450099113_highres.jpg
keystone
Momenti chiave
07.04.2021 ore 19:01
07.04.2021 ore 15:50
07.04.2021 ore 15:49
07.04.2021 ore 15:48
07.04.2021 ore 15:32
07.04.2021 ore 15:27
07.04.2021 ore 14:47
07.04.2021 ore 09:58
07.04.2021 ore 07:52
07.04.2021 ore 07:23

EMA: "Benefici AstraZeneca superano i rischi"

Confermato il legame tra vaccino e trombosi, ma si tratta di "effetti collaterali rari" - Svizzera: interesse per i test "fai da te" - Sui vaccini: "Tre mesi per vedere i risultati della campagna" - Ricerca irlandese: i contagi all'aperto non superano lo 0,1%
mercoledì 07 aprile 2021 07:14

Esiste un legame fra casi di trombosi cerebrali e somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca, ma si tratta di "effetti collaterali rari" e per questo i benefici del preparato superano i costi: è questa la valutazione dell'Agenzia europea del farmaco (EMA) che oggi (mercoledì) ha reso nota la propria valutazione del preparato anglo-svedese.

In Svizzera, l'interesse della popolazione in merito ai test autodiagnostici per il coronavirus è confermato. In molti si sono recati già stamattina nelle farmacie ticinesi per ritirare i cinque kit che la Confederazione copre al mese per ogni persona.

A questo proposito nel pomeriggio, durante la consueta conferenza stampa degli esperti della Confederazione, il capo della Sezione gestione di crisi dell’UFSP, ha sottolineato l'utilità degli autotest, ma mettendo in guardia sulla loro efficacia: "Se vogliamo visitare persone vulnerabili è sempre meglio un test antigenico (rapido o PCR), poiché più efficace." Inoltre questa tipologia di esame è consigliata solo e unicamente in assenza di sintomi compatibili con il Covid-19.

La cronaca di martedì

Non superano lo 0,1% i contagi da Covid in Irlanda registrati all'aperto dall'inizio della pandemia, secondo uno studio pubblicato il giorno di Pasquetta dall'Health Protection Surveillance Centre (Hpsc) di Dublino e ripreso da vari media dell'isola fra cui l'Irish Times.

di Dario Lanfranconi, Laura Dick, Enrico Campioni, Joe Pieracci, Alex Ricordi, Ludovico Camposanpiero e Sandro Pauli

07.04.2021 ore 23:28
Spagna: AstraZeneca solo per gli over 60

La Spagna continuerà a usare il vaccino contro il covid di AstraZeneca solo per persone dai 60 anni in su. Lo ha annunciato in una conferenza stampa notturna la ministra della Sanità, Carolina Darias, al termine di una riunione con le regioni. Darias ha spiegato che la decisione, proposta dal ministero, è stata appoggiata “da un’ampia maggioranza” delle comunità autonome. Per questioni “logistiche”, ha aggiunto Darias, per adesso si vaccineranno con AstraZeneca le persone tra i 60 e i 65 anni d’età, ma si valuterà successivamente come estendere l’uso a persone più anziane.

07.04.2021 ore 23:17
Brasile: 96'625 contagi e 3'829 vittime

Sono 96’625 i contagi da coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, dove si segnalano anche altre 3’829 vittime. Il bilancio totale sale quindi a 340’776 vittime a fronte di più di 13 milioni di casi accertati dall’inizio della pandemia.

07.04.2021 ore 22:39
Le spiagge di New York riapriranno a fine maggio

La città di New York si prepara all’arrivo dell’estate. Il sindaco Bill de Blasio ha annunciato che tutte le sue otto spiagge riapriranno il prossimo 29 maggio in concomitanza con la festività del Memorial Day. Circa un mese dopo, il 26 giugno, è prevista anche la riapertura delle 48 piscine pubbliche della Grande Mela. Sul calendario è il giorno successivo alla chiusura dell’anno scolastico. Lo scorso anno, in piena pandemia, l’amministrazione comunale era stata costretta a ritardare l’apertura delle spiagge e a limitare il numero di piscine all’aperto.

07.04.2021 ore 21:40
Brasile: Bolsonaro esclude il lockdown nazionale

Il presidente brasiliano Jair Bolsoanaro ha escluso la possibilità di un lockdown nazionale, nonostante ieri siano state registrate per la prima volta più di 4 mila vittime di Covid-19 in un giorno. “Non ci sarà un lockdown, lo escludo”, ha detto il presidente di estrema destra durante una visita a Chapecò, nello stato di Santa Catarina. “Sarebbe molto meglio se non si toccasse l’argomento, se la gente si mettesse comoda e si tranquillizzasse. Non ci sarà un lockdown nazionale. Troveremo delle alternative, non chiudo in casa le persone. Il virus non se ne andrà via, resterà qui per tutta la vita: è praticamente impossibile eradicarlo”, ha detto Bolsonaro, da sempre contrario alle misure di distanziamento per combattere la pandemia.

07.04.2021 ore 21:28
La Corea del Sud sospende AstraZeneca sotto i 60 anni

La Corea del Sud sospenderà temporaneamente la somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca alle persone sotto i 60 anni. Lo riferiscono diversi media asiatici in lingua inglese. Seul allo stesso tempo ha approvato il vaccino Johnson & Johnson.

07.04.2021 ore 21:18
La Tunisia inasprisce le misure preventive

Per far fronte alla terza ondata di contagi la Tunisia ha annunciato una serie di misure restrittive che andranno in vigore dal 9 aprile fino a fine mese. Tra queste l’anticipazione dell’orario del coprifuoco alle 19:00 fino alle 5 del mattino e la facoltà per i governatori di applicare lockdown mirati nelle aree classificate come cluster. Le altre disposizioni comprendono il divieto di tutte le riunioni pubbliche e private; la chiusura dei mercati settimanali; la quarantena di 5 giorni obbligatoria per i viaggiatori in arrivo dall’estero e l’intensificazione dei controlli sull’applicazione delle misure preventive già validate in precedenza. La Tunisia ha registrato dall’inizio dell’epidemia 263.043 casi registrati di coronavirus e 9.039 decessi, ma a preoccupare è la carenza di posti letto negli ospedali, con l’80% dei letti delle rianimazioni occupate, secondo il ministro della Sanità Faouzi Mehdi. Finora, secondo il ministero della Sanità di Tunisi, hanno ricevuto la prima dose di vaccino oltre 100 mila persone. Il piano di vaccinazione nazionale è partito il 13 marzo scorso.

07.04.2021 ore 20:40
Fauci: "Gli USA non prevedono di usare AstraZeneca"

Gli Stati Uniti non hanno bisogno del vaccino AstraZeneca contro il Covid-19, ma cio’ “non rappresenta un’accusa” nei confronti di questo prodotto. Lo ha detto oggi Anthony Fauci parlando con la Cnn: “Abbiamo gia’ tre vaccini eccellenti nel paese e anche se la Food and Drug Administration (Fda) dovesse giudicare quello AstraZeneca un buon vaccino e dare l’autorizzazione di emergenza - “il che potrebbe succedere” - abbiamo gia’ dosi sufficienti di buone immunizzazioni in America”.

07.04.2021 ore 20:34
Muore all'ottavo mese di gravidanza, salvo il bebè

Una dottoressa brasiliana di 38 anni all’ottavo mese di gravidanza è morta di Covid-19 in un ospedale di Barra do Garcas, nello Stato del Mato Grosso, dove era ricoverata in rianimazione e intubata. I suoi colleghi medici sono riusciti a salvare il bambino con un parto cesareo d’emergenza. La dottoressa Cibele Bento Rodrigues era stata ricoverata lo scorso fine settimana con una forte tosse ma non aveva comorbidità cardiovascolari, secondo fonti ospedaliere. Il neonato, un maschietto, è stato trasferito in un ospedale specializzato di Goiania, capitale dello stato di Goias, a bordo di un aereo ambulanza.

07.04.2021 ore 19:15
Regno Unito: 45 morti nelle ultime 24 ore

Risalgono a 45 i morti per Covid registrati nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, contro i poco più di 20 degli ultimi giorni, secondo i dati governativi ufficiali quotidiani. Sue questi dati sembra pesare tuttavia il recupero statistico legato a una raccolta parzialmente ritardata dei numeri già preannunciata dal ministero della Sanità nei giorni attorno a Pasqua. Alla stessa ragione dovrebbe essere riconducibile il rimbalzo dei nuovi contagi censiti fino a 21.000 circa (su quasi 700.000 test), mentre continua a calare il totale dei ricoverati negli ospedali e di quelli costretti alla ventilazione assistita nei reparti di terapia intensiva del Paese. Rallenta, inoltre, il ritmo delle vaccinazioni quotidiane, sull’onda dell’annunciata contrazione “temporanea” dell’approvvigionamento di aprile causata da un ritardo nelle forniture promesse da un impianto partner di AstraZeneca con sede in India: nelle ultime 24 ore rilevate ne sono state somministrate sull’isola poco meno di 300.000, con una somma che raggiunge ora 37,4 milioni di dosi: con oltre 31,7 milioni di prime iniezioni ad altrettante persone e quasi 5,7 milioni di richiami.

07.04.2021 ore 19:14
Bolsonaro: "Non impedirò ai medici di usare clorochina"

Per difendere l’uso di idrossiclorochina nei pazienti contagiati dal coronavirus, il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha affermato che, durante la seconda guerra mondiale, i medici iniettarono acqua di cocco ai soldati feriti, garantendone la sopravvivenza. “Nella guerra del Pacifico non c’era sangue (per la trasfusione), quindi iniziarono a iniettare acqua di cocco, e ha funzionato”, ha detto oggi il capo dello Stato. “Non sono un medico, ma non posso limitare la libertà dei medici” di prescrivere l’idrossiclorochina, ha aggiunto Bolsonaro parlando a Chapecò, città nell’entroterra dello Stato meridionale di Santa Catarina. Qui, il sindaco locale, Joao Rodrigues, ha autorizzato i medici a usare l’idrossiclorochina per i pazienti con coronavirus, nonostante si tratti di un farmaco indicato per la malaria e sconsigliato dall’Oms per curare chi è affetto da Covid.

07.04.2021 ore 19:04
Oms; "Legame AstraZeneca-trombosi plausibile, non confermato"

Il collegamento tra il vaccino AstraZeneca e gli episodi di trombosi rare è “plausibile ma non confermato”. Lo affermano gli esperti dell’OMS.

07.04.2021 ore 19:01
Calano i ricoveri in Lombardia

Scende al 5,4% dall’8% di ieri il tasso di positività in Lombardia dove, a fronte di 46.718 tamponi effettuati, sono 2.569 i nuovi casi. Calano i ricoveri, in terapia intensiva sono 11 meno di ieri, attestati a 834, negli altri reparti sono invece curate 6.595 persone, 48 meno di ieri. Salgono i decessi, 109, che portano a 31.373 le vittime della pandemia in regione. A Milano i nuovi casi sono 808 di cui 307 in città; a Varese 540; a Brescia 298; a Bergamo 107; 160 in Brianza; 227 a Como, 90 a Cremona. E poi a Lecco 44; a Lodi 43; a Mantova 82; a Pavia 85; a Sondrio 45. (

07.04.2021 ore 18:53
Spagna: aumenta ancora l'incidenza dei contagi

Aumenta ancora l’incidenza dei contagi in Spagna, secondo gli ultimi dati del Ministero della Sanità: oggi si segnalano 167,97 casi positivi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni, mentre ieri erano 164,71. La Navarra, Madrid e i Paesi Baschi, insieme alle città autonome di Ceuta e Melilla, sono considerate territori in fascia di rischio estremo, secondo i criteri stabiliti dalle autorità sanitarie nazionali: l’incidenza è superiore ai 250 contagi ogni 100.000 abitanti. L’agenzia di stampa Efe segnala che in queste zone l’aumento dei contagi è più rapido che nelle altre regioni. Il ministero della Sanità ha aggiunto oggi 126 morti al totale dall’inizio della pandemia, che sale così a 76.037.

07.04.2021 ore 18:43
“Il biodegradabile è andato un po’ in secondo piano”

Sono parole di Massimo Suter intervistato dalla RSI in un servizio dedicato al moltiplicarsi dell’offerta take away in questo periodo di pandemia.

Il take away... resta di plastica

Massimo Suter: "Il biodegradabile è un mantra da tempo, ma in questo periodo di emergenza è andato un po' in secondo piano"

07.04.2021 ore 17:44
Ema impone ad AstraZeneca approfonditi studi sui rischi

“Il comitato di sicurezza dell’Ema imporrà ad AstraZeneca robusti studi per capire di più sugli effetti di rischio” del suo vaccino. Lo ha detto il responsabile della task force sull’analisi dei dati dell’Ema, Peter Arlett, parlando in conferenza stampa. La compagnia anglo-svedese dovrà fare “studi di laboratorio per cercare di comprendere meglio l’effetto dei vaccini sulla coagulazione, esaminare i dati esistenti di studi clinici ravvicinati per valutare si vi siano ulteriori informazioni sui possibili rischi e condurre anche studi epidemiologici”, ha sottolineato Arlett.

07.04.2021 ore 17:38
Italia: 13'708 positivi, 627 vittime

Sono 13’708 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati ‘7’767. I tamponi sono notevolmente risaliti dopo il forte calo del weekend a quota 339’939. Sono invece 627 le vittime in un giorno (ieri 421).

07.04.2021 ore 17:16
FMI: "Svizzera ha gestito bene la crisi"

Secondo il Fondo monetario internazionale (FMI) finora la Svizzera ha affrontato bene la pandemia di Covid-19. Per l’anno in corso prospetta una crescita del 3,5% e per il prossimo del 2,8%. Nel 2020 il prodotto interno lordo (PIL) elvetico si era contratto del 2,9%, meno fortemente quindi di altre economie europee, rileva l’FMI nella sua valutazione annuale della Svizzera. Ad attutire il colpo sono stati in particolare la solidità di partenza delle economie domestiche e delle amministrazioni pubbliche, la competitività delle industrie di esportazione (ad esempio chimica e farmaceutica), il settore finanziario esteso e ben capitalizzato, la ridotta dipendenza dai settori ad alto contatto, il sistema sanitario ben organizzato e le misure di contenimento mirate. Anche la “rapidità, incisività e sostenibilità” delle misure di emergenza a sostegno di redditi e imprese, pari a oltre il 10% del PIL, è stata determinante per contenere il crollo dell’economia, afferma l’FMI. Le incertezze restano tuttavia elevate, e la crisi lascerà verosimilmente “cicatrici”, effetti che resteranno visibili ancora per lungo tempo. Ciò soprattutto in settori in cui la domanda si riprende forse più lentamente (ad esempio ristorazione ed eventi).

07.04.2021 ore 16:56
Ricerca irlandese, contagi all'aperto non superano 0,1%

Non superano lo 0,1% i contagi da Covid in Irlanda registrati all’aperto dall’inizio della pandemia, secondo uno studio pubblicato il giorno di Pasquetta dall’Health Protection Surveillance Centre (Hpsc) di Dublino e ripreso da vari media dell’isola fra cui l’Irish Times. La ricerca ha conteggiato non più di 262 casi di questo tipo accertati su un totale di contagi nazionali registrati pari a 232.164 fra il 24 marzo 2020 e il 24 marzo 2021. Di questi 262 contagi, 7 risultano essersi verificati nel corso di riunioni familiari outdoor, 124 fra lavoratori di cantieri edili e 131 durante attività sportive. L’Irish Times rileva che anche altri studi internazionali recenti confermano come valida l’indicazione generalizzata di privilegiare inizialmente nelle fasi di alleggerimento delle restrizioni cautelari anti-Covid i contatti all’aperto rispetto a quelli in casa o in altri luoghi al chiuso. In particolare una ricerca cinese condotta a campione, che ha riscontrato tre contagi outdoor su 1245 presi in esame; e un’elaborazione a più vasto raggio dell’University of California americana di dati raccolti nell’ambito di 5 indagini realizzate in altrettanti Paesi stando a cui la chance d’essere infettati all’esterno risulta complessivamente 19 volte più bassa rispetto a quanto non accada in ambienti interni.

07.04.2021 ore 16:43
GB, AstraZeneca sconsigliato agli "under" 30

Salgano a 76 i casi di trombosi rare e a 19 i morti registrati nel Regno Unito fra le circa 20 milioni di persone che hanno utilizzato finora il vaccino anti Covid sviluppato dall’Univertsità di Oxford e prodotto da AstraZeneca. Lo rende noto oggi in un rapporto aggiornato la Mhra, l’autorità britannica del farmaco, pur ribadendo che al momento non è provato un rapporto di causa-effetto-. Intanto l’organo consultivo del Regno ha comunque raccomandato di offrire un vaccino diverso alle persone con meno di 30 anni.

07.04.2021 ore 16:09
+++ EMA: “AstraZeneca, trombosi eventi molto rari, benefici superano i rischi”++"

L’Agenzia europea del farmaco (EMA) ha dichiarato mercoledì di aver scoperto un possibile legame tra la somministrazione del vaccino di AstraZeneca contro il Covid-19 e casi molto rari di trombosi cerebrali. Si tratta, specifica l’EMA, di “effetti collaterali molto rari” e “i benefici del vaccino superano i rischi”, ribadisce l’agenzia al termine della sua valutazione. Una risposta immunitaria è la spiegazione plausibile alla base della formazione di coaguli nel sangue. Finora, l’ente ha ricevuto 169 segnalazioni di trombosi verificatesi in persone alle quali era stato inoculato il preparato.

“Le persone che hanno ricevuto il vaccino devono cercare immediatamente assistenza medica se sviluppano sintomi di combinazione di coaguli di sangue e piastrine basse”, scrive l’EMA in una nota sottolineando che “il PRAC ha osservato che i coaguli di sangue si sono verificati nelle vene del cervello (trombosi del seno venoso cerebrale, CVST) e dell’addome (trombosi della vena splancnica) e nelle arterie, insieme a bassi livelli di piastrine e talvolta sanguinamento”.

“Non è stato mostrato un nesso con l’età” tra gli eventi rari di trobosi ed il vaccino di AstraZeneca, ha dichiarato la direttrice dell’EMA, Emer Cooke, aggiungendo: “Non ci sono rischi generalizzati nella somministrazione del vaccino, quindi non abbiamo ritenuto necessario raccomandare misure specifiche per ridurre il rischio”

Fattori di rischio non confermati

“Finora, la maggior parte dei casi segnalati si è verificata in donne di età inferiore a 60 anni entro 2 settimane dalla vaccinazione. Sulla base delle prove attualmente disponibili, i fattori di rischio specifici non sono stati confermati”, ha spiegato l’ente, aggiungendo che “le informazioni” del bugiardino del vaccino di AstraZeneca saranno aggiornate e saranno diffusi “avvisi”.

07.04.2021 ore 15:55
"La Svizzera ha ben gestito l'impatto economico"

La Svizzera ha gestito bene l’impatto economico a fronte della pandemia. Lo dice il Fondo monetario internazionale (FMI), aggiungendo che il Paese deve ora mantenere un orientamento per una ripresa duratura.

L’economia svizzera si è contratta del 2,9% nel 2020, meno che in altri Paesi. Questo in particolare grazie alla solidità delle finanze pubbliche e della gestione del settore privato e la competitività dell’industria d’esportazione, indica il FMI nel suo rapporto odierno. Per il 2021, si stima una crescita del 3.5%.

07.04.2021 ore 15:50
A Expo 2020 vaccini gratis

Dubai offrirà vaccini contro il Covid-19 a tutti i rappresentanti ufficiali dei Paesi partecipanti all’Expo 2020, che si terrà da ottobre 2021 a marzo 2022. Lo ha riferito l’agenzia di stampa statale degli Emirati Arabi Uniti Wam, secondo il media britannico Guardian.

07.04.2021 ore 15:49
Ramadan con coprifuoco

Il governo del Marocco annuncia misure anti-Covid più restrittive durante il mese di Ramadan, che inizierà il 14 aprile.

Il coprifuoco sarà esteso dalle 8 di sera alle 6 del mattino (adesso scatta alle 21), si legge nel comunicato emesso dal Consiglio dei ministri. Gli spostamenti saranno autorizzati solo per casi speciali e resteranno in vigore le misure già disposte fin dal marzo 2020 e prorogate fin qui, di mese in mese.

07.04.2021 ore 15:48
Spagna, nuove restrizioni

Diverse regioni della Spagna hanno annunciato o stanno valutando modifiche alle restrizioni anti-Covid vigenti mentre la propagazione dei contagi avanza con un ritmo diseguale. Lo riportano i media spagnoli, i quali ricordano che venerdì scadono le misure decise a livello nazionale per il periodo delle festività pasquali.

La Catalogna, per esempio, ha deciso di ripristinare gli spostamenti fra unità territoriali a partire da venerdì, visto che la pressione sugli ospedali è di nuovo in aumento. Nei Paesi Baschi, da oggi la provincia di Àlava e il suo capoluogo, Vitoria, sono confinate a causa dell’incremento dell’incidenza dei contagi (adesso superiore ai 400 ogni 100.000 abitanti).

Madrid e la Navarra - due delle regioni con l’incidenza più alta, superiore ai 250 contagi ogni 100.000 abitanti - hanno invece annunciato il prolungamento delle misure in vigore (coprifuoco alle 23 e limiti alle riunioni sociali), che stavano per scadere.

07.04.2021 ore 15:32
Baviera pronta per lo Sputnik V

La Baviera sta per firmare un pre-contratto per ottenere un rifornimento del vaccino russo Sputnik V, nel caso in cui sarà approvato in Europa. Lo ha detto il presidente del Land tedesco Markus Soeder, annunciando: “Se lo Sputnik dovesse essere approvato, la Baviera otterrà già a luglio circa 2,5 milioni di dosi attraverso questa compagnia, per aumentare le dosi di vaccino a disposizione della regione”.

07.04.2021 ore 15:27
Povertà, OMS lancia 5 progetti

Il Covid-19 ha aumentato le disuguaglianze in materia di salute all’interno e tra i paesi. Si stima, infatti, che l’anno scorso la pandemia abbia portato in povertà estrema tra i 119 e i 124 milioni di persone in più. Per la Giornata mondiale della salute, il 7 aprile 2021, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) lancia quindi 5 azioni urgenti per un mondo più sano e più giusto.

A partire dalla necessità di “Accelerare l’accesso equo alle tecnologie Covid-19”, rendendo disponibili e a tutti coloro che ne hanno bisogno vaccini sicuri ed efficaci, ma anche l’ossigeno medico mascherine, test diagnostici e medicinali.

“La pandemia Covid-19 ha prosperato tra le disuguaglianze nelle nostre società e le lacune nei nostri sistemi sanitari”, afferma Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS, ma “ora è il momento di investire nella salute come motore di sviluppo”.

07.04.2021 ore 15:24
Messico, primo paese a dire sì al Covaxin

Il Messico ha approvato l’uso del vaccino indiano Covaxin diventando così il primo Paese al mondo ad autorizzarlo per affrontare la pandemia da Covid-19. Lo scrive oggi il quotidiano Jornada di Città del Messico.

Il giornale precisa che, con il farmaco sviluppato dal laboratorio indiano Bharat Biotech, sono ora sei i vaccini a disposizione delle autorità sanitarie messicane per affrontare il coronavirus. Gli altri sono Pfizer, AstraZeneca, Sputnik V, CanSino e Sinovac.

07.04.2021 ore 15:20
Vaccini: dietro la relazione Serbia-Cina

La Serbia è il paese europeo con la percentuale più alta di persone vaccinate: più di 2 milioni di cittadini (su un totale di 7) hanno ricevuto almeno la prima dose. È quasi il 30% della popolazione, contro una media del 13% all’interno dell’Unione europea.

Il segreto della Serbia è l’aver accettato tutti i vaccini, compreso anche il cinese Sinopharm. Dietro a questa decisione, ci sono delle relazioni sempre più strette tra Belgrado e Pechino.

Qui l’approfondimento passato all’RG delle 12.30.

Dall'RG del 07.04.2021: il servizio di Giovanni Vale
07.04.2021 ore 14:47
Studio: il 10% crede nel complotto

Il 10% degli intervistati, provenienti da Svizzera tedesca e Germania, crede fortemente in almeno una teoria del complotto sul coronavirus. Lo indica la conclusione dello studio dell’Università di Basilea, pubblicata mercoledì. Si aggiunge poi che il 20% era “moderatamente” d’accordo con le teorie di cospirazione presentate.

A riscontrare i maggiori favori sono state le dichiarazioni che suggeriscono che il virus sia stato creato dall’uomo o che la spiegazione ufficiale per la causa del virus debba essere messa in dubbio.

Le psicologhe di Basilea Sarah Kuhn e Thea Zander-Schellenberg, insieme a colleghi, hanno ora condotto un sondaggio anonimo online. I risultati dello studio, a cui hanno partecipato 1600 persone, sono stati riportati nella rivista “Psychological Medicine”.

Tuttavia, i ricercatori hanno trovato che alcune persone che erano d’accordo con le teorie della cospirazione in realtà mostravano meno pregiudizi di pensiero. Questo è giudicato sorprendente, poiché la ricerca psicologica ha finora teso a supporre che le teorie della cospirazione siano associate a caratteristiche come una minore capacità di pensiero analitico o conclusioni affrettate.

07.04.2021 ore 14:39
Croazia e Puglia nella lista quarantene

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha nuovamente aggiornato la lista dei Paesi a rischio: a partire dal prossimo 19 aprile sarà necessaria la quarantena anche per chi arriva in Svizzera da Croazia, Turchia, Lituania e Armenia.

Per quanto riguarda le singole regioni, entrerà nell’elenco pure la Puglia (Italia), la Bretagna e la Nuova Aquitania (Francia), nonché il Land della Sassonia (Germania).

Per quanto riguarda la lista in vigore da giovedì, non figureranno più Albania, Emirati Arabi Uniti, Israele e Giamaica, nonché la Corsica (Francia) e le seguenti regioni italiane: Abruzzo, Basilicata, Molise e Umbria.

07.04.2021 ore 14:33
Certificato Covid-19: decisione tra 14 giorni

L’Ufficio federale della sanità pubblica intende decidere nelle prossime due settimane quale soluzione tecnica utilizzare per attuare il “Certificato Covid-19”. Il Governo federale vuole fornire entro l’estate un certificato di vaccinazione riconosciuto a livello internazionale.

“Vogliamo coinvolgere anche gli organizzatori di eventi per le questione tecniche”, ha aggiunto Patrick Mathys mercoledì in conferenza stampa. Nel frattempo si continuerà a erogare il normale certificato per chi ha già ricevuto le dosi del vaccino.

07.04.2021 ore 14:26
"Tre mesi per l'effetto dei vaccini"

La Task Force ribadisce l’importanza delle cifre nei casi da coronavirus per decidere le prossime misure (ed eventuali allentamenti). La linea d’arrivo “è vicina” e vale la pena “fare ancora qualche sforzo”.

“Bisogna aspettare tre mesi affinché gli effetti della campagna di vaccinazione avrà effetto”, ha affermato Martin Ackermann, presidente della Task Force scientifica nazionale Covid-19. “Per prima cosa dovremmo vedere un calo nel numero dei casi, meno casi gravi e il sistema sanitario sarà così alleggerito. Secondariamente, le varianti saranno più velocemente individuate. Infine, un numero basso di casi significa che scuole e attività possono riaprire e l’economia sarà di nuovo agevolata”.

Negli over 75 il numero di casi e di decessi è in calo dall’inizio di marzo. La vaccinazione funziona, conclude Martin Achermann. “Tuttavia nelle cure intense la situazione può ancora essere tesa nelle prossime settimane”.

07.04.2021 ore 14:16
"Autotest sconsigliato per visita persone vulnerabili"

Sugli autotest, a disposizione da oggi, Patrick Mathys ha sottolineato la loro utilità ma anche la loro minore efficacia rispetto ad altri test.

Un autotest è da utilizzare, se l’accesso ad un test antigenico non è disponibile e vogliamo andare, ad esempio, a fare una cena con amici. Se invece vogliamo visitare persone vulnerabili è sempre meglio un test antigenico (rapido o PCR), poiché più efficace.

È importante ripeterli più volte, ma non bisognerebbe farli “se si hanno sintomi”: a questo punto bisogna fare un test PCR o un test rapido.

07.04.2021 ore 14:05
"C'è un aumento nelle ospedalizzazioni in Svizzera"

Le ospedalizzazioni stanno aumentando in modo netto negli ultimi cinque giorni. Si abbassa invece l’età delle persone in cure intense, anche se statisticamente non possiamo ancora fare un legame diretto tra vaccinazioni e occupazioni dei letti in questo reparto. Lo ha spiegato Patrick Mathys, capo della Sezione gestione di crisi, dell’UFSP durante la conferenza stampa.

Aumenta anche il numero dei casi. “Bisogna attendere la fine della settimana per avere dei dati più precisi”, ha detto Mathys. I giorni di festività possono infatti rallentare il processo. “Anche nei Paesi vicini c’è un aumento nei casi. L’incidenza in Europa è più elevata e c’è una terza ondata in corso”, ha aggiunto.

07.04.2021 ore 13:35
Svizzera: 2'301 casi, 112 nuovi ricoveri

In Svizzera, nelle ultime 24 ore, sono 2’301 i nuovi casi confermati. In linea con la media dei 2’000 casi al giorno registrati nelle ultime settimane, ma in leggero aumento. Le nuove ospedalizzazioni sono 112, mentre i decessi sono 21.

Gli ospedali sono occupati poco al di sotto del 70% (il 4,7 % da pazienti Covid-19), mentre quasi il 20% dei posti in cure intense sono dedicati a pazienti Covid-19.

Il tasso d’incidenza per gli ultimi 14 giorni è di 274,21 ogni 100’000 abitanti. Quello di riproduzione (che, se superiore a 1 non indica un calo nei contagi) è di 1,03 per la media nazionale. Dalle 14.00 di oggi, mercoledì, ci sarà la consueta conferenza stampa degli esperti della Confederazione nell’ambito della pandemia da Covid-19.

07.04.2021 ore 13:29
Rinforzo per il Fondo monetario internazionale

I ministri delle Finanze e i direttori delle Banche centrali dei Paesi del G20 discutono oggi – mercoledì – sul rinforzo al Fondo monetario internazionale. Altri 650 miliardi di dollari (circa 604 miliardi franchi) dovrebbero così andare a rimpolpare le casse del Fondo per far fronte alla pandemia. La moratoria di rimborso sul debito dei Paesi economicamente più fragili dovrebbe inoltre essere prolungata.

07.04.2021 ore 13:21
Il Covid-19 spinge gli orologi di lusso online

L’orologeria di lusso svizzera, che non aveva finora un vero mercato online, ha lanciato mercoledì il suo evento annuale di punta completamente digitale. “Watches & Wonders” (7-13 aprile) permetterà così ai distributori e alla stampa di accedere alle presentazioni di 38 marche.

La pandemia da coronavirus apre una nuova frontiera per il settore. Guillaume de Seynes, direttore generale di Hermès, ha dichiarato ad esempio di attendersi una forte ripresa nelle vendite del gruppo; la tendenza attuale era globalmente conforme all’aumento del 28% registrato nell’ultimo semestre del 2020.

07.04.2021 ore 12:58
Divieto di manifestare: denuncia al TF

Il divieto provvisorio del canton Uri riguardo alle manifestazioni con oltre 300 persone deve essere riesaminato a livello di costituzionalità dal Tribunale federale. L’Alleanza della Svizzera centrale (Aktionsbündnis Urkantone - Für eine vernünftige Corona-Politik), favorevole una ragionevole politica in merito alla gestione del Covid-19, ha comunicato oggi, mercoledì, di aver presentato una denuncia in proposito.

Il 10 aprile, gli oppositori alle misure di protezione contro il coronavirus avrebbero voluto tenere una grande manifestazione nei pressi di Altdorf (UR). Il Governo cantonale urano ha però respinto la richiesta. L’Alleanza ritiene che questa disposizione limiti i diritti politici fondamentali. La norma non solo viola le vigenti disposizioni federali contro il coronavirus, ma limita anche in modo sproporzionato la libertà di espressione e di riunione.

07.04.2021 ore 12:55
Troppi ricoveri, si pensa a brevi lockdown

In Germania preoccupa l’aumento dei pazienti in ospedale. “Quelli ricoverati nelle terapia intensiva per Covid-19 cresce troppo velocemente. Un lockdown breve sarebbe auspicabile” ha commentato la portavoce di Angela Merkel in conferenza stampa a Berlino.

Martedì il ministro della Sanità ha spiegato che il “numero dei pazienti in terapia intensiva è aumentato del 5% in un giorno. Questo mostra che il sistema sanitario rischia di finire sotto pressione”.

07.04.2021 ore 12:24
I ticinesi in farmacia per i test autodiagnostici

L’interesse della popolazione per i test autodiagnostici per il coronavirus è confermato. In molti si sono recati mercoledì mattina nelle farmacie ticinesi per ritirare i cinque kit che la Confederazione copre al mese per ogni persona. C’è però ancora un po’ di confusione sul loro utilizzo.


RG 12.30 del 07.04.2021 Il servizio di Francesca Calcagno
07.04.2021 ore 12:15
Pandemia in Germania, il più grave disavanzo da 30 anni

Sull’onda della pandemia la Germania ha registrato lo scorso anno un disavanzo pubblico di 189,2 miliardi di euro. Il primo dal 2013 e il più consistente dalla riunificazione del Paese nel 1990.

PP 12.00 del 07.04.21 - Il servizio di Johnny Canonica
07.04.2021 ore 11:36
Whatsapp pubblicizza i "vaccini per tutti"

WhatsApp lancia nuove immagini dedicate ai vaccini da usare nelle chat. Questi “stickers” sono stati creati in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità. Un traguardo tagliato, un abbraccio finalmente ritrovato, uno scudo che protegge: sono alcune delle immagini di “Vaccines for All” , un nuovo pacchetto per IOS e Android.

“Sono stati ideati con lo scopo di aiutare gli utenti a comunicare in modo creativo e divertente e ad esprimere gioia, sollievo e speranza riguardo le possibilità offerte dai vaccini anti Covid-19, con privacy”, spiega Whatsapp sul suo blog. “Può inoltre diventare un’ulteriore occasione per mostrare riconoscenza agli operatori sanitari che hanno lavorato incessantemente per salvare vite in questo lungo e difficile periodo”.

07.04.2021 ore 11:24
Vaccini: San Gallo apre agli over 65

Il canton San Gallo inizierà presto a vaccinare chi ha più di 64 anni. Da questo mercoledì, nonostante la carenza attuale di dosi, le persone sono invitate a prenotarsi.

Tre mesi dopo l’inizio della campagna vaccinale nella regione, sono state vaccinate all’incirca 38’000 persone con due dosi.

07.04.2021 ore 11:12
San Gallo, a 650 persone vietato l'ingresso al centro

Circa 650 persone non potranno recarsi nel centro della città di San Gallo per i prossimi 30 giorni. Erano tutti partecipanti agli scontri dell’ultimo weekend. In un primo tempo, la polizia aveva individuato 500 persone, ma mercoledì la città ha deciso di sottoscrivere a questo divieto più persone. Chi non lo rispetterà, sarà denunciato. Se qualcuno era lì per caso, e non ha partecipato alle violenze, può annunciarsi alla polizia, la quale effettuerà le verifiche del caso e toglierà eventualmente il divieto. Divieti che non valgono comunque in caso di spostamenti per studio o lavoro.

07.04.2021 ore 10:59
Spagna, stop ad AstraZeneca in Castiglia-León

La regione di Castiglia-León, nel nord ovest della Spagna, ha deciso di fermare le vaccinazioni con il preparato di AstraZeneca. Si vogliono aspettare le conclusioni del rapporto conclusivo dell’Agenzia europea dei medicinali.

La conferenza stampa con queste informazioni è prevista per questo pomeriggio inoltrato.

07.04.2021 ore 10:51
Vaccini: Australia in ritardo, colpa all'UE

Il primo ministro australiano, Scott Morrison, ha affermato che il problema della lentezza nella campagna di vaccinazione in Australia sta nelle forniture europee. Questo ritardo sta costando a Morrison sempre più critiche tra i suoi oppositori.

Il Paese ha ricevuto per ora 700’000 dosi di un’ordinazione di 3,8 milioni del vaccino AstraZeneca. Entro fine marzo il Governo aveva promesso la disponibilità complessiva di quattro milioni di dosi; attualmente ce ne sono solo 920’000.

07.04.2021 ore 10:45
Lucerna, capo della Sanità positivo

Il capo del Dipartimento della sanità lucernese, Guido Graf, è stato testato positivo al Covid-19 martedì. Presenta dei sintomi lievi della malattia e attualmente lavora da casa. Lo indica la Cancelleria di Stato oggi, mercoledì. Il consigliere di Stato PPD ha 62 anni e dal 2010 siede in Governo a Lucerna.

07.04.2021 ore 10:03
Ticino: sette ricoveri in più, 102 totali

In Ticino, nelle ultime 24 ore, ci sono stati sette ricoveri in più. A fronte di cinque pazienti dimessi e nessun decesso, attualmente negli ospedali ci sono 102 pazienti. Ieri, martedì, si era raggiunta la soglia dei 100; era dall’8 di febbraio che non si vedevano valori tanto elevati (106). Le persone in cure intense restano 15, mentre sono 12 i pazienti che necessitano di respirazione artificiale (uno in meno di martedì 6). I nuovi casi sono 77.

07.04.2021 ore 09:58
Berna, annullato il Buskers

A Berna quest’anno non si svolgerà il Buskers, festival dedicato agli artisti di strada; l’evento è stato annullato a causa del coronavirus. Lo sforzo organizzativo sarebbe stato troppo importante, ha spiegato mercoledì l’organizzazione tramite un comunicato.

Fino all’ultimo momento gli organizzatori hanno sperato di poter garantire lo svolgimento del festival con le dovute misure sanitarie, “nonostante mesi di ritardo nella preparazione”. Tuttavia, ora non era più possibile temporeggiare e non rimaneva che cancellare l’edizione 2021.

07.04.2021 ore 09:55
Il Brasile contratta nuove dosi dello Sputnik V

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha avuto un colloquio “molto produttivo” (a suo dire) mercoledì al suo omologo russo Vladimir Putin per trattare l’acquisto di nuovi lotti del vaccino russo anti Covid-19 Sputnik V. La produzione in Brasile è intanto già cominciata in attesa dell’autorizzazione dell’ente regolatore.

Il Governo brasiliano ha firmato lo scorso 12 marzo un contratto per l’acquisto di 10 milioni di dosi dello Sputnik V. I governatori di undici Stati brasiliani hanno però chiesto al presidente di acquistare almeno 66 milioni di dosi del vaccino. Tre settimane fa il sito brasiliano G1 aveva rivelato che l’amministrazione dell’ex presidente americano Donald Trump aveva fatto pressioni sull’Esecutivo brasiliano per dissuaderlo dall’acquistare il vaccino russo.

07.04.2021 ore 09:49
I problemi psicologici pesano sul sistema sanitario

Chi ha superato la malattia del Covid-19 riscontra problemi neurologici o psichici nei sei mesi successivi all’infezione: capita ad un paziente su tre (34%). Sono le conclusioni di uno studio, condotto su circa 236’000 pazienti, pubblicato mercoledì sul giornale scientifico The Lancet Psychiatry.

I casi più frequenti sono l’ansia (17%) o l’instabilità dell’umore (14%), mentre i meno riscontrati sono d’indice neurologico, come le emorragie celebrali (0.6%). Il rischio di avere questi ultimi problemi è più alto nelle persone che sono state seriamente malate. Se il rischio per l’individuo è minimo, l’effetto sul sistema sanitario può essere rilevante, dal momento che queste problematiche sono croniche, spiega Paul Harrison dell’Università di Oxford, autore principale dello studio.

07.04.2021 ore 09:25
Regno Unito, iniziano vaccinazioni con Moderna

Parte mercoledì la somministrazione nel Regno Unito del terzo farmaco vaccinale, Moderna, approvato dalle autorità britanniche, dopo AstraZeneca e Pfizer-BioNTech. Si tratta del terzo dei sette vaccini ordinati da Londra.

I primi a ricevere il preparato prodotto dall’omonima azienda farmaceutica statunitense saranno in Galles, dove martedì sono giunte 5’000 dosi, riferisce la BBC. Non è ancora chiaro quando Moderna sarà distribuito nel resto del Paese, dov’è stato approvato lo scorso gennaio, Sono stati ordinati 17 milioni di dosi.

07.04.2021 ore 08:28
Argentina: preoccupa la seconda ondata

L’ultimo bilancio del numero dei nuovi contagi da Covid-19 in Argentina è stato di 20’870: una cifra che rappresenta il massimo registrato in una sola giornata dall’inizio della pandemia nel marzo 2020.

L’ultimo rapporto del ministero della Salute conferma quello che aveva anticipato la ministra Carla Vizzotti, e cioè che il Paese si trovava di fronte ad “un aumento sostenuto e accelerato” dei casi di coronavirus, e che “la seconda ondata è già un dato di fatto”. Particolarmente preoccupante appare la situazione nella provincia di Buenos Aires.

Al momento i letti nelle cure intense sono occupati al 57,4 % a livello nazionale e al 63,5 % nell’area metropolitana di Buenos Aires.

07.04.2021 ore 08:15
Italia, ritorno a scuola in presenza per oltre cinque milioni di alunni

In Italia la giornata odierna segna il rientro in presenza a scuola per oltre cinque milioni e mezzo di alunni. Tra questi anche gli allievi fino alla prima media delle regioni o città che si trovano in zona rossa. Ascolta il servizio da Roma della corrispondente Anna Valenti

RG 08.00 del 07.04.2021 - Il servizio di Anna Valenti
07.04.2021 ore 07:52
Cala l'incidenza in Germania

Sono 9’677 i nuovi casi da coronavirus in Germania registrati questo mercoledì, stando all’Istituto Robert Koch e 298 i decessi (per un totale di 77’401).

L’incidenza negli ultimi sette giorni è scesa da 123 a 110,7 casi per ogni 100’000 abitanti. Nel frattempo, sono state somministrate quasi tre milioni di dosi di vaccino.

07.04.2021 ore 07:35
USA: "vita post-pandemia" dall'estate

Negli Stati Uniti la vaccinazione contro il coronavirus sta procedendo a pieno ritmo, ma non si è ancora in una fase stabile secondo il presidente americano. “Stiamo facendo progressi” ha dichiarato Joe Biden, “ma i contagi stanno aumentando e le nuove varianti si stanno diffondendo velocemente. La pandemia resta pericolosa”. Nei primi 100 giorni della Casa Bianca l’obiettivo per Biden è somministrare 200 milioni di dosi. Dal 19 aprile tutti gli adulti potranno prenotarsi per il vaccino. Nel frattempo alcuni Stati pensano già di allentare le misure. La California prevede una “vita post-pandemia”, con la riapertura totale delle attività, già dal 15 giugno. Lo ha affermato martedì il governatore dello Stato.

RG 08.00 del 07.04.2021 - La corrispondenza di Emiliano Bos
07.04.2021 ore 07:23
Autotest per tutti

Da questo mercoledì, 7 aprile, in Svizzera sono disponibili nelle farmacie. I cittadini potranno averne al massimo cinque ogni 30 giorni.

Test "fai da te", ecco come si fa

Per ritirare il proprio test gratis occorre mostrare il tesserino della cassa malati o il permesso di lavoro. Anche gli stranieri che lavorano in Ticino hanno infatti diritto a cinque test al mese.

Test fai da te, gratis da mercoledì

Kit anti-Covid anche nelle farmacie ticinesi da domani; si ritirano con il tesserino della cassa malati o il permesso di lavoro - Ecco come usarli

07.04.2021 ore 07:20
Amnesty: "Sproporzionate le misure restrittive"

Le misure decise in Svizzera tra marzo e giugno 2020 sono state troppo dure, “con un impatto su una serie di diritti come la libertà di riunione e di movimento”. Lo afferma Amnesty International nel suo rapporto annuale pubblicato oggi, mercoledì.

Anche la chiusura delle frontiere con l’Italia solleva delle critiche: tra metà marzo e metà maggio si è sospesa la registrazione delle domande ad eccezione delle persone vulnerabili. Una situazione negativa per i richiedenti l’asilo, secondo l’ONG.

RG 07.00 del 07.04.2021 - Il servizio di Alan Crameri
07.04.2021 ore 07:16
GR: nessun decesso, un solo nuovo ricovero

Nelle ultime 24 ore nel canton Grigioni si sono registrati 38 nuovi casi da coronavirus (per un totale di 11’784 casi da inizio pandemia, dei quali 342 casi attivi), una persona in più è stata ricoverata, ma non ci sono decessi (il totale resta 183).

Per quanto riguarda i ricoveri sono sei le persone in ospedale e nessuna si trova nel reparto di cure intense.