432072568_highres.jpg
keystone
Momenti chiave
05.01.2021 ore 17:29
05.01.2021 ore 17:28
05.01.2021 ore 16:51
05.01.2021 ore 14:46
05.01.2021 ore 12:50
05.01.2021 ore 11:32
05.01.2021 ore 10:24
05.01.2021 ore 08:39

Svizzera, 4'020 nuovi casi e 98 decessi

Altre 208 persone sono state ospedalizzate - Campagna al via nella maggior parte dei Cantoni – Ticino: 232 contagi e sei morti. Grigioni: 115 nuove infezioni e un nuovo decesso
martedì 05 gennaio 2021 07:42

La campagna di vaccinazione contro il nuovo coronavirus ha preso il via ieri, lunedì, nella maggior parte dei Cantoni (alcuni l’avevano iniziata già a fine dicembre), compresi Grigioni e Ticino. In quest’ultimo, sono state distribuite 1'950 dosi. Ottocento persone hanno preso d'assalto la hotline messa a disposizione in vista della somministrazione del vaccino anche agli ultra 85enni che vivono in casa propria, a partire dalla settimana prossima.

La cronaca della giornata di lunedì.

La strategia nazionale prevede che il preparato venga somministrato prima agli anziani e a chi soffre di patologie preesistenti, sarà poi il turno del personale sanitario e degli ospiti di strutture ad alto rischio infezione. Per il resto della popolazione bisognerà invece aspettare qualche mese anche perché per ora le dosi di vaccino a disposizione non sono sufficienti. In Svizzera, per ora è stato omologato solo il prodotto di Pfizer/BioNTech ma è su quello di Moderna che la Confederazione ha puntato maggiormente. All’azienda statunitense che produce anche in Vallese in collaborazione con Lonza, Berna ha acquistato quasi la metà delle circa 16 milioni di dosi riservate.

Sul fronte dei numeri, in Svizzera sono state segnalate altre 4'020 infezioni e 98 nuovi decessi; in Ticino sono stati registrati altri 232 casi e sei morti, nei Grigioni le autorità segnalano invece altre 115 infezioni e un decesso aggiuntivo.

I dati sempre aggiornati

Ludovico Camposampiero, Stefano Pongan

05.01.2021 ore 23:11
Team dell'OMS non ha ancora il permesso di entrare in Cina

Gli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sono in viaggio verso la Cina per indagare sulle origini del coronavirus, come annunciato da settimane, ma non hanno ancora ottenuto dal governo di Pechino i permessi necessari per entrare nel Paese. Lo ha annunciato il direttore dell’OMS, Tedros Ghebreyesus, dicendosi “molto deluso” dal mancato via libera delle autorità cinesi, cui è stata comunque rimarcata la priorità della missione.

05.01.2021 ore 22:05
Israele prolunga il lockdown di due settimane

Il governo israeliano ha votato il varo di un nuovo lockdown totale a partire dalla mezzanotte di giovedì 7 gennaio per le 2 settimane successive. La misura - ha spiegato il premier Benyamin Netanyahu - si è resa necessaria a fronte dei nuovi picchi di infezione, che nelle ultime 24 ore hanno superato gli 8’000 casi. In base alle nuove disposizioni saranno chiusi - secondo i media - tutti i luoghi di lavoro non essenziali e gran parte delle scuole. Chiusi anche i luoghi di culto, forti limitazioni ai viaggi all’estero e agli spostamenti. Il governo - secondo le stesse fonti - si riunirà di nuovo domani.

05.01.2021 ore 20:25
Zimbabwe, nuovo lockdown per 30 giorni

Lo Zimbabwe è entrato oggi nel secondo lockdown per limitare la diffusione del coronavirus a seguito di un aumento dei contagi. Le restrizioni saranno in vigore per i prossimi 30 giorni e comprendono l'ordine di stare in casa, con possibilità di uscire solo per procurarsi cibo e medicine. Lo Zimbabwe segnala a oggi 15'829 contagi e 384 decessi legati alla pandemia.

05.01.2021 ore 20:23
Seychelles, segnalato il primo decesso

L’arcipelago delle Seychelles ha registrato la prima morte per Covid-19. Lo riporta la Bbc, specificando che il paziente era un cittadino locale di 57 anni ricoverato in ospedale a Capodanno, secondo una dichiarazione delle autorità sanitarie. “La situazione sta peggiorando e tutti dovrebbero prenderla sul serio”, ha detto ieri il presidente Wavel Ramkalawan. Domenica sera l’arcipelago dell’Oceano Indiano ha confermato 16 nuovi casi, tre dei quali segnalati nella seconda isola più popolosa, Praslin. L’arcipelago delle Seychelles - composto da 115 isole - ha registrato il primo caso positivo al virus il 14 marzo 2020 e a oggi segnala 322 contagi e 223 guarigioni.

05.01.2021 ore 20:21
Egitto, carenze di ossigeno negli ospedali

Una carenza di ossigeno negli ospedali egiziani sarebbe stata ammessa dalla ministra della salute egiziana Hala Zayed, secondo quanto riferisce un sito di opposizione, il Middle East Monitor. L’ammissione è venuta dopo un’ondata di indignazione diffusasi sui social media per la morte di tutti i pazienti di un’unità di terapia intensiva nella provincia di Ash Sharqia a causa dalla caduta al 2% dei livelli di ossigeno disponibili nella struttura. All’inizio la ministra aveva smentito l’episodio attribuendolo a “voci” propagate dalla Fratellanza musulmana e attribuendo i decessi a complicazioni causate dal Covid nei pazienti.

05.01.2021 ore 20:19
USA, utilizzato solo un terzo dei vaccini disponibili

Negli USA appena un terzo dei 15 milioni di dosi di vaccino consegnate è stato utilizzato. Lo afferma il bollettino dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), che segnala diversi Stati molto indietro con il programma federale, che originariamente prevedeva di immunizzare 20 milioni di persone entro il 2020. Una delle aree più indietro nella campagna vaccinale, spiega l’ente americano, è quella di New York, dove meno del 20% delle circa 900’000 dosi consegnate è stato inoculato. Anche in Florida, altro Stato in ritardo, il governatore ha deciso che gli ospedali meno efficienti verranno puniti con consegne inferiori di vaccini.

05.01.2021 ore 20:17
India: vaccino Covaxin, test su bambini dai due anni

Bharat Biotech intende sperimentare il suo vaccino anti-Covid anche su bambini di appena due anni: lo ha detto in una conferenza stampa Krishna Ella, presidente del laboratorio statale che ha realizzato il Covaxin, il primo vaccino anti-Covid interamente “made in India”, approvato dall’Ente regolatore del farmaco indiano tre giorni fa per l’uso in emergenza. Il Covaxin, di cui vari Paesi, tra cui il Brasile, hanno già prenotato milioni di dosi, ha avuto il semaforo verde anche se i test non sono ancora giunti all’ultima fase.

05.01.2021 ore 19:14
Germania: lockdown sarà prolungato alla fine di gennaio, scuole chiuse

In Germania il lockdown sarà prolungato fino alla fine di gennaio con scuole e asili chiusi. L’accordo tra la cancelliera Merkel e i presidente delle Regioni, raggiunto in serata, limiterà gli spostamenti entro 15 km, nelle zone rosse dove l’incidenza del virus è più elevata. Limitazioni anche ai contatti personali.

Germania, lockdown fino al 31 gennaio

Situazione grave. Berlino chiude anche le scuole e, per la prima volta, limita gli spostamenti dei cittadini

05.01.2021 ore 18:51
Spagna vicina ai 2 milioni di contagi

I 23’700 nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore in Spagna portano il paese a sfiorare i 2 milioni di casi da inizio pandemia. I morti salgono di 352 unità a 51’430 da inizio pandemia

05.01.2021 ore 18:49
Francia, 20'489 contagi e 867 morti

Le autorità sanitarie francesi hanno recensito nelle ultime 24 ore 20’489 nuovi contagi da coronavirus e 867 decessi da COVID-19. A causa della malattia sono ricoverate in ospedale in tutto il paese 24’904 persone, di cui 2’625 in terapia intensiva

05.01.2021 ore 18:19
Ticino, cure intense vicine al limite

Anche La Carità aumenta i posti, in totale in Ticino salgono da 51 a 62, ma sono già 50 i pazienti ricoverati. Senza nuove misure, saturazione vicina, avvertono i responsabili dei nosocomi covid del cantone

Ticino, cure intense vicine al limite

Posti totali aumentati da 51 a 62, ma i ricoverati sono già 50 - I due ospedali Covid: nuove misure o arriveremo in fretta alla saturazione

05.01.2021 ore 18:14
Fuggiva dall'isolamento, fermata in aeroporto

Su suggerimento delle autorità vallesane, la polizia ha arrestato stamane all’aeroporto di Zurigo una ragazza olandese che voleva lasciare la Svizzera dopo essere risultata positiva al test del Covid-19. La turista olandese di 17 anni è stata fermata al cancello d’imbarco e durante l’interrogatorio ha confessato di aver falsificato il test di negatività al Covid-19 che aveva con sé, scrive in una nota la polizia cantonale zurighese. La ragazza, fuggita dall’isolamento ordinato dalle autorità vallesane, intendeva imbarcarsi su un aereo diretto ad Amsterdam. Dopo il fermo, è stata riportata in Vallese in ambulanza. La 17enne - precisa la polizia zurighese - dovrà ora fare i conti con un procedimento penale davanti al giudice dei minorenni per violazione della legge sulle epidemie e per falsificazione di documenti.

05.01.2021 ore 17:31
Ritardi nelle vaccinazioni, Rutte chiede scusa

Il premier olandese Mark Rutte ha ammesso l’impreparazione del suo governo sulle vaccinazioni anti-coronavirus. Nonostante le centinaia di migliaia di dosi di vaccino arrivate, l’Olanda comincerà il suo piano domani, come ultimo paese dell’Unione europea. “Abbiamo ricevuto un vaccino diverso da quello che ci aspettavamo e prima del previsto”, ha detto Rutte in Parlamento. Il premier olandese ha spiegato di essere stato colto di sorpresa dall’approvazione, il 21 dicembre, da parte dell’Agenzia europea per i medicinali del vaccino Pfizer-BioNTech. “Non siamo preparati a distribuire un vaccino che deve essere conservato a -70 gradi”, ha ammesso.

05.01.2021 ore 17:29
Regno Unito, 60'916 nuovi contagi

Il Regno Unito ha registrato nelle ultime 24 ore 60’916 nuovi casi di coronavirus - un nuovo primato - a fronte dei 58’784 della vigilia. Da oltre una settimana non si scende sotto quota 50’000. I morti in un giorno sono passati da 407 a 830., a ulteriore testimonianza della gravità di una crisi che ha spinto il premier Johnson a decretare lunedì un nuovo lockdown. Il confinamento è iniziato oggi in Inghilterra e Scozia

05.01.2021 ore 17:28
Vaccinazioni, manca solo Berna

Argovia, con l’apertura dei centri di Aarau e Baden riservati per il momento agli over 75, e Turgovia, dove squadre mobili visitano case per anziani e di cura, hanno avviato oggi, martedì, la loro campagna di vaccinazione contro il coronavirus. All’appello manca così un solo cantone, Berna, che lancerà la propria l’11 gennaio.

05.01.2021 ore 17:09
Aiuti per i casi di rigore in Argovia

Il Parlamento argoviese, nell’ambito degli aiuti per i casi di rigore (le imprese dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia), ha stanziato 125 milioni di franchi. Altri 16,2 saranno destinati in special modo alla cultura.

05.01.2021 ore 17:04
In Italia oltre 15'000 contagi e 649 morti

Sono 15’378 i nuovi contagi e 649 i nuovi decessi per COVID-19 annunciati oggi, martedì, dalle autorità sanitarie italiane. Lunedì erano stati rispettivamente 10’800 e 348. Da inizio pandemia i morti sono 76’329, il totale più alto in Europa e il quinto al mondo. I pazienti ricoverati salgono a 23’395 (+78 rispetto alla vigilia), mentre scendono di 10 unità a 2’569 quelli in terapia intensiva.

05.01.2021 ore 16:51
Misure più severe in Danimarca

Dopo il lockdown imposto a dicembre e prorogato fino al 17 gennaio - con la chiusura di bar, ristoranti e negozi non essenziali - la Danimarca ha inasprito oggi le misure di contenimento per tentare di frenare la rapida diffusione della nuova variante del coronavirus individuata nel Regno Unito. Lo ha comunicato il primo ministro Mette Frederiksen in conferenza stampa. Le nuove restrizioni includono l’abbassamento da dieci a cinque persone del limite per gli incontri nei luoghi pubblici e l’obbligo di distanziamento di due metri. Le autorità sanitarie si attendono che la nuova variante del virus sarà quella dominante in Danimarca entro la metà del prossimo mese.

05.01.2021 ore 16:19
Larry King fuori dalle cure intense

Larry King è fuori dalla terapia intensiva ma continua ad essere curato come paziente Covid. Lo riferisce NBC News. Lo storico giornalista televisivo, 87 anni, è in ospedale da oltre dieci giorni dopo essere risultato positivo al virus. King è un paziente a rischio a causa del diabete, inoltre lo scorso anno ha avuto sia un ictus che un infarto.

05.01.2021 ore 15:52
Svizzera, a febbraio un milione di dosi disponibili

Attualmente in Svizzera sono disponibili 233’000 dosi di vaccino, ha spiegato mercoledì durante una conferenza stampa a Berna Nora Kronig, responsabile della divisione affari internazionali presso l’UFSP. In attesa dell’autorizzazione di altri vaccini, ieri è arrivato nella Confederazione il secondo carico da Pfizer. A febbraio il numero di dosi disponibili raggiungerà il milione e l’obiettivo è di vaccinare entro l’estate tutti coloro che lo vorranno. Kronig ha poi sottolineato che 7,5 milioni di dosi sono state acquistate da Moderna, ancora in attesa di omologazione. Nei prossimi mesi l’obiettivo è di ricevere il maggior numero possibile di vaccini dalle due aziende farmaceutiche.

RG 18.30 del 05.01.2020 La corrispondenza di Anna Riva
05.01.2021 ore 14:46
Ticino ancora cantone più colpito

Anche se il dato risulta in calo rispetto alla fine del 2020, l’incidenza dei contagi ogni 100’000 abitanti in Ticino resta nettamente la più elevata a livello nazionale. Sono 854 nelle ultime due settimane, di tutti gli altri cantoni solo San Gallo e Lucerna superano i 600, avvicinati anche da Zurigo e Argovia. Nei Grigioni casi ogni 100’000 abitanti in 14 giorni sono 488, sotto la media nazionale di 521

05.01.2021 ore 14:24
Variante inglese, 28 casi in 7 cantoni

Finora sono 28 i casi di “variante inglese” scoperti in Svizzera, ha detto in conferenza stampa Virginie Masserey dell’UFSP. Sono stati toccati sette cantoni. Non tutte queste persone contagiate dalla mutazione del coronavirus avevano avuto contatti diretti con persone provenienti dal Regno Unito.

05.01.2021 ore 14:22
Svizzera, “situazione stagnante”

“In Svizzera, il numero di casi è attualmente stagnante”: lo ha dichiarato oggi a Berna la responsabile della Sezione malattie infettive dell’Ufficio federale di sanità pubblica, Virginie Masserey. Il tasso di riproduzione nazionale è 0,89, ma in otto cantoni questo valore è superiore a 1. Il valore che l’UFSP intende raggiungere è 0,8.

L’occupazione dei reparti di terapia intensiva, ha aggiunto Masserey, resta elevata, ma sta diminuendo leggermente.

05.01.2021 ore 13:42
+++ Svizzera, altri 4’020 casi e 98 decessi +++

L’Ufficio federale di sanità pubblica ha comunicato martedì di aver registrato altri 4’020 casi di nuovo coronavirus e ulteriori 98 decessi legati al Covid-19. Infezioni e decessi salgano così rispettivamente a quota 465’981 e 7’369. Altre 208 persone sono state ricoverate in tutta la Confederazione. Sono stati effettuati quasi 25’000 testi diagnostici in 24 ore, con una percentuale di positività per i test PCR e quelli antigenici rapidi rispettivamente del 13,3% e del 13,8%, Attualmente sono in quarantena (persone in contatto con chi è infetto) 35’510 persone, mentre sono quasi 21’000 quelle in isolamento (persone positive al test per il coronavirus). Il tasso di riproduzione si mantiene sotto l’1 (o,89).

05.01.2021 ore 13:04
Ancora uno stop nel campionato di hockey

Losanna in quarantena preventiva

C'è un caso positivo e altri giocatori che presentano sintomi da COVID-19

05.01.2021 ore 12:51
Campagna vaccinale, l'Australia non ha fretta

L’Australia sembra non avere fretta di lanciare la campagna di vaccinazione contro il nuovo coronavirus e le autorità vogliono procedere con la massima prudenza e intendono prima valutare al meglio tutti gli aspetti legati alla sicurezza dei preparati. Il primo ministro Scott Morrison ha dichiarato che intende lanciare ufficialmente la campagna non prima di marzo, una volta omologato il vaccino di AstraZeneca, di cui il Governo ha preventivato l’acquisto di 54 milioni di dosi. Con 25 milioni di abitanti, il Paese è riuscito a contenere l’epidemia, sebbene questa stia riprendendo piede con nuovi focolai a Sydney e nello Stato del Victoria.

Radiogiornale del 12.30 del 05.01.2021: il servizio di Andrea Ostinelli
05.01.2021 ore 12:50
L'epidemia rallenta lentamente

In Svizzera l’epidemia di coronavirus mostra un andamento da stabile a leggermente decrescente. Lo indica la task force scientifica della Confederazione nel suo ultimo rapporto sulla situazione epidemiologica, secondo cui il tasso di riproduzione “Re” del Covid-19 è però ancora dello 0,89, superiore quindi al valore di 0,8 fissato dal Consiglio federale. In Ticino è dello 0,98. Delle diverse macroregioni prese in considerazione, solo quella del Lemano fa segnare un valore superiore. Sono presi in considerazione i dati fino al 25 dicembre, giorno di Natale, quelli più recenti non rientrano ancora in questa statistica.

05.01.2021 ore 12:45
Anche Israele dà il via libera al vaccino Moderna

Israele ha dato l’autorizzazione a importare il vaccino anti Covid di Moderna. Si tratta della terza autorizzazione di un’autorità regolatoria, e la prima fuori il Nord America, per il vaccino a mRNA sviluppato dall’azienda di biotecnologie statunitense. Il Ministero della Salute di Israele si è assicurato 6 milioni di dosi e le prime consegne sono attese a gennaio. “L’autorizzazione di oggi - ha dichiarato Stéphane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna in una nota - è un momento storico per la storia della nostra società e nella lotta internazionale contro il Covid-19. Desidero ringraziare il Ministero della Salute di Israele per i suoi sforzi e la loro squadra che ha lavorato accanto alla nostra senza sosta per assicurare un’autorizzazione tempestiva a questo vaccino. Speriamo di continuare a registrare autorizzazioni in altri Paesi nei prossimi giorni, settimane e mesi”.

05.01.2021 ore 12:35
Vaccinazioni, avvio senza intoppi nei Grigioni

Lontano dai riflettori per volontà delle autorità cantonali, ha preso il via lunedì anche nel canton Grigioni la campagna di vaccinazioni contro il coronavirus. Hanno ricevuto il preparato circa 30 persone in una casa per anziani di Coira, “senza nessuna complicazione”, ha detto il medico cantonale Marina Jamnicki.

Vaccinazione, buona la prima retica

La campagna è partita lunedì da una casa per anziani di Coira - 2'600 dosi a disposizione nelle prime due settimane

05.01.2021 ore 11:32
Aiuti alle imprese nel Regno Unito

Nuovi aiuti pubblici per 4,6 miliardi di sterline (5,5 miliardi di franchi) sono stati annunciati dal governo britannico Tort di Boris Johnson a sostegno dei settori del commercio, della ristorazione, dell’ospitalità e del tempo libero destinate a essere colpite da oggi dal terzo lockdown anti Covid per far fronte al dilagare dei contagi alimentati dalle nuove varianti del virus. Lo ha reso noto il cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak. Il ministro Michael Gove non ha intanto escluso che il confinamento nazionale ordinato ieri da Johnson possa durare fino a marzo, se necessario.

05.01.2021 ore 10:24
In Ticino 232 casi e 6 morti

Sono 232 i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Ticino, per un totale di 24’370 da inizio pandemia. Sei persone sono decedute - i morti salgono così a 806 - mentre i pazienti ricoverati negli ospedali scendono da 388 a 385, con 23 nuove ammissioni e altrettante dimissioni. Stabile il dato in terapia intensiva, dove si trovano 50 persone, di cui 44 sottoposte a ventilazione artificiale.

05.01.2021 ore 09:46
Gli insegnanti chiedono di essere vaccinati prima

Non solo il personale sanitario deve poter ottenere tra i primi il vaccino anticovid, anche il corpo insegnanti rivendica un trattamento prioritario. Il servizio di Mirko Priuli

RG 08.00 del 05.01.2021 Il servizio di Mirko Priuli
05.01.2021 ore 09:38
Hotline vaccino, in Ticino chiamano in 800

La campagna non funziona a pieno regime per ora, ma è iniziata ufficialmente, ieri, nella gran parte dei cantoni. In Ticino nelle case anziani, e con l’attivazione di una hotline, presa d’assalto, per organizzare la somministrazione agli ultra 85enni - che ancora vivono in casa propria - a partire dalla settimana prossima. In quasi 800 si sono già annunciati.

Il servizio è di Christian Gilardoni

RG 07.00 del 05.01.2021 Il servizio di Christian Gilardoni
05.01.2021 ore 09:37
Russia, 24'246 casi nelle 24 ore e 518 morti

In Russia sono stati registrati 24.246 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, per un totale di 3,284,384 infezioni. Lo riporta il centro nazionale per la lotta al virus, citato dalla Tass. I morti sono stati invece 518, per un totale di 59.506 da inizio epidemia.

05.01.2021 ore 09:00
Jungfraujoch: crollo 66% dei visitatori

Crollo dell’affluenza sullo Jungfraujoch nel 2020: l’arrivo a frotte di turisti svizzeri non è riuscita a compensare l’assenza della clientela internazionale. La celebre meta delle Alpi bernesi è stata visitata - con il trenino - da 362’800 persone, a fronte degli 1,1 milioni del 2019, anno record. La contrazione sfiora il 66%. Si è tornati insomma ai numeri degli anni 80.

05.01.2021 ore 08:50
Italia, via libera al nuovo decreto anti-Covid

Via libera del Consiglio dei ministri (Cdm) al decreto con le nuove misure anti-Covid che saranno in vigore dal 7 al 15 gennaio. Nel decreto si prevede che il weekend del 9-10 sarà “arancione” per tutta l’Italia mentre negli altri giorni sarà in vigore una fascia “gialla rafforzata” con lo stop, quindi, agli spostamenti tra le Regioni.

05.01.2021 ore 08:39
In Germania 944 decessi

La Germania ha registrato 11’897 casi e 944 decessi in più nelle ultime 24 ore. Si tratta di dati peggiori rispetto a quelli del giorno precedente, quando l’Istituto Robert Koch per le malattie infettive ha comunicato 9’847 contagi e 302 decessi. Il Governo tedesco e i Länder hanno concordato ieri un’estensione del lockdown oltre il 10 gennaio.

05.01.2021 ore 08:15
Francia, “accelerare vaccinazione”

Il ministro della salute francese Olivier Véran ha dichiarato, durante un’intervista andata in onda su RTL, che la campagna di vaccinazione contro il coronavirus sarà accelerata e semplificata, e che fra i primi a beneficiare del preparato ci saranno anche pompieri e chi è attivo nell’aiuto a domicilio e ha oltre 50 anni. Ha inoltre affermato che saranno 300 in tutto il paese i centri di vaccinazione attivi entro la prossima settimana.

In diversi paesi europei c’è frustrazione per il ritmo delle vaccinazioni contro il COVID e cosi cresce la pressione sull’agenzia europea dei medicamenti perché autorizzi nuovi preparati. In Germania si considera l’idea di ritardare la seconda dose.

Il servizio è del nostro corrispondente a Bruxelles Tomas Miglierina

RG 08.00 del 05.01.2021 La corrispondenza di Tomas Miglierina
05.01.2021 ore 07:49
Il Messico approva il vaccino AstraZeneca/Oxford

Il Messico ha autorizzato il vaccino contro il coronavirus sviluppato da AstraZeneca e dall’Università di Oxford per l’uso di emergenza nel Paese, che ha uno dei più alti tassi di vittime del Covid-19 al mondo. Il vice ministro della Salute Hugo Lopez-Gatell ha annunciato su Twitter il via libera al vaccino, già autorizzato in Paesi come Gran Bretagna, India e Argentina.

05.01.2021 ore 07:48
Grigioni, altri 115 casi e un decesso

Nei Grigioni si segnalano altri 115 casi di nuovo coronavirus e un decesso aggiuntivo legato al Covid-19; casi e decessi salgono così a quota 8’438 e 141. Sono 47 le persone attualmente ricoverate nel cantone (5 in più rispetto al giorno precedente) di cui 8 in un reparto di terapia intensiva (di queste 7 sono sottoposte a respirazione assistita).