Diminuiscono anche le ospedalizzazioni: 93 ricoveri oggi a fronte dei 137 di ieri
Diminuiscono anche le ospedalizzazioni: 93 ricoveri oggi a fronte dei 137 di ieri Archivio TI-Press
Momenti chiave
21.01.2021 ore 23:58
21.01.2021 ore 22:14
21.01.2021 ore 20:06
21.01.2021 ore 18:08
21.01.2021 ore 17:45
21.01.2021 ore 16:05
21.01.2021 ore 16:00
21.01.2021 ore 13:22
21.01.2021 ore 10:28
21.01.2021 ore 09:05

Svizzera, in calo contagi e morti

Sono 2'205 i nuovi casi e 47 i decessi – Isolato il focolaio di St. Moritz: Sui 53 casi emersi 31 sono della nuova variante - Nessun decesso nei Grigioni, 4 in Ticino
giovedì 21 gennaio 2021 07:11

In Svizzera la situazione pandemica è in progressivo miglioramento e gli ultimi dati comunicati lo confermano, con 47 decessi legati al Covid-19 nelle ultime 24 ore (70 ieri), 2’205 casi d’infezione (2'727 ieri) e di 93 nuovi ricoveri legati alla patologia (137 ieri).

La seconda ondata non è però superata e si teme un repentino nuovo aumento dei contagi a causa del diffondersi delle varianti inglese e sudafricana del coronavirus

Il focolaio di coronavirus recentemente individuato a St.Moritz è stato isolato con successo. Dai circa 3’200 test di depistaggio effettuati nella località è emerso che circa l’1% della popolazione è contagiato dal Covid-19. Tale dato risulta praticamente immutato rispetto agli esiti del test pilota dello scorso dicembre. Il tasso è invece del 4% fra gli impiegati e gli ospiti dei due alberghi posti in quarantena. In 31 dei 53 casi accertati si è trattato della nuova variante mutata del coronavirus. Tuttavia essa, come si precisa in una nota diffusa stamani dalle autorità cantonali, è stata rilevata fra i dipendenti e non è stata  trasmessa agli ospiti o alla popolazione.

Visti i risultati degli studi sulle insorgenze, si legge nella nota del cantone, si giudica opportuno revocare da venerdì i provvedimenti disposti a tutela della popolazione e degli ospiti. I due alberghi interessati rimarranno in quarantena fino al prossimo 27 gennaio.

La cronaca di ieri

Nel frattempo sono 67 i nuovi casi di contagio registrati in terra retica, mentre non è stato segnalato alcun nuovo decesso legato al Covid-19. Le ospedalizzazioni sono diminuite: le persone ricoverate sono 36, 6 in meno del giorno precedente. In Ticino altre 4 persone hanno perso la vita a causa del coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati inoltre recensiti altri 78 casi di positività ai test. Sono infine 9 i nuovi ricoveri, a fronte di 17 pazienti dimessi dagli ospedali.

I dati sempre aggiornati

di Dario Lanfranconi, Alex Ricordi e Diego Moles

21.01.2021 ore 23:58
Il Portogallo chiude le scuole

Il Portogallo compie un nuovo sforzo per frenare la pandemia, chiudendo “per precauzione” le scuole per 15 giorni. Il premier Antonio Costa si è detto inquieto per la variante inglese e la sua rapidità di trasmissione. Lo stop all’insegnamento, scartando l’opzione di lezioni a distanza, sarà compensato prima della fine dell’anno scolastico. Lisbona ha anche deciso di interrompere da sabato i collegamenti aerei con il Regno Unito.

21.01.2021 ore 23:47
Ursula von der Leyen fiduciosa sui vaccini

“C’è stato un sostegno a livello dei 27 all’idea di poter vaccinare entro l’estate il 70% della popolazione adulta europea. Se esaminiamo le date previste per la messa a disposizione dei vaccini è fattibile, ma è uno sforzo enorme e sappiamo che per farlo dobbiamo rimanere uniti”. Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha anche sconsigliato ai cittadini europei “tutti i viaggi non essenziali”.

21.01.2021 ore 23:27
Il carnevale di Rio non si farà nel 2021

Il carnevale di Rio non si terrà nel 2021. Lo ha comunicato il sindaco della città brasiliana.

Rio rinuncia al carnevale

Lo ha annunciato su Twitter il sindaco della città brasiliana Eduardo Paes, che guarda già al 2022

21.01.2021 ore 23:05
La Francia permette l'uso di tre soli tipi di mascherine

In Francia saranno d’ora in poi consentite soltanto le mascherine chirurgiche, le FFP2 e le mascherine in tessuto industriali di “categoria 1”. Il Governo modificherà anche - fra le regole di sicurezza sanitaria - la distanza minima sotto la quale si viene considerati casi di contatto quando si è senza mascherina: tale distanza passa da 1 metro a 2 metri.I

21.01.2021 ore 22:37
Per Sebastian Kurz è in arrivo l'omologazione del vaccino di AstraZeneca

“Mi aspetto l’approvazione del vaccino di AstraZeneca al più tardi la prossima settimana”. Così su Twitter il cancelliere austriaco Sebastian Kurz al termine della videoconferenza dei leader Ue sul Covid. “Tutti hanno convenuto che i vaccini devono essere somministrati il prima possibile”, aggiunge.

21.01.2021 ore 22:14
Brasile, 59'119 casi

ll Brasile ha comunicato 59’119 nuovi casi e altre 1’316 morti collegate al coronavirus.

21.01.2021 ore 22:02
UE, più misure sui viaggi, ma frontiere aperte

Misure più restrittive sui viaggi, ma le frontiere dell’UE restano aperte: è quanto emerge dalla videoconferenza dei leader dei 27, secondo quanto riferiscono fonti diplomatiche europee.

21.01.2021 ore 21:41
Joe Biden: "Quanto fatto finora è stato un fallimento"

“Finora l’azione contro la pandemia è stata un triste fallimento”. Lo ha detto il neopresidente americano Joe Biden illustrando alla Casa Bianca il suo piano anti Covid. I decessi raggiungeranno probabilmente quota 500’000 il prossimo mese, ha detto Biden. Negli Stati Uniti sono stati registrate finora oltre 400’000 vittime, “più dei morti americani nella seconda guerra mondiale”, ha ricordato. Il neopresidente ha rinnovato l’appello ad usare la mascherina: “Se lo facciamo fino ad aprile salveremo oltre 50’000 vite”.

21.01.2021 ore 21:32
Tredici positivi in un hotel di Villars-Gryon/Les Diablerets

Un focolaio di contaminazione da coronavirus è stato scoperto in un albergo nella località vodese di Villars-Gryon (VD). Tredici dipendenti sono risultati positivi, ma nessun cliente. Dopo la conferma dei tredici casi positivi tra il personale dell’hotel “RoyAlp” ieri, una squadra è stata inviata sul posto stamattina e ha effettuato test rapidi dai quali risulta che nessun cliente è stato colpito, ha dichiarato lo stato maggiore di condotta del Canton Vaud in un comunicato. La sessantina di clienti era stata preventivamente messa in quarantena. Chi ha frequentato l’albergo la settimana precedente sarà contattato in modo che possa effettuare una “auto-sorveglianza intensiva”.

21.01.2021 ore 21:29
Test e quarantena per chi arriva negli USA

Chiunque arrivi in aereo negli Stati Uniti dovrà sottoporsi a test anti-covid prima di partire e sottoporsi poi a quarantena. È una delle misure annunciate da Joe Biden contro la pandemia. “Ci sarà ancora un duro inverno, la situazione peggiorerà prima di migliorare”, ha ribadito.

21.01.2021 ore 20:22
Ancora quasi 23'000 contagi in Francia

La Francia ha registrato nelle ultime 24 ore 22’848 nuovi contagi e 346 decessi negli ospedali, per un bilancio complessivo da inizio pandemia di 71’998 morti. Il numero dei pazienti cresce di 49 unità, a 25’735, e quello dei malati in terapia intensiva di 24 unità a 2’876. Nel paese, ha precisato la direzione generale della sanità, da ieri sono state inoculate altre 130’000 dosi di vaccino, per un totale di 823’567.

21.01.2021 ore 20:06
Coprifuoco in Olanda

La maggioranza dei deputati olandesi ha approvato l’introduzione di un coprifuoco notturno nel paese, ma con inizio dalle 21.00 e non dalle 203.0 come proposto dal Governo. L’entrata in vigore dovrebbe avvenire già sabato.

21.01.2021 ore 20:00
Vaccinato anche il presidente argentino

Il presidente argentino Alberto Fernandez si è vaccinato. Il numero uno del Paese sudamericano si è fatto somministrare la prima dose del preparato russo Sputnik V.

21.01.2021 ore 19:24
Esercito si scusa per problemi nell'apprendimento a distanza

A causa di problemi tecnici, l’apprendimento a distanza per le reclute “non ha avuto l’inizio auspicato”. L’esercito si scusa per questo inconveniente e assicura di stare lavorando per migliorare il sistema in un comunicato diramato in serata. Più dell’80% delle reclute è stato comunque in grado di registrarsi e completare le prime lezioni.

21.01.2021 ore 19:17
Gli obiettivi della campagna di vaccinazione in Svizzera

La campagna di vaccinazione procede in tutto il Paese, tra qualche inghippo e qualche ritardo nelle fornitura. Ecco gli obiettivi futuri.

Vaccinazioni, ecco gli obiettivi

Berset: "Da venerdì dati aggiornati due volte la settimana" - Situazione che migliora, ma non sotto controllo - Ai cantoni: "Testare di più"

21.01.2021 ore 19:15
Multe per le feste casalinghe nel Regno Unito

Nuova stretta in Gran Bretagna contro le violazioni del lockdown. Lo ha detto nel briefing di giornata Priti Patel, ministra dell’Interno del Governo di Boris Johnson, annunciando dalla prossima settimana multe da 800 sterline a ogni partecipante a “party casalinghi” a cui la polizia verifichi la presenza di 15 persone, con raddoppio della sanzione a ogni recidiva fino a 6’400 sterline e di 10’000 per gli organizzatori. Patel ha detto che la maggioranza della popolazione rispetta le regole e sta contribuendo all’avvio di un calo di contagi, ma che esiste “una minoranza che si ostina” a violarle per la quale non ci saranno sconti.

21.01.2021 ore 18:45
Imprenditore sudafricano vaccinato in Turgovia

L’imprenditore sudafricano Johann Rupert è stato vaccinato contro il coronavirus a Frauenfeld e questo malgrado non risieda lì e non soddisfi i criteri di età necessaria per questa prima fase di somministrazione del farmaco. Rupert è il proprietario di maggioranza del gruppo di lusso Richemont e detiene una partecipazione nel gruppo Hirslanden, che gestisce i centri di vaccinazione in Turgovia. Su richiesta di Keystone-SDA, un portavoce di Hirslanden ha confermato la notizia, sostenendo che si trattava di una vaccinazione di prova e che il diretto interessato fa parte dei gruppi a rischio, soddisfando di conseguenza i criteri.

21.01.2021 ore 18:08
Ecdc: "Servono più misure"

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha sollecitato gli Stati membri a preparare misure più rigorose e ad accelerare con le vaccinazioni per i rischi legati alle varianti più infettive del coronavirus. “Il messaggio chiave è prepararsi ad un rapido aumento del rigore nelle misure di risposta nelle prossime settimane per salvaguardare la capacità sanitaria e per accelerare le campagne di vaccinazione”, ha affermato l’agenzia UE basata in Svezia in un nuovo rapporto.

21.01.2021 ore 18:02
Una sostanza simile alla candeggina spacciata come cura

Il diossido di cloro raccomandato come medicamento per diverse patologie, tra cui il Covid. Ma per le autorità è una sostanza pericolosa per la salute.

Covid, viaggio nelle cure miracolose

Il diossido di cloro è impiegato anche contro il cancro o l’autismo. Per Swissmedic è pericoloso, in Ticino la procura indaga per un caso di somministrazione

21.01.2021 ore 17:45
In Italia 14'078 tamponi positivi

Sono 14’078 i nuovi casi di Covid-19 in Italia, per un totale dall’inizio dell’emergenza sanitaria di 2’422’728. L’incremento delle vittime, invece, è di 521, che porta il numero complessivo a 84’202.

21.01.2021 ore 17:41
Ancora più di mille decessi nel Regno Unito

Calano, ma restano sopra quota 1’000 i morti censiti per Covid nelle 24 ore nel Regno Unito. Rispetto a ieri, sono morte 1’290 persone in più. I contagi giornalieri sono 37’892, a fronte di 640’000 test.

Il servizio è di Paola Nurnberg

RG 18.30 del 21.01.2021 Il servizio di Paola Nurnberg
21.01.2021 ore 17:40
"Forte volontà di farsi vaccinare"

Nella popolazione “c’è una forte volontà di farsi vaccinare”, ha affermato il direttore della conferenza cantonale dei direttori della sanità, Lukas Engelberger, “c’è una richiesta che dobbiamo soddisfare”

21.01.2021 ore 17:33
Soletta, mascherina obbligatoria dalla quinta elementare

Il Canton Soletta ha annunciato che da lunedì imporrà l’obbligo della mascherina nelle scuole. La misura è valida a partire dalla quinta elementare. La formazione nelle scuole secondarie sarà a distanza almeno fino al 26 febbraio.

21.01.2021 ore 17:32
"Vaccinazione sfida logistica", da domani dati due volte alla settimana

“La campagna di vaccinazione è una grande sfida logistica”, ha affermato Berset, ricordando che i cantoni hanno dovuto adattare i loro piani per effetto dei ritardi delle consegne da parte di Pfizer/BioNTech. Da domani due volte a settimana saranno pubblicati i dati sull’evoluzione delle vaccinazioni, con il numero di dosi consegnate e inoculate per ogni cantone, anche in proporzione alla popolazione. Da febbraio, i cantoni dovrebbero essere in grado di somministrare 525 dosi al giorno ogni 100’000 abitanti, sette giorni la settimana, e in giugno la capacità dovrà essere di tre volte superiore. Questo è l’obiettivo ha affermato Berset.

21.01.2021 ore 17:28
Berset: situazione migliorata ma "non sotto controllo"

“Per la prima volta da mesi il tasso di positività dei tamponi è sceso al di sotto del 10%”, segno di un’evoluzione positiva ma la situazione “non è ancora sotto controllo”. L’incidenza comunque molto elevata, 360 casi ogni 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni, ma “nell’ultima settimana i casi sono calati di un terzo”, ha detto Alain Berset aprendo la conferenza stampa dopo un incontro con i rappresentanti dei cantoni. Permangono tuttavia forti differenze fra cantoni, ha sottolineato. Il tasso di riproduzione il 10 gennaio era di 0,81, ma anch’esso non uniforme: alcuni cantoni si situavano sopra l’1.

“Siamo stati prudenti durante le feste”, a questo punto possiamo dirlo, ha dichiarato il ministro dell’interno.

21.01.2021 ore 17:27
Attività giovanili limitate a Coira per evitare la chiusura delle scuole

La città di Coira ha deciso di chiudere le infrastrutture pubbliche utilizzate dai club sportivi per le loro attività con i ragazzi e, nel contempo, di incentivare le offerte legate alla scuola dell’obbligo. L’intenzione è quella di scongiurare il passaggio alla formazione a distanza, come spiegato dal municipale Patrik Degiacomi in un comunicato nel quale si sottolinea che la risoluzione non è stata presa a cuor leggero ma: “ la chiusura delle scuole rappresenterebbe un rischio molto più grande”

21.01.2021 ore 17:24
Nessun sconto per il trasporto pubblico in Svizzera

Da lunedì in Svizzera sono in molti ad essere in telelavoro. Di conseguenza, c’è stata una forte diminuzione dei lavoratori che utilizzano i mezzi di trasporto pubblici. Contrariamente a quanto accaduto nella primavera del 2020, le aziende di trasporto non concederanno sconti agli utenti. Durante la prima ondata c’era stato un prolungamento di 15 giorni degli abbonamenti. La situazione, spiega Bruno Galliker di SwissPass, è ora diversa: la Confederazione non ha infatti sconsigliato di usare treni o autobus. La sicurezza dei passeggeri è inoltre garantita dai piani di protezione, inesistenti durante la scorsa primavera.

21.01.2021 ore 17:03
Guy Parmelin e Angela Merkel a colloquio

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno avuto un colloquio telefonico oggi, nel corso del quale hanno discusso di come gestire al meglio l’emergenza legata alla pandemia. Lo ha indicato il ministro vodese in un tweet, precisando che è stato deciso di restare in stretto contratto. Proprio stamane Angela Merkel aveva annunciato l’intenzione di discutere con Berna riguardo a possibili controlli alle frontiere tra i due Paesi per prevenire la diffusione del Covid-19 o delle sue mutazioni. “Non si tratta di istituire controlli generalizzati alle frontiere, cercheremo di evitarlo”, aveva detto la cancelliera, aggiungendo che discussioni analoghe sono già state avviate con la Repubblica Ceca. “Ma lo dico molto apertamente: se un Paese con un tasso d’incidenza doppio rispetto alla Germania riapre tutti i suoi negozi mentre i nostri sono ancora chiusi, evidentemente abbiamo un problema”.

21.01.2021 ore 16:58
In Francia si teme sia arrivata una variante sconosciuta ancor più contagiosa

L’ipotesi che sia arrivata una nuova variante del coronavirus ancor più contagiosa di quella inglese sta suscitando preoccupazione in Francia, confrontata con alcuni focolai di contagio, finora inspiegabili. In alcuni centri ospedalieri di diverse zone del paese, si assiste a una situazione anomala, come a Compiègne, a nord di Parigi, dove ci sono 160 pazienti e 75 operatori sanitari contagiati.


Subito si è pensato all’arrivo del ceppo inglese, ma le analisi l’hanno escluso. Si tratta di altro e, come spiegato dalla direttrice Catherine Latger alla radio Europe 1, sono in corso le analisi per accertare se non siano arrivate varianti finora sconosciute.

21.01.2021 ore 16:33
Forte crescita dei sintomi depressivi in Svizzera, a rischio i giovani

La percentuale di persone con gravi sintomi depressivi è aumentata in modo significativo nel corso della seconda ondata pandemica, passando dal 9% al 18%. A rischio sono in particolare i giovani. Lo indica la Task Forse Covid-19 istituita dal Consiglio federale sulla base dei risultati estrapolati dal terzo sondaggio dello Swiss Corona Stress Study relativo al periodo compreso tra l’11 e il 19 novembre 2020, a cui hanno preso parte 11 612 persone provenienti da tutta la Svizzera. Gli abitanti romandi, maggiormente colpiti dalla pandemia nel corso della seconda ondata, sono soggetti a un rischio più elevato di sintomi depressivi gravi rispetto agli abitanti del resto della Svizzera.

21.01.2021 ore 16:23
Tamponi di massa in tre città cinesi e scuole chiuse a Pechino

Le competenti autorità delle città cinesi di Shijiazhuang e Tonghua e quelle del distretto di Daxing della capitale Pechino hanno avviato ieri un nuovo ciclo di tamponi di massa nel tentativo di contenere l’ultima ondata di Covid-19. La campagna di test è stato avviata sulla scia della recente comparsa di nuovi casi in queste aree. Il 19 gennaio, 36 infezioni trasmesse a livello locale erano state segnalate a Tonghua, nella provincia nord-orientale di Jilin, 13 erano state registrate a Shijiazhuang, nella provincia settentrionale di Hebei, e altre 6 nel distretto di Daxing a Pechino. Pechino ha invece deciso di chiudere in anticipo di due settimane le scuole e gli asili in vista della festività del Capodanno lunare che parte il 12 febbraio. In base al nuovo calendario, la riapertura è prevista dal primo marzo, ma la decisione finale sarà adottata dalle autorità in base all’andamento dell’epidemia. L’insegnamento sarà a distanza.

21.01.2021 ore 16:05
Art Basel spostata a settembre

Art Basel, la più importante fiera d’arte al mondo, sposta la sua edizione 2021 da giugno a settembre a causa della pandemia. L’anno scorso la manifestazione era stata annullata. La decisione è stata presa dopo discussioni con i galleristi e i collezionisti, nonché con esperti esterni, hanno indicato oggi gli organizzatori. L’edizione 2021 dovrebbe tenersi dal 21 al 26 settembre.

21.01.2021 ore 16:03
Rilevati in Svizzera 582 casi di mutazioni

Attualmente le infezioni con un coronavirus mutato individuate in Svizzera e nel Liechtenstein sono 582, ha annunciato l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Ieri erano 479. La variante britannica ha infettato 306 persone dalla sua prima apparizione in ottobre nel canton Vaud, ha precisato l’UFSP all’agenzia di stampa Keystone-ATS. Dodici infezioni sono attribuite alla variante sudafricana, lo stesso numero del giorno precedente. Inoltre, l’Ufficio federale ha censito 264 infezioni causate da un coronavirus con una mutazione non identificata (186 casi ieri).

21.01.2021 ore 16:00
La geografia del contagio

Cala leggermente l’incidenza dei contagi a livello svizzero e in tutti i cantoni con la sola eccezione del Vallese, che fa segnare un lieve incremento e risulta, con 484 casi ogni 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni, il secondo cantone maggiormente toccato in questo frangente dalla pandemia. Il primo è sempre Glarona con 554. Ticino con 412 e Grigioni con 401 restano al di sopra della media nazionale, scesa a 360.7

21.01.2021 ore 15:56
Chiasso, centro di vaccinazione al Palapenz

Fra Chiasso, Morbio Inferiore e Vacallo è stata concordata la creazione di un unico centro di vaccinazione di prossimità al Palapenz chiassese. Vi potranno accedere, come indica un comunicato diffuso oggi, tutti i residenti dei comuni interessati con 80 anni di età o più, e i rispettivi coniugi che abbiano almeno 75 anni, dopo la conferma telefonica da parte dei servizi comunali incaricati di fissare gli appuntamenti per coloro che si sono preventivamente annunciati. Il centro sarà operativo dalle 10.00 di lunedì prossimo. Esso sarà inoltre aperto martedì 26 gennaio, mercoledì 27 e giovedì 28 con i seguenti orari: dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00.

21.01.2021 ore 15:46
Lugano, centro di vaccinazione al Padiglione Conza

La città di Lugano ha deciso di creare un centro di vaccinazione anti-Covid di prossimità al Padiglione Conza. La struttura, come si legge in una nota diramata nel pomeriggio dal comune, sarà operativa per le somministrazioni da lunedì prossimo. Gli orari sono i seguenti: dal lunedì al venerdì, dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 18.00. Al momento, indica ancora il comunicato, il comune sta pianificando gli appuntamenti con coloro che già si sono iscritti, e in collaborazione con i medici attivi nel comprensorio di Lugano. I cittadini luganesi con almeno 80 anni e i rispettivi partner over 75 che sono intenzionati ad annunciarsi debbono contattare la cancelleria comunale al numero 058 866 70 11, dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. La città ha allestito al Palazzo dei congressi un call center per la raccolta delle iscrizioni.

21.01.2021 ore 15:31
Ancora un picco di decessi in Portogallo

Il Portogallo ha registrato un ulteriore picco del numero di decessi imputabili al coronavirus: 221, nelle ultime 24 ore, a fronte dei 219 computati il giorno prima. Sale così a 9’686 morti il bilancio delle vittime della pandemia nel Paese. Sempre fra ieri e oggi sono stati 13’544 i nuovi casi d’infezione accertati.

21.01.2021 ore 15:09
Lagarde, rischi di degrado per Eurozona

L’intensificazione della pandemia sta determinando “rischi di degrado” per le prospettive di ritorno alla crescita economica nell’Eurozona. È quanto ha sottolineato in una conferenza stampa la presidente della Banca centrale europea (BCE) Christine Lagarde, dopo la decisione dei governatori dell’istituzione di lasciare invariato il programma di sostegno monetario all’economia. Alla luce della situazione in atto “la BCE riconferma l’orientamento molto accomodante della sua politica monetaria”, ha detto Lagarde, spiegando che serve quindi ancora “un ampio sostegno”.

21.01.2021 ore 14:50
Giovani, limitate a Coira le attività extrascolastiche

La città di Coira ha deciso di chiudere le infrastrutture pubbliche utilizzate dai club che lavorano con i giovani e, al tempo stesso, di incentivare le attività molto vicine alla scuola. L’intento è quello di scongiurare il passaggio alla formazione a distanza. Alla luce dell’attuale situazione legata al Covid-19 e alle nuove varianti, il Municipio ha disposto, martedì scorso, di concentrare le attività giovanili nel contesto scolastico e sulle offerte molto vicine alla scuola obbligatoria. Contestualmente ha deciso la chiusura degli impianti destinati alle attività extrascolastiche giovanili delle varie associazioni. Eccezioni sono possibili per le attività legate a scopi terapeutici scolastici e a quelle legate allo sport da competizione. “Questa decisione non è stata presa a cuor leggero, perché siamo consapevoli che le attività al di fuori dell’insegnamento rappresentano un’importanza fondamentale per i giovani”, indica il municipale responsabile Patrik Degiacomi nel comunicato emesso oggi dalla città. “Tuttavia”, sottolinea, “la chiusura delle scuole rappresenterebbe un rischio molto più grande”.

21.01.2021 ore 14:18
Pandemia, in Africa la mortalità più elevata

L’Africa sta facendo registrare un tasso di mortalità a causa del coronavirus superiore a quello globale. È l’allarme lanciato oggi dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie del continente, agenzia dell’Unione africana, che segnala circa 3,3 milioni di casi e quasi 82’000 decessi. Il direttore dell’agenzia John Nkengasong, in una conferenza stampa tenutasi oggi, ha affermato che il tasso di mortalità del continente è pari attualmente al 2,5%, a fronte del 2,2% di quello globale. All’inizio della pandemia, invece, il tasso di mortalità africano risultava inferiore a quello segnalato nel resto del mondo. Nkengasong ha descritto la situazione in atto, parlando di medici e infermieri “travolti dal lavoro” che non possono prendersi cura dei pazienti, nonché di “letti e rifornimenti limitati”, e sottolineando anche la necessità di maggiori forniture di ossigeno.

21.01.2021 ore 13:48
Mutazioni, Oxford lavora ad una nuova versione del vaccino

L’università di Oxford sta lavorando su una nuova versione del vaccino messo a punto insieme ad AstraZeneca, in modo da ottenere protezione anche dalle varianti del coronavirus considerate più pericolose (britannica, sudafricana e brasiliana). È quanto riporta il quotidiano Daily Telegraph, citando fonti interne all’ateneo. Lo stesso team che ha lavorato alla versione originale del vaccino, spiega la testata, è ora impegnato in uno studio di fattibilità per capire se la tecnologia possa essere riconfigurata con un preavviso di 48 ore. L’esigenza viene dopo che alcuni studi hanno dimostrato che i vaccini attuali potrebbero avere un’efficacia ridotta soprattutto contro la variante sudafricana, la quale sarebbe in grado di sfuggire agli anticorpi monoclonali studiati contro il Covid-19.

21.01.2021 ore 13:41
Svizzera, possibile riduzione della durata della quarantena

Il consigliere federale Alain Berset giovedì incontra i responsabili cantonali della sanità pubblica. Fra i temi sul tavolo figura anche l’eventuale accorciamento delle quarantene sia per chi è entrato in contatto con i positivi al coronavirus, sia per chi rientra dai paesi ritenuti ad alto rischio di contagio.

Il tema più volte sollevato dagli ambienti economici (ma non solo), è tornato d’attualità dopo che il Governo ha messo in consultazione tre varianti per un eventuale passaggio dagli attuali 10 giorni a 7, rispettivamente 5 giorni, liberando dal confinamento chi si fa testare con esito negativo una o due volte durante questo periodo di tempo. L’opzione preferita dall’Esecutivo federale vede l’accorciamento della quarantena ad una settimana (con test al settimo giorno).

Fra le varie proposte messe in consultazione che potrebbero essere affrontato c’è anche l’abolizione del blocco dei voli da e per Gran Bretagna e Sudafrica.


RG 12.30 del 21.01.21: la corrispondenza di Gian Paolo Driussi
21.01.2021 ore 13:38
In Svizzera, altri 2'205 casi e 47 decessi

Sono 47 i decessi imputabili al coronavirus registrati in Svizzera nelle ultime 24 ore. Sempre fra ieri e oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha avuto conferma di ulteriori 2’205 casi d’infezione e di 93 nuovi ricoveri legati alla patologia.

Numeri che indicano il progressivo miglioramento della situazione sul fronte pandemico. La seconda ondata non è però superata e si teme un repentino nuovo aumento dei contagi a causa del diffondersi delle varianti inglese e sudafricana del coronavirus.

21.01.2021 ore 13:30
Vaccino e ritardi nelle consegne, inquietudine a Ginevra

La strategia di vaccinazione a Ginevra, come in altri cantoni, sta risentendo dei ritardi legati alle forniture del vaccino Pfizer/BioNTech. Le autorità cantonali devono quindi rivedere al ribasso la loro pianificazione. “È una grande inquietudine”, ha commentato oggi Laurent Paoliello, portavoce del dipartimento ginevrino della sanità, confermando le informazioni sui problemi diffuse in prima battuta dalla Tribune de Genève. In dicembre il cantone aveva ricevuto 4’875 dosi del preparato. In gennaio ne aveva ottenute 6’800. Ma questa settimana sono state consegnate 3’900 dosi anzichè le 6’800 previste. Le forniture agli ospedali e ai centri di vaccinazioni sono state quindi ridimensionate.

21.01.2021 ore 13:22
Protesta dei ristoratori a Milano

Si sono radunati sotto il palazzo della Regione Lombardia i ristoratori giunti stamani a Milano con un corteo di auto, che ha determinato non poche difficoltà di transito sulla strada statale fra il capoluogo lombardo e Lecco. Si tratta di alcune centinaia di proprietari di ristoranti e autonegozi alimentari, e titolari di discoteche. Il raduno è cominciato poco dopo le 11.00, ma la polizia, che vigila sulla manifestazione, ha costretto i partecipanti a posteggiare le auto, circa 150, e a recarsi a piedi nella piazza dove ha sede il palazzo. Solo una delegazione di sette autonegozi è stata autorizzata. Stando alle autorità il presidio, organizzato per protestare contro le restrizioni legate alla pandemia, si sta svolgendo nella calma.

21.01.2021 ore 12:08
Pfizer sempre più al centro delle critiche

Cresce in Europa la protesta contro la riduzione della fornitura dei vaccini annunciata dalla società Pfizer che ha ridotto le forniture in attesa di potenziare la produzione nell’impianto belga che fornisce tutto il continente. Il rinvio sta causando gravi problemi nelle campagne di immunizzazione previste nei vari Stati, Svizzera compresa. La questione sarà tra i temi centrali del vertice europeo odierno.


RG 12.30 del 21.01.21: il servizio di Claudio Bustaffa
21.01.2021 ore 12:04
Prima europea: l'Ungheria approva il vaccino russo

Sputnik V è stato approvato dall’istituto nazionale ungherese di farmacia e nutrizione. L’Ungheria è così diventata il primo paese dell’UE ad avallare l’uso del vaccino russo. A darne notizia è il Russian Direct Investment Fund (RDIF), il fondo sovrano russo. Il vaccino è stato approvato attraverso la procedura di autorizzazione per l’uso di emergenza. Il via libera si basa sui risultati dei test clinici dello Sputnik V in Russia e su una valutazione completa del vaccino da parte degli specialisti magiari.

La corrispondenza è di Tomas Miglierina

RG 18.30 del 21.01.2021 Il servizio di Tomas Miglierina
21.01.2021 ore 11:59
OMS, "Felici che gli USA restino in famiglia"

“L’Organizzazione mondiale della sanità è una famiglia di nazioni. Siamo felici che gli Stati Uniti restino in famiglia”. È quanto ha twittato il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, dopo l’annuncio della nuova amministrazione Biden sul ritorno degli Stati Uniti nell’agenzia specializzata dell’ONU.

21.01.2021 ore 11:46
Pandemia e trasporti, aiuti ai treni Eurostar

Francia e Regno Unito stanno discutendo intorno alla possibilità di un aiuto finanziario per il collegamento ferroviario Eurostar tra i due paesi. È quanto ha riferito il ministro dei trasporti francese, Jean-Baptiste Djebbari, nel corso di un suo intervento presso una commissione parlamentare a Parigi. Tale collegamento sta ora scontando una forte crisi a causa dell’impatto della pandemia sul sistema dei trasporti.

21.01.2021 ore 11:14
Volg: aumento delle vendite nel 2020, 16% in più

Anche Volg, catena di commercio al dettaglio che comprende centinaia negozi di paese, ha approfittato nel 2020 della maggiore propensione dei consumatori agli acquisti sotto casa e, più in generale, della crescita delle vendite registrata dai supermercati svizzeri in seguito alla pandemia. Il fatturato è salito a 1,77 miliardi di franchi, il 16% in più dell’anno prima, ha indicato oggi la società controllata dal gigante agricolo Fenaco. La fetta più importante è stata realizzata dai 568 negozi Volg (+17% a 1,36 miliardi); seguono i 107 spacci nelle stazioni di rifornimento di carburante Agrola (+14% a 328 milioni) e i 231 dettaglianti indipendenti che operano per la gran parte con il marchio Prima, che hanno contribuito con 80 milioni.

21.01.2021 ore 10:59
Superati i 900 morti in Ticino, 550 dei quali durante la seconda ondata

In Ticino sono stati superati i 900 decessi complessivi legati al Covid-19. L’aggiornamento dei dati fornito giovedì mattina dall’ufficio del medico cantonale fa stato di ulteriori 4 decessi legati al Covid-19 che hanno portato il totale a 903. Oltre 550 sono stati registrati nel corso della seconda ondata della pandemia che prosegue dallo scorso ottobre. Durante la prima ne erano invece stati registrati 350.

21.01.2021 ore 10:49
Case per anziani in Ticino: 3 decessi e 3 nuovi contagi

Tre decessi e 3 nuovi casi di positività sono stati registrati nelle ultime 24 ore nelle case per anziani in Ticino. È quanto ha reso noto stamani l’Associazione dei direttori delle case per anziani della Svizzera italiana (ADICASI), precisando che sono attualmente 96 i residenti risultati positivi al coronavirus in 15 strutture. Nove residenti sono invece guariti dalla malattia. Con gli ultimi 3 decessi, sale a 374 il numero dei residenti che hanno finora perso la vita a causa dell’insorgenza della patologia. Nell’insieme sono 68 le strutture presenti sul territorio del cantone, per un totale di 4’692 posti letto.

21.01.2021 ore 10:28
Altri 4 decessi in Ticino

Altre 4 persone hanno perso la vita in Ticino a causa del coronavirus. È il dato che emerge dalle ultime cifre comunicate sugli sviluppi della pandemia nel cantone. Nelle ultime 24 ore sono stati inoltre recensiti altri 78 casi di positività ai test. Sono inoltre 9 i nuovi ricoveri, a fronte di 17 pazienti dimessi dagli ospedali.

21.01.2021 ore 10:20
Zurigo, mascherine d'obbligo dalla quarta elementare

Nel canton Zurigo, tutti gli allievi dalla quarta elementare in avanti dovranno indossare mascherine igieniche a partire da lunedì prossimo. Nelle scuole secondarie il numero di studenti presenti in aula sarà inoltre ridotto della metà. Questo rafforzamento delle misure di protezione è stato deciso per contenere la diffusione delle nuove varianti di coronavirus, indica oggi in un comunicato il Dipartimento cantonale dell’educazione.

Provvedimenti ancora più drastici sono state annunciati ieri nel canton Argovia, dove i licei e le scuole professionali passeranno da lunedì prossimo alla formazione a distanza. La misura è volta, come ha reso noto l’Esecutivo cantonale, a ridurre la mobilità degli studenti, segnatamente sui trasporti pubblici.

21.01.2021 ore 10:15
Isolato il focolaio di St. Moritz. Misure revocate

Il focolaio di coronavirus recentemente individuato a St.Moritz è stato isolato con successo. Dai circa 3’200 test di depistaggio effettuati nella località è emerso che circa l’1% della popolazione è contagiato dal Covid-19. Tale dato risulta praticamente immutato rispetto agli esiti del test pilota dello scorso dicembre. Il tasso è invece del 4% fra gli impiegati e gli ospiti dei due alberghi posti in quarantena. In 31 dei 53 casi accertati si è trattato della nuova variante mutata del coronavirus. Tuttavia essa, come si precisa in una nota diffusa stamani dalle autorità cantonali, è stata rilevata fra i dipendenti e non è stata trasmessa agli ospiti o alla popolazione.

Lunedì scorso, dopo l’accertamento del focolaio nei due hotel, l’Ufficio dell’igiene pubblica aveva disposto misure immediate a protezione della popolazione e ordinato uno studio sulle insorgenze. Grazie alla strategia attuata, è stato possibile procedere a test a tappeto nell’arco di 24 ore per tutta la popolazione.

Visti i risultati degli studi sulle insorgenze, si legge nella nota del cantone, si giudica opportuno revocare i provvedimenti disposti a tutela della popolazione e degli ospiti. I due alberghi interessati rimarranno in quarantena fino al prossimo 27 gennaio. Ma da venerdì mattina le scuole, le strutture di custodia collettiva diurna e le scuole di sci di St. Moritz potranno riprendere le rispettive attività. Revocato è anche l’obbligo generale di indossare una mascherina sull’intero territorio della località grigionese.


RG 12.30 del 21.01.21: la corrispondenza di Gian Paolo Driussi
21.01.2021 ore 09:36
Grigioni, 67 nuovi contagi e nessun nuovo decesso

Sono 67 i nuovi casi di contagio registrati nel canton Grigioni, mentre non è stato segnalato alcun nuovo decesso legato al Covid-19. Le ospedalizzazioni sono diminuite: le persone ricoverate sono 36, 6 in meno del giorno precedente. Di queste 11 sono ricoverate in cure intense, dato invariato (9 ventilate). Ieri le autorità retiche avevano comunicato 64 nuovi casi e nessun morto.


In tutto il Cantone al momento ci sono 579 persone in quarantena, mentre 468 sono in isolamento perché positivi.

21.01.2021 ore 09:22
Canton Berna, oltre 2'000 vaccinazioni in un giorno

Nel canton Berna sono state somministrate per la prima volta in un giorno più di 2’000 dosi di vaccino anti-Covid. Con le vaccinazioni di ieri, 2’047 per la precisione, sono ormai quasi 10’000 i bernesi che hanno finora potuto beneficiare della prima iniezione. È quanto emerge dalle cifre aggiornate pubblicate oggi sul portale del canton Berna sull’evoluzione della pandemia. Dall’inizio delle vaccinazioni lo scorso 11 gennaio, il numero delle somministrazioni quotidiane ha continuato ad aumentare.

21.01.2021 ore 09:19
Petizione contro le misure Covid, il Governo grigionese prende atto e risponde

Il Governo grigionese ha risposto alla petizione “Keine Hauruckübungen in Graubünden” in riferimento alla pandemia di coronavirus. I promotori della petizione hanno criticato il fatto che i provvedimenti cantonali volti a contenere la diffusione della COVID‑19 siano stati attuati senza dare un adeguato preavviso. Inoltre chiedono che vengano definiti criteri chiaramente misurabili per quanto riguarda la durata dei provvedimenti attuati. 1’150 persone hanno sostenuto la petizione.


“Il Governo comprende la richiesta di un preavviso più lungo in relazione alla disposizione di provvedimenti volti a contenere la diffusione della COVID‑19. Purtroppo, per via di fattori non influenzabili non è sempre possibile garantire un tale preavviso. Per esempio possono verificarsi circostanze che richiedono un intervento immediato. Si pensi ad esempio a cambiamenti significativi e repentini della situazione epidemiologica o a provvedimenti urgenti correlati a decisioni adottate a livello federale. Tuttavia il Governo si impegna ove possibile a garantire un preavviso sufficientemente lungo” si legge in una nota. Anche per quanto riguarda i criteri misurabili l’esecutivo retico sottolinea come le esperienze raccolte finora in Svizzera e all’estero “dimostrano che a causa della complessità degli eventi e delle circostanze è estremamente difficile definire in anticipo criteri vincolanti per l’introduzione, l’inasprimento e la revoca di provvedimenti. Tuttavia il Governo cercherà di agire nel modo più trasparente e prevedibile possibile anche in questo senso” conclude il comunicato.

21.01.2021 ore 09:05
Quasi 22'000 nuovi casi in Russia

In Russia sono stati recensiti nelle ultime 24 ore 21’887 nuovi casi d’infezione da Covid-19. Quasi 3’500 sono stati localizzati nella capitale Mosca. Il numero complessivo dei contagi finora accertati nella Federazione sale così a 3’655’839 casi.

21.01.2021 ore 08:54
OMS, Guterres saluta il rientro degli USA

Antonio Guterres - rende noto un portavoce delle Nazioni Unite - ha salutato il rinnovato impegno degli Stati Uniti nell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che fa seguito all’insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden. Il segretario generale dell’ONU sottolinea che esso è “assolutamente decisivo” per rafforzare il coordinamento mondiale nella lotta contro la pandemia. Dopo il giuramento nella cerimonia inaugurale di ieri, Biden ha fatto osservare un momento di silenzio e di raccoglimento in memoria delle vittime del coronavirus nel suo Paese.

21.01.2021 ore 08:12
Passaporto vaccinale all’ordine del giorno a Bruxelles – Dubbi politici e tecnici

La campagna di vaccinazione e l’idea di un passaporto sanitario per identificare chi è già stato immunizzato saranno al centro delle discussioni tra i leader dell’Unione europea che si troveranno dalle 18 di questa sera per una videoconferenza quasi interamente dedicata al coronavirus. Sulla possibilità di concedere diritti a chi ha ricevuto il vaccino ci sono però dubbi politici e tecnici.


Scopri i dettagli ascoltando il servizio di Tomas Miglierina.

RG 08.00 del 21.01.2021 - Il servizio di Tomas Miglierina
21.01.2021 ore 08:04
Oberwil (BL), 21 positivi alle elementari – Scuola a distanza per 500 allievi

A Basilea campagna è stato introdotto l’insegnamento a distanza fino al 5 febbraio per i 500 allievi della Scuola elementare di Oberwil, dopo i 21 casi positivi rilevati a seguito dei test di massa realizzati nei giorni scorsi. Toccate quattro classi. Le autorità scolastiche hanno ordinato la quarantena per decine di bambini e genitori.


Le autorità di Basilea campagna avevano già introdotto due giorni fa l’obbligo della mascherina in tutto il cantone per gli allievi a partire dai 10 anni.

21.01.2021 ore 07:55
Cuba: vaccini per 100 milioni di dosi

Cuba punta a produrre 100 milioni di dosi del suo vaccino e ad immunizzare tutta la sua popolazione entro l’anno. È l’obiettivo annunciato dal direttore dell’istituto sanitario Finlay, che coordina due di quattro progetti intrapresi dal Paese sul piano della sperimentazione clinica.

21.01.2021 ore 07:32
Giappone, durissimo impatto della pandemia sull'export

La pandemia ha determinato in Giappone la maggior contrazione annuale delle esportazioni negli ultimi 11 anni. In base ai dati del ministero delle finanze nipponico, il calo dell’11,1% registrato nel 2020 è secondo solo a quello che ha fatto seguito alla crisi finanziaria del 2009, quando il tracollo dei mercati causò una flessione del 33,1%.

21.01.2021 ore 07:21
Cina, contagi a Shangai e preoccupazione

La Cina continentale ha registrato 144 nuovi casi di COVID-19 mercoledì, in aumento dai 103 del giorno precedente, secondo quanto riferito dalle autorità sanitarie giovedì. Si tratta di contagi con trasmissione locale. Oltre a questi, il Paese conta anche 113 nuovi asintomatici, che vengono classificati separatamente.


Ed è sempre notizia di giovedì che, tra i nuovi casi, tre sono stati segnalati a Shangai, mentre cresce la preoccupazione per una possibile nuova ondata del virus.

21.01.2021 ore 07:21
Vaccini, prima operazione finanziata dalla Banca Mondiale

La Banca Mondiale ha reso noto stamani che intraprenderà, entro la fine di febbraio, un’operazione volta alla distribuzione di vaccini anti-Covid in Libano. “Si tratta della prima operazione finanziata dalla Banca mondiale per l’acquisizione di vaccini”, indica l’organizzazione in un comunicato, precisando che uno stanziamento di 34 milioni di dollari consentirà di fornire vaccini a più di 2 milioni di persone. Il Libano è attualmente confrontato ad un aumento senza precedenti del numero dei contagi da coronavirus: le cifre sono nelll’ordine di 5’500 casi al giorno dall’inizio dell’anno.

21.01.2021 ore 07:09
Più di mille nuovi decessi in Germania

Sono 1’013 i nuovi decessi da coronavirus accertati in Germania nelle ultime 24 ore. Il bilancio delle vittime della pandemia nel Paese sale così a 49’783 morti dall’inizio della crisi sanitaria. Sempre fra ieri e oggi, e in base alle cifre aggiornate dall’istituto Robert Koch, sono stati inoltre registrati altri 20’398 casi d’infezione. Il numero complessivo dei contagi in Germania si attesta ora a 2’088’400 casi.