TiPress_371194.jpg
Mascherina obbligatoria in negozi e centri commerciali in Ticino Ti-Press
Momenti chiave
08.10.2020 ore 21:25
08.10.2020 ore 19:53
08.10.2020 ore 17:26
08.10.2020 ore 16:46
08.10.2020 ore 08:41
08.10.2020 ore 07:56
08.10.2020 ore 07:19
08.10.2020 ore 06:09

Ticino: mascherine nei negozi e discoteche chiuse

Presentate le misure per contrastare il diffondersi del coronavirus valide dal 9 al 30 ottobre; De Rosa: “Situazione preoccupante”
giovedì 08 ottobre 2020 06:06

In Ticino, dopo tre giorni in cui i contagi sono sensibilmente aumentati, il Governo ha deciso di adottare delle misure per contrastare il diffondersi del virus, che saranno valide dal 9, a partire dalle 19.00, al 30 ottobre. Tra queste, l’obbligo delle mascherine in negozi e centri commerciali per tutti, la chiusura di discoteche, sale da ballo e club e consumazione al tavolo nei ristoranti e nei bar. Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità, ha affermato che la situazione nel cantone è “preoccupante”, anche perché sono aumentati i casi “sconosciuti”, dove non si riesce a risalire all’origine dei contagi e sono aumentati i casi anche tra i gruppi a rischio, ossia over 65.

La cronaca della giornata di ieri

Oggi nel cantone sono stati censiti 40 nuovi contagi e due nuovi ricoveri; nei Grigioni sono state segnalate 16 infezioni in 24 ore.  A livello nazionale vengono segnalati 1'172 nuovi contagi, 27 ricoveri e due decessi.

I dati sempre aggiornati

Il coronavirus sta intanto decisamente dominando la campagna legata alle presidenziali negli Stati Uniti. Le polemiche sulla gestione della pandemia sono state ampiamente al centro del dibattito televisivo fra Mike Pence e Kamala Harris; con i due candidati alla vicepresidenza che, sul tema, si sono scambiati in diretta pesanti accuse.

di Alex Ricordi, Simone Fassora, Ludovico Camposampiero, Alessandra Spataro, Elena Boromeo

08.10.2020 ore 22:45
Italia, test obbligatorio per chi arriva da sei Paesi

Belgio, Francia, Paesi Bassi, Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna. Sono sei i Paesi per il quale è richiesto il tampone obbligatorio all’arrivo in Italia. La lista è stata aggiornata dall’ordinanza firmata ieri dal ministro della salute Roberto Speranza.

08.10.2020 ore 21:58
A New York la protesta degli ebrei ortodossi

Le nuove restrizioni ordinate in alcune zone della città di New York per contrastare i focolai di coronavirus hanno scatenato la rabbia della comunità degli ebrei ortodossi, i più colpiti dalle misure, ma anche i più reticenti a rispettare le regole. Centinaia di membri della comunità di Borough Park, a Brooklyn (conosciuti anche come “ultra ortodossi”), sono scesi in piazza per due sere consecutive, sfidando l’ordine di non creare assembramenti e bruciando mascherine in segno di protesta. Le restrizioni applicate al loro quartiere, ma non solo, prevedono la chiusura delle attività non essenziali e delle scuole, oltre a limitare la capacità dei luoghi di culto a non oltre 10 persone.

Il piano è stato inizialmente proposto dal sindaco Bill de Blasio domenica, secondo giorno della festa ebraica di Sukkot, quando la comunità non utilizza alcun mezzo di comunicazione come telefoni o computer: un tempismo che è stato criticato da più parti.

08.10.2020 ore 21:25
Test nei drive-in a Roma

A Roma ore di coda per un tampone

È corsa al test nel Lazio dopo l'aumento dei contagi. L'attesa ai drive-in raggiunge le otto ore

08.10.2020 ore 20:58
Fallita la raccolta firme contro l'app Swisscovid

È fallita la raccolta di firme contro l’applicazione Swisscovid. Il comitato promotore, che si era detto preoccupato degli eventuali rischi dell’app in relazione alla protezione della privacy, non è infatti riuscito a raccogliere le 50’000 firme necessarie. Il consigliere federale Alain Berset si è detto subito sollevato e con un tweet ha ribadito l’importanza dell’app per interrompere la catena di infezioni e di frenare la diffusione del virus.

08.10.2020 ore 19:59
Negli Stati Uniti altri 900 decessi

I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) negli Stati Uniti hanno registrato oggi 53’000 nuovi contagi e 900 decessi per Covid-19. Un numero che porta il totale delle vittime a 211’132.


08.10.2020 ore 19:53
A Ginevra 50 persone ricoverate

A Ginevra, la situazione epidemiologica è notevolmente peggiorata nelle ultime due settimane e preoccupa le autorità. Il cantone ha registrato oggi 78 nuovi casi di Covid-19 e 133 ieri. Anche i ricoveri in ospedale sono in aumento: 50 malati sono ricoverati agli Ospedali universitari di Ginevra (HUG). “Dobbiamo agire adesso, altrimenti dovremo fare delle scelte quanto alla presa a carico o no di malati”, ha ammonito Aglaé Tardin, medico cantonale. Il Consiglio di Stato annuncerà per mercoledì prossimo nuove misure per tentare di frenare la diffusione del virus.

08.10.2020 ore 18:13
Forniture per i test? Molto ricercati alcuni componenti

Oggi in Ticino si fanno circa 300 test coronavirus al giorno e tutti e 5 i laboratori, con il medico cantonale, stanno lavorando per aumentare la capacità. Nelle prossime settimane, però, la disponibilità di test per verificare la presenza di Covid19 potrebbe diminuire. Lo scriveva ieri l’ufficio federale della sanità pubblica, che non ha escluso limiti nelle forniture. Difficile dire - e lo abbiamo sentito anche oggi dal consigliere di Stato De Rosa - se e quando questa penuria effettivamente si presenterà. Allo stato attuale comincia a essere molto ricercata, ad esempio, la puntina di plastica che serve ad aspirare il liquido dal tampone. Possono sembrare componenti da poco - ma sono fondamentali per poter eseguire il test. Lo spiega il dottor Franco Keller, è il capo dipartimento dell’EOLAB - il laboratorio di analisi dell’Ente ospedaliero cantonale. A differenza di alcuni mesi fa, in piena emergenza, mancano dunque altre componenti e non più i bastoncini che ormai conosciamo tutti.

08.10.2020 ore 17:40
La Francia ancora sopra i 18'000 contagi

Per il secondo giorno consecutivo, la Francia ha registrato oltre 18’000 contagi (18’129 oggi e 18’746 ieri), a cui si aggiungono 76 decessi. A preoccupare, però, è l’aumento delle ospedalizzazioni: le persone ricoverate oggi in tutto il Paese per Covid-19 sono 7’624, ossia 88 più del giorno precedente. Quelle attualmente ricoverate in terapia intensiva sono 1’427 (+11).

08.10.2020 ore 17:28
Focolaio in una casa anziani a Goldau

Repentino aumento dei contagi anche nel canton Svitto. Nella casa anziani Mythenpark di Goldau 18 ospiti sono stati trovati positivi al virus. Ora la struttura è stata chiusa e le visite sono vietate. Complessivamente, il cantone ha riportato 53 nuovi contagi nell’ultimo giorno. L’aumento è dovuto principalmente a un cluster riconducibile a uno specifico evento, hanno detto le autorità cantonali, spiegando che al momento la ricerca dei contatti sta funzionando bene, ma la situazione potrebbe diventare delicata se i contagi dovessero continuare a salire.

08.10.2020 ore 17:26
Coira, 300 persone in quarantena

Circa 300 persone a Coira sono state messe in quarantena fino al 13 ottobre dopo aver frequentato un club nel quartiere della vita notturna del Welschdörfli, una persona che si trovava nel locale è risultata positiva. Un altro focolaio di coronavirus è stato registrato nel centro di transito Landhaus di Davos Laret. Finora tre persone sono risultate positive al virus, mentre altre 86 sono state poste in quarantena.

08.10.2020 ore 17:19
Il Regno Unito registra 17'540 nuovi casi

Cresce il numero dei contagi nel Regno Unito e di pari passo sale anche il numero delle persone ricoverate negli ospedali. I casi accertati sono 17’540 (ieri erano stati 14’162). I pazienti ospedalizzati oggi sono 3’044, contro i 2’944 di ieri. I nuovi decessi attribuiti al Covid-19 (ossia quelli con tampone positivo negli ultimi 28 giorni) sono 77.

08.10.2020 ore 17:07
Balzo di contagi in Italia: sono 4'458

L’Italia registra un’impennata di contagi: sono 4’458 i casi accertati nelle ultime 24 ore, contro i 3’678 di ieri e i 2’677 del giorno precedente. I tamponi sono stati 128’098 (2’884 in più rispetto a ieri), il numero più alto fino ad oggi.

I nuovi decessi legati al Covid-19 sono 22.

In termini assoluti, le regioni più colpite sono la Campania (+757 casi) e la Lombardia, che ha riportato 683 casi a fronte di 22’069 tamponi (con un tasso di positività di poco più del 3%).

08.10.2020 ore 17:04
Gastroticino prende posizione sui provvedimenti del Governo

Il presidente Massimo Suter, presidente di Gastroticino, spiega di aver chiesto di poter aumentare gli spazi esterni anche durante il periodo invernale

Suter: "Prenderemo contromisure"

Gastroticino prende posizione sui provvedimenti restrittivi decisi dal Governo ticinese che toccano da vicino la ristorazione

08.10.2020 ore 16:46
Luino, 15 medici positivi

Sono 15 gli operatori sanitari risultati positivi al coronavirus all’Ospedale di Luino. Di conseguenza la struttura ha deciso di avviare l’esecuzione dei tamponi su tutto il personale e sui degenti; in attesa dei risultati dei test è stata sospesa l’attività chirurgica programmata nel blocco operatorio di Luino, mantenendo la sola attività in urgenza. Un altro focolaio è stato identificato anche all’Ospedale di Angera: ad essere coinvolti qui 5 operatori della Radiologia e 3 degenti. Dallo screening effettuato ieri è emerso che non ci sono altri casi di positività.

Medici positivi a Luino e Angera

Diversi operatori sanitari dei due ospedali lombardi sono stati contagiati dal coronavirus

08.10.2020 ore 16:43
Russia, le autorità raccomandano di stare a casa

Il Ministero della salute russo ha raccomandato alla popolazione di stare a casa durante il fine settimana, per far fronte all’aumento dei contagi nel Paese. Oggi la Russia ha registrato 11’493 casi (ieri erano stati 11’115) e 191 morti. Il Cremlino ha dichiarato che la situazione è motivo di “seria preoccupazione”.

08.10.2020 ore 16:23
Le raccomandazioni delle Federazione calcio ticinese

La Federazione calcio ticinese, in seguito alle misure decise dal Governo oggi, ha raccomandato fortemente a tutte le persone che d’ora in avanti si troveranno nell’area delle infrastrutture sportive di portare la mascherina di protezione. Lo si può leggere in un comunicato, in cui viene ribadito inoltre l’invito affinché il tracciamento delle persone durante gare e allenamenti venga garantito.

08.10.2020 ore 15:16
L’UE firma il terzo accordo per un vaccino

La Commissione europea ha concluso un accordo con Johnson & Johnson per il potenziale vaccino contro il Covid-19 in sviluppo. Il contratto autorizza gli Stati membri ad acquistare dosi sufficienti per 200 milioni di persone, con l’opzione di raddoppiare i quantitativi. Non è stato rivelato l’ammontare del pagamento per assicurarsi le dosi di vaccino. Si tratta della terza intesa firmata dall’UE, dopo quelle concluse con AstraZeneca e Sanofi.

08.10.2020 ore 14:45
Continuano ad aumentare i contagi nei Paesi Bassi

Non si ferma la crescita delle infezioni nei Paesi Bassi registrata dall’inizio di settembre. Secondo gli ultimi dati delle autorità sanitarie sono stati registrati oltre 5’800 nuovi casi in 24 ore, il dato più alto registrato dall’inizio dell’epidemia, che nel Paese ha infettato quasi 170’000 persone.

08.10.2020 ore 13:28
GB: Covid ha ucciso 3 volte più di influenza e polmonite

In Gran Bretagna il coronavirus nei primi otto mesi di quest’anno ha provocato un numero di vittime superiore di tre volte rispetto a quelle per polmonite e influenza messe insieme. Lo certifica l’Ufficio per le statistiche nazionali (Ons) - riporta SkyNews - mostrando che ci sono stati 48’168 decessi dovuti al Covid, 13’619 a causa della polmonite e 394 decessi a causa dell’influenza in Inghilterra e Galles tra gennaio e agosto. “Dal 1959, che è quando sono iniziate le registrazioni mensili dei decessi, il numero di quelli dovuti a influenza e polmonite nei primi otto mesi di ogni anno sono stati inferiori al numero di decessi per Covid registrati finora nel 2020”, ha detto Sarah Caul, responsabile dell’analisi della mortalità presso l’Ons. Nelle case di cura, che sono state particolarmente colpite dalla pandemia, la percentuale di decessi dovuti al coronavirus è stata quasi il doppio di quelli causati da influenza e polmonite. Il tasso di mortalità per Covid è anche “significativamente più alto” dei tassi di influenza e polmonite sia per quest’anno che per la media quinquennale.

08.10.2020 ore 13:21
Mobilitate tutte le risorse degli ospedali nell’Ile-de-France

La diffusione del nuovo coronavirus preoccupa sempre più le autorità francesi, tanto che è scattato di nuovo questa mattina nell’Ile-de-France, la regione di Parigi, il “Plan Blanc”, il piano di emergenza che consente di mobilitare tutte le risorse degli ospedali in presenza di una crisi. Lo ha annunciato il direttore della Sanità regionale Aurélien Rousseau, spiegando che l’epidemia “comincia di nuovo a farsi sentire in rianimazione e negli ospedali”. Il piano consente di “mobilitare tutte le risorse degli ospedali e anticipare i prossimi giorni”, ha detto. Il “Piano Bianco” era stato decretato lo scorso 6 marzo per la prima ondata del Coronavirus ed esteso a tutto il Paese il 13 dello stesso mese.

08.10.2020 ore 12:24
Svizzera, 1'172 contagi in più e 27 ricoveri

In Svizzera nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 1’172 contagi (16’066 i test) per un totale di 58’745 da inizio pandemia, 27 nuovi ricoveri e due decessi. Le persone in isolamento sono 3’810 e 9’618 quelle in quarantena. Altre 19’211 persone di rientro da un Paese a rischio devono pure rispettare una quarantena. Nelle ultime due settimane il tasso di infezioni è di 83,2 casi ogni 100’000 abitanti.

08.10.2020 ore 12:04
Bar e ristoranti chiedono facilitazioni per gli spazi esterni

GastroTicino prende atto delle nuove misure varate a livello cantonale per frenare la diffusione del nuovo coronavirus, come l’obbligo di consumazione ai tavoli. Tuttavia, si legge in un comunicato, “non nasconde la propria preoccupazione per il futuro del settore nei mesi invernali, quando non sarà più possibile ospitare i clienti all’aria aperta. Per questo motivo il 2 settembre ha invitato il Cantone e i Comuni a valutare la possibilità di poter concedere facilitazioni per arredare e riscaldare le terrazze esterne o gli spazi sul suolo pubblico con tende, gazebi chiusi e altre strutture simili”.

Il comunicato cita anche Michael Lämmler, membro di CdA di GastroTicino, professionista specializzato nel settore dei grandi locali, degli eventi e dell’intrattenimento che, in merito alla chiusura dei locali notturni, dichiara: “Come imprenditori del settore faremo come sempre la nostra parte, ma lanciamo un appello alle autorità cantonali e federali affinché prevedano al più presto aiuti economici, così da scongiurare pesantissime ripercussioni economiche che provocherebbero anche gravi danni a livello del tempo libero delle persone e dell’offerta turistica regionale”

08.10.2020 ore 11:10
Aumento casi, “freddo e vacanze autunnali possibili cause”

L’aumento dei nuovi contagi, ha dichiarato il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani, si verifica a livello nazionale. Una causa potrebbe essere il cambiamento del clima (il freddo e il brutto tempo spingono le persone a ritrovarsi al chiuso) e il rimescolamento della popolazione dato dalle vacanze autunnali che hanno avuto luogo oltre San Gottardo

08.10.2020 ore 11:06
Ticino, “non si tratta di un focolaio, ma di casi diffusi”

L’aumento dei nuovi contagi giornalieri da nuovo coronavirus non è da ricondurre ad un focolaio, ma “sono casi diffusi, e nella metà dei casi non siamo in grado di dire dov’è la causa dell’infezione”, ha dichiarato il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani. “Dobbiamo evitare che il virus circoli in modo non controllato nella comunità”.

08.10.2020 ore 11:04
“Non ci aspettavamo un aumento così rapido dei nuovi contagi”

“Non ci aspettavamo la rapidità di questo aumento di nuovi casi”, ha dichiarato il medico cantonale Giorgio Merlani, a Bellinzona durante la conferenza stampa indetta per esporre le nuove misure varate dal Governo per frenare la diffusione del nuovo coronavirus, dato che in Ticino si assiste ad un repentino aumento dei nuovi contagi giornalieri.

08.10.2020 ore 11:02
Gobbi, "pronte altre misure se queste non dovessero bastare”

“Se il virus si diffonde troppo velocemente aumenta anche il numero di ospedalizzate e di persone ricoverate in terapia intensiva: l’obbiettivo delle nuove misure è di non sovraccaricare la sanità ticinese”, ha dichiarato il presidente del Governo Norman Gobbi, durante la conferenza stampa indetta per fare il punto sulla diffusione del nuovo coronavirus in Ticino, dove si assiste ad un repentino aumento dei nuovi contagi. Se le nuove misure appena varate non basteranno, ha aggiunto Norman Gobbi, “altre misure verranno implementate. Il lockdown, tuttavia, rimane “l’ultima ratio”.

08.10.2020 ore 10:51
+++ Ticino, chiusi i locali notturni; mascherina obbligatoria nei negozi e centri commerciali +++

Per frenare la diffusione del nuovo coronavirus in Ticino, dove si assiste a un repentino aumento dei nuovi contagi, il Consiglio di Stato ha varato nuovi provvedimenti validi dal 9 al 30 ottobre; sono:

- Chiusura delle discoteche, sale da ballo e club

- Nei ristoranti è ammessa solo la consumazione al tavolo

- Mascherina obbligatoria nei negozi e nei centri commerciali

- L’uso della mascherina resta raccomandato laddove non si possono mantenere le distanze

- Gli eventi con oltre 300 persone devono essere autorizzati dal comune e il gruppo di lavoro grandi eventi dovrà verificare le misure di protezione.

- Vige per il personale della ristorazione l’obbligo di indossare la mascherina

Misure, ha sottolineato Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità, durante una conferenza stampa a Bellinzona, necessarie per tutelare la salute della popolazione e anche l’economia. “È una maratona: occorre tenere duro, tenere alta la guardia e continuare ad applicare la distanza sociale, lavarsi frequentemente le mani e usare la mascherina quando non si può tenere la distanza”, ha aggiunto De Rosa.

TG speciale: nuove misure di contenimento del coronavirus in Ticino
08.10.2020 ore 10:46
“Aumentano scambi intergenerazionali”

“C’è più mobilità sociale, aumentano anche gli scambi intergenerazionali”, ha spiegato Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità, durante una conferenza stampa a Bellinzona, organizzata per fare il punto sulla diffusione del nuovo coronavirus in Ticino, visto l’aumento repentino dei nuovi contagi giornalieri. “Non bisogna più chiedersi se, ma quando arriverà una seconda ondata”.

08.10.2020 ore 10:44
De Rosa: “In Ticino situazione preoccupante”

“La situazione in Ticino è seria e preoccupante: la crescita dei nuovi casi positivi è elevata, ma ci preoccupa soprattutto l’accelerazione degli ultimi giorni. Il tasso di positività ê cresciuto e negli ultimi giorni, in Ticino, è arrivato tra il 5 e il 7%”. Lo ha dichiarato Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità, a Bellinzona durante una conferenza stampa indetta per fare il punto sulla diffusione del nuovo coronavirus. Aumentano anche i casi “sconosciuti”, dove non si riesce a risalire all’origine dei contagi. I contagi, ha aggiunto il consigliere di Stato, aumentano anche tra i gruppi a rischio (over 65 anni).

08.10.2020 ore 10:12
Swiss-Moto: annullata fiera di febbraio,

La fiera Swiss-Moto, che avrebbe dovuto tenersi a Zurigo dal 18 e al 21 febbraio 2021, non avrà luogo, perlomeno non nella forma finora prevista. L’elevato numero dei visitatori - oltre 20’00 al giorno - è difficilmente conciliabile con le misure di protezione sanitaria che dovranno probabilmente essere prese, affermano in un comunicato diramato ieri sera gli organizzatori e il gruppo MCH, proprietario dell’evento. Gli operatori del ramo stanno ora pensando a organizzare un appuntamento sostitutivo di portata minore. Come noto il settore è in fermento in Svizzera: sulla scia del coronavirus, che vede non poche persone portate ad abbandonare il trasporto pubblico a favore del mezzo individuale, le vendite di due ruote motorizzate sono salite nel periodo gennaio-agosto su base annua rispettivamente del 17% (moto) e del 5% (scooter). Stando ai concessionari la progressione avrebbe potuto essere anche più marcata, se la pandemia non avesse frenato l'arrivo di alcuni modelli.

08.10.2020 ore 10:02
Moesa, “test conferma, l’immunità non dura”

Nella regione Moesa, si legge in un comunicato dello stato maggiore, “nonostante il numero di nuovi casi risulti stabile e contenuto, il virus continua a essere presente e a circolare”. Lo stato maggiore ha anche fatto il punto sul progetto CAPITALE SALUTE, che mira anche a capire quanto durano gli anticorpi sviluppati da chi ha sviluppato il Covid-19. Tutte le persone sottoposte un nuovo controllo in agosto (test sierologico) hanno praticamente ridotto del 50% il proprio titolo anticorpale, “confermando quanto si sta rilevando in tutto il mondo ovvero che gli anticorpi anti-COVID tendono a scomparire abbastanza velocemente, un indizio che non permette di parlare di immunità duratura”.

08.10.2020 ore 09:56
Ticino, altri 40 contagi in un giorno

Sono 40 i nuovi contagi confermati da nuovo coronavirus, registrati in Ticino nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a quota 3’778. Non si segnalano ulteriori decessi legati al Covid-19 (fermi da mesi a 350) ma altre due persone sono state ricoverate (sono 6 in totale quelle ospedalizzate in Ticino), ma nessuna in terapia intensiva.

08.10.2020 ore 09:19
Conferenza stampa del Governo Ticinese alle 10.30

Dopo l’incremento dei nuovi casi giornalieri, il Governo ticinese ha comunicato che terrà, alle 10.30, una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione. Saranno presenti: Norman Gobbi, presidente del Consiglio di Stato, Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità e Giorgio Merlani, medico cantonale. La conferenza stampa sarà trasmessa in diretta su LA2, e in streaming sul www.rsi.ch e salla pagina Facebook RSInews.

08.10.2020 ore 08:41
Grigioni, 16 contagi in più

Le autorità grigionesi hanno registrato 16 nuovi casi di coronavirus in un giorno; il totale sale così a quota 1’169. I casi attivi nel cantone sono 80; fermo da mesi a quota 50 il numero di decessi legati al Covid-19. Altre due persone sono state ospedalizzate.

08.10.2020 ore 08:12
L'impatto della pandemia sul lavoro

La disoccupazione in Svizzera ha fatto segnare un lieve calo in settembre rispetto al mese precedente. Facendo il confronto con il settembre del 2019 è però evidente l’impatto della pandemia sul mercato del lavoro, con quasi 50’000 disoccupati in più.

La disoccupazione torna in calo

In settembre il numero delle persone prive d'impiego è sceso sotto la soglia delle 150'000

08.10.2020 ore 07:56
Nuovo record di contagi in Ucraina

L’Ucraina ha fatto segnare un nuovo massimo nel numero di nuovi casi di coronavirus per il secondo giorno consecutivo. Oggi sono stati registrati 5’397 contagi, mentre ieri erano stati 4’753. Sono 244’734 in totale le infezioni ufficiali nel Paese dall’inizio della pandemia, mentre i decessi sono 4’690, compresi i 93 segnalati nell’ultimo giorno.

08.10.2020 ore 07:19
Raccolta dei dati inefficace

La raccolta dei dati sul coronavirus in Svizzera è insoddisfacente secondo alcuni esperti. Il sistema non permette di vedere subito dove avvengono le infezioni. Una situazione complicata dal fatto che l’analisi non è più centralizzata ma viene effettuata a livello dei cantoni.

"Raccolta dei dati insoddisfacente"

Lotta al nuovo coronavirus: l’esperto e membro della task force svizzera Didier Trono critica le autorità sanitarie

08.10.2020 ore 06:57
Polemiche tra Pence e Harris sulla gestione della pandemia

La gestione dell’epidemia di coronavirus negli Stati Uniti è stato il tema dominante del dibattito televisivo fra Mike Pence e Kamala Harris, durante il quale i due candidati alla vicepresidenza si sono scambiati pesanti affondi.

Pence e Harris ai ferri corti

Presidenziali USA: le polemiche sulla gestione della pandemia hanno dominato il dibattito televisivo fra i due candidati alla vicepresidenza

08.10.2020 ore 06:50
Superati i 5 milioni di contagi in Brasile

Con i 31’553 nuovi casi di coronavirus segnalati dalle autorità, il Brasile ha superato la soglia dei 5 milioni di contagi dall’inizio della pandemia. Il numero di decessi, con le 734 morti segnalate nell’ultima giornata, è invece salito a 148’228.

08.10.2020 ore 06:11
Nuova impennata dei contagi in India

Sono più di 78’000 le nuove infezioni da coronavirus confermate in India nelle ultime 24 ore. Nel Paese il numero complessivo dei contagi si aggira ormai intorno ai 6,84 milioni di casi. In aumento anche i decessi legati alla patologia: 971 in più, per un totale finora di 105’526 dall’inizio dell’emergenza sanitaria nel Paese.

08.10.2020 ore 06:09
Oltre 310'000 casi in Germania

Il numero dei casi di contaminazione da coronavirus in Germania è salito nelle ultime 24 ore a 310’144: 4’058 contagi in più rispetto al precedente dato, stando alle ultime cifre presentate dall’istituto Robert Koch, il dato più alto dallo scorso aprile. Sempre fra ieri e oggi si registrano inoltre 16 decessi in più, che portano così a 9’578 morti il bilancio delle vittime della pandemia nel Paese.