Il Governo ha annunciato nuovi provvedimenti
Il Governo ha annunciato nuovi provvedimenti (keystone)
Momenti chiave
11.12.2020 ore 18:52
11.12.2020 ore 17:00
11.12.2020 ore 16:38
11.12.2020 ore 16:15
11.12.2020 ore 15:16
11.12.2020 ore 14:03
11.12.2020 ore 13:48
11.12.2020 ore 13:23
11.12.2020 ore 12:32
11.12.2020 ore 10:05
11.12.2020 ore 09:30
11.12.2020 ore 09:10
11.12.2020 ore 08:05
11.12.2020 ore 07:30
11.12.2020 ore 07:12

Nuova stretta in Svizzera

Crescono i numeri: 5'136 infezioni e 106 morti. Ticino: 326 casi e 10 decessi. Grigioni: 139 contagi - Esce uno studio dell'EOC: un farmaco contro l'ipertensione aumenta la sopravvivenza
Ultimo aggiornamento venerdì 11 dicembre 2020 23:22

Il Consiglio federale ha annunciato nuove misure per contrastare la diffusione del virus, che rallenta in Romandia ma nell'est del paese riprende vigore. Il Governo dopo aver lasciato spazio ai cantoni, ha preso in mano la situazione. Nonostante le critiche in sede di consultazione, ha sostanzialmente confermato le misure anticipate: chiusura alle 19 di bar e ristoranti, la sera e la domenica per cultura, tempo libero e negozi. Eccezioni sono possibili per i cantoni in situazione epidemiologica più favorevole.

Le terapie anti-ipertensive permettono di aumentare la sopravvivenza nei malati di Covid-19. A queste conclusioni è giunta una ricerca su quasi 600 pazienti ricoverati in primavera all'Ente ospedaliero cantonale ticinese (EOC). Lo studio sta suscitando l'interesse internazionale, è stato pubblicato sulla rivista americana PNAS, la seconda rivista scientifica per importanza al mondo.

La cronaca di giovedì

In Svizzera, intanto, nelle ultime 24 ore sono stati registrati oltre 5'000 casi e un centinaio di morti. In Ticino 326 contagi e 10 nuovi decessi, nei Grigioni invece 139 casi. Oggi, proprio nei Grigioni, partono i test a tappeto in diverse regioni, che dureranno fino a domenica. L'obiettivo è di effettuarne 20'000, stando all'ultimo aggiornamento si sono già annunciati 9'500 volontari.

di Stefano Wingeyer, Joe Pieracci, Stefano Pongan, Massimiliano Angeli e Sandro Pauli

11.12.2020 ore 23:22
"Indossate pannolone nei voli a rischio"

Le autorità dell’aviazione cinese raccomandano a hostess e steward di indossare pannoloni monouso e di non usare i bagni di bordo, a meno di circostanze eccezionali, poiché le toilette sono una delle aree più a rischio contagio da Covid a bordo. Lo scrive Repubblica, citando il volume aggiornato che contiene le “Prescrizioni tecniche per la prevenzione epidemiologica e la sicurezza degli aerei”. Uno studio del Soonchunhyang University College di medicina di Seoul, prosegue il quotidiano, ha certificato casi di infezione avvenuti proprio nei bagni del volo da Milano alla capitale coreana dello scorso marzo. L’Icao, l’organizzazione dell’aviazione civile internazionale, ha raccomandato alle compagnie di ridurre al minimo l’uso dei sevizi igienici e, se possibile, di riservarne uno all’equipaggio.

11.12.2020 ore 23:00
Usa: comprate altre 100 milioni di dosi del vaccino Moderna

Gli Stati Uniti hanno comprato altri 100 milioni di dosi del vaccino anti-Covid della Moderna. Lo ha annunciato il ministero della Salute in un comunicato. Queste dosi si aggiungono ai 100 milioni già pre-ordinati alla società. Gli Usa hanno inoltre acquistato altri 100 milioni di dosi del vaccino Pfizer/BioNTech.

11.12.2020 ore 22:18
Brasile: 53'030 contagi e 646 decessi

Sono 53’030 I contagi da coronavirus registrati venerdì in Brasile, dove si segnalano anche altri 646 decessi legati al virus. Il Paese ha così superato i 180.000 morti causati dal Covid-19. Lo ha reso noto il ministero della Salute, precisando che i decessi con le vittime di venerdì sono saliti a 180.411. I casi di contagio da coronavirus confermati nel Paese dall’inizio della pandemia sono invece oltre 6,83 milioni

11.12.2020 ore 21:44
Leopardo delle nevi positivo in zoo del Kentucky

Un leopardo delle nevi allo zoo di Louisville, in Kentucky, è risultato positivo al coronavirus. L’esemplare femmina di cinque anni è il primo della specie ad aver contratto il covid, ma la struttura è in attesa dei risultati su due leopardi delle nevi maschi. Tutti hanno “sintomi lievi”, tra cui tosse secca e respiro affannoso, e lo zoo “continua a monitorare attentamente la loro salute”. Sembra che la femmina sia stata contagiata da un dipendente asintomatico. La struttura ha spiegato come il rischio che gli animali infetti, compreso il leopardo delle nevi, diffondano il virus all’uomo è “considerato basso”, poiché il Covid-19 “rimane prevalentemente una malattia trasmessa da persona a persona”.

11.12.2020 ore 21:43
Canada, risarcimenti in caso reazioni gravi a vaccini

Chi in Canada si vaccinerà contro il coronavirus e avrà reazioni gravi potrà chiedere un risarcimento: lo ha annunciato il governo federale. L’annuncio della ministra della Sanità Patty Hajdu - citato dalla Cbc - giunge alla vigilia della campagna di vaccinazione anti-Covid, che dovrebbe iniziare la prossima settimana con il vaccino della Pfizer-BioNtech.

11.12.2020 ore 20:30
Turchia, record di 226 vittime in 24 ore

Record di 226 vittime di Covid-19 nelle ultime 24 ore in Turchia, dove i decessi totali salgono a 15.751. I nuovi casi sono 32.106, di cui 5.607 con sintomi, su 208.873 test effettuati. I contagi totali crescono a 1.780.673.

11.12.2020 ore 19:55
Merkel, "Vaccino-Day? Non so se sarà possibile"

“Non so se potremo garantire che le vaccinazioni inizino tutte allo stesso esatto momento in tutti i Paesi Ue, ma vogliamo fare in modo che siano somministrate in modo molto coordinato”. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel rispondendo a una domanda sull’ipotesi di un ‘vaccino-Day’, sottolineando la volontà dei leader Ue di garantire “eguale accesso” ai vaccini a tutti i cittadini. Un portavoce della Commissione ha osservato che “i vaccini dovrebbero essere disponibili per tutti allo stesso tempo. Continuiamo a incoraggiare gli Stati membri a essere preparati per le vaccinazioni in base ai loro piani”.

11.12.2020 ore 19:54
Regno Unito: 21'672 casi e 424 morti in 24 ore

Risalgono a 21.672 - contro i poco più di 20.000 di ieri, ma con un boom europeo di ben 400.000 tamponi censiti nelle 24 ore - i contagi giornalieri da coronavirus nel Regno Unito: tornati ad aumentare negli ultimi giorni in alcune aree (Londra inclusa) dopo la fine delle 4 settimane di lockdown nazionale bis imposto dal governo di Boris Johnson in Inghilterra fino al 2 dicembre e in attesa dell’effetto della campagna di vaccinazioni già iniziata sull’isola. In lieve calo invece, stando ai dati diffusi oggi, i morti conteggiati quotidianamente, che passano a 424 dai 516 di ieri.

11.12.2020 ore 19:52
Farmaci ipertensione riducono rischio mortalità Covid del 60%

I farmaci antipertensivi detti Raasi (con inibitori del sistema renina angiotensina) sembrano ridurre del 60% il rischio di mortalità dei malati di Covid-19 a maggior rischio, perchè anziani, o con malattie renali o cardiovascolari. Lo ha verificato uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) dall’Ente Ospedaliero Cantonale, l’università della Svizzera italiana e quella Vita e salute San Raffaele di Milano. Nello studio sono stati analizzati 576 pazienti ricoverati in Svizzera tra il 1° marzo e il 1° maggio, con un'età media di 72 anni.

11.12.2020 ore 18:56
Stoccolma adotta la didattica a distanza

Tutti gli alunni di Stoccolma tra i 14 ei 16 anni passeranno alla didattica a distanza per il resto dell’anno scolastico. È la prima volta che la Svezia, che ha evitato finora lockdown e mascherine obbligatorie, prende una misura di questo tipo in risposta alla pandemia. Stoccolma è l’area più colpita dal Covid-19, con oltre un terzo del totale delle vittime del Paese. Oggi sono stati rilevati 7.370 nuovi casi a livello nazionale, secondo l’Agenzia sanitaria, in calo rispetto ai 7.935 di ieri. I decessi sono 160 nelle 24 ore, uno dei numeri più alti dall’inizio della pandemia, che portano il totale a 7.514. Il tasso di mortalità della Svezia è molto superiore a quello dei suoi vicini nordici, ma inferiore a quello di diversi Paesi europei che hanno optato per rigidi lockdown.

11.12.2020 ore 18:52
A Ginevra si chiude alle 23

A Ginevra ristoranti e bar potranno restare aperti fino alle 23 e i negozi avranno il permesso di lavorare la domenica. Il cantone ha fatto valere l’eccezione prevista dalla Confederazione, ha indicato questa sera il consigliere di Stato Mauro Poggia. Il ministro cantonale della sanità ha chiarito che questi orari di apertura saranno validi “il più a lungo possibile”. Per sfuggire alla chiusura alle 19:00 sono richieste condizioni precise. Al momento Ginevra le soddisfa, ma la situazione evolve rapidamente. Per beneficiare del regime eccezionale, è necessario poter tracciare i positivi e avere una rete sanitaria in grado di rispondere ai bisogni. Il tasso di riproduzione del virus deve poi essere inferiore a 1 sull’arco di 7 giorni, con un tasso di positivi ogni 100’000 abitanti inferiore della media svizzera, sempre sull’arco di una settimana.

11.12.2020 ore 18:46
Francia: 13'406 contagi e 627 vittime

Sono stati 13’406 i nuovi casi positivi di coronavirus registrati da ieri in Francia, stando alle cifre di Santé Publique. I decessi negli ospedali sono stati 304. A questi ne vanno aggiunti 323 registrati negli ultimi 4 giorni nelle case di riposo e negli istituti per disabili, per un totale di 57’567. Continua ad alleggerirsi intanto la pressione sugli ospedali: attualmente ci sono 256 ricoverati per Covid-19 in meno rispetto a ieri (totale 24’975) e 75 pazienti in meno in rianimazione (totale 2’884).

11.12.2020 ore 18:40
Catalogna: lunedì aprono le stazioni sciistiche

Le stazioni sciistiche della Catalogna hanno annunciato oggi che apriranno i battenti lunedì. “Apriremo progressivamente limitando la vendita di biglietti per evitare che ci sia troppa gente” ha fatto sapere in giornata l’associazione di categoria che rappresenta queste strutture. In teoria dovrebbero beneficiarne solo gli abitanti della regione, che peraltro è parzialmente chiusa causa covid, ma i controlli sono sporadici.

11.12.2020 ore 18:27
Truffa crediti covid, prime condanne

Due condanne per truffa ripetuta e falsità in documenti, e un proscioglimento: questa la sentenza del primo processo in Ticino per truffa in relazione ai crediti Covid, una sentenza pronunciata dal giudice Amos Pagnamenta nel tardo pomeriggio di oggi (venerdì) a Lugano.

Truffa crediti covid, due condanne

Primo processo ticinese, per il 47enne principale imputato 2 anni e mezzo di cui 8 mesi da scontare

11.12.2020 ore 18:21
Partiti divisi sulle misure del governo

L’inasprimento delle misure per combattere il coronavirus deciso oggi dal governo ha ottenuto reazioni contrastanti da parte dei partiti politici, con la destra che non esita a usare toni duri. L’UDC, in una presa di posizione giunta in serata, ha definito la strategia del governo “assurda, senza speranza, non basata sui fatti e contro la maggioranza dei Cantoni”. Si tratta di misure “inaccettabili”, che equivalgono a una sentenza di morte per molte attività della gastronomia. Il PS sostiene invece il Consiglio federale, elogiando l’idea di lasciare libero il campo a differenze regionali. Proteggere la salute, hanno sottolineato i socialisti, è la migliore soluzione per evitare una cristi sociale ed economica. Serve tuttavia un valido sistema di compensazione per le perdite subite dalle imprese. Il PPD ha dal canto suo affermato che le nuove misure sono fondamentali per proteggere salute, economia e società. Anche in questo caso è apprezzato il fatto della differenziazione in base alla situazione cantonale. I popolari-democratici hanno invece criticato le aspre polemiche che si sono scatenate in Svizzera, in un “tutti contro tutti, ognuno per sé”. Solo insieme infatti, hanno detto, si può uscire dalla crisi.

11.12.2020 ore 17:37
Ticino: adattate le disposizioni cantonali

L’aggiornamento delle disposizioni in vigore a livello nazionale, annunciato oggi pomeriggio dal Consiglio federale, ha imposto l’adattamento delle norme in vigore da mercoledì 9 dicembre in Ticino. Le principali misure aggiuntive che entrano in vigore in Ticino, a partire da domani, sono: obbligo di chiusura alle 19 anche per i ristoranti (per i bar già in vigore), obbligo di chiusura delle attività commerciali nelle domeniche e nei giorni festivi; divieto di manifestazioni (salvo alcune eccezioni) e divieto di attività culturali con più di 5 persone (per lo sport non professionistico la limitazione era già in vigore). Al di là dei punti citati in entrata, rimangono valide le disposizioni cantonali annunciate dal Consiglio di Stato a inizio settimana, ed entrate in vigore a partire da mercoledì 9 dicembre.

11.12.2020 ore 17:26
Zurigo: la polizia disperde un altro "Corona-party"

A Zurigo la polizia è dovuta intervenire la scorsa notte per mettere fine a un altro “Corona-party”. In seguito ad una segnalazione, in un locale del “Kreis 3” sono state trovate circa 40 persone che facevano festa dopo la mezzanotte. Le forze dell’ordine hanno controllato l’identità di tutti i partecipanti e li hanno mandati a casa. Dovranno tutti fare i conti con multe per diverse centinaia di franchi. Soltanto ieri, la polizia cittadina ha fatto sapere che nel fine settimana ha dovuto mettere fine a quattro feste private con “troppi partecipanti”. In questi casi, i famigerati “Corona-party” si sono svolti in appartamenti appositamente affittati. La polizia zurighese ha inoltre precisato che, dopo le nuove restrizioni anti-Covid, interverrà per mettere fine anche a tutti gli assembramenti di più di dieci persone negli spazi pubblici, comprese le manifestazioni.

11.12.2020 ore 17:11
Italia: 18'727 contagi e 761 vittime

Sono 18’727 i positivi ai test per il coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 761. I tamponi effettuati sono 190’416, quasi 20 mila in più in rispetto a ieri, secondo i dati del ministero della Salute. Il tasso di positività è del 9,8%, stabile rispetto a ieri, quando era stato del 9,9%.

11.12.2020 ore 17:06
Digitec Galaxus si espande e crea 450 posti di lavoro

Digitec Galaxus si espande: il colosso elvetico del commercio online controllato da Migros progetta la costruzione di un nuovo stabile nell’area dell’ex cartiera di Utzenstorf, nel canton Berna. Saranno creati 450 posti di lavoro. I volumi delle vendite attraverso internet, costantemente in crescita e che in questi mesi si sono accelerati ulteriormente sulla scia del coronavirus, sta portando l’unità Digitec Galaxus di Wohlen (AG) ai limiti di capacità prima del previsto, spiega Migros in un comunicato odierno. Di conseguenza una seconda sede viene considerata necessaria già a partire dal 2023.

11.12.2020 ore 17:00
Grigioni: testate 4'249 persone

Venerdì 4249 persone si sono sottoposte al test presso le postazioni nelle valli meridionali dei Grigioni. Lo comunicano le autorità cantonali. Di queste persone, 38 sono risultate positive. Complessivamente finora si sono annunciate 11’325 persone. Il primo giorno di test si è svolto per lo più senza intoppi; in casi isolati si sono verificati ritardi nella comunicazione dei risultati. Da venerdì a domenica presso le 23 ubicazioni sono attive oltre 1000 persone; rimane possibile annunciarsi fino alla fine della campagna.

11.12.2020 ore 16:38
Gastrosuisse infuriata col Governo

La chiusura degli esercizi alle 19.00 rappresenta una morte lenta per molti. Non le manda a dire Gastrosuisse, furiosa nei confronti del Consiglio federale per le nuove misure anti-coronavirus annunciate oggi che vanno a colpire bar e ristoranti. Per l’associazione di categoria il governo così facendo soffoca il settore. L’esecutivo non apprezza i grandi sforzi fatti per garantire la sicurezza, si è lamentato davanti ai media Casimir Platzer, presidente di Gastrosuisse. Dopo pochi giorni ha scavalcato i provvedimenti cantonali con un modo di procedere disordinato e poco credibile, “un completo caos fra esigenze cantonali e federali”, ha proseguito senza mezzi termini.

11.12.2020 ore 16:15
USS: “Servono altre misure”

L’aumento delle risorse dedicate ai casi di rigore - da 1 miliardo di franchi a 2,5 miliardi - annunciato oggi dal Consiglio federale non basta per garantire salari e posti di lavoro. Ne è convinta l’Unione sindacale svizzera (USS), secondo cui servono misure economiche e sociali supplementari per contrastare la crisi scatenata dalla pandemia. Sul fronte dell’impiego, scrive l’USS in un comunicato, la situazione si è di nuovo deteriorata nelle ultime settimane. Bisogna pertanto attendersi sia ondate di licenziamenti sia perdite di reddito: i più colpiti saranno quelli che guadagnano di meno. Per il sindacato le misure adottate oggi dal governo sono quindi insufficienti. Sono necessari aiuti rapidi e in grado di aggirare la burocrazia per le persone coinvolte, così da evitare che l’economia elvetica scivoli in una spirale negativa.

11.12.2020 ore 15:56
Travail Suisse: “Servono più aiuti”

Vista la situazione legata all’epidemia di Covid-19, Travail.Suisse sostiene le nuove misure decide oggi dal Consiglio federale. Per i settori colpiti sono però necessari maggiori aiuti. L’organizzazione, in una presa di posizione odierna, sottolinea che è necessario evitare a tutti i costi un vero e proprio lockdown. Per arrivare a questo, tutti devono fare la loro parte. Servono però misure di sostegno per le imprese colpite dalle nuove limitazioni, dal lavoro ridotto finanziato al 100% fino alla riattivazione dei crediti Covid. Secondo Travail.Suisse, l’aumento dei mezzi finanziari a disposizione per i casi di rigore, evocato dal governo, è solo un primo passo.

11.12.2020 ore 15:45
Francia: 100'000 poliziotti per il coprifuoco di Capodanno

In Francia la notte di Natale sarà senza limitazioni, ma a San Silvestro ci sarà il coprifuoco. E per assicurare il rispetto del coprifuoco dalle 20 alle 6 anche la sera dell’ultimo dell’anno, il ministro dell’Interno, Gérald Darmanin, ha annunciato che impiegherà oltre 100.000 poliziotti e gendarmi. “Non ci sarà alcuna tolleranza - ha sottolineato, con riferimento al rischio di veglioni clandestini -. Poliziotti e gendarmi proteggono delle vite facendo i controlli”.

11.12.2020 ore 15:35
Altri 8 decessi e 15 contagi nelle case anziani ticinesi

La Fondazione Opera Charitas di Sonvico ha reso noto che tre residenti dell’istituto sono risultati positivi al Covid-19. La scoperta ha fatto scattare immediatamente le procedure previste dal piano di protezione e condivise con l’Ufficio del medico cantonale: i residenti e i collaboratori che sono potenzialmente entrati in contatto con gli ospiti positivi sono stati sottoposti a tampone. In attesa dei risultati di tale indagine ambientale, i residenti coinvolti sono stati invitati a rimanere nella propria camera, sottostando a misure di igiene rinforzate. Gli ospiti risultati positivi sono stati momentaneamente spostati nel reparto Covid appositamente allestito.

In totale, stando ai dati diffusi in giornata dall’ADICASI, sono 238 i residenti positivi nelle case anziani ticinesi, sparsi in 28 dei 68 istituti esistenti sul suolo ticinese. Altri otto decessi rispetto al precedente aggiornamento hanno portato il bilancio a 271 morti da inizio pandemia, periodo durante il quale altri 866 residenti sono deceduti per altre cause. I guariti dal COVID-19 sono 807.

11.12.2020 ore 15:33
Rinviata la riapertura della Tour Eiffel

Prevista per il 16 dicembre, la riapertura della Tour Eiffel - come quelle di musei, teatri e cinema - slitta di almeno tre settimane, nel quadro di una fine del lockdown più “graduale” del previsto, a causa di una curva dei contagi diminuita ma non abbastanza, e ora ferma su un “plateau”. “I nostri visitatori che hanno acquistato biglietti in anticipo per visite fra il 16 dicembre e il 6 gennaio 2021 - fanno sapere i gestori della Tour sull’account Twitter del monumento - saranno rimborsati all’inizio della prossima settimana”. La Tour Eiffel è chiusa al pubblico dal 30 ottobre a causa dell’inizio del secondo lockdown dell’anno contro il Covid-19.

11.12.2020 ore 15:16
Hong Kong Airlines licenzia

La compagnia Hong Kong Airlines ha annunciato venerdì il licenziamento di circa 250 assistenti di volo a causa del prolungato impatto della pandemia di Covid-19 sul settore dell’aviazione

11.12.2020 ore 14:55
Maurer: "1,5 miliardi supplementari per i casi di rigore"

Il Consiglio federale ha deciso di chiedere al Parlamento “altri mezzi per aiutare le aziende in difficoltà portando l’attuale programma di sostegno da 1 miliardo di franchi totali a 2,5 miliardi”.

Come ricordato davanti ai media dal consigliere federale Ueli Maurer al termine della seduta odierna del Governo, tale intervento supplementare s’inserisce nel dibattito in corso in Parlamento sulla legge Covid-19, norma che prevede un sostegno ai casi di rigore, concetto che include in particolare quelle imprese attive nel turismo e nel settore della cultura che stanno soffrendo più altre l’attuale situazione.

La settimana prossima, ultima della sessione invernale, il Consiglio federale presenterà quindi le sue ultime proposte alle commissioni competenti.

11.12.2020 ore 14:33
Sommaruga: " Il 24 dicembre e a Capodanno chiusura all'una di notte"

“I bar e i ristoranti di quei cantoni che già avevano adottato delle misure severe, hanno un certo margine di manovra, rispetto alla chiusura delle 19.00”, ha proseguito Simonetta Sommaruga. “E per il 24 ed il 31 dicembre c’è un’eccezione per tutti fino all’una di notte”.

11.12.2020 ore 14:15
Berset: "Europei, non venite a sciare in Svizzera!"

“Sciare si potrà. Perché è uno sport che si pratica all’aperto. E non in gruppo. Ma invitiamo gli europei a non venire a sciare in Svizzera, cosi da poter lasciare le piste ai locali”, ha poi detto Alain Berset.

11.12.2020 ore 14:12
Berset: "La maggior parte dei cantoni è preoccupata"

“La maggior parte dei cantoni è preoccupata. Il nostro obiettivo, con queste misure, è quello di cercare di non trovarci in una situazione nella quale non ci sono più alternative. Perché vogliamo evitare un nuovo lockdown totale”, afferma da parte sua il consigliere federale Alain Berset.

11.12.2020 ore 14:07
Sommaruga: "La maggioranza vuole misure unitarie"

“La consultazione ha mostrato che la maggior parte delle persone in Svizzera vuole misure più unitarie”, ha aggiunto Simonetta Sommaruga alla conferenza stampa del Consiglio federale.

11.12.2020 ore 14:03
Sommaruga: "Situazione critica"

“Siamo in una fase critica, invece di scendere i contagi salgono. Non possiamo aspettare ancora, servono nuove misure”: Simonetta Sommaruga apre così la conferenza stampa del Consiglio federale, che annuncia nuove restrizioni. “Non è importante ora chi decide cosa”, afferma la presidente della Confederazione, ma che la situazione migliori

Bar e ristoranti chiusi alle 19.00

Il Consiglio federale ha comunicato le misure prese per combattere la pandemia; 1,5 miliardi in più per i casi di rigore - Eccezioni per i cantoni con un numero di riproduzione sotto l'1

11.12.2020 ore 13:53
Il Brasile compra 70 milioni di dosi del vaccino Pfizer

Il Governo brasiliano ha raggiunto un accordo con la casa farmaceutica Pfizer per la fornitura nel 2021 di 70 milioni di dosi del vaccino anti Covid. Elcio Franco, segretario esecutivo del ministero della Salute, ha detto che “al momento il Governo non aveva ancora acquistato dosi di vaccino anti Covid”. Il governatore di San Paolo, Joao Doria, avversario politico del presidente Jair Bolsonaro, ha annunciato lunedì scorso l’inizio delle vaccinazioni nello stato paulista per il prossimo 25 gennaio. Doria ha stretto un accordo con la cinese Sinovac per l’acquisto e la produzione nell’Istituto Butantan di San Paolo del vaccino Coronavac.

11.12.2020 ore 13:48
La geografia del contagio

Cresce ancora l’incidenza dei contagi in base alla popolazione in Svizzera: da 608 a 621 casi ogni 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni. L’aumento è generalizzato tocca quasi tutti i cantoni - compresi Ticino e Grigioni - con poche eccezioni concentrate soprattutto in Romandia

11.12.2020 ore 13:23
Calo dei contagi in Iran

Sono 9.594 i casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Iran, tornando dopo oltre un mese sotto la soglia dei diecimila in un giorno. Il totale dei contagi sale a 1.092.617. Calano anche le nuove vittime, che ammontano a 232, ai minimi dal 10 ottobre, diventando in tutto 51.728. I ricoverati in terapia intensiva scendono a 5.760, mentre i pazienti guariti crescono a 787.853. I test complessivi effettuati sono 6.611.783. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano la portavoce del ministero della Salute iraniano Sima Lari.

11.12.2020 ore 13:22
Morto in Lettonia il regista coreano Kim Ki-Duk

Il regista coreano Kim Ki-duk, vincitore a Berlino e Venezia dopo essersi fatto conoscere a Locarno, è morto a causa del coronavirus in Lettonia, secondo quanto riporta il giornale locale Delfi. Il regista è deceduto per complicazioni legate al Covid.

Kim Ki-duk morto per Covid

Il regista sudcoreano, che si fece conoscere a Locarno e vinse a Berlino e Venezia, è deceduto in Lettonia

11.12.2020 ore 12:32
Turchia, guarita donna di 103 anni

Una donna di 103 anni è guarita dal Covid-19 in Turchia. L’anziana, Emine Tekin, è stata dimessa dopo 6 giorni dall’ospedale statale di Mardin, nel sud-est del Paese, dove era stata ricoverata per un aggravamento delle sue condizioni, dopo 8 giorni di cure nella sua abitazione nel vicino villaggio di Omurlu.

11.12.2020 ore 12:31
Il Regno Unito amplia la lista dei Paesi a rischio

Torna a estendersi la lista delle destinazioni di viaggio sottoposte a quarantena precauzionale obbligatoria di 14 giorni anti Covid per chiunque arrivi o rientri nel Regno Unito. Il ministro dei Trasporti, Grant Shapps, ha annunciato il reinserimento da domani, sabato, nell’elenco (che include già anche l’Italia e quasi tutti i Paesi d’Europa) delle isole Canarie: meta turistica tradizionalmente popolare per i britannici anche a fine anno. L’obiettivo appare quello di scoraggiare un eccesso di flusso turistico internazionale in vista dell’alleggerimento delle restrizioni locali interne previste per Natale.

11.12.2020 ore 12:23
In Svizzera oltre 5'000 casi e 106 decessi

Sono 5’136 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 dall’Ufficio federale della sanità pubblica, per un totale di 373’831. Ulteriori 106 decessi vanno ad aggiungersi a un bilancio che ne conta ormai 5’396. Le nuove ospedalizzazioni sono 174. Nelle scorse 24 ore, si legge ancora sul bollettino quotidiano diffuso dall’Ufficio federale della salute pubblica, sono stati registrati i risultati di 33’861 test. Nelle ultime due settimane, globalmente, la Svizzera è confrontata con un tasso di infezione di 621,88 nuove infezioni per 100’000 abitanti. Le cifre cumulate di persone in isolamento toccano quota 28’938 e 30’893 dei loro contatti sono in quarantena.

11.12.2020 ore 11:58
Test congiunti dei vaccini AstraZeneca e Sputnik

Il ramo russo del gigante farmaceutico AstraZeneca ha dichiarato che intende utilizzare parte del vaccino Sputnik V russo in futuri studi clinici. “Oggi annunciamo un programma di sperimentazione clinica per valutare la sicurezza e l’immunogenicità di una combinazione di AZD1222, sviluppato da AstraZeneca e dalla Oxford University, e del vaccuno Sputnik V, sviluppato dall’istituto di ricerca russo Gamaleya”, afferma AstraZeneca in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.

11.12.2020 ore 11:41
Niente effetto Covid-19 sui supermercati

Nonostante la pandemia e i dubbi sull’opportunità di grandi feste e incontri familiari la grande distribuzione non è confrontata a un calo degli acquisti e conta di fare buoni affari nel periodo natalizio: è quanto emerge da un’indagine fra le più grandi catene di supermercati condotta dall’agenzia Awp.

11.12.2020 ore 11:39
Dal Consiglio federale 63 milioni per sostenere l'innovazione

Soprattutto in tempi di pandemia, è importante che la Svizzera rimanga innovativa e non perda il treno. Per questo, il Consiglio federale ha approvato venerdì il programma d’impulso “capacità d’Innovazione Svizzera” che incomincerà all’inizio del prossimo anno in concomitanza con l’entrata in vigore della pertinente ordinanza modificata. Il costo supplementare è di 63 milioni di franchi. Il Consiglio federale vuole garantire che le imprese svizzere possano mantenere la loro forza innovativa durante la pandemia, si legge in una nota. All’inizio di novembre ha quindi lanciato un corrispondente programma d’impulso con condizioni di finanziamento più semplici. L’obiettivo è quello di sostenere finanziariamente le PMI e le imprese con un massimo di 500 dipendenti nel 2021 e nel 2022.

11.12.2020 ore 11:35
Ministro tedesco vuole subito il lockdown

Il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer chiede che il lockdown duro in Germania scatti subito e che non si aspettino le vacanze di Natale. Il ministro della Csu bavarese lo ha detto allo Spiegel, secondo un’anticipazione.

11.12.2020 ore 11:09
Francia, bufera sul numero due del ministero della Salute

Il portavoce del Governo francese, Gabriel Attal, esclude le dimissioni del numero 2 del ministero della Salute, il direttore generale Jerome Salomon, accusato della penuria di mascherine di cui ha sofferto la Francia all’inizio della pandemia. Intervistato ai microfoni di LCI, Attal ha detto che Salomon “rimane fortunatamente al suo posto, siamo in piena crisi sanitaria. E’ alla guida della Direzione generale della Salute e posso dirvi che, a vederlo nelle riunioni, si impegna corpo e anima per proteggere la salute dei francesi”.

11.12.2020 ore 11:06
Al via i test a tappeto nei Grigioni

Nei Grigioni sono iniziati, venerdì mattina, i primi test a tappeto per il depistaggio del Covid-19. Si tratta di una prima in tutta la Svizzera. Secondo le autorità retiche, finora 9’500 persone si sono iscritte al test rapido volontario e gratuito. Il test è un mezzo importante per individuare il maggior numero possibile di infezioni da coronavirus, hanno annunciato le autorità grigionesi. Le prove vengono effettuate nelle regioni del Bernina (Poschiavo), Bassa Engadina/Münstertal e Maloja (Bregaglia e Alta Engadina). Un totale di 35’000 persone, compresi i turisti, nei 18 comuni sono potenzialmente coinvolte. L’obiettivo delle autorità è di effettuare 20’000 test da venerdì a domenica.

RG 12.30 dell'11.12.2020 La voce di Martin Bühler, capo dello stato maggiore cantonale
11.12.2020 ore 11:01
Test a tappeto per la scuola di Bonaduz (GR)

Nel quadro dell’analisi dei contagi effettuata giovedì mattina, 100 allievi del grado superiore di Bonaduz / Rhäzüns nonché 50 insegnanti della scuola di Bonaduz sono stati sottoposti al test relativo alla COVID-19. Una persona è risultata positiva. Dopo che, nonostante dieci giorni di insegnamento a distanza, presso la scuola del grado superiore di Bonaduz è stata registrata un’insolita concentrazione di casi di COVID-19, l’Ufficio dell’igiene pubblica, la scuola e lo stato maggiore di condotta comunale hanno deciso di procedere a un’analisi dei contagi. I test sono stati effettuati in collaborazione con il medico scolastico Dr. Elisabeth Pommé.

11.12.2020 ore 10:50
Il Land tedesco del Baden-Wuerttemberg in lockdown dopo Natale

Il Land tedesco del Baden-Wuerttemberg, la regione di Stoccarda, andrà in lockdown subito dopo Natale almeno fino al 10 gennaio, per fronteggiare l’aumento dei contagi da coronavirus. Lo ha annunciato il ministro-presidente Winfried Kretschmann, sottolineando che la decisione viene presa in attesa che si arrivi a un accordo federale sulle misure anti-Covid. La Germania è in semi-lockdown dal 2 novembre ma da più regioni è arrivata la richiesta di un’ulteriore stretta.

11.12.2020 ore 10:22
In Brasile 58 nuovi infettati per la seconda volta

Sono 58 i casi di possibile reinfezione da Covid-19 all’esame dal ministero della Salute brasiliano. E’ di ieri la conferma del primo caso accertato di reinfezione nel Paese sudamericano: si tratta di un medico di 37 anni infettata la prima volta nel giugno scorso e la seconda ad ottobre. Il sequenziamento genetico ha confermato che la donna si è infettata con due ceppi diversi di virus. “Al momento stiamo verificando 58 casi sospetti di reinfezione segnalati dalle autorità sanitarie di nove stati diversi”, ha detto Greice Madeleine Ikeda do Carmo, direttrice del Dipartimento di articolazione strategica del ministero della Salute.

11.12.2020 ore 10:10
In Ticino 326 nuovi contagi e 10 morti

In Ticino, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 326 nuovi casi di infezione da coronavirus. Dieci persone hanno perso la vita a causa della malattia. Da inizio pandemia in Ticino sono stati registrati 18’432 casi di positività al coronavirus. Il totale delle persone decedute a causa della malattia è di 625. Attualmente negli ospedali ticinesi sono ricoverate 346 persone, 43 delle quali sono curate in terapia intensiva.

11.12.2020 ore 10:05
Nuovi record di decessi in Brasile

Sono 769 i morti registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, che fanno alzare il totale delle vittime dall’inizio della pandemia a 179.801. I nuovi contagi sono stati 53.425, per una cifra complessiva di 6.783.543, secondo cifre ufficiali.

11.12.2020 ore 10:04
In Ticino obbligo generalizzato delle mascherine per i docenti di scuola elementare

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) ha comunicato alle direzioni degli istituti scolastici comunali che a partire da lunedì 14 dicembre entrerà in vigore l’obbligo generalizzato dell’uso della mascherina per i docenti di scuola elementare. La misura intende contenere l’aumento delle quarantene di classe in queste scuole.

I piani di protezione adottati nelle scuole comunali contro la pandemia Covid-19 hanno sin qui dato prova di grande efficacia nel perseguimento dell’obiettivo. Prova ne sia che tra il 31 agosto e il 26 novembre 2020 solo una delle 803 sezioni complessive di scuola elementare del Canton Ticino ha dovuto essere posta preventivamente in quarantena. Ciò nonostante nelle ultime settimane si è verificata un’improvvisa accelerazione; sette le quarantene di classe riscontrate.

Elementari, docenti con le mascherine

La decisione è stata presa dal DECS dopo aver registrato un’impennata delle quarantene in questi istituti nelle ultime settimane

11.12.2020 ore 09:30
Record di decessi anche in Russia

In Russia nelle ultime 24 ore sono stati accertati 613 decessi provocati dal Covid-19: il massimo in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. Stando ai dati ufficiali, oggetto di numerose critiche, sono 45.893 le persone morte nel Paese a causa della malattia. Il centro operativo nazionale anticoronavirus riporta inoltre che nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 28.585 nuovi contagi, di cui 7.215 nella sola Mosca, portando a 2.597.711 il totale dei casi di Covid-19 finora accertati in Russia.

11.12.2020 ore 09:22
Approvazione d'emergenza non possibile in Svizzera

L’autorità americana di controllo dei medicamenti FDA deciderà a breve su una richiesta d’approvazione di emergenza (Emergency Use Authorisation) per l’impiego del vaccino di Pfizer/BioNtech contro il coronavirus. In Svizzera un’approvazione di emergenza per i vaccini non è prevista per legge. Swissmedic è in stretto contatto con le autorità partner internazionali e sta esaminando a pieno ritmo tutte le richieste di vaccini contro il Covid-19 mediante la procedura di rolling review. Le aziende hanno fornito ulteriori dati sui loro vaccini contro il Covid-19. Ciò consentirà di rilasciare rapidamente le omologazioni non appena saranno disponibili dati sufficienti sulla sicurezza, l’efficacia e la qualità.

11.12.2020 ore 09:10
Record di morti in Germania

L’Istituto Robert Koch registra nuovi picchi nella diffusione dell’epidemia di Covid in Germania, dove nel giro di 24 ore sono stati segnalati 29.875 nuovi contagi (e dunque oltre 6.000 più di giovedì, quando erano stati 23.679) e 598 vittime, finora un record.

Negli ultimi giorni, alla luce dell’aumento dei casi, si è infiammata la discussione sulla necessità di misure più incisive: il semi-lockdown in vigore dal 2 novembre non è sufficiente, e molti - a partire dalla cancelliera Angela Merkel - sono favorevoli a un lockdown rafforzato, con la chiusura anticipata delle scuole per le feste di Natale e la serrata dei negozi.

11.12.2020 ore 08:37
La FDA statunitense sta per dare il via libera al vaccino Pfizer/BioNTech

Dalla Food and Drug Administration statunitense arriva la raccomandazione della commissione consultiva di esperti per autorizzare la distribuzione del vaccino sviluppato dalle società farmaceutiche Pfizer e BioNTech.

Il medicamento, secondo quanto riporta il New York Time, potrebbe ricevere la piena ‘autorizzazione all’uso di emergenza’ della Food and drug administration (FDA) già sabato o domenica.

La raccomandazione positiva di oggi, venerdì, del comitato di esperti della FDA in favore della approvazione negli USA della prima immunizzazione contro il Sars-Cov-2 sta facendo scattare il conto alla rovescia: i lavoratori della sanità americani sperano di ricevere le prime dosi già la prossima settimana. I dirigenti di ‘Operation Warp Speed’ hanno garantito la spedizione del vaccino entro 24 ore dall’ok della FDA. Il primo lotto conterrà 6,4 milioni di dosi.

RG 08.00 dell'11.12.2020 La corrispondenza di Emiliano Bos
11.12.2020 ore 08:05
Il virus aiuta il clima

Le emissioni di CO2 sono diminuite del 7% nel 2020. Ciò è legato alle misure di confinamento adottate contro l’epidemia di Covid-19, secondo la valutazione annuale del Global carbon project (GCP) pubblicata venerdì. Il rapporto esamina le emissioni annuali di CO2 e la loro persistenza nell’atmosfera, responsabili del cambiamento climatico. Il rapporto è tradizionalmente pubblicato alle conferenze sul clima dell’ONU. La pubblicazione di quest’anno si colloca in un contesto particolare, poiché il 26° COP previsto a Glasgow è stato posticipato di un anno. Durante il lockdown di primavera il calo è stato del 17%. Nell’atmosfera sono state riversate circa 2,4 miliardi di tonnellate in meno di agenti a effetto serra.

11.12.2020 ore 07:59
Roche inizia la commercializzazione di un nuovo test per depistare il virus

Roche inizia a commercializzare il test antigene Sars-Cov-2 nei mercati che riconoscono il marchio europeo di conformità CE. Il colosso multinazionale del settore farmaceutico e diagnostico prevede di accelerare i suoi ritmi di produzione per consegnare più di dieci milioni di test al giorno entro l’inizio del prossimo anno. Il gruppo basilese ha dichiarato in una nota che ha anche presentato una richiesta di approvazione alla FDA degli Stati Uniti. Il dispositivo da laboratorio Elecsys Sars-Cov-2 dovrebbe facilitare lo screening di massa del virus che causa il Covid-19.

11.12.2020 ore 07:59
Giappone: suicidi in aumento per quinto mese di fila

Crescono per il quinto mese di fila i suicidi in Giappone, complice la pandemia del coronavirus, che ha esasperato situazioni di difficoltà già presenti nel Paese.

In novembre il numero di persone che si sono tolte la vita è salito dell’11,3% a quota 1’798, con un totale che da inizio anno che raggiunge le 19’101 unità. La capitale Tokyo è la prefettura che guida il triste primato, con 198 suicidi.

11.12.2020 ore 07:55
Sanofi GSK, vaccino in forte ritardo

Battuta d’arresto, in un momento in cui altri stanno iniziando le campagne di vaccinazione, per i laboratori francese Sanofi e britannico GSK che hanno annunciato, oggi, venerdì, che il loro vaccino anti Covid-19 non sarà pronto fino alla fine del 2021. L’annuncio dei due giganti farmaceutici arriva dopo che i risultati dei test sono stati molto meno incoraggianti di quanto inizialmente previsto.

Il programma è “in ritardo per migliorare la risposta immunitaria negli anziani”, hanno detto le due aziende in una nota congiunta diffusa venerdì. Ora si aspettano che il vaccino sia disponibile nel quarto trimestre del prossimo anno, mentre inizialmente avevano previsto di presentare la domanda di approvazione nella prima metà del 2021.

Sanofi, che sta sviluppando il vaccino in collaborazione con GSK, che fornisce il coadiuvante, ha iniziato solo recentemente la fase finale della sperimentazione umana prima dell’approvazione regolamentare (“Fase 3”) inizialmente prevista alla fine del mese di dicembre.

RG 12.30 del 11.12.2020 Il servizio di Andrea Ostinelli
11.12.2020 ore 07:30
Grigioni: 139 casi e nessun morto

Venerdì le autorità sanitarie cantonali hanno reso noto che nel corso delle precedenti 24 ore non sono stati registrati altri decessi legati al Covid-19 (110 dall’inizio della pandemia), ma 139 positività al coronavirus, mentre le persone ricoverate in ospedale a causa della malattia sono passate da 46 a 42 (-4). Il totale dei casi attivi, considerando i nuovi contagi e le persone guarite nello stesso lasso di tempo, è salito a 853. Persone in quarantena: 1’074.

Il numero di nuovi contagi, 139 per l’appunto, è il secondo valore più alto da inizio pandemia: solo il 29 novembre si era registrato un dato più elevato: 143.

11.12.2020 ore 07:15
Stop ai test sul vaccino australiano CSL

Le sperimentazioni cliniche del vaccino contro il Covid-19 in via di sviluppo in Australia dall’Università del Queensland e dall’ente di biotech Commonwealth Serum Laboratories (CSL) sono state abbandonate, dopo che alcuni partecipanti hanno riportato falsi risultati positivi all’HIV.

Il vaccino è uno dei quattro che il Governo australiano si è impegnato ad acquistare, e ne aveva ordinate 52 milioni di dosi. Il primo ministro Scott Morrison ha annunciato che aumenterà le ordinazioni già in corso dai colossi farmaceutici AstraZeneca e Novavax

11.12.2020 ore 07:12
EOC in prima linea contro il Covid

Una ricerca su pazienti dell’Ente ospedaliero cantonale mostra come ridurre la mortalità con farmaci comuni. I risultati su una delle riviste scientifiche più importanti al mondo

EOC in prima linea contro il Covid

Una ricerca su pazienti dell’Ente ospedaliero cantonale mostra come ridurre la mortalità con farmaci comuni – I risultati su una delle riviste scientifiche più importanti al mondo