Virginie Masserey, Anne Lévy e Nora Kronig
Segui il liveticker di RSI News con gli aggiornamenti sugli sviluppi della pandemia in Svizzera e all'estero keystone
Momenti chiave
09.10.2020 ore 23:59
09.10.2020 ore 19:24
09.10.2020 ore 18:42
09.10.2020 ore 18:38
09.10.2020 ore 17:21
09.10.2020 ore 14:20
09.10.2020 ore 14:02
09.10.2020 ore 13:55
09.10.2020 ore 13:24
09.10.2020 ore 12:53
09.10.2020 ore 12:22
09.10.2020 ore 11:43
09.10.2020 ore 10:27
09.10.2020 ore 10:20
09.10.2020 ore 09:54
09.10.2020 ore 09:39
09.10.2020 ore 08:07
09.10.2020 ore 07:09
09.10.2020 ore 06:54

"La situazione ci preoccupa"

Quasi 1'500 contagi in Svizzera, 40 in Ticino e 22 nei Grigioni - Russia, Canada e tre regioni italiane sulla lista delle zone a rischio
venerdì 09 ottobre 2020 06:22

La nuova responsabile e dell'Ufficio federale della sanità, Anne Lévy, nella sua prima conferenza stampa oggi (venerdì) si è detta inquieta per l'evoluzione della pandemia in Svizzera. Cresce in modo costante il numero dei contagi e, come già si inizia a constatare in Romandia, è da prevedere che aumenteranno anche le ospedalizzazioni. La lista dei paesi e regioni a rischio si allunga e comprenderà da lunedì, fra gli altri, anche Russia, Canada, la Campania, il Veneto e la Sardegna.

La cronaca della giornata di ieri

Sul fronte dei numeri, le autorità ticinesi hanno annunciato venerdì 40 nuovi contagi. I ricoverati in ospedale salgono da 6 a 7 e per la prima volta da fine luglio un paziente si trova ventilato in terapia intensiva. Una classe delle scuole elementari di Ambrì è in quarantena a causa della positività di due allievi, contagiatisi all'esterno dell'istituto. Il virus è tornato anche in una casa anziani, a Gordola, dove è stato accertato un contagio, e nel mondo dello sport, con 14 positivi nei GDT di Bellinzona.

Nei Grigioni i nuovi casi sono 22, nell'insieme della Confederazione quasi 1'500 (con tre decessi e 23 ospedalizzazioni) e la media degli ultimi 7 giorni ha superato quota 800.

Mascherine obbligatorie nei negozi e negli esercizi commerciali. Consumazioni, nei ristoranti, unicamente ai tavoli. Chiusura di club e discoteche. Sono alcune delle nuove misure, decise dal Consiglio di Stato, che in Ticino sono scattate da stasera alle 19.00 per far fronte all'impennata dei casi di contagio da coronavirus. Nel frattempo, l'ospedale La Carità di Locarno e la Clinica Moncucco di Lugano accelerano i preparativi per non essere colti alla sprovvista da un'eventuale seconda ondata.

I dati sempre aggiornati

di Alex Ricordi, Ludovico Camposampiero, Chiara Brugnoli, Stefano Pongan e Diego Moles

09.10.2020 ore 23:59
Brasile, 27’444 nuovi casi

Il Brasile ha registrato 682 decessi aggiuntivi di coronavirus nelle ultime 24 ore e 27’444 nuovi casi, ha reso noto venerdì il Ministero della Salute brasiliano. Il Paese sudamericano ha ora registrato 5’055’888 casi di coronavirus confermati e 149’639 decessi totali.

09.10.2020 ore 22:21
USA: Trump terrà il suo primo evento pubblico sabato

All’evento alla Casa Bianca dal titolo ‘Law & Order’ che Donald Trump intende organizzare sabato sono attese centinaia di persone. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti dell’amministrazione.

09.10.2020 ore 20:57
Record di nuovi casi nel mondo, 350'000 in 24 ore

Secondo record consecutivo di nuovi contagi da coronavirus nel mondo. Lo certifica l’Oms, riferendo che sono stati registrati oltre 350’000 casi nelle ultime 24 ore. Il precedente record era di 338’000. Il numero complessivo dei contagi è vicino ai 36 milioni e 700’000.

09.10.2020 ore 20:35
1'400 persone in quarantena a Berna dopo la discoteca

Quasi 1’400 persone che lo scorso sabato si sono recate in tre discoteche a Berna sono in quarantena. Uno degli avventori è risultato positivo al coronavirus. In totale sono 1’394 le persone che hanno dovuto o devono isolarsi, ha indicato questa sera la Cancelliera del canton Berna. I locali in questione sono il Taxiclub, il Kapitel-Bollwerk e il Cuba Bar.

Berna, 1'000 in quarantena dopo la discoteca

Sotto osservazione i clienti che hanno frequentato tre locali lo scorso weekend

Nei confronti di quest’ultimo, il medico cantonale ha ordinato la chiusura. Tutte le persone passate dal locale latino-americano nel corso dello scorso weekend - 1’009 in totale - devono andare in quarantena poiché alcuni dati sulla lista da compilare all’entrata erano sbagliati. Per le altre due discoteche, solo le persone che sono entrate dopo la mezzanotte di sabato - 385 avventori - devono andare in quarantena.

09.10.2020 ore 20:14
Le parole legate alla pandemia entrano nel vocabolario

Il Nuovo Devoto-Oli nell’edizione 2021 integra un aggiornamento di 600 tra neologismi e nuovi significati, con l’introduzione di molti termini legati alla pandemia e all’emergenza sanitaria in atto. Fanno così il loro ingresso nel vocabolario: Covid-19, lockdown, distanziamento sociale, spillover (salto della specie), droplet (goccioline), autoquarantena, quarantenare, tamponare, ma anche termini più specifici come biocontenimento.

“Questa emergenza sanitaria ha evidenziato quanto sia importante una lingua, la condivisione comune. Ci ha reso comunità. Abbiamo visto e sentito tanti esperti in televisione, alla radio, tutti sollecitati ad esprimersi nella maniera più chiara possibile. Anche su ‘congiunti’ è stato chiarito cosa si intendeva. E’ stato un anno interessante dal punto di vista della lingua intesa come strumento di cittadinanza”, ha spiegato al’agenzia ANSA Bianca Gismondi, responsabile lessicografica dei vocabolari Le Monnier-Mondadori Education.

09.10.2020 ore 20:07
Francia, più di 20'000 contagi in un giorno

Nuovo record di contagi in un solo giorno in Francia: da giovedì i contagiati sono stati 20’339, con un tasso di positività sul complesso dei tamponi eseguiti superiore al 10%.. Il numero dei decessi è stato di 62.

09.10.2020 ore 20:03
Semaforo UE per le aree a rischio Covid

L’Europa cerca di mettere qualche punto fermo nella giungla delle regole sui viaggi ai tempi del Covid-19. L’UE ha dato il via libera a maggioranza qualificata - con 4 Paesi astenuti e 2 contrari - ad una raccomandazione per iniziare a fare un po’ di ordine, dandosi criteri armonizzati per la definizione delle aree a rischio secondo un semaforo a quattro colori: verde, arancione, rosso e grigio, in base alla gravità. I diversi colori si applicheranno in base ad una serie di parametri che dipendono dalla ‘percentuale di notifica’, ovvero l’incidenza cumulativa dei contagi su 100.000 abitanti a livello regionale nei 14 giorni precedenti, oltre alla percentuale di test positivi ed il numero di esami su 100.000 abitanti dell’ultima settimana.

09.10.2020 ore 20:03
USA: Pence e sua moglie negativi al test per il coronavirus

Mike Pence e sua moglie Karen sono risultati negativi all’ultimo test per il coronavirus. Lo riporta il New York Times.

09.10.2020 ore 19:51
Algeria, 146 contagi e 6 morti in 24 ore

In leggero rialzo i contagi giornalieri per l’Algeria che registra altri 146 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, (ieri erano 138), che portano il bilancio totale a 52’804 contagiati nel Paese nordafricano dall’inizio del diffondersi dell’epidemia. I decessi sono saliti a 1’789, di cui 6 nelle ultime 24 ore.

09.10.2020 ore 19:50
Israele: problema ortodossi, non rispettano regole anti-virus

Impegnate da due settimane in uno stretto lockdown nazionale, le autorità israeliane devono misurarsi con un problema inaspettato, che complica il contenimento della pandemia: il rifiuto di parte dell’ebraismo ortodosso, in particolare quello ashkenazita (di radici est-europee), di sottomettersi alle restrizioni dell’isolamento sociale. Ciò nell’incrollabile convinzione che le preghiere, più che la scienza, possano proteggere i credenti. Le cifre dei contagi fra gli ortodossi sono impressionanti. Secondo l’Istituto Weizman a luglio, all’inizio della seconda ondata di coronavirus, fra i nuovi casi positivi il 20% erano arabi, il 34% ortodossi ed il 46% il resto degli israeliani. Ad ottobre la proporzione degli arabi è calata all’8%, mentre quella degli ortodossi è salita al 47%. Negli ospedali e fra i deceduti la percentuale degli ortodossi supera di molto il loro peso nella popolazione, compreso fra il 10-12%.

09.10.2020 ore 19:25
Romania: 3'186 casi e 52 morti in 24 ore

Anche oggi in Romania i nuovi contagi da coronavirus hanno superato quota 3’000, per la precisione 3’186 nelle 24 ore, con 52 altri decessi. I test effettuati sono stati da ieri 29’282. I pazienti in ospedale sono 8’772, dei quali oltre 500 in terapia intensiva. Come riferiscono i media regionali, il totale dei casi è salito a 148’886, le vittime sono state in tutto finora 5’299. La Romania è il paese dei Balcani maggiormente colpito dalla pandemia.

09.10.2020 ore 19:24
Toscana, 483 nuovi casi in 24 ore

Picco record di aumento dei nuovi casi di pazienti positivi al Coronavirus nell’arco di 24 ore in Toscana: oggi si contano 483 positivi in più rispetto a ben 10’781 tamponi eseguiti (totale 816’877). Nello stesso periodo ci sono stati anche tre decessi che portano il totale a 1.173 vittime.

09.10.2020 ore 19:20
Sardegna: boom di casi, 134 in 24 ore

Sono saliti a 4’742 i casi di positività complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento si registrano 134 nuovi casi in 24 ore. Resta invariato il numero delle vittime, 161 in tutto.

09.10.2020 ore 19:18
Fisico austriaco, "La lezione del Covid"

Se i governanti sapranno trarre lezione dal Covid “un giorno gli storici potranno dire che ha salvato l’umanità dal rischio di estinzione”. E’ l’opinione del fisico, economista e scrittore austriaco Fritjof Capra. “Il coronavirus - ha spiegato - va interpretato come una risposta biologica del nostro pianeta vivente, Gaia, allo stato di emergenza ecologica e sociale del quale il genere umano è oggi vittima e causa. Ora si tratta di capire se avremo la saggezza e la volontà politica necessarie per farne tesoro”. Per l'economista "per contenere la diffusione delle pandemie sarà fondamentale migliorare le condizioni di vita dei meno fortunati, sono gli approcci di ordine etico a diventare una questione di vita o di morte in epoca di pandemia".

09.10.2020 ore 19:15
Balcani, costante incremento dei contagi

Alti bilanci di contagi si sono registrati in Bosnia-Erzegovina, Macedonia del Nord e Montenegro, che nelle ultime 24 ore hanno segnalato rispettivamente 387, 386 e 344 nuovi casi di coronavirus. In Bosnia-Erzegovina i decessi da ieri sono stati 13, in Macedonia del Nord sei, in Montenegro tre. Situazione epidemiologica più favorevole in Serbia e Kosovo, che pur in entrambi i casi registrano oggi un leggero incremento di contagi rispetto a ieri. La Serbia ha registrato nelle 24 ore 173 casi (su 6.933 test) e una vittima, il Kosovo 79 contagi (su 764 test) e tre morti. Tutti i Paesi della regione balcanica, in varia misura, registrano un lento ma costante incremento dei contagi nelle ultime settimane

09.10.2020 ore 18:54
Si contagiano soprattutto i giovani

I casi positivi per classe d’età in Svizzera e nel Liechtenstein, il confronto fra il mese di ottobre e l’insieme della pandemia

09.10.2020 ore 18:52
Positiva mezza squadra dei Giovani discatori della Turrita

Il coronavirus ha contagiato oltre metà della squadra dei Giovani discatori della Turrita (GDT) che milita in Prima lega. Lo ha reso noto il Dipartimento della sanità e della socialità comunicando che le positività accertate sono 14.

La squadra e lo staff erano stati posti in quarantena dal medico cantonale giovedì, dopo che era emerso che tre giocatori del team di Bellinzona erano positivi. All’origine del contagio, verosimilmente, vi è stato il contatto con un giocatore infettato di una compagine avversaria.

Complessivamente sono state sottoposte al test 24 persone.

Il 3 ottobre i GDT avevano affrontato il Red Lions Reinach. Domenica avrebbero dovuto giocare contro il Frauenfeld, ma la partita è stata inevitabilmente annullata.


Quattordici positivi, GDT in quarantena

La squadra di Bellinzona domenica non potrà affrontare il Frauenfeld

09.10.2020 ore 18:45
Carità e Moncucco preparati a far fronte all'eventuale aumento dei ricoveri

In caso di necessità i due ospedali ticinesi deputati ad accogliere i pazienti affetti da Covid-19 possono mettere a disposizione più di una sessantina di posti in terapia intensiva. I preparativi in vista di una eventuale seconda ondata sono in corso da maggio, appena passata la fase più acuta dell’emergenza. A Locarno nella struttura dell’EOC è già allestito un intero reparto di cure intense. Attualmente è chiuso, ma potrebbe essere attivato nel giro di quattro ore.


Ospedali pronti alla seconda ondata

La Carità e Clinica Luganese Moncucco in caso di necessità possono mettere a disposizione più di una sessantina di posti in terapia intensiva

09.10.2020 ore 18:42
Il modello cinese

Come si è arrivati dalla Wuhan deserta di alcuni mesi fa alla “settimana d’oro” con mezzo miliardo di cinesi liberi di viaggiare all’interno dei confini nazionali

Coronavirus, il modello cinese

Nel paese pochi casi e a inizio ottobre decine di milioni di persone in vacanza. Come ha fatto il Governo a ottenere questo risultato?

09.10.2020 ore 18:38
Panenka sta meglio

Sono migliorate le condizioni di Antonin Panenka, 71 anni, ex grande del calcio ceco e inventore del rigore “a cucchiaio”, ammalatosi di COVID-19 e che era stato ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Benesov.

09.10.2020 ore 18:20
Il coronavirus è entrato in una casa anziani ticinese

Il coronavirus è rientrato nelle case per anziani ticinesi. Un caso di positività è stato registrato alla Solarium di Gordola. L’annuncio è giunto nel tardo pomeriggio di venerdì da Dipartimento della sanità e della socialità. Il contagio è emerso nell’ambito di un’indagine ambientale avviata su un’infezione riscontrata in una persona esterna che all’interno dell’istituto, nel rispetto delle direttive e del piano di protezione in vigore. Trenta ospiti della struttura sono stati sottoposti al tampone e una di loro è risultata contagiata. L’anziana, asintomatica, è stata posta in isolamento nel reparto dedicato Covid dove viene assistita da personale dedicato.

Le famiglie dei residenti sono state immediatamente avvisate e sono state orientate sulle misure adottate. A titolo cautelativo sono state sospese le visite dei residenti ai famigliari (quindi fuori dall’istituto), così come le visite nelle stanze dei residenti durante il fine settimana (proseguono quelle nei locali predisposti a questo scopo e all’esterno).

Sono stati sottoposti al test anche tutti i collaboratori della casa per anziani che si sono occupati direttamente della persona positiva.

“La tempestiva reazione della direzione, così come le misure messe in atto, sulla base delle direttive di settore in vigore, hanno permesso di riconoscere prontamente e gestire correttamente la situazione”, sottolinea la nota dipartimentale.


Il virus rientra nelle case anziani

Positiva una residente alla Solarium di Gordola - È in isolamento, ma asintomatica - Sottoposti a tampone anche altri 30 ospiti

09.10.2020 ore 17:21
Europa, superati i 100'000 casi

L’Europa ha superato giovedì, per la prima volta, i 100’000 casi giornalieri di coronavirus. I Paesi più colpiti sono Regno Unito, Russia, Francia, Spagna.

09.10.2020 ore 17:18
Regno Unito: altri 13'864 casi, 87 morti

Nel Regno Unito si registrano 13.864 nuovi casi di coronavirus in 24 ore e 87 morti. Lo riferisce Sky News.

09.10.2020 ore 17:15
Italia: altri 5'000 contagi, 28 morti

Continuano a crescere i contagi da coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore i positivi sono aumentati di 5’372 (ieri erano stati 4’458), con 28 morti. I tamponi sono stati 129’471. I nuovi contagi giornalieri individuati in Lombardia sono 983, con un balzo che porta la regione a sopravanzare la Campania che ne registra 769. In Veneto sono 595 i positivi nelle ultime 24 ore, 483 in Toscana.

09.10.2020 ore 16:23
Trump non andrà in pubblico se contagioso

Donald Trump non andrà in pubblico se può ancora trasmettere il virus. Lo afferma la portavoce della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, in un’intervista a Fox. McEnany, risultata positiva al coronavirus, dice di stare bene e di non avere sintomi.

09.10.2020 ore 16:21
Italia: banche del sangue, pronte 3'185 unità plasma iperimmune

Nelle banche del sangue dei sistemi regionali italiani sono attualmente disponibili 3185 subunità di plasma iperimmune donato da pazienti guariti dal Covid-19, raccolte da 113 servizi trasfusionali distribuiti su tutto il territorio nazionale.

09.10.2020 ore 15:51
Germania, nuove restrizioni se la situazione non migliora

La Germania adotterà ulteriori misure restrittive nel caso la curva dei contagi da coronavirus non si stabilizzasse. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel all’indomani del record di contagi nel Paese da aprile, oltre 4’000. Merkel, durante un confronto con i sindaci tedeschi, ha avvertito che il governo darà 10 giorni di tempo alle autorità locali delle aree più a rischio sul fronte Covid per contenere il crescente aumento dei contagi, altrimenti verranno stabilite ulteriori misure restrittive.

09.10.2020 ore 15:49
USA, Broadway chiuso fino a giugno 2021

Le luci di Broadway resteranno spente almeno fino al 1 giugno del 2021. Lo ha annunciato la Broadway League, l’associazione che rappresenta i teatri. La Great White Way a New York (così è infatti soprannominata la via dei teatri) resterà al buio per altri otto mesi, lasciando incerto il futuro delle 31 produzioni in corso prima che la pandemia causasse la serrata lo scorso metà marzo. Le nuove produzioni, invece, sono state rimandate oppure cancellate del tutto.

09.10.2020 ore 15:30
Madrid: dichiarato lo stato di allerta

Il Governo spagnolo ha deciso di dichiarare uno stato di allerta nella regione di Madrid per i prossimi 15 giorni. Lo ha dichiarato il ministro della salute Salvador Illa in una conferenza stampa odierna. Il ministro dell’interno, Fernando Grande-Marlaska, ha aggiunto che 7’000 agenti della polizia nazionale e della guardia civile spagnola verranno mobilitati per garantire il rispetto del provvedimento.

09.10.2020 ore 14:48
Ambrì, classe delle elementari in quarantena

Quarantena di classe a Ambrì

La decisione è stata presa dall'Ufficio del medico cantonale a seguito della positività di due allievi delle scuole elementari

09.10.2020 ore 14:20
Non manca materiale per i test

In Svizzera non c’è carenza di materiale per effettuare i tamponi. “Ne abbiamo in magazzino e stiamo negoziando per acquistarne ancora”, ha spiegato Anne Lévy dell’UFSP in conferenza stampa. La Confederazione sta discutendo anche con potenziali produttori elvetici, così da sostenere il fabbisogno senza comprare all’estero.

Il laboratorio di riferimento di Ginevra sta esaminando la validità dei test rapidi, che non possono comunque essere effettuati da soli, senza l’intervento di uno specialista sanitario. Per sapere di più di questi ultimi, ascolta il servizio di Lucia Mottini andato in onda nel Radiogiornale delle 12.30 con le spiegazioni dell’infettivologo e virologo Manuel Schibler sulle modalità di svolgimento dei test.

Radiogiornale delle 12.30 del 09.10.2020: il servizio di Lucia Mottini
09.10.2020 ore 14:15
La situazione è "preoccupante", aumentano le ospedalizzazioni

La situazione in Svizzera è “preoccupante”, secondo la nuova direttrice dell’UFSP Anne Lévy. Il numero dei contagi cresce “in fretta e in tutte le regioni” del paese, ha spiegato. Alla domanda del perché le ospedalizzazioni restino tutto sommato contenute, ha ricordato che già in primavera il numero dei ricoveri si era impennato con un certo ritardo. Un incremento è comunque già evidente in Romandia. È ancora presto, ha precisato infine, per dire se stiamo davvero assistendo a una seconda ondata. Il contact tracing arriva lentamente ai limiti delle sue capacità ma lo scopo primario resta quello di “evitare un secondo lockdown.”

09.10.2020 ore 14:02
La quarantena non verrà ridotta

La durata della quarantena non sarà ridotta per il momento. E’ quanto sostenuto da Virginie Masserey, capo della Sezione Controllo Infezioni dell’UFSP, ma “non è impossibile” che lo sarà in futuro.

09.10.2020 ore 13:57
Vaccinazione non si sa quando ma non obbligatoria

La Svizzera ha concluso i primi contratti con le aziende che stanno preparando vaccini contro il coronavirus (quello già noto con Moderna e un altro per una fornitura dal consorzio Covax sufficiente per il 20% della popolazione), ma non si sa ancora quale sarà disponibile per primo e quando, ha spiegato dal canto suo in conferenza stampa Virginie Masserey dell’UFSP. La vaccinazione non sarà obbligatoria, ha tenuto a ribadire. Sono una decina i prodotti presi in considerazione. La strategia primaria è quella di rifornirsi dal settore privato, quella secondaria la collaborazione con l’UE e gli Stati vicini, ha spiegato dal canto suo la sua collega Nora Kronig.

09.10.2020 ore 13:55
Nuova campagna in arancione

La campagna di prevenzione dell’UFSP “così ci proteggiamo” vira dall’azzurro all’arancione (e anche la pagina internet dell’ufficio dedicata al coronavirus ha già fatto lo stesso) di fronte all’incremento dei contagi. Vogliamo così evidenziare che bisogna prestare maggiore attenzione alle prescrizioni di igiene, come lavarsi le mani e mantenere le distanze, che comunque non cambiano rispetto ad ora, ha sottolineato Anne Lévy in conferenza stampa. Manifesti saranno appesi negli spazi pubblici e saranno diffusi in rete sui social media.

09.10.2020 ore 13:45
Russia, Canada, Campania, Veneto e Sardegna sono ora a rischio

Nella prima conferenza stampa con la nuova responsabile Anne Lévy, l’Ufficio federale della sanità pubblica ha annunciato una nuova estensione della lista dei paesi considerati a rischio, al rientro dai quali è imposta in Svizzera una quarantena di 10 giorni. Comprende ora 61 Stati e 28 regioni. Fra le nuove aggiunte spiccano Canada, Russia e Slovacchia, oltre alla Campania, al Veneto, alla Sardegna, ai Land tedeschi di Berlino e Amburgo e alle regioni austriache del Burgenland e di Salisburgo. Escono cinque paesi: Bolivia, Repubblica Dominicana, Namibia, Suriname e Trinidad e Tobago. Le modifiche entrano in vigore il 12 ottobre

09.10.2020 ore 13:24
I cantoni più colpiti

Il coronavirus è diffuso soprattutto in Romandia, ma anche a Nidvaldo, Zugo, Zurigo e soprattutto nel canton Svitto, ora secondo solo a Ginevra per numeri di casi in proporzione alla popolazione

09.10.2020 ore 13:12
Tamponi positivi rispetto al totale
09.10.2020 ore 13:05
Parlamento europeo pronto a tornare a Strasburgo

Il Parlamento europeo è pronto a tornare a Strasburgo in occasione della prossima sessione plenaria prevista per il 19-22 ottobre, considerato che a tutt’oggi la situazione sanitaria nella città francese sembra essere sufficientemente buona e il trend dei contagi continua a diminuire.

09.10.2020 ore 13:04
Il virus sulla pelle per 9 ore, ma viene battuto con il disinfettante

Il nuovo coronavirus può persistere sulla pelle umana molto più a lungo di quanto possa fare quello dell’influenza. Uno studio condotto da ricercatori in Giappone ha mostrato infatti che il Sars-Cov-2, è rimasto vitale su campioni di pelle umana per circa 9 ore mentre quello virus dell’influenza A per meno di 2 ore. Entrambi i virus sono stati però rapidamente inattivati con un gel disinfettante, cosa che supporta l’utilità di una corretta igiene delle mani per contrastare la diffusione del COVID-19. All’inizio della pandemia, i ricercatori hanno analizzato per quanto tempo il coronavirus poteva durare sulle superfici, tuttavia, per ragioni etiche, esaminare per quanto tempo può durare sulla pelle umana è più complicato, perché non si possono mettere campioni di un virus potenzialmente letale sulle mani delle persone. Quindi, per il nuovo studio, i ricercatori dell’Università di medicina della Prefettura di Kyoto hanno creato un modello utilizzando campioni di pelle umana ottenuti dalle autopsie e raccolti un giorno dopo la morte.

09.10.2020 ore 12:53
Si aggrava la situazione in Belgio

Continuano a crescere a ritmo serrato, quasi esponenziale, i nuovi contagi da coronavirus in Belgio: nelle ultime 24 ore sono stati individuati 5’728 nuovi casi (2’000 in più rispetto alle 24 ore precedenti), una cifra che ha polverizzato il record di lunedì scorso. Per il periodo compreso tra il 29 settembre e il 5 ottobre l’aumento dei casi è stato del 72% rispetto ai sette giorni precedenti. Circa 100 persone entrano quotidianamente negli ospedali per farsi curare a causa del COVID-19. Il numero dei positivi per ogni 100’000 abitanti - nei 14 giorni compresi tra il 22 settembre e il 5 ottobre - è arrivato a 280,7. Le persone in terapia intensiva sono complessivamente 213, quelle ospedalizzate 1100 e i morti sono arrivati a 10’126, di cui 18 nelle ultime 24 ore.

09.10.2020 ore 12:22
Neuchâtel, focolaio in un coro

Su 33 cantanti e 10 musicisti testati, 28 sono risultati positivi al Covid-19. Le indagini delle autorità hanno inoltre individuato altre tredici persone con un legame con un membro del coro e altre sei del pubblico, ha annunciato venerdì il Cantone di Neuchâtel. Diversi altri cori del Cantone hanno annoverato tra i loro membri persone infettate dal virus. Il medico cantonale di Neuchâtel Claude-François Robert invita quindi i direttori di coro “a fare molta attenzione”.

09.10.2020 ore 12:19
+++ Svizzera, altri 1’487 contagi +++

Sono 1’487 i nuovi casi di coronavirus registrati dall’Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP) nelle ultime 24 ore, una cifra che porta il totale dei contagi a oltre 60’000 (60’368). Si conferma quindi la tendenza all’aumento dei contagi. Rispetto a ieri, si segnalano anche altri 23 ricoveri e tre decessi legati al Covid-19. L’esito di 15’229 test è stato notificato all’UFSP nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività al tampone è del 4,8% nel corso della pandemia, ma del 6,5% nelle ultime due settimane. Nel periodo di maggiore incidenza si aggirava attorno al 15%.

In isolamento si trovano ora 3’773 persone, mentre 9’443 sono in quarantena in seguito a contatti a rischio e 14’357 per essere rientrate da paesi non ritenuti sicuri.

09.10.2020 ore 11:43
Giura, nuove restrizioni

Per contrastare il recente aumento di casi da coronavirus, il Canton Giura ha emesso una serie di nuove restrizioni che entrano in vigore immediatamente. Da oggi vige l’obbligo di portare la mascherina nei bari e ristoranti (sia per il personale che per i clienti), inoltre il numero massimo di partecipanti ad un evento pubblico cala da 300 a 100 persone. Infine, tutti gli spettatori ad una manifestazone sportiva o culturale con più di 12 anni dovranno indossare una mascherina.

A partire da mercoledì 14 ottobre entreranno poi in vigore ulteriori misure. Le manifestazioni private con più di 100 persone saranno vietate se non si porterà la mascherina e non verrà rispettata la distanza minima. Inoltre, le regole sulla raccolta dei dati saranno rese più severe negli esercizi pubblici e la tracciabilità sarà effettuata per via elettronica.

09.10.2020 ore 11:23
Catalogna, prolungate le restrizioni

La Generalitat, il governo locale in Catalogna, ha prorogato di altri quindici giorni il divieto di assembramento per più di sei persone, in ambito sia pubblico sia privato, come misura per contrastare la diffusione del Covid-19. Lo ha stabilito il dipartimento catalano della Salute, scrive La Vanguardia.

09.10.2020 ore 11:15
Ciclismo: annullata la Parigi-Roubaix

L’edizione 2020 della gara ciclistica Parigi-Roubaix, che avrebbe dovuto tenersi il 25 ottobre, è stata annullata a causa della pandemia. Lo ha annunciato venerdì l’Amaury Sport Organisation (ASO), l’ente che organizza la corsa.

Niente Parigi - Roubaix nel 2020

L'Inferno del Nord definitivamente annullato a causa del coronavirus

09.10.2020 ore 11:02
Axa: la pandemia ha avuto un forte impatto psicologico, soprattutto sui giovani

La pandemia di Coronavirus ha avuto un forte impatto psicologico su molte persone in Svizzera, soprattutto i giovani. Secondo un sondaggio pubblicato oggi dall’assicuratore Axa, gli svizzeri sono comunque più fiduciosi rispetto agli altri europei per quanto riguarda il futuro. Al sondaggio hanno partecipato 1’040 persone dal 17 al 23 giugno. Oltre un quarto degli interrogati ha dichiarato che la loro salute mentale è peggiorata durante la pandemia. Stando ai dati del sondaggio le persone di 65 anni e oltre hanno trovato la situazione molto meno stressante rispetto ai più giovani. Circa il 23% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni ha dichiarato di essersi trovato in un cattivo o pessimo stato mentale durante la crisi. Mentre nella classe di età 65-79 anni, la percentuale era di poco inferiore al 6%.

09.10.2020 ore 10:27
Giura, contact tracing ai limiti

Il servizio di contact tracing del canton Giura è sovraccarico. Questo a causa della positività di persone che nel weekend scorso avevano frequentato diversi locali pubblici, le cui liste delle presenze si sono tra l’altro non di rado rivelate lacunose, tanto che uno di essi è persino stato chiuso a Delémont. La hotline ha già contattato 700 persone ma il Cantone, in un comunicato, avverte chi si è recato in sette bar e discoteche di mettersi in quarantena anche se non ha ancora ricevuto chiamate o sms. Si tratta dei seguenti esercizi pubblici:

  • SAS a Delémont venerdì sera 2 ottobre
  • BlackPig a Courroux sabato 3 ottobre fra le 19.00 e le 20.00
  • La Calèche a Porrentruy sabato fra le 22.30 e le 3.00 di domenica mattina
  • Brooklyn Bar a Delémont sabato sera 3 ottobre fra le 19.00 e le 20.00 e fra le 23.00 e l’ora di chiusura
  • Shannon’s Irish Pub a Delémont sabato 3 ottobre fra la 1.30 e le 2.00
  • Oktoberfest a Fahy sabato sera 3 ottobre
  • Ozzed Club a Delémont nella notte fra sabato 3 ottobre e domenica 4, dalle 2.00 alle 4.00
09.10.2020 ore 10:20
Record di contagi in Russia

In Russia si sono registrati 12’126 nuovi casi di COVID-19 in 24 ore: si tratta del numero più alto di contagi in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia e supera quindi il precedente picco di 11’656 casi giornalieri toccato lo scorso 11 maggio. Sono 1’272’238 le infezioni totali da inizio pandemia, mentre, secondo i dati ufficiali, 22’257 persone sono morte a causa del morbo, di cui 201 nelle ultime 24 ore.

09.10.2020 ore 09:54
Ticino, 40 nuovi contagi

Sono 40 i nuovi contagi confermati da coronavirus registrati in Ticino nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a quota 3’818. Si registra un nuovo ricovero, le persone in ospedale sono al momento 7. Tra queste vi è una persona intubata in cure intense, la prima da fine luglio. Non risultano invece nuovi decessi (fermi da mesi a 350).

09.10.2020 ore 09:39
Nidvaldo non vara nuove misure

Nonostante l’aumento dei contagi (34 in una settimana) che l’hanno portato per la prima volta a superare la soglia dei 60 contagi ogni 100’000 abitanti sull’arco di 14 giorni, Nidvaldo rinuncia per ora a introdurre nuove misure preventive come l’obbligo di indossare la mascherina nei negozi, in deroga alle raccomandazioni della conferenza dei direttori cantonali della sanità. La maggior parte delle infezioni è avvenuta in ambito famigliare o privato, argomentano le autorità, che continuano a puntare sulla responsabilità individuale.

09.10.2020 ore 08:56
A Ginevra si studiano misure più restrittive

Malgrado le mascherine imposte nei negozi oltre due mesi fa, malgrado la chiusura dei locali notturni e le regole restrittive per bar e ristoranti, i ricoveri sono ora 50, il doppio di due settimane fa. E se non ci sono decessi, i test positivi sono oltre una settantina ogni giorno. La curva dei contagi rischia di impennarsi e di mettere in seria difficoltà gli ospedali che contrariamente a questa primavera accolgono anche tutte le altre patologie.

Ginevra suona l’allarme

I ricoveri per Covid-19 aumentano e i nuovi casi interessano sempre più gli over 50. Allo studio nuove norme più restrittive

09.10.2020 ore 08:32
Trump: "Sto molto bene. Sabato sera comizio in Florida"

Trump prossimo al rientro

Il presidente statunitense prevede di riprendere le attività pubbliche da sabato, con un meeting elettorale in Florida. "Farò il test nelle prossime ore"

09.10.2020 ore 08:07
Ucraina, record di casi

L’Ucraina ha registrato un nuovo record di infezioni nelle ultime 24 ore: 5’804. Attualmente il totale dei contagi si attesta a 250’538, mentre quello dei decessi sale a 4’779 (+89).

09.10.2020 ore 07:34
Nuovo record di contagi in Repubblica Ceca

Per il terzo giorno consecutivo la Repubblica Ceca ha registato un record di contagi: 5’394 a fronte dei 5’335 annunciati giovedì, il dato risulta essere il più alto da inizio pandemia. Il numero complessivo dei casi positivi sale così a 100’757, mentre quello dei decessi si attesta a 869.

09.10.2020 ore 07:22
Stati Uniti, superati i 7,6 milioni di contagi

I casi di coronavirus negli Stati Uniti hanno superato quota 7,6 milioni, attestandosi a 7’603’746. È quanto emerge dagli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University. I decessi sono invece saliti a 212’716.

09.10.2020 ore 07:09
Germania, più di 4'500 casi

Salgono a 314’660 i contagi da coronavirus registrati da inizio pandemia in Germania, con un aumento di 4’516 nelle ultime 24 ore. Stando ai dati riportati dal Robert Koch Institute vi sono inoltre stati 11 decessi legati al virus tra ieri e oggi, per un totale di 9’589 vitime.

09.10.2020 ore 06:54
Grigioni, altri 22 casi

Nei Grgioni, altre 22 persone in un giorno sono risultate positive al test per il nuovo coronavirus; il totale sale così a quota 1’191. Una persone è stata dimessa dall’ospedale e, sul territorio cantonale, per ora solo un paziente è ricoverato per complicazioni legate al Covid-19; non si segnalano ulteriori decessi, fermi da mesi a quota 50.

09.10.2020 ore 06:48
Record di contagi a livello planetario

È un nuovo primato di casi giornalieri a livello globale, quello che sta facendo registrare l’avanzata della pandemia nelle ultime 24 ore: i contagi nel mondo sono stati almeno 338’779, il livello più alto mai registrato dall’inizio della pandemia: è quanto riporta l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) sul proprio portale Internet. Il record giornaliero precedente era stato registrato lo scorso 2 ottobre con 330340 infezioni.

09.10.2020 ore 06:44
Usa, morti almeno 8'000 visoni in Utah

Almeno 8.000 visoni sono morti in Utah, negli Stati Uniti, dopo aver contratto il coronavirus: lo riporta la Cnn. Il virus è comparso negli allevamenti lo scorso agosto, dopo che alcuni allevatori si sono ammalati a luglio, ha spiegato il capo veterinario dello Stato, Dean Taylor. Il virus è stato trasmesso quindi dall’uomo agli animali e finora non si registra alcun caso di contagio dai visoni infetti all’uomo. Gli allevamenti colpiti sono nove. E’ la prima volta che i visoni negli Stati Uniti si ammalano di covid. Secondo il dipartimento dell’Agricoltura, casi analoghi sono stati registrati nei Paesi Bassi, in Spagna e in Danimarca.

09.10.2020 ore 06:28
Pandemia e crollo dei consumi in Giappone

Il coronavirus continua a pesare come un macigno sui consumi in Giappone,che figurano in calo per l’undicesimo mese consecutivo. In base ai dati ufficiali, in agosto la spesa dei nuclei familiari composti da almeno due persone è diminuita del 6,9%, rispetto al -7,6% di luglio: in giugno aveva fatto segnare -1,2%. I settori che più hanno sofferto delle restrizioni determinate dall’emergenza sanitaria sono il turismo e i trasporti, con la vendita dei biglietti aerei e dei servizi ferroviari in calo rispettivamente del 96% e del 79%.

09.10.2020 ore 06:26
Vaccini, la Cina aderisce ad accordo mondiale

La Cina ha reso noti di aver aderito al meccanismo internazionale, promosso dall’Organizzazione mondiale della saità (OMS), per le forniture di vaccini anri-Covid19 ai paesi svantaggiati. La Repubblica popolare, epicentro della diffusione del coronavirus a livello planetario,, è ora in una posizione di punta nella ricerca dei vaccini con 11 progetti attualmente in fase di sperimentazione clinica.