Un'infermiera indossa la mascherina all'ospedale di Coira
Un'infermiera indossa la mascherina all'ospedale di Coira keystone
Momenti chiave
28.09.2020 ore 17:38
28.09.2020 ore 09:04
28.09.2020 ore 06:55

Svizzera, rallentano i contagi

Negli ultimi tre giorni registrati 782 nuovi casi; in Ticino tre e zero nei Grigioni rispetto a ieri – A livello nazionale 26 persone sono state ricoverate
lunedì 28 settembre 2020 06:48

In Svizzera da venerdì sono stati registrati 782 nuovi contagi legati al coronavirus, due decessi e 26 nuove ospedalizzazioni. In totale sono stati effettuati 22'869 tamponi. In Ticino i positivi sono stati tre e nei Grigioni, rispetto a ieri, non sono stati segnalati casi.

La cronaca di domenica

Se quindi la situazione a livello nazionale sembra subire un rallentamento, nel resto del mondo e in particolare in alcuni paesi la situazione non è sotto controllo. Il direttore d’urgenza dell’Organizzazione mondiale della sanità, Michael Ryan, ha affermato che i morti, ora quasi un milione, potrebbero raddoppiare. Sotto osservazione Francia e Spagna, dove il virus continua a circolare in maniera particolarmente attiva, obbligando le autorità a imporre, nonostante le proteste, lockdown mirati.

I dati sempre aggiornati

di Stefano Pongan, Alessandra Spataro, Diego Moles, Elena Boromeo e Chiara Brugnoli

28.09.2020 ore 23:25
Brasile, superati i 4,7 milioni di contagi

Il Brasile ha registrato un aumento di 13’155 casi positivi di coronavirus nelle ultime 24 ore, cifra che porta il numero complessivo di infezioni da inizio pandemia a oltre i 4,7 milioni. I decessi legati al virus sono invece stati 317, per un totale di 142’058.

28.09.2020 ore 22:28
Slovacchia e Repubblica Ceca: stato di emergenza imminente

La Slovacchia e la Repubblica Ceca dichiareranno questa settimana lo stato di emergenza per combattere la pandemia di Covid-19. “La situazione è estremamente grave, e penso che dobbiamo prendere decisioni molto radicali e coraggiose”, ha detto il primo ministro slovacco Igor Matovic. Il provvedimento dovrebbe essere approvato dal governo slovacco mercoledì, e sarebbe il secondo lockdown istituito in Slovacchia.
Similmente, il primo ministro ceco Andrej Babis ha annunciato che mercoledì si terrà una riunione straordinaria del suo governo per approvare lo stato di emergenza.

Da inizio pandemia, la Slovacchia ha registrato 9’343 infezioni e 44 decessi, mentre la Repubblica Ceca ha confermato 65’313 contagi e 615 morti.

28.09.2020 ore 21:44
OMS: 120 milioni di test rapidi per i paesi più poveri

OMS: test rapidi per i paesi poveri

Nei prossimi sei mesi 120 milioni di test rapidi verranno messi a disposizione dei paesi a basso e medio reddito

28.09.2020 ore 21:31
Paesi Bassi, aumentano le misure di contenimento

Manifestazioni sportive senza tifosi, bar e ristoranti chiusi alle dieci di sera: sono solo alcune delle misure annunciate dal premier Mark Rutte in una conferenza stampa. Misure che entreranno in vigore a partire dalle 18.00 di domani, martedì. Da inizio pandemia il Paese ha visto un totale di 115’611 contagi e 6’415 decessi.

28.09.2020 ore 20:01
Brusco rallentamento dei contagi in Francia

Le autorità sanitarie francesi segnalato che sono state registrati 4’070 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. In netto calo rispetto ai giorni precedenti (14’412 sabato e 11’123 domenica). Il dato di oggi, però, risente del numero inferiore di test effettuati domenica. I nuovi decessi sono invece 81 (ieri erano stati 27). Il totale delle vittime sale così a 31’808.

28.09.2020 ore 19:08
In Spagna sale il numero dei decessi

Il bilancio del fine settimana in Spagna parla di 31’785 nuovi casi di contagio e 179 morti da venerdì a oggi. Il livello dei decessi è tra i più alti da maggio, cioè dalla fase acuta della pandemia.

28.09.2020 ore 18:17
Ginevra rinuncia alla festa di Capodanno

La Città di Ginevra rinuncia a organizzare la festa di Capodanno, a causa della pandemia e delle restrizioni relative alle manifestazioni di oltre 1’000 persone. Per il Municipio, le incertezze sono troppe.

28.09.2020 ore 17:38
Calano i contagi nel Regno Unito

Nel Regno Unito sono stati registrati 4’044 nuovi casi, in calo rispetto ai 5’693 del giorno prima. A ciò, si aggiungono 13 decessi, per un totale di 42’001 da inizio pandemia.

28.09.2020 ore 17:22
In Italia meno contagi (ma meno test)

Sono 1’494 i nuovi casi riportati oggi dalle autorità sanitarie italiana: in calo rispetto ai giorni scorsi, ma a fronte di meno tamponi (51’000), seguendo una flessione tipica del fine settimana. I nuovi decessi legati al Covid-19 sono 16. Tra le regioni, quella con il maggior numero di nuovi casi è la Campania (+295) seguita dal Lazio (+211) e dal Veneto (+183). La Liguria, inserita nella lista delle regioni a rischio dall’UFSP, ha registrato 109 contagi.

Gli attualmente positivi tornano a superare la soglia dei 50’000, un numero che non si registrava dal 27 maggio quando furono 50’966: dai dati del Ministero della salute emerge infatti che sono 50’323 i malati attuali, 705 in più rispetto a ieri. Salgono ancora i ricoveri sia nelle terapie intensive - ad oggi ci sono 254 pazienti, 10 in più di ieri - e quelli nei reparti ordinari, con un incremento di 131 nelle ultime 24 che porta il totale dei ricoverati a 2’846.

28.09.2020 ore 17:15
Focolaio in una casa per anziani neocastellana

Nove residenti su trentatrè e sei impiegati nelle cure sono risultati contagiati nella casa per anziani Dubied di Couvet, nel canton Neuchâtel. L’esistenza del focolaio è emersa dopo che, venerdì, uno degli ospiti è risultato positivo al test. Sabato anche tutto il personale è stato sottoposto al tampone. Il presidente del consiglio di fondazione ha dichiarato a Arcinfo che tutti gli anziani per il momento stanno bene e che il loro stato è stabile.

Il Consiglio di Stato, ricordando la vulnerabilità dei residenti negli istituti, si dice preoccupato da quanto emerso e dalla moltiplicazione dei focolai. A inizio mese un’altra casa per anziani del cantone aveva dovuto affrontare una situazione simile. In quel caso vi erano stati tre decessi per Covid-19. Il 60% degli ospiti e 22 impiegati erano risultati contagiati e diverse positività erano state riscontrate anche tra i familiari.

28.09.2020 ore 16:53
La Cina riporta 21 contagi importati

Ieri nella Cina continentale non è stato registrato nessun nuovo caso di Covid-19 trasmesso a livello locale, mentre sono stati segnalati 21 casi importati. Lo rende noto la Commissione sanitaria nazionale cinese nel suo bollettino giornaliero. Inoltre, 12 persone sono state dimesse dagli ospedali. a questi bisogna aggiungere altri 14 casi asintomatici, che le autorità di Pechino conteggiano a parte.

28.09.2020 ore 16:36
Le restrizioni non valgono nei bar del Parlamento di Londra

Il giro di vite imposto ai pub e ristoranti britannici che, per tentare di contrastare il rimbalzo di casi di coronavirus, devono chiudere alle 22, non vale nei bar di Westminster. I vertici del Parlamento, in risposta alle critiche suscitate dall’eccezione prevista per i locali dicui si servono i legislatori, lunedì hanno però annunciato che dalle 22 non si potranno più bere alcolici. Lo riferisce la BBC. I ritrovi (formalmente considerati alla stregua delle mense aziendali) continueranno pertanto a restare aperti anche a tarda ora per servire cibo e bevande leggere in caso di sedute serali prolungate della Camera dei comuni o di quella dei Lord.

28.09.2020 ore 16:34
USA: "No alle interferenze della politica"

I presidenti delle più importanti accademie scientifiche degli Stati Uniti sono scesi in campo contro le interferenze della politica nelle questioni relative alla pandemia, in particolare in quelle che riguardano i vaccini. Il messaggio è pubblicato online sui siti dell’Accademia Nazionale delle Scienze e dell’Accademia Nazionale di Medicina, firmato dai rispettivi presidenti. “La nostra nazione si trova in un momento critico nel pieno della pandemia di Covid-19, con importanti decisioni da prendere, in particolare sui vaccini”, si legge nell’appello. Per questo, “i decisori politici dovrebbero essere informati sulla base delle migliori evidenze disponibili, senza che le informazioni siano distorte, nascoste o deliberatamente comunicate in modo sbagliato”, rilevano i presidenti delle Accademie. “Troviamo allarmanti - aggiungono - gli episodi di politicizzazione della ricerca, in particolare quelli che ignorano l’evidenza e i consigli degli esperti di sanità pubblica e le decisioni dei governi”.

28.09.2020 ore 16:28
Finanze pubbliche solide in Svizzera malgrado la crisi del coronavirus

Le finanze pubbliche svizzere a causa della pandemia dovranno affrontare la peggiore crisi economica degli ultimi decenni, ma grazie alle eccedenze degli ultimi anni la situazione rimane solida e le amministrazioni elvetiche dovrebbero resistere meglio rispetto a quelle della maggior parte degli altri paesi industrializzati. Lo sostiene l’Amministrazione federale delle finanze che lunedì ha pubblicato i risultati definitivi sulla situazione di Confederazione, cantoni, comuni e assicurazioni sociali riguardanti il 2018 nonché le stime e le previsioni sull’evoluzione fino alla fine del 2021.

Disavanzo al 3,7% del PIL

La pandemia comporterà fra l’altro una forte contrazione delle entrate fiscali e una crescita della disoccupazione, con una riduzione delle entrate e un forte aumento delle spese delle assicurazioni i sociali (+16 miliardi di franchi). Nel 2020 si prevede quindi per gli enti pubblici un deficit molto consistente (24,6 miliardi di franchi), ossia del 3,7% del prodotto interno lordo, per circa l’80% a carico della Confederazione a causa dell’onere delle misure straordinarie adottate per far fronte alla crisi legata al Covid-19 (17,8 miliardi).

Nel 2021 le amministrazioni pubbliche dovrebbero invece chiudere il proprio conto di finanziamento con una quota del deficit pari al -1,2% del PIL.

28.09.2020 ore 14:43
Le limitazioni degli spettatori e gli aiuti allo sport fan discutere in Germania

Le limitazioni alla presenza degli spettatori e i sussidi allo sport stanno facendo discutere anche in Germania dove il ministero federale dell’interno ha risposto alle critiche delle società ricordando che la priorità va data all’emergenza sanitaria. Complessivamente il governo ha stanziato aiuti al settore per 200 milioni di euro. Per diverse federazioni e società non permetteranno di evitare gravi perdite legate alla riduzione delle entrate derivanti dalla vendita dei biglietti. Il campionato di pallamano, per esempio, da giovedì potrà svolgersi con il pubblico, ma le presenze in palestra non potranno superare il 20% della capacità.

28.09.2020 ore 14:25
Lucerna viene in contro ai ristoratori: facilitazioni fino a fine 2021

I ristoranti e i bar della città di Lucerna dovrebbe poter continuare a beneficiare di un maggior numero di posti a sedere all’aperto senza molte formalità fino alla fine del 2021. Il Municipio sta infatti lavorando all’ulteriore estensione delle facilitazioni concesse agli esercizi a causa della pandemia, confermando la possibilità di ottenere un permesso per occupare lo spazio pubblico in modo agevolato.

28.09.2020 ore 14:15
Scontri a una festa non autorizzata in Togo: un morto e 17 feriti

Scontri tra le forze dell’ordine e i partecipanti a una tradizionale festa di iniziazione, svoltasi alla presenza di oltre 3’000 persone nonostante il divieto a causa di Covid-19, sabato hanno provocato un morto e 17 feriti (tra i quali 13 agenti) in un villaggio del nord del Togo, ha reso noto il governo. Dopo essere stati inizialmente dispersi dagli agenti, i partecipanti all’evento hanno ripreso la festa ed eretto barricate. Le forze dell’ordine sono nuovamente intervenute con gas lacrimogeni, ma anche sparando.

Il Governo del Togo lo scorso aprile ha messo in piedi una “forza speciale antipandemia” costituita da circa 5’000 poliziotti e militari incaricati di far rispettare in tutto il paese le misure decise per contrastare la pandemia. Finora nel paese dell’Africa Occidentale ci sono stati 1’743 contagi e 44 morti.

28.09.2020 ore 12:48
La tendenza alla riduzione dei contagi si conferma

L’aggiornamento dei dati sulla pandemia da parte dell’Ufficio federale della sanità pubblica, lunedì ha confermato che da una decina di giorni si è invertita la tendenza alla crescita delle infezioni che era in atto da fine giugno.

Negli ultimi tre giorni sono stati registrati 782 contagi, oltre 300 in meno rispetto a quelli dello scorso weekend. Inoltre nel corso degli ultimi 14 giorni vi sono state complessivamente 5’027 nuove infezioni confermate in laboratorio con un’incidenza di 8,6 casi ogni 100’000 abitanti. Un dato sensibilmente in calo rispetto alle 5’617 annunciate una settima fa. L’incidenza su 100’000 abitanti si è ridotta da 65,4 a 58,6, quindi sotto la soglia utilizzata per definire gli Stati e le regioni estere in cui vi è un elevato rischio di contagio.

La media dei nuovi contagi quotidiani calcolata usando i dati riguardanti gli ultimi sette giorni è scesa a circa 300 con una riduzione di circa il 25% rispetto a una settimana fa quando era ancora superiore ai 400.

28.09.2020 ore 12:35
Da venerdì in Svizzera: 2 decessi, 26 ospedalizzazioni e 782 nuovi contagi

In Svizzera tra venerdì e lunedì mattina sono stati registrati 2 decessi, 26 ospedalizzazioni e 782 nuovi contagi che hanno portato il totale delle infezioni dall’inizio della pandemia a 52’646 e le morti legate al Covid-19 a 1’780 (le ultime due sono avvenute giovedì e venerdì scorsi). Lo si apprende dall’ultimo aggiornamento della situazione sul fronte della pandemia da parte dell’Ufficio federale della sanità pubblica che a metà settembre ha deciso di non più attualizzare le cifre il sabato e la domenica.

Nelle ultime 72 sono stati eseguiti 22’869 tamponi.

Nel corso degli ultimi 14 giorni vi sono state complessivamente 5’027 nuove infezioni confermate in laboratorio con un’incidenza di 58,6 casi ogni 100’000 abitanti.

A livello nazionale sono oltre 25’000 le persone costrette a stare a casa a causa del coronavirus: 3’740 sono in isolamento perché contagiate, 8’896 in quarantena poiché hanno avuto stretti contatti con gli infettati e 12’589 perché di rientro da zona figuranti sulla lista dei paesi e delle regioni particolarmente a rischio che da oggi è stata ulteriormente estesa.

28.09.2020 ore 12:31
Focolaio su una nave da crociera in Grecia

Una dozzina di membri dell’equipaggio della prima nave da crociera che ha attraccato in Grecia dopo il blocco legato alla pandemia è risultato positivo al coronavirus. Sarebbero tutti asintomatici. Il Mein Schiff 6, nave da crociera battente bandiera maltese gestita dalla TUI Cruises, con 922 passeggeri a bordo, domenica sera era partito dal porto di Iraklio, a Creta, ed era diretto al Pireo. Attualmente è al largo dell’isola di Milos, nell’Egeo.

I contagi sono emersi dopo test su 150 dei 666 membri dell’equipaggio. “Si tratta di personale addetto all’assistenza - ha detto una portavoce della guardia costiera -. Sono stati isolati a bordo e siamo in attesa di istruzioni dal ministero della Salute sulla destinazione della nave”. I passeggeri avevano dovuto presentare all’imbarco un certificato di buona salute ottenuto subito prima della partenza.

28.09.2020 ore 12:22
Ford in Germania chiede mezzo miliardo di aiuti

Ford Motor, attiva in Germania con due stabilimenti automobilistici a Cologna e a Saarlouis, ha richiesto allo Stato tedesco 500 milioni di euro (582 milioni di dollari) di garanzie sui prestiti per ammortizzare l’impatto della pandemia. Lo riferisce l’Handelsblatt specificando che parte del sostegno dovrebbe giungere dai Länder. Quella statunitense sarebbe la prima grande casa automobilistica attiva nel paese a ricevere tali aiuti pubblici.

28.09.2020 ore 11:38
Ticino, aiuti covid a 130 tra imprese e operatori culturali

Oltre 130 tra imprese e operatori culturali in Ticino hanno beneficiato di un sostegno finanziario congiunto del Cantone e della Confederazione. Lo ha reso noto il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport. Il termine per presentare le richieste di indennizzo per l’annullamento o il rinvio di manifestazioni e attività culturali ai sensi dell’Ordinanza Covid cultura è scaduto il 20 settembre. Complessivamente sono state presentate 181 richieste. Oltre 60 operatori hanno anche fatto capo a Suisseculture Sociale ottenendo un aiuto finanziario immediato.

Il 20 marzo 2020 il Consiglio federale ha emanato l’Ordinanza per attenuare l’impatto economico della pandemia per il settore duramente colpito dai provvedimenti statali messi in atto per combattere la diffusione del coronavirus. . Prevedeva misure di sostegno specifiche per complessivi 280 milioni di franchi.

28.09.2020 ore 11:08
Francia, anche Lille in allerta accresciuta

In Francia nuove restrizioni ai movimenti e alle attività (in particolare quelle dei ritrovi pubblici) sono entrate in vigore lunedì nell’area metropolitana di Lille che si trova in stato di allerta rinforzata come la zona di Marsiglia e Aix-en-Provence. I contagi si stanno estendendo rapidamente in tutta la regione dell’Alta Francia.

“Facciamo di tutto per evitare un riconfinamento generale” ma “non escludiamo nulla”, ha affermato a BFM-TV, la ministra per la transizione ecologica, Elisabeth Borne, spiegando che le misure prese dal Governo hanno l’obiettivo di evitare un nuovo lockdown ma al contempo che “ con questo virus, non escludiamo nulla”.

28.09.2020 ore 10:24
PIL svizzero, il calo è meno marcato

Il Prodotto interno lordo (PIL) della Svizzera nel secondo semestre si è contratto del 7,3% e non dell’8,2% come indicavano le prime stime. Lo ha reso noto lunedì la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) che ha rivisto i suoi calcoli. L’allentamento delle restrizioni sanitarie avvenuto relativamente presto e la struttura settoriale dell’economia hanno contribuito a evitare un crollo del PIL ancora più marcato, si legge in un comunicato.

28.09.2020 ore 10:15
Il Gran Consiglio retico torna nella sua casa con la mascherina

Il Parlamento grigionese da ottobre tornerà nell’edificio del Gran Consiglio dopo che, a causa del coronavirus, la sessione di aprile era stata annullata e le due successive si erano tenute alla Stadthalle di Coira L’obbligo di indossare la mascherina (l’unica misura ritenuta efficace data la conformazione degli spazi) permetterà ai deputati di tornare a svolgere la loro funzione nella sede istituzionale nonostante la pandemia.

In occasione della sessione prevista dal 19 al 22 ottobre il pubblico potrà nuovamente seguire i dibattiti dal vivo (il cantone non mette a disposizione mezzi di protezione). Cadranno anche le limitazioni per il lavoro dei giornalisti che torneranno ad avere accesso alla sala.

28.09.2020 ore 10:11
Ticino, tre casi nel fine settimana

Sono tre le nuove infezioni da nuovo coronavirus registrate in Ticino nel corso del fine settimana: il totale dei casi, comunicano le autorità, sale così a 3’637. Non si registrano decessi aggiuntivi (fermi a quota 350); una persona è stata dimessa dall’ospedale, mentre sono due quelle attualmente ricoverate, ma nessuna in terapia intensiva.

28.09.2020 ore 09:58
La Russia torna sopra gli 8'000 casi in 24 ore

In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 8’135 casi di coronavirus, il dato più alto dallo scorso 16 giugno. In tutto i contagi sono saliti così a 1’159’573. I morti sono stati invece 61, per un totale di 20’385. Gli aumenti maggiori si verificano a Mosca. Nella capitale, come previsto dall’ordinanza del sindaco Sergei Sobyanin, da oggi lunedì i cittadini al di sopra dei 65 anni sono invitati (ma non obbligati) a restare in casa e alle aziende è stato chiesto di privilegiare il telelavoro ove possibile.

28.09.2020 ore 09:16
Germania, 1‘192 contagi e 3 morti

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1’192 nuove infezioni da coronavirus (1’411 il giorno precedente) e 3 ulteriori decessi, secondo i dati comunicati dal Robert Koch Institut. Il totale delle vittime da inizio pandemia è ora di 9’460.

28.09.2020 ore 09:04
Il G20 2020 sarà virtuale

L’Arabia Saudita ha ufficializzato lunedì che il G20 di novembre si svolgerà in teleconferenza a causa della pandemia. Il regno, che quest’anno presiede il forum dei paesi industrializzati, prevedeva di accogliere gli altri i leader mondiali a Riyadh. Ciò che avrebbe permesso al principe Mohammed bin Salman di rilanciare internazionalmente la sua immagine macchiata dalla vicenda legata all’uccissione di Jamal Khashoggi.

Il summit virtuale si svolgerà il 21 e il 22 novembre e sarà presieduto da Re Salman. I lavori si concentreranno, spiega una nota, “sulla protezione delle vite e sul ripristino della crescita, affrontando le vulnerabilità scoperte durante la pandemia e gettando le basi per un futuro migliore”.

Il 26 marzo scorso i membri del G20 avevano tenuto un summit straordinario in videoconferenza per pianificare una risposta globale coordinata contro il coronavirus.

28.09.2020 ore 08:43
Altre restrizioni allo studio in Gran Bretagna

Il governo britannico sta valutando l’introduzione di restrizioni ancor più severe in Inghilterra per affrontare la rapida accelerazione dei contagi da coronavirus nel paese dove negli ultimi giorni si sono sfiorati i 7’000 nuovi casi quotidiani, circa il 30% in più del massimo raggiunto durante la prima ondata.

Tra le ipotesi vi è anche quella di ridurre le possibilità di socializzazione famigliare, ha detto lunedì una resposabile del ministero della salute. “Non vogliamo introdurre nuove restrizioni, ma naturalmente teniamo costantemente sotto controllo la situazione”, ha detto Helen Whately. “Dobbiamo rompere queste catene di trasmissione” ha sottolineato dicendosi sicura che “questo è il momento in cui abbiamo l’opportunità di riprendere il controllo della situazione”.

28.09.2020 ore 07:39
Stati e regioni a rischio, in vigore l'estensione della lista

Lunedì entra in vigore il nuovo elenco degli Stati e delle regioni con rischio elevato di contagio aggiornato dall’Ufficio federale della sanità pubblica per i quali è in vigore l’obbligo di quarantena al momento dell’entrata in Svizzera. Obbligo dal quale sono esentati i passeggeri in transito che hanno soggiornato in uno Stato o in una regione con rischio elevato di contagio per meno di 24 ore.

L’aggiornamento dell’elenco valido dal 28 settembre per quanto riguarda gli Stati confinanti con la Svizzera comprende: la Liguria, gran parte della Francia (ad eccezione delle regioni appena oltre frontiera elvetica), una vasta porzione dell’Austria. Vi sono poi altre 59 Nazioni tra le quali da oggi figurano anche: Belgio, Danimarca, Irlanda, Islanda, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia e Ungheria. Cade invece l’obbligo di quarantena per chi si è recato in Kosovo e a San Marino.


Zone rosse, "casi paradossali"

La riflessione dell'esperto dell'EPFL dopo il caso della Liguria: "Losanna potrebbe essere simile a La Spezia, interrogarsi sui criteri"

28.09.2020 ore 07:05
Superati i sei milioni di contagi in India

L’India ha superato lunedì la soglia dei sei milioni di contagi confermati (ora sono 6,1 milioni) e, vista la velocità della progressione della pandemia (dagli 80’000 ai 90’000 contagi al giorno in media) , nelle prossime settimane supererà certamente gli Stati Uniti, che con 7,2 milioni di infezioni sono il paese più colpito da questo punto di vista a livello moniale. Il bilancio ufficiale dei morti nello Stato più popoloso del mondo sfiora ormai i 100’000.

28.09.2020 ore 06:55
Nessun nuovo contagio nei Grigioni

Secondo gli ultimi dati diffusi dalle autorità sanitarie grigionesi, resta fermo a 1’075 il numero delle infezioni da inizio pandemia e a 50 quello dei morti, stabile da inizio giugno. I casi attivi, mantenuti in isolamento, sono 20 come domenica e 64 invece le persone in quarantena. I malati ospedalizzata a causa del Covid-19 sono tre, come nei giorni scorsi. Nessuno di loro necessita di cure intense.

28.09.2020 ore 06:51
Fine del coprifuoco notturno a Melbourne

Il coprifuoco notturno in vigore da due mesi a Melbourne si è concluso lunedì. Solo cinque casi sono stati segnalati nelle ultime 24 ore nello Stato di Victoria, di cui la città australiana è capitale. È il dato più basso dal 12 giugno