TiPress_384269.jpg
tipress
Momenti chiave
23.02.2021 ore 23:24
23.02.2021 ore 17:15
23.02.2021 ore 17:13
23.02.2021 ore 11:36
23.02.2021 ore 10:13
23.02.2021 ore 07:35
23.02.2021 ore 07:10

Ticino, vaccini anche per gli over 75

Arrivano nuove dosi, ma le forniture restano "l'anello debole della campagna" - Prosegue la campagna nei comuni
martedì 23 febbraio 2021 07:03

Prosegue la campagna di vaccinazione in Ticino, anche se l'anello debole dell'operazione resta il ritardo e l'incertezza degli approvvigionamenti, è stato spiegato martedì mattina durante una conferenza stampa a Bellinzona. Nuove dosi sono però in arrivo, così da permettere da metà marzo anche la vaccinazione per le persone con oltre 75 anni.

La vaccinazione anti-covid per tutte le persone con oltre 16 anni sarà però possibile in Ticino solo a partire da fine maggio, a causa dei ritardi e delle incertezze nelle forniture dei preparati Pfizer/BioNTech e Moderna, è stato reso noto durante una conferenza stampa delle autorità cantonali.

La cronaca della giornata di lunedì

In Svizzera, sono state registrate altre 1'131 infezioni e altri 14 decessi nell'arco di 24 ore.

I dati sempre aggiornati

di Massimiliano Angeli, Alex Ricordi, Ludovico Camposampiero

23.02.2021 ore 23:24
Vaccinazioni di massa a Viggiù

Viggiù, il paese del Varesotto in zona rossa perché alla prese con una diffusione importante di varianti del Coronavirus, procederà con la vaccinazione a tappeto dei suoi cittadini a partire dai 18 anni.

23.02.2021 ore 21:33
Italia, variante inglese predominante da marzo

Oltre il 30% delle infezioni Covid in Italia è dovuto alla variante inglese. Il dato, secondo quanto si apprende, è stato fornito dagli esperti dell’Istituto superiore di Sanità e del Cts con il premier Mario Draghi. Secondo gli scienziati, verso la metà di marzo la variante sarà predominante in tutto il Paese. Nel corso dell’incontro, inoltre, il governo ha chiesto valutazioni sulle misure da adottare e gli esperti avrebbero ribadito i rischi legati a possibili aperture.

23.02.2021 ore 21:16
AstraZeneca dimezza le dosi per l'UE

AstraZeneca prevede di fornire meno della metà delle dosi di vaccino anti-Covid all’Unione europea rispetto al contratto nel secondo trimestre. Lo ha reso noto un funzionario dell’UE alla Reuters. Il funzionario, che è direttamente coinvolto nei colloqui con il produttore di farmaci anglo-svedese, ha detto che AstraZeneca ha riferito durante le riunioni interne che “avrebbe erogato meno di 90 milioni di dosi nel secondo trimestre”. Secondo il contratto di AstraZeneca con l’UE, l’azienda si era impegnata a fornire 180 milioni di dosi ai 27 Paesi.

Altri ritardi per AstraZeneca

Il produttore anglo-svedese prevede di fornire all'Unione europea meno della metà delle dosi del vaccino nel secondo trimestre

23.02.2021 ore 19:53
Francia: 20'064 nuovi casi e 413 decessi

Sono 20’064 i nuovi contagi registrati in Francia nelle ultime 24 ore, mentre i decessi sono 413. Complessivamente, le vittime da inizio pandemia nel Paese sono 85’044. Sul fronte delle ospedalizzazioni, si sono registrati 171 ricoveri in meno. Attualmente i pazienti Covid sono 25’660, di cui 3’435 in rianimazione.

23.02.2021 ore 19:23
Paesi Bassi, coprifuoco esteso fino al 15 marzo

Il coprifuoco in vigore nei Paesi Bassi dal 23 gennaio, come misura restrittiva per contrastare la pandemia, resterà in vigore fino al 15 marzo. Lo ha annunciato il premier Mark Rutte. La misura prevede una limitazione agli spostamenti dalle 21.00 alle 4.30 del mattino.

23.02.2021 ore 19:01
Variante inglese, quarantena più lunga?

La “variante inglese” del virus Sars-CoV-2 potrebbe avere una maggiore trasmissibilità rispetto alle altre perché rimane di più nell’organismo, facendo sì che un paziente sia infettivo più a lungo. L’attuale quarantena di 10 giorni non sarebbe quindi più sufficiente. Lo suggerisce uno studio preliminare, ancora non pubblicato, dell’università di Harvard, condotto sui giocatori della NBA (National Basketball Association, la principale lega professionistica di pallacanestro di Stati Uniti e Canada).

23.02.2021 ore 17:15
Calo dei casi nel Regno Unito

Sono 548 i morti nelle ultime 24 ore nel Regno Unito. Lunedì erano state 178 le persone che avevano perso la vita. Calano invece i contagi, 8’489. Ieri erano stati segnalati oltre 10’000 casi. Sul fronte vaccinazioni, 17’916’181 persone hanno ricevuto la prima dose.

23.02.2021 ore 17:13
Italia, altri 356 morti

L’Italia ha registrato 356 nuovi decessi legati alla pandemia. Ieri erano stati 274. Nelle ultime 24 ore i tamponi positivi sono stati 13’314, oltre 3’500 in più rispetto all’ultimo bilancio.

23.02.2021 ore 16:47
Germania, variante inglese nel 30% dei casi

La variante inglese del Covid rappresenta in Germania già il 30% dei casi di contagio. È questa la valutazione dell’associazione Akkreditierte Labore in der Medizin (ALM). Un risultato riferito alle infezioni che risalgono a 7-15 giorni fa. Stando agli esperti, la variante sarebbe responsabile del fatto che i dati sul contagio non stiano ulteriormente calando, e che tenda allo stallo l’incidenza settimanale su 100 mila abitanti oggi lievemente calata a 60,5 nuove infezioni, rispetto ai 61 di ieri. Stando al Robert Koch Institut, i nuovi contagi registrati in 24 ore sono 3.883 e i decessi da e con Covid 415. La Germania è in lockdown duro da metà dicembre; le chiusure sono state confermate fino al 7 marzo, mentre ieri nella maggior parte dei Laender sono stati riaperti asili infantili e scuole.

23.02.2021 ore 15:46
Brasile approva uso definitivo di Pfizer/Biontech

L’Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (Anvisa) brasiliana ha approvato la registrazione definitiva del vaccino anti-Covid sviluppato dal laboratorio tedesco Biontech e dalla multinazionale americana Pfizer. Il farmaco ha mostrato un’efficacia nel 95% negli studi clinici di fase 3 ed è già in uso in paesi come Cile, Stati Uniti e Israele, oltre che nell’Unione Europea, ma non è stato ancora acquistato dal Brasile.

23.02.2021 ore 15:45
Thailandia autorizza cinese Sinovac come emergenza

La Thailandia ha concesso l’autorizzazione per l’uso d’emergenza del vaccino anti-Covid prodotto da Sinovac Biotech, in vista dell’arrivo domani della prima spedizione del Paese di 200’000 dosi dalla casa biofarmaceutica cinese.

23.02.2021 ore 14:57
Messico avvia somministrazione Sinovac

Le autorità sanitarie messicane hanno iniziato a vaccinare gli anziani contro il Covid-19 con il vaccino sviluppato dalla casa farmaceutica cinese Sinovac, partendo dalla megalopoli-sobborgo di Ecatepec, che ha una mortalità per numero di abitanti superiore al resto del Paese.

23.02.2021 ore 14:16
Situazione sociale legata al Covid continua a peggiorare

La crisi sociale innescata dalla pandemia si deteriora costantemente e il peggio deve ancora venire. Caritas lancia un appello al mondo politico affinché proroghi gli aiuti alle persone economicamente fragili per garantire loro i mezzi di sussistenza. Il numero di richieste di aiuto ai consultori sociali di Caritas lo scorso anno è stato ben al di sopra della media ed è aumentato ulteriormente con la seconda ondata pandemica, spiega l’associazione caritativa in un comunicato. I provvedimenti per contenere la diffusione del coronavirus hanno colpito in particolar modo la manodopera a basso reddito.

23.02.2021 ore 13:48
UFSP, 134'325 nuove vaccinazioni in 7 giorni

Le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Svizzera nella settimana dal 15 al 21 febbraio sono state 134’325. È quanto emerge dai dati pubblicati oggi sul sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). In media, nella Confederazione sono state effettuate 19’189 vaccinazioni al giorno. Rispetto alla settimana precedente, il numero delle inoculazioni è aumentato del 5%. In totale, indica l’UFSP aggiornando i dati fino a due giorni fa, sono state somministrate 675’556 dosi di siero. Fino ad ora 173’407 persone sono state completamente vaccinate, pari al 2% della popolazione che ha quindi ricevuto due iniezioni.

23.02.2021 ore 13:31
Svizzera, altri 1’131 casi e 14 decessi

Altre 1’131 infezioni da nuovo coronavirus e ulteriori 14 decessi legati al Covid-19 sono stati registrati in Svizzera dall’Ufficio federale di sanità pubblica nelle ultime 24 ore. Inoltre, altre 43 persone sono state ospedalizzate in tutto il Paese. Il tasso di riproduzione (Re) è dello 0,92 (calcolato il 12 febbraio).

23.02.2021 ore 13:31
La Germania prolunga i controlli alle frontiere per 8 giorni

I controlli alle frontiere tedesche, in vigore dal 14 febbraio, saranno prolungati per altri 8 giorni fino al 3 marzo. Lo ha comunicato oggi il portavoce del ministero dell’Interno. Detti controlli valgono sui confini con Repubblica ceca, Slovacchia e parte del Tirolo, tutte aree definite a rischio per la forte diffusione della variante inglese del coronavirus. Da dieci giorni vige uno stop agli ingressi da questi Paesi, fatta eccezione per i tedeschi e gli stranieri che abbiano però residenza in Germania.

23.02.2021 ore 13:22
"Allentamento misure non deve essere dettato dalle imprese"

Alla vigilia della la decisione del Consiglio federale sull’allentamento delle misure di protezione contro il Covid, un’alleanza di sindacati si oppone a un deconfinamento troppo veloce e chiede che non siamo i datori di lavoro a dettare il calendario. Molte associazioni padronali stanno facendo campagna per allentare le misure il più rapidamente possibile, scrivono i sindacati. Le disposizioni contro la diffusione del coronavirus attualmente in vigore hanno permesso di diminuire il numero di infezioni, allentare il carico degli ospedali e ridurre il numero di vittime. “L’attacco” dei datori di lavoro alle misure di protezione rischia quindi di provocare una terza ondata che sarebbe drammatica per il morale della popolazione, la salute dei dipendenti, la sicurezza dei pazienti e l’economia, secondo i sindacati. Le richieste sono sostenute dal Sindacato dei servizi pubblici (VPOD-SSP), dall’Associazione degli infermieri, dai sindacati Unia e Syna, dalla Federazione svizzera della associazioni professionali sanitarie e dall’Associazione professionale svizzera delle tecniche e dei tecnici in analisi biomediche.

23.02.2021 ore 13:19
UE, vaccinazione non può essere obbligo per viaggiare

Sul certificato di vaccinazione “vogliamo avere un approccio digitale europeo per uso medico. Nei prossimi mesi poi vedremo se ci sarà la possibilità di usarlo per altri scopi, come i viaggi. Ma la vaccinazione non può diventare un obbligo per viaggiare”. Lo ha dichiarato il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, a margine del Consiglio affari generali UE. “Anche chi non si è sottoposto all’immunizzazione deve poter continuare” a muoversi, “con l’uso dei test e dei periodi di quarantena”.

23.02.2021 ore 13:17
Guardian, l'Italia ingannò l'OMS sul livello di preparazione

L’Italia “avrebbe ingannato” l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sulla sua preparazione ad affrontare una pandemia meno di tre settimane prima che fosse confermato il primo caso di coronavirus nel Paese. Lo sostiene il Guardian citando il rapporto di autovalutazione, datato 4 febbraio 2020, nel quale l’Italia si qualifica a livello di preparazione “5”, il più alto. Ieri il rapporto, inviato all’OMS dall’allora direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute Claudio D’Amario, è stato consegnato ai pm di Bergamo che stanno indagando sulla gestione della crisi coronavirus. Il giornale britannico ricorda che l’Italia non aveva aggiornato il suo piano pandemico nazionale dal 2006, “fattore che - sottolinea ancora il Guardian - potrebbe aver contribuito ad almeno 10’000 morti per Covid-19 durante la prima ondata” e che è uno degli elementi chiave nell’indagine della Procura di Bergamo. Il giornale scrive infatti che l’Italia “sarebbe stata obbligata ad aggiornare il piano secondo le linee guida dell’OMS nel 2013 e nel 2018”.

23.02.2021 ore 13:13
Regno Unito, ripartono prenotazioni per ferie estive

Primo rimbalzo positivo sul fronte delle prenotazioni turistiche e aeree in generale nel Regno Unito dopo l’annuncio del piano in 4 fasi - pur prudentissimo e condizionato all’andamento della pandemia e della campagna di vaccinazioni - che nelle intenzioni del Governo del premier Boris Johnson dovrebbe portare il Paese gradualmente fuori dal lockdown. Secondo compagnie e tour operator citati oggi dai media, l’effetto è stato immediato, con una prima ondata di biglietti o pacchetti prenotati per l’estate.

23.02.2021 ore 12:05
Il denaro contante perde attrattiva in Svizzera

Il coronavirus sembra aver modificato le abitudini di pagamento in Svizzera, con i cittadini che privilegiano sempre più le carte di credito e le applicazioni rispetto ai contanti. È quando emerge da uno studio effettuato da Moneyland.ch. Interrogata sul metodo di pagamento preferito, la maggioranza degli intervistati (73%) ha dichiarato di non poter fare a meno delle carte di debito, seguite da quelle di credito (71%). I contanti si piazzano solo al terzo posto, con il 67% di preferenze, si legge in un comunicato odierno che accompagna i risultati del sondaggio. L’inchiesta, condotta fra 1500 persone provenienti dalla Svizzera tedesca e francese, ha anche messo in evidenza l’aumentato interesse per applicazioni di pagamento come Twint, con il 43% degli intervistati a trovarle indispensabili, contro il 26% del gennaio scorso, prima della crisi pandemica.

23.02.2021 ore 11:45
SECO e HotellerieSuisse elaborano un programma di coaching per le PMI

Le esigenze dei clienti stanno cambiando in modo significativo e le aziende alberghiere dovranno riorientarsi: per questo è importante “definire la rotta per il futuro” e reagire per tempo. A questo scopo HotellerieSuisse ha elaborato un programma di coaching che attuerà in partenariato con la Segreteria di Stato dell’economia (SECO), a partire dal mese di aprile, destinato a rafforzare le piccole e medie imprese (PMI). Le aziende alberghiere potranno far analizzare il proprio potenziale in loco, in collaborazione con un coach esterno per un massimo di cinque giorni. L’obiettivo è di identificare i fattori da ottimizzare, prendere decisioni strategiche e adottare correttivi efficaci, si legge in un comunicato diffuso martedì.

23.02.2021 ore 11:36
Swiss scrive al Governo

Swiss ha scritto al Consiglio federale chiedendo una valutazione della situazione a seguito della crisi pandemica. La compagnia aerea ha precisato che non si tratta di una chiamata di emergenza. Un portavoce ha assicurato che il gruppo non si trova in difficoltà finanziarie, ma ha confermato che ci saranno tagli di posti a causa della crisi. Finora la compagnia ha utilizzato solo una parte del credito di 1,5 miliardi di franchi garantito dalla Confederazione per far fronte alla pandemia. Swiss “dispone ancora di circa un miliardo di franchi”, ha precisato l’addetto stampa, confermando che saranno forniti ulteriori dettagli nel corso della conferenza stampa annuale.

Swiss taglierà 1'000 impieghi

Nessuna crisi finanziaria, assicura però la compagnia, che finora ha usato solo un terzo del credito garantitole dalla Confederazione

23.02.2021 ore 10:48
Ticino, la campagna di vaccinazione a colpo d'occhio
23.02.2021 ore 10:36
Zanini: "Vaccinare nelle case anziani anche chi ha fatto il Covid"

“Abbiamo dato indicazioni nelle case anziani di vaccinare anche chi ha già fatto il Covid”. Lo ha detto il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini nella conferenza stampa a Bellinzona, sulla base del dato che suggerisce una protezione fino a 3 mesi per chi ha già contratto il coronavirus.

23.02.2021 ore 10:24
+++ Ticino, vaccino per tutti solo da fine maggio +++

La vaccinazione anti-covid per tutte le persone con oltre 16 anni sarà possibile in Ticino solo a partire da fine maggio, a causa dei ritardi e delle incertezze nelle forniture dei preparati Pfizer/BioNTech e Moderna, è stato reso noto durante una conferenza stampa delle autorità cantonali.

23.02.2021 ore 10:24
Gobbi: "Il centro di Giubiasco sarà operativo dal 3 marzo"

Il centro di vaccinazione di Giubiasco (mercato coperto) è in fase di allestimento e sarà operativo dal 3 marzo per gli over 75. Lo ha reso noto il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi, sottolineando che saranno allestiti anche gli altri centri: Conza Lugano, Fevi Locarno, mercato coperto di Mendrisio.

23.02.2021 ore 10:13
Ticino, 54 casi e un decesso

Sono stati registrati 54 nuovi casi e un ulteriore decesso legato al Covid-19 in Ticino nelle ultime 24 ore. Negli ospedali si sono registrati 4 nuovi ricoveri mentre 3 pazienti sono stati dimessi. Attualmente sono 74 le persone ospedalizzate, di cui 14 in cure intense. Dall’inizio della pandemia sono decedute 954 persone e 27’752 sono risultate positive al coronavirus.

23.02.2021 ore 10:11
Zanini: "Con i ritardi abbiamo perso 18'000 vaccinazioni"

I ritardi nella fornitura dei vaccini hanno causato la perdita di 18’000 vaccinazioni. Lo ha reso noto il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini nella conferenza stampa a Bellinzona.

23.02.2021 ore 10:08
Zanini: "L'obiettivo della vaccinazione è quello di evitare i morti"

“L’obiettivo della vaccinazione è quello di evitare i morti”. Lo ha detto il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini nella conferenza stampa a Bellinzona. “Vogliamo evitare i morti. Quindi diamo il vaccino alle persone che più rischiano di morire, tra gli altri, le persone over 70 anni”, ha sottolineato Zanini.

23.02.2021 ore 09:59
Zanini: "Somministrate 32'775 dosi"

“In Ticino dal 4 gennaio fino a domenica sera sono state somministrate 32’775 dosi di vaccino”. Lo ha reso noto il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini nella conferenza stampa a Bellinzona. Sono 9’728 le persone che hanno ricevuto le due dosi (e godono quindi di una protezione completa), mentre 13’319 persone hanno ricevuto la prima dose, ha sottolineato Zanini. I dati saranno pubblicati sul sito del cantone e saranno aggiornati lunedì e giovedì.

Il Ticino, ha aggiunto Zanini, ha ricevuto finora circa 42’000 dosi; circa 10’000 non sono ancora state somministrate ma sono quasi tutte già state consegnate, in distribuzione o riservate.

23.02.2021 ore 09:50
Malati cronici, vaccinazioni da fine marzo

Le vaccinazioni per i malati cronici sono previste a partire da fine marzo. Lo ha dichiarato Raffaele De Rosa, consigliere di Stato e capo del Dipartimento della sanità e della socialità, durante la conferenza stampa a Bellinzona. Dopo le vaccinazioni agli over 75, l’obiettivo è procedere alla fase 4 (persone affette da malattie croniche, circa 25’000 persone, da fine marzo). La fase 5 riguarderà gli over 65 (35’000 persone) da metà aprile. La fase 6 riguarderà il personale sanitario (12’000 persone) da inizio maggio. La fase 7 (popolazione adulta sopra i 16 anni), da fine maggio.

23.02.2021 ore 09:47
In corso seconda vaccinazione nei comuni

“In questo momento è in corso la somministrazione della seconda dose di vaccino anti-Covid nei comuni, stiamo parlando di 6’730 persone”, ha spiegato Raffaele De Rosa, consigliere di stato e capo del Dipartimento della sanità e della socialità, durante una conferenza stampa a Bellinzona.

23.02.2021 ore 09:47
"Presto nuovi allentamenti nelle case anziani"

Sono previsti presto nuovi allentamenti nelle case anziani ticinesi. E’ quanto è emerso oggi alla conferenza stampa organizzata dalle autorità ticinesi a Bellinzona. “Da diversi giorni non ci sono nuovi contagi nelle case anziani, ma fino a quando non saremo sicuri che i vaccinati non sono contagiosi, bisognerà continuare a rispettare le misure di protezione”, ha sottolineato il direttore del Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) Raffaele De Rosa.

23.02.2021 ore 09:45
"Confermate le forniture Pfizer e Moderna"

La consegna delle forniture dei vaccini da parte di Pfizer e Moderna è stata confermata. E’ quanto è emerso oggi alla conferenza stampa organizzata dalle autorità ticinesi a Bellinzona per fare il punto sulla situazione delle vaccinazioni.

23.02.2021 ore 09:43
De Rosa: "Il vaccino dimostra efficacia"

“Il vaccino dimostra efficacia”. Lo ha detto il direttore del Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) Raffaele De Rosa durante la conferenza stampa a Bellinzona.

23.02.2021 ore 09:43
+++ Ticino, al via vaccinazione per gli over 75 +++

Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa, durante una conferenza stampa a Bellinzona, ha di chiarato che inizierà a metà marzo la vaccinazione per le persone con più di 75 anni, che da domani riceveranno una lettera firmata dal medico cantonale. Potranno ora anche essere vaccinate le persone con oltre 80 anni ma che erano in lista di attesa a causa dei ritardi nelle forniture dei preparati di Pfizer e Moderna. “Il vaccino si dimostra efficace”, ha aggiunto De Rosa.

23.02.2021 ore 09:41
Gobbi: "L’aspetto della fornitura dei vaccini rimane l’anello debole”


“C’è interesse per la vaccinazione, ma dobbiamo ancora invitare la popolazione ad avere pazienza. L’aspetto della fornitura dei vaccini rimane l’anello debole”, ha detto il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi.

23.02.2021 ore 09:16
Casi di rigore, aumentata l’aliquota di contributo nei Grigioni

Il Governo retico ha deciso di erogare indennizzi maggiori per i danni economici subiti dalle imprese a seguito dei provvedimenti decisi dalle autorità per contrastare la pandemia di COVID‑19. L’Esecutivo ha disposto un aumentato dell’aliquota di contributo dal 50 al 75 per cento della perdita economica e ha proceduto a ulteriori adeguamenti.

23.02.2021 ore 08:52
Ticino e vaccinazioni: alle 9.25 conferenza stampa su LA2, in streaming web e Facebook

Questa mattina, alle 9.25, verrà trasmessa su LA2, in streaming web e Facebook, la conferenza stampa del Canton Ticino per fare il punto sul piano di vaccinazione contro la pandemia.

23.02.2021 ore 08:47
Covid pesa sui risultati della Banca cantonale di Ginevra

La pandemia da Covid-19 ha pesato lo scorso anno sui risultati della Banca cantonale di Ginevra (BCGE). I ricavi sono calati di quasi il 13% a 366,7 milioni di franchi. L’utile netto ha comunque registrato un aumento dell’8,4% a 105,0 milioni, grazie alla liberazione di riserve per rischi bancari e a fattori fiscali. Il risultato operativo è calato del 31,7% a 113,0 milioni, indica l’istituto finanziario.

23.02.2021 ore 08:03
Svizzera Turismo: "La nostra strategia ha funzionato"

Nonostante le critiche provenienti dall’estero, la strategia svizzera relativa al turismo invernale si è rivelata fruttuosa. I concetti di protezione hanno funzionato, ha detto il direttore di Svizzera Turismo, Martin Nydegger, in un’intervista alle testate CH-Media. L’apertura delle piste da sci non ha infatti provocato importanti focolai di coronavirus. Anche il temuto danno di reputazione per la Svizzera non si è verificato, secondo Nydegger. Dove si sono verificati contagi, come in singoli hotel, si è reagito velocemente e bene. I nuovi casi di Covid nelle ultime settimane scendono in tutta la Confederazione.

23.02.2021 ore 07:35
Grigioni, 25 nuovi contagi

Sono 25 i nuovi casi d’infezione da coronavirus accertati nei Grigioni nelle ultime 24 ore. Sempre fra ieri e oggi non sono stati registrati ulteriori decessi legati alla patologia. Negli ospedali retici si contano ora 13 ospedalizzazioni (4 in meno rispetto a ieri). In quarantena sono attualmente sottoposte nel cantone 274 persone.

23.02.2021 ore 07:10
In Messico oltre 180'000 decessi

Ha superato la soglia dei 180’000 morti il numero dei decessi legati al Covid-19 registrati in Messico dall’inizio della crisi sanitaria. Il Paese ha inoltre riportato un totale di oltre 2 milioni di casi di contagio, dei quali quasi 1,6 milioni con guarigione.