La DSC a sostegno dell'Africa

Gli aiuti stanziati andranno in favore di alcuni progetti per lo sviluppo delle zone urbane e rurali

Si è svolta venerdì a Berna la conferenza annuale della Direzione dello Sviluppo e della cooperazione (DSC), alla presenza del ministro degli esteri Ignazio Cassis, che nel suo intervento ha evocato la possibilità di un riorientamento, da parte della Confederazione, delle priorità in materia di cooperazione e aiuto allo sviluppo.

L’attenzione del convegno si è focalizzata sul sostegno alle zone urbane e rurali in Africa e alla presenza di 1'200 persone, sono stati presentati gli interventi attuati dalla Svizzera in sostegno delle aziende agricole in Ciad e i programmi di sviluppo dei sistemi idrici in Sudafrica. I finanziamenti stanziati, per i prossimi 5 anni, ammontano a sei milioni di franchi per il primo progetto e a 10 per il secondo.

Nel suo discorso, il consigliere federale, ha ricordato che 2,3 miliardi di franchi del budget a disposizione del suo dipartimento è destinato a queste tipologie di provvedimenti. Il suo auspicio è che le ingenti somme concesse siano utilizzate in modo efficace e trasparente, con un chiaro orientamento degli obiettivi e una dimostrazione del loro raggiungimento.

ATS/YR

Condividi