La Val Verzasca, una delle mete privilegiate nelle prime giornate dopo la fine del confinamento
La Val Verzasca, una delle mete privilegiate nelle prime giornate dopo la fine del confinamento ©Ti-Press/Samuel Golay
Momenti chiave
31.05.2020 ore 18:29
31.05.2020 ore 18:25
31.05.2020 ore 18:12
31.05.2020 ore 17:47
31.05.2020 ore 16:23
31.05.2020 ore 08:27

Una settimana senza decessi in Ticino

Due nuovi contagi registrati tra sabato e domenica - Il territorio brasiliano è diventato il quarto paese più colpito al mondo per numero di morti
domenica 31 maggio 2020 08:22

La pandemia di coronavirus non dà segni di rallentamento in Brasile, che è diventato il quarto paese al mondo per numero di morti. I decessi legati al coronavirus sono vicini a superare quota 29'000, avvicinandosi così al terzo posto occupato dall'Italia con 33'340 vittime. Il totale dei contagi sfiora il mezzo milione (498’440). Seguono il Perù (155’671 casi e 4’371 decessi nelle ultime 24 ore) e il Cile (94’858 e 997). L'America latina si conferma così come il nuovo epicentro dell'epidemia.

La cronaca di sabato

A livello globale, intanto, il numero delle persone infettate dal nuovo coronavirus ha superato i 6 milioni, causando complessivamente 366'848 morti dalla sua apparizione nello scorso dicembre in Cina.

La situazione in Svizzera continua intanto a migliorare: domenica non sono stati registrati altri morti con 17 nuovi positivi. In Ticino il numero dei decessi (348) legati al Covid-19 non ha subito variazioni da una settimana, mentre tra sabato e domenica il numero dei contagi è cresciuto di 2.

Complice il bel tempo e la costante riduzione del rischio (ma il virus è sempre presente) tantissime persone, al sud e al nord delle Alpi, hanno trascorso Pentecoste nella natura fuori casa.

I dati sempre aggiornati

di Elias Bernasconi, Diego Moles, Ludovico Camposampiero, Fabio Dotti

31.05.2020 ore 22:25
Brasile, due milioni di dosi di idrossiclorochina dagli USA

Gli Stati Uniti hanno inviato due milioni di dosi di idrossiclorochina in Brasile, il cui uso per il trattamento di Covid-19 è controverso. Lo ha annunciato domenica la Casa Bianca. “I popoli americano e brasiliano sono solidali nella lotta contro il coronavirus”, ha detto l’esecutivo americano in un comunicato.

31.05.2020 ore 18:31
La disoccupazione di lunga durata in Svizzera potrebbe raddoppiare nel 2021

La crisi del coronavirus porterà l’anno prossimo a un raddoppio della disoccupazione di lunga durata in Svizzera: lo afferma l’esperto del mercato del lavoro Michael Siegenthaler. La situazione sarà problematica, “perché chi rimane senza lavoro più a lungo di un anno ha poi difficoltà a trovare un impiego”, afferma lo specialista del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico federale di Zurigo (KOF) in dichiarazioni riportate oggi dal SonntagsBlick. Ad aumentare fortemente in aprile sono stati i giovani disoccupati (15-25enni), ma “a lungo termine la crisi colpirà tutte le fasce d’età”.

31.05.2020 ore 18:29
Emirates annuncia tagli

Emirates ha annunciato la decisione di cancellare posti di lavoro in seguito alla crisi scaturita dalla pandemia legata al coronavirus ma non ha specificato l’entità dei tagli. “Abbiamo valutato tutti gli scenari possibili, ma dobbiamo concludere che sfortunatamente siamo costretti a salutare alcune delle persone meravigliose che hanno lavorato con noi”, ha sottolineato in un comunicato la compagnia aerea di base a Dubai, che conta circa 100’000 dipendenti.

31.05.2020 ore 18:25
Meno morti e meno casi in Italia

Sono 75 i decessi legati al coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto alle 111 di ieri. I morti a livello nazionale salgono così a 33’415. I contagiati totali sono ora 233’019, 355 più di sabato, quando se ne erano registrati 416 in più. Ci sono cinque regioni che comunicano zero nuovi contagiati: Umbria, Sardegna, Molise, Calabria e Basilicata.

31.05.2020 ore 18:12
Meno di 100 nuovi casi in Spagna

La Spagna registra oggi il numero più basso di nuovi casi di coronavirus dal 6 marzo: allora si contarono 106 positivi mentre oggi il ministero spagnolo della Sanità notifica 96 nuovi positivi. Lo sottolinea El Pais, ricordando che proprio dal 6 marzo scorso i contagi in Spagna cominciarono a crescere in maniera esponenziale, fino ad arrivare anche a oltre 9mila in un unico giorno alla fine di marzo, per poi cominciare a decrescere come effetto del lockdown. Il ministero spagnolo della sanità ha notificato inoltre che sono 39 i morti negli ultimi sette giorni, per un totale di 27’127 dall’inizio della pandemia, quattro in più rispetto all’aggiornamento di ieri.

31.05.2020 ore 17:47
Calano i decessi in Lombardia

Sono 210 i nuovi positivi al coronavirus in Lombardia con 12’427 tamponi effettuati e il totale dei contagiati dal coronavirus in regione è di 88’968. In calo i nuovi decessi, che sono 33 per un totale complessivo di 16’112 morti nella regione. Ieri i decessi erano stati 67. I dati sono stati comunicati poco fa alle autorità.

31.05.2020 ore 16:23
Meno alcool durante il lockdown

Il consumo di alcol è crollato durante il contenimento. Secondo l’Associazione svizzera del commercio del vino, riferendosi alle informazioni pubblicate sulla NZZ am Sonntag, le vendite di vino sono diminuite del 35%. L’associazione dei produttori di alcolici, dal canto suo, ha registrato un calo del 25%. Per quanto riguarda la birra, le vendite a fine aprile sono diminuite del 5,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche l’estate sarà probabilmente difficile, poiché gli eventi che generano un grande fatturato, come i festival, sono stati cancellati.

31.05.2020 ore 16:02
Un'ultima definitiva proroga in Spagna per lo stato d'allerta

Il presidente del Governo spagnolo, Pedro Sanchez, ha confermato oggi che chiederà al Congresso l’“ultima e definitiva” proroga dello stato di allerta per la pandemia: altri 15 giorni, fino al 21 giugno. Un periodo che sarà però “molto diverso” e “molto più leggero”, ma “necessario” per completare il processo di de-escalation, ha detto lo stesso Sanchez. Le comunità autonome deterranno la “gestione assoluta” durante la terza fase, prima di entrare in quella che ha definito “la nuova normalità”. Il Governo intende sottoporre la richiesta il prossimo mercoledì al voto del Congresso, dove si è assicurato l’appoggio necessario per l’approvazione grazie ad un accordo con i repubblicani catalani di Erc e con i baschi di Pnv.

31.05.2020 ore 15:50
Swiss si scusa per i ritardi nei rimborsi

Molte persone stanno cercando di ottenere un rimborso dopo l’annullamento dei viaggi in seguito al lockdown. La situazione al momento è in fase di stallo, con le compagnie aeree che prendono tempo. Swiss si scusa e assicura però che tutti verranno risarciti.

Quei rimborsi che non decollano

Le compagnie aeree prendono tempo nel risarcimento dovuto alla cancellazione dei voli - Swiss si scusa: "Quantità di richieste abnorme"

31.05.2020 ore 15:06
In Ungheria si gioca davanti al pubblico

Dopo oltre due mesi gli stadi ungheresi hanno riaperto le loro porte al pubblico. La presenza dei tifosi è però limitata. Gli spettatori possono occupare solo un posto su quattro con almeno una fila libera tra un tifoso e l’altro.

Si torna timidamente sugli spalti

Prima giornata a porte aperte nel massimo campionato ungherese

31.05.2020 ore 15:00
A Dietlikon il cinema drive-in si può fare

A Dietlikon il drive-in è tornato a proiettare film su grande schermo. I dissidi fra le autorità comunali e quelle cantonali zurighesi, nati attorno al progetto di un liceale, sono infatti stati appianati e ora chi vuole assistere a una proiezione lo può fare comodamente seduto nella propria auto e nel rispetto delle distanze sociali. Con tanto di autorizzazione federale che ha stabilito che il cinema drive-in non rientra tra le manifestazioni vietate, come invece sostenteva il cantone che nelle scorse settimane aveva bloccato l’iniziativa dopo le primissime proiezioni nel parcheggio di un centro commerciale a fianco dell’A1.

31.05.2020: Drive in ai tempi del Covid


31.05.2020 ore 12:28
Terzo giorno senza altre morti legati al Covid-19 in Svizzera


Per il terzo giorno consecutivo non sono stati annunciati nuovi decessi legati al Covid-19 all’Ufficio federale della sanità pubblica. Il totale delle vittime è stabile a 1’657, mentre i casi confermati dall’inizio dell’epidemia sono 30’862, 17 in più di quelli comunicati sabato.

Secondo il sito CoronaData, aggiornato sulla base dei dati dei singoli cantoni, i contagi sono inferiori (30’800) mentre le morti legate al Covid-19 sono superiori (1’920).

31.05.2020 ore 12:04
I ricercatori stimano che il 16% dei ticinesi è stato infettato

Lo studio realizzato dalla Facoltà di scienze della vita del Politecnico federale di Losanna pubblicata nella rivista Swiss Medical Weekly si è contrata anche sulla diffusione del coronavirus in Svizzera. Il modello epidemiologico utilizzato per la ricerca sulla base dei dati riguardanti 11 cantoni porta a stimare che il 24 aprile il 3,9% della popolazione era stato probabilmente contagiato.

Dalla proiezione emergono notevoli differenze a livello cantonale. La diffusione minima sarebbe stata a Berna (1,9%) e quella massima in Ticino (16%). Ciò che vorrebbe dire che in Ticino il numero delle persone contagiate sarebbe attorno a 50’000, mentre i dati ufficiali (riguardanti le positività dei tamponi realizzati in maggior parte su persone con sintomi della malattia provocata dal SARS-CoV-2 ) parlano di poco più di 3’300 casi.

Gli autori dello studio ora intendono aggiornare la loro ricerca quotidianamente in modo da valutare l’effetto dell’allentamento delle restrizioni sull’evoluzione dei contagi.

31.05.2020 ore 11:45
Le misure hanno ridotto la diffusione del virus in Svizzera

Le misure adottate in Svizzera hanno notevolmente ridotto il numero di casi Covid-19. È’ quanto emerge da uno studio condotto dalla Facoltà di scienze della vita del Politecnico federale di Losanna. I ricercatori hanno osservato che il valore di R0, il tasso di riproduzione, è sceso da 2,8 all’inizio della pandemia a 0,4 all’inizio di aprile, con una riduzione media dell’86%. Il calo della trasmissione è stato confrontato con i cambiamenti di mobilità ottenuti con i dati del telefono cellulare. Vi è stata una diminuzione negli spostamenti tra il 50 e 75%. Anche l’attuazione di norme igieniche di base ha contribuito a contenere l’epidemia.

31.05.2020 ore 11:12
In tutto il mese di maggio 97 contagi e 27 decessi in Ticino

Il mese di maggio sul fronte della pandemia in Ticino si chiude con un totale di 97 persone contagiate dal nuovo coronavirus e 27 decessi legate al Covid-19, la malattia provocata dal virus. Una situazione ben diversa rispetto a quella di marzo, quando il precipitare della situazione aveva indotto le autorità cantonali e federali a decretare il lockdown e a quella di aprile quando, superato il picco della diffusione del nuovo coronavirus, si è cominciato a pensare all’allentamento delle restrizioni.

A marzo il numero dei tamponi positivi al SARS-CoV-2 era stato di 2’090 e vi erano state 120 morti. Nel corso del mese di aprile le persone infettate erano state 1’119 e si erano avuti 201 decessi.

31.05.2020 ore 10:51
Gerusalemme, riapre la Spianata delle moschee

Dopo una chiusura di 70 giorni dovuta al coronavirus, a Gerusalemme la Spianata delle moschee è stata riaperta stamane al pubblico. Secondo la agenzia di stampa palestinese Wafa, migliaia di persone si sono subito riversate al suo interno. L’afflusso dei fedeli è avvenuto in un clima di tensione dopo che ieri, ad uno degli ingressi della Città vecchia, un giovane disabile palestinese è stato colpito a morte dal fuoco di agenti della guardia di frontiera israeliana, che in un primo momento lo avevano ritenuto un attentatore.

31.05.2020 ore 10:43
Pakistan, record di contagi e decessi

Il numero di decessi per coronavirus in Pakistan nelle ultime 24 ore è salito di 88, raggiungendo quota 1’483. I casi positivi hanno subito invece un incremento di 3’039, arrivando a un totale di 69’496. Sia il numero delle vittime sia quello dei contagi costituiscono un record quotidiano negativo per il Paese. Nelle ultime 24 ore, 1’140 pazienti sono guariti, portando il totale a 25’271 (il 36% dei pazienti). Almeno 522 pazienti sono in condizioni critiche, 26 in più rispetto al giorno precedente.

31.05.2020 ore 10:38
Una settimana senza altri decessi in Ticino

In Ticino non si registrano decessi legati al Covid-19 da una settimana. L’ultimo aggiornamento della situazione da parte dello Stato maggiore cantonale di condotta e dell’Ufficio del medico cantonale fa stato di 348 morti (un dato che non subisce cambiamenti da esattamente sette giorni) e di 3’315 positivi con un aumento di 2 contagi rispetto alla situazione di sabato. Nell’arco dell’intera settimana sono state registrate in totale 10 infezioni. Nelle ultime 24 ore un’altra persona, è la 895esima dall’inizio della pandemia, ha potuto lasciare l’ospedale.

31.05.2020 ore 09:11
Una ticinese ad aiutare nella più grande favela del Brasile

Alla Rocinha di Rio de Janeiro, la più grande favela del Brasile duramente colpito dall’epidemia, per l’ONG Il sorriso dei miei bimbi lavora un’operatrice sociale di Bellinzona: Laura Perletti. Le attività tradizionali dell’organizzazione, che nella favela ha un asilo, un doposcuola e un caffè letterario, sono sospese. Ci si concentra piuttosto sulla distribuzione di alimenti, in condizioni sanitarie davvero precarie. Oltre che sanitaria, la crisi è economica: “Moltissime persone che lavoravano in strada o in spiaggia, così come molte donne che lavoravano come domestiche, si sono trovate in un attimo a non poter più lavorare e avere i soldi per mangiare: il problema ora è la fame”, sottolinea la ticinese incontrata da Emiliano Guanella.


30.05.2020: Brasile, una ticinese ad aiutare nell'emergenza Covid-19
31.05.2020 ore 08:54
Aumento record di contagi in America latina

Con un aumento record di 52’000 contagiati in sole 24 ore, si chiude oggi una settimana che ha confermato un’accelerazione della pandemia in America Latina, con 975’406 casi confermati e 50’110 morti. Secondo i dati elaborati dall’agenzia di stampa italiana ANSA, la situazione più allarmante resta quella in Brasile, che da solo ha registrato oltre il 60% dei nuovi casi quotidiani (33’000). Il totale dei contagi su suolo brasiliano sfiora il mezzo milione (498’440), con 28’834 morti (+1’000). Seguono il Perù (155’671 casi e 4’371 decessi) e il Cile (94’858 e 997).

31.05.2020 ore 08:40
27 nuovi casi in Corea del Sud, 2 in Cina

In Corea del Sud l’allentamento delle misure restrittive ha coinciso con un aumento dei contagi da coronavirus. Sono 27 i nuovi casi registrati nel Paese, di cui 21 concentrati nell’area metropolitana di Seul. Le autorità coreane hanno così aggiornato il bilancio a 11’468 contagi e 270 vittime, sottolineando come l’incremento dei nuovi casi sarebbe da ricondurre soprattutto alla riapertura dei locali notturni e di altri luoghi di divertimento.


Intanto la Cina ha annunciato 2 nuovi contagi, entrambi importati dall’estero, per un totale di 83’001 casi e 4’634 decessi dall’inizio della pandemia.

31.05.2020 ore 08:27
Trump annuncia il rinvio del G7

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato sabato che rinvierà il vertice del G7 previsto a giugno negli Stati Uniti. Inoltre, inviterà anche altri paesi a partecipare alla riunione. “Non credo che il G7 rappresenti correttamente ciò che sta accadendo nel mondo. È un gruppo di paesi inattuale”, ha detto il capo della Casa Bianca ai giornalisti di Air Force One, aggiungendo che vorrebbe invitare la Russia, la Corea del Sud, l’Australia e l’India a partecipare a un vertice allargato in autunno.