Segui il liveticker di RSInews con tutti gli aggiornamenti in tempo reale dalla Svizzera e dall'estero
Segui il liveticker di RSInews con tutti gli aggiornamenti in tempo reale dalla Svizzera e dall'estero keystone
Momenti chiave
21.11.2020 ore 23:32
21.11.2020 ore 17:02
21.11.2020 ore 12:40
21.11.2020 ore 12:13
21.11.2020 ore 11:48

Dieci decessi fra Ticino e Grigioni

Nei due cantoni si contano complessivamente 389 nuovi casi d'infezione da coronavirus. Aumenta in Ticino il numero delle persone dimesse
sabato 21 novembre 2020 07:28

Altre 5 persone, indicano gli ultimi dati diffusi sabato, hanno perso la vita in Ticino a causa della pandemia. Nel cantone si contano inoltre 38 nuovi ricoveri, a fronte di 30 pazienti che sono invece stati dimessi. Sono infine 279 i nuovi contagi da coronavirus rilevati nelle ultime 24 ore.

Cinque nuovi decessi a causa del Covid-19 sono stati registrati nelle ultime 24 ore anche nei Grigioni, dove il bilancio delle vittime sale così a 85 morti. Negli ospedali retici sono attualmente ricoverati 49 pazienti affetti da COVID-19, nove in meno della vigilia: 39 si trovano in reparto (-10), i rimanenti 10 invece in terapia intensiva (+1). In nove necessitano di respirazione artificiale.

Sul fronte della corsa ai vaccini, una richiesta di autorizzare d'urgenza quello di Pfizer e BioNtech è stata depositata venerdì negli Stati Uniti, il paese più colpito dalla pandemia di coronavirus, che in 24 ore ha registrato oltre 200'000 nuovi contagi e dove sempre più Stati hanno adottato misure restrittive. Anche il Governo britannico di Boris Johnson ha formalmente chiesto all’autorità di regolazione sui farmaci del Regno Unito, la MHRA, di valutare il candidato vaccino per autorizzarne un’eventuale distribuzione a partire già dal mese prossimo.

La cronaca di venerdì

In molti paesi europei si sta comunque assistendo ad una stabilizzazione se non ad una diminuzione del numero dei contagi: così è in Gran Bretagna, dove a seguito di due settimane di lockdown nazionale bis in Inghilterra la pandemia è in rallentamento, e anche la Francia, secondo l'agenzia sanitaria Santé publique, ha superato il picco della seconda ondata. In Italia, il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Brusaferro vede segnali incoraggianti negli ultimi dati: "un rallentamento dell'incidenza del Covid nella penisola e un numero di casi che inizia ad appiattirsi".

Anche in Svizzera la pandemia dà segni di rallentamento: i casi si sono stabilizzati, anzi stanno leggermente diminuendo, ha detto venerdì Virginie Masserey dell’UFSP nella conferenza stampa dei “tecnici” a Berna. Tuttavia, è necessario ridurre ancora i contagi. Non si assiste infatti ancora a un calo nelle ospedalizzazioni e nei decessi. Negli ospedali sono ricoverati circa 530 pazienti covid in terapia intensiva, a disposizione restano circa 220 letti.

Fra i cantoni dove la tendenza dei contagi è ancora in crescita, Basilea Città ha annunciato una stretta a partire da lunedì prossimo: chiuderanno fino a metà dicembre bar, ristoranti, casinò, piscine e palestre. Gli eventi pubblici saranno limitati a 15 persone presenti.

I dati sempre aggiornati

Gianluca Blefari

21.11.2020 ore 23:34
Francia: 17'881 casi e 276 morti in 24 ore

La Francia ha registrato 17’881 nuovi casi di coronavirus e 276 morti nelle ultime 24 ore.

21.11.2020 ore 23:32
USA superano i 12 milioni di casi

Gli Stati Uniti superano quota 12 milioni di casi di coronavirus. E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University.

21.11.2020 ore 22:56
"Chi diffonde maggiormente il contagio sono gli asintomatici"

Sono gli asintomatici che diffondono di più il coronavirus. Lo sostengono i Centri di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (CDC) in una nuova guida che certifica l’importanza di indossare sempre le mascherine. Il picco di contagiosità? Cinque giorni dopo essere stati infettati.

21.11.2020 ore 21:18
Svitto, in piazza contro le misure anti-covid

Un migliaio di persone hanno partecipato oggi pomeriggio a Lachen (SZ) a una manifestazione contro le misure decise dalle autorità per contenere il coronavirus.

In piazza contro le restrizioni

Manifestazione a Lachen, nel Canton Svitto, contro le norme anti-covid

21.11.2020 ore 19:09
Varese quasi 2'000 casi, più che a Milano

Varese si conferma una delle zone più colpite in Italia dalla seconda ondata di Coronavirus. Oggi si sono registrati quasi duemila casi, esattamente 1’970, più dunque che a Milano città dove sono stati 1’144 (mentre nella città metropolitana sono stati in tutto 3’232). Per quando riguarda le altre province a Monza si sono verificati 758 positivi, a Como 655, a Brescia 462, a Pavia 385, a Mantova 338, a Cremona 221, a Lecco 160, a Lodi 77 e a Sondrio 67.

21.11.2020 ore 17:05
Regno Unito: 19'875 casi e 341 morti

Il Regno Unito ha registrato altri 19’875 casi e 341 morti causati dal coronavirus nelle ultime 24 ore.

21.11.2020 ore 17:02
Italia: 34'767 casi, 692 morti

Sono 34’767 i nuovi casi di coronavirus individuati in Italia nelle ultime 24 ore, circa 2’500 meno di ieri, che portano il totale a 1’380’531. Secondo i dati del ministero della Salute è invece di 692 l’incremento delle vittime, per un totale dall’inizio dell’emergenza di 49’261.

21.11.2020 ore 15:56
In Italia i NAS oscurano una ventina di siti: vendevano farmaci illegalmente

In Italia, i Nas (Nuclei Antisofisticazione e Sanità) dei carabinieri hanno individuato e oscurato una ventina di piattaforme on line su server esteri e con gestori fittizi che mettevano in vendita illegalmente vari medicinali soggetti a obbligo di prescrizione e vendibili solo in farmacia. Con i provvedimenti ora eseguiti, salgono a 112 i siti oscurati dai carabinieri dall’inizio dell’emergenza pandemica.

Tra questi, c’erano anche i medicinali a base degli antimalarici clorochina e idrossiclorochina e degli antivirali lopinavir e ritonavir. Tutti principi attivi dei quali l’Agenzia Italiana del Farmaco ha vietato da luglio l’utilizzo per il trattamento del COVID-19 al di fuori degli studi sperimentali clinici. In alcuni casi, i medicinali venivano presentati facendo riferimento a non meglio indicati studi scientifici che avrebbero dimostrato l’efficacia di questi nella cura della malattia da coronavirus Sars-CoV-2.

21.11.2020 ore 15:49
Von der Leyen: "Investimento di 4,5 miliardi di dollari per vaccini"

“I vaccini aiuteranno il mondo a superare la pandemia. Al summit del G20 ho chiesto di investire 4,5 miliardi di dollari entro la fine del 2020 attraverso ‘ActAccelerator’ per l’approvvigionamento e la consegna di test, trattamenti e vaccini ovunque per il Covid”. Lo scrive su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “Dobbiamo mostrare una solidarietà globale”, ha aggiunto.

21.11.2020 ore 14:41
Allentamenti a Ginevra anche per il "Jet d'eau"

A Ginevra il Jet d’eau ha ripreso servizio sabato. Il famoso getto d’acqua simbolo della città sul Lemano è stato infatti chiuso per nove giorni, per ricordare alla popolazione le misure sanitarie.

Il Jet d’eau è stato riavviato su richiesta del Consiglio di Stato, e la sua ripartenza era stata annunciata venerdì sui social network dei Servizi Industriali di Ginevra (SIG) che possiedono e gestiscono il monumento. Su richiesta del comune, il Jet d’eau non era stato rimesso in servizio il 12 novembre, dopo la sua manutenzione annuale. In primavera, durante il periodo di semi-reclusione, era stato chiuso per 83 giorni.

21.11.2020 ore 14:33
Croazia: 3’573 nuovi contagi e 47 decessi nelle ultime 24 ore

La Croazia ha registrato nelle ultime 24 ore 3’573 nuovi contagi da coronavirus, su 9’877 test effettuati, e 47 decessi. Come riferiscono i media regionali, i casi attivi nel Paese sono ad oggi 19’079. I pazienti in ospedale sono 1’981, dei quali 213 in terapia intensiva. In totale da inizio epidemia i contagi sono stati 100’410, le vittime 1’304.

21.11.2020 ore 14:21
Italia: "Ospedali vicini al collasso", è l'allarme del presidente della Federazione medici internisti

In Italia “gli ospedali sono ormai prossimi al collasso a causa della carenza di personale sanitario e del gran numero di pazienti Covid che continuano ad arrivare nei nostri reparti”. Lo afferma il presidente della Federazione dei medici internisti (Fadoi), Dario Manfellotto, commentando l’analisi dell’Anaao-Assomed, il maggior sindacato del settore, sull’occupazione dei posti letto in ospedale in questo momento della pandemia da Covid 19.

“In Medicina interna - assicura Manfellotto - ai pazienti vengono garantite tutte le cure, anche quelle sub-intensive, compresa l’ossigenoterapia e le varie forme di ventilazione non invasiva, cercando di evitare di arrivare alla intubazione o alla morte. Inoltre gli internisti continuano ad assistere i pazienti che sono affetti da altre patologie importanti, come insufficienza renale, bronchite cronica, scompenso cardiaco, sepsi, polmonite, ma per questi malati le possibilità di accesso agli ospedali si stanno riducendo.”

“È chiaro - conclude - che una probabile conseguenza sarà la crescente difficoltà a ricoverare e garantire gli standard qualitativi di cura per i malati cronici riacutizzati non Covid.

21.11.2020 ore 13:14
Canton Berna: 466 contagi e 5 decessi. Numero ricoveri stabile, misure prorogate fino al 7 dicembre

Nel canton Berna sono 466 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore, mentre altre cinque persone sono morte a causa di, o con il Covid-19. Il numero totale di persone decedute nel cantone è ora di 306. Venerdì c’erano 390 persone in ospedale a causa della malattia, 67 delle quali in un’unità di terapia intensiva e 56 ventilate artificialmente.

In considerazione del numero ancora elevato di casi, il Governo cantonale ha prorogato fino a giovedì 7 dicembre le misure senza ulteriori inasprimenti, in considerazione del fatto che il numero di ricoveri è stabile. Prima che le misure possano essere nuovamente allentate, tuttavia, la pressione sugli ospedali deve essere ridotta e il numero di nuove infezioni diminuire in modo significativo.

21.11.2020 ore 12:55
Bulgaria: 129 decessi e 3’983 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 129 decessi a causa del coronavirus per un totale di 2’778 morti. Da ieri nel Paese balcanico, che conta circa 7 milioni di abitanti, si sono registrati 3’983 contagi di Covid-19, pari a oltre il 40% dei 9’786 test effettuati. Il maggior numero di persone contagiate si registra sempre nella capitale Sofia (circa due milioni di abitanti): 1’031. Il totale dei contagi da inizio epidemia è a oggi di 118’418. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico sanitario è salito a 4’641. Attualmente vi sono 81’252 casi di coronavirus in Bulgaria, mentre negli ospedali sono ricoverati 5’942 pazienti, 383 dei quali in terapia intensiva.

21.11.2020 ore 12:48
Iran: 431 decessi e 12'931 nuovi casi

Il nuovo bilancio totale delle vittime del coronavirus in Iran sale a 44’327 morti con i 431 decessi registrati nelle ultime 24 ore. Il totale dei contagi arriva a 841’308 con i 12’931 nuovi casi di ieri. Lo ha comunicato la portavoce del ministero della Salute Sima Lari aggiungendo che finora “596’136 persone sono guarite e che i pazienti in terapia intensiva sono 5’788 “ . I test effettuati nel Paese sono stati 5’747’325 .

21.11.2020 ore 12:40
Nuove misure restrittive in Serbia

Di fronte al forte aumento dei contagi da coronavirus, in Serbia il governo ha annunciato oggi nuove misure restrittive per la durata di dieci giorni. Come riferiscono i media, a partire da martedì sarà anticipata alle 18 la chiusura per ristoranti, caffè, locali notturni, sale da gioco e centri commerciali. Sarà strettamente obbligatoria la mascherina in tutti i luoghi al chiuso e anche all’aperto laddove non sia possibile rispettare il necessario distanziamento fisico. Le riunioni saranno consentite per un massimo di cinque persone sia al chiuso che all’aperto, ad eccezione di scuole, negozi, centri commerciali dove resta l’obbligo di rispettare il numero massimo di presenze consentito - garantendo almeno quattro metri quadrati a persona. Si consiglia inoltre di trasferire il lavoro da casa per tutti coloro in grado di farlo. E saranno notevolmente intensificati i controlli. La Serbia negli ultimi giorni ha registrato bilanci giornalieri di oltre 6 mila contagi e decine di decessi, con un aumento repentino rispetto a pochi giorni fa. Gli specialisti peraltro hanno messo in guardia dai pericoli di un’ulteriore diffusione del contagio per le cerimonie funebri pubbliche di oggi e domani in memoria del patriarca ortodosso Irinej, morto ieri per le conseguenze del coronavirus.

21.11.2020 ore 12:13
L'OMS critica la Svizzera

In considerazione della “situazione estremamente grave”, le misure sono troppo blande. A dirlo è David Nabarro, inviato speciale dell’OMS per la lotta al Covid-19, in un’intervista pubblicata sabato dalle testate di CH Media dove ha criticato apertamente la strategia della Svizzera.

Secondo Nabarro, la Confederazione, come il resto dell’Europa, ha sprecato tempo prezioso durante l’estate e non è riuscita ad approntare le infrastrutture necessarie, dopo aver messo sotto controllo la prima ondata. Per evitare una terza ondata all’inizio del 2021 è necessaria una “strategia molto più solida da parte delle autorità e dei residenti”, afferma l’esperto.

21.11.2020 ore 11:54
Case per anziani, 13 nuovi casi e 3 decessi

Nelle ultime 24 ore, nelle case per anziani del Canton Ticino sono stati registrati 13 nuovi casi e tre decessi. Attualmente il totale degli ospiti positivi al Covid-19 è 280, in 27 strutture. Sono invece 5 i residenti guariti.

21.11.2020 ore 11:48
Belgio, contagi e ricoveri in calo

Il numero di contagi da Covid-19 in Belgio continua a diminuire in modo costante e ora è sceso sotto i 4.000 casi al giorno, secondo i dati provvisori dell’Istituto di Salute Pubblica Sciensano. In media, dall’11 al 17 novembre, ci sono stati meno di 4’000 contagi giornalieri, ovvero un calo del 38% rispetto ai sette giorni precedenti. Continua a diminuire anche il numero dei ricoveri ospedalieri (-29%) dovuti al Covid-19, che si attesta attualmente a 344,3 in media al giorno (tra il 14 novembre e il 20 novembre).

21.11.2020 ore 10:45
Picco di casi in Ucraina: 14’580 in 24 ore

In Ucraina nelle ultime 24 ore sono stati accertati 14’580 nuovi casi di Covid-19: il massimo finora registrato in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. I contagi appaiono in aumento. Ieri le autorità sanitarie ucraine avevano dato notizia di 14’575 nuovi casi accertati nel corso della giornata precedente. Il 19 novembre i nuovi casi annunciati erano stati 13’357, il 18 novembre 12.496 e il 17 novembre 11’968.

Secondo il ministro della Salute, Maksim Stapanov, ripreso dall’agenzia Interfax, i decessi sono stati 215 nell’ultima giornata e fanno salire a 10’813 il totale delle vittime del virus Sars-Cov-2 nella repubblica ex sovietica, dove sono stati accertati in totale 612’655 contagi.In Ucraina nelle ultime 24 ore sono stati accertati 14’580 nuovi casi di Covid-19: il massimo finora registrato in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. I contagi appaiono in aumento. Ieri le autorità sanitarie ucraine avevano dato notizia di 14’575 nuovi casi accertati nel corso della giornata precedente. Il 19 novembre i nuovi casi annunciati erano stati 13’357, il 18 novembre 12.496 e il 17 novembre 11’968.

21.11.2020 ore 10:16
In Ticino, 279 nuovi contagi e 5 decessi


Sono 5 i decessi in Ticino causati dal coronavirus segnalati nelle ultime 24 ore. Le vittime da inizio pandemia salgono così a 483. Sono 279 i nuovi contagi. Ieri erano stati segnalati 249 casi e 11 morti. In totale le persone ospedalizzate sono 377 (ieri erano 371) di cui 38 in terapia intensiva (quattro in più di ieri). Nel dettaglio, le nuove ammissioni sono state 38, mentre 30 pazienti sono stati dimessi.

21.11.2020 ore 10:07
Pakistan: 42 morti e 2’843 nuovi casi

Il Pakistan ha registrato 42 morti e 2’843 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Si tratta di un record per il Paese che non registrava numeri così alti da metà luglio. Dall’inizio della pandemia a febbraio, in Pakistan ci sono stati 371’508 contagi di coronavirus e 7’603 decessi. Secondo i dati del Ministero, 1’389 persone sono guarite nelle ultime 24 ore, per un totale di 328’931. Nonostante l’aumento di casi, i principali partiti di opposizione del paese stanno organizzando una manifestazione antigovernativa per domani a Peshawar, nel nord ovest.

21.11.2020 ore 10:01
Giappone, stop a viaggi nelle aree più colpite dalla pandemia

Il premier giapponese, Yoshihide Suga, ha annunciato che sospenderà la campagna di promozione dei viaggi interni nelle zone del Giappone in cui il numero dei casi di coronavirus è particolarmente elevato. Intanto a Tokyo è stato registrato l’ennesimo record giornaliero di nuovi contagi con 539 persone positive al Covid-19.

21.11.2020 ore 09:32
Picco di casi in Russia: 24’822 nuovi contagi

In Russia si registra un nuovo picco sia di nuovi casi sia di vittime del Covid-19. Stando ai dati del centro operativo nazionale anti coronavirus, nelle ultime 24 ore nel Paese sono stati accertati 467 decessi provocati dalla malattia e 24’822 nuovi contagi. Si tratta dei numeri più alti finora registrati in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. Il totale dei contagi sale così a 2’064’768. Le vittime, stando ai dati ufficiali, sono in tutto 35’778. Nella sola Mosca, nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 7’168 casi di Covid-19 e 74 decessi. Lo riportano le agenzie Tass e Interfax.

21.11.2020 ore 09:20
Grigioni: 5 decessi e 49 persone ricoverate

Sale a 85 morti, con cinque nuovi decessi, il bilancio della pandemia nel canton Grigioni. Le autorità sanitarie retiche hanno annunciato anche 110 nuovi contagi accertati nelle ultime 24 ore, per un totale di 4’265. I casi attivi posti in isolamento salgono di 52 unità, a 631, mentre altre 1’019 persone si trovano in quarantena. Nel Moesano le nuove infezioni sono 5, i casi attivi 25.

Negli ospedali del cantone sono ricoverati 49 pazienti affetti da COVID-19, nove in meno della vigilia: 39 si trovano in reparto (-10), i rimanenti 10 invece in terapia intensiva (+1). In nove necessitano di respirazione artificiale.

21.11.2020 ore 08:48
Vaccino: la FDA statunitense deciderà il 10 dicembre

Il comitato consultivo della Food and Drug Administration, che riunisce esperti esterni all’agenzia americana, si riunirà il 10 dicembre per il vaccino BioNTech-Pfizer per il Covid. Lo comunica la Fda. Di solito due giorni prima degli incontri del comitato consultivo la Fda pubblica il suo rapporto sui dati raccolti durante i test del vaccino. Un rapporto dal quale potrebbero emergere indicazioni su come l’agenzia intende decidere. Alla fine dell’incontro del comitato si tiene poi di solito un voto per raccomandare o meno l’uso del vaccino o del farmaco presso il grande pubblico.

21.11.2020 ore 08:37
In Canada, Toronto e Peel in lockdown per 28 giorni

Toronto e Peel, due delle grandi città dell’Ontario, in Canada, saranno in lockdown da lunedì per 28 giorni. Le scuole resteranno aperte ma i bar e i ristoranti potranno servire solo pranzi e cene da asporto. Resteranno invece aperti supermercati e farmacie ma con una capacità limitata al 50%. Gli assembramenti saranno limitati a 10 persone. La decisione è stata presa in seguito all’aumento dei casi e alla previsione di un possibile peggioramento della situazione nelle prossime settimane.

21.11.2020 ore 07:36
In Brasile oltre sei milioni di contagi

Il Brasile è il terzo Paese al mondo ad aver superato i sei milioni di contagiati di Covid-19 dall’inizio della pandemia, dopo Stati Uniti e India. Nelle ultime 24 ore, i contagi sono stati 34’516, portando a 6’017’605 il bilancio totale. Le vittime registrate nelle ultime 24 ore sono state 521, per un totale di 168’662.

21.11.2020 ore 07:30
USA: Superati 1,15 milioni nuovi contagi in 7 giorni

Gli Stati Uniti hanno registrato 192’805 nuovo casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore. Negli ultimi sette giorni i nuovi contagi hanno superato quota 1,15 milioni.