Un controllo anti-virus
Un controllo anti-virus keystone
Momenti chiave
07.06.2020 ore 20:57
07.06.2020 ore 18:03
07.06.2020 ore 13:30
07.06.2020 ore 12:24
07.06.2020 ore 11:25
07.06.2020 ore 08:32

Covid-19, la crisi non è finita

Il contagio rallenta in Europa ma continua il forte aumento dei casi in particolare in Sudamerica, Medio Oriente e Africa - In Svizzera nessun decesso e 9 nuovi casi
domenica 07 giugno 2020 08:24

Il numero di casi di coronavirus nel mondo sta aumentando più velocemente che mai: è quanto emerge da un'analisi della CNN basata sui dati pubblicati dalla Johns Hopkins University.

Se da una parte i tassi di contagio stanno rallentando in Paesi fortemente colpiti all'inizio della pandemia - come l'Italia, la Spagna e la Francia - le statistiche globali indicano che la crisi è tutt'altro che finita. Infatti, sottolinea la CNN, in molti Paesi - in particolare in Sudamerica, Medio Oriente ed Africa - i contagi stanno accelerando.

La cronaca di sabato

Mentre nel mese di aprile i nuovi casi giornalieri a livello globale non avevano mai superato le 100'000 unità - osserva l'emittente - i contagi accertati hanno superato questa soglia in nove degli ultimi 10 giorni, fino ad arrivare a quota 130'400 mercoledì.

I dati sempre aggiornati

di Massilmiliano Angeli, Enrico Campioni, Simone Fassora e Sandro Pauli

07.06.2020 ore 23:03
“Il Covid-19 non ha perso virulenza”

La comunità scientifica è divisa in merito alla virulenza e alla capacità di trasmissione - attuale e futura - del coronavirus. A tal proposito l’Imperial College di Londra ha condotto un’accurata ricerca genetica. Il Telegiornale ha intervistato l’autore dello studio, il losannese Francois Balloux, ora a capo dell’Istituto di genetica della capitale britannica.

Guarda l’intervista.

07.06.2020: Il Covid è mutato ma non ha perso di virulenza


07.06.2020 ore 22:01
Cile: nuovo significativo aumento dei contagi

Il Cile ha registrato un nuovo aumento significativo nelle ultime 24 ore dei contagi (6’405) ed anche dei morti (96). Lo ha reso noto il ministro della Sanità, Jaime Manalich. Questo incremento ha portato il totale generale dei contagiati a 134’150 e quello dei deceduti a 1’637, sottolineando il momento critico della lotta alla pandemia da coronavirus. Manalich ha aggiunto che al momento 1’336 pazienti stanno utilizzando un ventilatore meccanico, di cui 372 sono in condizioni critiche. Questo implica una occupazione dell’88% delle disponibilità sanitarie specifiche. Intanto il ministro degli Esteri cileno Teodoro Ribera ha annunciato che entro l’anno saranno chiuse cinque ambasciate di Europa, Africa e Asia (Danimarca, Grecia, Romania, Algeria e Siria), iniziativa che permetterà di risparmiare fra 3,8 e 5,1 milioni di dollari l’anno.

07.06.2020 ore 21:38
Regno Unito: 77 vittime nelle ultime 24 ore

Nel Regno Unito si registra il più basso incremento giornaliero di decessi da coronavirus dall’inizio del lockdown, il 23 marzo. Lo riferisce il Dipartimento della Salute, secondo quanto riporta la Bbc. Le vittime delle ultime 24 ore sono 77 (nessuno in Scozia e Irlanda del Nord), che aggiornano il bilancio complessivo a 40’542, anche se i dati sulle vittime sono generalmente più bassi nel week-end a causa del ritardo dei rapporti.

07.06.2020 ore 20:57
Al via le visite negli ospedali

Da domani i pazienti degli ospedali potranno nuovamente ricevere visite. Ci saranno però regole importanti da rispettare così da limitare il rischio di diffusione del coronavirus tutelando chi è ricoverato e il personale sanitario. Tra le principali: l’autocertificazione di buona salute che ogni visitatore deve compilare e mostrare all’arrivo in ospedale. È inoltre consentita solo una visita al giorno per paziente, su appuntamento, indossando la mascherina.

Guarda il reportage diffuso dal Quotidiano

07.06.2020: Al via le visite negli ospedali
07.06.2020 ore 19:33
Francia: altri 13 decessi legati al covid-19

Si registrano 13 morti legate al covid-19 nelle ultime 24 ore in Francia. Era dal 14 marzo che non si registrava un dato così basso. Complessivamente nella vicina repubblica dall’inizio della pandemia i decessi sono stati 29’155.

07.06.2020 ore 19:13
New York: da domani via alla fase uno

Riapre la città di New York, che è stata l’epicentro della pandemia in America. Il sindaco Bill de Blasio ha confermato che la situazione nella più grande metropoli del Paese rientra ormai nei parametri fissati per avviare la fase uno della ripartenza, dopo oltre due mesi di lockdown. Molte delle attività riapriranno quindi gradualmente a partire da domani, lunedì 8 giugno.

07.06.2020 ore 18:12
Italia: 234’998 i contagiati, 197 più di ieri

Continua a scendere l’incremento giornaliero dei contagi da coronavirus in Italia. E’ di 234’998 il numero complessivo dei contagiati, con un incremento rispetto a ieri di 197 casi, quando si era registrata una crescita di 270. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 6 le Regioni con zero nuovi casi: Puglia, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Calabria, Molise e Basilicata. Sono invece 53 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore a livello nazionale, in calo rispetto alle 72 di ieri. Sono 10 le regioni senza vittime: Marche, Campania, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata.

07.06.2020 ore 18:08
Operativa la registrazione digitale per gli arrivi in Sardegna

E’ operativa la registrazione digitale nella piattaforma della Regione Sardegna cui sono tenuti dal 3 giugno i passeggeri in arrivo nell’Isola. Da ieri alle 15 è possibile concludere direttamente online tutta la procedura sia da pc che da smartphone. La registrazione con le indicazioni di provenienza e destinazione può essere effettuata anche un mese prima della partenza, mentre è richiesto che la compilazione dei quesiti sullo stato di salute sia fatta massimo due giorni prima dell’imbarco.

07.06.2020 ore 18:03
Truffa sui crediti Covid a Chiasso

I titolari di una società attiva nel turismo, poi fallita, hanno ottenuto e usato illecitamente un credito di 40’000 franchi

Truffa Covid a Chiasso

I titolari di una società attiva nel turismo, poi fallita, hanno ottenuto e usato illecitamente un credito di 40'000 franchi

07.06.2020 ore 17:50
In Lombardia 125 positivi e 21 morti

Sono 125 i nuovi contagiati in Lombardia su 8’005 tamponi effettuati (1,6% rapporto con i tamponi giornalieri). I decessi in un giorno sono 21 per un totale di 16’270 da inizio pandemia. Le persone attualmente positive sono 19’420 (-79). Il totale complessivo dei positivi riscontrati in Lombardia dall’inizio dell’emergenza a oggi sono 90’195.Le persone guarite o dimesse sono 183, per un totale di 54’505.In calo il numero di persone ricoverate in terapia intensiva (107, -3) e negli altri reparti (2.801, -39).

07.06.2020 ore 16:31
Arabia Saudita, superati i 100mila casi

In Arabia Saudita non rallenta l’epidemia di coronavirus, con oltre 3mila nuovi contagi in 24 ore: i casi accertati hanno superato i 100mila. Il ministero della sanità, riporta la Bbc, ha dato conto di 3.045 nuovi casi oggi, portando il totale a 101.914. La soglia dei 3mila nuovi contagi giornalieri era stata superata ieri per la prima volta. Resta relativamente contenuto il numero delle vittime, sono 712.

07.06.2020 ore 16:28
“Il lockdown tardivo causa di molti morti”

Le esitazioni e il ritardo nell’imporre il lockdown nel Regno Unito sono costati molte vite umane, secondo il professor John Edmunds, uno dei consulenti scientifici del governo di Boris Johnson. Mentre il premier si accinge ad annunciare un nuovo allentamento delle regole per il 15 giugno, il ministro della Salute, Matt Hancock, afferma che il governo di Londra ha preso “la decisione giusta al momento giusto”, dichiarando il lockdown il 23 marzo. Ma Edmunds dissente: citato dalla Bbc, dichiara che sarebbe stato auspicabile che le misure di contenimento fossero scattate prima e che il ritardo “è costato vite umane”. Lo scienziato ammette tuttavia che quando l’epidemia di coronavirus era agli inizi in Gran Bretagna, i dati disponibili erano “veramente piuttosto scarsi”: fatto che rese la decisione di allora “piuttosto difficile”. Edmunds è infatti fra i più restii ad “abbassare la guardia” con il rischio di un ritorno di fiamma del contagio.

07.06.2020 ore 15:54
Spagna, un minuto di silenzio per le vittime

La Federcalcio spagnola e la Liga hanno deciso di far rispettare un minuto di silenzio prima di tutte le partite, fino alla fine della stagione, in memoria delle vittime della pandemia. Lo hanno annunciato con una dichiarazione congiunta. Le due organizzazioni hanno raggiunto un accordo per rendere “un sincero tributo durante questa stagione a tutti coloro che ci hanno lasciato a causa della pandemia, così come alle loro famiglie”.

07.06.2020 ore 15:52
Vittime di Bergamo, in arrivo le prime 50 denunce

Mercoledì saranno consegnate alla procura di Bergamo le prime 50 denunce dei familiari di vittime del Coronavirus nella provincia italiana. Lo ha annunciato ai microfoni di Rai3 il presidente del Comitato ‘Noi denunceremo’. Secondo il Comitato, le autorità hanno “riempito di bugie” i familiari dei malati: “il sistema della sanità lombardo è completamente saltato e noi siamo stati lasciati soli, il sistema non era pronto ad affrontare nessuna emergenza, e non è colpa dei sanitari”. La Regione, prosegue, “non aveva saturimetri da distribuire ai medici”, oltre a mascherine e dispositivi di protezione, “è uno scandalo”.

07.06.2020 ore 15:35
“Immuni” scaricata da 2 milioni di italiani

La app “Immuni” per il contact tracing, che domani inizierà a funzionare in via sperimentale in 4 regioni italiane, “è stata scaricata da 2 milioni di italiani”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri in un’intervista su Rai3. “E’ una app molto utili e il tracciamento è una componente essenziale per questa fase” ha aggiunto il commissario dicendosi non preoccupato del fatto che ogni regione sta realizzando una propria App. “Quando studiavo mi dicevano che la moneta buona scaccia quella cattiva - ha detto - e sono sicuro che Immuni sarà la più utile per le esigenze”.

07.06.2020 ore 15:13
Covid e celiachia: nessun rischio in più per chi segue una dieta

Allo stato attuale delle conoscenze, è plausibile che le persone con celiachia non complicata, in trattamento dietetico e senza segni clinici e sierologici di attività di malattia in corso e in buono stato di nutrizione, “non presentino un maggior rischio, rispetto alla popolazione generale, di contrarre l’infezione da SARS-CoV-2 o di un avere un decorso più sfavorevole”. I celiaci che non seguono un adeguato trattamento dietetico, che hanno sviluppato complicanze, in particolar modo l’iposplenismo (ridotta funzionalità della milza) o che presentano una malattia auto-immune associata alla celiachia “sono a più alto rischio infettivo, rispetto alla popolazione generale”. Questo quanto si legge in un rapporto dell’Istituto superiore di Sanità in cui si premette che “non vi sono attualmente in letteratura studi che indagano direttamente il rischio di Covid-19 nei celiaci”.

07.06.2020 ore 14:43
Roma: focolaio all'ospedale San Raffaele Pisana, 35 casi

“Sono ad oggi 35 i casi riferibili al focolaio dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e siamo in attesa dell’esito degli ultimi tamponi. Ne sono stati effettuati circa 700 tra pazienti, operatori e soggetti esterni”. Così l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. “Al momento i casi positivi sono stati tutti trasferiti dalla struttura e rimaniamo in attesa dell’esito degli ultimi tamponi” ha aggiunto D’Amato.

07.06.2020 ore 13:49
Tunisia, quarto giorno senza nuovi casi

Per il quarto giorno consecutivo la Tunisia non registra alcun nuovo contagio da coronavirus, rimanendo 1087 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano. mentre i decessi restano stabili a 49, i guariti salgono da 977 a 982, con 56 persone attualmente positive e nessun ricoverato. La Tunisia ha annunciato la riapertura delle proprie frontiere terrestri, marittime ed aeree per il 27 giugno prossimo. Alberghi, ristoranti turistici, istituti culturali, musei e moschee, hanno già riaperto, seppur con una capacità di accoglienza limitata al 50%.

07.06.2020 ore 13:44
Bufera su Fontana, camici per medici lombardi forniti da azienda della moglie

Il 16 aprile, durante l’emergenza coronavirus, ARIA Spa, la centrale acquisti della Regione Lombardia, ha ordinato 513’000 euro di camici dalla società DAMA spa, di proprietà della moglie e del cognato del presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana. Lo scrive il quotidiano Il Fatto, riportando un servizio di un giornalista di Report (Rai3). ARIA ha però replicato, in sintesi, che si è trattato di una donazione e che non un euro è uscito dalla Regione. Nello stesso articolo si riporta lo storno delle fatture il 22 maggio come detto dal amministratore delegato di DAMA, il cognato di Fontana, Andrea Dini.

07.06.2020 ore 13:30
Scuole e asili chiusi in Israele

Sono quasi 130 le scuole e asili chiusi in Israele a causa dei contagi di coronavirus, con circa 17’500 studenti e insegnanti in quarantena a casa. Nel Paese sono stati segnalati 17’752 casi confermati e 295 decessi legati al Covid-19.

07.06.2020 ore 12:33
Svizzera: nessun decesso e 9 contagi

Non sono stati registrati nuovi decessi legati al Covid-19 nelle ultime 24 ore in Svizzera. Il bilancio resta a 1661 persone morte dall’inizio dell’epidemia. Sono invece 9 i nuovi contagi, portando il totale a 30’965 casi confermati.

07.06.2020 ore 12:24
Iran: 171'789 casi e 8'291 morti

L’Iran ha riportato oggi 2.364 nuovi casi di coronavirus che portano il totale dei contagi a 171.789, mentre 72 sono le persone decedute nelle ultime 24 ore per un totale di 8.291 vittime. Lo ha detto il portavoce del ministero della Salute di Teheran, Kianoush Jahanpour, nel briefing giornaliero. Tra le persone contagiate, 134.349 sono guarite, mentre 2.596 sono in gravi condizioni, ha riferito il portavoce, aggiungendo che in tutto il Paese sono stati effettuati finora 1.084.857 test.

07.06.2020 ore 11:41
"Bolsonaro nasconde totale casi e morti"

Il governo brasiliano ha smesso di pubblicare i dati complessivi dei casi e dei decessi provocati dal coronavirus nel Paese, limitandosi a fornire solo i rispettivi bilanci giornalieri. La mossa, definita “straordinaria” dal Guardian, ha suscitato l’ira di molti critici e una dura reazione da parte delle autorità sanitarie regionali. In questo modo, secondo molti, il presidente Jair Bolsonaro cerca di nascondere il vero impatto della malattia sulla popolazione. “Il tentativo autoritario, insensibile, disumano e antietico di rendere invisibili i morti di Covid-19 non avrà successo”, ha annunciato il Consiglio nazionale dei ministri della Salute. In risposta alle critiche Bolsonaro ha detto che i dati cumulativi non riflettono l’attuale situazione nel Paese. Il Brasile è il secondo Paese al mondo per numero di casi (672.846) dopo gli USA e conta ad oggi 35.930 decessi (fonte Johns Hopkins).

07.06.2020 ore 11:33
Quarantena per chi arriva nel Regno Unito

A partire da domani e fino alla fine di giugno entra in vigore un obbligo di autoisolamento per per chiunque entri nel Regno Unito.

Quarantena inattesa

Obbligo di autoisolamento di due settimane per chiunque entri nel Regno Unito a partire da lunedì

07.06.2020 ore 11:25
Oltre 400'000 morti nel mondo

Il bilancio dei morti provocati dal coronavirus a livello mondiale ha superato questa mattina la soglia dei 400’000, mentre i casi sono oltre 6,9 milioni: è quanto emerge dal conteggio dell’università statunitense Johns Hopkins. Secondo le statistiche raccolte dall’ateneo, i decessi nel mondo sono adesso 400’013 su un totale di 6.910.014 contagi accertati. Finora le persone guarite sono 3.094.075.

07.06.2020 ore 10:34
Giappone, adottate nuove misure di prevenzione

Nuove misure al vaglio in Giappone per contenere la diffusione di una seconda ondata del coronavirus, in particolare nelle aree di Tokyo con un’alta densità di locali notturni, dove sono stati riscontrati circa il 30% dei casi nell’ultima settimana. Nella giornata di sabato 26 nuovi casi di coronavirus sono stati segnalati a Tokyo, portando il totale a 5.369: si tratta del sesto giorno consecutivo in cui il numero è a doppia cifra. Ad oggi, a livello nazionale le infezioni si assestano a 17.078, con 910 morti accertate.

07.06.2020 ore 09:56
Russia: 8'984 nuovi casi e 134 morti in 24 ore

La Russia ha registrato 8’984 nuovi casi di coronavirus e 134 morti nelle ultime 24 ore. Il numero totale delle persone infettate sale così a 467’673., quello dei morti a 5’859.

07.06.2020 ore 09:29
Rapido aumento dei casi a livello globale

Il numero di casi di coronavirus nel mondo sta aumentando più velocemente che mai: è quanto emerge domenica da un’analisi della CNN basata sui dati pubblicati dalla Johns Hopkins University.

Coronavirus, il mondo è grave

I casi di Covid-19 continuano a crescere su scala globale, con focolai inarrestabili in Sudamerica. Miigliorano gli USA e varie nazioni europee

07.06.2020 ore 09:28
Svizzera più produttiva durante la crisi

Durante la crisi legata al coronavirus l’economia svizzera ha aumentato notevolmente la sua produttività. È quanto emerge da uno studio dell’Unione svizzera delle arti e dei mestieri (Usam), citato dalla NZZ am Sonntag. Secondo l’analisi realizzata dall’organizzazione padronale, la produttività delle imprese è aumentata fino al 16%. In circostanze normali, questa crescita si aggirerebbe attorno all’1%. “La ragione del balzo è una maggiore diminuzione del volume di lavoro rispetto alla performance economica”, rileva il capo economista dell’Usam, Henrique Schneider, al settimanale. Con molto meno lavoro, l'economia ha prodotto solo poco di meno, da cui l'aumento della produttività. Schneider ritiene che la progressione sia dovuta al fatto che i dipendenti si sono concentrati sull'essenziale e hanno migliorato le loro procedure sia nel telelavoro che in quello digitale.

07.06.2020 ore 08:50
Libia, sale a 256 il bilancio dei casi

La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 17 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 256 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook, precisando che mentre i morti rimangono 5 e i guariti 52, le persone attualmente positive salgono a 199. Resta in vigore in molte città, tra cui Sebha nel Fezzan, Ghadames e Al-Koufrah, Jalu, il lockdown totale per cercare di limitare la diffusione della malattia.

07.06.2020 ore 08:49
Pakistan, superata la soglia dei 2'000 morti

Continua ad accelerare l’avanzata del coronavirus in Pakistan, dove ieri il numero dei nuovi casi ha toccato un nuovo record giornaliero sfiorando la soglia dei 5’000 e il bilancio complessivo dei morti ha superato quota 2’000. Secondo i dati annunciati oggi dal ministero della Sanità, nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 4’960 nuovi contagi, che portano il totale a quota 98’943. Allo stesso tempo, i decessi sono stati 67, per un totale di 2.002 dall’inizio della pandemia.

07.06.2020 ore 08:47
"Pechino farà di un vaccino un bene pubblico globale"

La Cina aumenterà la cooperazione internazionale se riuscirà a sviluppare un nuovo vaccino contro il COVID-19. Lo ha detto oggi il ministro della scienza e della tecnologia Wang Zhigang, secondo il quale Pechino farà di un vaccino un “bene pubblico globale” quando questo sarà pronto.

07.06.2020 ore 08:45
Svizzera: i cybercriminali hanno aumentato gli attacchi durante il lockdown

Gli hacker e i cybercriminali hanno colto l’occasione e hanno aumentato le loro attività in Svizzera durante il lockdown. Il Centro nazionale per la sicurezza informatica di Berna ha ricevuto molte più segnalazioni del solito nel corso della crisi della Corona, come scrive oggi la “NZZ am Sonntag”. Mentre le aziende e le persone colpite segnalano normalmente circa 100 incidenti alla settimana all’agenzia federale specializzata, questo numero è salito a più di 300 in aprile.

07.06.2020 ore 08:44
In Svizzera ancora disponibili 120 milioni di mascherine

Dopo una campagna di acquisti senza precedenti, costata circa 1 miliardo di franchi, la Confederazione si ritrova con milioni di mascherine igieniche. Secondo la NZZ am Sonntag, dopo l’epidemia di Covid 19 i depositi sono pieni. Le autorità e i militari avevano ordinato 250 milioni di pezzi tra la fine di marzo e l’inizio di giugno. Di questi, circa 40 milioni sono stati consegnati ai Cantoni e al commercio al dettaglio al prezzo di costo. Altri 90 milioni di mascherine sono ancora in Cina o in viaggio verso la Svizzera, e nel nostro paese sono ancora disponibili 120 milioni di mascherine.

Sommersi dalle mascherine

La Confederazione ha speso quasi un miliardo di franchi per acquistarne ingenti quantitativi che rischiano di rimanere inutilizzati nei depositi

07.06.2020 ore 08:32
USA, altri 750 morti in un giorno

Gli Stati Uniti registrano altri 749 decessi con coronavirus nelle ultime 24 ore, per un totale di 109’791, secondo il bilancio della Johns Hopkins University. I casi di contagio nel Paese sono oltre 1,9 milioni. Circa 500’000 le persone guarite.

07.06.2020 ore 08:29
America Latina, 1,28 milioni di casi e 63'900 morti

Gli oltre 45’000 contagi registrati nelle ultime 24 ore, insieme a 1’714 morti, provano che la pandemia da coronavirus si intensifica e cerca ancora il suo picco in America Latina. I contagiati sono ora 1’238,297, di cui 63’909 deceduti. È quanto emerge da una statistica sulla base dei dati di 34 nazioni e territori latinoamericani. Il Brasile, che guida la classifica della regione, ha riservato una sorpresa rivelando solo i contagi (27’075) e i morti (904) di ieri, senza fornire più l’accumulato dall’inizio della pandemia, che è di 672.’846 contagiati e 35’930 morti. Seguono il Perù (191’758 e 5’301) e il Cile (127’745 e 1’541).