Piste molto affollate questo sabato
Piste molto affollate questo sabato keystone
Momenti chiave
16.01.2021 ore 23:12
16.01.2021 ore 23:10
16.01.2021 ore 18:32
16.01.2021 ore 17:13
16.01.2021 ore 17:12
16.01.2021 ore 13:48
16.01.2021 ore 12:11
16.01.2021 ore 10:10

"Potremmo dover chiudere le piste"

Viola Amherd in un'intervista ipotizza uno stop allo sci - Nel mondo oltre 2 milioni di morti per COVID-19 - In Ticino 113 contagi e 5 morti in più ma pazienti ancora in calo, nei Grigioni 73 casi e 2 ulteriori decessi
sabato 16 gennaio 2021 07:39

Il coronavirus ha causato più di due milioni di morti a livello globale, a fronte di quasi 94 milioni di contagi rilevati da quando è scoppiata la pandemia.  Nelle ultime 24 ore in Ticino sono stati segnalati 113 contagi e 5 morti (per un totale di 878), oltre a un nuovo calo del numero dei pazienti ricoverati, da 291 a 272. Nei Grigioni le autorità sanitarie cantonali hanno registrato due altri decessi legati al Covid-19 e ulteriori 73 positività al coronavirus.

In un incontro online con Alain Berset, i direttori cantonali della sanità si sono trovati d'accordo con il Governo sulla necessità ora di intensificare i test e soprattutto accelerare il ritmo delle vaccinazioni in Svizzera.  La ministra dello sport Viola Amherd, intanto, non esclude che la situazione costringa un giorno a chiudere le piste da sci, oggi particolarmente affollate dopo le abbondanti nevicate dei giorni scorsi e grazie alla meteo soleggiata.

La cronaca della giornata di ieri

I dati sempre aggiornati

di Dario Lanfranconi, Yara Rossi, Stefano Pongan, Massimiliano Angeli

16.01.2021 ore 23:12
"Costa meno, ma è meno efficace"

In Brasile, secondo Paese al mondo più colpito dal Covid per numero di morti, non è ancora iniziata la campagna di vaccinazione, mentre la variante amazzonica del virus preoccupa il mondo, tanto che oggi anche l’Italia ha sospeso i voli in provenienza dal Paese sudamericano. Negli ospedali di Manaus la situazione è critica e si attende l’approvazione per l’uso emergenziale del preparato cinese Coronavac. È meno efficace di altri, ma più economico e adatto dal punto di vista logistico.


16.01.2021 ore 23:10
India, la speranza nel vaccino

In India, uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia, è iniziata la campagna vaccinale anti-Covid, la più grande al mondo, che prevede di immunizzare 300 milioni di persone entro luglio. Sabato, nel primo giorno della campagna, sono state già somministrato 165’714 dosi al personale sanitario alle (dato delle 17.30, ora di New Delhi).


16.01.2021 ore 23:08
Biden firmerà i primi decreti anti-Covid e gli aiuti all’economia già all'insediamento

Joe Biden firmerà i primi decreti per la lotta alla pandemia e gli aiuti all’economia già nel giorno dell’investitura, mercoledì prossimo, 20 gennaio. La squadra di transizione ha annunciato che fino alla fine del mese, nei primi dieci giorni di mandato, saranno varati diversi provvedimenti per cancellare decisioni prese da Donald Trump.

16.01.2021 ore 22:52
In 10'000 contro il lockdown a Vienna

Circa 10’000 persone hanno manifestato sabato a Vienna contro le misure prese dal governo austriaco per contenere la pandemia.

Inoltre, numerosi partecipanti sono stati segnalati perché non rispettavano i regolamenti sulla distanza e non indossavano mascherine. La manifestazione è iniziata pacificamente e in seguito ci sono stati alcuni disordini.

La polizia è riuscita a prevenire una collisione con una contro-manifestazione. I rappresentanti dei media hanno riferito di essere stati vittime di bullismo e minacce. Tra i partecipanti anche ex politici e personaggi noti della scena di estrema destra.

16.01.2021 ore 22:00
Centinaia di manifestanti anti-lockdown a Birmingham

Alcune centinaia di manifestanti contrari alle misure di lockdown per il Covid-19 si sono riuniti senza mascherine nel centro di Birmingham, dove si sono scontrati con la polizia.

Almeno 11 le persone arrestate. Fra i manifestanti molti erano negazionisti e seguaci delle teorie cospirative.

La protesta si è radunata malgrado il divieto di assembramento egli avvisi delle autorità sanitarie e del personale sanitario di un Paese che nelle ultime 24 ore ha contato 1’295 decessi e dove si sta diffondendo la “variante inglese” del coronavirus, che i medici ritengono molto più contagiosa del ceppo originario.

16.01.2021 ore 19:30
Lombardia rossa fino 31 gennaio, firmata l'ordinanza

Il ministro della Salute italiano, Roberto Speranza, ha firmato l’ordinanza che colloca la Lombardia in zona rossa. Gli effetti dell’ordinanza saranno attivi da domani fino al 31 gennaio.

16.01.2021 ore 18:50
Ipotesi mascherine in classe anche alle elementari e test regolari della saliva

Mascherine in classe anche alle elementari e test regolari della saliva: sono queste le due principali misure al vaglio delle autorità svizzere per poter continuare a garantire l’insegnamento in presenza e quindi scongiurare la chiusura delle scuole causa coronavirus. Mercoledì prossimo il Consiglio federale dovrebbe pronunciarsi in merito.

16.01.2021 ore 18:32
"L'unico modo per proteggerli"

Cominciano tre settimane dure per residenti delle case anziani e famiglie - La testimonianza - Paolo Pezzoli: “È dura ma non possiamo mollare ora”Cominciano tre settimane dure per residenti delle case anziani e famiglie - La testimonianza - Paolo Pezzoli: “È dura ma non possiamo mollare ora”

"L'unico modo per proteggerli"

Cominciano tre settimane dure per residenti delle case anziani e famiglie - La testimonianza - Paolo Pezzoli: "È dura ma non possiamo mollare ora"

16.01.2021 ore 18:30
Vaccino, hotline intasata in Ticino

La testimonianza: “300 tentativi prima di riuscire a parlare con l’operatore e prenotare la vaccinazione” - Segnalato anche un problema tecnico

Vaccino, hotline intasata

La testimonianza: "300 tentativi prima di riuscire a parlare con l'operatore e prenotare la vaccinazione" - Segnalato anche un problema tecnico

16.01.2021 ore 17:22
Regno Unito: altri 16'310 casi e 1'295 morti

Il Regno Unito ha registrato altri 16’310 casi e 1’295 morti a causa del coronavirus.

16.01.2021 ore 17:17
Italia: tasso di positività sale al 6,3%

Sono 260’704 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 273’506. Il tasso di positività è al 6,3%, in aumento rispetto al 5,9% di ieri (+0,4%).

16.01.2021 ore 17:13
Italia: 16'310 positivi, 475 morti

Sono 16.310 i tamponi (compresi i test antigenici, conteggiati da ieri) positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. I morti sono 475. Ieri si erano registrati 16.146 nuovi casi e 477 morti.

16.01.2021 ore 17:12
Italia, stop a voli dal Brasile

“Ho firmato una nuova ordinanza che blocca i voli in partenza dal Brasile e vieta l’ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni vi è transitato. Chiunque si trovi già in Italia, in provenienza da quel territorio, è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione. È fondamentale che i nostri scienziati possano studiare approfonditamente la nuova variante. Nel frattempo scegliamo la strada della massima prudenza”. Lo annuncia il ministro della Salute italiana, Roberto Speranza.

16.01.2021 ore 17:10
Portogallo, il sistema sanitario vicino al collasso

Il sistema sanitario in Portogallo è vicino al collasso, come mostrano i dati delle unità di terapia intensiva, nel giorno in cui il Paese ha registrato il record di contagi e vittime nelle ultime 24 ore. Gli ospedali portoghesi possono ospitare un massimo di 672 pazienti Covid in terapia intensiva, secondo i dati del ministero della Salute. Al momento ci sono 638 persone in rianimazione e secondo l’associazione portoghese degli amministratori ospedalieri il numero dei ricoveri potrebbe aumentare notevolmente nella prossima settimana.

16.01.2021 ore 16:03
Pfizer in contatto con la Norvegia, "Sui morti dati non allarmanti"

Pfizer e BioNTech stanno lavorando con l’agenzia del farmaco norvegese per indagare sui decessi di persone anziane associati alla vaccinazione anti-Covid. Lo ha reso noto l’azienda farmaceutica USA. L’ente di controllo norvegese, ha riferito Pfizer, ha rilevato che “il numero degli incidenti finora non è allarmante ed è in linea con le previsioni”. L’agenzia del farmaco della Norvegia ha registrato 23 morti, tra persone anziane e fragili, “associate alla vaccinazione anti-Covid” di Pfizer-BioNtech. Lo si legge in una nota dell’agenzia, ripresa dal Guardian, secondo cui “reazioni comuni ai vaccini con mRNA, come febbre e nausea, potrebbero aver contribuito ad un esito fatale in alcuni pazienti fragili e anziani”. La nota sottolinea inoltre che i trial sul vaccino non includevano “pazienti con malattie acute o instabili” e pochi over 85.

16.01.2021 ore 15:44
L'Iran cancella gli eventi per l'anniversario della Rivoluzione islamica

Le manifestazioni annuali per celebrare l’anniversario della Rivoluzione islamica nel 1979 (che quest’anno cade il 10 febbraio) sono state annullate a causa della diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il presidente Hassan Rouhani Il presidente si è inoltre detto preoccupato per la possibilità che scoppi la quarta ondata di pandemia nel Paese entro poche settimane nel caso in cui i protocolli non siano completamente rispettati.

16.01.2021 ore 14:49
Svizzera, Amherd: “Potrebbe essere necessario chiudere piste da sci"

A seconda dell’evoluzione della pandemia la Svizzera potrebbe vedersi costretta a chiudere anche i comprensori sciistici: lo afferma la consigliera federale Viola Amherd. “Sulle piste si rimane all’aria aperta”, riconosce la ministra della difesa in un’intervista pubblicata oggi dal portale Watson e dalle testate di CH Media.


“Al momento è giusto che siano aperte, ma dobbiamo essere flessibili. A seconda degli sviluppi, potrebbe essere necessario chiuderle”. “È il virus a stabilire i ritmi, non la politica”, prosegue la donna politica PPD, nota per essere stata in governo in favore di misure incisive anti-Covid. Secondo Amherd si tratta di preservare gli interessi economici, ma non solo quelli. “La gente ha bisogno di qualcosa da fare nel tempo libero. Se non si può più fare nulla e se i contatti sociali sono completamente limitati l’impatto sulla psiche è enorme. È importante che ci si possa ancora muovere”.


Complici le abbondanti nevicate degli scorsi giorni e la radiosa giornata di sole sabato c’è stato un assalto alle stazioni sciistiche svizzere. Le immagini diffuse dai media, dai social e dalle webcam mostrano lunghe code davanti agli impianti o alle casse in molti comprensori di primo piano. In non poche località è stata inoltre interrotta la vendita di giornaliere già di primo mattino.

Il servizio è di Paola Latorre

RG 18.30 del 16.01.2021 Il servizio di Paola Latorre
16.01.2021 ore 14:33
Norvegia, 23 morti “legati alla vaccinazione”, fragili e anziani

L’agenzia del farmaco della Norvegia ha registrato 23 morti, tra persone anziane e fragili, “associate alla vaccinazione anti-Covid” di Pfizer-BioNtech.


Lo si legge in una nota dell’agenzia, ripresa dal Guardian, secondo cui “reazioni comuni ai vaccini con mRNA, come febbre e nausea, potrebbero aver contribuito ad un esito fatale in alcuni pazienti fragili e anziani”. La nota sottolinea inoltre che i trial sul vaccino non includevano “pazienti con malattie acute o instabili” e pochi over 85.

16.01.2021 ore 14:31
Parigi blindata, i gilet gialli contro il lockdown

Nonostante la neve e l’anticipo del coprifuoco alle 18, due manifestazioni sono previste oggi a Parigi e molte vetrine lungo il percorso dei cortei sono state da ieri sera protette con lastre di ferro o di legno.


Una manifestazione, organizzata dai gilet gialli del Collettivo Force jaune (Forza gialla), si svolgerà sulla piazza di Stalingrad. Slogan della mobilitazione: no a un nuovo lockdown. Sempre oggi è prevista anche un’altra manifestazione di sindacati e collettivi contrari alla legge sulla Sicurezza globale.

16.01.2021 ore 14:29
Pfizer, piano per limitare i ritardi a una settimana

Pfizer e BioNTech hanno annunciato “un piano” che dovrebbe ridurre a una settimana i ritardi nelle consegne del vaccino anti-Covid, che l’Europa temeva si prolungassero per 3-4 settimane.


Il piano “permetterà di aumentare la capacità di produzione in Europa e di fornire molte più dosi nel secondo trimestre”, si legge in un comunicato congiunto. “Torneremo al calendario iniziale di distribuzione all’Ue a partire dalla settimana del 25 gennaio, con un aumento delle consegne dalla settimana del 15 febbraio - prosegue la nota -. Per farlo, alcune modifiche al processo di produzione sono ormai necessarie”.

16.01.2021 ore 13:48
Spagna, no a un nuovo confinamento

Il Governo spagnolo esclude un nuovo confinamento per far fronte alla terza ondata di pandemia, auspicato da cinque regioni, ma potrebbe permettere alle regioni stesse di anticipare il coprifuoco, ha reso noto sabato il Ministero della sanità in una conferenza stampa.

Dopo aver superato la settimana scorsa la soglia simbolica dei 2 milioni di contagi complessivi, il paese iberico ha registrato venerdì un nuovo primato di contagi giornalieri, 40’197. “La situazione è molto preoccupante”, ha ammesso Salvador Illa, ma le restrizioni modulabili a livello locale che sono già in vigore vengono ritenute sufficienti.

Anche in Spagna la campagna di vaccinazione prosegue, malgrado il rallentamento delle forniture annunciato dalla Pfizer. Il 70% delle dosi ricevute è stato somministrato e entro l’estate il 70% dei 47 milioni di abitanti dovrebbe essere immunizzato.

16.01.2021 ore 13:01
Il ritmo delle vaccinazioni deve aumentare

I Cantoni e il Consiglio federale (rappresentato nell’occasione da Alain Berset) sono concordi sul fatto che la stretta varata in settimana dal Governo fosse necessaria, ma ora andrebbe accelerato nei cantoni stessi il ritmo delle vaccinazioni: è quanto emerso in un incontro virtuale tenutosi oggi, sabato, e i cui contenuti sono stati svelati dal presidente della conferenza dei direttori cantonali della sanità. Tobias Bär. Altro punto sottolineato: il bisogno di aumentare i test, per ridurre il rischio di focolai in luoghi sensibili come case di riposo e scuole.

16.01.2021 ore 12:43
Quattro i consiglieri federali già vaccinati

Governo vaccinato, “è necessario”

Il portavoce Simonazzi: “In tempi di crisi bisogna proteggere l’Esecutivo, inoltre è un segnale sull’affidabilità”. Nessuna 'spettacolarizzazione' per scelta

16.01.2021 ore 12:31
Il vaccino cinese sbarca in Serbia con un milione di dosi

Una partita di un milione di dosi del vaccino cinese Sinofarm è giunta stamane in Serbia, e ad attendere all’aeroporto di Belgrado l’arrivo dell’aereo Air Serbia da Pechino vi era il presidente Aleksandar Vucic.

Se otterrà l’autorizzazione dalla locale Agenzia del farmaco, si tratterà del terzo tipo di vaccino utilizzato in Serbia, dove già vengono somministrati i vaccini Pfizer-BioNtech e quello russo Sputnik V.

16.01.2021 ore 12:30
India, partita la maxi-campagna vaccinale

È partita oggi in India l’attesa maxi-campagna di vaccinazioni contro il coronavirus, che prevede entro stasera la somministrazione di 300’000 dosi in oltre 3’000 centri allestiti su tutto il territorio nazionale.

Il premier Narendra Modi, riporta la Bbc, ha parlato stamane alla nazione in videoconferenza per dare il via ufficiale al programma. Nei prossimi tre mesi si prevede di vaccinare oltre 300 milioni di persone, pari a circa un quarto della popolazione.

Il reportage è di Chiara Reid

RG 18.30 del 16.01.2021 Il reportage di Chiara Reid
16.01.2021 ore 12:11
Bencic in quarantena in Australia

Bencic in quarantena stretta a Melbourne

L'elvetica e altri 46 giocatori sono stati sullo stesso aereo di alcuni positivi al COVID-19

16.01.2021 ore 11:27
Svizzera, a scuola i bambini malati non sono più dello scorso anno

Nonostante il coronavirus, attualmente non ci sono più bambini malati di quanti ce ne fossero in questo periodo dell’anno scorso, senza la pandemia. Lo dimostra un rapido sondaggio tra 600 scuole della Svizzera tedesca.


Quasi la metà dei funzionari scolastici intervistati ritiene addirittura che ci siano meno bambini malati, il 40% ritiene che ce ne siano tanti quanti l’anno scorso e solo il 10% ha un numero maggiore di bambini assenti per malattia, ha riferito sabato l’Associazione svizzera dei direttori scolastici (VSLCH). La VSLCH ha spiegato che il sondaggio è un’istantanea, non un insieme di cifre. Nonostante ciò, il risultato dimostra che i concetti di protezione e la tracciatura dei contatti funzionano molto bene.

16.01.2021 ore 11:23
L’influenza latita, timori vaccinali

La “grippe” di stagione quasi non si vede quest’inverno, complici anche le misure anti-Covid. Il virologo: “A rischio l’efficacia del prossimo vaccino”

L’influenza latita, timori vaccinali

La "grippe" di stagione quasi non si vede quest'inverno, complici anche le misure anti-Covid. Il virologo: "A rischio l'efficacia del prossimo vaccino"

16.01.2021 ore 10:10
In Ticino 113 contagi e 5 decessi

Sono 113 i contagi da coronavirus e 5 i decessi per COVID-19 registrati nelle ultime 24 ore in Ticino. Scende ancora il numero dei pazienti in ospedale, ora 272 (di cui 37 in terapia intensiva), con 12 nuovi ricoveri e 26 dimissioni. Da inizio pandemia il bilancio complessivo sale a 878 decessi, 365 dei quali avvenuti in casa anziani.

Stando ai dati dell’ADICASI, il virus è presente attualmente in 19 dei 68 istituti di riposo del cantone e i positivi totali sono 119 (con 15 nuovi casi rispetto a ieri).

16.01.2021 ore 09:55
Russia, 24'092 nuovi casi e 590 morti

La Russia sabato ha segnalato 24.092 nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, di cui 4’674 a Mosca, che portano il totale nazionale da inizio pandemia a 3’544’62 contagi, il quarto numero più grande a livello globale. Le autorità hanno anche confermato 590 ulteriori decessi sempre tra venerdì e sabato. Il totale delle vittime della pandemia è pari a 65’085.

16.01.2021 ore 09:46
Brasile, 66'047 nuovi casi e oltre mille morti

Il Brasile ha registrato 1’038 morti legati al Covid-19 e 66’047 nuovi contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo le autorità sanitarie locali. Il bilancio totale delle vittime dall’inizio della pandemia sale a 208’133, quello dei contagi a 8’390’341.


Il ministero della Salute brasiliano ha inoltre confermato almeno due casi di reinfezione da Covid-19, uno dei quali causato dal nuovo ceppo scoperto in Amazzonia. Il primo caso confermato è quello di una donna contagiata per la prima volta il 24 marzo 2020. Il secondo contagio è avvenuto lo scorso 30 dicembre e le analisi hanno mostrato “una mutazione compatibile con la variante del virus Sars-Cov-2 individuata di recente dal ministero della Salute giapponese ma originaria dell’Amazzonia”. Il secondo caso confermato è stato accertato nello stato di Bahia e si riferirebbe alla variante scoperta in Sudafrica.

16.01.2021 ore 08:31
Germania, 18'678 casi e 980 decessi

Nelle ultime 24 ore la Germania ha registrato 18’678 nuovi casi di coronavirus, che portano il totale delle infezioni da inizio pandemia a 2’019’636. Tra ieri e oggi sono stati inoltre segnalati 980 ulteriori decessi legati al Covid-19. Il totale delle vittime si attesta ora a 45’974. I dati sono stati forniti dal Robert Koch Institut.Nelle ultime 24 ore la Germania ha registrato 18’678 nuovi casi di coronavirus, che portano il totale delle infezioni da inizio pandemia a 2’019’636. Tra ieri e oggi sono stati inoltre segnalati 980 ulteriori decessi legati al Covid-19. Il totale delle vittime si attesta ora a 45’974. I dati sono stati forniti dal Robert Koch Institut.

16.01.2021 ore 08:01
Cina, ripresa dei contagi da casi importati

I focolai di coronavirus presentatisi recentemente in Cina, in particolare nelle sue province settentrionali come l’Hebei, Liaoning e Heilongjiang e nella capitale Pechino, sono stati causati da casi provenienti da oltreoceano, secondo quanto riferiscono i media statali sabato.

16.01.2021 ore 07:57
ONU, la pandemia frena le migrazioni

La pandemia di Covid-19 ha fatto ridurre le migrazioni di quasi il 30%, con circa due milioni di migranti in meno tra il 2019 e il 2020. Lo riferisce un rapporto delle Nazioni Unite.


Il numero di migranti che vivono al di fuori del loro Paese di origine ha raggiunto i 281 milioni di persone nel 2020, rispetto ai 173 milioni del 2000 e ai 221 milioni del 2010. Secondo il rapporto “Migrazione internazionale 2020” della Divisione Popolazione del Dipartimento di Affari economici e sociali delle Nazioni Unite, due terzi dei migranti registrati vivono in soli 20 Paesi, con gli Stati Uniti in cima alla lista (51 milioni di migranti internazionali nel 2020). Seguono Germania (16 milioni), Arabia Saudita (13 milioni), Russia (12 milioni) e Regno Unito (9 milioni).

16.01.2021 ore 07:56
Superati i due milioni di morti a livello globale

Il coronavirus ha causato più di due milioni di morti a livello globale, a fronte di quasi 94 milioni di contagi rilevati da quando è scoppiata la pandemia. Con oltre 650’000 morti l’Europa è la zona del mondo più colpita, seguita dall’America Latina/Caraibi con piû di 540’000 decessi e dagli Stati Uniti/Canada che ne hanno registrati poco più di 400’000.

16.01.2021 ore 07:54
Grigioni, 73 nuovi casi e due decessi

Nelle ultime 24 ore nei Grigioni le autorità sanitarie cantonali hanno registrato due altri decessi legati al Covid-19 e ulteriori 73 positività al coronavirus. Il totale dall’inizio della pandemia sale così 9’192 infezioni delle quali 157 con esito letale. Per quanto riguarda le ospedalizzazioni risultano attualmente ricoverate 37 persone, 6 in meno rispetto a venerdì, di cui 8 in cure intense (7 ventilati).


Il numero dei casi attivi si è ridotto di 7 unità, portando il totale a 514. Attualmente vi sono infine 514 persone in isolamento e altre 585 in quarantena.