Presentazione con realtà virtuale a Stabio (RSI)

Punto Franco guarda al futuro

I progetti per il nuovo polo di sviluppo per attività del neo-terziario di Stabio (MAST) sono stati svelati domenica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Da punto franco a comparto per lo sviluppo di attività del neo-terziario, commerciali e con spazi abitativi e di svago: domenica a Stabio è stato presentato alla prolazione il progetto MAST di zona mista, che vuole trasformare quest'area, da quasi un secolo dedicata alle pratiche doganali, in un nuovo polo di crescita economica nella prossima metà del secolo.

Gli ospiti, almeno per ora, hanno potuto farsi un'idea virtuale del futuro di questo luogo che, va precisato, non è per domani e nemmeno per dopodomani. Ma, come spiegato alla RSI dal sindaco di Stabio, Simone Castelletti, i tempi della pianificazione vanno anticipati. "Per noi, ha detto, è importante iniziare a studiare oggi la Stabio di domani. Siamo consapevoli che la pianificazione implica diversi anni per non dire tempi biblici, ecco perché è corretto iniziare ad analizzare concretamente le proposte presentate al Municipio".

Il progetto mira, tra le altre cose, ad aumentare la qualità urbana attraverso l’inserimento di spazi verdi e piazze pubbliche, a favorire lo sviluppo di funzioni miste per rispondere alla crescente domanda di spazi collegati ai trasporti pubblici ed anche a diminuire il traffico lungo la strada cantonale.

Questo piano, secondo la presidente della società Magazzini Generali con Punto Franco, Marina Masoni "risponde a tutte le esigenze di uso parsimonioso e bello del territorio", ed auspica che il sito si adegui allo sviluppo di Stabio sfruttando la posizione strategica vista la vicinanza alla frontiera.

Stabio pianifica ill futuro

Stabio pianifica ill futuro

Il Quotidiano di domenica 22.09.2019

 
CSI/sdr
Condividi