Karin Keller-Sutter al suo arrivo alla riunione a Zagabria (keystone)

La Svizzera "apre" alla Grecia

"Siamo disposti ad accogliere un certo numero di rifugiati minorenni non accompagnati" dichiara Karin Keller-Sutter venerdì a Zagabria

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Svizzera intende accogliere rifugiati minorenni provenienti dalla Grecia. Lo ha dichiarato venerdì la consigliera federale Karin Keller-Sutter, poco prima della riunione dei ministri dell'interno dell'UE, a Zagabria, in Croazia.

Nel dettaglio il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha proposto ad Atene di accogliere un certo numero di minorenni non accompagnati con legami familiari con la Svizzera, ha dichiarato la consigliera federale all'agenzia Keystone-ATS. Non è ancora chiaro quando giungeranno.

Keller-Sutter ha pure invitato la Commissione europea a elaborare un piano d'azione per la Grecia. La situazione umanitaria nel paese è precaria e in più c'è un'importante frontiera esterna dello spazio Schengen, ha rilevato. "Bisogna assicurarsi che ci sia un registro completo di chi entra in Grecia", e anche il rimpatrio deve essere garantito in modo che non sia possibile continuare il viaggio, ha aggiunto.

ATS/SP
Condividi