TiPress_369280.jpg
()
Momenti chiave
18.03.2020 ore 22:38
18.03.2020 ore 21:41
18.03.2020 ore 20:22
18.03.2020 ore 19:33
18.03.2020 ore 19:32
18.03.2020 ore 19:27
18.03.2020 ore 18:37
18.03.2020 ore 18:11
18.03.2020 ore 18:09
18.03.2020 ore 17:37
18.03.2020 ore 16:53
18.03.2020 ore 16:32
18.03.2020 ore 16:07
18.03.2020 ore 15:47
18.03.2020 ore 14:54
18.03.2020 ore 13:45
18.03.2020 ore 13:10
18.03.2020 ore 12:30
18.03.2020 ore 11:56
18.03.2020 ore 11:53
18.03.2020 ore 11:45
18.03.2020 ore 10:42
18.03.2020 ore 10:02
18.03.2020 ore 08:14
18.03.2020 ore 07:46
18.03.2020 ore 07:12
18.03.2020 ore 07:11

Coronavirus, altri quattro decessi in Ticino

Nel cantone i casi di contagio confermati sono oltre 500; annullate le elezioni comunali di aprile: il voto si terrà nel 2021. Posticipata la votazione federale del 17 maggio
Ultimo aggiornamento giovedì 19 marzo 2020 11:17

In Ticino, dove i casi di contagio sono oltre 500, si registrano nelle ultime 24 ore altri quattro decessi legati al Covid-19, tutti rientranti nella categoria delle persone vulnerabili. Le elezioni comunali del prossimo 5 aprile sono inoltre state annullate e verranno nuovamente organizzate nell’aprile del 2021. La decisione, comunicata oggi (mercoledì), è stata presa dal Consiglio di Stato sull’onda dell’emergenza legata alla pandemia di coronavirus, tenuto conto della situazione straordinaria decretata dalla Confederazione. Per lo stesso motivo il Consiglio federale ha deciso di non svolgere la votazione popolare federale indetta per il 17 maggio.

La cronaca di martedì

Le autorità ribadiscono l'assoluta necessità di rispettare le indicazioni emanate per contrastare la diffusione del virus, ovvero restare a casa (specie se si è in età avanzata o malati) e uscire solo se bisogna andare al lavoro e non è possibile lavorare da casa, se occorre recarsi dal medico o in farmacia, andare a fare la spesa o aiutare qualcuno.

La cartina aggiornata in tempo reale

di Alex Ricordi, Marija Milanovic, Simone Fassora, Stefano Pongan, Elena Boromeo e Ludovico Camposampiero

18.03.2020 ore 23:13
Emilia-Romagna: stretta su bici e passeggiate

Nuova stretta dell’Emilia-Romagna sui luoghi di potenziale aggregazione. Con un’ordinanza emessa mercoledì sera, la regione dispone la chiusura di parchi e giardini pubblici, misura già presa da più sindaci. Inoltre, l’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per lavoro, ragioni di salute o necessità come gli acquisti alimentari. E per le attività motorie come passeggiate o uscite con animali di compagnia, “si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione”.

18.03.2020 ore 22:38
Stato di emergenza in Portogallo

Il Portogallo ha dichiarato lo stato di emergenza per far fronte alla pandemia di coronavirus, una decisione che permetterà al Governo di limitare la libertà di movimento per rallentare la diffusione del virus.

Le misure concrete che l’Esecutivo adotterà verranno comunicate domani, giovedì, al termine del Consiglio dei ministri. È già stato escluso il coprifuoco, ma è probabile che saranno varate restrizioni alla libera circolazione delle persone.

18.03.2020 ore 21:58
USA, sì del Senato al pacchetto di misure da 100 miliardi

Via libera del Senato americano a un piano di aiuti sociali da 100 miliardi di dollari per far fronte al coronavirus. La misura è stata approvata con 90 voti a favore e 8 contrari ed è considerata solo il primo passo nella risposta americana all’emergenza coronavirus. Tra le misure approvate i congedi per malattia retribuiti e i test gratuiti. Il voto spiana la strada ai negoziati per un altro pacchetto di aiuti ben più consistente proposto dalla Casa Bianca, che potrebbe iniettare sino a mille miliardi nell’economia.

18.03.2020 ore 21:52
Ginevra, positiva consigliera di Stato Fontanet

La consigliera di Stato ginevrina Nathalie Fontanet (PLR) è risultata positiva al test del coronavirus. La notizia, diffusa dalla Tribune de Genève, è stata confermata all’agenzia Keystone-ATS dal portavoce del dipartimento della salute, Laurent Paoliello. Negativi invece i colleghi della Fontanet nell’esecutivo cantonale.

18.03.2020 ore 21:41
"In quanti riapriranno?"

Il coronavirus mette in crisi nera il settore della ristorazione: numeri, testimonianze e possibili soluzioni

"In quanti riapriranno?"

Il coronavirus mette in crisi nera il settore della ristorazione: numeri, testimonianze e possibili soluzioni

18.03.2020 ore 21:13
Italia, 46'000 denunce per violazioni delle norme anticoronavirus

In Italia sono 46’000 le denunce per violazioni delle norme anticoronavirus registrate negli ultimi 7 giorni. Il dato riguarda principalmente le inosservanze del divieto di spostamento (43’595) e le false attestazioni (926). Numeri che hanno allarmato anche il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, che si è detto pronto a vietare del tutto qualsiasi attività all’aperto nel caso in cui l’appello di restare a casa non sarà maggiormente rispettato.

18.03.2020 ore 20:22
Mascherine benefiche

Mancano mascherine chirurgiche e molti si danno al fai da te. Tra loro, due sarte ticinesi che le producono a scopo benefico anche se - precisano - vanno usate con tutte le precauzioni del caso

Mascherine benefiche e fai da te
18.03.2020 ore 20:08
Messa in diretta sul sito della RSI

Il Coronavirus ha conseguenze su tanti aspetti della quotidianità, funzioni religiose comprese. Per questo la RSI ha pensato alle persone che da casa vorrebbero continuare a frequentare le funzioni, per mantenere un contatto tra fedeli, che le porte chiuse delle chiese ostacolano.
Da domani, giovedì di San Giuseppe, e per le domeniche a seguire, la Messa delle 9:05 sarà trasmessa in diretta sul sito www.rsi.ch/streaming e sull’app RSI Player.Il Coronavirus ha conseguenze su tanti aspetti della quotidianità, funzioni religiose comprese. Per questo la RSI ha pensato alle persone che da casa vorrebbero continuare a frequentare le funzioni, per mantenere un contatto tra fedeli, che le porte chiuse delle chiese ostacolano.

Da domani, giovedì di San Giuseppe, e per le domeniche a seguire, la Messa delle 9:05 sarà trasmessa in diretta sul sito www.rsi.ch/streaming e sull’app RSI Player.

18.03.2020 ore 19:33
Italia, 475 morti in un giorno

Il coronavirus in Italia ha ucciso 475 persone nelle ultime 24 ore. Si tratta del peggior bilancio registrato in un solo giorno in un paese: neanche in Cina, dove ha avuto origine la pandemia, si è arrivati a un numero così alto. La situazione più difficile resta quella della Lombardia, dove i morti sono stati 319.

Italia, 475 morti in un giorno

È il bilancio peggiore: neanche in Cina un numero di decessi così alto in 24 ore - I contagi sono oltre 35'000

18.03.2020 ore 19:32
In Francia altri 89 morti

Il nuovo aggiornamento della situazione in Francia, diffuso a inizio serata, indica 89 nuovi decessi in 24 ore. In ospedale ci sono 3’626 pazienti, di cui 921 in rianimazione. Con un intervento senza precedenti, un aereo militare è stato utilizzato per trasferire sei pazienti dall’Alsazia (regione le cui strutture sono già fortemente sotto pressione) verso ospedali di Marsiglia e Tolone

18.03.2020 ore 19:27
Una hotline per il lavoro ridotto

In Ticino, comunica lo Stato maggiore cantonale di condotta, è stata istituita una hotline gratuita per rispondere alle domande relative all’orario ridotto. Chi desidera ricevere chiarimenti può chiamare lo 091 814 31 03, dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 16.00, evitando di intasare gli altri centrali predisposti per l’emergenza

18.03.2020 ore 19:08
Merkel: "Più grande sfida dopo Seconda guerra mondiale"

La lotta contro il coronavirus è “la più grande sfida” per la Germania dai tempi della Seconda guerra mondiale. Lo ha detto oggi la cancelliera tedesca Angela Merkel in un discorso solenne alla nazione, il primo di questo tipo da quando è salita al potere nel 2005. “Sono fermamente convinta che riusciremo a svolgere questo compito se tutti i cittadini lo considereranno come proprio”, ha dichiarato, ricordando la sospensione della libera circolazione in Europa. “Per le persone come me, per le quali la libertà di viaggio e di movimento è stata un diritto conquistato a fatica, queste restrizioni possono essere giustificate solo da una necessità assoluta”. In Germania i contagi accertati sono 11’000, mentre i morti sarebbero tra i 12 e i 16.


18.03.2020 ore 18:37
Coronavirus: "Ogni giorno conta"

Il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani: “Il rischio è di arrivare ai limiti, ma adesso abbiamo la possibilità di cambiare ciò che succederà lunedì”

Coronavirus: "Ogni giorno conta"

Il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani: "Il rischio è di arrivare ai limiti, ma adesso abbiamo la possibilità di cambiare ciò che succederà lunedì"

18.03.2020 ore 18:32
Da venerdì scuole chiuse nel Regno Unito

A partire da venerdì 18 marzo 2020 anche le scuole del Regno Unito rimarranno chiuse. Ad annunciare la misura, che ha per obiettivo quello di contenere l’epidemia di coronavirus, è stato il Ministro dell’Istruzione Gavin Williamson.

18.03.2020 ore 18:26
Trasporti pubblici, offerta ridotta in tre fasi

La riduzione dell’offerta dei trasporti pubblici, confrontati a un forte calo della domanda e alle prime carenze di personale, avverrà in tre fasi. I leader del settore, FFS e Autopostale, le hanno concordate con l’Ufficio federale dei trasporti. L’orario transitorio verrà introdotto dal 19 marzo, ovvero domani, ma i cambiamenti maggiori saranno avvertiti dall’utenza il 23. L’orario sarà aggiornato costantemente online, di volta in volta entro le 20.00 della sera precedente e la popolazione è invitata a consultarlo, anche se il servizio di base sarà garantito.

Le tre fasi:

1. Dal 19 marzo soppressi i treni supplementari a lunga percorrenza nelle ore di punta, i treni notturni non circolano più e la stazione di Zurigo resta chiusa di notte anche nei fine settimana. I treni internazionali circolano solo fino al confine

2. Dal 23 marzo

3. Dal 26 marzo

L’obbligo del biglietto rimane invariato anche per l’offerta di base dei trasporti pubblici. I biglietti singoli sono completamente rimborsabili. Per gli abbonamenti si applicano le consuete disposizioni tariffarie. Gli AG possono essere depositati gratuitamente per 30 giorni. A partire da giovedì 19 marzo 2020 la vendita di biglietti risparmio e di carte giornaliere risparmio sarà temporaneamente sospesa. Lo stop alle vendite rimarrà attivo per tutta la durata dell’orario ridotto che, stando alla situazione attuale, sarà in vigore fino al 26 aprile 2020. Tutti i biglietti già acquistati rimangono validi. Se il collegamento riportato sul biglietto acquistato dovesse essere stato soppresso a seguito della riduzione dell’orario, il biglietto risparmio può essere usato sul treno successivo.

Si raccomanda infine di acquistare i biglietti attraverso i canali digitali, ovvero tramite internet ed app.

18.03.2020 ore 18:22
Cantoni, assistenza medica garantita

Nonostante il rapido aumento dei casi di coronavirus, l’assistenza medica in Svizzera è attualmente garantita. Lo afferma la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS). Non si conoscono tuttavia le cifre esatte dei posti di terapia intensiva dotati di respiratori.onostante il rapido aumento dei casi di coronavirus, l’assistenza medica in Svizzera è attualmente garantita. Lo afferma la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS). Non si conoscono tuttavia le cifre esatte dei posti di terapia intensiva dotati di respiratori. Daniel Koch, dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), ha indicato ieri che in Svizzera possono esseri attivati fino a 1200 posti per la terapia intensiva. Secondo la Società Svizzera di Medicina Intensiva (SGI), i posti disponibili con apparecchi per la respirazione erano circa 850 venerdì scorso. L’esercito dispone di ulteriori risorse. Secondo indicazioni di venerdì scorso si tratta di 204 apparecchi di respirazione che possono essere utilizzati per i malati di Covid-19.

18.03.2020 ore 18:21
Italia, 475 morti in un giorno - Crescita contagi stabile

Sono 2’978 i decessi legati al coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a martedì di 475, di cui 319 in Lombardia. La crescita dei contagi, invece, sembra stabile: in 24 ore se ne sono registrati 2’648 in più, portando il totale a 35’713. “I guariti sono oggi 1’084 in più, un numero veramente importante, che li porta in totale a 4’025, più 37% rispetto a ieri”, ha dichiarato il capo della protezione civile, Angelo Borrelli.

18.03.2020 ore 18:11
Bellinzona prende misure

Il Municipio di Bellinzona ha varato un primo piano di misure a sostegno dell’economia in difficoltà: viene messo a disposizione un milione di franchi per i commerci locali a corto di liquidità a breve termine. Introdotte anche misure di alleggerimento relative a termini di pagamento ed emissioni di tasse causali. Le modalità dei due provvedimenti e i criteri di accesso saranno definiti la prossima settimana.

18.03.2020 ore 18:09
Niente ponte per i negozi

Molte rivendite di alimentari restano aperte fino a sabato. Lucibello: “Serve a dilazionare le presenze”. L’OCST: “Era meglio una pausa”

Niente ponte per i negozi

Molte rivendite di alimentari restano aperte fino a sabato. Lucibello: "Serve a dilazionare le presenze". L'OCST: "Era meglio una pausa"

18.03.2020 ore 17:37
"La Svizzera dice grazie"

Venerdì alle ore 12.30, tutta la Svizzera ringrazierà il personale sanitario per il suo straordinario impegno nella lotta contro il coronavirus e lo farà con un lungo applauso di 60 secondi. Si tratta di un’iniziativa congiunta delle aziende mediatiche Ringier, NZZ, TX Group, CH Media e SSR. Lo scopo è che il maggior numero possibile di persone sospensa la propria attività per battere le mani, #lasvizzeradiceGRAZIE

18.03.2020 ore 17:15
Comunali annullate anche a Neuchâtel

Dopo il Ticino, anche Neuchâtel annulla le sue elezioni comunali, che erano in calendario per il 14 giugno. “Non ci sono le condizioni per uno scrutinio sereno”, secondo le autorità. La nuova data sarà stabilita dopo consultazioni con gli enti locali e potrebbe essere in autunno, con entrata in carica degli eletti il primo gennaio.

18.03.2020 ore 17:00
Navi ospedale e hotel per curare i malati

La Germania si prepara a trasformare hotel e grandi superfici coperte in ospedali, per accogliere i pazienti affetti da coronavirus, in modo da alleggerire il lavoro degli ospedali, dove verranno curati i malati più gravi. Lo ha fatto sapere oggi il Governo tedesco. Intanto a New York sono state inviate due navi ospedale da 1’000 posti per far fronte al numero crescente di pazienti.

18.03.2020 ore 16:53
Primo decesso a Cuba

Il Governo cubano ha comunicato il primo decesso sull’isola, quello di un 61enne turista italiano

18.03.2020 ore 16:52
Centinaia di svizzeri bloccati all'estero

Centinaia di turisti svizzeri sono bloccati all’estero, impossibilitati finora a rientrare in patria come raccomandato dalla Confederazione. Le agenzie di viaggi stanno facendo del loro meglio per trovare loro voli e, nell’attesa, anche alloggi dove servono. Una portavoce di Hotelplan ha confermato che qualche centinaia di clienti dell’agenzia è toccato dal problema, discorso analogo per TUI. La hotline del Dipartimento federale degli affari esteri riceve 1’000 chiamate al giorno, ha precisato il ministro Ignazio Cassis. In alcuni paesi la finestra per andarsene è già chiusa. In Marocco, Ucraina e Sudafrica è stato necessario un intervento diplomatico per permettere ai cittadini elvetici di andarsene. Sono considerati a rischio anche Egitto, Filippine, Santo Domingo, Brasile e Perù.

18.03.2020 ore 16:39
Un terzo di casi in più nel Regno Unito

Le persone positive al virus nel Regno Unito sono ora 2’626: l’aggiornamento fornito dalle autorità fa stato di un incremento del 35% rispetto alla vigilia. I morti sono saliti a 104.

18.03.2020 ore 16:32
Altri quattro decessi in Ticino

In Ticino sono stati registrati altri quattro decessi nelle ultime 24 ore legati al Covid-19 (tutti rientranti nella categoria delle persone vulnerabili), portando il totale dei morti a 14. I nuovi contagi registrati sono 89, per un totale di 511 casi positivi cumulativi.

18.03.2020 ore 16:19
Chiusa la frontiera fra Stati Uniti e Canada

Il presidente statunitense Donald Trump, sulla base di un accordo di reciprocità, ha annunciato la chiusura, tranne per che per gli spostamenti “essenziali”, della frontiera fra Stati Uniti e Canada. Gli scambi commerciali non saranno toccati. Confinano con il Canada sia lo Stato di Washington che quello di New York, i maggiormente colpiti dall’epidemia con finora rispettivamente 55 e 16 decessi su un totale nazionale di 115. I casi complessivi nel paese sono quasi 6’200.

18.03.2020 ore 16:16
La Svizzera estende i controlli alla frontiera e non rilascia più visti

Per intensificare la protezione della popolazione dal coronavirus, la Svizzera estende le limitazioni di entrata anche alla Spagna. Queste ultime si applicano da subito anche al traffico aereo dall’Italia, dalla Francia, dalla Germania e dall’Austria nonché da tutti gli Stati non membri di Schengen. Fanno eccezione i cittadini svizzeri o con un titolo di soggiorno.

Inoltre, il Consiglio federale sospende, al momento per tre mesi, il rilascio di visti Schengen e di visti nazionali ai cittadini di Stati terzi. Questi ultimi possono entrare in Svizzera soltanto in casi eccezionali.

18.03.2020 ore 16:14
Ginevra, cantieri fermi dal prossimo venerdì

L’edilizia si ferma nel canton Ginevra. Il Consiglio di Stato ginevrino ha deciso oggi che a partire da venerdì prossimo tutti i cantieri sul territorio cantonale dovranno chiudere a causa della diffusione del nuovo coronavirus. Alcune deroghe saranno concesse a seconda del caso, ad esempio per ragioni legate alla sicurezza o a un interesse pubblico preponderante. Le sanzioni in caso di mancato rispetto delle disposizioni potranno arrivare fino a 300’000 franchi, ha spiegato il consigliere di Stato Serge Dal Busco. A decidere in merito alle deroghe sarà un organo che riunisce sindacati, Stato e datori di lavoro.

18.03.2020 ore 16:07
Procedure di esecuzione sospese

Il Consiglio federale ha varato una nuova misura volta, in particolare, a proteggere le imprese durante questa fase di crisi: dal 19 marzo al 4 aprile incluso i debitori non potranno essere fatti oggetto di una procedura di escuzione. Subito dopo iniziano le ferie dell’esecuzione disposte per legge. Queste hanno lo stesso effetto e durano fino al 19 aprile 2020. Altri provvedimenti dovrebbero essere comunicati venerdì

18.03.2020 ore 15:47
Antipiretici razionati in Svizzera

Il Consiglio federale ha deciso oggi di razionare diversi farmaci (paracetamolo, aspirina o ibuprofene). D’ora in poi, in farmacia potrà essere venduta una sola confezione alla volta.

18.03.2020 ore 15:26
+++ La votazione popolare del 17 maggio 2020 non avrà luogo +++

La votazione popolare indetta per il prossimo 17 maggio non avrà luogo. Lo ha deciso oggi, mercoledì, il Consiglio federale, sulla scorta dell’emergenza legata alla pandemia di Covid-19. Il voto, si legge in un comunicato del Governo, è rinviato a data da destinarsi.

I termini per la raccolta delle firme e di trattazione concernenti le iniziative popolari e i referendum saranno sospesi per un periodo di tempo limitato, aggiunge Governo.

Oltre all’organizzazione vera e propria, il regolare svolgimento di una votazione presuppone anche la libera formazione dell’opinione ma a causa dell’epidemia le manifestazioni informative e gli eventi pubblici sono vietati.

A maggio il popolo si sarebbe dovuto esprimere sull’iniziativa popolare del 31 agosto 2018 “Per un’immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)”, sulla modifica del 27 settembre 2019 della legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici nonché sulla modifica del 27 settembre 2019 della legge federale sull’imposta diretta.

Il Consiglio federale deciderà in linea di massima entro la fine di maggio se mantenere l’appuntamento alle urne del 27 settembre 2020 e quali oggetti porre in votazione.

Il tema delle votazioni federali annullate (TG Speciale 18.03.2020, 15h00)
18.03.2020 ore 15:24
I contagi in Svizzera sono oltre 3'000

Il nuovo bilancio diffuso dall’Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP) parla di 3’028 casi di positività al coronavirus in Svizzera, contro i 2’650 segnalati ieri (+378). I morti, sempre secondo il bilancio ufficiale, sono almeno 21 (secondo l’agenzia Keystone-ATS, sono invece 31). Ticino, Basilea Città e Vaud sono i cantoni più colpiti. I dati sono aggiornati alle 8.00 di questa mattina.

18.03.2020 ore 15:07
+++ Annullate le elezioni comunali ticinesi +++

Le elezioni comunali ticinesi sono state annullate a causa dell’epidemia di coronavirus. Un nuovo voto si terrà nell’aprile del 2021, tutte le procedure di candidatura riprenderanno da capo e la legislatura sarà triennale, tranne che nei comuni dove le elezioni erano tacite e queste sono considerate valide. Agli amministratori ora in carica, anche se non intendevano ricandidarsi, si chiede un’assunzione di responsabilità e di rimanere al proprio posto almeno fino alla fine della crisi

Comunali ticinesi nel 2021

Il Consiglio di Stato, alla luce della situazione prodotta dall'epidemia di coronavirus, annulla le elezioni di aprile

L'intervento di Norman Gobbi (TG Speciale 18.03.2020, 15h00)
L'intervento di Marzio Della Santa (TG Speciale 18.03.2020, 15h00)
18.03.2020 ore 15:07
Servizio di accudimento, l'Istituto scolastico di Lugano si mobilita

Data la chiusura delle scuole fino al 19 aprile, l’Istituto scolastico di Lugano ha deciso di prolungare il proprio servizio di accudimento. A partire da lunedì 23 marzo verrà garantita nuovamente l’accoglienza degli allievi della scuola dell’infanzia e di quella elementare. Coloro che per comprovati motivi necessitano dell’accudimento da parte delle scuole saranno ospitati nelle sedi indicate nel comunicato (vedi foto). La Città di Lugano specifica che la responsabilità di accompagnare i bambini sarà a cura delle famiglie.

Infine gli allievi delle scuole elementari di Besso e Breganzona verranno accuditi presso la SE Besso, via Besso 13 a Lugano.

18.03.2020 ore 14:54
Prime infrazioni sanzionate

Fioccano le prime denunce per chi non rispetta le prescrizioni del Consiglio federale volte a contenere l’epidemia di coronavirus. La polizia vallesana, per esempio, martedì ha dovuto constatare le prime infrazioni. A Nendaz una ventina di persone erano riunite sulla terrazza di un ristorante intente a bere. Presenti nella struttura anche i dipendenti. Situazione simile a Steg, dove una coppia si stava facendo servire qualcosa. A Sion, la polizia ha denunciato la proprietaria di un negozio di abbigliamento rimasto aperto. Chiunque violi le disposizioni dell’esecutivo rischia una pena pecuniaria o la reclusione fino a tre anni. In Vallese, per esempio, la polizia ha interrogato le persone colte in fallo e trasmesso il dossier alla procura.

Notiziario 6.00 del 18.03.2020 Le spiegazioni sulle sanzioni di Ingrid Rieser, portavoce dell'Ufficio federale di giustizia

Finora non si segnalano denunce negli altri cantoni. Le forze dell’ordine però si fanno vedere, come indicato a keystone-ATS dalla portavoce della polizia bernese Jolanda Egger, secondo cui non ci sono più agenti in servizio, semplicemente la loro presenza si nota maggiormente. Ad ogni modo, le persone sembrano aver capito le indicazioni del Consiglio federale. Anche a Basilea-Città tutto tranquillo, secondo il portavoce della polizia cantonale Toprak Yerguz. Alla popolazione viene detto ciò che è lecito e ciò che non lo è. Qualora vengano trovati negozi ancora aperti, i proprietari o gestori vengono invitati ad abbassare subito la serranda. A Zurigo fino a mezzogiorno la città sembrava deserta. La polizia comunale non è dovuta intervenire per disperdere gruppi di persone.

A Ginevra, intanto, e nei comuni di Lancy, Vernier, Carouge e Plan- Les-Ouates le forze dell’ordine si concentrano sui compiti essenziali e d’emergenza. I controlli dei parcheggi sono soppressi, in questo ambito saranno punite solo le infrazioni più gravi, in particolare quando una vettura mal posteggiata impedisce il transito anche ai mezzi di soccorso.

18.03.2020 ore 14:26
In Cechia si esce solo a volto coperto

Il Governo del populista Andrej Babis ha deciso che dalla prossima notte in avanti in Cechia la popolazione dovrà portare una mascherina o un’altra copertura del naso e delle bocca quando uscirà di casa, una misura che incontra lo scetticismo degli esperti. Il paese aveva già chiuso le frontiere e invitato la popolazione a uscire il meno possibile. Altro nuovo provvedimento: l’introduzione di orari in cui negozi di generi alimentari e farmacie saranno aperti solo per gli anziani

18.03.2020 ore 14:26
Coronavirus, annullato l'Eurovision Song Contest

L’Eurovision Song Contest 2020 è stato annullato a causa dell’emergenza coronavirus. La competizione musicale su scala europea avrebbe dovuto tenersi quest’anno dal 12 al 16 maggio a Rotterdam, nei Paesi Bassi.

18.03.2020 ore 14:07
Coronavirus: gli esperti rispondono alle domande

Trasmissione in diretta ora su Rete Uno, Rete Due e in streaming sul sito e la pagina Facebook di RSI News. Tutti i dettagli sugli esperti presenti e su come partecipare:

Tutti insieme per sconfiggere il virus

Lo speciale RSI andato in onda su Rete Uno, Rete Due e Facebook con diversi ospiti per rispondere alle tante domande riguardanti la pandemia da Covid-19

18.03.2020 ore 13:45
Nuova Valascia, stop ai lavori

Interrotti i lavori della nuova Valascia

Il coronavirus ferma anche la costruzione della nuova pista

18.03.2020 ore 13:10
Forte aumento dei casi a Zurigo

Le autorità zurighesi hanno reso note le cifre aggiornate della diffusione del virus nel cantone: i casi sono aumentati di 130 in un solo giorno, toccando quota 424. Per mobilitare le risorse necessarie negli ospedali, d’ora in avanti saranno svolti solo gli interventi chirurgici strettamente necessari

18.03.2020 ore 12:54
Sessione del Gran Consiglio ticinese cancellata, riunioni a distanza per le commissioni

Videoconferenze e altre modalità digitali per proseguire a distanza l’attività commissionale indispensabile, mentre non avrà luogo la sessione plenaria del Gran Consiglio che avrebbe dovuto tenersi il 6 aprile: anche in Ticino la politica tira il freno a causa del coronavirus

Rallenta la politica ticinese

Salta la prossima seduta del Gran Consiglio, le commissioni si riuniscono a ritmo ridotto con modalità digitali

18.03.2020 ore 12:48
Misure per la formazione professionale

Confederazione, cantoni e organizzazioni del mondo del lavoro hanno concordato un approccio comune a livello nazionale che dovrà permettere di stabilire le priorità e le modalità operative di gestione della formazione professionale. In particolare, sono stati identificati questi tre aspetti prioritari:

  • garantire la continuità della formazione nelle scuole professionali attraverso segnatamente l’insegnamento a distanza,
  • mantenere gli esami (della formazione di base, maturità professionale, superiore, qualificazione degli adulti) previsti nei prossimi mesi assicurando la qualità delle procedure,
  • assicurare alle aziende la prossima generazione di personale specializzato, garantendo il numero di posti di apprendistato per il prossimo anno scolastico 2020/2021.


Per saperne di più: il comunicato stampa del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport.

18.03.2020 ore 12:37
“Non lasciamo fallire aziende sane”

Intervista a Aymo Brunetti, uno dei massimi esperti in Svizzera di economia politica e stabilità finanziaria

Consumi delle auto più realistici

Il TCS sottolinea che i valori dichiarati con le nuove misurazioni non differiscono più di quel tanto dalla guida in condizioni "effettive"

18.03.2020 ore 12:30
Oltre 200'000 contagi nel mondo

La soglia dei 200’000 contagi da coronavirus nel mondo è stata superata oggi, secondo le stime della Johns Hopkins University. I morti sono oltre 8’000 e i guariti oltre 82’000. In questo momento, dunque, i malati sono complessivamente circa 110’000.

18.03.2020 ore 12:30
La Francia fissa priorità su chi salvare

La Francia istituirà “cellule di sostegno etico” negli ospedali, per aiutare i medici a prendere le difficili decisioni che si profilano all’orizzonte, nel caso in cui gli ospedali non fossero più in grado di provvedere a tutti i pazienti gravi, come già accaduto in alcune aree lombarde. Il ministro Olivier Véran ha rifiutato di usare il termine di “selezione”, ma ha ammesso che “in tempi di epidemia qualche volta non ci si può nemmeno porre la domanda se concedere 24 o 48 ore di rianimazione a un 95enne con gravi problemi respiratori e un enorme rischio di decesso”. Attualmente nel paese è ancora disponibile un terzo dei circa 6’000 letti di cure intense, ma in alcune regioni (come l’Alsazia ad est) i posti già scarseggiano e ci si prepara a trasferimenti altrove.

Secondo l’ultimo bilancio, diffuso martedì sera, nell’insieme del paese le persone contagiate sono 7’730, di cui 699 malati gravi, mentre i morti ammontano a 175. Le spiegazioni nella corrispondenza per il Radiogiornale di Alessandro Grandesso

RG 12.30 del 18.03.2020 La corrispondenza di Alessandro Grandesso
18.03.2020 ore 11:56
Impennata dell'epidemia in Spagna

In Spagna, il bilancio più aggiornato sull’epidemia indica quasi 14’000 contagi e 558 morti. Questa sera, alle 21.00, re Felipe VI si rivolgerà alla nazione sull’emergenza coronavirus. Secondo i medici impegnati con i pazienti in terapia intensiva, se non sarà seguito il piano d’emergenza si rischiano fino a 86’000 decessi.

18.03.2020 ore 11:53
Aerei Swiss a Dübendorf

La pandemia di coronavirus sta colpendo pesantemente le compagnie aeree, molte delle quali, secondo esperti del settore, sono destinate al fallimento. Fra quelle in difficoltà c’è anche la Swiss, che spera in aiuti statali e che nel frattempo ha risposto al calo della domanda ritirando dalla circolazione metà della sua flotta. Non ci sono mai stati tanti aerei parcheggiati all’aeroporto di Kloten e vista la scarsità dei posti a disposizione 24 apparecchi del tipo A320, di solito utilizzati per collegamenti di corto e medio raggio, troveranno spazio in accordo con l’esercito all’aerodromo militare di Dübendorf.

18.03.2020 ore 11:45
Primo morto in Burkina Faso

In Burkina Faso, dove i casi di contagio da coronavirus sono una quindicina, si è registrato un morto. Si tratta del primo dell’Africa subsahariana.

18.03.2020 ore 11:25
Svizzera, sindacalisti chiedono stop di tutte le attività

Bisogna fermare tutte le attività di produzione e i servizi che non sono socialmente necessarie e urgenti, allo scopo di ridurre il numero di morti legati al coronavirus. È l’appello lanciato oggi al Consiglio federale da una sessantina di sindacalisti. “A cosa serve vietare l’accesso ai parchi pubblici se centinaia di migliaia di dipendenti devono lavorare fianco a fianco nei cantieri, nelle industrie e persino negli uffici?”, chiedono i firmatari dell’appello, tra cui vari esponenti di UNIA, del Sindacato svizzero dei servizi pubblici (SSP/VPOD) e di Syndicom. I sindacalisti chiedono quindi al Governo di decretare lo stop a tutte le attività non socialmente necessarie e urgenti e di concedere a tutti gli interessati un congedo straordinario retribuito.

18.03.2020 ore 11:08
Grande Friburgo, non si vota il 17 maggio

È stato annullato, così come tutte le serate informative previste in precedenza, il voto consultivo del 17 maggio sul progetto di Grande Friburgo, una fusione che riguarda nove comuni

18.03.2020 ore 11:08
La Posta adatta le filiali per la distanza sociale

Le filiali della Posta che non dispongono di sportelli chiusi, necessari per garantire la distanza sociale tra collaboratori e clienti, saranno temporaneamente chiuse per consentire gli adattamenti necessari. Lo ha fatto sapere l’azienda in una nota.

18.03.2020 ore 11:06
Contagiato il medico cantonale ginevrino

Jacques-André Romand, il medico cantonale ginevrino (l’equivalente di Giorgio Merlani in Ticino) è risultato positivo al coronavirus. Saputo del contagio, è rientrato a casa da dove continuerà a lavorare con il sostegno della sua équipe, ha spiegato il portavoce del Dipartimento della sanità Laurent Paoliello, confermando quanto anticipato dalla Tribune de Genève. Nel pomeriggio di ieri, Romand aveva tenuto una conferenza stampa.

18.03.2020 ore 10:42
"100 miliardi per l'economia"

La congiuntura svizzera, sempre più colpita dal coronavirus, va sostenuta con un fondo dotato di 100 miliardi di franchi: è la richiesta avanzata da due professori di economia del Politecnico federale di Zurigo. Le misure finora adottate dal Consiglio federale, compresi i 10 miliardi stanziati, non sono sufficienti per far fronte alla crisi, affermano in un comunicato i due studiosi, Hans Gersbach e Jan-Egbert Sturm (quest’ultimo è direttore del KOF, il centro di ricerca congiunturale dell’ETH). A rischio vi è l’intero sistema economico: sussiste la minaccia di un forte calo del prodotto interno lordo e di un’ondata di insolvenze. Il fondo da 100 miliardi servirebbe a garantire la liquidità delle imprese e a preservare i posti di lavoro. Le aziende sarebbero comunque chiamate a restituire una buona parte del denaro ricevuto, a condizioni molto favorevoli, una volta che l’emergenza sarà finita.

18.03.2020 ore 10:31
Esercito in 12 cantoni, avanti la mobilitazione. Polizia militare per chi non si fa vivo

La maggior mobilitazione dell’esercito dalla Seconda guerra mondiale in aiuto alle autorità civili prosegue liscia come l’olio. Lo ha dichiarato stamattina il sostituto del capo dell’esercito, Aldo Schellenberg, a radio DRS, lodando la professionalità dei soldati chiamati in servizio. Qualcuno però sta facendo orecchie da mercante.

Frattanto, il portavoce Daniel Reist ha detto che sono ormai 12 cantoni - il primo dei quali il Ticino già la settimana scorsa - che hanno chiesto il sostegno della truppa per far fronte all’epidemia di coronavirus. In totale si tratta di 60 richieste di sostegno in diversi settori. Il Consiglio federale ha messo a disposizione fino a 8’000 militi. Si calcola che i soldati che hanno risposto alla chiamata oscillino già tra i 2’000 e i 3’000: avvertiti via sms, l’80% ha reagito entro un’ora. La polizia militare si occupa di quelle persone che non hanno dato segni di vita, ha sottolineato Reist.

I soldati sostengono le autorità cantonali soprattutto nell’ambito sanitario. Anche i militi sono esposti però al rischio di contrarre la malattia: stando a Reist, finora si annoverano 10 casi. Schellenberg ha sottolineato che vengono rispettate le indicazioni del governo riguardanti le norme igieniche. Gli alloggiamenti dei soldati vengono ispezionati per verificare se le prescrizioni igieniche possono essere rispettate e si fa di tutto per evitare che i soldati debbano dormire nei bunker.

18.03.2020 ore 10:02
Donazione di sangue in sicurezza

Le donazioni di sangue a livello nazionale sono in calo del 30%, ma le riserve al momento sono garantite in Ticino. Il Servizio trasfusionale, per garantire un buon afflusso di donatori, ha introdotto delle misure eccezionali. Da lunedì la sede di donazione di Lugano sarà trasferita dal Civico al Centro professionale tecnico di Trevano. Per le sedi di Bellinzona e Locarno non sono previsti cambiamenti. Per garantire le distanze tra le persone, le donazioni saranno effettuate solo su appuntamento telefonico. Durante la chiamata sarà anche valutato lo stato di salute del donatore. Per appuntamenti chiamare lo 091 960 26 06 o scrivere una mail a convocazione@trasfusionale.ch. Ulteriori aggiornamenti su www.donatori.ch/news.

18.03.2020 ore 09:54
Vaccino, via libera ai test in Cina

La Cina ha dato il via libera ai test di sperimentazione sulla sicurezza per l’uomo di un vaccino contro il coronavirus. I ricercatori dell’Accademia cinese delle scienze mediche militari hanno ricevuto l’approvazione per lanciare gli studi clinici in fase iniziale del potenziale vaccino a partire da questa settimana.

18.03.2020 ore 09:14
Germania, netto aumento dei contagi

In Germania è aumentato di quasi un quarto, rispetto a ieri , il numero dei contagiati da coronavirus: sono ora 8’009, stando ai conteggio comunicati da ciascun Land e riportati dalla “Süddeutsche Zeitung”. Le vittime sono salite a 22. Ieri sera il numero degli infetti secondo l’istituto epidemiologico Robert Koch era ancora di 6’012. La regione più colpita è ancora quella del Nordreno-Vestfalia con 3’060 casi. Segue la Baviera con 1’352.

18.03.2020 ore 08:19
Pandemia: gli esperti vi rispondono

Oggi dalle 14 alle 16 Rete Uno, Rete Due e la pagina FB RSINews proporranno un programma straordinario intitolato “Tutti insieme per sconfiggere il virus”. Per sciogliere i dubbi medici, virologi e psicologi risponderanno in diretta alle domande. Tutti i dettagli sugli esperti presenti e su come partecipare:

Insieme per combattere il virus

Speciale RSI sulla pandemia, oggi dalle 14.00 alle 16.00, su Rete Uno, Rete Due e sul profilo Facebook di RSI News

18.03.2020 ore 08:14
"Non svaligiate i supermercati"

Il delegato per l’approvvigionamento economico Werner Meier rassicura la popolazione svizzera in merito alle scorte di cibo dei supermercati. Meier ha spiegato che nella Confederazione esistono apposite risorse per fronteggiare situazioni di emergenza da tre a quattro mesi e mezzo, e che l’approvvigionamento di merci dall’estero è garantito. Lo stesso vale anche per i medicinali e l’energia.

Per questo motivo, il delegato invita i cittadini a non farsi prendere dal panico prendendo d’assalto i supermercati elvetici. Oltre a ciò, Meier sottolinea pure l’importanza di avere delle scorte per le economie domestiche.

18.03.2020 ore 07:46
Medici cinesi in arrivo a Milano

Medici, tecnici e infermieri cinesi e materiale sanitario (respiratori e mascherine) arriveranno nel pomeriggio in Lombardia per dare man forte ai confratelli nella lotta al Covid-19. Il primo gruppo in arrivo è composto da 10 persone, ma in totale ne arriveranno 300 e saranno attivi a Milano e Firenze. Una prima delegazione era già arrivata a Roma all’ospedale Spallanzani il 13 marzo.

La Lombardia intanto sta cercando nuovi posti letto di cure intense, mentre una postazione per la presa a carico dei pazienti sarà pronta tra una decina di giorni alla Fiera di Milano. Sono 12’000 i contagiati nella regione, 1’600 i decessi. La più colpita, per ora, è la provincia di Bergamo.

18.03.2020 ore 07:12
Avanza l'epidemia negli USA

Gli Stati Uniti sono sempre più confrontati ad un importante incremento dei casi di infezione da coronavirus. L’ultimo bilancio indica più 6’400 malati, mentre i decessi sono saliti a 108.

18.03.2020 ore 07:11
Ancora segnali positivi dalla Cina

La Cina ha registrato martedì 13 nuovi casi di coronavirus: uno solo a Wuhan (per il secondo giorno consecutivo) e 12 importati. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie, stando alle quali i contagi di ritorno sono saliti a 155.

Intanto cresce il numero di persone dimesse dagli ospedali: quasi 70’000, con un tasso di guarigione salito all’86%.