Il Consigliere di Stato grigionese Peter Peyer
Il Consigliere di Stato grigionese Peter Peyer (keystone)

“Comprensione, ma cantieri aperti”

Coira sulle richieste moesane: “La competenza è federale, Berset ce lo ha ribadito” – Peyer, Caduff e Bühler lunedì a San Bernardino e martedì a Pontresina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato grigionese è tornato oggi, domenica, sulle richieste giunte ieri dal Moesano, in particolare la richiesta di chiudere i cantieri per allinearsi a quanto deciso in Ticino, misura però rifiutata da Coira. In un comunicato odierno il governo retico dice di comprendere le esigenze delle valli meridionali del Cantone e per questo lunedì alle 16.30 i consiglieri di Stato Peter Peyer e Marcus Caduff, insieme al capo dello Stato maggiore cantonale Martin Bühler, saranno a San Bernardino (martedì sempre alle 16.30, a Pontresina) per incontrare e discutere la questione con i politici delle valli meridionali.

Sul punto di maggiore frizione però, Coira non fa nessun passo indietro: la richiesta di chiusura di tutti i cantieri della Moesa è respinta. “Le disposizioni federali attualmente in vigore sono chiare al riguardo e vietano al Cantone di adottare un simile provvedimento. Le consultazioni con il Consigliere federale Alain Berset lo hanno confermato ancora una volta. Il Cantone sostiene l'atteggiamento della Confederazione secondo cui le norme applicabili in tutta la Svizzera offrono le migliori possibilità di prevenire la diffusione del coronavirus. Insieme al Canton Ticino e alla Confederazione, il Governo è convinto che i cantieri in cui non è possibile garantire il rispetto delle severe norme debbano essere chiusi” si legge nel comunicato.

L'invito all'edilizia, così come a tutti gli altri settori, è quindi quello di rispettare rigorosamente le misure federali per la protezione dei lavoratori e a ridurre il rischio di infezione sul posto di lavoro e durante le trasferte. “È nell'interesse di ogni azienda poter continuare la propria attività il più a lungo possibile” scrive il governo retico.

Chiusura dogane non opportuna

Nel comunicato Coira torna anche sulla questione della chiusura delle dogane, ribadendo che nelle valli del Grigioni italiano e dell’Engadina “numerose aziende di interesse pubblico dipendono dai collaboratori che ogni giorno varcano il confine. Mantenerli aperti è quindi fondamentale per queste aree”.

Cantieri grigionesi

Cantieri grigionesi

Il Quotidiano di lunedì 23.03.2020

 
Cantieri aperti nel Moesano, è polemica

Cantieri aperti nel Moesano, è polemica

Il Quotidiano di domenica 22.03.2020

 
dielle
Condividi