Uno scorcio di un laboratorio dell'IRB
Uno scorcio di un laboratorio dell'IRB ti-press
Momenti chiave
25.01.2021 ore 20:41
25.01.2021 ore 18:22
25.01.2021 ore 17:19
25.01.2021 ore 16:47
25.01.2021 ore 14:57
25.01.2021 ore 14:27
25.01.2021 ore 12:48
25.01.2021 ore 12:23
25.01.2021 ore 11:26
25.01.2021 ore 10:35
25.01.2021 ore 09:41
25.01.2021 ore 08:50
25.01.2021 ore 07:07
25.01.2021 ore 07:05
25.01.2021 ore 07:03

Coronavirus, la nuova arma dell’IRB

L’Istituto ticinese ha sviluppato un anticorpo doppio di nuova generazione in grado di proteggere dalle varianti e di impedire al virus di mutare. Vaccino: in Ticino aperti i centri di Ascona e a Tesserete
lunedì 25 gennaio 2021 07:01

L'IRB ha sviluppato un anticorpo doppio di nuova generazione in grado di proteggere dalle varianti e di impedire al virus di mutare.

Nella Svizzera italiana dventano operativi da oggi (lunedì) i centri di vaccinazione contro la pandemia di Ascona e Tesserete. Accoglieranno le persone ultra 80enni in base alle prenotazioni fatte in precedenza al numero verde cantonale (0800 128 128). Dopo l’apertura del centro di vaccinazione a Rivera (il 12 gennaio), dunque, con le aperture di Ascona e Tesserete, il Ticino triplica le vaccinazioni giornaliere (da 200 a oltre 600). A causa dei ritardi nella consegna del vaccino Pfizer, si procederà somministrando quello di Moderna.

La cronaca della giornata di ieri

di Alex Ricordi, Stefano Pongan, Massimiliano Angeli, Diego Moles e Joe Pieracci

25.01.2021 ore 18:28
+++ Una nuova arma contro il coronavirus dall’IRB +++

L’Istituto di ricerca in biomedicina (IRB) di Bellinzona ha sviluppato un anticorpo doppio n grado di proteggere dalle varianti e di impedire al virus di mutare.

Coronavirus, la nuova arma dell’IRB

L’Istituto ticinese ha sviluppato un anticorpo doppio di nuova generazione in grado di proteggere dalle varianti e di impedire al virus di mutare

25.01.2021 ore 23:16
Brasile: inchiesta sulla gestione della pandemia

La Corte suprema brasiliana ha avviato un’inchiesta sulla gestione della pandemia da parte del ministro della Salute. Nel Paese sono oltre 8,8 milioni le infezioni totali confermate e 217’664 i decessi legati al Covid-19.

25.01.2021 ore 22:04
Nuova serata di scontri nei Paesi Bassi

Nuovi scontri nei Paesi Bassi contro il coprifuoco imposto dalle autorità per lottare contro la pandemia di coronavirus. La polizia antisommossa ha usato gli idranti per disperdere le persone scese in strada per protestare in diverse città.

25.01.2021 ore 21:43
Biden e Merkel vogliono più collaborazione

Angela Merkel e Joe Biden, nel corso di una telefonata, hanno concordato che la pandemia di coronavirus può essere superata solo con una maggiore cooperazione internazionale e intendono rafforzare la collaborazione transatlantica.

25.01.2021 ore 20:41
L’Italia scrive a Pfizer

Le autorità italiane hanno inviato a Pfizer una lettera di diffida a Pfizer chiedendo che rispetti gli obblighi contrattuali sulla consegna delle dosi di vaccino. Saranno valutate ulteriori azioni, a livello nazionale o europeo, per tutelare il regolare svolgimento la campagna di vaccinazione.

25.01.2021 ore 20:21
Travail.Suisse chiede più aiuti per chi guadagna meno

La federazione sindacale Travail.Suisse chiede l’adozione di misure per venire in aiuto di moltissime persone che in questo periodo sono in lavoro ridotto. I redditi dovrebbero essere garantiti fino ad almeno 4’000 franchi al mese e l’indennità per lavoro ridotto dovrebbe essere aumentata almeno fino a 5’000. Ai dipendenti in disoccupazione parziale, viene garantito solo l’80% del loro reddito, si legge in una nota diffusa dopo una tavola rotonda con il presidente della Confederazione Guy Parmelin. Ciò, secondo l’organizzazione dei lavoratori, appresenta una minaccia esistenziale per le persone con i redditi più bassi.

Durante l’ultima sessione invernale, il Parlamento ha deciso di aumentare l’indennità di lavoro ridotto per le persone a basso reddito fino a 4’340 franchi e di garantire il 100% del reddito fino a 3’470 franchi. Una misura ritenuta insufficiente visto il costo della vita, sottolinea Travail.Suisse richiamando l’attezione anche sull’aumento del numero dei disoccupati che hanno esaurito le indennità.

25.01.2021 ore 20:06
Recordo negativo di contagi in Spagna

Nuovo record negativo di contagi nel fine settimana in Spagna dove, stando ad un’opinione diffusa, si sta affrontando la terza ondata. I casi sono stati 93’822 e i morti 767. Lo riportano i media iberici, citando i dati diffusi dal ministero della salute. Il numero delle infezioni per 100’000 abitanti nelle ultime due settimane è passato dalle 829 di venerdì alle 885 di lunedì.


Secondo Fernando Simón, capo delle emergenze sanitarie del paese, le unità di terapia intensiva sono al limite. È probabile, ha aggiunto, che “abbiamo raggiunto il picco e siamo in una fase discendente”.

25.01.2021 ore 19:59
Uscite dal Regno Unito illegali senza giustificazione

I viaggi dal Regno Unito verso l’estero, in assenza di “giustificazioni” specifiche come ipotetiche esigenze mediche, sono al momento “illegali” in base al lockdown. Lo ha detto Matt Hancock, ministro della sanità.

Interpellato sull’ipotesi che il governo guidato da Boris Johnson stia valutando d’imporre a chi entra nel paese, oltre a un test negativo, una quarantena sorvegliata in hotel, ha preso tempo, ma ha ammonito che “le cautele ai confini sono incredibilmente importanti” in questa fase, per evitare la trasmissione dall’estero delle nuove varianti del virus.

25.01.2021 ore 19:22
Via libera agli aiuti per i casi di rigore

Il Gran Consiglio ticinese, con 78 voti favorevoli, due astenuti e nessun contrario, ha approvato 75,6 milioni di franchi di aiuti per le aziende colpite dalla crisi dovuta alla pandemia.

Aiuti per i casi di rigore

Via libera del Gran Consiglio ticinese ai 75 milioni di franchi per le aziende colpite dalla crisi dovuta alla pandemia

25.01.2021 ore 18:42
Aumentano i pazienti negli ospedali francesi

La Francia ha registrato 4’240 nuovi casi di coronavirus e 445 morti in più legate al Covid-19. Sono intanto 26’924 le persone in ospedale a causa della malattia, di cui 3’041 in cure intense, dei dati che non si registravano dall’inizio di dicembre.

25.01.2021 ore 18:22
L'attesa del vaccino

Molti aspettano il vaccino sperando di tornare a una vita più normale. tra loro la madre di Natalie, disabile e costretta a stare a casa a causa di una malattia che rende troppo pericoloso il contatto con altre persone.

L'attesa del vaccino

La testimonianza di una madre la cui figlia disabile deve a stare a casa a causa di una malattia che rende troppo pericoloso il contatto con altre persone

25.01.2021 ore 17:50
Un vaccino per animali potrebbe servire

La vaccinazione di cani e gatti domestici potrebbe essere necessaria per frenare la diffusione dell’infezione da SARS-CoV-2. Questo il messaggio lanciato, dalle pagine della rivista Virulence, dagli esperti di virologia, malattie infettive e genomica dell’Università dell’East Anglia, l’Earlham Institute e l’Università del Minnesota.

Vaccinare "Fido" potrebbe servire

Lo affermano esperti di virologia di varie università sulle pagine della rivista "Virulence"

25.01.2021 ore 17:31
Oltre 22’000 contagi in Gran Bretagna

Le autorità britanniche lunedì segnalano 22’195 nuovi casi di coronavirus, contro i 30’004 registrati domenica. Sono invece 592 le morti legate al Covid-19. Sono intanto oltre 6 milioni e mezzo le persone che hanno ricevuto la prima dose del vaccino.

25.01.2021 ore 17:19
Calo dei malati in Italia

Sono 8’561 i contagi da coronavirus segnalati in Italia lunedì, mentre sono 420 i decessi legati al Covid-19. Secondo i dati del Ministero della salute sono 591’630 le persone attualmente positive al coronavirus, 7’648 meno di domenica.

25.01.2021 ore 17:13
Una classe delle elementari in quarantena nel Moesano

Una classe delle elementari nel Moesano è stata messa in quarantena in seguito ai test effettuati tra allievi e docenti. Sui 666 test salivari fatti sono emersi 3 casi positivi, che hanno portato alla decisione del medico cantonale, mentre i 243 test rapidi sono tutti risultati negativi.

25.01.2021 ore 16:47
Variante brasiliana a Varese

Un primo caso di infezione della variante brasiliana del coronavirus in Italia è in corso di valutazione all’ospedale di Varese. Si tratta di un uomo rientrato negli scorsi giorni dal Brasile, in buone condizioni di salute, ricoverato per accertamenti per precauzione.

25.01.2021 ore 16:28
Persi oltre 250 milioni di impieghi

La pandemia di coronavirus nel 2020 ha provocato la perdita dell’equivalente di oltre 250 milioni impieghi a livello mondiale e la disoccupazione globale è aumentata di 1,1 punti percentuali al 6,5%. Lo ha indicato l’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) a Ginevra.


Persi 255 milioni di impieghi

Le ore lavorative nel 2020 a livello mondiale sono scese di quasi il 9% a causa della pandemia

25.01.2021 ore 16:23
Aumentano le infezioni dovute a varianti in Svizzera

Sono un migliaio le infezioni rilevate finora in Svizzera dovute a forme mutate del coronavirus. Circa la metà sono legate a quella che è stata battezzata variante inglese, mentre altre 16 a quella definita sudafricana. Quasi 500 casi non sono quindi legati a nessuno dei due ceppi. Le infezioni da forme mutate del coronavirus sono in aumento: venerdì scorso se ne erano censite 674, contro 582 il giorno prima e 479 mercoledì.

25.01.2021 ore 15:59
Nei casi gravi non si producono anticorpi efficienti

Nelle forme gravi di Covid-19 gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario non sono efficienti nel combattere il virus SarsCoV2. Lo indica la ricerca coordinata dall’Università della California a San Francisco e pubblicata sulla rivista Nature. Lo studio, guidato dal gruppo di Matthew Krummel, è stato condotto su 21 pazienti, 11 dei quali con una forma moderata della malattia e dieci con una forma severa.

25.01.2021 ore 15:57
Test su vaccino 'booster' contro variante Sudafrica

Moderna sta procedendo nello studio di un nuovo candidato vaccino contro il Covid (rispetto a quello gia’ approvato), di tipo booster (definito mRNA-1273.351), contro la variante sudafricana. Il vaccino Moderna nella versione attuale è efficace, spiega l’azienda, per garantire la protezione dalla variante Sudafricana, ma in misura minore rispetto alla risposta del sistema immunitario ottenuta contro la variante inglese. Contro la variante Sudafrica si riscontrata “una riduzione di sei volte dei titoli anticorpali neutralizzanti. Ma i livelli rimangono al di sopra dei valori che ci si aspetta siano protettivi”.

25.01.2021 ore 15:29
Varianti, Moderna studia il richiamo con la terza dose

Moderna testerà una dose aggiuntiva di richiamo del suo COVID-19 Vaccine (mRNA-1273) per studiare la capacità di aumentare ulteriormente la risposta immunitaria contro le varianti. In totale quindi le dosi da utilizzare, una volta conclusa questa sperimentazione, diventerebbero 3. Lo rende noto l’azienda che annuncia l’efficacia del vaccino contro la variante GB e quella sudafricana. “Mentre cerchiamo di sconfiggere il virus COVID-19, che ha causato la pandemia, crediamo che sia fondamentale essere proattivi mentre il virus si evolve” ha dichiarato Stéphane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna.

25.01.2021 ore 15:29
Fauci, vaccini ad oggi efficaci contro le varianti

I due vaccini contro il Covid-19, al momento, “sono efficaci contro le mutazioni sia della variante sudafricana che contro la variante inglese”. Ma “dobbiamo fare attenzione perché la situazione sta evolvendo. La variante sudafricana è più problematica”. Lo ha detto Anthony Fauci, direttore dell’US National Institute of Allergy and Infectious Diseases

25.01.2021 ore 15:27
Lombardia: Sala, "Sui dati non è vero che non è colpa di nessuno"

“Quando il presidente Fontana dice che non è colpa di nessuno non è così, di qualcuno è colpa, il problema non è fare un processo ma correggere il malfunzionamento”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala per chiedere alla Regione Lombardia chiarezza sui dati dei positivi da Covid, dopo che la regione è stata una settimana in zona rossa per errore.

25.01.2021 ore 15:24
Fauci, pericoloso rinviare seconda dose del vaccino

L’ipotesi di ritardare l’iniezione della seconda dose dei vaccini contro il Covid-19, considerata da alcuni per allargare la platea dei vaccinati, “desta preoccupazione. Non c’è piena efficacia finché non si è iniettata la seconda dose, e se si permette un’efficacia meno che ottimale, si rischia di selezionare nuove mutazioni. Potrebbe non accadere, ma è rischioso”. Lo ha detto Anthony Fauci, direttore dell’US National Institute of Allergy and Infectious Diseases

25.01.2021 ore 14:58
Pechino aumenta l'export di forniture mediche

Pechino ha visto le sue esportazioni di forniture mediche aumentare nel 2020: lo dimostrano i dati doganali diffusi oggi. Le esportazioni tessili e di abbigliamento, la maggior parte mascherine chirurgiche e tute ignifughe, lo scorso anno sono aumentate del 202,7% dal 2019 a 35,21 miliardi di yuan (circa 5,4 miliardi di dollari). Le esportazioni di strumenti e dispositivi medici hanno totalizzato 11,34 miliardi di yuan nel 2020, in crescita del 138,5% su base annua, e le esportazioni di materiali e farmaci hanno registrato un aumento del 64,3% a 6,77 miliardi di yuan. Il commercio estero di Pechino è stato duramente colpito dal coronavirus nella prima metà del 2020, ma gradualmente è tornato alla normalità con il diminuire dell’epidemia e la ripresa della produzione.

25.01.2021 ore 14:57
La geografia del contagio

Migliora ancora la situazione sul fronte dell’incidenza del contagi in base alla popolazione in Svizzera, scesa a 328,8 casi ogni 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni. Dei cantoni, solo Appenzello Interno con il nuovo dato si muove in controtendenza, anche la situazione peggiore è quella di Vallese (479) e Glarona (470). Il Ticino (316) passa sotto la media nazionale, mentre i Grigioni sono leggermente al di sopra a quota 347.

25.01.2021 ore 14:54
Moderna, "vaccino efficace contro varianti GB e sudafricana"

Il vaccino anti-Covid di Moderna è efficace contro le varianti inglese e sudafricana del coronavirus. Lo riferisce l’azienda in un comunicato.

25.01.2021 ore 14:53
Turchia riceve 6,5 milioni di dosi di vaccini cinesi

La Turchia ha ricevuto oggi dalla Cina altre 6,5 milioni di dosi di vaccini contro la Covid-19 prodotti dalla società bio-farmaceutica cinese Sinovac.

25.01.2021 ore 14:34
Berset, nessuna apertura per la cultura

Il consigliere federale Alain Berset ha incontrato virtualmente oggi rappresentanti della comunità culturale. Questi ultimi hanno informato il responsabile del Dipartimento federale dell’interno (DFI) sulle difficoltà che il settore culturale si trova ad affrontare. Purtroppo, al momento non è possibile fornire prospettive chiare sulla riapertura delle istituzioni culturali o sull’autorizzazione di eventi culturali, ha fatto sapere il DFI.

Una graduale riapertura dipende da numerose variabili, come i progressi nella copertura vaccinale, la diffusione delle nuove mutazioni del Covid e il rispetto delle misure sanitarie. Se nei prossimi mesi saranno possibili degli allentamenti, ciò avverrà probabilmente per tappe e a seconda del tipo e delle dimensioni degli eventi.

25.01.2021 ore 14:29
Svizzera, la nuova fornitura di Pfizer/Biontec è in arrivo

Il prossimo lotto di vaccini anti-coronavirus Pfizer/Biontec, le cui forniture presentano ritardi in tutta Europa, dovrebbe giungere in Svizzera nei prossimi giorni. Lo ha indicato oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). L’UFSP sottolinea comunque che quello attuale è solo un rallentamento delle consegue, non una interruzione. L’Ufficio federale si aspetta del resto che questi ritardi vengano compensati ancora nel primo trimestre.

La Confederazione era cosciente che la carenza globale di vaccini sarebbe stata una sfida, afferma ancora l’UFSP. La produzione e la disponibilità dei vaccini anti-Covid-19 sono soggette a molte incertezze. Per questo motivo Berna ha adottato una “strategia diversificata” che si basa su vaccini di diversi produttori e con tecnologie diverse.

25.01.2021 ore 14:27
Il Brasile supera i 217'000 morti

Il Brasile ha superato la barriera dei 217 mila morti per il coronavirus e questa settimana potrebbe arrivare a 220 mila, considerato che la media mobile supera le mille vittime giornaliere. Il numero totale di persone che hanno perso la vita dall’inizio della pandemia, nel febbraio 2020, ha raggiunto 217.081, inclusi i 606 registrati nelle ultime 24 ore. La media mobile, che indica la media degli ultimi sette giorni, è stata di 1.030 morti giornaliere, che indica un aumento del 3% rispetto alla media registrata 14 giorni fa.

Allo stesso tempo, tra sabato e domenica sono stati segnalati 28.487 nuovi contagi, che hanno fatto salire il totale a 8.844.600, con una media giornaliera di 51.642 casi.

25.01.2021 ore 14:16
Inchiesta UE per capire dove sono finiti i vaccini

La Commissione europea sta lavorando per istituire un registro di trasferimenti dei vaccini fuori dall’Ue, per capire se le case produttrici stiano consegnando i vaccini destinati ai Paesi dell’Unione altrove. Si apprende da fonti Ue. Bruxelles conta di mettere in campo il registro, chiamato ‘schema di trasparenza’, in una settimana circa.

25.01.2021 ore 14:14
A Dubai sconti nei ristoranti ai vaccinati

In tempo di pandemia, alcuni ristoranti di Dubai hanno iniziato a offrire sconti ai clienti che sono stati vaccinati contro il coronavirus. I clienti devono mostrare la prova dell’inoculazione, come un certificato medico, per ottenere lo sconto.

Gli Emirati Arabi Uniti affermano di aver già vaccinato circa 2,5 milioni di persone della sua popolazione di circa 10 milioni, il secondo tasso più alto a livello mondiale dopo Israele.

25.01.2021 ore 13:56
"Farmaco a disposizione ad aprile-maggio in Italia"

“Il farmaco è infialato e pronto per le prove cliniche che inizieranno tra qualche giorno e, con leggerissimo ritardo, dovrebbe essere a disposizione delle persone verso aprile-maggio”. Lo ha detto Rino Rappuoli, direttore scientifico di Gsk Vaccines e coordinatore della ricerca sugli anticorpi monoclonali di Toscana Life Sciences. “Siamo molto contenti - ha aggiunto Rappuoli - di essere arrivati al momento in cui con il commissario Arcuri abbiamo fatto un accordo con cui ci prepareremo non solo a fare questo farmaco, ma anche a diventare un posto per la sicurezza nazionale contro le malattie emergenti in futuro”.

25.01.2021 ore 13:55
Vaccinazioni da oggi anche ad Ascona e a Tesserete

Diventano operativi da oggi, lunedì, i centri di vaccinazione contro la pandemia organizzati ad Ascona e a Tesserete. Accoglieranno le persone ultra 80enni in base alle prenotazioni fatte in precedenza al numero verde cantonale (0800 128 128). Dopo l’apertura del centro di vaccinazione a Rivera (lo scorso 12 gennaio), con le aperture di Ascona e Tesserete, il Ticino triplica così le vaccinazioni giornaliere (da 200 a oltre 600). A causa dei ritardi nella consegna del vaccino Pfizer, si procederà somministrando quello di Moderna.

Tesserete: operativo il centro di vaccinazione antiCovid


25.01.2021 ore 13:53
"Ecco i Paesi UE con zone rosso scuro"

“Dieci-venti Paesi Ue” presentano zone ad alto rischio che passano nella categoria ‘rosso scuro’: tra questi ci sono ampie zone del Portogallo e della Spagna e alcuni territori in Italia, Francia, Germania e Paesi scandinavi”. Così il commissario Ue per la Giustizia, Didier Reynders, anticipando i risultati di una simulazione della nuova mappa del contagio in Ue realizzata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). Il ‘rosso scuro’ è la nuova colorazione per le aree europee ad alto rischio Covid.

25.01.2021 ore 13:49
Su Twitter i primi segnali della pandemia in UE

Già prima degli annunci ufficiali giravano su Twitter i ‘segnali’ della diffusione del virus in Europa. E’ quanto rivelerebbe uno studio della Scuola Imt di Lucca pubblicato su Scientific Reports, in base “alla stessa discussione online, animata in maniera significativa da post su strane polmoniti e tosse secca” già a dicembre 2019. Già da dicembre 2019, fatta eccezione per la Germania, l’intera discussione virtuale europea a tema polmonite si intensifica fino a evidenziare una significativa eccedenza”, con una diffusione che si concentra “proprio nelle aree dove poi si svilupperanno i primi focolai”. I risultati dello studio, si spiega, “evidenzierebbero l’urgenza di un sistema integrato di sorveglianza epidemiologica digitale, in cui i social media potrebbero avere un ruolo strategico”.

25.01.2021 ore 13:43
Remuzzi: "Vaccino Sputnik funziona"

Il vaccino russo Sputnik V contro il Covid “sostanzialmente funziona. Somiglia molto a quello di AstraZeneca e se siamo in difficoltà, va bene anche il vaccino russo”. A dirlo Giuseppe Remuzzi, direttore dell’istituto Mario Negri di Milano. Su "Sputnik ho visto il lavoro, perchè la rivista Lancet ce lo ha fatto vedere prima che fosse pubblicato - spiega - E' un lavoro non perfetto, ma fa vedere che il vaccino sostanzialmente funziona". In Italia alcuni "hanno mandato una lettera a Lancet sottolineando alcuni problemi, ma tutti i vaccini hanno problemi - continua Remuzzi - e la risposta data a Lancet ha fatto vedere che si tratta di argomenti senza una grossa base.

25.01.2021 ore 13:40
Svizzera: ultime 72 ore, tasso di positività al 7,84%

Nel corso delle ultime 72 ore sono stati trasmessi i risultati di 55’071 test, indica l’UFSP. Il tasso di positività in Svizzera è del 7,84%. Sull’arco di due settimane, il numero totale di infezioni è 28’427. I casi per 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni sono 328,83. Il tasso di riproduzione, che ha un ritardo di una decina di giorni sugli altri dati, si attesta a 0,93.

25.01.2021 ore 13:37
Svizzera: altri 4'320 casi in 72 ore e 85 morti

In Svizzera e nel Liechtenstein, lunedì sono state segnalate all’UFSP 4’320 nuove infezioni da coronavirus in 72 ore, rispetto alle 4’703 del lunedì di una settimana fa. Allo stesso tempo, l’UFSP ha registrato 85 nuovi decessi e 129 ricoveri in ospedale.

Dall’inizio della pandemia, 513’599 casi di Covid-19 sono stati confermati in laboratorio su un totale di 4’190’785 test effettuati in Svizzera e nel Liechtenstein. In totale si contano 8430 decessi e il numero di persone ospedalizzate si attesta a 21’358.

In Svizzera si contano attualmente 16’974 persone in isolamento e 26’072 entrate in contatto con loro e messe in quarantena. A questi se ne aggiungono 2917 di ritorno da un Paese a rischio e posti in quarantena.

25.01.2021 ore 13:35
Persi nel mondo 255 milioni di posti di lavoro

La pandemia ha causato “danni massicci” all’occupazione, con l’equivalente di 255 milioni di posti di lavoro persi nel 2020, secondo i dati diffusi lunedì dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO). In tutto il 2020, nel mondo, sono state perse “l’8,8% delle ore di lavoro (rispetto al quarto trimestre del 2019), il che equivale a 255 milioni di posti di lavoro a tempo pieno”, o quattro volte più ore di lavoro andate in fumo che durante la crisi finanziaria del 2009, ha detto l’agenzia delle Nazioni Unite nel suo settimo rapporto sull’impatto della pandemia sul mondo del lavoro.

25.01.2021 ore 13:31
Ue: "Scoraggiate tutti i viaggi non essenziali"

La Commissione Ue propone che tutti i viaggi non essenziali siano “fortemente scoraggiati finché la situazione epidemiologica non sia migliorata considerevolmente”. Ciò riguarda specialmente le zone in ‘rosso scuro’. Gli Stati devono prevedere un test prima della partenza e una quarantena all’arrivo per chi viene da quelle aree.

25.01.2021 ore 13:28
Anche l'istituto Pasteur rinuncia al suo vaccino

L’Istituto Pasteur, il più importante organismo di ricerca francese, ha annunciato oggi di aver deciso lo stop allo sviluppo del suo principale progetto di vaccino contro il Covid-19, in partnership con il gruppo Merck (MSD), poiché i primi test hanno mostrato che è meno efficace di quanto si sperasse. Pasteur è il secondo centro di ricerca francese ad annunciare il flop dopo il laboratorio Sanofi, che a dicembre ha fatto sapere che il suo vaccino è in ritardo e sarà pronto soltanto a fine 2021, anche in quel caso per risultati meno buoni del previsto.

25.01.2021 ore 13:27
Xi Jinping: "Serve un'azione globale"

La pandemia del Covid-19 “è tutt’altro che finita. La recente recrudescenza dei casi ci ricorda che dobbiamo portare avanti la lotta”. Intervenendo in video al World Economic Forum di Davos, il presidente cinese Xi Jinping ha detto di rimanere “convinto che l’inverno non possa fermare l’arrivo della primavera e che l’oscurità non potrà mai avvolgere la luce dell’alba”, rilanciando il multilateralismo. “Nessun problema globale può essere risolto da alcun Paese da solo, e ci deve essere una azione globale, una risposta globale e una cooperazione globale”, ha aggiunto Xi.

25.01.2021 ore 13:25
Covid soffia sul secessionismo di Scozia e Ulster

Il secessionismo in seno al Regno Unito - in Irlanda del Nord e soprattutto in Scozia - minaccia di trovare ulteriore alimento nella polemica sulla gestione dell’emergenza Covid. A far suonare l’allarme, da una prospettiva unionista, è l’ex premier laburista britannico Gordon Brown, scozzese di nascita, che punta il dito contro il suo successore conservatore Boris Johnson alla luce di sondaggi pubblicati negli ultimi giorni secondo i quali una maggioranza di scozzesi (49% contro 44% al momento, con un margine potenzialmente determinate d’indecisi) pensa oggi che la Scozia sarà indipendente al massimo entro 10 anni; mentre i nordirlandesi risultano spaccati esattamente a metà sulla stessa prospettiva (47% contro 47%), ma con una maggioranza ora favorevole rispetto a un ipotetico voto referendario.

25.01.2021 ore 13:22
Remuzzi: "Vaccini italiani con i soldi del Mes"

Per poter avere tante persone vaccinate e più vaccini anti-Covid, servirebbero più siti di produzione in giro per il mondo, e “l’Italia potrebbe farlo, essendo il terzo produttore mondiale di farmaci. Se abbiamo i soldi del Mes, usiamone una piccola parte per fare un grande impianto di produzione del vaccino”. A dirlo è Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto Mario Negri di Milano.

25.01.2021 ore 13:04
Ue, aree ad alto rischio in "rosso scuro"

La Commissione Ue propone l’aggiunta di un nuovo colore, il rosso scuro, alla mappa del rischio del Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) “per riflettere l’alto livello di infezioni parzialmente legate a nuove varianti di coronavirus”. Lo ha annunciato il commissario Ue per la Giustizia, Didier Reynders, presentando la proposta della Commissione Ue sui viaggi dentro e fuori ai confini Ue. “La nuova categoria” di rischio “si applica alle aree in cui il tasso di notifica delle infezioni di 14 giorni è di 500 o più”, ha aggiunto.

25.01.2021 ore 12:48
Madrid vieta gli incontri in casa

Entrano in vigore oggi a Madrid le nuove restrizioni anti-Covid annunciate venerdì scorso per contrastare la terza ondata della pandemia. Da oggi, ricorda El Pais, sono vietati gli incontri in casa tra persone non conviventi e il coprifuoco è stato anticipato dalle 23 alle 22, dopo che era già stato spostato dalle 24 alle 23 appena una settimana fa. Inoltre, negozi e ristoranti - dove le persone al tavolo sono ridotte a un massimo di 4 - dovranno chiudere alle 21.

25.01.2021 ore 12:45
Rafforzate le misure di protezione anti-Covid in Parlamento

Le misure di protezione contro il coronavirus sono state ulteriormente rafforzate nell’edificio del Parlamento federale: meno persone avranno accesso all’edificio del Parlamento. Inoltre, la delegazione amministrativa raccomanda che i membri del Consiglio che appartengono ai gruppi a rischio siano vaccinati.

In particolare il numero di persone presenti nell’edificio sarà ridotto al minimo. Solo i partecipanti alla sessione, lo staff personale e i membri dei media con un pass permanente saranno autorizzati ad entrare. Gli ospiti personali dei membri del Consiglio e i visitatori esterni non saranno più ammessi.

25.01.2021 ore 12:40
Ue, obiettivi copertura non cambiano

“Non cambieremo gli obiettivi” di copertura vaccinale dell’80% della popolazione vulnerabile e del personale medico entro marzo e del 70% della popolazione entro l’estate. Lo ha detto il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, rispondendo alle domande sui ritardi annunciati da Pfizer e AstraZeneca. “Se ogni volta che emerge un problema cambiamo il nostro obiettivo, perdiamo la prevedibilità e la chiarezza per tutte le parti coinvolte in questo processo”, ha sottolineato Mamer, aggiungendo che “gli obiettivi” stabiliti dall’Ue “sono ambiziosi” e Bruxelles intende “trovare soluzioni ai problemi” emersi.

25.01.2021 ore 12:29
Von der Leyen ad AstraZeneca: "Rispettate i tempi"

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha parlato al telefono stamattina con l’Ad di AstraZeneca Pascal Claude Roland Soriot ricordando che l’Ue si attende “una consegna nei tempi previsti” dei vaccini contro il Covid. Anche la commissaria alla salute Stella Kyriakides ha scritto all’azienda ieri, ed è attesa oggi una teleconferenza tra la commissaria, gli Stati membri e rappresentanti dell’azienda.

25.01.2021 ore 12:26
Friburgo, 54 milioni per i casi di rigore

Il pacchetto complessivo di aiuti legati alla pandemia ammonta a 54 milioni di franchi nel canton Friburgo, di cui 15 milioni sono un contributo cantonale. Questa somma potrebbe salire a 77 milioni se la Confederazione assegnerà una quarta tranche. I criteri di attribuzione degli aiuti e delle compensazioni saranno semplificati. “Sono in corso di elaborazione e queste nuove procedure saranno operative all’inizio di febbraio”, hanno dichiarato lunedì le autorità friburghesi. La procedura standard sarà destinata ai casi ordinari, vale a dire alle imprese che hanno subito un calo del fatturato di almeno il 40% negli ultimi 12 mesi precedenti la domanda.

25.01.2021 ore 12:23
Nuovi aiuti per Air France

Nuovi aiuti in vista per Air France, la compagnia controllata dal gruppo franco-olandese Air France - Klm. A confermarlo ai microfoni di ‘France Info’, è il ministro con delega ai trasporti, Jean-Baptiste Djebbari. "In una prima fase sono arrivati aiuti da 7 miliardi da parte dello Stato francese ai quali si sono aggiunti i 3 dalla Olanda. Ma non bastano per assicurare la sostenibilità della compagnia", sottolinea ancora il ministro. Nello stesso tempo, aggiunge, "è in corso una trasformazione della compagnia; più che una condizione si tratta di una necessità visto che la rete domestica di Air France, anche prima della crisi legata all'emergenza coronavirus, perdeva soldi".

25.01.2021 ore 12:21
Siria, arrivano i vaccini russo e cinese

Il Governo siriano ha annunciato che la campagna di vaccinazione anti-covid comincerà non prima del prossimo aprile e che si useranno circa un milione di dosi dei vaccini preparati in Russia e in Cina, alleati strategici di Damasco.

La Siria è segnata da 10 anni di guerra che ha causato una delle maggiori tragedie umanitarie dal secondo dopoguerra. Il Paese è diviso in tre principali zone di controllo, e il Governo siriano controlla gran parte del Paese con l’esclusione del nord-est e del nord-ovest.

Secondo i dati governativi siriani, finora si sono registrati 13’628 casi positivi e 885 decessi per coronavirus. Nelle zone fuori dal controllo governativo, secondo dati aggiornati dall’Onu al 12 gennaio scorso, si registrano 8’227 casi nel nord-est, e 20’717 casi nel nord-ovest.

25.01.2021 ore 12:17
Londra valuta quarantena in hotel per chi arriva

Il Governo britannico sta “valutando attivamente” la possibilità d’imporre a chi viaggia nel Regno, oltre all’obbligo di certificato Covid negativo già in vigore, anche quello di isolarsi in strutture alberghiere appositamente sorvegliate per una quarantena precauzionale di 10 giorni, come già avviene in Australia o in Nuova Zelanda. Lo ha confermato stamattina il primo ministro Boris Johnson.

25.01.2021 ore 11:53
Ema: decisione in settimana su AstraZeneca

L’Agenzia del farmaco Ue (Ema) ha confermato che prenderà una decisione sul vaccino anti-Covid di AstraZeneca questa settimana. E’ quanto si rileva dall’agenda del comitato sui prodotti medicinali a uso umano (Chmp) del 25-29 gennaio, pubblicato stamattina. L’agenda non specifica il giorno in cui l’Ema adotterà il suo parere sul vaccino per prevenire il COVID in individui di età pari o superiore a 18 anni.

25.01.2021 ore 11:38
Germania: "Mutazione inglese prenderà il sopravvento"

La variante britannica del Coronavirus è già diffusa in diversi ospedali, e il Governo tedesco ritiene che proprio questa diventerà dominante in Germania. Lo ha affermato il capo della cancelleria Elge Braun. La Germania ha prolungato dal 21 gennaio il lockdown, che sarà in vigore fino al 15 febbraio.

25.01.2021 ore 11:26
Covid e coworking, luci e ombre

Il ritorno al semiconfinamento in Svizzera non fa paura ai gestori di spazi di coworking (condivisione di ambienti lavorativi), la cui fiducia rimane incrollabile anche in tempi di crisi pandemica. A loro avviso la tendenza al telelavoro conferma le buone prospettive per questa attività, più orientata ai servizi che alla locazione puramente immobiliare.

L’ottimismo viene però relativizzato da Alexander Lohse, esperto del settore immobiliare presso Credit Suisse. “Il 2020 per il coworking continuerà ad essere difficile, poiché la gente dovrebbe ancora rimanere a casa e probabilmente preferirà non spostarsi per mantenere le distanze sociali”. Ma appena il Covid-19 sarà alle spalle la situazione diventerà assai diversa. “La tendenza a lungo termine è favorevole”. Nel frattempo stando all’esperto gli operatori più grandi sopravviveranno, mentre quelli più piccoli - o quelli per i quali il coworking non rappresenta il fulcro della loro attività - vivranno momenti difficili.

25.01.2021 ore 11:11
Austria, obbligatorio l'uso di mascherine FFP2

In Austria la pandemia non rallenta, nonostante il Paese sia in lockdown da Natale. Per questo oggi scatta l’obbligo di indossare mascherine FFP2 (che proteggono di più rispetto a quelle chirurgiche o di stoffa) nei negozi, sui mezzi pubblici, negli studi medici. Il distanziamento minimo sale da un metro a 2 metri. L’obbligo delle mascherine più filtranti - che bloccano il 94% degli aerosol, le particelle più fini (circa 0,6 micrometri) - vale anche per chi va in macchina con persone con le quali non convive, per le visite negli ospedali e nella case di riposo e per i passeggeri delle Austrian Airlines. A Vienna le FFP2 vanno indossate anche negli uffici pubblici. La multa è di 25 euro, sui treni Oebb di 40 e sui mezzi pubblici a Vienna di 50 euro. Alcuni supermercati, in una prima fase, distribuiscono le mascherine FFP2 gratis, altri le vendono a 59 centesimi.

25.01.2021 ore 11:05
Ginevra: una classe in quarantena per la variante inglese

Una classe elementare di Cressy, nel cantone di Ginevra, è stata messa in quarantena. Almeno uno degli alunni è risultato positivo alla nuova variante britannica del coronavirus. La notizia, anticipata da RTS, è stata confermata dalle autorità.

Con la nuova variante, più contagiosa, le misure precauzionali sono più severe. L’obiettivo è quello di evitare una diffusione del virus mutante nella scuola, con l’eventuale obbligo di chiudere l’intera scuola, ha spiegato il portavoce del dipartimento della salute, Laurent Paoliello. Diverse classi della Svizzera tedesca sono già state messe in quarantena a causa del virus mutante. Nella Svizzera francese, la classe ginevrina è la prima.

25.01.2021 ore 10:50
Olanda, proteste e centinaia di arresti

Centinaia di persone sono state arrestate in Olanda dopo le proteste contro il lockdown ieri, sfociate in scontri con la polizia. Lo riporta il Guardian. “Questa è violenza criminale, non una protesta. E la tratteremo come tale”, ha detto il premier Mark Rutte. Ad Eindhoven, dove sono state arrestate 30 persone, i manifestanti hanno dato fuoco ad auto e cassonetti e lanciato pietre contro la polizia che ha usato cannoni ad acqua. Anche ad Amsterdam gli agenti hanno sparato acqua contro la folla. Quella di ieri è stata la manifestazione più violente in Olanda dall’inizio della pandemia. Il giorno prima, un gruppo di violenti avevano dato fuoco a un laboratorio di test per il Covid nel paesino di Urk.

25.01.2021 ore 10:48
Vaud apre altri due centri di vaccinazione

Due nuovi centri di vaccinazione hanno aperto lunedì a Payerne e Rennaz (VD). Ora, con Payerne e Rennaz, oltre ai quattro siti già in funzione a Losanna, Yverdon, Morges e Gland, il canton Vaud ha ora sei centri di vaccinazione. Altri centri sono previsti - a Beaulieu-Lausanne, ma anche nelle regioni di Echallens e Montreux - quando il cantone sarà sicuro di avere abbastanza vaccini disponibili.

25.01.2021 ore 10:40
"La Lombardia non è trasparente sui dati"

L’errore nell’utilizzo dei dati epidemici relativi alla regione Lombardia ha causato danni per centinaia di milioni al tessuto produttivo lombardo. Un errore “possibile perché non c’è trasparenza sui dati”. Per questo Lettera 150, il think tank che riunisce circa 250 accademici di diverse discipline, ha inoltrato al ministero della Salute una istanza di accesso agli atti per rendere i dati conoscibili.

I dati sono riferiti a 21 parametri, gli stessi sui quali si decidono i ‘colori’ delle regioni e le misure restrittive da far scattare per contrastare l’epidemia. “Renderli disponibili - spiega Giuseppe Valditara, coordinatore di Lettera150 - significa non solo consentire alla comunità scientifica di valutare e studiare l’andamento del contagio, e dunque l’efficacia di talune misure piuttosto che di altre sul territorio, ma anche di evitare zone di opacità e scarsa trasparenza”. Ad oggi, rileva Lettera 150, alla richiesta di accesso agli atti non è stata data alcuna risposta.

25.01.2021 ore 10:35
Covid, affitti in calo in Ticino

Gli affitti sono aumentati in Svizzera nell’anno della pandemia, ma non in Ticino e soprattutto non a Lugano: è quanto emerge dalle analisi del portale Homegate. A livello nazionale le pigioni degli appartamenti nuovi o nuovamente affittati - si parla solo di quelli - sono salite a fine 2020 dello 0,9% in confronto a dodici mesi prima, (dato che rielabora in parte numeri resi noti da poco). Il relativo indice calcolato da Homegate in collaborazione con la ZKB, la banca cantonale di Zurigo, si è attestato a 115 punti.

Il Ticino presenta invece una tendenza diversa: si è assistito a una flessione dell’1,2% (indice a 103 punti). La città più importante (e unica considerata) del cantone, Lugano, mostra un arretramento ancora più marcato, pari al 2,0% (a 90 punti). I Grigioni presentano invece un cammino opposto a quello della regina del Ceresio: +2,4%. Coira non è considerata a sé stante.

25.01.2021 ore 10:15
Case anziani in Ticino, un altro contagio e un morto

Nelle ultime 24 ore, nelle case per anziani del canton Ticino, è stato registrato un nuovo caso di coronavirus e una persona è morta a causa del virus (377 i decessi da inizio pandemia). Attualmente il totale dei residenti positivi è di 49, in 10 strutture; 15 residenti sono stati dichiarati guariti.

Complessivamente le strutture presenti sul territorio cantonale sono 68, per un totale di 4’692 posti letto.

25.01.2021 ore 10:10
"Variante sudafricana, efficacia del vaccino a rischio”

Jean-François Delfraissy, presidente del Cts francese, ha dichiarato che la variante sudafricana potrebbe “diminuire del 40% l’efficacia del vaccino”.

25.01.2021 ore 10:09
Ticino, un nuovo decesso e 12 contagi in più

Si registra in Ticino ancora un decesso legato al coronavirus. Gli ultimi dati resi noti dalle autorità cantonali fanno inoltre stato, nelle ultime 24 ore, di 12 ulteriori contagi e 4 nuovi ricoveri a fronte di 2 pazienti dimessi.

25.01.2021 ore 10:07
"A Parigi la variante inglese tocca il 9%"

Jean-François Delfraissy, presidente del Cts francese, ha detto per la prima volta che, diversamente da quanto ripetuto finora secondo cui la variante britannica rappresenta il 2% dei contagi nel Paese, “ci sono dati meno importanti che mostrano come il virus inglese sia invece al 7, all’8, anche al 9% in certe regioni, fra cui quella di Parigi”.

25.01.2021 ore 09:59
Emirates riprende i voli per l'Australia

La linea aerea Emirates riprende i collegamenti da Dubai a Sydney, Melbourne e Brisbane, a una settimana dall’interruzione dei voli su quelle tratte. Da oggi sono ripresi i voli verso Sydney, mentre i collegamenti con Melbourne ripartono da domani e quelli con Brisbane da giovedì. A causa della pandemia il numero dei passeggeri internazionali è molto basso e il passo indietro di Emirates aveva ulteriormente ridotto il numero di voli disponibili per l’Australia.

25.01.2021 ore 09:41
Denner: nel 2020 +16% di vendite

Il 2020 è stato un anno positivo per Denner: la catena di supermercati discount, controllata da Migros, ha realizzato un fatturato di 3,8 miliardi di franchi, in progressione del 16% rispetto ai dodici mesi precedenti. Le 570 filiali di proprietà del gruppo hanno generato ricavi per 3,0 miliardi di franchi, mentre le 268 aziende partner di Denner hanno contribuito con 0,8 miliardi. In entrambi i casi l’aumento è stato di circa il 16%. A causa del coronavirus è cambiato il comportamento d’acquisto: la frequenza dei clienti è diminuita leggermente (-0,4%), ma è stato effettuato un volume significativamente superiore di acquisti per volta. Il valore del paniere medio è aumentato del 16%. Denner ha anche ampliato la sua rete di filiali: si sono aggiunte 16 nuove sedi. Tutto questo ha avuto un impatto anche sull’impiego: sono stati creati 479 nuovi posti di lavoro.

25.01.2021 ore 09:07
Russia: altri 19'290 casi e 456 morti

La Russia ha registrato altri 19’290 casi di coronavirus e 456 morti dovuti alla pandemia nelle ultime 24 ore.

25.01.2021 ore 08:50
La Francia verso un terzo lockdown

La situazione pandemica in Francia è preoccupante, lo ha dichiarato il responsabile delle autorità sanitarie del Paese, Dominique Le Guludec, a radio France Inter lunedì, mentre il il Governo del presidente Emmanuel Macron sta valutando un possibile nuovo lockdown. Le Guludec ha sottolineato di essere consapevole degli aspetti negativi delle chiusure e dei contraccolpi per l’economia.

25.01.2021 ore 08:30
Cina: Tonghua in lockdown "senza cibo e medicine"

Gli abitanti della città cinese di Tonghua, in lockdown da una settimana per un aumento dei casi di coronavirus, hanno denunciato sui social media di essere a corto di cibo e medicinali. Lo riporta il Guardian citando i media locali. C’è chi si è lamentato di avere “scorte solo per i prossimi due, tre giorni”, chi ha detto di “non poter essere ricoverato per la chemioterapia” e chi, “incinta di sette mesi” non ha potuto eseguire gli esami necessari. Jiang Haiyan, la vice sindaco della città che conta oltre 2 milioni di abitanti, ha assicurato che farà del suo meglio per incrementare la distribuzione dei beni di prima necessità. Il dipartimento locale per il controllo della pandemia ha promesso ai residenti che ogni famiglia sarà dotata di forniture valide per cinque giorni, a metà prezzo. Stando ai dati di ieri a Tonghua ci sono 246 casi di Covid, 50 dei quali asintomatici.

25.01.2021 ore 07:41
"Vaccino possibile per le donne incinte a rischio"

Le donne incinte con fattori di rischi aggiuntivi dovrebbero poter essere vaccinate se lo desiderano. È quanto concordato dalla società specializzata in ginecologia e ostetricia e dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). “Inizialmente, l’UFSP aveva detto che le donne incinte non potevano essere vaccinate. Ora, però, abbiamo deciso che le donne incinte possono fare la vaccinazione se hanno dei rischi supplementari - dopo aver soppesato i vantaggi e gli svantaggi della vaccinazione”, ha detto lunedì, alla SRF, Daniel Surbek, membro del consiglio della Società svizzera di ginecologia e ostetricia (SGGG) e primario di ginecologia all’Inselspital di Berna. La prudenza in questo caso specifico deriva dal fatto che non esistono quasi per nulla dati su effetti collaterali. La speranza è che informazioni simili per le donne incinte siano disponibili per la primavera.

La corrispondenza è di Gian Paolo Driussi

RG 12.30 del 25.01.2021 La corrispondenza di Gian Paolo Driussi
25.01.2021 ore 07:35
Covid: superati i 99 milioni di casi nel mondo

I casi di coronavirus nel mondo si avvicinano a quota 100 milioni, secondi i dati della Johns Hopkins University. Per la precisione sono 99’192.’353 le persone contagiate dal Covid-19 nei cinque continenti, mentre le vittime sono 2.’129’403. Il Paese con il numero più alti di casi restano gli Stati Uniti, oltre 25 milioni, seguiti da India, Brasile, Russia e Regno Unito. Il primo Paese Ue per numero di contagi è la Francia con 3’112.’055.

25.01.2021 ore 07:25
L'Australia sospende i viaggi con la Nuova Zelanda

Il ministro della Salute australiano, Greg Hunt, ha annunciato la sospensione per 72 ore del ‘corridoio’ per i viaggi con la Nuova Zelanda. Lo riporta il Guardian. La decisione è stata presa dopo l’individuazione del primo contagio locale di coronavirus in Nuova Zelanda dallo scorso novembre. La paura delle autorità australiane è che si possa trattare di un caso di variante sudafricana, una mutazione del Covid-19 molto più contagiosa.

25.01.2021 ore 07:25
Epidemia e denaro: i ricchi recuperano in 9 mesi, i poveri in 10 anni

Il coronavirus aumenta le disuguaglianze: le 1’000 persone più ricche del mondo hanno recuperato in appena nove mesi tutte le perdite che avevano accumulato per l’emergenza Covid-19, mentre i più poveri per riprendersi dalle catastrofiche conseguenze economiche della pandemia potrebbero impiegare più di 10 anni. A calcolarlo è l’organizzazione non governativa Oxfam nel rapporto “Il virus della disuguaglianza”.

25.01.2021 ore 07:20
Dimesso l’ex presidente boliviano Evo Morales

L’ex presidente boliviano Evo Morales ha indicato di avere superato il Covid-19 che lo aveva colpito giorni fa e di essere stato dimesso dalla clinica di Cochabamba dove era ricoverato dal 13 gennaio. Secondo il portale di notizie Erbol, comunque, l’ex capo di Stato dovrà restare in isolamento nella sua residenza per un paio di settimane, sottoponendosi a cure fisioterapiche e di rigenerazione polmonare.

La Bolivia ha superato domenica i 200’000 casi di contagio da coronavirus. L’ultimo bollettino epidemiologico del Ministero della Salute riporta 1’048 nuovi casi nello stesso giorno e 58 decessi, portando il numero totale di infezioni a 201’037 e il numero di morti a 9’985.

25.01.2021 ore 07:09
Restrizioni all'ingresso negli Stati Uniti

Mentre il bilancio della pandemia negli Stati Uniti supera i 25 milioni di casi e i 417’000 morti, La Casa Bianca ha confermato che il presidente Joe Biden imporrà nuovamente da domani (oggi in Svizzera) il divieto di entrare negli Stati Uniti alla maggior parte dei cittadini non statunitensi provenienti da Regno Unito, Brasile, Irlanda e gran parte dell’Europa ed estenderà questo divieto anche a chi arriva dal Sudafrica.

25.01.2021 ore 07:08
Primo vaccino autorizzato in Australia

L’agenzia australiana del farmaco ha dato il via libera al vaccino della Pfizer, le cui prime dosi - Canberra ha fatto un’ordinazione di 10 milioni di unità - dovrebbero essere inoculate in febbraio. Si tratta del primo vaccino contro il COVID-19 autorizzato in Australia.

25.01.2021 ore 07:08
Israele sospende i voli internazionali

Israele ha deciso di sospendere i voli internazionali per quasi una settimana, per contenere la diffusione nel paese di nuove varianti del coronavirus e portare avanti nel frattempo senza intoppi la campagna di vaccinazione. Finora sono 2,5 milioni (su una popolazione di 9 milioni) gli abitanti che hanno già ricevuto la prima dose. In 900’000 si sono già visti somministrare anche la seconda.

25.01.2021 ore 07:07
In Germania 6'729 nuovi contagi

Stando all’istituto Robert Koch, sono 6’729 i casi registrati nelle ultime 24 ore in Germania, 2’141 quelli totali da inizio pandemia. I 217 nuovi decessi portano a 52’087 morti il bilancio del COVID-19.

25.01.2021 ore 07:05
Grigioni, 21 casi e un decesso

Sono 21 i nuovi casi segnalati nelle ultime 24 ore nel canton Grigioni, dove 9’616 persone sono state contagiate dal coronavirus da inizio pandemia. Si registra anche un nuovo decesso, il 162mo. Sono 387 le persone in isolamento perché positive (-48 da domenica) e 505 quelle in quarantena. Invariato il numero di pazienti in ospedale, 21, di cui 6 (-2) in terapia intensiva.

25.01.2021 ore 07:03
Messico, Obrador positivo

Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador ha reso noto di aver contratto il Covid-19, manifestando “sintomi lievi” della malattia. Via Twitter, il 67enne capo dello Stato messicano ha aggiunto di essersi già sottoposto a trattamento medico. “Come sempre - ha sottolineato - sono ottimista e andremo tutti avanti”.

25.01.2021 ore 07:03
Tampone all'arrivo dall'estero? Svizzeri favorevoli

Un po’ più della metà degli svizzeri, il 53% secondo un sondaggio pubblicato dalle testate di Tamedia, è favorevole all’obbligo del tampone per chi arriva in Svizzera dall’estero, sollecitato dai presidenti dei maggiori partiti elvetici. Interrogati sulle misure che il Consiglio federale dovrebbe adottare in caso di nuovo aggravamento della situazione pandemia, gli intervistati si sono detti al 55% per la chiusura degli impianti sciistici, mentre non soddisfano la maggioranza le ipotesi di una chiusura dei confini (39%) e delle scuole (35%), e nemmeno i test di massa (4%), l’obbligo di mascherina all’esterno (21%) o di usare il modello FFP2 (13%). In generale, per un terzo circa i provvedimenti attuali sono adeguati, per un terzo eccessivi e per un terzo insufficienti. Quanto alla vaccinazione, solo un quarto la vorrebbe obbligatoria e il 47% si dice disposto a trattamenti di favore per chi si è immunizzato. Al sondaggio online hanno partecipato 15’089 persone fra il 18 e il 19 gennaio.