Scatta il divieto di far la spesa per anziani e gruppi a rischio
Scatta il divieto di far la spesa per anziani e gruppi a rischio tipress
Momenti chiave
21.03.2020 ore 23:53
21.03.2020 ore 21:35
21.03.2020 ore 21:08
21.03.2020 ore 17:40
21.03.2020 ore 17:28
21.03.2020 ore 17:17
21.03.2020 ore 15:22
21.03.2020 ore 14:41
21.03.2020 ore 14:14
21.03.2020 ore 14:14
21.03.2020 ore 13:59
21.03.2020 ore 12:27
21.03.2020 ore 11:48
21.03.2020 ore 10:36
21.03.2020 ore 09:53
21.03.2020 ore 09:37
21.03.2020 ore 09:36
21.03.2020 ore 09:29

Le nuove misure del Governo ticinese

Ennesimo giro di vite: divieto di far la spesa per gli anziani; inoltre cantieri e industrie chiusi fino al 29 marzo. Svizzera: 6'113 casi e 56 morti. Ticino: 918 casi e 28 morti. Grigioni: 213 casi e 3 morti
sabato 21 marzo 2020 09:27

"Siamo un Paese, aiutiamoci": la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si è rivolta sabato mattina alla popolazione con una lettera aperta in quattro lingue, pubblicata dai media elvetici. In Svizzera i casi di positività sono 6'113, quindi sono 1'273 in piu' rispetto a ieri. In aumento anche i decessi: sono 56 (13 in più).

Queste le nuove misure del Governo ticinese: divieto di far la spesa per anziani e gruppi a rischio; inoltre cantieri e industrie sbarrati fino al 29 marzo. In Ticino si registrano stamane 918 contagi (ieri erano 834) e 28 decessi (ovvero 6 in più). Grigioni: 213 casi e 3 morti.

Nel mondo i casi di contagio di coronavirus sono oltre 275'000 e il numero di morti sabato mattina ha superato sabato quota 11’400. Sono oltre 88'000 le persone che sono guarite dalla malattia.

La cronaca di venerdì

di Yara Rossi, Enrico Campioni, Joe Pieracci, Dario Lanfranconi

21.03.2020 ore 23:53
Italia, si fermano le fabbriche

Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. “Restano attive solo le attività strategiche”


Italia, si fermano le fabbriche

Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. “Restano attive solo le attività strategiche”

21.03.2020 ore 23:29
+++ Italia, chiude anche l'industria +++

Nella lotta al coronavirus il presidente del Consiglio dei ministri italiano, Giuseppe Conte, ha concordato con i sindacati la chiusura di quasi tutte le fabbriche, escluse quelle alimentari, della sanità e quelle d’importanza strategica per il paese. Rimarranno aperti anche tutti i supermercati, farmacie e parafarmacie senza restrizioni sui giorni di apertura.

L’annuncio è arrivato in tarda serata da parte dello stesso Conte e avviene per decreto, il terzo in cinque giorni, giustificato dalla crescita incontrollata del contagio. “Rallentiamo il motore produtttivo del paese, ma non lo fermiamo” ha affermato il premier italiano. Le misure in questione dureranno fino al 3 aprile.


21.03.2020 ore 23:10
In Africa è caccia all'untore bianco

La pandemia del coronavirus sta suscitando un’ondata di sentimenti antistranieri in tutto il continente

Caccia all'untore bianco

In Africa la pandemia del coronavirus sta suscitando un'ondata di sentimenti antistranieri

21.03.2020 ore 22:35
“Inaccettabile non chiudere i cantieri”

Moesa contro Coira: i granconsiglieri moesani scrivono al Governo retico – “Scelta non ponderata e rischiosa per gli ospedali ticinesi”

“Inaccettabile non chiudere i cantieri”

Moesa contro Coira: i granconsiglieri moesani scrivono al Governo retico – “Scelta non ponderata e rischiosa per gli ospedali ticinesi”

21.03.2020 ore 22:03
Il governo di Tripoli ordina il coprifuoco in Libia

Il governo di Tripoli (Gna) ha annunciato il coprifuoco e la chiusura dei luoghi pubblici per prevenire l’ingresso del coronavirus in Libia, dove al momento non si registrano casi. Dalle 18 di domani fino alle 6 del mattino tutti i caffè, ristoranti e altri locali dovranno restare chiusi, e sono sospesi anche funerali e matrimoni in quelle ore.


Due giorni fa anche le milizie fedeli al maresciallo Khalifa Haftar - che oggi hanno attaccato il centro di Tripoli - avevano decretato un analogo coprifuoco nelle loro zone.

21.03.2020 ore 21:57
Turchia, coprifuoco per over 65 e malati cronici

Il governo turco ha imposto un coprifuoco per gli over 65 e per i malati cronici dalla mezzanotte. In Turchia si registrano almeno 670 contagi e 9 morti.


Le misure restrittive impongono tra le altre cose il divieto di utilizzare il trasporto pubblico o di recarsi nei parchi. Per coloro che vivono da soli sarà disponibile un’assistenza pubblica gestita dai governatori locali, si legge in una nota del ministero dell’Interno.

21.03.2020 ore 21:53
Ulteriore giro di vite in Lombardia e Piemonte

546 decessi e 4’825 nuovi contagi in un giorno, il governatore lombardo vieta qualsiasi attività sportiva all’aperto

Ulteriore giro di vite in Lombardia e Piemonte

Il bilancio continua ad aggravarsi, il governatore lombardo vieta qualsiasi attività sportiva all'aperto

21.03.2020 ore 21:35
Le bare lasciano Bergamo

Altri mezzi militari hanno raggiunto il cimitero monumentale. L’appello di 243 sindaci: “Ora fermiamoci davvero”


Le bare lasciano Bergamo

Altri mezzi militari hanno lasciato il cimitero monumentale verso altri crematori. L'appello di 243 sindaci: "Ora fermiamoci davvero"

21.03.2020 ore 21:31
Coprifuoco over 65, Uri torna sui suoi passi

Secondo la Confederazione, le regole annunciate per la vita sociale durante la crisi del coronavirus non lasciano ai Cantoni alcuno spazio di manovra in materia di “coprifuoco”. Il Cantone di Uri deve quindi tornare sulla sua decisione di imporre il divieto d’uscita per tutti gli ultra 65enni.


Il divieto di uscita per gli anziani in età da pensione è stato quindi revocato domenica, ma nel comunicato che ne dà notizia, il Governo urano non manca di sottolineare che fino ad oggi il 97 per cento delle persone morte di coronavirus in Italia aveva più di 60 anni.

21.03.2020 ore 21:08
Spagna ad un passo dal collasso

I posti letto in terapia intensiva sono al completo a Madrid, 1’326 i morti totali di cui 324 nelle ultime 24 ore

Spagna ad un passo dal collasso

I posti letto in terapia intensiva sono al completo a Madrid, sale il numero dei morti

21.03.2020 ore 20:23
Gran Bretagna, 57 nuove vittime, il bilancio sale a 220

Le autorità sanitarie britanniche hanno confermato 53 nuove vittime registrate in Inghilterra a causa del coronavirus, che porta il totale dei morti nel paese a 220. Le persone decedute nelle ultime 24 ore avevano fra i 41 e i 94 anni e tutti con patologie preesistenti.


In Galles si registrano due nuovi morti, per un totale di 5, e una nuova vittima in Scozia, che porta a 7 il bilancio complessivo. In Irlanda del Nord si è registrata una vittima.

21.03.2020 ore 20:19
Amazon limita gli ordini ai beni di massima priorità

Amazon ha deciso di concentrare la sua capacità “sui prodotti che hanno la massima priorità e, a partire da oggi, smetteremo temporaneamente di accettare ordini su alcuni prodotti non di prima necessità sia su Amazon.it che su Amazon.fr.”.


Lo annuncia il colosso del commercio online in una nota aggiungendo che “tutti gli ordini già confermati saranno regolarmente consegnati”.

21.03.2020 ore 20:12
Coronavirus, il Soccorso d’inverno c'è

Il Soccorso d’inverno in Ticino si è attivato per alleviare le conseguenze che il Covid-19 sta causando alle persone e alle famiglie colpite dalla pandemia. E sabato invita tutti coloro che ne necessitassero a compilare il formulario per richiesta di aiuto immediato (clicca qui) e a recapitarlo all’indirizzo mail info@soccorsodinverno.org per ricevere dei buoni spesa. Chi vuole dare il suo contributo può visitare il sito Soccorsodinverno.org; qualsiasi gesto “è il benvenuto e porterà un po’ di sollievo a chi oggi ha perso il sorriso”, si legge in una nota stampa odierna.

21.03.2020 ore 20:10
Svizzera e Germania accolgono pazienti francesi

Svizzera e Germania offrono aiuto al dipartimento francese dell’Alto-Reno, uno dei più colpiti dall’epidemia di coronavirus. Tre cantoni di confine metteranno a disposizione complessivamente sei posti letto in ospedale, mentre il land tedesco del Baden-Württemberg accoglierà 12 pazienti francesi che necessitano di assistenza respiratoria.


Nonostante numerosi pazienti siano stati trasferiti in vari ospedali francesi negli ultimi giorni e malgrado l’allestimento, attualmente in corso, di un ospedale da campo militare, il dipartimento si trova infatti ad affrontare un congestionamento dei suoi reparti di terapia intensiva.

21.03.2020 ore 20:04
Italia, 793 morti nelle ultime 24 ore

Sono salite a 4‘825 le vittime del coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 793 unità. Si tratta del maggior incremento dall’inizio dell’emergenza (ieri era stato di 627). Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile.


I malati di coronavirus in Italia sono complessivamente 42’681, con un incremento rispetto a ieri di 4’821. Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - ha raggiunto i 53’578.

21.03.2020 ore 19:49
Chiusura cantieri e industrie, l’OCST: “Finalmente”

L’Organizzazione cristiano sociale ticinese “saluta con grande soddisfazione la decisione odierna del Consiglio di Stato di interrompere tutte le attività nei cantieri e nelle industrie ticinesi. Una misura oramai ineluttabile per arginare la diffusione del contagio.”


Secondo il sindacato la misura riguarderà decine di migliaia di lavoratori “che hanno vissuto queste giornate con apprensione e evidente disagio. Garantire all’interno dei cantieri e nelle aziende industriali le distanze sociali di sicurezza e le altre misure igieniche necessarie risultava essere improponibile”.

21.03.2020 ore 19:27
Anche in Moesa divieto di spesa per gli over 65

La Regione Moesa, analogamente al Ticino, ha emanato nuove disposizioni per le persone che hanno compiuto 65 anni e per i gruppi definiti vulnerabili. In particolare anche qui è stato emanato il “divieto di recarsi personalmente ad effettuare acquisti, usufruendo del sostegno dei parenti, del servizio a domicilio dei negozianti, dei volontari o dei servizi comunali appositamente organizzati per la consegna a domicilio della spesa”. Le nuove restrizioni saranno in vigore da lunedì 23 marzo e fino a nuovo avviso.


Nel comunicato dello Stato Maggiore Regione Moesa si specifica che sono state pure chieste al Consiglio di Sato grigionese restrizioni in ambito edile e industriale simili al Ticino. “Nella sua risposta il Governo ci informa che la richiesta sarà evasa tramite decreto cantonale nelle prossime ore” si legge nella nota, ma – da nostre informazioni – Coira ha già risposto negativamente alla richiesta.


21.03.2020 ore 19:25
Coronavirus, il Porto mette a disposizione il suo stadio

L’Estádio do Dragão, l’impanto che solitamente ospita le partite del Porto, è stato messo a disposizione per allestire un ospedale da campo o un’area di sosta per il personale ospedaliero. A renderlo noto è stato il direttore dell’Hospital de São João, a Oporto, struttura sanitaria sempre più sotto pressione. Un bel gesto da parte del club lusitano, che ha così voluto fornire il suo apporto contro l’epidemia di coronavirus che sta mettendo in ginocchio anche il Portogallo, tanto da costringere le autorità a decretare lo “stato di calamità” su tutto il territorio.


21.03.2020 ore 18:45
Moesa per la chiusura cantieri, Coira dice no

Lo Stato Maggiore della regione Moesa ha chiesto al Governo cantonale la chiusura di tutti i cantieri nel Moesano sull’onda di quanto deciso dal Governo ticinese, Coira però non l’ha concessa. È atteso un comunicato dello Stato Maggiore regionale dove verranno riportate le motivazioni.


21.03.2020 ore 18:40
Bagnovini (SSIC): “Decisione giusta al momento giusto”

Il direttore della Società svizzera impresari costruttori Sezione Ticino Nicola Bagnovini, intervenuto telefonicamente su RSI La2 dopo la conferenza stampa, ha salutato positivamente la decisione del Governo di chiudere tutti i cantieri: “È l’unica che permetterà di evitare il collasso del sistema sanitario, è un duro colpo ma è necessario, è una scelta che andava fatta, anche se le conseguenze economiche saranno importanti. D’altronde anche tra i nostri associati la situazione non era totalmente chiara e anche nei confronti dell’opinione pubblica diventava sempre più insostenibile proseguire l’attività”.


21.03.2020 ore 18:21
Triage in casi estremi, Merlani: “Seguiamo le indicazioni svizzere”

Merlani ha confermato che, in caso di razionamento delle terapie intensive, il Ticino si adatterà alle direttive aggiornate venerdì dall’Accademia svizzera delle scienze mediche (ASSM) e la Società svizzera di medicina intensiva (SSMI), dove si indica che il criterio decisivo è la prognosi a breve termine, mentre l’età è considerata solo indirettamente.

“Resta anche per noi il documento di riferimento, che in sostanza afferma che tutti devono ricevere un trattamento adeguato secondo le possibilità di guarire” ha spiegato Merlani.

Triage in casi estremi, Merlani: “Seguiamo le indicazioni svizzere”
21.03.2020 ore 18:10
Londra, gli hotel aprono le porte ai senzatetto

Alberghi nel centro di Londra apriranno le loro porte ai senzatetto per proteggerli dalla diffusione del coronavirus. Lo ha comunicato il sindaco di Londra Sadiq Khan. L’ufficio del primo cittadino è in contatto con l’Intercontinental Hotels Group (IHG) per un accordo che prevede una prenotazione in blocco a prezzi contingentati per le prossime 12 settimane. Proprio le persone senza fissa dimora sono tra quelle più a rischio nell’emergenza coronavirus. Per questo Khan ritiene che mettere a disposizione delle stanze sia una “protezione vitale” per chi non ha una fissa dimora e non può seguire le regole di igiene e di comportamento che l’emergenza in corso impone.

21.03.2020 ore 18:09
Merlani: “Aumento quarantena è utile”

Giorgio Merlani, interrogato, è anche tornato sul dietrofront fatto ieri da Berna sui termini di quarantena (da 5 a 10 giorni): “Convengo che questi continui cambiamenti possano contribuire a creare confusione. Per questo va spiegato che nella prima fase i giorni stabiliti erano 14 perché lo scopo era il contenimento a tutti i costi, cercando anche i contatti e imponendo la quarantena. Poi si è preso atto dell’impossibilità del contenimento e si è optato per il termine più breve possibile anche perché molte attività proseguivano. Ora, con gli ulteriori rallentamenti della società, è stato ritenuto utile a ridurre ulteriormente il contagio prolungare nuovamente il termine: chi ha avuto contatti stretti con un infetto deve autoisolarsi per almeno 10 giorni”.

Merlani: "L'aumento del periodo di quarantena è utile”
21.03.2020 ore 18:01
Merlani: “Appello per la donazione di sangue”

Il medico cantonale ha lanciato pure un appello ai donatori di sangue: “Prendete contatto con il centro trasfusionale per poter donare in sicurezza e garantire così l’approvvigionamento che è crollato nell’ultimo periodo”.

L'appello del Medico cantonale Merlani ai donatori di sangue
21.03.2020 ore 17:58
Frontalieri, Vitta: “Se il motivo di lavoro viene meno, non è più garantito l’accesso”

Il presidente del Governo Christian Vitta, sollecitato, si è espresso anche sull’entrata dei frontalieri al confine: “Se la motivazione di lavoro viene meno, non è più garantito l’accesso”.


Vitta: “Se il motivo di lavoro viene meno, non è più garantito l’accesso ai frontalieri"
21.03.2020 ore 17:54
Merlani: "184 ricoverati, 40 in terapia intensiva, 37 intubati"

Il medico cantonale Giorgio Merlani ha fatto in conferenza stampa il nuovo punto sui dati ticinesi: oltre ai già noti 918 casi confermati e i 28 decessi, oggi (sabato) sono ricoverati 184 pazienti, di cui 40 in terapia intensiva di cui 37 intubati.

Merlani: "184 ricoverati, 40 in terapia intensiva, 37 intubati"
21.03.2020 ore 17:40
+++ Il Ticino chiude +++

Le nuove misure del Governo: cantieri sbarrati e divieto di far la spesa per anziani e gruppi a rischio. Inoltre “confermato lo stop di tutte le attività commerciali e produttive private”


Il Ticino chiude

Le nuove misure del Governo: cantieri sbarrati e divieto di far la spesa per anziani e gruppi a rischio. Inoltre "confermato lo stop di tutte le attività commerciali e produttive private"

Vitta: "Le attività nei cantieri devono cessare immediatamente"
Vitta: "Divieto per le persone con più di 65 anni di recarsi a fare acquisti"
21.03.2020 ore 17:28
Croazia, stop ai mezzi pubblici

Dopo la drammatica crescita del numero dei contagi da coronavirus registrata nelle ultime ore, da 128 a 168 in una decina di ore, il Governo di Zagabria ha ordinato la totale soppressione per un mese dei trasporti pubblici in tutto il Paese.

21.03.2020 ore 17:17
Lombardia, altri 546 morti

In Lombardia, “i pazienti positivi sono 25’515, 3’251 in più rispetto a ieri, i ricoverati sono 8’258, con un aumento di 523, a cui vanno aggiunte 1’093 persone ricoverate in terapia intensiva, con spazi sempre meno capienti, mentre i decessi sono 3’095, 546 in più”. Sono i numeri resi noti dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

21.03.2020 ore 16:23
Coronavirus, primo morto in Finlandia

Le autorità finlandesi hanno annunciato il primo decesso legato al coronavirus, specificando che si tratta di una persona anziana residente nell’area di Helsinki. Nel Paese si contano attualmente 521 casi di contagio, ma - essendo i test effettuati solo su pazienti ad alto rischio - il numero potrebbe essere considerevolmente maggiore.

21.03.2020 ore 16:23
Berna richiama Uri: il coprifuoco per gli anziani va ripensato

Secondo la Confederazione, le regole annunciate venerdì per la vita sociale durante la crisi del coronavirus non lasciano ai Cantoni alcuno spazio di manovra in materia di coprifuoco. Il canton Uri deve quindi “adeguare il coprifuoco per gli anziani in base all’ordinanza” federale. Giovedì lo stato maggiore urano aveva emesso un divieto di uscita per gli over 65. Lo ha detto sabato, nel corso della conferenza stampa a Palazzo federale, il direttore dell’Ufficio federale di giustizia Martin Dumermuth.

21.03.2020 ore 15:51
Nuove restrizioni: Lugano è un deserto

L’inasprimento delle misure restrittive in merito agli assembramenti (limitati a non più di cinque persone) sembra abbia fatto effetto. Nel video di Rescue Media girato sabato si vede ben poca gente in giro nel centro di Lugano e ancora meno veicoli sulle strade, a conferma che il pugno duro promesso dal comandante della Polizia cantonale Matteo Cocchi è stato tenuto in debita considerazione dai cittadini.

Dopo le ultime misure restrittive poca gente in giro a Lugano
21.03.2020 ore 15:38
Locarno, da lunedì chiusi i cantieri e altre attività lavorative limitate alle urgenze

La città di Locarno, “vista la preoccupante evoluzione epidemiologica del COVID-19 di questi ultimi giorni”, ha deciso uno stop all’attività edilizia pubblica e privata e di tutte le attività artigianali correlate su tutto il territorio comunale, con limitazione alle urgenze di tutte le altre attività lavorative, a partire dal lunedì 23 marzo e fino a nuovo avviso. Nel divieto “edilizio” sono comprese anche le attività del settore forestale.


Le uniche eccezioni alla limitazione alle sole urgenze in tutte le altre attività professionali, riguardano le attività lavorative espressamente autorizzate dal Governo cantonale e i lavori autorizzati dal Municipio o dai competenti Uffici cantonali. “L’applicazione dell’ordinanza è affidata alla polizia comunale della città di Locarno, con l’eventuale supporto della polizia cantonale” si legge nella nota.

21.03.2020 ore 15:30
Daniel Koch: "Tutti devono cercare di non contagiare nessuno"

Il numero di casi di coronavirus è destinato ad aumentare in Svizzera nei prossimi giorni, ma se le persone si atterrano alle disposizioni la curva potrebbe cominciare a rallentare dalla settimana prossima. Lo ha dichiarato oggi Daniel Koch, capo della divisione Malattia trasmissibili dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), in una conferenza stampa a Berna. Non sono le misure che faranno la differenza ma il comportamento della popolazione, ha sottolineato. “Tutti devono cercare di non contagiare nessuno e di non essere contagiati”. Ciò vale in particolare per le persone a rischio che devono essere aiutate in modo che non si mettano in pericolo, ha concluso.

21.03.2020 ore 15:22
Hockey: annullati i Mondiali

Ora è ufficiale: annullati i Mondiali di hockey

Il coronavirus ferma la rassegna iridata che doveva svolgersi a Zurigo e Losanna

21.03.2020 ore 15:09
USA, a rischio cinque milioni di impieghi

La pandemia di coronavirus avrà conseguenze pesanti sull’economia americana, con previsioni di perdite quest’anno sino a cinque milioni di posti di lavoro e un crollo della produzione economica sino a 1’500 miliardi di dollari.

21.03.2020 ore 15:06
Sofia Goggia da Bergamo: "Sento solo i rintocchi delle chiese"

"Sento solo i rintocchi delle chiese per i morti"

La drammatica testimonianza di Sofia Goggia da Bergamo, città colpita al cuore

21.03.2020 ore 14:41
Chiuso lo spazio aereo maltese

Dalla mezzanotte scorsa il Governo maltese ha chiuso lo spazio aereo al traffico passeggeri da e per Malta, mettendo di fatto in quarantena l’intera popolazione. Il traffico navale (chiuso ai passeggeri il 10 marzo) resta aperto per le merci, con regolare trasporto dei mezzi pesanti per gli approvvigionamenti quotidiani. A Malta le quarantene sono obbligatorie e sanzionate con 3’000 euro di multa per ogni violazione.

21.03.2020 ore 14:14
Grigioni: 213 casi, 3 morti

Il cantone dei Grigioni ha pubblicato sabato l’ultimo aggiornamento sul coronavirus: i casi confermati sono 213, le persone ricoverate in ospedale sono 24 ed i morti sono 3.

21.03.2020 ore 14:14
Giro di vite a Morcote

Il Municipio di Morcote ha deciso di introdurre ulteriori restrizioni a causa dell’emergenza coronavirus. Entro la mezzanotte di domenica 22 marzo, gli esercizi pubblici sono tenuti a togliere da qualsiasi spazio accessibile liberamente al pubblico sedie, tavoli e ogni tipo di arredo che possa indurre l’utenza e la cittadinanza a soffermarsi e assembrarsi. Inoltre, è vietato esercitare qualsiasi attività economica che non possa essere svolta da casa, salvo quelle espressamente autorizzate dal Governo cantonale. I trasgressori rischiano una contravvenzione fino ad un importo massimo di 10’000 franchi.


21.03.2020 ore 13:59
L'UDC Ticino chiede sconti fiscali

L’UDC Ticino ha preparato quattro mozioni nell’ottica del dopo-coronavirus. Si tratta di tre relative a sconti fiscali mirati e una utile per incentivare le assunzioni. Lo scopo consiste nel “fare in modo che quando la vita sociale potrà riprendere normalmente, si potranno minimizzare ulteriori sofferenze occupazionali e di tipo finanziario”. I democentristi rimarcano che il problema è evidentemente urgente, ragion per cui propongono uno sconto fiscale del 15% sulle imposte comunali e cantonali sull’utile, uno sconto fiscale del 30% per gli indipendenti, uno sconto fiscale del 20% per il ceto medio e un bonus per le nuove assunzioni di residenti in Ticino.

21.03.2020 ore 13:45
In Spagna quasi 5'000 contagiati e 1'326 morti

Sale a 24’926 il bilancio dei casi di coronavirus in Spagna (+4’946) e 1’326 morti, 324 in più. Lo rende noto il Ministero della Salute, secondo quanto riporta l’agenzia EFE. Secondo le autorità ci sono anche 1’612 pazienti in terapia intensiva, 471 in più rispetto a venerdì. Intanto un totale di 2’125 pazienti si sono ristabiliti.

21.03.2020 ore 13:43
Belgio, 67 decessi e 2'815 i contagi

Salgono a 2’815 i contagiati da coronavirus in Belgio, mentre i decessi salgono a 67. Nelle ultime 24 ore i contagi sono saliti di 558 e i decessi sono 30 in più. I nuovi ricoverati in terapia intensiva sono 74, e portano il totale a 238. Lo rendono noto le autorità sanitarie belghe, sottolineando che al momento è occupato solo un terzo della capacità di posti di terapia intensiva della nazione.

21.03.2020 ore 13:43
Coronavirus: Canetta spiega cosa cambia per la RSI
20.03.2020: Coronavirus, cosa cambia per la RSI
21.03.2020 ore 12:54
Alle 17.30 conferenza del Governo ticinese: previste nuove misure

Nuovi aggiornamenti sulla situazione coronavirus in Svizzera saranno forniti da una serie di esperti della Confederazione nel primo pomeriggio. Mentre in Ticino è previsto alle 17.30 un momento informativo del Consiglio di Stato che fornirà anche una spiegazione sui dati aggiornati sulla situazione che oggi fa stato di 918 persone risultate positive al test (84 in più di ieri) e di 28 decessi (6 in più di ieri e praticamente la metà del numero a livello svizzero). Durante la conferenza stampa - che verrà trasmessa anche in streaming su Rsi.ch, su La2 , su Rete 1 e su RSI News Facebook - il Governo ticinese presenterà anche nuove misure.

21.03.2020 ore 12:33
Svizzera: 6’113 casi e 56 decessi

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha reso note sabato mattina le cifre aggiornate dell’epidemia in Svizzera: 6’113 sono i casi di positività al coronavirus registrati, quindi sono 1’273 in piu’ rispetto a ieri. In aumento anche i decessi a livello nazionale: sono 56, 13 in piu’ di ieri.

Si tratta del maggior incremento di nuovi contagi nel giro di 24 ore. La metà degli infettati ha meno di 51 anni.

L’incidenza maggiore viene sempre registrata in Ticino con 257,8 casi per 100’000 abitanti. Seguono il canton Vaud (181,2), Basilea Città (173) e i Grigioni (106,9).

21.03.2020 ore 12:27
Ticino: 918 casi, 28 decessi

In Ticino si registrano stamane 918 contagi (ieri erano 834) e 28 decessi (ovvero 6 in più rispetto a ieri). Il dato è aggiornato alle 8.00 di mattina. Lo indicano le autorità sul sito del Cantone.

21.03.2020 ore 11:48
Germania, 2’700 nuovi casi

Sono 16’662 i casi confermati di Covid-19 in Germania, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 2’705 nuovi contagi. Il numero decessi legati al coronavirus sono 47, sedici in più rispetto a venerdì

21.03.2020 ore 11:30
Svizzera, "non è necessario fare scorte"

Il commercio al dettaglio lancia un appello alla popolazione svizzera assicurando che l’approvvigionamento di beni alimentari e merci è garantito in modo duraturo e non è necessario fare scorte.

L’invito dei negozianti è di mostrare solidarietà e fare acquisti ragionevoli affinché nessuno rimanga a mani vuote.

21.03.2020 ore 11:00
Bergamo, 70 bare sui mezzi militari

Un nuovo corteo di mezzi militari, con oltre una settantina di feretri, ha attraversato sabato mattina la città di Bergamo, una delle più colpite dall’epidemia di coronavirus. Le bare saranno trasferite in altre zone del Nord Italia, in particolare in Emilia Romagna, per la cremazione. Per le vittime non è stato possibile organizzare un funerale a causa dei divieti in vigore per contrastare la diffusione del virus.

21.03.2020 ore 10:50
Il Papa prega per chi è chiuso in casa

“Vorrei ricordare le famiglie che non possono uscire da casa. Forse l’unico orizzonte che hanno è il balcone. E lì dentro, la famiglia, con i bambini, i ragazzi, i genitori, perché sappiano trovare il modo di comunicarsi bene, di costruire rapporti di amore nella famiglia”. Lo ha dichiarato sabato mattina Papa Francesco, all’inizio della messa celebrata a Casa Santa Marta.

21.03.2020 ore 10:37
Trump esclude un "lockdown" degli Stati Uniti

Venerdì sera in una conferenza stampa alla Casa Bianca sul coronavirus, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva intanto escluso per ora un lockdown su scala nazionale: “Non è necessario, lo hanno fatto la California e New York ma la situazione non è ovunque la stessa”, ha detto l’inquilino della Casa Bianca.

21.03.2020 ore 10:36
Oltre 1’500 morti in Iran

Salgono a 1’556 i morti da coronavirus in Iran, con un incremento di 123 decessi nelle ultime 24 ore. I casi di positività confermati sono 20’610. Lo hanno comunicato sabato le autorità competenti.

21.03.2020 ore 09:56
A Milano lunghe code davanti ai supermercati

Dopo le code di ieri nei supermercati di tutta Italia, a Milano anche oggi, all’esterno dei punti vendita, la gente ha cominciato a mettersi in fila intorno alle 6.30. All’Esselunga di via Fuché, una delle più note, la coda si snoda già per quasi tutto l’isolato, e continuano ad arrivare persone. Il punto vendita dovrebbe aprire alle 7.30 e chiudere alle 20. Esselunga, che ha ridotto di poco gli orari, ha annunciato ingressi prioritari per medici e infermieri.

21.03.2020 ore 09:54
BARomandia: sfruttare i tempi del coronavirus

Sfruttare i tempi del coronavirus

BARomandia rispetta le distanze sociali e ha chiuso la sua sede, ma... non si è dimenticato dei suoi clienti - Guardare per credere

21.03.2020 ore 09:53
Quando l’ospedale fa ridere…

Quando l’ospedale fa ridere…

Persone (stra)ordinarie - Claudia Aldini, in arte Dottoressa Tiramisù, è uno dei Dottor Sogno ticinesi della Fondazione Theodora

21.03.2020 ore 09:52
Il presidente dei medici di famiglia ticinesi Alberto Chiesa: "Tra di noi i primi contagiati"

"In prima linea, 24H al giorno"

Il presidente dei medici di famiglia Alberto Chiesa: "Tra di noi i primi contagiati. Siamo sotto pressione. Per ora reggiamo l'urto, ma..."

21.03.2020 ore 09:44
Serata speciale Coronavirus di Patti chiari

Serata speciale Coronavirus

Patti chiari venerdì sera ha lasciato spazio a uno speciale dell’Informazione RSI sul Coronavirus

21.03.2020 ore 09:40
McDonald’s sospende tutte le attività

McDonald’s Svizzera ha comunicato la sospensione temporanea dei servizi di take away (McDrive) e di consegna a casa (McDelivery), dopo la chiusura al pubblico dei suoi 170 ristoranti in seguito alle direttive del Consiglio federale.

La decisione dell’azienda segue le proteste dei sindacalisti di Unia che venerdì nel canton Vaud hanno contestato le condizioni di lavoro nelle cucine della catena e il non rispetto delle regole di sicurezza contro la diffusione del coronavirus.

McDonald’s vuole mettere in atto la strategia «Restate a casa» del Governo contro il COVID-19 e la regola delle 5 persone, si legge in una nota diffusa sabato.

21.03.2020 ore 09:37
Svizzeri bloccati all’estero

Sono circa 630 i turisti elvetici bloccati in Perù e Colombia che verranno ricondotti in Svizzera, tra martedì e mercoledì, tramite due voli charter della compagnia aerea Edelweiss. Lo comunica sabato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Ulteriori viaggi di ritorno saranno pianificati in seguito e il DFAE sta inoltre esaminando la collaborazione con le nazioni limitrofi per potersi offrire reciprocamente posti liberi. In totale sono 7’710 i cittadini elvetici all’estero che si sono iscritte al portale online Travel Admin. La Confederazione prefinanzierà il viaggio di rientro ma i turisti dovranno sostenere parte dei costi.

21.03.2020 ore 09:37
I morti nel mondo sono oltre 11'000

Aumentano in tutto il mondo i casi di contagio di coronavirus, mentre il numero di morti ha superato sabato quota 11’300. L’ateneo statunitense Johns Hopkins University registrava sabato mattina 11’399 decessi in tutto il mondo, un totale di 275’434 casi di contagio confermati e 86’031 persone guarite.


21.03.2020 ore 09:36
Cina, nessun nuovo caso interno

Per il terzo giorno di fila non si segnalano nuovi contagi interni da coronavirus in Cina, neanche a Wuhan, il focolaio dell’epidemia. Sono in aumento invece i casi positivi importati dall’estero che nella giornata di sabato hanno registrato 41 nuove infezioni, portando il bilancio totale dei contagi di ritorno a 269.

21.03.2020 ore 09:32
Collaboratore del vicepresidente USA Mike Pence positivo

Un membro dello staff del vicepresidente americano Mike Pence, che guida la task contro il coronavirus, è risultato positivo al test del COVID-19. Lo ha reso noto un portavoce di Pence, precisando che né lui, né il presidente Donald Trump hanno avuto stretti contatti con il collaboratore.


21.03.2020 ore 09:29
"Siamo un Paese, aiutiamoci"

La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si rivolge oggi alla popolazione con una lettera aperta in quattro lingue, pubblicata dai media elvetici. La missiva va ad aggiungersi alle nuove misure decise ieri dal governo per lottare contro il coronavirus.

Care concittadine, cari concittadini,
Dall’oggi al domani la nostra vita è cambiata. La vicinanza geografica con l’Italia ha costretto il Ticino e le valli del Grigioni italiano a reagire più in fretta di altre regioni e le restrizioni imposte alla nostra quotidianità si sono fatte sentire prima: scuole, cinema e negozi sono chiusi, le manifestazioni sono vietate. Le persone più anziane e malate restano a casa. Molti lavorano a domicilio. In ufficio, o per strada, non ci avviciniamo a meno di due metri. Gli assembramenti all’aperto con più di cinque persone sono vietati.

Queste regole sono importanti. Perché salvano vite umane. Per questo dobbiamo assolutamente rispettarle. Solo così potremo evitare i contagi e rallentare la propagazione del coronavirus. E questo è decisivo.

Se l’epidemia si espande troppo velocemente, i reparti di terapia intensiva dei nostri ospedali non disporranno di capacità sufficienti. Le conseguenze potrebbero essere devastanti.

Tutti dobbiamo dare il nostro contributo

Il numero delle vittime in Ticino aumenta. Sta aumentando in tutta la Svizzera e ciò fa male. La Confederazione, i Cantoni e i Comuni lavorano giorno e notte per trovare soluzioni. Ma come spesso accade nel nostro Paese, serve il sostegno della popolazione.

È tutto nelle nostre mani, care concittadine e cari concittadini. A nome del Consiglio federale, vi chiedo quindi di restare a casa, se avete più di 65 anni o se siete ammalati. Mantenete le distanze con le altre persone. Cosi proteggete voi stessi, e proteggete gli altri.

Le autorità non abbandonano la popolazione. Pensiamo alle imprese e ai posti di lavoro. Il Consiglio federale fornisce aiuti alle imprese, ai dipendenti e ai lavoratori indipendenti che lottano per la propria esistenza. Il Consiglio federale fa in modo che i salari possano essere versati e che le imprese ricevano crediti. Più di 40 miliardi di franchi sono a disposizione sin d’ora, rapidamente e senza lungaggini burocratiche.

Un enorme grazie!

Non tutte le persone possono lavorare da casa. Abbiamo bisogno di personale sanitario, di postini, commesse, conducenti di bus e camion, abbiamo bisogno dei nostri contadini e dei nostri soldati. Tutti sono all’opera affinché l’approvvigionamento di beni e servizi nel nostro Paese resti garantito. A loro va un enorme grazie!

Proprio questo ha sempre contraddistinto la Svizzera. Quando la situazione si fa grave, siamo più di 26 Cantoni e 8,5 milioni di persone. Siamo un Paese. E siamo gli uni al servizio degli altri.

Simonetta Sommaruga, Presidente della Confederazione