Tanja Stadler
Tanja Stadler SRF
Momenti chiave
10.06.2021 ore 18:27
10.06.2021 ore 12:09
10.06.2021 ore 07:00

Task force: Tanja Stadler al posto di Martin Ackermann

Ticino: visite in ospedale anche senza test - Dagli Stati Uniti 500 milioni di dosi per i paesi poveri - In Svizzera si scende a 358 casi in 24 ore
giovedì 10 giugno 2021 06:47

La task force federale sul Covid che riunisce una settantina di esperti di numerose discipline (dalla virologia all’economia) sarà riorganizzata nel corso dell’estate per assumere una forma più snella. A dirigerla non sarà più Martin Ackermann. A succedergli, si apprende da una comunicazione apparsa sul sito della Swiss National COVID-19 Science Task Force, sarà la professoressa Tanja Stadler che guiderà il gruppo interdisciplinare fino alla fine dell’anno.

Chi desidera rendere visita a un paziente in un ospedale ticinese non deve più presentare il risultato negativo di un test antigenico rapido e dal terzo giorno di degenza sarà possibile accogliere due visitatori invece di uno.

La Casa Bianca conferma che gli Stati Uniti acquisteranno 500 milioni di dosi di vaccino (di cui 200 milioni già nel 2021) prodotto da Pfizer-BioNTech per donarle a paesi poveri. Joe Biden - criticato per il suo scarso impegno nella lotta al Covid-19 al di fuori del territorio nazionale - prima del suo viaggio in Europa iniziato mercoledì aveva annunciato di avere un piano, di cui sono ora emersi i dettagli.

La cronaca di mercoledì

Nell'anno della pandemia, per la prima volta nell'ultimo ventennio, è cresciuto nel mondo il lavoro minorile: lo dicono ILO e UNICEF. A inizio 2020 erano 160 milioni i bimbi costretti a lavorare.

L’India ha fatto segnare un nuovo primato nel conteggio giornaliero dei decessi causati dal Covid-19: in 24 ore sono stati 6’148. In Svizzera, sono 358 i nuovi casi, il minimo dall'inizio della seconda ondata, 18 le ospedalizzazioni e 6 i decessi. In Ticino i nuovi contagi sono 11 e resta un solo paziente ricoverato, nei Grigioni si segnalano 15 infezioni e il primo decesso dopo due settimane.

Stefano Pongan, Diego Moles, Joe Pieracci

10.06.2021 ore 23:44
Un miliardo di dosi dal G7 ai Paesi più poveri

I leader del G7 nel corso del vertice che si aprirà venerdì si impegneranno a distribuire almeno un miliardo di dosi di vaccino contro il coronavirus ai Paesi più poveri per mettere fine alla pandemia nel 2022, secondo quanto annunciato dalla presidenza britannica del gruppo. Dovrebbe anche essere presentato un piano per aumentare la produzione di vaccini in modo da raggiungere questo obiettivo.

10.06.2021 ore 21:43
Infiammazioni cardiache dopo la vaccinazione sotto la lente

I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) statunitensi stanno investigando sul numero di infiammazioni cardiache tra i giovani fino ai 24 anni che sono stati vaccinati con dei farmaci a base di mRNA. I dati presentati dal vicedirettore della CDC mettono in evidenza 283 casi su milioni di dosi somministrate. Un numero contenuto ma comunque il doppio di quanto atteso per quella fascia di età. Le autorità sanitarie sottolineano che le indagini sono ancora agli inizi e non è ancora stato stabilito un nesso causale tra le vaccinazioni e le infiammazioni cardiache.

10.06.2021 ore 19:05
Macron: “Donare il 10% delle dosi di vaccino vendute”

Il presidente francese Emmanuel Macron ha invitato i laboratori farmaceutici a donare ai Paesi più poveri il 10% delle dosi di vaccino vendute. Macron invita anche il G7 ha sostenere l’obbiettivo di vaccinare il 60% degli africani entro la fine del primo trimestre dell’anno prossimo fissato dall’Unione africana.

10.06.2021 ore 18:27
Italia: meno casi e pazienti

Sono 2’079 i nuovi casi di coronavirus segnalati in Italia, in calo rispetto ai 2’199 di mercoledì. Leggero aumento dei decessi legati al Covid-19, passati da 77 a 88. Diminuiscono anche le persone in ospedale: nei reparti comuni sono ricoverati 4’153 pazienti (-229), mentre in terapia intensiva sono 626 (-35).

10.06.2021 ore 16:55
Pigioni scontate per gli affittuari della città di Lugano

Il Municipio di Lugano ha deciso di concedere alle attività commerciali situate negli immobili della città una riduzione degli affitti netti per i primi 6 mesi del 2021 quale misura di sostegno volta a limitare l’impatto delle restrizioni determinate dalla pandemia. L’entità della riduzione è definita sulla base di puntuali criteri, quali la tipologia di attività, i periodi di chiusura forzata e l’impatto che le misure di restrizione hanno avuto sulle diverse attività. La città, con l’adozione di questa misura, prevede un minore introito per il 2021 di circa 300’000 franchi.

Sono previste anche agevolazioni a favore di società sportive, tennis clubi e attività di ristorazione legate ai lidi comunali per i quali la riduzione delle pigioni è stata estesa fino alla fine di maggio. La misura provocherà un mancato incasso di circa 35’000 franchi.

Inoltre per primi sei mesi dell’anno sarà condonato il 50% della tassa di occupazione dell’area pubblica applicata ai commercianti che animano i mercati. Potrà beneficiare dell’agevolazione chi ha partecipato al mercato per almeno un mese intero tra gennaio e giugno 2021.

10.06.2021 ore 16:36
USA, Moderna ha chiesto l'autorizzazione per i ragazzi

Moderna ha annunciato di aver chiesto alla Food and Drug Administration (Fda) l’autorizzazione ad estendere l’uso di emergenza del vaccino anti-Covid per i ragazzi tra i 12 e i 17 anni. L’eventuale disco verde per questa fascia di età, già ottenuto negli Stati Uniti da Pfizer/BioNTech un mese fa, aumenterebbe in modo significativo il numero di dosi disponibili per gli studenti delle scuole medie e superiori in vista del prossimo anno scolastico. In Svizzera l’uso del preparato commercializzato con il nome di Comirnaty per la prevenzione della malattia da coronavirus è stato esteso ai 12-15enni il 4 giugno. Il vaccino di Modern invce è utilizzato unicamente per i maggiorenni.

10.06.2021 ore 16:28
Il Parlamento vallesano vuole una giornata di lutto cantonale

Il Gran Consiglio vallesano giovedì ha chiesto al Consiglio di Stato di studiare la possibilità di organizzare una giornata di lutto cantonale in memoria delle vittime del Covid-19. La proposta del PPD è stata sostenuta da 63 deputati. I contrari sono stati 56 e le astensioni 6. “Questa idea dovrebbe essere discussa a livello nazionale, non ha senso a livello cantonale”, ha detto a nome dei contrari François Quennoz (UDC).

10.06.2021 ore 16:15
L'Africa non riuscirà a vaccinare il 10% della popolazione entro settembre

Per quasi il 90% dei paesi africani non sarà possibile raggiungere l’obiettivo di vaccinare un decimo della popolazione entro settembre, a meno che non ricevano con urgenza oltre 200 milioni di dosi di vaccino: lo afferma l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). “Soltanto sette nazioni africane (su 54) raggiungeranno verosimilmente l’obiettivo”, ha dichiarato Matshidiso Moeti, direttrice dell’organizzazione per l’Africa, in una conferenza online. Gli africani hanno ricevuto meno dell’1% degli oltre 2,1 miliardi di dosi nel mondo. L’OMS ha sollecitato pertanto i paesi ricchi a condividere i vaccini perché è una questione “di vita o di morte”.

10.06.2021 ore 15:48
Brasile, sfiorate le 480'000 vittime

Il Brasile si avvicina alle 480’000 vittime per coronavirus, dopo aver registrato per il secondo giorno consecutivo oltre 2’400 morti, mentre il presidente della Repubblica Jair Bolsonaro continua a mettere in dubbio la veridicità dei dati sui decessi. Dall’inizio della pandemia sono stati registrati 479’791 morti, numero che include i 2’484 delle ultime 24 ore.

10.06.2021 ore 15:29
Bahrain: muore in carcere a causa del coronavirs, proteste anti-regime

Una rara protesta popolare a sfondo confessionale si è registrata oggi in Bahrain, nel Golfo, dopo che nei giorni scorsi il ministero degli interni aveva ammesso che un detenuto politico era morto in carcere a causa del coronavirus. Familiari, amici e seguaci dell’attivista per i diritti umani Hussein Barakat, 48 anni, hanno inscenato una protesta nella località di Diya, non lontano dalla capitale Manama.

10.06.2021 ore 13:57
La task force scientifica sarà riorganizzata. A dirigerla non sarà più Martin Ackermann

La task force federale sul Covid che riunisce una settantina di esperti di numerose discipline (dalla virologia all’economia) sarà riorganizzata nel corso dell’estate per assumere una forma più snella. A dirigerla non sarà più Martin Ackermann. A succedergli, si apprende da una comunicazione apparsa sul sito della Swiss National COVID-19 Science Task Force, sarà la professoressa Tanja Stadler che guiderà il gruppo interdisciplinare fino alla fine dell’anno. Il passaggio di consegne avverrà non appena il Consiglio federale avrà annunciato ufficialmente la “fase di normalizzazione”.

10.06.2021 ore 13:46
Prosegue il calo dei numeri della pandemia in Svizzera

I dati diffusi dall’Ufficio federale della sanità pubblica giovedì confermano il tendenziale calo di tutti gli indicatori della pandemia in Svizzera. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 358 contagi, 18 ricoveri e 6 decessi legati al Covid-19. I dati riguardanti le ospedalizzazioni e le morti sono influenzati dalla registrazione di dichiarazioni tardive (4 ricoveri e 2 lutti) riguardanti gli scorsi mesi. Il tasso di riproduzione in tutti i cantoni elvetici è sotto il valore soglia di 1 oltre il quale si avrebbe una crescita delle positività che attualmente (considerando la media a 7 giorni) sono 362, con una flessione del 15% rispetto a una settimana fa.

In aumento invece la diffusione del certificato Covid introdotto a partire da lunedì. Nel giro di tre giorni ne sono stati rilasciati oltre 23’000 di cui poco meno di 20’000 nella sola giornata di mercoledì.

10.06.2021 ore 12:31
Sicurezza della Svizzera influenzata dalla pandemia

La pandemia influenzerà in maniera duratura la politica di sicurezza svizzera e internazionale. La pressione digitale accentuata dalle misure di protezione prese contro la diffusione del coronvirus ha infatti ampliato l’area utile per i ciberattacchi, e resta elevata la minaccia terroristica, caratterizzata principalmente da attori jihadisti. Lo sottolinea il nuovo rapporto del Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) “La sicurezza della Svizzera 2021”.

Nella prefazione al rapporto la consigliera federale Viola Amherd scrive che la pandemia da SARS-CoV-2 ci ha mostrato quanto sia necessario garantire un approvvigionamento di beni e prestazioni essenziali che sia in grado di resistere alle crisi. L’epidemia di coronavirus ha pure fatto risaltare l’importanza di un rafforzamento del dispositivo di protezione in caso di catastrofi e di situazioni di emergenza. E prevedibilmente dovremo affrontare altre difficili situazioni pandemiche, che andranno ad aggiungersi a sempre più frequenti e gravi eventi naturali.

Il rapporto dfa notare che è durante le crisi prolungate gli estremisti violenti sia di destra e sia di sinistra cercano di sfruttare il potenziale di protesta nella società. In particolare in Svizzera si è mobilitata la frangia dell’estremismo di sinistra che, pur accettando le misure antipandemiche come restrizioni necessarie, ha criticato sempre più il divieto di manifestare durante il confinamento a partire da marzo 2020 e le misure di protezione per i lavoratori, ritenute insufficienti.

10.06.2021 ore 12:21
Certificato Covid da oggi a tutti i vaccinati del canton Berna

Berna si conferma il cantone dove l’introduzione del certificato Covid sta procedendo più speditamente. La fase pilota avviata lunedì si è conclusa con successo, hanno reso noto le autorità, e da oggi, giovedì, il documento viene rilasciato a tutti coloro che hanno ricevuto l’ultima dose. Chi aveva già dato il suo accordo al trattamento elettronico dei dati al momento dell’iscrizione alla vaccinazione (si tratta di circa 250’000 persone) riceverà automaticamente il certificato.

10.06.2021 ore 12:16
Giura, rallentano le iscrizioni per la vaccinazione

Il Governo giurassiano giovedì ha espresso preoccupazione a causa del rallentamento delle iscrizioni per la vaccinazione contro il Covid-19 mentre il cantone è tra quelli dove il coronavirus attualmente sta circolando maggiormente. L’interesse per l’immunizzazione è particolarmente ridotto tra le persone tra i 16 e i 35 anni.

10.06.2021 ore 12:09
Picco di contagi in Russia

Salgono i casi di contagio da coronavirus in Russia. Stando ai dati del centro operativo, nelle ultime 24 ore si sono registrati 11’699 contagi: la cifra più alta di casi in un solo giorno dal 24 febbraio. Nella sola Mosca sono stati registrati 5'245 nuovi casi nel corso dell'ultima giornata, il numero massimo di contagi in 24 ore dal 15 gennaio. Sempre stando ai dati ufficiali, nelle ultime 24 ore 383 persone sono decedute a causa del Covid, facendo salire ad almeno 125'278 le morti legate alla malattia.

10.06.2021 ore 11:56
Danimarca, mascherina non più obbligatoria. Dal 1° ottobre via tutte le restrizioni

In Danimarca indossare la mascherina non sarà più obbligatorio dal 14 giugno quando scatterà una ulteriore fase di allentamenti. Fino al 1° settembre andrà portata solo su alcuni mezzi pubblici. Poi più, come annunicato dal ministro della salute Magnus Heunicke giovedì anticipando anche che tutte le restrizioni cadranno dal 1° ottobre quando sparirà anche il passaporto vaccinale attualmente necessario per talune attività. Intanto da domani, venerdì, bar e ristoranti potranno restare aperti fino alle 24 e dal 15 luglio alle 2 di notte. Le autorità hanno aumentato anche il numero massimo di persone presente alle manifestazioni (si passa a 10’000) e stabilito che alle quattro partite dell’Euro2020 che si giocheranno a Copenaghen potranno assistere 25’000 spettatori.

“Tutto ciò che ci manca potremo tornare a farlo perché abbiamo un importante controllo della pandemia” ha affermato il membro del Governo della Danimarca dove attualmente l’incidenza a 14 giorni è di poco più di 22 casi ogni 100’000 abitanti, un quarto rispetto a quella della Svizzera.

10.06.2021 ore 11:44
L'OMS Europa: attenzione evitando gli errori dell'anno scorso

Il livello di vaccinazione in Europa è ancora insufficiente per evitare una ripresa della pandemia. Il richiamo è stato diffuso giovedì dall’Organizzazione mondiale della sanità Europa che invita ad evitare gli errori che hanno determinato l’aumento dei casi alla fine della scorsa estate.

10.06.2021 ore 10:27
Undici positivi in Ticino. Negli ospedali un solo ricoverato: non succedeva da ottobre

Nelle ultime 24 ore in Ticino sono stati registrati 11 nuovi contagi da coronavirus. Un dato che conferma il basso livello di circolazione del virus a livello cantonale. Il miglioramento della situazione è confermato anche dalla dimissione di una delle persone che giovedì mattina erano ancora ricoverate a causa del Covid-19. Era dallo scorso ottobre che il numero dei degenti negli ospedali ticinesi era superiore. Allora si era all’inizio della seconda ondata pandemica durante la quale in Ticino vi sono stati 30’000 contagi, 2’500 ricoveri e 645 decessi (dei quali oltre 500 concentrati tra la fine di ottobre e la fine di gennaio).

10.06.2021 ore 09:50
Completamente vaccinati 100 milioni di europei

“Cento milioni di europei ora sono completamente vaccinati”. Lo ha annunciato giovedì la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, in una conferenza stampa prima del G7 nella quale ha anche affermato che “oltre il 50% degli europei ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino” e chiesto che venga fatta piena chiarezza sull’origine del virus. L’UE sosterrà anche la produzione di vaccini mRNA in Africa con un miliardo di euro.

10.06.2021 ore 09:47
Donazioni e aiuti record per Helvetas

Helvetas nell’anno della pandemia ha ricevuto un record di donazioni grazie alle quali ha potuto sostenere più di 5 milioni di persone in 30 paesi, in particolare alleviando il disagio causato dalla crisi del coronavirus. L’organizzazione svizzera di cooperazione allo sviluppo nel 2020 ha investito una somma senza precedenti inprogetti di aiuto umanitario in tutto il mondo: 111,9 milioni di franchi di cui 90,7 per interventi su incarico della DSC e di altri partner governativi e internazionali. Inoltre, Helvetas ha speso quasi 5 milioni per progetti di formazione e informazione in Svizzera. La percentuale di spesa per l’amministrazione è rimasta invariata al 3,5%, mentre i costi per la raccolta di fondi si sono attestati al 6,2%.

10.06.2021 ore 09:37
Il Parlamento UE chiede la revoca dei brevetti dei vaccini

Per accelerare il dispiegamento a livello globale della vaccinazione anti-Covid-19, gli eurodeputati chiedono una revoca temporanea della protezione dei diritti di proprietà intellettuale. In una risoluzione adottata giovedì con 355 sì, 263 contrari e 71 astensioni, il Parlamento europeo chiede una deroga temporanea all’accordo Trips dell’Organizzazione mondiale del commercio, al fine di migliorare l’accesso globale a medicinali connessi alla Covid-19 a costi abbordabili e di affrontare i vincoli della produzione mondiale e le carenze nell’approvvigionamento.

10.06.2021 ore 09:18
Ticino: visite in ospedale anche senza test antigenico

Chi desidera rendere visita a un paziente in un ospedale ticinese non deve più presentare il risultato negativo di un test antigenico rapido e dal terzo giorno di degenza sarà possibile accogliere due visitatori invece di uno.

E’ quanto prevede la nuova direttiva per le strutture somatiche acute dell’Ufficio del medico cantonale ticinese, annunciata oggi, giovedì, ma in vigore già da mercoledì.

L’allentamento è reso possibile, si legge in un comunicato, dall’andamento epidemiologico e dall’ottima adesione alla vaccinazione da parte della popolazione. Le misure igieniche restano tuttavia raccomandate.


Notiziario 11.00 del 10.06.21: niente più test per le visite in ospedale in Ticino
10.06.2021 ore 08:34
Premi di cassa malati, "aumento contenuto nel 2022"

l servizio di confronti internet Comparis prevede che nel 2022 i premi di cassa malattia segneranno un aumento inferiore all’1%, e questo nonostante sia in vista un aumento del 2-3% dei costi per le prestazioni assicurate.

Comparis conta su un aumento contenuto dei premi in quanto la modifica dell’ordinanza sulle casse malattia permette a queste ultime di ridurre ulteriormente le loro riserve, che attualmente ammontano a più di 11 miliardi di franchi,

10.06.2021 ore 07:14
Grigioni, primo decesso dopo due settimane

Sono 15 come la vigilia i nuovi contagi da coronavirus annunciati oggi, giovedì, dalle autorità sanitarie grigionesi. Il totale va così a superare le 13’500 unità da inizio pandemia e per il terzo giorno consecutivo cresce il numero dei casi attivi (99, +6). Soprattutto, però, si registra il primo decesso da due settimane a questa parte (l’ultimo era stato comunicato il 28 maggio). Il bilancio da inizio pandemia si aggrava così a 192 decessi.

Nel cantone si trovano in quarantena 167 persone, mentre quelle ricoverate in ospedale passano da 6 a 4.

10.06.2021 ore 07:00
Record di morti in 24 ore in India

L’India ha fatto segnare un nuovo primato nel conteggio giornaliero dei decessi causati dal Covid-19: in 24 ore sono stati 6’148, per un bilancio complessivo che sfiora ormai le 360’000 vittime. I nuovi contagi sono 94’052.

10.06.2021 ore 06:55
Con la pandemia cresce il lavoro minorile

Il lavoro minorile è aumentato a livello globale l’anno scorso per la prima volta negli ultimi 20 anni e la crisi legata al coronavirus minaccia di spingere altri milioni di giovani verso lo stesso destino: è quanto emerge da un rapporto congiunto realizzato dall’Organizzazione internazionale del Lavoro (ILO) e dal Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) e pubblicato oggi.

Secondo le due organizzazioni, all’inizio del 2020 i bambini costretti a lavorare nel mondo erano 160 milioni, pari ad un incremento di 8,4 milioni in soli quattro anni.

RG 12.30 del 10.06.2021 Il servizio di Manjula Bhatia
10.06.2021 ore 06:54
Cresce la disponibilità a vaccinarsi

La disponibilità a vaccinarsi contro il Covid-19 è cresciuta nei primi mesi dell’anno in seno alla popolazione svizzera e aumenta con l’età, afferma Christoph Berger, presidente della Commissione federale per le vaccinazioni, in un’intervista concessa ai quotidiani del gruppo Tamedia. Berger comprende che nella fascia fra i 20 e i 40 anni si rifletta maggiormente sulla questione: per questa categoria i rischi di sviluppare una forma grave della malattia sono più bassi e i ricoveri in ospedale più rari.

Tuttavia, ritiene immotivati i timori di conseguenze a lungo termine: gli effetti negativi, se ve ne sono, si manifestano nel giro di mesi, non emergono dopo anni. Berger, infine, ritiene improbabile che si riesca a raggiungere l’immunità di gregge.

10.06.2021 ore 06:49
500 milioni di dosi per i paesi poveri

Joe Biden, che ha iniziato mercoledì in Gran Bretagna il suo primo viaggio europeo da presidente, dovrebbe annunciare oggi, giovedì, che gli Stati Uniti acquisteranno 500 milioni di dosi di vaccino (di cui 200 milioni già nel 2021) prodotto da Pfizer-BioNTech per donarle a paesi poveri. L’inquilino della Casa Bianca - criticato per il suo scarso impegno nella lotta al Covid-19 al di fuori del territorio nazionale - aveva annunciato di avere un piano, i cui dettagli sono stati svelati dalla stampa.

RG 07.00 del 10.06.2021 La corrispondenza di Emiliano Bos