L'obiettivo è di passare in Parlamento già per la fine del mese di maggio.
L'obiettivo è di passare in Parlamento già per la fine del mese di maggio. tipress
Momenti chiave
04.05.2021 ore 14:34
04.05.2021 ore 14:30
04.05.2021 ore 14:27
04.05.2021 ore 13:57
04.05.2021 ore 12:47
04.05.2021 ore 09:03
04.05.2021 ore 09:00
04.05.2021 ore 08:55
04.05.2021 ore 08:36
04.05.2021 ore 08:07
04.05.2021 ore 07:30
04.05.2021 ore 07:08
04.05.2021 ore 07:06

Credito ponte, accesso da facilitare

I criteri in Ticino si sono finora rivelati troppo stretti e ora il Governo li vuole rivedere e raddoppiare l'importo delle prestazioni - Rallenta la pandemia in Svizzera: 500 contagi in meno rispetto a una settimana fa
martedì 04 maggio 2021 06:58

Rivedere i criteri per accedere al credito ponte Covid e facilitarvi l’accesso: è quanto vuole fare il Consiglio di Stato ticinese. Le prestazioni inoltre dovrebbero aumentare da 1'000 a 2'000 franchi per richiedente e da 500 a 800 per ogni membro della famiglia, per un massimo di tre mesi. La volontà sia di Governo sia di Parlamento è di apportare le modifiche il più presto possibile per passare in Gran Consiglio entro la fine del mese.

Nel frattempo, i casi di nuove infezioni in Svizzera - a livello settimanale - stanno calando e la fiducia dei consumatori svizzeri torna a livelli precedenti la crisi del coronavirus, ma continua ad essere molto elevata la paura della perdita dell'impiego e si fanno sentire gli aumenti dei prezzi, che pesano sul potere d'acquisto delle famiglie.

La cronaca di lunedì

Per quanto riguarda i dati giornalieri svizzeri, le nuove infezioni sono 1'633 (500 in meno di una settimana fa) e i decessi 13. In Ticino si contano 57 nuovi e nei Grigioni 21, ma nessun morto.

di Stefano Wingeyer, Stefano Pongan, Joe Pieracci, Ludovico Camposampiero

04.05.2021 ore 20:26
Stati Uniti, nuova strategia per accelerare le vaccinazioni

Gli Stati Uniti puntano a somministrare almeno una dose di vaccino al 70% degli adulti entro il 4 luglio, giorno scelto come data simbolica per l’Indipendence Day. È la nuova strategia annunciata dal presidente, Joe Biden.

04.05.2021 ore 18:48
Italia, da metà maggio niente quarantena per chi arriva dall'estero

L’Italia si prepara a riaccogliere i turisti già a partire dalla seconda metà di maggio, quando non sarà più obbligatorio rispettare una quarantena per entrare sul territorio nazionale. Le persone che hanno già avuto il Covid-19, che sono vaccinate o che possono esibire l’esito negativo di un tampone potranno nuovamente spostarsi tra le regioni, ottenendo un pass sanitario.

L'Italia riapre ai turisti da metà maggio

Niente quarantena per chi arriva dall'estero: basterà un tampone negativo o dimostrare di essere vaccinati o guariti dal Covid-19 - Draghi annuncia un pass verde

04.05.2021 ore 18:03
Credito ponte, criteri da rivedere e importi da aumentare

Il credito ponte Covid - quello cioè messo a disposizione per le persone fisiche - resta irraggiungibile. I criteri per accedervi sono troppo stretti e ora il Governo vuole rivederli. Ma non solo: anche gli importi verranno rivisti, praticamente raddoppiandoli.

Le prestazioni ponte Covid dovrebbero aumentare da 1’000 a 2’000 franchi per richiedente e da 500 a 800 per ogni membro della famiglia per un massimo di tre mesi. Le cifre aggiornate, quelle che oggi il consigliere di Stato e direttore del Dipartimento della sanità e della socialità Raffaele De Rosa ha comunicato alla Commissione della gestione del Gran Consiglio, parlano di 255’000 franchi versati, ma dal mese di marzo sono stati messi a disposizione 7,9 milioni di franchi.

“Il Governo prossimamente dovrebbe emettere un messaggio che prevede di ampliare i criteri per consentire a più persone di accedere a questo aiuto”, spiega ai nostri microfoni il presidente della commissione Matteo Quadranti.

Su poco meno di 500 domande inoltrate ai comuni, solo il 40 per cento è stato approvato; si tratta di crediti - straordinari e limitati nel tempo - destinati a persone particolarmente in difficoltà.

La volontà sia del Governo sia del Parlamento è apportare le modifiche il più velocemente possibile. L’obiettivo è di passare in Parlamento già per la fine del mese di maggio.

Cronache della Svizzera italiana delle 18.00 del 04.05.2021: il servizio di Alessandro Broggini
04.05.2021 ore 16:22
Germania, governo equipara vaccinati e test negativi

Il gabinetto di Angela Merkel ha varato oggi la nuova norma che equipara i vaccinati (in modo completo) a chi esibisce un test negativo in Germania. Lo ha annunciato la ministra della Giustizia, Christine Lanbrecht. Il testo dovrà adesso essere approvato al Bundestag, giovedì, e al Bundesrat, venerdì. Le nuove regole potrebbero così essere in vigore già il prossimo weekend. Stando alla nuova linea, chi ha già avuto due dosi di vaccino (per i prodotti che lo richiedono) potrà accedere a negozi e parrucchieri, non dovrà affrontare quarantene tornando dall’estero, e non sarà calcolato nei contatti, laddove vi siano delle limitazioni agli incontri. La equiparazione ai test negativi è già in vigore in alcune regioni, che non hanno atteso la legge federale. È stato poi il ministro della Salute, Jens Spahn, a ribadire che i numeri del contagio in Germania sono in diminuzione e che questo è “incoraggiante”. Spahn ha anche ripetuto che nella prima metà di giugno salterà il principio delle categorie e tutti potranno prendere un appuntamento per vaccinarsi.

04.05.2021 ore 15:15
Spagna, fine dello stato d'emergenza

Lo stato d’emergenza dovuto alla pandemia, in Spagna, terminerà il 9 maggio. Il Governo iberico conferma la volontà di non estenderlo ulteriormente e di lasciare in mano alle regioni e alla giustizia le decisioni su eventuali nuove restrizioni. Secondo i media iberici, il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto che consentirà ai governatori di chiedere alla Corte Suprema di pronunciarsi su misure che possano limitare diritti fondamentali. In questo modo, l’esecutivo intende permettere uniformità nelle decisioni giudiziarie sulle restrizioni ed evitare che vengano applicati criteri diversi a seconda del giudice chiamato in causa. Inoltre, il Governo ha annunciato l’estensione per tre mesi di misure per affrontare emergenze come quella di persone vulnerabili che rischiano lo sfratto.

04.05.2021 ore 14:51
La geografia del contagio in Svizzera


04.05.2021 ore 14:43
La pandemia pesa sui trasporti pubblici

I prezzi dei trasporti pubblici non aumenteranno l’anno prossimo. Le aziende del settore e le comunità tariffaria rinunciano per il quinto anno consecutivo a un aumento generale. Lo ha annunciato oggi, martedì, Alliance Swisspass.

L’organizzazione, che riunisce 250 imprese di trasporto e 18 comunità, si sta adoperando affinché la clientela ritorni ad utilizzare i trasporti pubblici dopo l’interruzione dovuta alla pandemia di coronavirus. “Sarebbe un segnale sbagliato quello di chiedere ai clienti di mettere le mani nei loro portafogli”, afferma Christian Plüss, presidente del Consiglio strategico dell’Alliance SwissPass e CEO di AutoPostale SA, citato in una nota.

Dall’inizio della pandemia, nel marzo 2020, le aziende di trasporto pubblico hanno subito una perdita finanziaria che si avvicina ai 2 miliardi di franchi. Ogni mese i mancati guadagni ammontavano in media a circa 140 milioni di franchi. “Il settore è quindi riconoscente per il pacchetto di misure di sostegno pubbliche di quasi 900 milioni di franchi”, ha sottolineato l’Alliance SwissPass. Parallelamente le aziende di trasporto e le comunità tariffarie hanno dato il loro contributo, non solo indennizzando gli abbonati con oltre 100 milioni di franchi, ma anche realizzando da parte loro dei risparmi e liberando riserve finanziarie.

04.05.2021 ore 14:34
Ancora molti decessi in Brasile

Il Brasile ha registrato 983 morti e 24’619 casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, portando il numero totale di vittime e contagi rispettivamente a 408.622 e 14.779.529, secondo quanto riferito dal Consiglio nazionale dei segretari alla Salute (Conass)

04.05.2021 ore 14:33
Primi passi dell'inchiesta sul Governo brasiliano

Prime audizioni alla Commissione parlamentare d’inchiesta (CPI) istituita al Congresso di Brasilia per verificare eventuali omissioni commesse dal Governo di Jair Bolsonaro nella gestione della pandemia di coronavirus. Tra i primi ad essere ascoltati, oggi martedì, ci sarà Henrique Mandetta, dimessosi nel 2020 dopo 16 mesi alla guida del ministero della Salute a causa di discrepanze con il capo dello Stato sull’uso dell’idrossiclorochina per curare i pazienti affetti da Covid-19 e sull’applicazione delle misure di confinamento sociale.

“Il presidente è stato un negazionista del Covid fin dall’inizio, lo sanno tutti”, ha detto il senatore Omar Aziz, titolare della CPI, che interrogherà un altro ex ministro della Salute, Nelson Teich, rimasto in carica appena un mese. Bolsonaro ha detto di “non temere” la Commissione, che resterà in vigore per 90 giorni e da lui definita una “carnevalata fuori stagione” e “dominata dai partiti di opposizione”.

04.05.2021 ore 14:30
La Baviera riapre

Il turismo in Baviera sarà di nuovo possibile dal 21 maggio. Lo ha annunciato il ministro-presidente del Land, Markus Soeder. In Germania gli alberghi sono rimasti chiusi ai turisti da metà dicembre a causa del lockdown.

04.05.2021 ore 14:30
UE, superati i 150 milioni di vaccinazioni

“La campagna vaccinale sta guadagnando velocità in tutta l’UE: abbiamo appena superato 150 milioni” di immunizzazioni, “un quarto di tutti gli europei ha avuto la prima dose”. Lo scrive la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen su Twitter, ribadendo: “Avremo dosi sufficienti per vaccinare il 70% degli adulti nell’UE per luglio”.

04.05.2021 ore 14:27
"Estate normale" nel Regno Unito

Dopo tre lockdown nazionali e una campagna vaccinale sprint arrivata a oltre 50 milioni di dosi somministrate, il Regno Unito sembra finalmente incamminato verso “un’estate più normale”. A fare professione di ottimismo è oggi, martedì, anche il professor Neil Ferguson, prudentissimo epidemiologo all’Imperial College di Londra e già consigliere del Governo britannico i cui modelli, a quanto si racconta, furono decisivi per convincere oltre un anno fa un Boris Johnson inizialmente titubante della necessità di un primo confinamento e di restrizioni sociali severe.

Ferguson, citato dal Guardian online, ha definito “molto incoraggianti” i dati sui contagi da Covid giornalieri calati ieri (lunedì) a 1’600 circa sull’isola, il minimo da 8 mesi, con solo un morto censito in tutto il Paese e una somma di ricoveri negli ospedali ridotta al momento a meno di 1’500 pazienti totali.

04.05.2021 ore 13:57
Boom del fatturato per Pfizer

Boom del fatturato per Pfizer che si appresta anche a incassare molto di più di quanto previsto per il suo vaccino contro il Covid-19 (realizzato con la tedesca BioNtech). Il colosso farmaceutico americano chiude il primo trimestre con ricavi per 14,6 miliardi di dollari, a fronte dei 10,1 miliardi dello stesso periodo del 2020. Per l’intero 2021 l’azienda si aspetta per il suo preparato BNT162b2 proventi di 26 miliardi di dollari, in netto in rialzo rispetto alla precedente stima di 15 miliardi di dollari. Le nuove previsioni sui ricavi dalla vendita del vaccino sono dovuti ai nuovi contratti firmati il mese scorso e che prevedono la consegna di 1,6 miliardi di dosi. Pfizer migliora così sensibilmente i pronostici per l’esercizio: ora si attende ricavi compresi in una forchetta tra 70,5 e 72,5 miliardi di dollari. La precedente stima era di incassi fra 59,4 e 61,4 miliardi di dollari.


04.05.2021 ore 13:45
Iniettate oltre 361'000 dosi di vaccino in 7 giorni

Le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Svizzera nella settimana dal 26 aprile al 2 maggio sono state 361’810. È quanto emerge dai dati pubblicati oggi, martedì, dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). In media, nella Confederazione vengono effettuate 51’687 vaccinazioni al giorno. Rispetto alla settimana precedente, il ritmo delle inoculazioni è aumentato del 6%. In totale, indica l’UFSP aggiornando i dati fino a due giorni fa, sono state già somministrate 2’804’976 dosi di vaccino. Fino ad ora 954’177 persone sono state completamente vaccinate, questo significa che l’11,1 percento della popolazione ha ricevuto due iniezioni. A 896’622 persone è stata invece somministrata una sola dose. Attualmente 355’899 dosi sono state consegnate ai cantoni, ma non ancora somministrate. Inoltre, 557’250 dosi sono immagazzinate dalla Confederazione.

In base alla popolazione, le dosi somministrate sono 32,45 ogni 100 abitanti finora, con il Ticino ben oltre la media (38,38) e tornato nella pattuglia di testa dei cantoni che hanno vaccinato di più, dietro solo a Sciaffusa e Basilea Campagna. Meglio della media anche i Grigioni, con 36,17 voti ogni 100 abitanti, mentre chiudono la graduatoria Friburgo e Zurigo

04.05.2021 ore 13:42
In Svizzera 1'633 nuovi casi e 13 decessi

In Svizzera, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 1’633 nuovi casi di coronavirus, secondo le cifre pubblicate dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Tredici i nuovi decessi legati al virus e 65 le ospedalizzazioni.

Dall’inizio della pandemia, 665’585 casi di Covid-19 sono stati confermati in laboratorio su un totale di 7’001’299 test effettuati in Svizzera e nel Liechtenstein. In totale si contano 10’056 decessi e il numero di persone ospedalizzate si attesta a 27’592. In Svizzera si contano attualmente 25’611 persone in isolamento e 27’446 entrate in contatto con loro e messe in quarantena. A questi se ne aggiungono 4’964 di ritorno da un Paese a rischio e posti in quarantena.

Complessivamente 3’160’875 dosi di vaccino sono state consegnate ai cantoni, di cui 2’804’976 sono state somministrate, e 954’177 persone hanno già ricevuto una seconda iniezione.

04.05.2021 ore 12:54
India, Gandhi chiede lockdown immediato

Rahul Gandhi, leader del partito del Congresso, il principale partito indiano di opposizione, ha chiesto al Governo di imporre un immediato lockdown nazionale “come unico strumento per far fronte all’emergenza e bloccare la diffusione della pandemia”. Contemporaneamente al lockdown, Gandhi propone di istituire un reddito minimo garantito per le fasce economicamente più deboli. In un tweet, il figlio di Sonia Gandhi afferma che il Governo “non si rende conto che la sua inazione sta uccidendo migliaia di innocenti”. Negli ultimi giorni numerosi epidemiologi indiani hanno sostenuto che un lockdown di tutto il Paese sia l’unica soluzione per contenere la rapidità e l’intensità della diffusione della seconda ondata, che ha portato l’India a superare i 20 milioni di contagi, e minaccia di falciare migliaia di altre vite nelle prossime settimane.

Ma il premier Modi ha sinora risposto che il Paese non si può permettere un secondo lockdown dopo quello di due mesi e mezzo del 2020, che ha affossato l’economia, danneggiando soprattutto le piccole e medie imprese e i milioni di addetti alle attività informali.

04.05.2021 ore 12:47
EMA valuta il vaccino cinese

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha avviato l’esame (in ‘rolling review’) del vaccino sviluppato dalla cinese Sinovac. Lo annuncia la stessa EMA su Twitter. La decisione si basa sui risultati preliminari di studi di laboratorio e clinici che suggeriscono come il vaccino inneschi la produzione di anticorpi che prendono di mira Sars-CoV-2, il virus che causa il Covid-19, e può aiutare a proteggere dalla malattia. L’Agenzia valuterà i dati non appena saranno disponibili per decidere se i benefici superano i rischi. L’analisi continuerà fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per una domanda formale di autorizzazione all’immissione in commercio.

04.05.2021 ore 11:59
Hockey, salta l'amichevole Svizzera-Italia

L’incontro amichevole previsto nella serata di oggi, martedì, a Bienne tra Svizzera e Italia è stato annullato. Ciò a causa del fatto che due membri della delegazione italiana sono stati testati positivi al Covid-19. La Nazionale elvetica, conferma Swiss Ice Hockey in una nota, giocherà le prossime partite di preparazione ai Mondiali venerdì e sabato a Friborgo incontrando, due volte, la Francia.

04.05.2021 ore 11:33
Mercato elvetico dell'auto in ripresa ad aprile

Il mercato elvetico dell’automobile è salito in aprile, registrando 22.054 nuove immatricolazioni, il doppio rispetto allo stesso mese del 2020. Tuttavia, questo livello rimane lontano dalle medie pluriennali dall’inizio degli anni 2000, ha lamentato martedì l’associazione degli importatori Auto-suisse. A prima vista, il miglioramento di aprile è lusinghiero, ma può essere spiegato “unicamente” da un effetto di recupero in seguito alla “chiusura di showroom di agenti ufficiali di marca durante il primo contenimento”.

Infatti, rispetto alla media dal 2000, che è di 26.717 nuovi veicoli, la cifra di aprile 2021 è ancora inferiore del 17,5%. Con 29’461 veicoli registrati dall’inizio dell’anno, la quota di mercato dei modelli a propulsione alternativa è aumentata del 114,3% rispetto all’anno precedente. Di queste auto, 16.402 nuove registrazioni erano per veicoli con motori ibridi, elettrici, a gas o a idrogeno, con un aumento del 131,3%.

04.05.2021 ore 11:24
Molti impiegati temono la tecnologia

Molti impiegati in Svizzera temono di essere sostituiti dalla tecnologia nel loro lavoro. Secondo un sondaggio, queste paure sono aumentate tra più di un terzo (36%) degli intervistati durante la pandemia di coronavirus. L’indagine del Boston Consulting Group mostra che questa preoccupazione è particolarmente diffusa tra gli impiegati nelle vendite, nelle istituzioni finanziarie e nell’industria del turismo. In un confronto internazionale, la Svizzera è uno dei pochi Paesi in cui la paura colpisce tutte le generazioni.

Due terzi degli impiegati svizzeri dicono di essere disposti a riformarsi e a cambiare lavoro. Questo vale anche per le persone tra i 50 e i 60 anni. Circa 5.700 persone hanno partecipato a questo sondaggio non rappresentativo, precisa il Boston Consulting Group.

04.05.2021 ore 11:20
Francia senza mascherine dall'estate

Il ministro della Salute francese, Olivier Véran, ha evocato, martedì mattina, la possibile fine dell’obbligo di indossare la mascherina all’esterno, condizionandola ad una sufficiente copertura vaccinale della popolazione francese. Véran - in un’intervista alla radio Europe 1 - ha detto di “sperare” che l’obbligo di mascherina sia tolto già in estate: “non posso darvi oggi la data - ha detto - ma posso promettere che quando avremo la possibilità di terminare il distanziamento e di poter fare a meno delle mascherine, non aspetteremo neppure un giorno, lo annunceremo immediatamente”. “Spero - ha aggiunto - che sarà già quest’estate”.

04.05.2021 ore 10:41
Numero contagi sempre elevati anche in Russia

La Russia ha registrato, nelle ultime 24 ore, 7’700 nuovi casi di contagio dovuti al coronavirus; di questi 2’050 solo nella capitale Mosca. Il totale delle infezioni, da inizio pandemia, sale a 4’839’514. Sempre nelle ultime 24 ore, le autorità sanitarie russe notano ulteriori 337 decessi causati dalla malattia. In totale in Russia per Covid-19 sono morte 111’535 persone.

04.05.2021 ore 10:03
Svizzera: la fiducia dei consumatori in ripresa

I casi di nuove infezioni sono in calo e al contempo la fiducia dei consumatori svizzeri torna a livelli precedenti la crisi del coronavirus, ma continua ad essere molto elevata la paura della perdita dell’impiego e si fanno sentire gli aumenti dei prezzi, che pesano sul potere d’acquisto delle famiglie: sono queste, in estrema sintesi, le indicazioni che emergono dall’ultimo sondaggio trimestrale condotto dalla Segreteria di Stato dell’economia (Seco).

In aprile l’indicatore generale della fiducia è salito a -7 punti, in progressione rispetto al precedente rilevamento di gennaio (-14) e valore solo poco più basso della media pluriennale, che si attesta a -5 punti. A titolo di confronto, il primo trimestre 2020 aveva segnato -9 punti, il secondo (caratterizzato dallo scoppio della pandemia di coronavirus) -39, il terzo -12 e il quarto -13.

04.05.2021 ore 10:00
In Ticino 57 nuovi casi e nessun decesso

Nelle ultime 24 ore l’Ufficio del medico cantonale ticinese ha comunicato che sono stati registrati 57 nuovi casi di coronavirus. Non sono invece stati segnalati nuovi decessi legati alla malattia. Per cui ad oggi, risultano 32’328 casi di contagio e 991 decessi da inizio pandemia. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, nel medesimo lasso di tempo sono state ricoverate 5 persone mentre 7 sono state dimesse. Attualmente risultano quindi in cura nei nosocomi Covid-19 ticinesi 60 pazienti; 13 dei quali sono assistiti nei reparti di terapia intensiva. Alla fine della scorsa settimana risultavano in isolamento 443 persone e 759 in quarantena.

04.05.2021 ore 09:03
La variante "indiana" in Algeria

L’Istituto Pasteur di Algeri ha reso noto la scoperta nel Paese nordafricano di sei casi di variante indiana del coronavirus, più precisamente nella regione di Tipaza, a ovest della capitale. Sono stati, inoltre, rilevati dalle analisi 37 casi della variante inglese. Ieri, lunedì, si sono verificati, secondo i dati del ministero della Sanità, 195 nuovi casi di coronavirus, 10 decessi e 136 guarigioni. Da inizio epidemia l’Algeria ha registrato 122’717 casi e 3’280 morti.

04.05.2021 ore 09:00
Niente SlowUp in canton Giura

Quest’anno non ci sarà nessuno SlowUp nel canton Giura. Gli organizzatori hanno deciso di non tenere l’evento, che era previsto per il 27 giugno, a causa delle restrizioni legate alla pandemia e alle prospettive di deconfinamento considerate ancora insufficienti. Al momento attuale, rilevano gli organizzatori, non è ancora possibile l’assembramento di migliaia di persone, per cui è stato deciso di procrastinare la manifestazione al 2022 puntando a farla divenire il più grande evento cantonale legato alla mobilità lenta.

04.05.2021 ore 08:55
Il Sudafrica investe sui vaccini

Il Sudafrica ha stanziato un altri 4 miliardi di rand (circa 276 milioni di dollari) per acquistare ulteriori partite di vaccini anti Covid-19 e per estendere una speciale sovvenzione di emergenza a migliaia di persone colpite dalla dalla pandemia. La relativa legge è stata presentata martedì mattina dal ministro delle Finanze.

04.05.2021 ore 08:36
Geberit vola su sfondo di Covid-19

Inizio d’anno da incorniciare per Geberit: il colosso sangallese degli impianti sanitari ha vissuto il trimestre migliore degli ultimi dieci anni sul fronte della crescita, spinto fra l’altro dalla tendenza della popolazione a migliorare la propria situazione abitativa, in tempi in cui la casa, complice la pandemia dovuta al Covid-19, appare sempre più importante. Anche gli utili sono progrediti al di là delle previsioni. Stando ai dati diffusi martedì dall’azienda il fatturato del periodo gennaio-marzo si è attestato a 910 milioni di franchi, con una progressione su base annua del 14% (13% al netto degli effetti valutari). La crescita sta quindi accelerando, rispetto al +9% del terzo trimestre 2020 e al +7% del quarto.

04.05.2021 ore 08:07
Numeri ancora in su in Germania

Nelle ultime 24 ore, secondo i dati diffusi dall’Istituto Robert Koch tedesco, in Germania sono stati registrati ulteriori 7’534 casi di infezione dovuti al coronavirus. Il totale di contagi da inizio pandemia è di 3’433’516. Sempre nel medesimo lasso tremporale sono stati registrati anche 315 ulteriori decessi per un totale di 83’591 morti causati dalla pandemia.

04.05.2021 ore 08:05
Germania, allentamenti in vista per vaccinati e guariti

La Germania si appresta ad allentare le restrizioni per tutte le persone già vaccinate e per quelle guarite. Il provvedimento dovrebbe entrare in vigore già a partire dal prossimo week-end. Non privilegi, ma un ripristino delle libertà, secondo il ministro Jens Spahn che lo ha presentato lunedì. Per queste categorie, in particolare, dovrebbe cadere il limite di persone che si possono incontrare privatamente e anche l’obbligo di rispettare il coprifuoco. La bozza deve ancora essere discussa con i rappresentanti dei Länder, prima di essere votata dal Parlamento. Chi entrerà in Germania dall’estero non avrà più bisogno della quarantena se potrà presentare, all’aeroporto o in frontiera, un certificato vaccinale.

RG 08.00 del 04.05.2021 La corrispondenza di Walter Rauhe
04.05.2021 ore 07:57
Lucerna, ci vorranno anni per rilanciare il turismo

Lucerna è una delle mete preferite da chi visita la Svizzera, ma il coronavirus sta costando caro al settore del turismo che ha subìto una brusca frenata, come confermato ieri (lunedì) da uno studio commissionato all’istituto di ricerche economiche BAK Economics. Per un ritorno alla normalità, serviranno anni.

RG 07.00 del 04.05.2021 Il servizio di Alessia Fontana
04.05.2021 ore 07:30
New York riapre tutto

Gli stati di New York, New Jersey e del Connecticut, che coprono una delle aree che sono state epicentro della pandemia, permetteranno alla gran parte delle attività di riaprire completamente a partire dal 19 maggio. Ristoranti, uffici, negozi, teatri, musei, barbieri, parchi di divertimento, palestre potranno riprendere a operare a pieno ritmo e senza più restrizioni. “Questa decisione rappresenta per lo Stato di New York una pietra miliare e un significativo momento di transizione”, ha affermato il governatore Andrew Cuomo, il cui annuncio - scrive il New York Times - sembra ancora una volta scavalcare il sindaco Bill de Blasio, suo rivale politico, che aveva annunciato la riapertura completa della città da luglio.

04.05.2021 ore 07:20
Grigioni: di nuovo 21 casi e nessun decesso

Le autorità sanitarie grigionesi hanno recensito 21 nuovi contagi da coronavirus nel cantone nelle ultime 24 ore- esattamente come lunedì - per un totale di 12’874 da inizio pandemia. I casi attivi continuano a diminuire, da 268 a 252, mentre sono 296 le persone in quarantena. Non si segnalano nuovi decessi, il bilancio complessivo resta fermo a 185 morti. Negli ospedali sono ricoverate 24 persone affette da Covid-19, esattamente come la vigilia, ma cresce da 5 a 7 il numero dei pazienti in terapia intensiva e da 3 a 5 quello dei sottoposti a respirazione artificiale.

La maggior parte dei nuovi contagi è concentrata nelle popolose regioni di Plessur e Prettigovia. Nel Moesano non se ne registrano.

04.05.2021 ore 07:08
Florida, via le restrizioni

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha annunciato la fine delle restrizioni nello Stato, alla luce di una campagna di vaccinazione che procede spedita: il 41,9% dei 21 milioni di abitanti ha ricevuto almeno una dose e chi non l’ha avuta “non ne è stato privato per carenza di disponibilità”, ha affermato. Non è nemmeno richiesta un’attestazione di domicilio, ciò che ha permesso di immunizzare anche numerosi immigrati illegali.

04.05.2021 ore 07:06
USA, presto Pfizer dai 12 anni

Gli Stati Uniti, secondo anticipazioni di stampa, si apprestano ad autorizzare l’uso per persone a partire dai 12 anni del vaccino prodotto da Pfizer/BioNTech, fin qui somministrato solo dai 16 anni in su. Stando a CNN, la FDA (Food and Drugs Administration) modificherà le sue indicazioni in proposito. Negli Stati Uniti ha ricevuto almeno una dose il 55% degli adulti, ma bisogna convincere anche gli scettici, in particolar modo fra gli elettori repubblicani. Il 29% di essi (contro il 5% dei democratici) non ne vuole sapere del vaccino.

04.05.2021 ore 07:03
India, superati i 20 milioni di casi

L’India, secondo i dati ufficiali, ha superato ufficialmente la soglia dei 20 milioni di casi da inizio pandemia. I nuovi contagi annunciati sono 357’229, i decessi 3’449, per un totale 222’408.