribuire a contenere la pandemia di coronavirus. L’iniziativa, intitolata “Covid-19 Solidarity Response Fund for Who-Action of China”, raccoglierà le donazioni tramite una ventina di piattaforme digitali cinesi. In un discorso pronunciato in video-collegamento alla cerimonia inaugurale del programma di beneficenza, il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si è soffermato in particolare sul sostegno offerto dalla fondazione CPWF alla lotta condotta a livello globale dall’agenzia delle Nazioni Unite contro il Covid-19.

21.05.2020 ore 18:47
Grigliata a Zurigo, interviene la polizia

Le forze dell’ordine hanno interrotto la scorsa notte una grigliata a Zurigo con un centinaio di presenti, fra cui partecipanti attuali e passati dei reality “Der Bachelor” e “Die Bachelorette”. La polizia è intervenuta in quanto il party violava le norme imposte per contrastare il coronavirus. Il lavoro per gli agenti non è comunque finito lì. I festaioli non si sono arresi e - sempre stando a “20 Minuten” che cita testimoni oculari - si sono spostati sulla Waid, punto panoramico situato sopra il quartiere Höngg. La polizia, servendosi pure di cani, è così intervenuta di nuovo, con gli animi che si sono scaldati tanto da provocare una rissa fra circa cinquanta persone. Secondo l’addetto stampa, diversi partecipanti al barbecue illegale sono stati controllati. Una persona è stata portata in centrale per essere identificata.

21.05.2020 ore 18:42
Ginevra: due pazienti in cure intense e nessun intubato

Da mercoledì Ginevra non ha più pazienti malati di Covid-19 intubati nel reparto cure intense degli ospedali universitari cittadini, dove peraltro restano ricoverati solo due pazienti. Altre 152 persone restano comunque ricoverate per aver contratto il virus. Nel cantone l’ultimo decesso legato alla malattia risale al 12 maggio. In totale sono 275 le persone che hanno perso la vita dall’inizio della pandemia. Sono invece 5’125 le persone risultate positive al covid-19 dall’inizio della crisi.

21.05.2020 ore 18:19
“Troppo presto per decidere la riapertura delle scuole”

“A New York è ancora troppo presto per decidere la riapertura delle scuole in autunno”: lo ha detto il governatore dello Stato, Andrew Cuomo, spiegando che nella giornata di mercoledì le vittime per il coronavirus sono state 105, ancora un numero “terribile”. In totale New York dall’inizio della pandemia conta circa 360mila casi di contagio e 29 mila vittime.

21.05.2020 ore 18:14
Calano i malati in Italia

Sono 156 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. In totale i morti salgono così a 32’486. Ieri l’aumento era stato di 161 vittime. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Sono invece 60’960 i malati di coronavirus in Italia, 1’792 meno di ieri, quando il calo era stato di 2’377. Sul fronte dei contagiati totali il dato ha raggiunto quota 228’006, 642 più di ieri. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Ieri l’incremento nazionale era stato di 665. Intanto sono saliti a 134.560 i guariti e i dimessi, con un incremento rispetto a ieri di 2’278. Mercoledì l’aumento era stato di 2’881. Sono infine 640 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 36 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 9’269, con un calo di 355 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 51’051, con un calo di 1’491 rispetto a ieri.

21.05.2020 ore 17:50
Calo dei ricoveri in Lombardia

Sono 316 i nuovi positivi in Lombardia per un totale di 86’901 casi in regione, con 14’702 tamponi. Ieri i nuovi positivi erano stati 294 con 11’508 tamponi. Continua a diminuire il numero dei ricoverati in terapia intensiva (226, -5) e negli altri reparti (4’119, -162). I morti sono in totale 15’727, con 65 nuovi decessi, esattamente come ieri. Sono i dati resi noti da Regione Lombardia.

21.05.2020 ore 17:38
"Non è il momento di sfidare il destino"

“Ora non è il momento di sfidare il destino e di ritirare completamente le restrizioni anticoronavirus”: è l’ennesimo monito del virologo Anthony Fauci, mentre in forme diverse tutti e 50 gli Stati Usa stanno avviando la fase 2. “Se si guarda alla curva nel nostro Paese è chiaro che non sta scendendo sensibilmente”, ha spiegato il massimo esperto Usa di malattie infettive. “Non credo che si tornerà alla normalità quest’estate, almeno a come la conoscevamo prima”.

21.05.2020 ore 17:21
La Finlandia verso il divieto ingresso agli svedesi

Non è ancora una decisione ufficiale ma il governo della Finlandia potrebbe vietare quest’estate l’ingresso nel Paese ai turisti svedesi nell’ambito delle misure di contenimento del coronavirus. Per il capo dell’Istituto della Sanità finlandese, Mika Salminen, “la differenza” tra i due Paesi “nella diffusione del virus è un fatto”. La Svezia, ha sottolineato l’epidemiologo seguendo quanto riportato dal Guardian, ha più casi di tutti i suoi vicini messi insieme e “di questo dovrà tenere conto il governo quando dovrà prendere una decisione”.

21.05.2020 ore 17:16
38,6 milioni americani senza lavoro in 9 settimane

Le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti salgono, portando a 38,6 milioni gli americani senza lavoro nelle ultime nove settimane. Il nuovo balzo di 2,44 milioni della scorsa settimana arriva, mentre gli USA iniziano gradualmente a riemergere dai lockdown causati dal coronavirus.

21.05.2020 ore 16:59
Svezia: altri 649 casi e 44 morti

Altre quaranta persone sono morte in Svezia a causa del coronavirus portando il numero totale delle vittime nell’unico Paese al mondo che non ha imposto misure di lockdown a 3’871. Il dato di oggi è comunque il più basso da metà aprile. Secondo l’aggiornamento dell’Istituto della Sanità svedese, ci sono inoltre 649 nuovi casi di Covid-19, per un totale di 32’172. Il numero dei contagi in Svezia non è in calo come invece quello delle vittime.

21.05.2020 ore 16:55
Rohani: “la lotta contro il virus dipende da tutti”

Le autorità statali e il popolo iraniani sono tenuti a contribuire alla lotta contro la diffusione del coronavirus. Lo ha ricordato il presidente iraniano Hassan Rohani, dopo l’allarmante aumento di casi registrato negli ultimi giorni in 6 delle 31 province, dove sono stati richiusi negozi e spazi pubblici. Quanto alle altre misure contro il Covid-19, Rohani ha aggiunto che i siti sacri e i santuari, inaccessibili da oltre due mesi, verranno riaperti martedì, al termine delle festività per la fine del mese di Ramadan. La polizia di Teheran ha inoltre annunciato che, al contrario di quanto inizialmente previsto, domani non verranno permessi i cortei in auto in occasione della Giornata di Qods (Gerusalemme), in cui nella Repubblica islamica si manifesta il sostegno al popolo palestinese durante l’ultimo venerdì di Ramadan. Nelle città a basso rischio di contagi, l’evento verrà comunque celebrato durante la preghiera in moschea.

21.05.2020 ore 16:32
Regno Unito: 338 morti e più di 250'000 contagi

Cala a 338, contro i 363 di ieri e i 545 censiti martedì, il bilancio ufficiale di giornata dei morti da coronavirus nel Regno Unito secondo l’aggiornamento quotidiano del dicastero della Sanità. Il totale dei decessi accertato con i tamponi sale così a 36’042, anche se le stime, basate in parte sulle elaborazioni statistiche dell’Ons, l’Istat britannico, e allargate ai casi di morte sospetta da Covid-19, delineano un totale oltre 44.500. I contagi complessivi superano intanto 250.000, ma con una curva confermata stabilmente in flessione. Mentre i test giornalieri eseguiti a livello nazionale sono quasi 130.000, oltre 3 milioni dall’inizio della pandemia.

21.05.2020 ore 16:12
L'incubazione del nuovo coronavirus dura fino a 14 giorni

Arriva dagli esperti dei National Institutes of Health (Nih)degli Stati Uniti la conferma che l’incubazione del nuovo coronavirus dura fino a14 giorni, vale a dire che è questo il periodo che in media trascorre dal momento in cui avviene l’infezione alla comparsa dei sintomi. Il risultato, pubblicato sul sito MedRxiv e in attesa di validazione da parte di una rivista scientifica internazionale, potrà aiutare a organizzare al meglio sia la sorveglianza in vista di eventuali nuove ondate epidemiche, sia la quarantena.

21.05.2020 ore 16:07
Forte impennata dei decessi in Brasile

Il numero di morti per coronavirus in Brasile è cresciuto del 120% in due settimane, con un forte aumento dei casi soprattutto nello Stato di Rio de Janeiro e nelle province della regione amazzonica. A Rio il numero dei decessi per Covid-19 è passato da 1’205 registrati il 6 maggio a 3’237 di ieri, con un aumento del 270%, secondo un rapporto pubblicato online. San Paolo e Rio, entrambi nella regione sud-orientale, restano gli Stati più colpiti dalla malattia. A San Paolo, il numero di morti è salito da 3’045 a 5’363 nell’arco di 15 giorni, con una crescita vicina all’80%. Il rapporto mette inoltre in evidenza l’aumento dei decessi anche negli Stati della regione amazzonica, in particolare in quelli di Parà e Roraima, in entrambi i quali si è registrata una crescita dei casi nell’ordine del 400%.

21.05.2020 ore 15:43
UNHCR: “solidarietà senza confini”

Sostenere i sistemi sanitari pubblici già molto fragili in alcune aree del mondo, rafforzare la loro capacità e favorire l’inclusione dei rifugiati al loro interno, assicurare accesso all’acqua e ai prodotti igienici per la prevenzione e garantire assistenza economica diretta ai più fragili e istruzione a distanza. Sono questi i principali obiettivi dell’appello lanciato dall’Altro commissariato dell’ONU per i rifugiati (UNHCR) per raccogliere 745 milioni di dollari, necessari per contrastare la diffusione del coronavirus in 71 Paesi vulnerabili nel mondo. Preoccupa in particolare la situazione in Niger, un Paese già martoriato da povertà e violenza estreme.

21.05.2020 ore 15:35
La glicemia alta causa complicanze nei pazienti anziani

Lo scompenso glicemico, condizione in cui i valori di glucosio nel sangue sono eccessivamente alti, è responsabile di complicanze nei pazienti anziani affetti da Covid-19. Una ricerca campana evidenzia gli effetti del controllo glicemico precoce sull’evoluzione della malattia da Coronavirus e apre nuove prospettive terapeutiche indirizzate a ridurne la mortalità. Lo studio, pubblicato su Diabetes Care, è frutto di un’analisi su 59 pazienti ricoverati presso i reparti di Malattie Infettive di ospedali del centro-sud Italia.

21.05.2020 ore 15:25
Cuba chiede la sospensione del debito al Club di Parigi

Il governo cubano ha chiesto ai Paesi del Club di Parigi una sospensione dei pagamenti del suo debito fino al 2022, come conseguenza dell’impatto della pandemia del coronavirus sull’economia dell’isola. In una lettera inviata a 14 paesi del Club di Parigi creditori di Cuba, tra cui Gran Bretagna, Canada, Francia e Giappone, il vice Primo Ministro Ricardo Cabrisas ha proposto “una moratoria per il 2019, 2020 e 2021 e un ritorno al pagamento nel 2022”, secondo quanto rivelato da una fonte diplomatica e successivamente confermato da altri due diplomatici, rimasti anonimi. L’Avana deve al club più di 30 milioni di dollari in rimborsi per il 2019.

21.05.2020 ore 15:06
Svezia, il 7,3% degli abitanti di Stoccoloma ha gli anticorpi

Alla fine di aprile il 7,3% degli abitanti di Stoccolma aveva sviluppato gli anticorpi contro il nuovo coronavirus. Lo ha annunciato l’epidemiologo Anders Tegnell, l’autore della strategia soft adottata dalla Svezia controla pandemia, secondo quanto riportato dalla Cnn. “Il numero è più basso di quello che ci aspettavamo”, ha rilevato lo scienziato in una conferenza nella capitale, “ma soltanto dell’1 o 2%”. Lo studio è stato effettuato sulla base di 1’118 test realizzati in una settimana.


L'architetto del no lockdown

In poche settimane Tegnell, l’epidemiologo a capo dell’Agenzia di Sanità svedese, è diventato una star mondiale


21.05.2020 ore 14:39
Africa, 5'000 nuovi casi in un giorno

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 5’000 nuovi casi di coronavirus in Africa, secondo i dati dell’ufficio regionale dell’Oorganizzazione mondiale della sanità. Le persone contagiate nel continente, stando alle cifre ufficiali, sarebbero 95’000. 2’995 le morti legate al Covid-19.

21.05.2020 ore 14:09
Niente coda al San Gottardo, più gettonate le mete turistiche Oltralpe

Le colonne formatesi mercoledì sera al portale nord della galleria del San Gottardo non si sono ripetute giovedì mattina. Il movimento dei turisti verso sud è intenso, ma non ha raggiunto né i livelli del passato né quelli registrati su altre strade che portano a diverse zone turistiche a nord delle Alpi: l’Oberland bernese, la Svizzera centrale e il Lago Lemano.

Ingorghi si sono verificati su diversi tratti della A4 tra Goldau (SZ) e Sisikon (UR), nella regione del Lago dei Quattro Cantoni. Nel canton Glarona la polizia ha chiuso la strada d’accesso al Klöntalersee perché a mezzogiorno tutti i parcheggi della zona erano già occupati. Traffico eccessivo è stato segnalato anche tra Uri e Glarona. Anche nella regione del passo del Brünig si sono verificate colonne.

Lunghi tempi di attesa sono stati registrati anche alle stazioni di carico per i treni navetta: 2 ore per la Furka a Realp e almeno mezz’ora a Oberwald e un’ora e mezzo per il Lötschberg a Kandersteg.

Ascensione senza lunghe code al portale nord del San Gottardo
21.05.2020 ore 13:38
Italia, le morti legate al Covid-19 sarebbero circa 20'000 in più

Tra gennaio e febbraio i morti in Italia sono stati 114’514, ovvero 10’148 in meno rispetto a quanto le statischi potessero lasciare prevedere, ma tra marzo e aprile i morti sono stati 156’429, ovvero 46’909 in più. Lo rileva l’Istituto nazionale di previdenza sociale (INPS) nello studio “Analisi della mortalità nel periodo di epidemia da Covid-19” appena pubblicato, che sottolinea come il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo siano state di 27’938.

“Con le dovute cautele - si legge - possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi avvenuti negli ultimi due mesi, rispetto a quelli della baseline riferita allo stesso periodo, all’epidemia in atto”.

I decessi tra marzo e aprile al Nord sono aumentati dell’84% rispetto alla media degli anni precedenti a fronte di un aumento del 11% al Centro e del 5% al Sud. L’Inps sottolinea come nell’intero Paese in media ci sia stato un aumento dei decessi rispetto alla baseline considerata del 43%.

21.05.2020 ore 13:33
Le FFS studiano l'obbligatorietà della mascherina

Le Ferrovie federali svizzere stanno studiando l’eventualità di rendere obbligatorio l’uso della mascherina sui treni o su alcuni settori dei convogli. Uno studio è in corso per capire le esigenze e le disponibiltà della clientela. Un portavoce ha precisato che le FFS non prenderanno comunque decisioni autonomamente. Finora le aziende di trasporto elvetiche consigliano la mascherina se a bordo i passeggeri non possono rispettare la distanza minima di 2 metri, ma l’invito non è raccolto da tutti gli utenti.

21.05.2020 ore 13:30
I 14 contagi in più in Ticino legato all'aumento dei test

L’aumento dei nuovi contagi registrati giovedì con 14 positività in sole 24 ore, ha spiegato alla RSI il medico cantonale Giorgio Merlani, è da ricollegare a un’indagine di depistaggio effettuata negli scorsi giorni, ovvero al fatto che sono stati svolti numerosi tamponi che hanno portato alla luce casi sia tra persone asintomatiche sia tra persone già positive e in fase di guarigione.

L’evoluzione epidemiologica sarà osservata da vicino dall’Ufficio del medico cantonale che la scorsa settimana, quando i numeri avevano fatto emergere una tendenziale evoluzione al rialzo fino ai 7 contagi di venerdì, aveva affermato: “Non vorrei che fose l’inizio di una ripartenza”.


"Più tamponi quindi più positivi"

Il medico cantonale Giorgio Merlani: "L'aumento di test e il contact tracing portano a svelare più asintomatici e persone in via di guarigione"

21.05.2020 ore 13:27
Cina: tutti i delegati con la mascherina, ma non Xi Jinping

Il presidente Xi Jinping ha preso parte con la leadership del Partito comunista e del governo all’apertura della Conferenza consultiva del popolo cinese, uno dei due rami del parlamento, senza indossare la mascherina a differenza dei 2’600 delegati riuniti nella grande sala di Pechino. La sessione annuale ha preso il via con oltre due mesi di ritardo sui piani originari a causa della pandemia del Covid-19. All’inizio dei lavori tutti hanno tributato un minuto di silenzio a quanti sono deceduti nella lotta al coronavirus.


21.05.2020 ore 13:20
Il coronavirus non sopravviverebbe nell’acqua di mare

Il coronavirus non sopravviverebbe nell’acqua marina: una buona notizia per chi sogna le spiagge quest’estate arriva dai ricercatori dell’Ifremer, l’Istituto francese di ricerca per l’utilizzazione del mare.

Per arrivare alle loro conclusioni, hanno studiato ostriche e cozze insieme a campioni prelevati in diversi punti del litorale francese. Fra i 21 molluschi analizzati, neppure uno ha mostrato tracce del nuovo coronavirus. E in nessun campione di acqua di mare è stato possibile individuare la presenza del SARS-CoV-2 . “Anche se non si può parlare di certezza - ha spiegato una delle ricercatrici all’origine dello studio - l’assenza di tracce è una buona notizia”.

21.05.2020 ore 13:15
Cala il numero dei ricoverati: si è scesi a 50

La situazione per il sistema sanitario ticinese messo sotto fortissima pressione dal Covid-19 continua a migliorare. Giovedì le persone ricoverate sono scese a 50, di cui 45 in reparto e 5 in terapia intensiva (tutte intubate).

È il numero più basso registrato da mesi. Il cantone rende noti i dati dal 22 marzo quando già c’erano 200 persone ospedalizzate. In seguito il loro numero è aumentato fino a raggiungere un massimo di 415 con 340 persone in reparto e 75 in cure intense. In seguito la diminuzione è stata costante, parallelamente alla progressione del numero delle guarigioni che hanno consentito la dimissione. Finora 885 persone che si erano ammalate di Covid-19 hanno potuto essere curate.


21.05.2020 ore 12:13
In Svizzera 36 contagi e 8 decessi in più

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha aggiornato il bilancio della pandemia in Svizzera: i contagi accertati sono saliti a 30’694 (+36 rispetto a mercoledì), mentre i decessi complessivi sono 1’638, con un aumento di 8 (l’incidenza è di 19 morti per 100’000 abitanti). Si tratta per la maggior parte di casi registrati oggi, ma risalenti al periodo che va dalla fine di aprile alla metà di maggio. A titolo di paragone, il sito CoronaData che aggrega i dati cantonali recensisce 1’893 morti legate del COVID-19 (uno in più di ieri).


Ad oggi, in tuttal a Svizzera sono stati segnalati 3’919 ricoveri ospedalieri in relazione al COVID-19 con conferma in laboratorio. Il 13% non aveva malattie preesistenti rilevanti e l’87% aveva una o più malattie preesistenti. La fascia d’età delle persone ospedalizzate va da 0 a 102 anni,in maggioranza oltre i 72 anni. Nel 60% dei casi si tratta di uomini, nel 40% di donne.

Complessivamente sono stati eseguiti 361’692 test per il SARS-CoV-2. Il tasso di positività è del 10%.

21.05.2020 ore 11:59
Lidi ticinesi pronti ad aprire

“Speriamo che il Consiglio federale il 27 maggio annunci che potremo aprire nei primi giorni di giugno“, ha affermato il direttore del Centro balneare regionale di Locarno Christophe Pellandini

I lidi sono pronti a riaprire

Christoph Pellandini del Centro balneare di Locarno: speriamo che il Consiglio federale ci autorizzi per i primi giorni di giugno

21.05.2020 ore 11:00
In Ticino 14 contagi in più e nessun nuovo decesso

In Ticino sono stati registrati nelle ultime 24 ore 14 contagi in più e nessun nuovo decesso. Non si superava Ia decina di nuovi contagi giornalieri dal 3 maggio, mentre per avere un incremento simile bisogna risalire alla fine di aprile. I contagi totali dall’inizio della pandemia si attestano a 3’301, e i decessi totali restano stabili a 344 dal 19 maggio. Nessuna nuova dimissione dagli ospedali il cui numero totale resta di 881.

21.05.2020 ore 10:30
Multinazionale Astrazeneca: "A settembre 400 milioni di dosi di vaccino"

La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di dosi del potenziale vaccino anti-Covid in sperimentazione a Oxford - con una capacità di produzione di 1 miliardo di dosi nel 2020 e 2021 - e avvierà le prime consegne a settembre. Dopo la prelazione di 30 milioni di dosi da parte del Governo inglese, la compagnia rende noto che sta lavorando ad accordi in parallelo, anche con altri Governi europei, per assicurare una “ampia ed equa fornitura del vaccino nel mondo, con un modello no-profit, durante la pandemia”.

21.05.2020 ore 09:57
EasyJet rivolerà dal 15 giugno

La compagnia aerea britannica Easyjet ha annunciato giovedì che intende riprendere alcuni voli a partire dal 15 giugno con particolari misure sanitarie a bordo. Previsti l’obbligo di indossare le mascherine, una regolare disinfezione delle attrezzature, la posa di dispenser di disinfettanti e salviette antibatteriche. Ai passeggeri, almeno in una prima fase, non sarà servito cibo. I voli riprenderanno in Gran Bretagna, in Francia, ma anche a Ginevra, con collegamenti verso Barcellona, Porto, Lisbona e Nizza.

“Nelle prossime settimane saranno annunciate altre rotte”, ha fatto sapere l’azienda tramite un comunicato. La concorrente Ryanair nei giorni scorsi aveva fatto sapere che intende riprendere almeno il 40% dell’attività da luglio con mille voli quotidiani. Luthansa prevede che da giugno raddoppierà a 160 gli aerei impiegati ogni giorno.

21.05.2020 ore 09:49
SvizzeraTurismo presenta il marchio "Clean & Safe"

Gli attori del turismo svizzero - hotel, ristoranti, impianti di risalita e trasporti pubblici in particolare - hanno concordato il lancio di un marchio comune per promuovere la sicurezza e l’igiene dei loro membri: un cerchio blu accompagnato dallo slogan “Clean & Safe” è il logo presentato giovedì da SvizzeraTurismo, promotore dell’iniziativa.

“L’idea è quella di poter quindi facilitare la comunicazione sull’esistenza dei piani di protezione: regole di pulizia, distanziamento, eccetera”, spiega Véronique Kanel, portavoce di Svizzera Turismo.

Concretamente, un albergatore che desidera mostrare questo marchio deve registrarsi presso Hôtellerie Suisse e accettare di rispettare i piani di protezione. Nulla di più. Non si tratta quindi di un’etichetta di certificazione, ma di comunicazione, specifica SvizzeraTurismo.

21.05.2020 ore 09:38
Emilia-Romagna, apertura stabilimenti balneari anticipata al 23 maggio

L’Emilia-Romagna gioca d’anticipo e fissa a sabato 23 maggio l’avvio ufficiale della stagione balneare in riviera: inizialmente prevista per lunedì 25, la riapertura degli stabilimenti balneari è stata anticipata di un paio di giorni per decisione della Regione. La raccomandazione è di evitare il concentramento solo in alcune porzioni di spiaggia, per facilitare e garantire sicurezza e distanziamento tra le persone. Nelle spiagge libere i Comuni possono prevedere accessi contingentati.

21.05.2020 ore 08:46
Cinque milioni di contagi nel mondo

Il numero delle persone nel mondo contagiate dal coronavirus ha raggiunto i cinque milioni, stando ai dati della Johns Hopkins University. Il numero delle morti causate dal virus ha superato i 328’000.

21.05.2020 ore 07:54
Salgono le vittime negli USA: oltre 1'500 in 24 ore

Torna a salire il numero delle vittime del coronavirus negli Stati Uniti: 1’561 nelle ultime 24 ore secondo i dati della Johns Hopkins University. In tutto i decessi negli USA dall’inizio della pandemia sono 93’416 e i casi di contagio 1’551’102.

21.05.2020 ore 07:45
America latina: 606'000 contagi e 33'300 morti

Con il Brasile che si accinge a contendersi con la Russia il ruolo di secondo Paese per numero di contagi dopo gli Stati Uniti, la pandemia da coronavirus ha è arrivata in America latina a 606.271 contagiati e 33.386 decessi. È quanto emerge da una statistica elaborata dall’agenzia italiana ANSA sulla base dei dati diffusi su 34 fra nazioni e territori latinoamericani.

Con i quasi 20’000 nuovi casi dell’ultimo rapporto reso noto dalle autorità sanitarie, il Brasile registra attualmente 291.579 contagi, di cui 18.859 entrati nel computo dei morti. Seguono il Perù, che totalizza 104.020 contagiati e 3.024 morti, e poi il Messico (54.346 e 5.666). Nella classifica con più di 5.000 contagi si posizionano quindi Cile (53.617 e 544), Ecuador (34.854 e 2.888), Colombia (117.687 e 630), Repubblica Dominicana (13.477 e 446), Panama (9.867 e 281) e Argentina (8.809 e 394).

21.05.2020 ore 07:45
Wuhan vieta la carne di animali selvatici

Wuhan opta per la svolta e vieta la caccia e il consumo di carne di animali selvatici per 5 anni. In una nota postata sui social network, la città epicentro in Cina della pandemia del Covid-19 ha deciso la stretta che include anche il commercio illegale di animali selvatici. Le nuove norme, in vigore con effetto immediato e strutturate su 10 punti, mirano a rendere più difficile le licenza per chiunque punti ad allevare, cacciare o vendere animali selvatici.

All’indomani dello scoppio della crisi, il governo decise un bando temporaneo al commercio di fauna selvatica nel mercato Huanan di Wuhan, sospettato di essere all’origine del contagio. La nuova disciplina, tra l’altro, tutela la fauna in via di estinzione, proibisce la caccia agli animali selvatici, vigila sugli allevamenti di animali selvatici e rafforza la pubblicità e l’educazione alla protezione della fauna selvatica. La Cina ha intensificato da febbraio la repressione su caccia illegale e sfruttamento, sotto la direzione della National Forestry and Grassland Administration.