420199153_highres.jpg
keystone
Momenti chiave
01.07.2020 ore 23:18
01.07.2020 ore 23:07
01.07.2020 ore 22:45
01.07.2020 ore 16:29
01.07.2020 ore 15:08
01.07.2020 ore 13:08
01.07.2020 ore 11:52
01.07.2020 ore 11:49
01.07.2020 ore 10:44
01.07.2020 ore 10:13
01.07.2020 ore 07:29
01.07.2020 ore 07:28

Mascherina sui mezzi pubblici

In Svizzera sarà obbligatoria a partire da lunedì: lo ha deciso il Consiglio Federale; nuovo aumento dei casi nella Confederazione
mercoledì 01 luglio 2020 07:26

La mascherina sui mezzi pubblici sarà obbligatoria in Svizzera sui mezzi pubblici. Lo ha annunciato mercoledì il Consiglio Federale. Oggi nella Confederazione vi è stato un nuovo aumento dei contagi: 137 in 24 ore. Stabili invece le cifre in Ticino, doppio zero, e nei Grigioni (un contagio).

Preoccupano, però, i nuovi focolai, legati in molti casi ai locali notturni. L'ultimo riguarda il Woodstock Music Pub di Bellinzona, dove è scattato il tracciamento dei contagi dopo che un giovane militare che l'ha frequentato è risultato positivo al Covid-19.

A livello internazionale si registra un altro record di nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti, dove ieri si sono registrati 47'000 contagi, l’incremento più alto dall’inizio della pandemia. "Non la stiamo controllando" ha detto l’epidemiologo Anthony Fauci, secondo cui in assenza di drastiche misure di contenimento si rischiano fino a 100'000 nuove infezioni al giorno. A causa della crescita di casi, l’Unione Europea ha escluso gli americani dalla lista dei paesi a cui i 27 - da oggi - permetteranno viaggi non-essenziali.

La cronaca di martedì

I dati sempre aggiornati

Nel mondo, intanto, si sono superate le 510'000 morti legate al nuovo coronavirus e i 10 milioni di contagi.

di Joe Pieracci, Alex Ricordi, Diego Moles, Alessandra Spataro, Elena Boromeo

01.07.2020 ore 23:42
Crolla il mercato delle automobili in Svizzera

A causa del coronavirus il mercato delle automobili in Svizzera e nel Liechtenstein ha subito un crollo nella prima parte dell’anno. L’organizzazione del settore Auto-Suisse prevede la peggiore annata dallo shock petrolifero degli anni 1970. Nei primi sei mesi, il settore ha registrato un tonfo del 34,3% a 103'201, con una stima per tutto l'anno che si attesta al -23% (240'000 unità). La chiusura delle fabbriche in tutto il mondo ha obbligato alcuni costruttori a rinviare all'anno prossimo la presentazione dei nuovi modelli.

01.07.2020 ore 23:18
In Texas oltre 8'000 nuovi casi

Il Texas ha toccato oggi il picco più alto di contagi da quando è iniziata la pandemia, con 8’076 nuovi casi. Il totale, così, in questo Stato che conta circa 29 milioni di abitanti, è di 168’062

01.07.2020 ore 23:07
Brasile, superati i 60’000 morti

Sono saliti a 60’610 i decessi legati al Covid-19 in Brasile, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 1’016 morti. Lo ha rivelato il Ministero della salute nel bollettino quotidiano. I nuovi casi positivi sono 45’482, portando il totale delle infezioni a 1’447’523. In diversi Stati brasiliani si osserva un’evoluzione preoccupante della pandemia.

01.07.2020 ore 22:45
Nuovo lockdown in California

La California torna a chiudere bar, ristoranti, cinema e teatri per almeno tre settimane, a causa del nuovo aumento di contagi da coronavirus. Lo ha annunciato oggi il governatore Gavin Newsom. Le misure sono scattate nelle aree più popolose dello Stato, tra cui Los Angeles, la contea di Orange e Sacramento. Nelle ultime 24 ore, in California si sono registrati 110 decessi. Circa la metà dei posti in terapia intensiva disponibili è attualmente utilizzato per i pazienti colpiti dal Covid-19.

01.07.2020 ore 21:41
Le risposte di Isabelle Moret e Hans Stöckli ai cittadini

I presidenti delle Camere federali hanno ammesso che Berna non ha compreso subito la gravità della situazione del Ticino e ringraziano il cantone per aver tracciato la strada.

"Dobbiamo molto al Ticino"

I presidenti delle Camere federali hanno risposto alle domande inoltrate dai cittadini a RSI News

01.07.2020 ore 21:07
La mappa dei nuovi focolai in Svizzera

Nuovi focolai e vita notturna

Il caso del locale di Bellinzona è solo uno dei tanti verificatisi nelle ultime settimane in Svizzera

01.07.2020 ore 20:10
Quarantena in un locale di Bellinzona

Dopo che una recluta è stata trovata positiva al Covid-19 è scattata la ricostruzione dei contatti: il giovane sabato era stato al Woodstock Music Pub.

Bellinzona, quarantena in un locale

Positiva una recluta ticinese che sabato ha frequentato il Woodstock Music Pub - Tracciamento tra i frequentatori

01.07.2020 ore 19:36
In Francia 18 nuovi decessi e 165 contagi

Sono 18 i decessi legati al Covid-19 registrati in Francia nelle ultime 24 ore. Il totale delle vittime nel paese sale così a 29’861. I nuovi contagi registrati sono 165.

01.07.2020 ore 18:43
Italia, 187 nuovi contagi e 23 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati segnalati 187 nuovi casi di Covid-19, di cui 109 in Lombardia, mentre ieri erano stati 142. Scende di poco il numero dei nuovi decessi, passati a 21 dai 23 registrati martedì. Il bilancio totale è ormai di 34’788 morti.

01.07.2020 ore 18:36
Ticino, come si organizza un locale notturno

Locali notturni sulla graticola

Fanno discutere i casi di Zurigo e di Olten (600 persone in quarantena) - E in Ticino? Morici (6500 Music club): “Nessun problema con le liste, ma ripresa difficile”

01.07.2020 ore 18:22
Gran Bretagna, 176 morti e 829 nuovi contagi

Sono 176 le vittime censite nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, contro le 155 di martedì. I contagi quotidiani sono stati 829, come indicano i dati del Ministero della sanità.

La somma totale dei decessi certificati col tampone sfiora i 44’000 (oltre 54’000 calcolando i casi probabili ricavati dalle elaborazioni dell’Ons, l’Ufficio britannico di statistica), mentre i casi positivi registrati da inizio pandemia sono più di 313’000.

01.07.2020 ore 18:10
L'Ordine dei medici per un obbligo esteso delle mascherine

L’Ordine dei medici del canton Ticino si è appellato al Consiglio di Stato e all’Ufficio del medico cantonale, affinché l’obbligo di indossare la mascherina, oltre che sui mezzi pubblici, sia imposto nei grandi magazzini e per il personale dei ristoranti e dei bar e inoltre nei luoghi chiusi e negli uffici, se la sosta in un locale dura più di 15 minuti.

L’iniziativa - partita martedì dal presidente Franco Denti unitamente al vice capo aerea medica dell’EOC Mattia Lepori e dal direttore sanitario della Clinica Moncucco Christian Garzoni - è stata sottoscritta in brevissimo tempo da 353 medici ticinesi che, come i promotori, ritengono non più proscrastinabile l’obbligo di indossare le mascherine, unitamente alle norme di igiene e al mantenimento della distanza sociale.

Mercoledì mattina l’appello è stato presentato al gruppo di Coordinamento 2019-nCoV dello Stato maggiore cantonale di condotta.

Quanto deciso dal Consiglio federale, sottolinea un comunicato di Franco Denti, ha rafforzato il convincimento di andare oltre nella richiesta di applicazione dell’obbligo delle mascherine a livello cantonale.

01.07.2020 ore 17:49
Mascherine sui mezzi pubblici, passo atteso dai Grigioni

“Siamo contenti che il Consiglio federale abbia deciso per l’obbligo delle mascherine sui rtasporti pubblici.” Lo ha affermato ai microfoni di GrigioniSera e del Quotidiano RSI il consigliere di Stato grigionese Peter Peyer, responsabile del Dipartimento della sanità. “Noi lo avevamo già detto da qualche giorno che una simile misura andava coordinata. È perciò giusto che la Confederazione lo abbia deciso per tutti i cantoni”.

01.07.2020 ore 17:33
In Svizzera oltre 1’855 persone confinate in casa

L’aumento dei contagi registrato a partire da inizio giugno (negli ultimi sette giorni ne sono stati registrati complessivamente 437, circa il 450% in più del dato di fine maggio) si è tradotto in una conseguente crescita del numero delle persone alle quali i cantoni hanno ordinato di non uscire di casa. In isolamento si trovano più di 323 persone risultate positive al SARS-CoV-2 (il dato nazionale aggiornato sulla base della situazione a martedì è incompleto mancato quello del canton Friburgo). In quarantena preventiva ce ne sono invece almeno 1’532 che hanno avuto contatti ravvicinati con gli infettati dal coronavirus.

01.07.2020 ore 16:49
Turismo svizzero potrebbe perdere fino a 30 miliardi

La pandemia di Covid-19 potrebbe costare circa 34 miliardi di dollari (oltre 32 miliardi di franchi) al turismo svizzero, e comportare una perdita del 5% del PIL. Lo sostiene l’ONU, precisando che questo accadrebbe nello scenario più pessimista, quello di una seconda ondata con restrizioni per un anno. La Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo ha immaginato tre scenari che prevedono misure restrittive per 4, 8 o 12 mesi. Nel caso della Confederazione si va da una perdita “minima” di 11,8 a una “massima” di 34 miliardi.

01.07.2020 ore 16:29
SEV: bene le mascherine, ma..

Il Sindacato del personale dei trasporti (SEV), in un comunicato, afferma di aver accolto con favore l’obbligo di indossare le mascherine sui mezzi pubblici, un provvedimento chiesto peraltro in precedenza. “È la migliore protezione per il personale del treno che le indossa sempre. È un modo di applicare il motto ‘proteggersi per proteggere gli altri’”. Il SEV, tuttavia, ritiene problematico che il controllo incomba anche sul personale del treno, che non ha compiti di polizia. Per questo motivo ha chiesto al personale di evitare situazioni di conflitto e di fare affidamento sull’atteggiamento ragionevole dei passeggeri.

01.07.2020 ore 15:47
Indipendenti, prolungato diritto a IPG

Il Governo ha prolungato fino al prossimo 16 settembre il diritto all’indennità di perdita di guadagno (IPG) per i lavoratori indipendenti colpiti direttamente e indirettamente dalle misure adottate contro la pandemia. Il diritto in questione, per alcuni lavoratori autonomi era scaduto a metà maggio. “Gli indipendenti sono stati particolarmente toccati da questa situazione”, ha sottolineato Alain Berset nella conferenza stampa del Governo in corso a Berna,, aggiungendo che c’è il rischio di un’ondata di fallimenti a causa della crisi.

01.07.2020 ore 15:37
Pigioni, un passo verso i commercianti

I commercianti attualmente in difficoltà a causa della crisi del coronavirus non dovranno pagare che il 40% delle loro pigioni. Va in questo senso il progetto di legge che il Governo ha posto in consultazione mercoledì nei termini di una normativa urgente di corta durata. La misura varrà solo per i canoni d’affitto inferiori a 20’000 franchi al mese.

01.07.2020 ore 15:21
Disoccupazione parziale fino a 18 mesi

Le imprese, a partire da inizio settembre, potranno collocare i propri dipendenti in disoccupazione parziale per la durata di 18 mesi anzichè 12. Il Consiglio federale ha così prolungato la durata d’indennizzazione, nell’intento di evitare un nuovo incremento della disoccupazione.

01.07.2020 ore 15:17
Berset su quarantena per chi arriva da zone a rischio

“Da metà giugno abbiamo rilevato che sono tornate in Svizzera persone contagiate, che hanno diffuso la malattia. Con la quarantena si vuole evitare questa diffusione”, ha dichiarato Alain Berset, nella conferenza stampa del Governo in corso a Berna, con riferimento all’introduzione di questa misura per chi farà rientro in Svizzera da paesi e regioni qualificate a rischio.

01.07.2020 ore 15:08
Il Governo a sostegno delle FFS

Le FFS potranno acquisire dalla Confederazione 550 milioni di franchi in più sotto forma di mutuo a breve termine. Lo ha annunciato oggi il Consiglio federale, indicando che tale provvedimento è stato disposto per far fronte al grave problema di liquidità delle Ferrovie federali, confrontate al crollo della domanda nei trasporti pubblici indotto dall’emergenza coronavirus. Il mutuo sarà della durata massima di un anno e remunerato al tasso d’interesse usuale sul mercato.

01.07.2020 ore 15:03
I costi della crisi: disavanzo di 1 miliardo nel 2021

Nel 2021 i conti della Confederazione dovrebbero chiudersi con un disavanzo di 1 miliardo di franchi. È quanto prevede la prima bozza del preventivo per il prossimo anno adottata oggi dal Governo, il quale ha anche ritenuto che i debiti assunti durante la pandemia potranno essere ridotti senza aumentare le imposte. L’Esecutivo prevede inoltre per quest’anno perdite a livello di entrate fiscali superiori a 5 miliardi di franchi. In particolare la sospensione temporanea degli interessi di mora fa sì che una parte degli introiti esigibili nell’anno corrente slitteranno agli anni successivi.

01.07.2020 ore 15:00
+++ Mascherine obbligatorie sui mezzi pubblici da lunedì prossimo +++

Gli utenti dei trasporti pubblici dovranno indossare le mascherine di protezione in tutta la Svizzera a partire da lunedì prossimo. È quanto ha deciso oggi il Consiglio federale alla luce dell’aumento dei casi d’infezione da coronavirus e dell’incremento del traffico passeggeri.. Quanto ai viaggiatori in provenienza da regioni a rischio, dovranno sottoporsi a quarantena per la durata di 10 giorni. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) allestirà l’elenco dei paesi e dei territori interessati.

01.07.2020 ore 13:39
Svizzera: 137 nuovi casi e un morto

Sono più che raddoppiati, rispetto al giorno prima, i nuovi casi di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Per la precisione, sono 137, contro i 62 di ieri e i 35 di lunedì. Lo indica il bollettino giornaliero dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

L’incidenza della malattia in Svizzera è di 371,8 casi ogni 100’000 abitanti. I decessi sono in totale 1’685. I nuovi ricoveri in ospedale sono 6, per un totale di 4042. Negli ultimi 7 giorni, ci sono stati 437 nuovi casi, 8 ricoveri e 1 decesso.

01.07.2020 ore 13:08
L'Austria richiude ai Balcani

L’Austria ha diramato un cosiddetto “sconsiglio” per Bosnia Erzegovina, Serbia, Albania, Kosovo, Macedonia del Nord e Montenegro a causa dell’andamento Covid. Chi proviene da questi paesi deve stare due settimane in quarantena oppure presentare un tampone negativo non più vecchio di quattro giorni. Il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg ha parlato di una “decisione dolorosa”. Gli austriaci che si trovano attualmente in villeggiatura in questi paesi vengono invitati a rientrare.

01.07.2020 ore 13:05
La Comunità serba: "Posticipate i viaggi"

Un comunicato della Comunità serba in Ticino ha esortato tutti coloro che hanno in programma viaggi nel paese balcanico a posticiparli o annullarli. È “necessario informare tutti i membri della comunità in Ticino che l’attuale situazione in Serbia è stabile”, si legge nel comunicato diramato martedì, “ma se si verifica un aumento dei nuovi casi, la situazione potrebbe peggiorare rapidamente”. La nota ricorda inoltre che in alcune città, come Belgrado, è stato introdotto l’obbligo di mascherine negli spazi chiusi, e in altre è stato reintrodotto lo stato di emergenza. Il comunicato conclude con un invito a fare il tampone, al rientro da un viaggio inderogabile, e a scaricare l’app SwissCovid.

01.07.2020 ore 12:40
Ospedali universitari, oneri per 356 milioni di franchi

L’emergenza coronavirus ha determinato pesanti ripercussioni finanziarie per i 5 ospedali universitari svizzeri (Basilea, Berna, Zurigo, Ginevra e Losanna). I costi a carico dei cinque nosocomi, che hanno avuto un ruolo centrale nella gestione della crisi sanitaria, ammontano complessivamente a 356 milioni di franchi. Più nel dettaglio, 290 milioni in perdite di entrate e altri 66 milioni di costi specifici legati al Covid-19. La portata degli oneri è stata resa nota stamani nel corso di una conferenza stampa a Berna.

01.07.2020 ore 12:39
Studio e fondo Covid di USI e SUPSI

L’Università e la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana hanno unito le proprie competenze multidisciplinari per realizzare uno studio concentrato sulla realtà ticinese nell’ambito della campagna nazionale Corona Immunitas. Il progetto, con la collaborazione con EOC e vari partner, studierà l’impatto del coronavirus, la sua diffusione e lo sviluppo dell’immunità nella popolazione e coinvolgerà 8’000 persone che a inizio luglio saranno contattate per iscritto. Parallelamente è stato creato il fondo Covid-19 per supportare le attività accademiche di ricerca e insegnamento relative al coronavirus.

01.07.2020 ore 11:52
Ticino: altro giorno da 00

Le autorità ticinesi hanno reso noto gli ultimi aggiornamenti dei dati sulla pandemia di coronavirus: nelle ultime 24 ore non si conta nessun nuovo contagio e nemmeno nessun decesso, due invece i dimessi. In totale in Ticino i casi di positività al covid-19 dall’inizio della crisi sono 3’329, i decessi 350 ed i dimessi 914.

01.07.2020 ore 11:49
Basilea, niente fiera d'autunno

La fiera d’autunno di Basilea, la più grande e antica della Svizzera, quest’anno non avrà luogo. Gli organizzatori sono stati informati dell’annullamento da parte delle autorità cantonali. L’evento, che attira ben 100’000 visitatori al giorno nel centro cittadino, avrebbe dovuto svolgersi dal 24 ottobre al 10 novembre. Alla luce della pandemia, organizzare un evento di queste dimensioni sarebbe in ogni caso irresponsabile, sottolinea il Governo di Basilea Città in un comunicato.

01.07.2020 ore 11:28
Fideiussioni, ordinanza da integrare nel diritto ordinario

Le aziende colpite dalla crisi del coronavirus possono presentare richieste di crediti garantiti da fideiussioni federali fino al prossimo 31 luglio. Il Governo, come indica una nota diffusa in mattinata, ha avviato oggi una procedura di consultazione sulla nuova legge legata alle fideiussioni solidali COVID-19. L’obiettivo è di trasporre nel diritto ordinario la relativa ordinanza che, essendo stata emanata in termini di necessità, ha una validità limitata alla data del 25 settembre.

01.07.2020 ore 11:18
Fra corsa ai test e mancanza di reagenti

Sono nell’ordine di circa 8’000 i test di depistaggio del coronavirus effettuati ogni giorno in Svizzera. Confrontati ad una simile domanda, i laboratori d’analisi sono però sotto pressione. Finiscono poi regolarmente in esaurimento determinati prodotti, come in particolare i reagenti necessari per i test. Essendo fra i più richiesti, segnala RTS, i fornitori arrivano a coprire solo dall’8% al 10% delle ordinazioni in tutta la Svizzera

01.07.2020 ore 10:44
Messico, più di 600 nuovi decessi

Il Messico, come ha reso noto il ministero della sanità, ha registrato altri 5.432 contagi e ulteriori 648 decessi. Le nuove cifre portano il numero dei casi d’infezione a 226’089 e quello delle vittime a 27’769. Nonostante il Paese sia il settimo per numero di contagi al mondo, le autorità hanno disposto la riapertura progressiva della capitale per questa settimana. Tra le altre attività, riapriranno così i battenti ristoranti, hotel e centri commerciali.

01.07.2020 ore 10:13
Grigioni: un caso, nessun decesso

Le autorità del cantone dei Grigioni nelle ultime 24 ore segnalano un nuovo caso di positività al covid-19, ma nessun decesso. Qui i dati complessivi: 837 casi e 50 decessi.

01.07.2020 ore 09:50
Ancora un aumento dei casi in Russia

Sono 6’556 i nuovi casi d’infezione da coronavirus accertati in Russia nelle ultime 24 ore. Il numero totale dei contagi dall’inizio della crisi sale così a 654’405. I nuovi decessi registrati rispetto a ieri sono stati invece 216 e portano a 9’536 morti il bilancio delle vittime nella Federazione.

01.07.2020 ore 08:05
Olten: cliente di night positivo, tutti in quarantena

Un locale notturno di Olten, dotato di ristorante bar e discoteca, ha annunciato ieri sera che un avventore è risultato positivo al coronavirus. I gestori hanno quindi chiesto di mettersi in quarantena a tutti coloro che il 27 di giugno si trovavano nel locale. I responsabili del Terminus Club intendono ora presentare alle autorità l’elenco delle presenze, riferiscono su Facebook. Hanno anche annunciato che avrebbero fornito ulteriori informazioni oggi.

01.07.2020 ore 07:42
Catena della solidarietà, 2 milioni per i Paesi fragili

La Catena della solidarietà ha sbloccato 2 milioni di franchi dei propri fondi d’emergenza per la lotta contro gli effetti della pandemia nei Paesi più fragili, dove il cumulo di situazioni critiche ha una portata drammatica. In questi Stati le popolazioni hanno perso in misura massiccia i propri impieghi e le comunità si ritrovano in balia della pandemia, osserva l’organizzazione in un comunicato diffuso mercoledì mattina.

01.07.2020 ore 07:37
America Latina: contagi sopra quota 2'576'000

La pandemia da coronavirus continua a far sentire decisamente i suoi effetti in America Latina dove nelle ultime 24 ore i contagi hanno raggiunto quota 2’576’463 (+46’357), mentre i morti sono ora 116’199 (+2.510). E’ quanto emerge oggi da una elaborazione statistica realizzata dall’ANSA sulla base dei dati ufficiali di 34 fra nazioni e territori latinoamericani.

Senza grandi novità il Brasile continua a guidare la classifica nella regione con un ritmo abbastanza sostenuto, anche se ora stabilizzato, sia dei contagiati (1’402’041, +33’846) sia dei morti, che sono 59’594 (+1’280).

01.07.2020 ore 07:29
Il virus risparmia Wall Street

Un secondo trimestre stellare per Wall Street, il migliore dal 1998. I listini americani ieri hanno chiuso la seduta in rialzo - vola anche l’oro che ha sfondato i 1800 dollari per la prima volta dal 2011 - e archiviato il periodo aprile-giugno con guadagni a due cifre: lo S&P 500 è salito del 20%, il Dow Jones del 18% e il Nasdaq del 30,9%.

Una corsa spinta dagli aiuti stanziati a sostegno all’economia, dalla riapertura dopo i lockdown da coronavirus e dalla speranza di un vaccino.

Ma fra gli analisti c’è cautela per il prossimo trimestre ed è legata soprattutto all’andamento dei contagi, che continuano a salire negli Stati Uniti facendo temere per lo stato di salute dell’economia.

01.07.2020 ore 07:28
USA, casi da record

Un altro record di nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti, dove ieri si sono registrati 47’000 contagi, l’incremento più alto dall’inizio della pandemia. “Non la stiamo controllando” ha detto l’epidemiologo Anthony Fauci, secondo cui in assenza di drastiche misure di contenimento si rischiano fino a 100’000 nuove infezioni al giorno. A causa della crescita di casi, l’Unione Europea ha escluso gli americani dalla lista dei paesi a cui i 27 - da oggi - permetteranno viaggi non-essenziali.

Ed il presidente USA, nel pieno della bufera su come la sua amministrazione ha gestito la crisi, torna ad attaccare la Repubblica popolare: “Mentre vedo la pandemia diffondersi e mostrare la sua faccia peggiore in tutto il mondo, compresi il tremendo danno che ha fatto in USA, sono sempre più arrabbiato con la Cina”.