Un'immagine scattata al Civico di Lugano
©Keystone
Momenti chiave
19.05.2020 ore 22:20
19.05.2020 ore 20:06
19.05.2020 ore 19:36
19.05.2020 ore 18:20
19.05.2020 ore 18:02
19.05.2020 ore 16:53
19.05.2020 ore 14:19
19.05.2020 ore 10:30
19.05.2020 ore 08:29
19.05.2020 ore 08:12
19.05.2020 ore 08:03
19.05.2020 ore 07:23

Il virus ha perso colpi

I dati a livello nazionale e regionale continuano a confermare il rallentamento della pandemia - Trump si scaglia (ancora) contro l'OMS
martedì 19 maggio 2020 06:55

Nessun nuovo contagiato nelle ultime 24 ore in Ticino e un decesso, nei Grigioni invece un morto e due positivi. Sono i dati forniti martedì e che continuano a confermare la tendenza degli ultimi giorni sul fronte coronavirus.

 

A livello nazionale sono invece registrati 21 nuovi positivi e 11 decessi (non tutti avvenuti nelle ultime 24 ore, il conteggio è stato aggiornato tenendo conto di dati che non erano stati inseriti nei giorni scorsi).

La cronaca della giornata di ieri

Se in Europa si iniziano a vedere le conseguenze positive del lockdown sul fronte sanitario, India, Stati Uniti e America Latina sono confrontati con l’espansione del virus. Il presidente Donald Trump si è nuovamente scagliato contro l’Organizzazione mondiale della sanità, tacciata di essere "filocinese".

I dati sempre aggiornati

di Alex Ricordi, Alessandra Spataro Diego Moles e Sandro Pauli

19.05.2020 ore 23:55
Gli Oscar potrebbero essere rinviati

L’Academy of Motion Pictures Arts and Science sta considerando la possibilità di posticipare gli Oscar in calendario il 28 febbraio 2021. Lo riporta Variety citando alcune fonti. “E’ probabile che siano posticipati”, afferma una fonte con Variety. Il posticipo è legato al coronavirus, che ha già costretto l’Academy a rivedere le norme per le candidature.

19.05.2020 ore 23:40
Identikit dell’attivista “no lockdown”

Non tutti sono e sono stati d’accordo con le misure attuate per contenere la diffusione del coronavirus. Secondo alcuni i divieti sono stati inutili e dannosi e violerebbero alcuni principi della democrazia, secondo altri il coronavirus non sarebbe così pericoloso come sostenuto dalle autorità. Parte di queste persone nelle scorse settimane è scesa in piazza anche in alcune città della Svizzera tedesca.

I mille volti dei "no lockdown"

Non tutti sono e sono stati d'accordo con le misure attuate per contenere il coronavirus; le considerazioni del sociologo Sandro Cattacin

19.05.2020 ore 22:58
Chicago: McDonald's accusata di mettere a rischio i dipendenti

McDonald’s accusata di mettere a rischio i dipendenti e le loro famiglie per la mancata adozione di adeguate misure di sicurezza durante l’emergenza coronavirus. Succede a Chicago, dove cinque dipendenti del colosso degli hamburger hanno presentato una class action contro la società, accusandola di averli costretti a lavorare a contatto mettendo così a rischio i lavoratori e i clienti durante l’emergenza. McDonald’s, si legge nell’accusa, non ha intrapreso “passi importanti per contenere il virus, come fornire ai dipendenti le protezioni necessarie e i gel igienizzanti”.

19.05.2020 ore 22:20
Il boom del plexiglas

La richiesta di protezioni in plexiglas è letteralmente esplosa con la riapertura di negozi, ristoranti e altre attività, in precedenza chiuse per contrastare la pandemia di Covid-19. Stando ai dati di alcune ditte specializzate in questo materiale, le ordinazioni sono quadruplicate negli ultimi due mesi.

Il plexiglas va a ruba

La richiesta di protezioni plastiche, con la riapertura di varie attività, è esplosa In Svizzera e alcune ditte si sono reinventate e adattato la loro produzione

19.05.2020 ore 21:30
"Un vaccino? La svolta non è dietro l’angolo"

Sono “un’ottantina i trial” in corso sulla ricerca di un vaccino contro il coronavirus nel mondo, ma nonostante alcuni segnali positivi una svolta non appare dietro l’angolo: “se le cose vanno in modo sfrenatamente ottimistico” si può prevedere “qualcosa di solido nel primo bimestre” del 2021 e una commercializzazione diffusa “nella seconda metà dell’anno” prossimo. Lo ha affermato stasera il professor Ranieri Guerra, vicedirettore dell’Oms e componente del comitato scientifico intervenendo a un webinar organizzato dall’ambasciata a Londra sulla mitigazione della pandemia.

19.05.2020 ore 21:03
Francia, totale dei decessi corretto al ribasso

Momenti di confusione nella comunicazione dei dati quotidiani sul coronavirus in Francia, con il totale dei decessi che diminuisce rispetto a ieri di 217 unità. Il tutto è dovuto a un aggiustamento dei conteggi provenienti dalle case di riposo e dagli istituti per disabili, che spesso non si riferiscono alle ultime 24 ore.


I decessi registrati in ambito ospedaliero sono stati 125 nelle ultime 24 ore, mentre dalle case di riposo è arrivato un aggiustamento delle cifre che erano state erroneamente gonfiate nei giorni scorsi di 342 unità. Si confermano in netto calo sia i ricoveri (-547 in 24 ore, totale a 18’468) sia i pazienti in rianimazione (-104, per un totale di 1’894).

19.05.2020 ore 21:01
Distribuzione di mascherine sui trasporti pubblici zurighesi

Circa 50’000 mascherine sono stati distribuiti oggi sui trasporti pubblici zurighesi su iniziativa delle associazioni del personale FFS e del Sindacato dei trasporti pubblici della città sulle rive della Limmat. A Zurigo, portare una mascherina sui trasporti pubblici non è obbligatorio, ma è caldamente raccomandato, perché mantenere la distanza minima di 2 metri non è sempre possibile. Reazioni negative, di fronte a questa iniziativa, secondo il Sindacato del personale dei trasporti di Zurigo non ce ne sono state e circa 3/4 delle persone a cui è stata offerta una delle 50mila mascherine distribuite, l’hanno accettata.

19.05.2020 ore 20:06
In 60 milioni a rischio povertà

La pandemia di coronavirus potrebbe spingere 60 milioni di persone nel mondo sotto la soglia di povertà. E’ l’allarme lanciato dal presidente della Banca Mondiale, David Malpass, che ha annunciato lo stanziamento di aiuti per 160 miliardi di dollari a 100 paesi in via di sviluppo dove vive il 70% della popolazione mondiale.

“La pandemia e la chiusura delle economie avanzate potrebbero spingere 60 milioni di persone in una condizione di estrema povertà, cancellando i progressi compiuti negli ultimi tre anni”, ha detto il presidente della Banca Mondiale. “Per ritornare alla crescita, il nostro obiettivo deve essere una risposta rapida e flessibile che permetta di gestire l’emergenza sanitaria, fornire denaro e altre forme di sostegno espandibili per aiutare i poveri, la tenuta del settore privato, rafforzamento della ripresa e resilienza economica”, ha detto Malpass.

19.05.2020 ore 19:36
Il ritorno dei drive-in

I cinema drive-in, complice la chiusura delle sale per lottare contro la pandemia di Covid-19, stanno tornando di moda in Germani: ad Essen, per esempio, il cinema AutoKino da settimane sta registrando il tutto esaurito.

Il ritorno dei drive-in

In Germania, il cinema con l’auto sta riscuotendo successo e potrebbe sbarcare anche in Svizzera, ma non mancano i problemi

19.05.2020 ore 19:03
Epidemia e consumi, Jelmoli sorride

La riapertura si sta rivelando positiva per Jelmoli, storico grande magazzino di Zurigo. “Le nostre aspettative riguardo al fatturato sono di gran lunga state superate”, afferma la presidente della direzione Nina Müller. “Abbiamo lavorato con tassi di progressione a due cifre rispetto al preventivo e all’anno scorso”, afferma la manager in un’intervista che sarà pubblicata domani dalla Handelszeitung e di cui sono state diffuse anticipazioni.

19.05.2020 ore 18:22
La Grecia riaprirà le frontiere al turismo il 15 giugno

La Grecia riaprirà le sue frontiere al turismo a metà del prossimo mese. Lo ha annunciato il premier Kiryakos Mitsotakis intervenendo ad un vertice quadrilaterale con altri paesi dei Balcani per fare il punto sulle prospettive di ripresa dopo la pandemia di coronavirus. Il primo ministro greco si è detto d’accordo per la riapertura dei confini il 1. giugno per i viaggi d’affari, i lavoratori stagionali e i componenti familiari residenti in altri Paesi. E ha annunciato che l’apertura delle frontiere per i viaggi turistici avverrà dal 15 giugno.


Un tuffo nel mare di Grecia

Atene ha riaperto le spiagge: negli stabilimenti organizzati osservate le regole anti Covid-19, meno nei lidi liberi

19.05.2020 ore 18:20
Impennata di morti nel Regno Unito

Nuovo balzo di 545 morti nel bilancio ufficiale di giornata delle vittime del coronavirus nel Regno Unito secondo l’aggiornamento del dicastero della Sanità citato dal ministro dell’Ambiente, George Eustice, protagonista della conferenza stampa odierna a Downing Street. L’impennata, dopo i 160 di ieri, risente del recupero ormai consueto di dati non raccolti durante il weekend. Il totale dei decessi accertato con i tamponi sale così a 35’341. Mentre i contagi complessivi si assestano a 248’818, con curva confermata in flessione.

19.05.2020 ore 18:13
Crescono i contagi (e i tamponi) in Italia

Sono 162 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. In totale i morti salgono così a 32’169. Ieri l’aumento era stato di 99 vittime, un minimo negativo dall’inizio del lockdown. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Sono invece 65’129 i malati di coronavirus in Italia, 1’424 meno di ieri, quando il calo era stato di 1’798. Intanto sono saliti a 129’401 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2’075. Lunedì l’aumento era stato di 2’150. Sono 716 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 33 meno di ieri. Di questi, 244 sono in Lombardia, 8 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 9’991, con un calo di 216 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 54’422, con un calo di 1’175 rispetto a ieri. Sono infine 226’699 i contagiati totali per il coronavirus in Italia, 813 più di ieri. Di questi oltre i 50% in Lombardia, che ne fa registrare 462. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Ieri l’incremento era stato di 451. Da notare però che i tamponi effettuati sono circa il doppio di ieri.

19.05.2020 ore 18:05
Top manager USA chiedono 1000 miliardi per gli Stati

Ulteriori 1000 miliardi di dollari per aiutare gli stati americani e i governi locali alle prese con il coronavirus perché il “peggio deve ancora arrivare”. E’ quanto chiede, in una lettera al Congresso, la task force per le aziende e il lavoro del governatore della California, Gavin Newsom. A firmare la missiva sono oltre 100 manager fra i quali il presidente esecutivo di Walt Disney Bob Iger, l’amministratore di Saleforce Marc Benioff, il responsabile dei contenuti di Netflix Ted Sarandos e Priscilla Chang, la moglie di Mark Zuckerberg.

19.05.2020 ore 18:02
Record di contagi e morti in Cile

Il Cile ha registrato nelle ultime 24 ore 3.520 nuovi casi di coronavirus e 31 morti, numeri record dall’inizio della pandemia nel Paese sudamericano che ilministro della Salute Jaime Manalich ha definito “molto preoccupanti”. In totale, sono 49.579 i casi confermati di coronavirus nel Paese, con 509 deceduti.

19.05.2020 ore 17:41
Tornano a crescere i contagi in Lombardia

E’ tornato a crescere il numero dei positivi in Lombardia, così come quello dei tamponi: i nuovi casi sono 462, per un totale di 85’481 in regione, con 14’918 tamponi. Ieri i nuovi positivi erano stati 175 con 5’078 tamponi, l’altro ieri 326 con 11’809 tamponi. Continua a diminuire il numero dei ricoverati in terapia intensiva (244, -8) e negli altri reparti (4’426, -56). I morti sono in totale 15’597, con 54 nuovi decessi, mentre ieri erano stati 24. Sono i dati resi noti da Regione Lombardia.

19.05.2020 ore 17:34
Campeggi dimenticati, cresce l'attesa

I campeggi svizzeri per ora restano in balia delle decisioni del Consiglio federale, ma Oltralpe il grido che ne chiede la riapertura si fa sempre più forte non solo tra i proprietari e i gestori che da giorni reclamano parità di trattamento con gli alberghi. Con l’arrivo dell’estate cresce la voglia di campeggiare, come sottolinea un sondaggio proposto da SRF. Su 10’359 voti espressi, il 92% ne chiede la riapertura in quanto non costituiscono un problema per la salute, mentre solo l’8% considera troppo alto il rischio di contagi.


“Il governo federale ha semplicemente dimenticato i campeggi e i campeggiatori”, ha dichiarato Wolfgang Bosshardt, presidente di Swisscamps, l’organizzazione ombrello per i campeggi svizzeri. “Non ci sentiamo trattati allo stesso modo”. Gli esercenti del settore si augurano di ricevere il nullaosta per la riapertura al termine della seduta del Consiglio federale prevista per prossimo 27 maggio.

19.05.2020 ore 17:20
L’apnea è “un importante fattore di rischio”

L’apnea ostruttiva del sonno è un “importante fattore di rischio” che può portare a un aggravamento dei sintomi di Covid-19. A dirlo è uno studio dell’Università di Turku, in Finlandia, che si trova in fase di pre-pubblicazione. La ricerca è partita dai ricoveri per Covid-19 che sono avvenuti proprio nell’ospedale dell’Università finlandese. La sindrome delle apnee ostruttive del sonno era presente nel 29% dei pazienti ricoverati. Nessuno di loro, però, aveva gravi stati di apnee. I medici dell’ospedale universitario hanno notato come i pazienti con apnee fossero a maggiore rischio di aggravamento e, dunque, di avere una maggiore possibilità di andare nei letti di terapia intensiva. Inoltre, la proteina C reattiva (un valore che identifica una infezione virale in corso nell’orgamismo) e la procalcitonina (che identifica una infiammazione sistemica grave) sono risultate più elevate nei pazienti che alla fine sono stati trasferiti in terapia intensiva rispetto a quelli che non lo erano. Inoltre, chi aveva bisogno delle cure intense è risultato avere una minore saturazione di ossigeno. Secondo gli studiosi, proprio i valori di proteina C, procalcitonina e saturazione di ossigeno sono le misurazioni cliniche necessarie per identificare i pazienti Covid-19 a rischio di terapia intensiva.

19.05.2020 ore 17:16
USA-Canada: confini chiusi fino al 21 giugno

Usa e Canada hanno concordato di estendere la chiusura del confine sino al 21 giugno a causa della pandemia del coronavirus.

19.05.2020 ore 16:59
In Portogallo riaprono bar, ristoranti, negozi e asili

Bar, ristoranti e molti negozi hanno riaperto in Portogallo nell’ambito dell’allentamento delle misure di lockdown imposte per contenere la diffusione di coronavirus. Lo riporta la Bbc. Riaperti anche gli asili nido ma con nuove regole: i bambini sono suddivisi in piccoli gruppi e devono lasciare le scarpe all’ingresso. In alcune scuole sono riprese le lezioni ma secondo i presidi molti alunni non si sono presentati per paura del contagio.

19.05.2020 ore 16:55
Serbia: abolito il test per l’ingresso

In Serbia la situazione epidemiologica mostra un costante miglioramento, e le autorità hanno annunciato oggi un ulteriore allentamento delle restrizioni legate alla pandemia di Covid-19. Come riferiscono i media, su proposta dell’unità di crisi, il governo ha deciso che dal 22 maggio per l’ingresso in Serbia - sia per i cittadini serbi che per gli stranieri - non sarà più obbligatorio il test di negatività al coronavirus. E agli stranieri inoltre non verrà più richiesto lo speciale attestato rilasciato dalle ambasciate di Serbia con la delibera di una commissione formata da esponenti di vari ministeri.

19.05.2020 ore 16:53
Tassi negativi ancora a lungo

La tendenza a mantenere negativi i tassi di interesse in Svizzera si è rafforzata a causa della crisi legata al coronavirus. Lo affermano gli economisti di UBS in un’analisi pubblicata martedì, prevedendo che la situazione avrà conseguenze importanti sul mercato immobiliare e sulle strategie di investimento.

Tassi negativi ancora a lungo

Gli analisti dell'UBS: la crisi legata al coronavirus avrà un impatto importante su immobiliare e strategie d'investimento

19.05.2020 ore 16:48
Metà dei morti in Svezia erano in case di cura

Quasi la metà delle persone morte in Svezia per il coronavirus erano residenti in case di cure. Lo rivela la Bbc, basandosi sui dati forniti dall’Istituto sanitario svedese. Nel Paese da 10,3 milioni di abitanti sono morte a causa del virus 3.698, mentre oltre 30.000 sono state contagiate.

19.05.2020 ore 16:40
Bak Economics: prospettive fosche per il commercio al dettaglio

Il fatturato del ramo del commercio al dettaglio in Svizzera scenderà quest’anno del 4,4% rispetto al 2019: lo prevede l’istituto di ricerca BAK Economics, che per il 2021 ipotizza il dato di +3,7% (crescita annua). Stando agli esperti renani nonostante la generale revoca delle misure di confinamento anti-coronavirus la ripresa dai consumi sarà lenta. Verrà infatti frenata dal calo dei redditi e dalla sensazione di insicurezza generale dei consumatori. Per ritrovare livelli analoghi a quelli pre-crisi il settore dovrà così aspettare il 2022.

19.05.2020 ore 16:14
Nel fine settimana riapre la Moschea di al-Aqsa

La Moschea di Al-Aqsa sulla Spianata a Gerusalemme, dopo due mesi di chiusura a causa del coronavirus, riaprirà ai fedeli questo fine settimana dopo lafesta di Eid El-Fitr che chiude il mese di Ramadan. Lo ha annunciato il Waqf, l’autorità religiosa musulmana che gestisce il luogo spiegando che i termini della riapertura sarannocomunicati successivamente. Resta invece chiuso al momento ai fedeli il Santo Sepolcro, sulla cui riapertura le tre confessioni cristiane – depositarie della custodia del posto - si vedranno questa settimana per decidere data e modalità.

19.05.2020 ore 15:59
Parigi: 15 milioni per la cultura in crisi

Un piano da 15 milioni di euro per correre in soccorso del settore culturale disastrato dalla guerra al coronavirus: è l’iniziativa della sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, che intende in questo modo rilanciare quella che è tra le principali risorse della capitale di Francia, la cultura appunto, fino a prima del lockdown vera e propria miniera d’oro per l’economia transalpina. Nel piano si punta, in particolare, a volare in soccorso di tutti quegli organi culturali privati o scarsamente sovvenzionati come associazioni, teatri off e musei secondari, cinema e festival che ora rischiano il fallimento. Per il comparto è anche previsto il definitivo esonero sugli affitti per una durata di 6 mesi.

19.05.2020 ore 15:48
La crisi e l’instabilità in Europa preoccupano Ueli Maurer

La crisi finanziaria causata dal coronavirus e l’instabilità all’interno dell’Unione europea preoccupano Ueli Maurer. Il Consigliere federale, intervistato dal sito web della RTS le considera “un pericolo per la Svizzera”. “Forse” il piano di stimolo da 500 miliardi di euro annunciato lunedì sera da Angela Merkel ed Emmanuel Macron “potrà leggermente correggere” questo stato di cose, ma la situazione è difficile per l’UE e anche per Svizzero. Secondo Maurer, “è necessario avere un’Europa forte e unita”.

19.05.2020 ore 15:45
Grigioni, un morto e due contagiati in più

Nei Grigioni nelle ultime 24 ore c’è stato un nuovo decesso, portando a 48 il numero di morti dall’inizio della pandemia. Le persone risultate positive sono 824, +2; le persone ricoverate sono 4, tre in meno rispetto all’ultimo aggiornamento.


19.05.2020 ore 15:32
Friburgo, tornano a riunirsi i comitati di associazioni

Da oggi il canton Friburgo autorizza eccezioni al divieto di riunirsi di 5 persone al massimo per consentire alla vita associativa di riprendere progressivamente. Le sedute dei comitati di associazioni possono così aver luogo anche in presenza di più di 5 partecipanti, ha annunciato oggi la Cancelleria dello Stato friburghese. L’organo cantonale di condotta ha indicato di aver utilizzato il margine di manovra lasciato dalla Confederazione ai Cantoni per decidere questo allentamento. Il numero di partecipanti alle sedute deve essere comunque limitato e il valore di 4 metri quadrati di spazio per persona nella sala di riunioni deve essere garantito, così come la distanza di due metri tra i presenti.

19.05.2020 ore 14:39
Un corridoio per le badanti dell'est europeo

L’Austria ha aperto con la Romania un corridoio ferroviario speciale per permettere l’arrivo nel paese delle badanti. L’iniziativa pone rimedio ad una situazione che era diventata ormai insostenibile per il paese dato che 33’000 anziani austriaci hanno bisogno di un’assistenza continua a casa. Ad assicurarla sono 60’000 lavoratori, in maggior parte donne dell’Europa orientale, molte delle quali sono rimaste bloccate in patria a causa delle restrizioni introdotte dai vari Stati per lottare contro il coronavirus.


Un corridoio per le badanti

L'Austria ha aperto un collegamento ferroviario con la Romania per permettere l'arrivo delle lavoratrici bloccate in patria dalla pandemia

19.05.2020 ore 14:30
Negli Stati Uniti 21'551 contagiati in più

Gli Stati Uniti hanno registrato 21’551 casi di coronavirus e 785 decessi nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dalle statistiche pubblicate dall’Università americana Johns Hopkins. Il bilancio complessivo dei morti ha superato quota 90’000 (è adesso a 90’369), mentre i contagi accertati sono 1’508’957. Finora le persone guarite sono 283’178.

19.05.2020 ore 14:19
OMS, sì a inchiesta imparziale

L’Assemblea dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha approvato una risoluzione che sancisce l’intesa di “avviare al momento opportuno e in consultazione con gli Stati membri un processo graduale di valutazione imparziale, indipendente e globale della risposta sanitaria coordinata dall’OMS nella crisi del coronavirus.


19.05.2020 ore 14:10
San Marino vuole essere il primo a testare tutti gli abitanti

San Marino vuole essere il primo paese al mondo a procedere ad un mappatura di massa della coronavirus tra i suoi abitanti, contando di poter arrivare a testare tutti i 33’000 cittadini entro l’autunno. Finora sono stati fatti 7’553 test sierologici e 3’610 i tamponi.

19.05.2020 ore 14:07
Riduzione controlli ai confini, accordo fra Germania e 4 Stati dell'est europeo

La cancelliera tedesca Angela Merkel e i leader degli Stati del gruppo di Viségrad - che riunisce Polonia, Ungheria, Cechia e Slovacchia - si sono accordati circa una una graduale riduzione dei controlli alle frontiere introdotti a causa del coronavirus. Lo ha riferito il portavoce della cancelliera, dopo lo svolgimento di una videoconferenza fra i premier dei cinque Paesi. Nel corso della medesima è stata affrontata anche la proposta lanciata ieri da Merkel e dal presidente francese Emmanuel Macron per un piano da 500 miliardi di euro volto alla ripresa dell’Europa dopo l’impatto della pandemia. Circa quest’ultimo punto non sono però state riferite posizioni e dettagli.

19.05.2020 ore 12:54
Spagna più aperta ma con quarantena

Il Governo spagnolo ha abrogato il divieto d’ingresso nel paese, imposto oltre due mesi fa, per voli e navi passeggeri - ad eccezione di quelle da crociera - provenienti dall’Italia. Rimane in vigore comunque, per tutti gli stranieri in arrivo, l’obbligo di quarantena di 14 giorni imposto la settimana scorsa da Madrid. Lo riporta El Pais.

19.05.2020 ore 12:02
Svizzera, 11 morti e 21 nuovi contagiati

In Svizzera sono stati registrati 21 nuovi contagi, per un totale da inizio pandemia di 30’618 casi. È quanto si può leggere sul sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica. I morti sono stati 11, per un totale di 1’614. I decessi comunicati oggi non riguardano solo quelli avvenuti nelle ultime 24 ore, ma si riferiscono anche ai giorni passati.


19.05.2020 ore 11:47
Russia, Mishustin è tornato al lavoro

Il premier russo Mikhail Mishustin è tornato a svolgere le funzioni di premier della Russia dopo che il 30 aprile aveva annunciato di essersi ammalato di COVID-19 e per motivi di salute aveva momentaneamente lasciato la guida del Governo al suo vice, Andrei Belousov. Lo riportano le agenzie russe. Nel frattempo, un portavoce dell’ambasciata americana a Mosca ha indicato all’agenzia Interfax che Washington donerà 200 ventilatori polmonari alla Russia.

19.05.2020 ore 10:55
Fondi Covid-19 e possibili abusi, indagini in corso

Verifiche sono in corso su una cinquantina di potenziali abusi nel quadro del programma dei prestiti garantiti dalla Confederazione, tramite fideiussioni, per sostenere le aziende in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus. Per una decina di imprese gli accertamenti hanno già permesso di escludere determinati sospetti. Per altre i controlli sono in corso. Ad ogni modo nessun caso è per il momento sfociato in una denuncia penale. A inizio aprile il Governo ha varato un piano di controllo volto a contrastare la possibilità di abusi in funzione di questi crediti transitori, concessi peraltro con celerità. Il quadro dei rischi contempla varie possibilità: da cifre false sul volume d’affari, fino alla presentazione di istanze plurime presso banche diverse e all’utilizzo fraudolento dei crediti ottenuti (segnatamente in violazione del divieto di distribuire dividendi).

19.05.2020 ore 10:30
In Russia quasi 300'000 contagiati

La Russia ha registrato 9’236 nuovi casi rispetto a ieri, scendendo però sotto quota 10’000 per il quarto giorno consecutivo. In totale sono 299’941 le persone risultate positive al COVID-19. I morti sono 2’837 (+115).

19.05.2020 ore 10:03
Un morto e nessun nuovo contagio in Ticino

Nessun contagio è stato registrato nelle ultime 24 ore in Ticino; una persona è morta. Le persone dimesse sono state 3, per un totale di 877 dall’inizio della pandemia. I contagiati invece sono stati 3’285 e i decessi 344. Nelle strutture ospedaliere sono ricoverate 53 persone: 49 in reparto, cinque in terapia intensiva, di cui 4 intubate.

19.05.2020 ore 09:57
FFS accorda esenzione pagamenti pigioni commerciali

Le Ferrovie federali svizzere non chiederanno il pagamento delle pigioni (o solo parziale) agli inquilini di locali commerciali colpiti dal lockdown deciso dal Consiglio federale. I principali beneficiari sono i negozi e gli esercizi di ristorazione. La sospensione o riduzione riguarda il periodo che va dal 17 marzo al 26 aprile o al 10 maggio o all’8 giugno, a dipendenza della tipologia di commercio. Chi non ha dovuto chiudere, potrà versare una pigione ridotta, definita sulla base della perdita di fatturato.


In aiuto dei negozi delle stazioni

Le FFS hanno deciso che non faranno pagare, o solo parzialmente, le pigioni nel periodo del lockdown - Ticino: una trentina gli interessati

19.05.2020 ore 08:47
Fondazione svizzera di cardiologia finanzia due studi

Le persone che soffrono di malattie cardiovascolari sono più a rischio se prendono il coronavirus: possono infatti aver bisogno della terapia intensiva. In molti paesi inoltre, è stato riscontrato un più alto tasso di mortalità. Per questo motivo la Fondazione svizzera di cardiologia ha deciso di sostenere finanziariamente due studi, che hanno avuto inizio in maggio, con 800’000 franchi. Entrambi, oltre ad analizzare i dati raccolti in questo ambito negli ospedali universitari e in sei cantonali, si concentreranno sull’aspetto confinamento: ossia se le misure attuate dal Consiglio federale hanno avuto un’ influenza sui trattamenti di emergenza dei pazienti con problemi cardiovascolari.

19.05.2020 ore 08:29
Più di centomila casi in India

Il bilancio dei casi di coronavirus in India ha superato la soglia dei 100.000: stando a quanto riportano gli aggiornamenti della Johns Hopkins University, i contagi nel paese hanno infatti raggiunto quota 101.139, mentre i decessi provocati finora dal virus sono 3.164. Il Consiglio indiano per la ricerca medica, per parte sua, ha reso noto che a livello nazionale sono stati eseguiti ad oggi 2.404.267 test di screening.

19.05.2020 ore 08:12
Germania: +513 contagi in 24 ore

La Germania nelle ultime 24 ore ha registrato 513 casi in più per un totale di 175’210. Dall’inizio della pandemia sono 8’007 i decessi, +72 rispetto a ieri.

19.05.2020 ore 08:03
Franco forte, BNS deve intervenire

Il coronavirus rafforza il franco

Si è confermato un bene rifugio e la BNS è costretta a intervenire con decisione

19.05.2020 ore 07:23
Trump assume l'idrossiclorochina

Il presidente Donald Trump ha riferito che prende l’antimalarico idrossiclorochina “da oltre una settimana e mezzo”.

“Una pillola al giorno, cosa c’è da perdere”, ha detto alla Casa Bianca, aggiungendo di essere testato ogni due giorni e di esser sempre stato negativo al coronavirus. “Un paio di settimane fa ho cominciato a prenderla”, ha detto ai reporter, aggiungendo di essersi consultato con il medico della Casa Bianca.

I dati preliminari sull’idrossiclorochina mostrano che il farmaco non ha alcun beneficio provato o ha benefici limitati per i malati di coronavirus, con effetti che possono anche essere dannosi se la sostanza è usata in certe combinazioni.

19.05.2020 ore 06:57
Brasile, la pandemia continua ad avanzare

Sono 13’140 i contagi da coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, che portano il totale a 254’200. Lo indica il ministero della sanità brasiliano, precisando che nello stesso periodo le vittime accertate sono state 674, per un totale di 16’792.

19.05.2020 ore 06:56
Trump attacca ancora l'Organizzazione mondiale della sanità

OMS nel mirino di Trump

Il presidente statunitense torna a ventilare l'ipotesi di tagliare i fondi americani destinati all'Organizzazione mondiale della sanità