Il luogo del ritrovamento (Ti-press)

Locarno, l'uomo resta in carcere

Ritrovamento del cadavere di una donna: il 62enne fermato dalla polizia dovrà restare in detenzione preventiva fino a fine mese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 62enne fermato dopo la scoperta del corpo esanime di una donna a Locarno dovrà restare in carcere preventivo fino a fine mese. È quanto ha deciso, secondo nostre informazioni, il giudice dei provvedimenti coercitivi nella giornata di sabato. Sarà compito degli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore generale Nicola Respini, chiarire quello che per il momento continua ad avere tutti i contorni del giallo.

Già venerdì era infatti emerso che la donna rinvenuta cadavere la notte di Capodanno era verosimilmente morta già da alcune ore, prima dell'arrivo dei soccorsi. L'uomo -difeso dall'avvocata Sabrina Aldi- nega ogni coinvolgimento. Al primo lungo interrogatorio effettuato dopo il fermo, non ne sarebbero seguiti altri.

Risposte sono attese ora soprattutto dall'autopsia disposta sul corpo della vittima, per la quale bisognerà attendere alcuni giorni. Intanto come detto, l'uomo rimane in carcere preventivo. Le accuse vanno dall'omicidio intenzionale all'omissione di soccorso.

CSI/Quot/FD
Condividi