Italia coronavirus
I dati tornano a crescere Keystone
Momenti chiave
14.05.2020 ore 22:31
14.05.2020 ore 18:37
14.05.2020 ore 18:21
14.05.2020 ore 18:04
14.05.2020 ore 14:19
14.05.2020 ore 12:56
14.05.2020 ore 12:32
14.05.2020 ore 11:17
14.05.2020 ore 11:16
14.05.2020 ore 11:00
14.05.2020 ore 10:39
14.05.2020 ore 10:25
14.05.2020 ore 10:18
14.05.2020 ore 09:59
14.05.2020 ore 08:15
14.05.2020 ore 07:31

Peggiora la situazione in Italia

Mentre Ticino e Grigioni non registrano né decessi né contagi, i 262 morti oltre confine sono il numero più alto dell'ultima settimana. E la riapertura delle frontiere deve attendere
giovedì 14 maggio 2020 07:18

L'Italia resta lontana e i cittadini elvetici probabilmente non potranno tornare a varcare il confine meridionale fino a estate iniziata. La Confederazione ha annunciato che dal 15 giugno saranno riaperte le frontiere con Francia, Germania e Austria con alcuni allentamenti (come per le coppie non sposate e i proprietari di residenze secondarie) che scatteranno già sabato. Il dialogo tra Berna e Roma è in corso, ma la situazione sanitaria nella Penisola non permette ancora di prevedere il momento dell'abolizione delle restrizioni ai movimenti tra i due Stati: sono 262 (111 in Lombardia) i nuovi decessi segnalati oggi, il numero più alto dal 7 maggio. Nella capitale italiana si sta però discutendo di dare la possibilità ai concittadini residenti nei paesi limitrofi di recarsi a trovare i familiari senza l'obbligo di sottostare alla quarantena obbligatoria di 14 giorni.

In Svizzera, al contrario, l'evoluzione dei contagi, dei ricoveri e dei decessi per Covid-19 desta meno preoccupazioni, malgrado l'impennata odierna che è solo contabile: sono 25 i nuovi morti nelle statistiche, ma non si tratta di decessi avvenuti nelle ultime 24 ore bensì di segnalazioni del passato. Per la seconda volta negli ultimi tre giorni in Ticino non si registrano invece né morti né nuove infezioni. Il bilancio è immutato anche nei Grigioni.

La cronaca della giornata di ieri

 

I dati sempre aggiornati

 

di Diego Moles, Enrico Campioni, Stefano Pongan, Yara Rossi, Sandro Pauli, Elias Bernasconi e Massimiliano Angeli

15.05.2020 ore 00:00
Trump minaccia la rottura dei rapporti con la Cina

Donald Trump ha ulteriormente inasprito i toni nei confronti della Cina, minacciando di rompere tutti i rapporti con il gigante asiatico per la sua gestione del Covid-19. Il presidente degli Stati Uniti ha dichiarato che non intende più parlare con il suo omologo cinese Xi Jinping, almeno per il momento. Trump ripete da diverse settimane che il pesante bilancio causato dal coronavirus - 300’000 morti in tutto il mondo - avrebbe potuto essere evitato se la Cina avesse agito in modo responsabile quando il virus è comparso nella città di Wuhan. Negli scorsi giorni Washington ha pure accusato Pechino di aver cercato di rubare ai ricercatori americani gli studi su un vaccino contro il virus.

14.05.2020 ore 23:08
Decessi e contagi in aumento in Lombardia

Nella vicina regione italiana i dati relativi al coronavirus sono tornati a salire: 111 vittime e 522 nuovi casi di contagio

Lombardia, risale il numero dei morti

Nella regione italiana 111 decessi in 24 ore. I nuovi contagi sono 522

14.05.2020 ore 22:31
Nel mondo circa 300'000 morti

La pandemia di coronavirus ha fatto almeno 299’638 morti nel mondo dalla sua apparizione in Cina a dicembre, secondo un rapporto dell’Agenzia di stampa francese Afp che si basa su fonti ufficiali di giovedì sera. Più di 4’395’790 casi di infezione sono stati ufficialmente diagnosticati in 196 paesi e territori.

Il numero di casi diagnosticati, tuttavia, riflette solo una frazione del numero effettivo di infezioni, in quanto molti Paesi si limitano a testare i casi che richiedono il ricovero in ospedale. Fra questi casi, almeno 1’501’900 sono oggi considerati guariti. Gli Stati Uniti, che hanno registrato il loro primo morto legato al coronavirus all’inizio di febbraio, sono il paese più toccato sia per numero di morti che di casi con 84’985 decessi per 1’401’948 casi. Almeno 243’430 persone sono state dichiarate guarite.

14.05.2020 ore 21:49
Los Angeles, mascherina obbligatoria

A Los Angeles sarà obbligatorio l’utilizzo della mascherina per tutte le persone di età superiore ai due anni. A decidere la misura, che mira a fermare la diffusione del coronavirus nella città statunitense, è stato il sindaco Eric Garcetti. Finora l’uso delle mascherine a Los Angeles era richiesto solo nei negozi e in alcune strutture pubbliche, così come sui mezzi di trasporto pubblico.


In alcune zone della California meridionale, come nella piccola città di Beverly Hills, l’uso delle mascherine era stato reso obbligatorio diverse settimane fa, senza tuttavia essere applicato rigorosamente dalle popolazioni interessate. La contea di Los Angeles è il principale focolaio di Covid-19 in California, con più di 34’000 casi confermati e circa 1’660 morti.

14.05.2020 ore 20:37
Per i ricongiungimenti familiari bisognerà attendere

In Svizzera il congiungimento familiare è nuovamente possibile dallo scorso 11 maggio, ma per quanto riguarda l’Italia non si conoscono ancora le tempistiche

Rientri verso l'Italia, è ancora quarantena

Le frontiere con la Penisola non riapriranno a breve e i ricongiungimenti familiari non si sa quando saranno possibili

14.05.2020 ore 19:38
Frontalieri, accordi fiscali prolungati tra Svizzera e Francia

Svizzera e Francia hanno concluso un accordo provvisorio che concerne i lavoratori frontalieri che lavorano da casa a causa dell’epidemia di coronavirus. Per loro gli accordi fiscali conclusi finora continuano ad applicarsi fintanto che le misure sanitarie eccezionali restano in vigore. I frontalieri francesi continueranno così a essere imposti come se si fossero fisicamente recati sul luogo di lavoro.


Le disposizioni dell’accordo sono valide fino al 31 maggio 2020 e sono rinnovate tacitamente di mese in mese fino a quando Berna e Parigi avranno posto fine alle disposizioni sanitarie che limitano o scoraggiando la circolazione delle persone. Le autorità francesi o svizzere possono tuttavia annullare l’intesa di comune accordo. In una nota, la Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI) afferma di essere in contatto con altri Stati limitrofi allo scopo di concludere accordi simili.

14.05.2020 ore 19:26
Francia, si allenta la pressione sui reparti di rianimazione

In Francia i nuovi decessi dovuti al coronavirus sono stati 351, per un totale di 27’425 vittime dall’inizio della pandemia. Continua ad allentarsi la pressione sui reparti di rianimazione: attualmente sono 2’299 i pazienti che necessitano cure intense, ovvero 129 in meno rispetto alla giornata precedente. Il numero complessivo dei contagiati ha invece toccato quota 141’356, con un aumento di 662 casi nelle ultime 24 ore.

14.05.2020 ore 18:52
Nessuna sanzione per le stazioni sciistiche rimaste aperte

Nessuna conseguenza penale per le stazioni sciistiche del canton Berna rimaste aperte al pubblico il 14 marzo, all’indomani della decisione del Consiglio federale di imporre misure di confinamento in tutta la Svizzera. Non si può infatti parlare di un atto volontario di renitenza, afferma la procura cantonale nel decreto di non luogo a procedere. Questo poiché in un primo momento vi erano stati interpretazioni divergenti riguardo alle misure imposte per limitare la diffusione del coronavirus.


L’ordinanza federale vietava le manifestazioni di oltre 100 persone, proibizione estesa “alle strutture ricreative e per il tempo libero, segnatamente musei, centri sportivi, palestre, piscine e centri benessere”. Il presidente del consiglio di Stato bernese Christoph Ammann aveva interpretato queste disposizioni affermando che le stazioni invernali non dovevano forzatamente chiudere, se rispettavano le direttive dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). L’esecutivo aveva poi corretto tale posizione il giorno dopo, quando fra l’altro anche l’UFSP aveva richiamato all’ordine su questo tema.

14.05.2020 ore 18:42
Francia, 14 giorni di quarantena per chi arriva dalla Spagna

La Francia imporrà un periodo di quarantena di 14 giorni a tutti i viaggiatori provenienti dalla Spagna, dove la stessa misura è stata applicata per tutti coloro che entrano nella nazione spagnola dall’estero. Il Governo di Parigi sperava di evitare questa misura preventiva, atta a contrastare la diffusione del coronavirus, ma dall’Eliseo si riservano di predisporre lo stesso provvedimento per tutti i passeggeri provenienti da Paesi, come appunto la Spagna, dove ai viaggiatori francesi viene imposto l’obbligo di quarantena.


In Spagna il decreto prevede un periodo di isolamento per tutti coloro che provengono dall’estero, compresi i cittadini spagnoli che fanno rientro in patria. La misura resterà in vigore almeno fino al 24 maggio.

14.05.2020 ore 18:37
Il virus ci fa male alla testa
RG 18.30 del 14.05.2020 Il servizio di Gabriele Fontana

Paura della malattia, lutto, solitudine e spettro della disoccupazione: la pandemia genera anche stress e depressione e rischia di causare una crisi sanitaria anche dal profilo psicologico nelle popolazioni maggiormente colpite dal virus: è l’allarme lanciato in un rapporto delle Nazioni Unite. Particolarmente vulnerabile è il personale sanitario che ha lottato e sta lottando in prima linea contro il COVID-19, con il timore di un aumento dei suicidi, e non vanno dimenticate le famiglie che, rinchiuse in casa, hanno visto crescere le tensioni, con conseguenze sullo sviluppo psichico dei bambini e una maggiore esposizione alle violenze domestiche. Il servizio è di Gabriele Fontana

14.05.2020 ore 18:21
La Turchia ha superato l'Iran

Per Ankara la situazione è sotto controllo, ma bar, ristoranti e parchi restano chiusi

Il virus ha invaso la Turchia

I morti sono, finora, 4'000; 143'000 i contagi in due mesi, ma il "lockdown" è praticato solo il sabato e la domenica e la crisi economica è... potente

14.05.2020 ore 18:04
Italia, decessi ancora in aumento

In Italia il numero delle vittime del coronavirus si conferma in aumento. Nelle ultime 24 ore sono state 262 le persone a perdere la vita a causa del Covid-19, contro le 195 del giorno precedente. Si tratta del bilancio giornaliero più pesante dallo scorso 7 maggio. Il numero complessivo dei morti ha toccato così quota 31’368 dall’inizio della pandemia. In crescita anche i contagi: 992 i nuovi casi positivi, che ieri erano stati 888, per un totale di 223’096 infetti nel Paese.

14.05.2020 ore 17:55
Svizzera, "tamponi a carico dell'assicurazione malattia"

I tamponi per verificare la positività alla malattia Covid-19 devono essere finanziati dall’assicurazione malattia di base, venendo esonerati dalla franchigia. È quanto chiede la Conferenza delle direttrici e direttori cantonali della sanità (CDS), riunita oggi in assemblea plenaria a Berna. Per i responsabili cantonali è incomprensibile che i test per il coronavirus siano coperti dalle casse malattia solo per una parte dei pazienti. “Così facendo, c’è il rischio che le persone potenzialmente infette non facciano il test per motivi finanziari”, ha detto la presidente Heidi Hanselmann, citata nella nota.

Per quanto riguarda la copertura dei costi sostenuti dagli ospedali, i direttori cantonali della sanità hanno ribadito che la Confederazione dovrà contribuire “poiché gran parte di queste perdite sono state causate dal divieto di interventi elettivi, pronunciato in via provvisoria dal Consiglio federale”.

RG 08.00 del 15.05.2020 Il servizio di Gino Ceschina
14.05.2020 ore 17:44
Discovery, ancora nessuna conclusione su quattro possibili trattamenti

Il comitato indipendente incaricato di analizzare lo studio clinico europeo denominato Discovery ha giudicato non ancora sufficienti i risultati fin qui disponibili per pronunciarsi definitivamente sull’efficacia dei quattro trattamenti testati su malati gravi di COVID-19 ricoverati in ospedale. Si tratta dell’antivirale remdesivir, della combinazione fra i farmaci lopinavir e ritonavir, della stessa combinazione con l’aggiunta dell’interferone beta e dell’idrossiclorochina. Le ricerche quindi proseguono. Il progetto era stato lanciato il 22 marzo, con l’obiettivo di raggiungere 3’200 malati di cui 800 in Francia. Ci si è fin qui fermati a 750 in tutto per problemi di cooperazione internazionale e di regolamentazioni.

14.05.2020 ore 17:17
Stati Uniti, 135'000 licenziamenti negli ospedali

Negli Stati Uniti un milione e mezzo di persone hanno perso il proprio impiego nel settore della sanità, 135’000 delle quali negli ospedali. Dal mese di marzo, le operazioni e gli esami non urgenti sono stati annullati in gran parte delle strutture sanitarie del Paese. Il confinamento ha inoltre ridotto drasticamente il numero di incidenti, e diversi pazienti con malattie croniche hanno evitato di recarsi negli ospedali per paura di contrarre il virus. Nel sistema sanitario americano, molti infermieri lavorano “ad ingaggio”, situazione contrattuale che permette agli ospedali di ridurre i costi del personale da un giorno all’altro.

14.05.2020 ore 17:02
Vallese, il Gran Consiglio si riunirà a Briga

La sessione estiva del Gran Consiglio vallesano quest’anno non si svolgerà a Sion, come d’abitudine, ma a Briga. Sarà la Simplonhalle, infatti, ad accogliere i 130 deputati nel rispetto delle misure sanitarie imposte per combattere il coronavirus. Per le assemblee, che si terranno dal 15 al 18 giugno prossimo, saranno predisposti tavoli a due metri di distanza uno dall’altro, gel disinfettanti e mascherine per chi volesse indossarle. Il voto verrà effettuato per alzata di mano. L’organizzazione della sessione in esterna avrà un costo totale di 60’000 franchi.

14.05.2020 ore 16:57
Swiss si prepara a ripartire: ecco i voli da giugno

Dopo un periodo di quasi totale inattività a causa della pandemia di coronavirus, Swiss ha reso noto oggi le località che intende servire di nuovo a partire dal mese di giugno. Nell’area del Mediterraneo, verranno ripristinati i collegamenti con Malaga, Barcellona, Madrid e Valencia e con Brindisi, Firenze, Napoli e Roma. In Europa, fra le altre, Globalmente, in una prima fase sono previsti dagli scali di Zurigo e Ginevra fino a 190 voli alla settimana verso 41 località europee. Ci sono anche Parigi, Amsterdam, Mosca, Atene, Berlino, Londra, Stoccolma,... L’ampliamento dell’offerta avverrà a tappe nel corso delle settimane, in particolare a partire dall’estate.

Sul lungo raggio, tra i collegamenti figurano anche tre voli settimanali con New York/Newark e quattro voli verso New York/JFK, due in direzione di Chicago e Tokyo, tre verso Mumbai, due voli verso Hong Kong, un collegamento alla settimana in direzione di Singapore, Bangkok e Johannesburg.

14.05.2020 ore 16:32
Appenzello Interno, trasporti pubblici gratis per rilanciare il turismo

Anche l’Appenzello Interno vuole rilanciare il proprio settore del turismo, fortemente colpito dalla crisi del coronavirus. Tutte le persone che passeranno almeno tre notti in un hotel della regione, non importa da quale parte della Svizzera arrivino, si vedranno offrire il viaggio in treno di andata e ritorno in seconda classe. Oltre che ad attirare i turisti, l’azione serve anche a lottare contro i cambiamenti climatici, incitando le persone a rinunciare alla propria auto. La campagna è stata organizzata dall’Ufficio del turismo in collaborazione con Cantone, hotel e FFS.

14.05.2020 ore 16:23
Virus informatici nello spam correlato al Covid-19

Il 3% delle aziende mondiali è stata toccata dal forte incremento di campagne spam correlate all’emergenza Covid-19, che hanno lo scopo di diffondere virus malevoli. È l’allarme lanciato dai ricercatori della società di sicurezza Check Point Software Technologies, che ha sottolineato come alcuni di questi virus informatici sfruttino anche il nome dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

A rubare password e credenziali sarebbe una nuova variante del malware “Agent Tesla”, diffuso sotto forma di allegato in diverse campagne spam. Una di queste invita a cliccare su una presunta comunicazione dell’OMS, relativa ad un nuovo vaccino contro il coronavirus.

14.05.2020 ore 16:14
Riapertura dei lidi e focus sulla mobilità lenta

Il Municipio propone novità per incoraggiare l’uso della bicicletta e ufficializza l’apertua a fine giugno delle strutture balneari, se Berna darà il via libera e con modalità rispettose delle distanze sociali

Lugano dopo il COVID

Il Municipio annuncia le iniziative per incentivare i veicoli a due ruote, le riaperture dei mercati, lidi e attività sportive

14.05.2020 ore 16:02
L'EMPA sviluppa mascherine lavabili e riutilizzabili

I ricercatori del Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (EMPA), in collaborazione con l’industria tessile svizzera, hanno sviluppato la tecnologia e standard di qualità per le mascherine in tessuto lavabili e riutilizzabili destinate al grande pubblico. Le mascherine tessili sono in circolazione da quando la malattia Covid-19 è stata scoperta, ma non proteggono in modo efficace.

Su incarico della cosiddetta “National Covid-19 Science Task Force” della Confederazione, il progetto “ReMask” ha ora definito norme specifiche per le maschere in tessuto che dovrebbero ridurre al minimo il rischio di diffusione del coronavirus.

Il Laboratorio federale ha già trasmesso gli standard per la produzione locale di mascherine in tessuto a diverse aziende svizzere del settore. In questo modo, la produzione può iniziare immediatamente. Le aziende distribuiranno i prodotti attraverso i rivenditori, ma anche direttamente.

RG 07.00 del 15.05.2020 Il servizio di Anna Maria Nunzi
14.05.2020 ore 16:02
Mondo, milioni di ragazze potrebbero non fare ritorno a scuola

Se in Svizzera i bambini hanno ripreso a frequentare le scuole, nel mondo circa il 70% degli allievi non ha ancora potuto tornare sui banchi. Nei paesi in via di sviluppo, ancora fortemente colpiti dall’emergenza coronavirus, molti bambini potrebbero non fare mai ritorno nelle scuole. Secondo l’organizzazione umanitaria Plan International Suisse, ad essere particolarmente a rischio sarebbero le allieve adolescenti.


“Nel paesi meno sviluppati, sono 111 milioni le ragazze toccate dalla chiusura forzata delle scuole. Per loro l’educazione, già difficile prima della crisi, rischia di svanire completamente. Ciò potrebbe avere conseguenze devastanti per il loro avvenire, aumentando ulteriormente il divario tra i generi”, ha spiegato la direttrice dell’organizzazione Suba Umathevan.

14.05.2020 ore 15:37
Svizzera, a rischio il 5,5% dei posti di apprendistato

In Svizzera il 5,5% dei posti di apprendistato andrà probabilmente perso, questo a causa della crisi dovuta al coronavirus. È quanto emerge da un sondaggio realizzato presso le aziende formatrici dal Politecnico federale di Zurigo e da Yousty, piattaforma per la ricerca di stage e apprendistati. Il 2,8% dei posti di apprendistato sono già spariti a causa della pandemia Covid-19, mentre lo 0,6% di quelli che avrebbero dovuto iniziare nel 2020 è stato cancellato.


Secondo il sondaggio, il 92% delle formazioni previste per l’autunno sono ancora valide. Tre quarti dei posti sono già occupati e più di un quinto delle aziende formatrici sarebbe disposta ad offrire ulteriori posti di formazione. I datori di lavoro temono che le conoscenze e le competenze dei loro apprendisti con diploma di scuola secondaria risentiranno delle ore scolastiche perse per via del coronavirus.

14.05.2020 ore 15:21
Stabile il numero dei contagi in Svizzera

L’ultimo aggiornameto dei dati riguardanti la diffusione del nuovo coronavirus in Svizzera ha confermato la stabilizzazione del numero dei nuovi contagi a livello nazionale. Peri il quarto giorno consecutivo l’aumento dei test risultati positivi si situa al di sotto dei 50 casi. La soglia delle 100 infezioni accertate nelle ultime 24 ore non è invece più superata da domenica 3 maggio. Tendenzialmente in calo anche il numero dei decessi quotidiani riportato dalla statistica della Confederazione. Complessivamente le morti legate al Covid-19 finora sono state 1’589.


14.05.2020 ore 15:20
Regno Unito, ancora in calo i decessi

Nel Regno Unito i decessi si confermano in calo. Dopo le 494 vittime registrate nella giornata di ieri, i nuovi decessi dovuti al coronavirus sono stati 428. Il bilancio totale sale così quota a 33’614 morti dall’inizio della pandemia sul territorio. I nuovi casi positivi per un totale di 233’151 contagiati. I test effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 126’000.

14.05.2020 ore 14:33
Compagnia sanitaria 2, servizio finito dopo 60 giorni

La compagnia sanitaria 2, entrata in servizio il 17 marzo per dare man forte nella gestione della pandemia in Ticino, giovedì è stata liberata dopo 60 giorni di impegno. La cerimonia di resa della bandiera si è svolta in forma ridotta alla caserma del Monte Ceneri, tra gli altri, del presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi e del divisionario Lucas Caduff.

La compagnia comandata del capitano Marco Spacio è stata tra le prime truppe chiamate in servizio per l’emergenza coronavirus. Fino a un massimo di 60 militari (più i militi che hanno assicurato la logistica) sono stati impiegati contemporaneamente negli ospedali pubblici (Beata Vergine, Italiano, Civico, San Giovanni e La Carità), nelle cliniche (Moncucco, Santa Chiara e Malcantonese), alla fondazione Madonna di Re e nei centri per richiedenti l’asilo di Chiasso e Balerna.

14.05.2020 ore 14:32
Presunte irregolarità con le fideiussioni federali

A Zurigo sono una trentina i casi sotto inchiesta, ma anche in Ticino i criteri fissati dall’ordinanza non sarebbero stati sempre rispettati. La procura ha avviato accertamenti

Crediti, si sospettano violazioni

Il Ministero pubblico conferma: accertamenti in corso su due segnalazioni di presunte irregolarità in Ticino

14.05.2020 ore 14:19
Primo d'agosto 2020 senza festa

A Coira quest’anno non saranno organizzati i tradizionali festeggiamenti per il Primo di agosto nel parco Quaderwiese. La decisione fa seguito al divieto emanato dal Consiglio federale di assembramenti con oltre 1’000 persone fino alla fine di agosto. Il Municipio, annunciando la rinuncia alle celebrazioni ufficiali della Festa nazionale nella capitale retica, sottolinea che “non vede l’ora di organizzare l’anno prossimo un’altra festa per il compleanno della Confederazione”.


14.05.2020 ore 13:35
UE, 60 milioni a progetti innovativi

Trovare tecnologie innovative per affrontare l’emergenza della Covid-19 in Europa, dalla biomedicina alla mobilità e all’energia: è questo l’obiettivo del finanziamento di 60 milioni di euro annunciato giovedì in una conferenza stampa online da Dirk Jan Van den Berg, presidente del Comitato direttivo dell’Istituto europeo per l’innovazione e la tecnologia (Eit) finanziato dall’Unione europea.

I nuovi fondi sono espressamente dedicati a trovare soluzioni per affrontare l’emergenza Covid-19 e si aggiungono ai 100 recentemente stanziati dall’Eit per sostenere gli innovatori europei. “L’obiettivo è stimolare la ricerca di idee innovative perché possano tradursi in applicazioni utili alla società e in occupazione, in vista di un futuro più sostenibile per il pianeta”, ha detto Van den Berg.

14.05.2020 ore 13:33
Immobiliare: il mercato è fermo, ma i prezzi restano stabili

Il diffondersi della pandemia ha praticamente paralizzato il mercato immobiliare. La situazione, tuttavia, non ha ancora avuto alcun impatto sui prezzi, secondo lo studio “Immobili Svizzera” di Raiffeisen pubblicato giovedì. L’incertezza si è tradotta in un crollo dei nuovi annunci per le case unifamiliari e gli appartamenti in proprietà messi sul mercato. In aprile il loro numero si è dimezzato. La domanda è stata frenata a breve termine. Da un lato perché la situazione finanziaria dei potenziali acquirenti è peggiorata. Dall’altro perché sono aumentati i dubbi sul futuro.

14.05.2020 ore 12:56
Salve le vacanze dei francesi

I francesi potranno partire in vacanza in patria questa estate. Lo ha promesso il premier Edouard Philippe, annunciando un piano di aiuti da 18 miliardi di euro per il settore turistico, fin qui paralizzato dalla crisi legata al coronavirus e che ha già beneficiato di 6,2 miliardi sotto forma di prestiti. I cittadini possono quindi riservare tranquillamente, saranno rimborsati se una seconda ondata pandemica dovesse cambiare le carte in tavola e impedire la partenza verso i luoghi di villeggiatura.

14.05.2020 ore 12:32
Restano in ospedale 71 ticinesi

Da una settimana sotto quota 100: in Ticino sono ancora ricoverate 71 persone, di cui 62 in reparto e 9 in terapia intensiva (7 intubate). Sono 6 quelle dimesse nelle ultime 24 ore, per un totale di 857.

Il miglioramento della situazione negli ospedali Covid-19 è costante dalla fine di marzo quando il numero dei ricoverati aveva raggiunto il suo massimo con 415 dei quali 75 in cure intense. Nel corso del mese di aprile il loro numero dei degenti si era ridotto. Il 1. maggio era di 142, il doppio di oggi.


14.05.2020 ore 12:02
4 milioni per le piccole imprese di montagna

La crisi legata al coronavirus sta colpendo duramente anche le aziende delle regioni di montagna. Per sostenerle, il Consiglio di fondazione dell’Aiuto svizzero alla montagna (ASM) ha annunciato che stanzierà 4 milioni di franchi per preservare le piccole imprese di montagna dal fallimento e mantenere i posti di lavoro. Le piccole e microaziende nelle regioni di montagna si trovano in “grave difficoltà” nonostante i prestiti senza interessi e il sostegno di Confederazione e Cantoni e molte sono “addirittura a rischio di estinzione”. In particolare risultano penalizzate le piccole strutture turistiche e commerciali, spiega l’ASM in un comunicato stampa di giovedì.

14.05.2020 ore 11:36
Segnalati altri 25 decessi in Svizzera

Dopo una giornata con 3 morti e 33 casi, il nuovo bilancio nazionale dell’Ufficio federale della sanità pubblica fa stato di 25 decessi contabilizzati da ieri, mentre le nuove infezioni sono 50. Non si tratta però di persone morte nelle ultime 24 ore, ma di esiti letali in parte risalenti addirittura al 19 marzo ed entrati solo ora nelle statistiche.

Per corona-data.ch, che aggrega le cifre fornite dai cantoni, i morti complessivi dall’inizio della pandemia sono 1’870

14.05.2020 ore 11:17
Spagna, altri 217 decessi

Il bilancio giornaliero delle vittime dovute al Covid-19 in Spagna è aumentato giovedì sopra i 200 per la prima volta dall’8 maggio, come riferito dal Ministero della salute. Con un incremento di 217 morti nelle ultime 24 ore, il totale dei decessi registrati nel paese è 27’321. Il numero complessivo di casi diagnosticati è salito a 229’540.

14.05.2020 ore 11:16
Straumann taglia il personale

A causa delle ripercussioni della pandemia l’azienda Straumann, specialista di impianti dentali con sede a Basilea, ha annunciato un taglio di 660 posti di lavoro a livello mondiale (pari al 9% degli effettivi), di cui 60 nella città renana dove lavorano 595 persone. All’origine della misura, spiega l’azienda in una nota, vi è il rallentamento economico dovuto al nuovo coronavirus: molti trattamenti dentali non urgenti sono stati infatti rinviati nella maggior parte dei mercati importanti. Il 30 aprile la società aveva già annunciato provvedimenti per tagliare i costi (riduzioni dell’orario di lavoro e sospensione di investimenti) e per preservare la liquidità.

14.05.2020 ore 11:00
Situazione drammatica per le PMI

Le piccole e medie imprese elvetiche sono state duramente colpite dalle conseguenze economiche della pandemia e la loro situazione è peggiorata “drammaticamente” in aprile. Di fronte al calo della domanda, le aziende hanno iniziato a ridurre i costi.

Secondo un’indagine condotta da BAK Economics e dall’associazione mantello Swissmechanics, il 42% delle 400 imprese intervistate ha dichiarato di avere problemi di approvvigionamento e il 25% di avere difficoltà di personale a causa di assenze per malattia, quarantena o assistenza all’infanzia.

Per far fronte alla situazione il 67% delle PMI ha chiesto il lavoro ridotto, il 34% ha utilizzato crediti d’emergenza e il 16% ha licenziato.

14.05.2020 ore 10:57
Aiuti straordinari a Zurigo e Obvaldo

Il Consiglio di Stato di Zurigo ha chiesto lo stanziamento di 16 milioni di franchi supplementari per la promozione del turismo (2,5 milioni) e le imprese culturali commerciali colpite dagli effetti della pandemia (13,5). Da parte sua il canton Obvaldo ha creato un fondo di soccorso dotato di 5 milioni di franchi destinato a sostenere cittadini, piccole imprese e associazioni in difficoltà. Il denaro proviene da una donazione di Eva Maria Bucher-Häfner, ereditiera dell’importatore di automobili Amag, che vive a Sarnen. Per le persone singole e le famiglie sono previsti contributi a fondo perduto fino a 20’000 franchi, mentre per le piccole imprese e le associazioni l’aiuto può raggiungere i 40’000.

14.05.2020 ore 10:43
"Cure accessibili e rapide per tutti"

Sono oltre 150 i leader ed esperti mondiali che chiedono agli Stati membri dell’OMS di garantire a tutte le popolazioni l’accesso gratuito ai possibili vaccini e ai medicinali contro il coronavirus. Tra questi c’è anche Ruth Dreifuss, ex presidente della Confederazione e ora alla guida della Commissione mondiale sulla politica antidroga a Ginevra. “I Governi e i loro partner internazionali devono unirsi” su questo tema, hanno ribadito i firmatari del documento che sollecitano l’approvazione di “impegni concreti”, già il prossimo lunedì all’Assemblea mondiale della sanità.

Inoltre, il gruppo auspica che vengano rilasciate una serie di autorizzazioni per una commercializzazione equa di articoli sanitari contro il Covid-19 e crede che i paesi ricchi debbano finanziare un piano globale di produzione e distribuzione per produrre rapidamente miliardi di dosi di vaccino.

14.05.2020 ore 10:40
L'evoluzione delle infezioni in Ticino

La curva si è appiattita da ormai un mese

14.05.2020 ore 10:39
Niente tiro di caccia nei Grigioni

Nel 2020 i cacciatori grigionesi potranno acquistare la licenza di caccia senza presentare l’attestato di tiro. La decisione, comunicata in mattinata dal governo retico, è stata presa a seguito delle misure di protezione dal coronavirus decise dal Consiglio federale, che rendono impossibile garantire una normale attività di tiro nel settore militare e della caccia. Inoltre non è ancora chiaro se dopo l’8 giugno le misure di protezione saranno ulteriormente allentate o se vi sarà una nuova ondata pandemica. Anche nell’interesse di una regolamentazione uniforme tra i cantoni, Coira ha quindi deciso di rinunciare all’annuale tiro di caccia obbligatorio.

14.05.2020 ore 10:29
Scuole reclute al via come previsto

Le scuole reclute estive inizieranno come previsto il prossimo 29 giugno, a meno di una nuova ondata di pandemia, mentre il reclutamento ricomincerà al più tardi dal 25 maggio. L’esercito ha informato ieri il Consiglio federale di questa decisione, precisando che è stato adottato un programma di protezione con misure d’igiene e di comportamento per evitare contagi da coronavirus, un progamma basato su quanto già messo in pratica negli ultimi mesi. Con l’inizio della fase 2 di deconfinamento, l’esercito può quindi seguire il calendario previsto per la formazione di circa 12’000 nuovi militi.

Nelle caserme, negli accantonamenti e negli impianti d’istruzione vengono messe a disposizione possibilità supplementari per lavarsi le mani. I flussi di persone nei corridoi e nelle trombe delle scale vengono gestiti mediante sistemi a senso unico e sbarramenti. L’accesso dei militari a refettori e impianti sanitari è permesso soltanto in modo scaglionato, affinché sia possibile regolare il numero di persone all’interno di questi locali. Nei dormitori sono state aumentate le distanze tra i letti; inoltre sono stati realizzati numerosi posti letto improvvisati in rimesse per veicoli e palestre.

14.05.2020 ore 10:25
Lieve rallentamento in Russia

Per la prima volta dal 2 maggio, sono meno di 10’000 (9’974 per la precisione) i contagi registrati in 24 ore in Russia. Il totale sale a 252’245 casi, di cui 2’305 mortali

14.05.2020 ore 10:18
Nuovi casi a Wuhan, test per tutti

Wuhan, test a tappeto

La ricomparsa del coronavirus ha costretto le autorità cinesi ad avviare un piano di intervento radicale

14.05.2020 ore 09:59
Bilancio immutato in Ticino

Per la seconda volta in tre giorni, il Ticino non ha registrato né nuovi contagi né nuovi decessi per coronavirus nelle ultime 24 ore. Il bilancio resta quindi fermo a 3’272 infezioni e 341 decessi. Sei persone sono state dimesse dall’ospedale, per un totale di 857

14.05.2020 ore 09:40
Né decessi né contagi: doppio zero nei Grigioni

Il bilancio aggiornato della pandemia nei Grigioni è di 821 casi confermati e di 46 decessi. Nelle ultime 24 ore non ci sono stati nuovi contagi. Una delle 12 persone che erano ricoverate in ospedale a causa del Covid-19 è stata dimessa.

14.05.2020 ore 09:38
Il telelavoro ha conquistato gli svizzeri

“Molti sono contenti del telelavoro, tanto da non voler più passare tutto il loro tempo di lavoro in ufficio in futuro”, ha dichiarato la società di revisione Deloitte in una nota giovedì. Secondo un sondaggio condotto su un campione di 1’500 persone, solo il 25% lavorava da casa prima dell’emergenza legata al coronavirus, rispetto al 48% attuale. Il 41% degli intervistati ha dichiarato di essere più produttivo da casa, nonostante gli scambi meno intensi con i colleghi e la distrazione legata alla presenza di bambini, e il 34% vorrebbe continuare con questa modalità anche dopo la fine delle misure di contenimento.

14.05.2020 ore 09:25
Grigioni coinvolti nello studio COH-FIT

Quasi 200 scienziati di oltre 40 paesi sono coinvolti nella più grande inchiesta al mondo sugli effetti fisici e mentali della pandemia. Lo scopo dello studio è di raccogliere informazioni dalla popolazione (invitata a partecipare completando il formulario disponibile in 25 lingue sul sito COH-FIT) e di utilizzarle per esaminare gli effetti acuti e a lungo termine.

In Svizzera partecipano anche i ricercatori delle Università di Basilea, Berna, Friburgo, Losanna e Zurigo e delle loro cliniche psichiatriche, la SUP della Svizzera nordoccidentale e i Servizi psichiatrici dei Grigioni.

RG 07.00 del 15.05.2020 Il servizio di Manuele Ferrari
14.05.2020 ore 09:11
Il Burundi espelle i rappresentanti dell'OMS

Il Burundi ha espulso il rappresentante dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) Walter Kazadi Mulombo e tre esperti del suo ufficio. Sono stati dichiarati persone non grate e dovranno andarsene entro il 15 maggio. Una settimana fa le autorità li avevano accusati di ingerenza nella gestione della pandemia. Finora sono stati registrati 15 contagi e un decesso. Nel paese africano il 20 maggio si terranno le elezioni.

14.05.2020 ore 08:52
La Gran Bretagna sceglie il test dell’elvetica Roche

Le autorità sanitarie del Regno Unito hanno approvato l’uso del test sierologico sviluppato dalla svizzera Roche per determinare la presenza di anticorpi contro il nuovo coronavirus. Sarà usato per le analisi del sangue che saranno svolte per determinare la reale diffusione del contagio. L’Elecsys Anti-SARS-CoV-2 è il primo test ad aver ottenuto l’avallo del Public Health England che ne ha accertato un’affidabilità del 100%. Ben superiore quindi, come rileva The Guardian, a quella del 50-70% degli altri procedimenti messi alla prova dall’Università di Oxford.

14.05.2020 ore 08:15
Cina, 3 nuovi casi domestici

La Cina ha registrato mercoledì 3 nuovi casi domestici di coronavirus, individuati nelle province di Liaoning (2) e Jilin (1), attualmente la “zona rossa” del paese. La Commissione sanitaria nazionale ha escluso altri decessi, che restano fermi a 4’633, fissando i contagi totali a 82’929, comprensivi di 101 pazienti ancora in cura e 78’195 guariti.

14.05.2020 ore 08:02
I comuni mettono in conto deficit milionari

I comuni ticinesi stimano che l’epidemia avrà un impatto pesantissimo per le loro casse che impiegheranno tantissimo per rimettersi. La situazione che stanno vivendo, con le debite proporzioni, è simile a quella di Confederazione e cantone. I responsabili delle finanze delle città stanno allestendo le prime stime dell’ammontare delle spese supplementari e dei mancati incassi. Le cifre sono rilevanti. Locarno mette già in conto un peggioramento dei conti di 8-10 milioni. Lugano prevede un deficit tra i 25 e i 45 milioni. A Bellinzona e Mendrisio non si avanzano ancora numeri, ma i Municipi concordano: per riassorbire le perdite ci vorranno anni.

13.05.2020: I Comuni fanno i conti con il coronavirus
14.05.2020 ore 07:50
Zurich, già 280 milioni di rimborsi per il coronvirus

Zurich Insurance ha già registrato 280 milioni di dollari (pari a poco più di 272 milioni di franchi) rimborsi contro i danni causati dalla pandemia di Covid-19. L’assicuratore elvetico stima che per tutto l’anno in corso la cifra si attesterà a circa 750 milioni. Il gruppo assicura di disporre ancora di una solida riserva di liquidità, nonostante il calo degli indicatori. Il coefficiente di solvibilità calcolato sulla base del Swiss solvency test è sceso di 23 punti al 198%.

14.05.2020 ore 07:37
"L'apertura delle frontiere elvetiche non presenta rischi"

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) non vede “nessun rischio” nella decisione di riaprire le frontiere terrestri a metà giugno tra Svizzera, Germania, Austria e Francia. “Non correte alcun rischio aggiuntivo permettendo ai vostri cittadini di spostarsi da un paese all’altro”, ha dichiarato il capo del programma di emergenza Michael Ryan.

14.05.2020 ore 07:31
USA, superati gli 84'000 decessi

Negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore i morti per coronavirus hanno superato quota 84’000, mentre i casi positivi sono quasi 1’390’000. Sono stati registrati altri 1’813 decessi per Covid-19 e circa 22’000 positività in più, secondo il conteggio dell’università Johns Hopkins.

Gli Stati Uniti riaprono piano

Il segretario al Tesoro Mnuchin sottolinea l'esigenza di ripartire per rilanciare l'economia ma vittime e contagi sono sempre numerosi

14.05.2020 ore 07:26
Impennata di contagi in America Latina

In America Latina si sta assistendo ad un’impennata della pandemia da coronavirus, con un incremento giornaliero di circa 20’000 contagi (ora 423’155) e oltre 1’000 morti, (24’241). Le cifre emergono da una statistica elaborata dall’ANSA per 34 nazioni e territori latinoamericani. La situazione più preoccupante si registra in Brasile con il 45% dei contagiati (188’974) e ben oltre la metà dei morti (13’149).