Tuttora attivo nel settore dei media
Tuttora attivo nel settore dei media (keystone)

Gli 80 anni di Marco Blaser

L’ex direttore festeggia il compleanno e rende attenti: "Il voto del 14 di giugno decisivo per la RSI"

Da ragazzo sognava di fare il cronista e l’ha fatto, cominciando nel 1954. Una grande passione, quella del giornalismo, per Marco Blaser, che il 6 maggio compie 80 anni. I dirigenti di Radio Monteceneri avevano capito presto che il giovane aveva stoffa per il mestiere di reporter, una frenesia di lavorare, di “rubare il mestiere” ai vari Filippello, Rumpel, Barberis le “voci” della radio di allora. La sua prima diretta è stata come annunciatore per sostituire uno speaker malato. “Una grande emozione”, come ricorda oggi.

 

Poi l’inizio della televisione a Paradiso, il TG a Zurigo, la costruzione della sede di Comano. Blaser ha coperto grandi avvenimenti degli anni Sessanta: l’assassinio di John Kennedy, i funerali di Churchill, il disastro del Vajont, l’allunaggio, per citarne alcuni.

 

Dagli anni Settanta è sempre meno al fronte, con l’aumento degli impegni dirigenziali: nel 1986 il coronamento della carriera alla RTSI con la nomina a direttore regionale. L’impegno per l’azienda radiotelevisiva si conclude con il pensionamento alla fine del millennio. Ma Marco Blaser non se ne sta con le mani in mano ed è tuttora attivo nel settore dei media come consulente. E sulla RSI del futuro dice: "Vedo che avrà dei problemi. Dipenderà della decisione che prenderà il popolo svizzero il 14 di giugno". "Io ci ho vissuto, ne sono un grande difensore e quindi mi auguro che non ci siano idee contrarie alla validità di un servizio pubblico come il nostro. Anzi: penso che andrebbe rafforzato".

RedMM/mas

Dal Quotidiano:

 

Condividi