416354858_highres.jpg
Persone in fila a Ginevra per ricevere il pacco con i beni di prima necessità, sabato 16 maggio keystone
Momenti chiave
18.05.2020 ore 22:55
18.05.2020 ore 22:47
18.05.2020 ore 22:19
18.05.2020 ore 22:13
18.05.2020 ore 22:03
18.05.2020 ore 18:12
18.05.2020 ore 17:37
18.05.2020 ore 16:24
18.05.2020 ore 16:16
18.05.2020 ore 10:25
18.05.2020 ore 07:20
18.05.2020 ore 07:13
18.05.2020 ore 07:12
18.05.2020 ore 07:10

Sempre più persone in difficoltà

In Ticino aumentate le richieste di pasti alle associazioni benefiche - A livello sanitario la situazione migliora, Koch: "C'è da rallegrarsi"
lunedì 18 maggio 2020 07:06

La crisi causata dal coronavirus sta mostrando i suoi effetti anche sull’economia. Nei grandi centri come Ginevra e Zurigo, le persone che hanno chiesto aiuto per accedere ai beni di prima necessità sono aumentate esponenzialmente. Anche in Ticino, le associazioni benefiche, che proprio in questi giorni stanno lentamente tornando a pieno regime, parlano di numeri in crescita: i pasti distribuiti a Lugano sono quadruplicati. Tra chi si è messo in fila per un aiuto ci sono anche tanti volti nuovi. Alcuni sono lavoratori indipendenti che si sono ritrovati senza entrate.

Sul fronte sanitario, intanto, la situazione è in miglioramento. La curva dei contagi continua ad appiattirsi: sono appena due i nuovi casi di infezione emersi fra Ticino e Grigioni, con due nuovi decessi. A livello nazionale, rispetto a ieri, sono invece una decina in più i casi di contagio, stando ai dati dell'Ufficio federale della sanità pubblica secondo i quali i decessi tra domenica e lunedì sono rimasti stabili a 1'603. Una situazione "rallegrante" per il delegato Covid-19 Daniel Koch.

Anche oltre confine, in Italia, si ricomincia a sperare. Oggi hanno riaperto bar, ristoranti e negozi dopo oltre due mesi di lockdown, mentre a livello epidemiologico si sono registrati 99 decessi e 451 contagi: i dati più bassi da inizio marzo.

La cronaca di ieri

I dati sempre aggiornati

Joe Pieracci, Alex Ricordi, Diego Moles, Francesco Gabaglio e Elena Boromeo

18.05.2020 ore 22:55
Come si è riorganizzato il lavoro

Riunioni virtuali, telelavoro, spazi utilizzati in maniera diversa. Ecco come si sono riorganizzate le aziende in Ticino.

Il virus cambia il lavoro

Gli spazi e i processi di lavorazione si devono adattare alle misure anti-Covid. Un giro tra le aziende industriali e dei servizi

18.05.2020 ore 22:47
Trump assume idrossiclorochina

Trump ha affermato lunedì in conferenza stampa che sta assumendo idrossiclorochina da una settimana e mezza. Si tratta di un farmaco che, normalmente utilizzato contro il lupus e per prevenire alcuni tipi di malaria, secondo alcuni studi potrebbe essere d’aiuto anche nella prevenzione del COVID-19.

Trump ha affermato che “ci sono buone probabilità che la medicina abbia un impatto, che cosa c’è da perderci?”. Il presidente avrebbe chiesto consiglio al proprio medico, che gli avrebbe risposto “se vuoi prenderla, fai pure”. Trump ha tenuto a specificare che, in ogni caso, non è stato esposto al virus.

Alcuni dati preliminari sull’idrossiclorochina mostrano che il farmaco non ha alcun beneficio provato o ha benefici limitati per i malati di coronavirus, con effetti che possono anche essere dannosi se la sostanza è usata in certe combinazioni.

18.05.2020 ore 22:19
Niente distanze sugli aerei

Sugli aerei tutti i sedili, per ora, sono occupati: nessuna regola infatti obbliga finora le compagnie a lasciare posti liberi per distanziare i passeggeri. Swiss precisa di chiedere a tutti i suoi passeggeri di indossare una mascherina per tutta la durata del volo e afferma che le pulizie a bordo sono più minuziose e che il sistema di filtraggio dell’aria limita il rischio di contagio.

Si vola fianco a fianco, per ora

Attualmente nessuna regola obbliga a lasciare posti liberi per distanziare i passeggeri ma Bruxelles presenterà normative armonizzate per il settore

18.05.2020 ore 22:13
I Politecnici testano l'App

È iniziata lunedì la fase di prova dell’applicazione Swiss PT per il tracciamento dei contatti, che dovrebbe essere disponibile a giugno, dopo che il Parlamento avrà elaborato una base legale.

I Politecnici testano l'App

A Zurigo e Losanna via alla fase di prova prima del lancio di giugno - Ma gli esperti avvertono: servono molti volontari e tempi più rapidi

18.05.2020 ore 22:03
Proteste e scontri in Cile

A El Bosque, un sobborgo di Santiago del Cile, sono avvenuti violenti scontri tra polizia e manifestanti che protestavano per le difficoltà economiche generate dalla pandemia. I dimostranti hanno eretto barricate e lanciato pietre contro gli agenti, che hanno risposto con cannoni ad acqua e gas lacrimogeni.

El Bosque, come tutti i sobborghi della capitale cilena, è in quarantena da quattro settimane e la popolazione, non potendo lavorare, comincia a soffrire la fame.

18.05.2020 ore 21:38
Al CHUV 600'000 franchi per la ricerca

L’ospedale universitario di Losanna (CHUV) ha ricevuto dal Fondo nazionale per la ricerca scientifica (FNS) due contributi da 300 mila franchi ciascuno, destinati al finanziamento di ricerche sul COVID-19 per un periodo di due anni.

Il primo progetto deve determinare l’influenza dei fattori genetici sulla comparsa di complicazioni legate al virus, il secondo esaminerà i parametri immunologici dei pazienti ricoverati al CHUV. L’obiettivo è individuare caratteristiche biologiche che possano far prevedere la gravità della malattia.

Il CHUV sottolinea che sono state presentate 271 domande al FNS in relazione a COVID-19. Di queste, 36 sono state accolte per una somma complessiva di quasi 10 milioni.

18.05.2020 ore 21:31
OMS, gli Stati Uniti fanno pressione sulla Cina

Durante la riunione dell’OMS di lunedì, gli Stati Uniti hanno puntato il dito contro i contributi, pari a 2 miliardi di dollari, che la Cina versa all’Organizzazione.

Secondo il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale alla Casa Bianca, John Ullyot, si tratterebbe infatti di una cifra troppo bassa, tanto che l’adesione della Cina sarebbe solo un “simbolo” utilizzato per “distrarre dagli appelli di un numero sempre crescente di Nazioni che chiedono che la Cina sia tenuta a rispondere del proprio fallimento nello svolgere il proprio compito, nel dire la verità sul virus e avvisare il mondo di che cosa stava succedendo”.

18.05.2020 ore 20:47
Svezia: è il mese con più morti da 30 anni

La Svezia ha registrato ad aprile il mese con il più alto numero di morti in quasi trent’anni, secondo statistiche pubblicate lunedì. I decessi sono infatti stati 10’458 su un totale di 10,3 milioni di abitanti. Bisogna tornare al dicembre 1993 per trovare più morti in un solo mese.

La Svezia, di fronte all’epidemia di coronavirus, non ha introdotto i blocchi visti altrove in Europa, optando invece per un approccio basato sulla responsabilità dei cittadini. Le scuole sono rimaste aperte per i bambini di età inferiore ai 16 anni, insieme a caffè, bar, ristoranti e aziende.

18.05.2020 ore 19:48
Francia, pazienti in rianimazione ai minimi dal 22 marzo

Per la prima volta dallo scorso 22 marzo, in Francia i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono scesi sotto quota 2’000. Attualmente sono 1’998 coloro che necessitano di cure intense, ovvero 89 in meno rispetto alla giornata di ieri. Secondo i dati forniti dalle autorità francesi, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 131 nuovi decessi dovuti al coronavirus, che hanno alzato il bilancio complessivo a 28’239 vittime dall’inizio della pandemia. I nuovi casi di contagio sono invece stati 492, per un totale di 42’903 positivi.

18.05.2020 ore 19:45
I centri diurni per anziani hanno riaperto

Dopo due mesi di chiusura, i centri diurni per anziani hanno riaperto, per la gioia di molti pensionati.

Anziani che tornano a vivere

I centri diurni riprendono le attività, per la gioia di molti pensionati. Pro Senectute: "Alcuni hanno vissuto l'isolamento molto male"

18.05.2020 ore 19:44
In Ticino quadruplicati i pasti offerti

La crisi legata al Covid-19 ha evidenziato le difficoltà economiche di centinaia di ticinesi nell’accesso a bisogni fondamentali come i generi alimentari.

In fila per un pasto a Lugano

Quadruplicato il numero di chi mangia nel sociale della Fondazione Francesco e del Tavolino Magico - In grande difficoltà molti indipendenti

18.05.2020 ore 18:17
UE: 500 miliardi per salvare l'economia

Berlino e Parigi hanno proposto un piano da 500 miliardi di euro per la ripresa dell’Europa dopo la crisi dovuta alla pandemia.

I due Stati si sono accordati “su un piano temporaneo da 500 miliardi di euro che vengano dalle spese del bilancio dell’UE, quindi non prestiti, a disposizione delle regioni e dei settori più colpiti dalla pandemia”. Lo ha spiegato la cancelliera Angela Merkel a Berlino dopo il vertice in videoconferenza con il presidente Emmanuel Macron.

Quest’ultimo ha precisato che i 500 miliardi di euro del fondo di rilancio “dovranno essere rimborsati, non però dai destinatari” del prestito, ma “dagli Stati membri”.

La Commissione europea si è detta “rallegrata” dalla proposta, che dovrà comunque essere accettata da tutti i paesi membri.

18.05.2020 ore 18:12
Italia, 99 decessi in un giorno

Le vittime del COVID-19 in Italia nelle ultime 24 ore sono 99. Si tratta dell’incremento più basso dall’inizio del lockdown, avvenuto l’11 marzo.

In totale i morti salgono così a 32.007. Domenica l’aumento era stato di 145 vittime.

18.05.2020 ore 17:59
L’OMS: ci sarà un’indagine indipendente

Sulla gestione della pandemia verrà fatta un’indagine indipendente “al momento opportuno”. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, oggi a Ginevra durante la riunione virtuale. Tedros Adhanom Ghebreyesus si è impegnato su questo punto all’inizio dell’assemblea annuale dell’OMS, durante la quale il presidente cinese Xi Jinping ha difeso l’operato del suo Paese nella gestione crisi sanitaria. Il presidente americano, Donald Trump, ha più volte criticato l’OMS e ha sospeso i contributi finanziari degli Stati Uniti. Anche oggi il segretario americano della sanità Alex Azar ha dichiarato che “il fallimento della risposta alla pandemia da parte dell’OMS costa molte vite umane”.

18.05.2020 ore 17:49
Nessun contagio dalla ripresa delle scuole in Ticino e Grigionitaliano

In Ticino e nel Grigionitaliano dalla ripresa delle lezioni nelle scuole elementari e medie non sono emersi contagi da coronavirus. I test eseguiti a Poschiavo per alcuni casi sospetti sono risultati negativi.

Ritorno a scuola senza contagi

Negli istituti della Svizzera italiana non sono state registrate infezioni durante la prima settimana di lezioni – Test negativi a Poschiavo

18.05.2020 ore 17:37
Uber taglia altri 3000 posti

Due settimane dopo aver tagliato 3700 posti, Uber ha annunciato altri 3000 licenziamenti. L’azienda americana chiuderà una quarantina di uffici in tutto il mondo e sta valutando ulteriori tagli. Le misure di risparmio si rendono necessarie, afferma il CEO Dara Khosrowshah, per superare il periodo di crisi.

18.05.2020 ore 17:03
Prolungati i termini d'iscrizione per le formazioni sociosanitarie

I termini per la pre-iscrizione al nuovo anno scolastico 2020-2021 al Centro Professionale Sociosanitario, Scuola Specializzata per le Professioni Sanitarie e Sociali di Giubiasco e Canobbio (CPS-SSPSS) sono posticipati al 12 giugno 2020 a causa della “particolare situazione dovuta al COVID-19”. Lo comunica il Dipartimento dell’educazione, riconoscendo l’importanza delle professioni dell’ambito sanitario, “settore che anche nei prossimi anni avrà un bisogno accresciuto di personale qualificato”.

In occasione della giornata internazionale degli infermieri, martedì scorso, l’associazione di categoria aveva fatto presente che, nei prossimi anni, saranno necessari in Svizzera 65’000 infermiere e infermieri supplementari.

18.05.2020 ore 16:40
L'OMS sostiene l'inchiesta, ma non ora

L’Organo di vigilanza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene la domanda di un’inchiesta indipendente sulla gestione della pandemia, proposta dall’UE e presentata oggi da 100 paesi all’OMS. L’Organizzazione sostiene di non temere un’inchiesta, ma afferma che sarebbe inopportuno svolgerla durante un periodo ancora così intenso, per il rischio di creare caos.

18.05.2020 ore 16:24
Consumi italiani scesi del 48%

In aprile i consumi degli italiani sono crollati del 48% rispetto all’anno scorso. Secondo Confcommercio, nonostante un rimbalzo del 10% stimato a maggio, il PIL dovrebbe comunque rimanere a un -16% rispetto all’anno scorso.

Considerando marzo e aprile insieme, invece, il calo dei consumi rispetto all’anno precedente è del 40%.

18.05.2020 ore 16:16
Zurigo, indigenti in forte aumento

A Zurigo, come a Ginevra, le code per la distribuzione di alimenti e beni di prima necessità sono sempre più lunghe.

L’associazione Incontro, che all’inizio della crisi distribuiva circa 70 pacchetti alla settimana, ora ne consegna 900. Incontro si occupa principalmente di senzatetto, tossicodipendenti, sans-papiers e prostitute. E proprio quest’ultima categoria si trova in particolare difficoltà in quanto, come spiega una volontaria dell’associazione, “le prostitute non possono più pagarsi le stanze e diventano senzatetto, non hanno più nemmeno denaro per mangiare”.

A Ginevra la situazione è ancor più seria: sabato scorso, 2600 sacchetti sono stati distribuiti ad una coda di più di un chilometro di bisognosi.

18.05.2020 ore 15:57
Sommaruga: "Importante un' OMS forte"

Nel suo intervento all’apertura dell’Assemblea generale annuale dell’OMS, la prima nella storia dell’agenzia dell’ONU organizzata in forma virtuale a causa dell’emergenza coronavirus, Simonetta Sommaruga si è detta a favore di un esame critico dell’attuale crisi per migliorare la gestione delle emergenze sanitarie. “Abbiamo visto che è importante disporre di un’OMS forte”, ha tuttavia sottolineato la consigliera federale. La presidente della Confederazione ha così ribadito il pieno sostegno all’agenzia dell’ONU, ringraziandola per il suo impegno. “L’OMS ha saputo trarre insegnamenti dalle epidemie che ha dovuto affrontare e sono convinta” che farà lo stesso in questo caso, ha affermato.

18.05.2020 ore 15:53
Primi vaccini efficaci, ma forse non gratuiti

La società statunitense di biotecnologia Moderna ha annunciato che i primi risultati della sperimentazione su un potenziale vaccino sono stati “positivi”. Il vaccino sarebbe sicuro e ben tollerato, e ha sviluppato efficacemente anticorpi nei pazienti che hanno preso parte alla ricerca. Comincia ora la fase 2, mentre la terza e ultima dovrebbe iniziare a luglio.

Indipendentemente da quando arriverà, però, il vaccino non potrà essere gratuito per tutti. Lo sostiene la Federazione internazionale dei produttori e delle associazioni farmaceutiche, che invita gli Stati ricchi come la Svizzera a pagare di più di quelli poveri.

Il direttore dell’associazione, Thomas Cueni, ha affermato che, in una nazione come la Svizzera, “non ha senso” distribuire gratuitamente il vaccino. Per avere un accesso globale, equo ed economico al vaccino, sostiene Cueni, servirà un meccanismo di distribuzione globale dell’OMS, che dovrà abbassare il costo nei paesi più poveri e tenerlo più alto nei paesi benestanti.


18.05.2020 ore 15:21
Manifestazioni con 5 persone o meno autorizzate

“Se si tratta di dimostrazioni politiche con 5 persone o meno, che rispettano le regole sul distanziamento, esse sono autorizzate”, ha dichiarato il delegato dell’UFSP per l’emergenza coronavirus, Daniel Koch, precisando che c’è stata una reinterpretazione della norma sul divieto di manifestazioni. “Ci siamo resi conto che c’era un problema sul piano dei diritti politici”, ha spiegato. “Questo è un primo passo. Sul resto competerà al Consiglio federale decidere”.

18.05.2020 ore 14:57
Trasporti pubblici, "responsabilità individuale" per uso mascherine

Circa l’uso delle mascherine protettive nei trasporti pubblici, che al momento non è obbligatorio, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) continua ad appellarsi alla responsabilità individuale. “Come per il resto, si rivaluterà la situazione in base agli sviluppi. Se sarà necessario e sarà utile, si cambieranno le raccomandazioni”, ha dichiarato a Berna il delegato dell’UFSP per l’emergenza coronavirus Daniel Koch. Al momento l’uso della mascherina nei trasporti pubblici è fortemente raccomandato, in presenza di meno di due metri di distanziamento .

18.05.2020 ore 14:43
Riapertura ristorazione e assembramenti, richiamo di Koch sui rischi

Daniel Koch ha segnalato i rischi di propagazione del virus legati alla possibilità di assembramenti nei bar, nei ristoranti, dopo la loro riapertura. In evidenza il problema della ricerca dei possibili contatti dopo l’individuazione di un caso d’infezione. In Corea del sud, ha sottolineato il delegato dell’UFSP per l’emergenza coronavirus, l’accertamento di un caso ha fatto sì che si dovessero successivamente ricercare qualcosa nell’ordine di 1’500 contatti. Si tratta quindi di evitare queste situazioni.

18.05.2020 ore 14:28
L'OMS: nei bimbi infiammazione multi-organo

Una “sindrome infiammatoria multisistemica”, che può cioè coinvolgere più organi, è stata osservata in bambini e adolescenti e sembrerebbe collegata alla Covid-19.

L’allerta arriva dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che, sulla base delle segnalazioni giunte da Europa e Usa di bambini ricoverati in terapia intensiva per una condizione di “infiammazione sistemica” con alcune caratteristiche simili alla malattia di Kawasaki, ha sviluppato una definizione “preliminare” per classificare tali casi nei bambini. Necessario un approfondimento.

18.05.2020 ore 14:24
Turismo in Ticino: "Pronti ad accogliervi"

Dopo l’apertura di alberghi e strutture ricettive lo scorso 4 maggio seguita da quella, una settimana più tardi, di ristoranti, negozi e musei, è stata lanciata ufficialmente oggi la campagna marketing di Ticino Turismo rivolta agli ospiti della Svizzera tedesca e francese (per vedere il video clicca qui).

Il vero e proprio rilancio del turismo ticinese è però previsto per giugno. “Siamo la destinazione più esotica della Svizzera e sarà questa la nostra forza”, sottolinea il direttore Angelo Trotta.

18.05.2020 ore 14:06
Daniel Koch: "la situazione è rallegrante"

“La situazione è rallegrante”. Lo ha affermato il delegato Covid-19 della Confederazione Daniel Koch nel corso della conferenza stampa degli uffici federali in corso a Berna. “Da ieri ci sono stati solo 10 casi positivi confermati su 2’400 test e nessun decesso - ha sottolineato -. Le cifre continuano a ridursi. L’obiettivo è che vi siano ancora meno contagi in Svizzera. Ciò permetterà di allentare ulteriormente le restrizioni”.

Il dato riferito da Daniel Koch contrasta con gli ultimi aggiornamenti dei cantoni. Stando alle cifre aggiornate dal sito CoronaData sulla base delle cifre degli Stati maggiori i decessi complessivi in Svizzera sono invece 1’882 con un aumento di 2 rispetto a domenica, di cui uno in Ticino.

Ma come sottolinea l’Ufficio federale della sanità pubblica sulle sue pagine internet: i dati ufficiali considerati dalla Confederazione si basano sulle informazioni trasmesse da laboratori, medici e ospedali.

18.05.2020 ore 13:51
Chi ha avuto un trapianto non rischia di più

Le persone che hanno subito un trapianto non presentano rischi maggiori di complicazioni o sovramortalità in caso di contagio da Covid-19. È la conclusione a cui arriva uno studio svizzero, i cui risultati preliminari sono stati pubblicati lunedì. In generale, ricordano in un comunicato l’Ospedale universitario di Ginevra (HUG) e quello di Losanna (CHUV), chi riceve un organo è più esposto a complicazioni legate a infezioni virali respiratorie, a causa del suo regime immunosoppressivo cronico. Si ipotizzava che ciò potesse accadere anche ai pazienti colpiti dal SARS-CoV-2. Una tesi smentita dalla ricerca condotta dal Centro universitario romando dei trapianti coinvolgendo 5’000 soggetti, 21 dei quali si sono ammalati. Altri studi recenti, realizzati negli Stati Uniti e in Spagna, mostravano invece un tasso di mortalità più alto per i malati di Covid-19 con un organo impiantato.

18.05.2020 ore 13:14
Settanta scuole chiuse in Francia nella prima settimana di riapertura

Settanta scuole materne ed elementari della Francia sono state chiuse dopo la scoperta di casi di coronavirus a una settimana dalla fine del lockdown: “Sono probabilmente casi contratti prima di tornare a scuola, all’uscita dal confinamento”, l’11 maggio scorso. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, ai microfoni di radio RTL, aggiungendo: “Queste chiusure sono la dimostrazione del fatto che siamo rigidi”.

Il ministro ha aggiunto che questi casi non rimettono in alcun modo in discussione la volontà del governo di andare avanti con la riapertura progressiva degli istituti sottolineando che “le conseguenze del non andare a scuola sono molto più gravi.

18.05.2020 ore 13:04
Xi Jinping all'OMS: "Trasparenza e rapidità da Cina"

“La Cina ha agito con trasparenza e rapidità, fornendo tutte le informazioni in tempo utile e aiutando con tutti i mezzi i Paesi che ne avevano bisogno” nell’emergenza coronavirus. È quanto ha dichiarato Xi Jinping alla 73esima assemblea dell’OMS, la prima convocata e realizzata in maniera virtuale nella storia dell’organismo dell’ONU. Quanto all’ipotesi di un’ inchiesta sulla pandemia, “ci vorrà un’indagine esaustiva, basata su scienza e eseguita con professionalità, ma solo quando l’emergenza sarà sotto controllo”, ha affermato il presidente cinese, promettendo quindi uno stanziamento di 2 miliardi di dollari da parte della Repubblica Popolare destinata alla lotta contro il virus.

18.05.2020 ore 12:56
Mosca ottimista: fermata la crescita dei nuovi contagi

In Russia per la prima volta dal 1. maggio sono stati registrati meno di 9’000 nuovi casi di contagio in un giorno. Lo riporta Interfax. “La situazione del coronavirus nel nostro Paese rimane complicata, ma possiamo dire di essere riusciti a fermare la crescita di nuovi casi”. Lo ha affermato il premier russo Mikhail Mishustin durante una riunione online del presidio del Consiglio di coordinamento della risposta al coronavirus. “Serve cautela, ma vediamo una dinamica positiva”, ha detto.

18.05.2020 ore 12:54
I docenti romandi chiedono di proseguire con le classi ridotte

Il sindacato degli insegnanti romandi (SER) chiede che la scuola prosegua a classi ridotte se l’attuale situazione sanitaria dovesse persistere, in modo da garantire la sicurezza di tutti. I docenti ginevrini e neocastellani hanno già sottoposto una domanda in tal senso alle autorità politiche poiché, spiegano, il ritorno a scuola in sezioni dimezzate ha permesso ad allievi e docenti di rispettare le misure imposte per contrastare il coronavirus.

Ad eccezione del Vallese, che ha già ripreso normalmente le lezioni in presenza, tutti i cantoni romandi continueranno a tenere lezioni con effettivi dimezzati almeno fino alla prossima settimana.

18.05.2020 ore 12:40
Guterres: "Ignorate da alcuni paesi le indicazioni OMS"

Alcuni Stati nel mondo “hanno ignorato le indicazioni dell’OMS” sulla pandemia di coronavirus. È quanto ha dichiarato il segretario generale dell’ONU Antonio Guterres nel suo intervento alla 73esima assemblea generale dell’OMS, la prima convocata a livello virtuale nella storia dell’agenzia specializzata delle Nazioni Unite.

18.05.2020 ore 12:37
L'OMS apre la sua assemblea "virtuale"

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha aperto poco fa la sua 73esima assemblea generale annuale; la prima convocata in maniera virtuale, nella storia dell’organismo delle Nazioni Unite.

18.05.2020 ore 12:07
Dato nazionale, una decina di contagi in più

È attualmente di 30’597 casi, dopo l’accertamento di altre 10 infezioni, il quadro dei contagi da coronavirus in Svizzera. L’attuale incidenza della pandemia, comunica l’Ufficio federale della sanità pubblica, è di 356 casi per 100’000 abitanti. Circa invece il numero dei decessi causati dal Covid-19 in territorio svizzero, essi sempre in base alle cifre dell’UFSP si attestano sempre a 1’603. Ossia senza variazioni rispetto alla giornata di ieri. Una situazione che le autorità federali non registravano da due mesi.

Stando alle cifre aggiornata dal sito CoronaData sulla base dei dati cantonali i decessi complessivi in Svizzera sono invece 1’882 con un aumento di 2 rispetto a domenica.

18.05.2020 ore 11:55
USI, proclamazione a distanza per i neolaureati

Sono stati proclamati dall’USI “a distanza”, viste le implicazioni legate all’emergenza coronavirus, i nomi dei 119 neoilaureati in scienze economiche e in comunicazione, cultura e società. Le tradizionali cerimonie, come sottolinea l’Università della Svizzera italiana in una nota diffusa stamani, hanno avuto luogo fra l’11 maggio e la giornata odierna, attraverso il ricorso alle moderne tecnologie digitali con sei eventi in videostreaming e interattivi.

18.05.2020 ore 11:40
Assemblea OMS, discorso in remoto di Xi Jinping

Il presidente cinese Xi Jinping pronuncerà oggi un discorso via video all’inizio dei lavori dell’Assemblea annuale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), su invito del direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus. Lo ha reso noto stamani una portavoce del ministero degli esteri Hua Chunying, nel mezzo delle critiche su Pechino per la gestione della crisi del Covid-19. In un tweet, l’esponente dell’OMS ha ricordato che sarà la prima assemblea “virtuale” dell’agenzia delle Nazioni Unite e “un’opportunità” per i leader mondiali di impegnarsi “a lottare insieme, nell’unità e nella solidarietà! E’ l’unico modo per poter fermare la pandemia e mantenere il mondo al sicuro”.

18.05.2020 ore 11:22
Oltre 100 Nazioni chiedono un'inchiesta indipendente

La bozza di risoluzione proposta dall’Unione Europea per un’inchiesta indipendente sulle origini del coronavirus è appoggiata da oltre 100 i Paesi: il testo verrà presentato lunedì all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) durante la 73esima edizione dell’Assemblea mondiale, l’organo decisionale, che si terrà online fino a martedì.

Lo riporta la CNN. Tra i Paesi che chiedono l’inchiesta vi sono anche Russia, India, Giappone, Gran Bretagna, Canada, Indonesia e ovviamente i 27 Stati UE. La Cina si è detta disponibile solo ad un’inchiesta dell’OMS, a tempo debito, ovvero superata l’emergenza.

18.05.2020 ore 11:05
La BNS continua a sostenere il franco

Dall’inizio della pandemia continuano inesorabilmente a salire, ma a un ritmo leggermente inferiore alle ultime settimane, gli averi a vista della Banca nazionale svizzera. Il parametro è osservato con attenzione perché indizio di intervento sul mercato dei cambi per evitare un rafforzamento ritenuto eccessivo del franco il cui valore è poco sopra la parità con l’euro (1 franco e 5 centesimi). La settimana scorsa si sono attestati a 673,5 miliardi di franchi (il valore più alto della storia) con una crescita di 4,4 miliardi in più rispetto a sette giorni prima, ha indicato lunedì l’istituto. Si tratta del 18esimo aumento consecutivo. Il ritmo di incremento è però un po’ rallentato: nelle settimane precedenti la progressione era stata di 5,3 miliardi e di 13,5 miliardi.

18.05.2020 ore 11:02
Il coronavirus si diffonde in India

Secondi i dati diffusi lunedì dal ministero della Sanità i casi di positività al coronavirus in India sono saliti a 96’169, mentre i decessi legati al Covid-19 sono aumentati a 3’029. Nelle ultime 24 ore il paese ha di nuovo visto il più alto incremento registrato sinora, con 5’242 nuovi contagi.

Con una decisione annunciata ieri, il più esteso lockdown del mondo, in vigore dallo scorso 24 marzo, è stato riconfermato fino al 31 di maggio, con significativi allentamenti alle restrizioni. Restano ancora confinate in casa le persone definite a rischio, ovvero gli anziani sopra i 65 anni, i bambini sotto i 10, le donne incinte e tutti gli ammalati di patologie croniche. Nelle aree definite “zone di contenimento”, quelle dove si sono registrati casi di coronavirus negli ultimi 28 giorni, saranno permesse solo le attività essenziali. Riconfermato in tutto il paese anche il coprifuoco notturno (19-7).

18.05.2020 ore 10:29
Un nuovo decesso in Ticino a causa del Covid-19

Un’altra persona, in base ai dati aggiornati stamani dalle autorità cantonali, ha perso la vita in Ticino a causa della pandemia. Il numero dei decessi nel cantone legati al Covid-19 sale così a 343. Rilevato anche un nuovo caso di infezione: il numero totale dei contagi si attesta così a 3’285.

18.05.2020 ore 10:25
Grigioni, un decesso in più

Nei Grigioni, fra venerdì e domenica scorsa, è stato registrato un nuovo decesso a causa del coronavirus. È quanto emerge dai grafici aggiornati stamani dalla autorità retiche. Il numero dei decessi nel cantone imputabili alla patologia sale quindi a 47. Constatato anche un nuovo caso di positività, che porta così a 822 il numero complessivo dall’inizio dell’emergenza.

18.05.2020 ore 10:20
Orio al Serio riaperto ai voli civili

Poco prima delle 07.00 mattina un primo volo è atterrato all’aeroporto di Bergamo - Orio al Serio. Tale atterraggio ha così segnato la riapertura ai voli civili dello scalo bergamasco dopo il vuoto del lockdown. L’aereo in questione è giunto da Sofia., Bulgaria, con a bordo 109 passeggeri. Poco dopo un’ottantina di persone si sono imbarcate sempre sullo stesso volo per raggiungere la capitale bulgara. Non è stato constatato alcun problema di gestione della situazione, nonostante i controlli molto stretti, considerato anche il ridottissimo numero di passeggeri.

18.05.2020 ore 10:13
Duomo di Milano, prima messa aperta ai fedeli

Il Duomo di Milano ha riaperto le sue porte ai fedeli per la prima messa dopo il lockdown, quella delle 8 del mattino, a cui seguiranno altre celebrazioni in mattinata e nel pomeriggio. La liturgia ha avuto luogo nella Cappella feriale che, con le misure di distanziamento, può ospitare al massimo 60 fedeli. Stamani le persone presenti erano una trentina, un po’ di tutte le età, fra le quali anche alcuni ragazzi giovani.

18.05.2020 ore 10:01
Diverse agenzie di viaggio elvetiche estendono le cancellazioni al 14 giugno

Diversi tour operator elvetici hanno prolungato la cancellazione dei viaggi internazionali fino al 14 giugno. Tui Suisse (facente parte della holding che ha annunciato il taglio di 8’000 posti di lavoro a livello mondiale), Hotelplan (Globus Voyages, Travelhouse, Tourisme Pour Tous, Hotelplan e Vacances Migros) e Kuoni hanno reso noto la loro decisione lunedì. A causa dell’attuale contesto pandemico, gli arrivi non sono possibili in molti paesi stranieri.

I clienti saranno compensati, hanno specificato separatamente i tour operator interessati . Tui Suisse e Hotelplan contatteranno quelli che avevano prenotato un viaggio nelle prossime settimane.


Si viaggerà come negli anni '50?

Intervista a un esperto di turismo: "Viaggi lunghi un lusso per pochi, si preferiranno destinazioni vicine e conosciute"

18.05.2020 ore 09:44
Francia, messa drive-in con 500 fedeli in auto

Prima assoluta in Francia che, nonostante la riapertura dopo il lockdown, non ha ancora concesso l’autorizzazione a riprendere le cerimonie religiose in presenza dei fedeli. Circa 500 persone, sedute nelle loro 200 automobili, domenica hanno partecipato ad una messa celebrata in stile “drive in” dal vescovo della diocesi, a Chalons-en-Champagne, a est di Parigi. Le auto erano state parcheggiate con cura a non meno di un metro l’una dall’altra sul grande parcheggio del parco esposizioni.

Per evitare che i fedeli aprissero i finestrini o uscissero dalle auto, la messa era trasmessa dall’emittente cattolica locale, e poteva essere ascoltata dalle autoradio. I sacerdoti hanno percorso tutte le file di auto parcheggiate per distribuire l’eucaristia, rigorosamente consegnata nelle mani dopo un passaggio con il disinfettante idroalcolico.

18.05.2020 ore 09:42
Il prezzo del petrolio al massimo da due mesi

Avvio di settimana in rialzo per le quotazioni del petrolio con il greggio Wti, che torna sopra i 30 dollari al barile, ai massimi da 2 mesi sulla scia della ripresa graduale delle attività produttive. Il Brent tocca quota 33,57 dollari al barile.

18.05.2020 ore 08:36
Italia, l'uscita dal lockdown nei dettagli

Per proteggersi dal Covid-19 occorrerà tuttavia indossare le mascherine protettive in moltissime occasioni, così come bisognerà essere pronti a farsi misurare la febbre.

L'Italia che riapre

Tornano da oggi in attività negozi, bar, ristoranti, saloni di parrucchieri, spiagge, musei e biblioteche

18.05.2020 ore 07:51
Il virus mette in recessione il Giappone

L’emergenza coronavirus sta ulteriormente penalizzando l’economia giapponese, entrata adesso ufficialmente in recessione. Per il PIL nipponico si tratta della seconda contrazione trimestrale consecutiva. L’entità risulta tuttavia inferiore alle previsioni: fra gennaio e marzo la flessione del prodotto interno lordo è stata dello 0,9%, a fronte di stime che prevedevano -1,1%.

18.05.2020 ore 07:40
Mascherine nei trasporti pubblici: oltre due terzi degli svizzeri favorevoli

Più di due terzi degli svizzeri sono favorevoli all’uso delle mascherine per proteggersi dal coronavirus nei trasporti pubblici. Il 60% pensa di attivare una app per il tracciamento dei contatti, mentre quasi il 70% sostiene la ripresa delle lezioni in aula. Sono alcuni degli orientamenti emersi da un sondaggio pubblicato oggi dai giornali del gruppo Tamedia. Sul piano sanitario sanitario, la metà degli interpellati non conosce nessuno contagiato dal Covid-19 e afferma di non temere la patologia. La peggior conseguenza personale dell’epidemia - menzionata dal 39% - è rappresentata dalla diminuzione dei contatti sociali.

18.05.2020 ore 07:23
Basilica di S. Pietro, riaperte liturgie con il pubblico

Papa Francesco, dando avvio alla messa sulla tomba di Giovanni Paolo II nel centenario della nascita del pontefice polacco, ha riaperto stamani la celebrazione di liturgie con il pubblico nella Basilica di San Pietro.. Nella cappella della tomba del Papa santo sono presenti circa 30 persone, ben distanziate sui banchi.

18.05.2020 ore 07:20
Spiagge riaperte in Sardegna

A partire da oggi, libero accesso a tutte le spiagge della Sardegna. È quanto prevede la nuova ordinanza firmata nella notte dal presidente regionale, Christian Solinas. L’ordinanza prevede l’obbligo di indossare mascherine protettive in tutti i locali aperti al pubblico e anche nei luoghi all’aperto “laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di almeno un metro”. Rimane tuttavia l’obbligo di quarantena (permanenza al domicilio con isolamento) di una durata di 14 giorni per chi arriva sull’isola.

18.05.2020 ore 07:15
Oltre 241'000 contagi in Brasile e 16'118 morti

Sono saliti a 241’080 i contagi di Covid-19 in Brasile, dove si contano 16’118 morti. Lo ha annunciato il ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore, si sono registrati 7’938 nuovi casi e 485 decessi. Sono passati due mesi dalla prima vittima ufficiale di Covid-19 nel Paese sudamericano: dal 17 marzo al 17 aprile, le vittime sono state 2’141, il secondo mese i morti sono stati 13’977.


18.05.2020 ore 07:13
La pandemia da dietro le casse

Misure di sicurezza e turni più pesanti - Le testimonianze dei lavoratori di supermercati e alimentari che non si sono mai fermati

La pandemia da dietro le casse

Misure di sicurezza e turni più pesanti - Le testimonianze dei lavoratori di supermercati e alimentari che non si sono mai fermati

18.05.2020 ore 07:12
Disinfettare le strade non serve

Sono molti i paesi dove si usa questa pratica all’aperto. Secondo l’OMS però non solo non è efficace, ma è addirittura dannosa per la salute

Disinfettare le strade non serve

Sono molti i paesi dove si usa questa pratica all'aperto. Secondo l'OMS però non solo non è efficace, ma è addirittura dannosa per la salute

18.05.2020 ore 07:11
Frontiere italiane aperte, Merlani: "Un azzardo"

L’Italia ha anche deciso di aprire tutte le frontiere dal 3 di giugno.. “La motivazione dal punto di vista economico è chiara, da quello sanitario, soprattutto vedendo l’evoluzione epidemiologica del nord Italia, che è ancora incerta e mi sembra un po’ un azzardo”, commenta il medico cantonale Giorgio Merlani.

“Dal punto di vista sanitario è una decisione che sorprende”, aggiunge. E ora ci si chiede se la Svizzera potrebbe pensare di mettere in quarantena chi rientra dall’Italia. “La competenza è federale. E la Svizzera lo ha fatto molto poco. Da una zona dove non c’è una quarantena sarebbe una novità, ma mi lascio sorprendere”, conclude Merlani.

18.05.2020 ore 07:10
L’Italia oggi riparte

L’Italia oggi riparte. Il numero più basso di vittime dall’inizio del lockdown, 145 nelle ultime 24 ore, è il miglior auspicio per l’Italia che riapre, con i negozi, i bar e i ristoranti che potranno rialzare le saracinesche dopo oltre due mesi. L’Italia prova dunque a ripartire dopo il lockdown, nel rispetto delle linee guida arrivate dopo il confronto governo-Regioni. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale.

Nel documento firmato dal premier Conte, anche spettacoli all’aperto dal 15 giugno con mille persone al massimo, nei cinema e teatri fino a 200. Non ancora le discoteche.