Misure anticovid in Ticino confermate fino al 19 ottobre
Misure anticovid in Ticino confermate fino al 19 ottobre Tipress
Momenti chiave
02.10.2020 ore 18:39
02.10.2020 ore 15:51
02.10.2020 ore 14:25
02.10.2020 ore 14:00
02.10.2020 ore 12:30
02.10.2020 ore 11:01
02.10.2020 ore 10:10
02.10.2020 ore 09:54
02.10.2020 ore 07:33
02.10.2020 ore 06:52

In Svizzera 552 contagi

I tamponi effettuati sono stati 11'415, circa un migliaio in meno rispetto a ieri - Ticino e Grigioni rispettivamente 10 e 8 positivi; Stati Uniti: coppia presidenziale con il coronavirus
venerdì 02 ottobre 2020 06:30

Sono dieci i casi censiti nelle ultime 24 ore in Ticino: una persona ha lasciato l’ospedale, mentre un’altra rimane ricoverata. Non sono segnalati decessi, così come nei Grigioni dove i contagi sono stati otto, la maggior parte nella regione di Maloja. In Ticino inoltre sono state confermate fino al 19 ottobre le misure in vigore per contenere il diffondersi del virus. A livello nazionale i contagi sono stati 552 su totale di 11'415 tamponi. Ci sono stati sei ricoveri in più.

La cronaca di giovedì

A livello internazionale, la giornata si è aperta con l’annuncio via Twitter da parte del presidente statunitense Donald Trump di essere risultato positivo con la moglie Melania al virus. Entrambi si sono posti in isolamento alla Casa Bianca. Il contagio è avvenuto attraverso una stretta collaboratrice di Trump.

 

Nel mondo si contano ormai oltre 34 milioni di casi di contagio confermati. Le persone guarite sono circa 23,4 milioni e i decessi superano il milione.

I dati sempre aggiornati

di Stefano Wingeyer, Alessandra Spataro, Elena Boromeo

02.10.2020 ore 23:31
Donald Trump in ospedale per alcuni giorni

Il presidente Donald Trump sarà ricoverato in ospedale. Lo ha annunciato la Casa Bianca nell’imminenza del trasferimento all’ospedale militare Walter Reed, alla periferia di Washington, dove resterà per alcuni giorni. I portavoce hanno spiegato che la misura è stato adottata per precauzione e che continuerà a svolgere la sua funzione dalla suite in cui sarà degente.

Donald Trump ricoverato

La Casa Bianca ha annunciato che il presidente resterà per alcuni giorni all'ospedale militare Walter Reed precauzionalmente


02.10.2020 ore 22:31
Donald Trump curato con un trattamento sperimentale

Il presidente Donald Trump, dopo essere risultato positivo al coronavirus ed aver iniziato a presentare alcuni leggeri sintomi del Covid-19, viene curato con un cocktail di anticorpi policlonali, un trattamento sperimentale giudicato promettente. sviluppato da una azienda statunitense con la quale l’elvetica Roche ha sottoscritto un accordo per la distribuzione nel resto del mondo. Il trattamento somministrato è stato reso noto dal medico della Casa Bianca che in un comunicato ha fatto sapere che il paziente resta “affaticato ma di buon umore”.

Sean Conley ha anche affermato che al presidente, che ha 74 anni, vengono somministrati zinco, vitamina D, famotidina, melatonina e aspirina.

02.10.2020 ore 20:24
Contagiato oltre il 40% degli abitanti della Val Seriana

In Val Seriana poco meno di un abitante su due ha gli anticorpi contro il coronavirus. È quanto risulta dall’indagine sierologica effettuata nel mese di luglio 2020, il cui esito è stato reso noto venerdì dall’Agenzia di tutela della salute di Bergamo. Il rilevamento ha visto l’adesione di 22.’559 persone, oltre un quarto della popolazione maggiorenne. Il 42,3% dei soggetti testati è risultato avere gli anticorpi, con andamento crescente di positività dai 45 anni in su. Il comune con la percentuale più elevata di positivi è risultato essere Selvino (56,4%). La positività rilevata al successivo tampone nasofaringeo, proposto ai soggetti risultati positivi al test sierologico, è stata dell’1,7%.

A titolo di paragone il tasso di sieroprevalenza dell’infezione da virus SARS-CoV-2 nella popolazione ticinese di età compresa tra i 20 e i 64 anni si attesta all’11%, come emerso dai primi risultati del progetto Corona Immunitas Ticino, condotto dall’Istituto di salute pubblica dell’Università della Svizzera italiana e dal Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale della SUPSI.

02.10.2020 ore 19:29
Focolai in tre scuole dell’Engadina Alta

Le autorità sanitarie grigionesi sono chiamate ad affrontare un focolaio di contagio in Engadina Alta che coinvolge tre scuole: la scuola elementare Grevas a St. Moritz, il liceo dell’Academia Engiadina a Samedan e la professionale commerciale a Samedan. Lo ha reso noto un comunicato dell’ufficio del medico cantonale che consiglia “vivamente” i presenti nella regione a evitare assembramenti e a “rispettare rigorosamente” le regole di distanziamento ed igiene.

Classi in quarantena

Tre insegnanti della scuola elementare Grevas sono stati posti in isolamento mentre un docente nonché gli allievi della seconda si trovano in quarantena. All’Academia sono invece stati posti in quarantena tutti gli allevi di una prima liceale, mentre alla scuola professionale sono sette le persone costrette a restare al domicilio preventivamente.

Si torna all’insegnamento a distanza

L’Ufficio dell’igiene pubblica ha ordinato il passaggio all’insegnamento a distanza per tutte le classi dell’Academia Engiadina e della Scuola professionale dell’Engadina Alta fino all’inizio delle vacanze autunnali che dureranno dal 12 al 25 ottobre.


02.10.2020: Engadina, tre focolai nelle scuole
02.10.2020 ore 19:17
La Casa Bianca sapeva della positività della collaboratrice prima di volare in New Jersey

Il capo di gabinetto Mark Meadows, incalzato dai cronisti, ha ammesso che la Casa Bianca sapeva della positività della consigliera Hope Hicks giovedì prima che partisse l’elicottero che ha trasportato il presidente ad una raccolta fondi nel suo golf club a Bedminster, in New Jersey. Alcune persone dello staff entrate in contatto con la Hicks, ha riferito, sono state fatte scendere dall’apparelcchio. Anche Donald Trump era stato in stretto contattato con la sua consigliera ma è partito lo stesso e ha partecipato ugualmente all’evento.


02.10.2020 ore 19:04
Focolaio al centro per i rimpatri di Urdorf: 18 contagi

Sedici persone ospitate nel centro per i rimpatri di Urdorf e due operatori, giovedì sono risultati positivi al test del coronavirus. I richiedenti l’asilo sono stati trasferiti in un altro alloggio (un’ex casa di cura), mentre gli altri residenti sono stati posti in quarantena in un’area separata. I due collaboratori sono in isolamento a casa.

Lo ha reso noto venerdì il Dipartimento della sicurezza del canton Zurigo. Nel centro di Urdorf, alle porte della città, si trovavano 36 persone che dovrebbero lasciare la Svizzera. La protezione civile e la polizia cantonale forniscono sostegno.

02.10.2020 ore 18:39
Joe Biden negativo

Il candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden ha annunciato venerdì che è risultato negativo al test del coronavirus al quale si sottoposto dopo l’annuncio che il presidente Donald Trump era positivo.

“Sono lieto di annunciare che Jill (la moglie ndr.) ed io siamo risultati negativi al test di Covid”, ha scritto in un tweet il 77enne ex vicepresidente degli Stati Uniti che martedì aveva avuto il faccia a faccia televisivo con l’avversario repubblicano. “Spero che questo serva da promemoria: indossate una maschera, mantenete la distanza fisica e lavatevi le mani”, ha continuato.

02.10.2020 ore 18:32
Le vittime ticinesi della crisi provocata dalla pandemia

Gli effetti economici della pandemia sono stati devastanti anche in Ticino dove già le buste paga sono le più leggere della Svizzera C’’è chi ha perso il lavoro e si è ritrovato a vivere in strada, senza un tetto. Chi ha visto fallire la sua attività. Chi vive nel terrore di ritrovarsi senza un’occupazione. Chi aspetta aiuti che tardano ad arrivare per non dover finire in assistenza. Le loro storie saranno raccontate venerdì sera da Patti Chiari in onda dalle 21.10 su LA1 e in streaming.

La puntata intitolata “ Con l’acqua alla gola” si occuperà anche di chi non si è fatto alcuno scrupolo ed è abusato degli aiuti finanziari straordinari messi in campo dalla Confederazione.

Patti Chiari, promo del 2.10.2020
02.10.2020 ore 17:04
Covid ed economia, Vögele chiude una sessantina di negozi

Vögele Shoes vuole chiudere una sessantina di rivendite in Svizzera per far fronte alla crisi del coronavirus e all’agguerrita concorrenza online. Lo ha dichiarato il CEO dell’impresa Max Bertschinger, citato dal portale del Blick. La rete di vendita dovrebbe così passare ad un centinaio abbondante di negozi, contro i 160 attuali. Con il Covid-19 e la concorrenza di siti come Zalando, il giro d’affari di Vögele Shoes è precipitato. Fra inizio aprile e fine giugno il fatturato si è dimezzato a 17 milioni di franchi.

02.10.2020 ore 16:34
Infezioni negli allevamenti di visoni, la Danimarca ne abbatte un milione

La Danimarca abbatterà 1 milione di visoni dopo aver scoperto nuove infezioni da coronavirus tra gli animali negli allevamenti. Il paese è il più grande allevatore mondiale di questi piccoli mammiferi, la cui pelle è usata per realizzare cappotti e sciarpe.

Nuovi casi sono stati registrati in 41 allevamenti e si ritiene che altri 20 siano stati colpiti, per un totale di un milione di animali, ha dichiarato il ministro dell’ambiente Mogens Jensen in conferenza stampa.

02.10.2020 ore 15:57
Asilo e elementari, cambiate le regole in Ticino: gli allievi possono frequentare anche con febbre fino a 38.5°

Da lunedì 5 ottobre in Ticino cambiano le disposizioni riguardanti la gestione del coronavirus nelle scuole dell’infanzia ed elementari. Potranno frequentare normalmente la scuola gli allievi della scuola dell’infanzia e della scuola elementare che hanno raffreddore e/o mal di gola e/o tosse leggera, purché non abbiano febbre e non abbiano avuto contatti a rischio (ossia contatti a meno di 1.5 metri per più di 15 minuti senza protezione) con una persona sintomatica di più di 11 anni per la quale non c’è ancora un test negativo o con una persona di qualsiasi età risultata positiva al test, specialmente all’interno della famiglia.

Non frequentano la scuola gli allievi della scuola dell’infanzia e delle scuole elementari che presentano uno o più di questi sintomi:

Le nuove indicazioni sono state stabilite dal Dipartimento della sanità e della socialità e dal Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport dopo che l’Ufficio federale della sanità pubblica ha aggiornato le raccomandazioni per i bambini con sintomi di malattia.

Bambini e Covid, cambiano le regole

Le nuove disposizioni sulla gestione dei sintomi a scuola entrano in vigore lunedì 5 ottobre in Ticino

02.10.2020 ore 15:51
Trump ha "sintomi lievi"

La Casa Bianca ha reso noto che il presidente Donald Trump, risultato positivo al Covid-19, manifesta sintomi lievi (“mild”). Il presidente, 74 anni, 1,9 di altezza e 110 kg di peso, “sta bene”, secondo quanto hanno riferito fonti ufficiali, e continuerà a portare avanti la sua attività mentre si trova in auto-isolamento a Washington. I sintomi manifestati sarebbero simili al raffreddore.

02.10.2020 ore 15:41
Ivanka Trump e Jared Kushner negativi

La figlia del presidente degli Stati Uniti, Ivanka Trump, e suo marito Jared Kushner, che è anche consigliere della Casa Bianca, sono risultati negativi al test per il Covid-19.

02.10.2020 ore 14:48
Trump, gli auguri di guarigione di Biden

“Jill e io inviamo i nostri pensieri al presidente Trump e alla first lady Melania Trump per una rapida ripresa. Continueremo a pregare per la salute e la sicurezza del presidente e della sua famiglia”. Lo ha twittato il candidato democratico alla Casa Bianca, Joe Biden, rivolgendo gli auguri di guarigione anche a nome di sua moglie.

02.10.2020 ore 14:25
Vendite di birra ridotte del 40%

A causa della chiusura di ristoranti, bar e locali, per via della pandemia, nei primi sei mesi dell’anno è stata venduta molta meno birra in Svizzera. “Soprattutto nel ramo della gastronomia, nella prima metà dell’anno le vendite sono scese del 40%”, ha dichiarato all’agenzia AWP il responsabile dell’Associazione svizzera delle birrerie Marcel Kreber. Il momento peggiore si è riscontrato nel mese di aprile, con un crollo addirittura dell’80%. Il settore della birra è rimasto a galla grazie ai negozi, dove invece le vendite sono cresciute circa del 12%.

02.10.2020 ore 14:00
Mike Pence negativo al Covid-19

Il vice presidente degli Stati Uniti, Mike Pence, è risultato negativo al test per il Covid-19. Il tampone è stato effettuato dopo che il presidente, Donald Trump, è risultato positivo assieme a sua moglie.

Anche il test del segretario al tesoro, Steven Mnuchin, è negativo, così come quello alla salute, Alex Azar.

02.10.2020 ore 12:30
Svizzera, 552 nuove infezioni

Sono 552 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati in Svizzera nelle ultime 24 ore. Sale così a 54’384 il numero complessivo dei contagi a livello nazionale dall’inizio della crisi. Gli ultimi dati dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) fanno inoltre stato di 6 ricoveri in più (per un totale ora di 4’890). I tamponi effettuati sono circa un migliaio in meno rispetto a ieri (11’415 contro i 12’577 del giorno precedente).

Sempre fra ieri e oggi non è stato registrato invece alcun nuovo decesso imputabile alla patologia. Attualmente sono 1’912 le persone in isolamento, mentre altre 5’454 entrate in contatto con loro si trovano in quarantena. Una misura applicata anche a 11’117 persone di ritorno da paesi qualificati a rischio.

I nuovi dati rendono evidente un’inversione di tendenza rispetto alla flessione dei contagi che in Svizzera era in atto dalla metà di settembre. Dopo due settimane di riduzione continua, il numero delle positività quotidiane ha ricominciato a salire in modo significativo. I test eseguiti mercoledì hanno accertato la positività di 531 persone. Un dato che non si registrava dal 9 aprile. Nel frattempo le circostanze sono cambiate, viene eseguito un numero più elevato di tamponi e la mortalità dovuta al Covid-19 si è molto ridotta.

02.10.2020 ore 11:01
Mike Pompeo negativo al test

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, si è sottoposto al test per il Covid-19 ed è risultato negativo. Lo ha annunciato poco fa. Il capo della diplomazia americana nei giorni scorsi era in visita ufficiale in Italia.

02.10.2020 ore 10:48
In Polonia per la prima volta oltre 2'000 casi

La Polonia ha registrato 2’292 contagi nell’ultimo giorno: il numero più alto da inizio pandemia. A questi si aggiungono 27 decessi. In totale, il Paese - che conta 38 milioni di abitanti - ha riportato 95’773 casi e 2’570 vittime da inizio pandemia.

02.10.2020 ore 10:35
Trump positivo, arrivano gli auguri anche dall'OMS

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyeusus, ha rivolto i suoi auguri per una “rapida e completa” guarigione a Trump e a sua moglie Melania. Durante la pandemia, il presidente degli Stati Uniti ha criticato aspramente l’operato dell’OMS, accusando l’Organizzazione di essere troppo vicina alla Cina e minacciando di tagliare i finanziamenti.

02.10.2020 ore 10:17
Johnson fa gli auguri di pronta guarigione a Trump

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha scritto su Twitter gli auguri di pronta guarigione al presidente americano Donald Trump e a sua moglie Melania. Lo stesso Johnson aveva contratto il Covid-19 alla fine di marzo ed era stato ricoverato in ospedale a Londra, prima di guarire ed essere dimesso.

02.10.2020 ore 10:10
Aumentano i casi in Russia

La Russia ha registrato 9’412 nuovi contagi, di cui 2’704 a Mosca, secondo quanto riferiscono le autorità sanitarie. Si tratta del bilancio giornaliero più alto dal 23 maggio. I decessi legati al Covid-19 sono 186, per un totale di 21’077 da inizio pandemia. Il Cremlino ha già fatto sapere di non prevedere l’imposizione di un lockdown nazionale.

02.10.2020 ore 09:54
Dieci nuovi contagi in Ticino

In Ticino sono stati registrati dieci nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Lo riferiscono le autorità cantonali nel consueto bilancio giornaliero, aggiornando il totale dei casi accertati da inizio pandemia a 3’661. Una persona si trova ricoverata in ospedale, mentre nessuna nuova vittima è stata segnalata.

02.10.2020 ore 09:41
Mercati in ribasso per l'annuncio di Trump

I mercati azionari europei hanno aperto in ribasso dopo l’annuncio della positività al Covid-19 del presidente Trump. Londra ha aperto con un calo dell’1,2%, mentre Parigi ha segnato una partenza in ribasso dell’1,1% e Francoforte dell’1,3%. Per quanto riguarda la Borsa svizzera, l’indice dei titoli guida SMI perde lo 0,86% a 10’150,29 punti, quello allargato SPI lo 0,85% a 12’675,10.

02.10.2020 ore 09:27
Ticino, disposizioni valide fino al 19 ottobre

Il Consiglio di Stato ticinese ha confermato fino al 19 ottobre 2020 le disposizioni attualmente in vigore per limitare la diffusione del nuovo coronavirus sul territorio cantonale. “Durante le ultime settimane, la situazione in Ticino è rimasta stabile”, pertanto, “il Governo ha stabilito che, per il periodo fino al 19 ottobre 2020, rimarranno in vigore il divieto di assembramenti spontanei di più di 30 persone nello spazio pubblico e le disposizioni particolari per il settore della ristorazione, in particolare il limite di 100 persone presenti a serata nei bar con consumazione in piedi e nei locali notturni e l’obbligo per il personale addetto al servizio alla clientela di indossare la mascherina facciale o un adeguato dispositivo di protezione individuale”, si legge in una nota.

Inoltre, il Consiglio di Stato ha prolungato l’apertura dei quattro checkpoint sanitari per il mese di ottobre e ha riconfermato l’Ospedale regionale di Locarno dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC) e la Clinica Luganese Moncucco quali ospedali di riferimento Covid-19.

In relazione alle grandi manifestazioni che sono nuovamente permesse da ieri, il Consiglio di Stato ricorda che “devono essere preventivamente autorizzate dall’apposito gruppo di lavoro, costituito in seno all’Amministrazione cantonale, sulla base di uno specifico piano di protezione presentato dagli organizzatori”.

02.10.2020 ore 08:29
Il lockdown non fa paura agli svizzeri

Il 70% degli svizzeri non teme un nuovo confinamento a causa del coronavirus nei prossimi sei mesi, secondo un sondaggio pubblicato oggi sui giornali del gruppo Tamedia, a cui hanno partecipato 15’342 persone. La maggioranza, inoltre, ritiene che le misure adottate dal Consiglio federale siano state “appropriate”. Quasi due intervistati su cinque (il 39%) hanno dichiarato di non poter immaginare un nuovo lockdown perché le conseguenze economiche e sociali sarebbero troppo gravi. Più o meno la stessa percentuale (36%) pensa che sarebbe meglio introdurre misure a livello locale o regionale.

La rinuncia alle attività sociali, come incontrare amici e parenti, è stata la cosa più difficile da sopportare durante il confinamento (30%). Vengono poi le conseguenze finanziarie (15%), il divieto di vacanze e viaggi (9%), seguite dalla cancellazione di eventi sportivi e/o culturali (7%). Solo il 15% degli intervistati non è stato infastidito dalle privazioni.

02.10.2020 ore 08:19
In Ucraina un nuovo record di contagi

L’Ucraina ha registrato 4’633 contagi nell’ultimo giorno, contro i 4’069 di ieri, segnando così un nuovo record dall’inizio della pandemia. I decessi attribuiti al Covid-19 sono 4’261, mentre i casi totali 217’661.

02.10.2020 ore 07:33
Migliaia di casi da Amazon

Sono più di 19.000, per l’esattezza 19.816, i dipendenti di Amazon che hanno contratto il coronavirus. Lo afferma la stessa Amazon, secondo quanto riportato da Cnbc. Le stime di Amazon su casi presunti e accertati sono state messe a punto valutando i dati disponibili sui suoi dipendenti in prima linea negli Stati Uniti. Il tasso di infezione, aggiunge Cnbc, è il 42% più basso delle attese rispetto a quello generale della popolazione negli Stati Uniti

02.10.2020 ore 07:26
In Germania 2'637 nuovi casi e 8 decessi

Sono 2’637 i nuovi contagi accertati in Germania nelle ultime 24 ore, a cui si aggiungono 8 decessi. Lo comunica l’Istituto Robert Koch per le malattie infettive. Ieri i casi riportati erano stati leggermente inferiori (2’503, più 12 morti). Negli ultimi giorni, nel Paese si è registrato un aumento costante, ma non esponenziale, dei contagi.

02.10.2020 ore 07:19
Francia, via libera all'estensione delle restrizioni

L’Assemblea Nazionale francese ha dato il via libera alla controversa estensione fino alla fine del marzo 2021 delle misure di restrizione contro il coronavirus, che comprendono la chiusura dei ristoranti e la restrizione dei viaggi, a seguito della nuova impennata di contagi nel Paese. I deputati hanno approvato in prima lettura il disegno di legge di proroga con 26 voti favorevoli, 17 contrari e 3 astensioni, senza i voti di sinistra e di destra. Ora la misura deve passare al vaglio del Senato.

02.10.2020 ore 07:13
+++Donald Trump positivo al coronavirus+++

Donald Trump e la moglie Melania sono risultati positivi al coronavirus. Si erano sottoposti a test dopo che una stretta collaboratrice del presidente statunitense, Hope Hicks, era a sua volta risultata positiva.

Il coronavirus non risparmia i Trump

Il presidente statunitense e la First Lady risultati positivi, proprio nel bel mezzo della campagna in vista delle elezioni del 3 novembre

02.10.2020 ore 06:52
Grigioni, otto casi in più

Nei Grigioni sono stati comunicati otto nuovi casi di contagio (sei nel distretto di Maloja) per un totale di 1’103 da inizio pandemia. Quelli attivi sono 35 (+ 5 rispetto al giorno precedente). Le persone in quarantena sono 123, di qui 35 in isolamento. Tre quelle in ospedale (+1); non sono segnalati decessi.

02.10.2020 ore 06:49
A New York la metà dei ristoranti potrebbero chiudere

La metà dei ristoranti di New York potrebbe chiudere nei prossimi due anni a causa della pandemia, facendo sparire 159.000 posti di lavoro. È la stima delle autorità contabili della città, secondo le quali il settore, che già opera con margini di guadagnano stretti, è stato travolto dal coronavirus. Lo scenario peggiore è quello che la metà dei ristoranti di New York pre-pandemia possano chiudere entro un anno.La metà dei ristoranti di New York potrebbe chiudere nei prossimi due anni a causa della pandemia, facendo sparire 159.000 posti di lavoro. È la stima delle autorità contabili della città, secondo le quali il settore, che già opera con margini di guadagnano stretti, è stato travolto dal coronavirus. Lo scenario peggiore è quello che la metà dei ristoranti di New York pre-pandemia possano chiudere entro un anno.

02.10.2020 ore 06:36
L’idrossiclorochina non cura il virus ma previene il contagio

L’idrossiclorochina, che è correntemente usata contro l’artrite reumatoide ma non si è dimostrata efficace nel trattare il Covid-19, sembrerebbe invece avere un ruolo nel prevenire il contagio dal virus. E’ l’ipotesi su cui continuano a operare gli scienziati del Walter and Eliza Hall Institute di Melbourne, che hanno in corso una sperimentazione clinica ‘in doppio cieco’ su circa 230 operatori sanitari di prima linea.