Cambiamenti climatici letali per le foreste (©Ti-Press)

Boschi svizzeri in affanno

Siccità e caldo hanno causato la morte di molte piante lo scorso anno, annuncia l'Istituto federale di ricerca per la foresta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La siccità e le alte temperature registrate in Svizzera nel 2018 hanno causato la morte di alberi e pregiudicato alcune importanti funzioni del bosco a livello locale. Questo, in sintesi, è il bilancio stilato dall'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio e presentato giovedì.

Stando agli esperti, che hanno condotto tredici studi sulle conseguenze delle condizioni estreme della scorsa estate, "In molte parti della Confederazione la bella stagione è stata la più lunga e senza precipitazioni dall'inizio delle rilevazioni nel 1864".

Dalle analisi emerge un precoce ingiallimento delle chiome dei faggi in diverse arre del paese, con una conseguente riduzione della crescita e una frequenza superiore alla media di incendi boschivi causati da fulmini. I ricercatori ritengono che: "Anche se non si può ancora parlare di moria del bosco, alcune importanti funzioni ricoperte dalle foreste sono state pregiudicate a livello locale".

 

bin/ATS

Condividi