TiPress_372604.jpg
Le misure per rallentare la diffusione del virus, anche se allentate, restano in vigore Ti-Press
Momenti chiave
08.07.2020 ore 19:28
08.07.2020 ore 15:34
08.07.2020 ore 14:05
08.07.2020 ore 13:33
08.07.2020 ore 12:51
08.07.2020 ore 12:32
08.07.2020 ore 12:09
08.07.2020 ore 11:40
08.07.2020 ore 11:12
08.07.2020 ore 08:00
08.07.2020 ore 07:08
08.07.2020 ore 07:05

Svizzera, 129 nuovi contagi

In Ticino si registrano altri 8 casi in 24 ore; nuova giornata di doppio zero nei Grigioni – Notte di scontri a Belgrado dopo l’annuncio di nuove restrizioni
mercoledì 08 luglio 2020 06:51

Sono 129 i nuovi casi positivi al nuovo coronavirus, registrati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein nelle ultime 24 ore: lo comunica l'Ufficio federale di sanità pubblica nel suo bollettino quotidiano. I contagi tornano dunque a salire dopo i 47 registrati tra domenica e lunedì e i 54 fra lunedì e martedì. Tuttavia, cresce anche il numero dei test: tra ieri e oggi ne sono stati effettuati 10'431, contro ad esempio i 5'585 delle 24 ore precedenti.

In Ticino, sono 8 i nuovi contagi e anche qui non si segnalano ulteriori decessi, mentre i Grigioni hanno vissuto una nuova giornata da doppio zero.

Le misure per combattere la diffusione del virus hanno scatenato violente proteste nella notte a Belgrado, dopo l’annuncio da parte del presiedente serbo di nuovi divieti.

La cronaca di martedì

A livello globale sono ormai oltre 11'800'000 i casi e i decessi più di 540'000. Gli Stati Uniti hanno fatto segnare un nuovo primato nel numero di contagi: 60'209 nelle ultime 24 ore secondo i dati della Johns Hopkins University.

I dati sempre aggiornati

Joe Pieracci, Ludovico Camposampiero, Simone Fassora

09.07.2020 ore 00:02
Covid, 12'000 persone al giorno rischiano di morire di fame

Entro la fine del 2020, 12’000 persone al giorno potrebbero morire di fame a causa della pandemia Covid-19. Potenzialmente più di quanti ne stia uccidendo il virus. È quanto denuncia Oxfam con il rapporto “Il virus della fame”, da cui emerge che 121 milioni di persone in più potrebbero ritrovarsi nel 2020 letteralmente senza nulla da mangiare per periodi prolungati, a causa dell’impatto della crisi economica e sociale legata alla pandemia. Entro la fine dell’anno a causa della pandemia oltre 270 milioni di persone - che già sono confrontate con guerre, disuguaglianze, cambiamenti climatici - potrebbero finire nella morsa della fame cronica.

08.07.2020 ore 23:42
Brasile, altri 1’223 morti nelle ultime 24 ore

Non accenna ancora a scendere la curva del coronavirus in Brasile: il gigante sudamericano ha registrato ulteriori 1’223 decessi e 44’571 contagi nelle ultime 24 ore, secondo i dati aggiornati dal Consiglio nazionale dei segretari sanitari e dal ministero della Sanità.


Il numero complessivo dei casi confermati di Covid-19 nel Paese è dunque salito a 1’713’160, mentre il totale delle vittime dall’inizio della pandemia ha raggiunto quota 67’694.

08.07.2020 ore 23:18
Il Marocco riapre ai residenti, ma con test

Il Marocco riapre il territorio per il rientro dei marocchini bloccati all’estero e per gli stranieri residenti in Marocco che si trovino fuori confine. A partire dalla mezzanotte del 14 luglio, potranno imbarcarsi su aerei e navi, ma solo dopo aver fatto un test del coronavirus e un sierologico entro 48 ore dalla partenza.


Ad annunciarlo è un comunicato congiunto dei ministeri degli Interni, Esteri, della Salute, della Cooperazione africana e dei Marocchini residenti all’estero che assicurano sarà organizzato un numero congruo di voli, assicurano. Le navi destinate a questa operazione di rientro partiranno esclusivamente dal porto di Genova e di Sete, in Francia.

08.07.2020 ore 22:42
Untori: “Pronti alle vie legali”

A dirlo il medico cantonale di Soletta, dopo i contagi provocati da due persone in isolamento e testate positive – La giurista: “Risarcire anche i danni economici”

Untori: “Pronti alle vie legali”

A dirlo il medico cantonale di Soletta, dopo i contagi provocati da due persone in isolamento e testate positive – La giurista: “Risarcire anche i danni economici”

08.07.2020 ore 21:47
Parigi, 14 luglio: fuochi d'artificio senza pubblico

Ci saranno i tradizionali fuochi d’artificio a Parigi per la festa nazionale del 14 luglio, sparati dalla Tour Eiffel, ma non ci sarà il pubblico come gli altri anni a causa delle norme restrittive per l’epidemia di Coronavirus. Lo ha annunciato il Comune. “Tenuto conto del contesto sanitario e dei regolamenti attuali - si legge in un comunicato - e in particolare del divieto di assembramenti di oltre 5’000 persone, le festività a Parigi non possono svolgersi alla presenza di una grande folla come ogni anno”.

08.07.2020 ore 21:24
Nei Balcani prosegue la forte ripresa dei contagi

Nei Balcani prosegue la nuova fase al rialzo dei contagi da coronavirus, che induce i Paesi della regione a reintrodurre restrizioni abolite nelle scorse settimane. In Serbia nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Covid-19 sono stati 357, portando il totale a 17’076, mentre altri 11 decessi hanno fatto salire a 341 il numero delle vittime. Sono stati 53 i nuovi contagi in Croazia, per un totale di 3’325, mentre un altro decesso ha portato a 114 il numero dei morti dall’inizio dell’epidemia. In Montenegro, che aveva già dichiarato conclusa l’epidemia dopo 28 giorni di zero contagi e zero decessi, si sono registrati altri 53 casi nelle 24 ore, con il totale salito a 636, con otto vittime. Il paese della regione più duramente colpito dalla pandemia resta la Romania, dove si è registrato il numero record di 555 contagi nelle 24 ore, con il totale che ha superato quota 30 mila, mentre le vittime sono oltre 1’800.

08.07.2020 ore 21:16
Israele, bufera sul ministro della sanità

Il ministro della sanità Yoel Edelstein è al centro di polemiche dopo che la televisione pubblica ha rivelato la sua partecipazione al compleanno organizzato in onore della moglie, subito dopo che in una conferenza stampa aveva fatto appello agli israeliani a non partecipare ad eventi affollati a causa dell’emergenza coronavirus. Edelstein aveva avvertito che Israele era all’inizio di una nuova ondata di contagi. Aveva preannunciato fra l’altro che non sarebbero state consentite riunioni con più di 20 partecipanti. Subito dopo, secondo la emittente, ha però raggiunto la moglie in una villa dove c’erano una cinquantina di ospiti. Secondo Kan, egli non ha infranto i provvedimenti in vigore in quel momento, eppure “ha dato un cattivo esempio”. Il ministro ha specificato che l’evento si è svolto all’aria aperta e lui è comunque sopraggiunto “quando volgeva al termine”.

08.07.2020 ore 19:28
Francia, 32 morti in più

In Francia nelle ultime 24 ore sono morti 32 persone di Covid-19, portando il totale delle vittime da inizio pandemia a 29’965, secondo quanto riportato dalle autorità.


La cifra dei nuovi decessi è quasi il doppio della media giornaliera di 18 morti visti negli ultimi sette giorni. In giugno erano in media 34 al giorno, in maggio 143 e in aprile 695.

08.07.2020 ore 18:21
USA, i contagi superano i 3 milioni

Gli Stati Uniti hanno superato i 3 milioni di contagi da Covid-19: i casi di coronavirus nel Paese sono infatti 3’009’611. È quanto emerso dai dati della John Hopkins University.


Il vice presidente degli Stati Uniti, Mike Pence, ha dichiarato che le autorità federali stanno inviando personale medico in Texas, Arizona, California e Florida dove il numero di casi di coronavirus sta crescendo.

08.07.2020 ore 18:10
Svizzera, le PMI temono una seconda ondata

Le piccole e medie imprese (PMI) svizzere temono una seconda ondata della pandemia di coronavirus. Il rischio è considerato molto grande (11%) o grande (48%) dal 59% delle imprese interpellate nell’ambito di un sondaggio, mentre per il 29% è piccolo o molto piccolo e il 13% non dà indicazioni.


La maggioranza delle PMI non si aspetta per contro un nuovo confinamento, afferma una ricerca realizzata dalla Scuola universitaria professionale di Zurigo (ZHAW). Gli specialisti hanno interrogato 480 realtà aziendali fra il 23 e il 29 giugno, periodo in cui il numero di casi di coronavirus è tornato ad aumentare in Svizzera.

08.07.2020 ore 18:06
Risalgono i contagi in Italia, 193 nelle ultime 24 ore

Risalgono i nuovi contagi da coronavirus in Italia: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 193 nuovi casi, a fronte dei 138 di ieri. Di questi 71 sono in Lombardia, il 36,7% del totale, e 49 in Emilia Romagna.


Attualmente i casi totali sono 242’149. Rispetto a martedì le vittime diminuiscono con un incremento di 15 nelle ultime (ieri erano 30). Il totale dei morti per Covid-19 sale a 34’914. Sono infine quattro le Regioni che non hanno fatto segnare nuovi casi: Umbria, Sardegna, Valle D’Aosta e Molise, oltre alla provincia di Trento. I tamponi nelle ultime 24 ore sono 50’443, circa 7’000 in più di ieri.

08.07.2020 ore 17:28
Edelweiss non prevede licenziamenti

Edelweiss, la filiale svizzera di voli per le vacanze di Swiss, non prevede attualmente alcun licenziamento. La compagnia aerea, duramente colpita dalla pandemia di coronavirus, ha chiesto una proroga delle misure di lavoro ridotto fino al febbraio 2021.

Edelweiss segue così le orme della casa madre Swiss, la cui direzione ha più volte ribadito la volontà di fare tutto il possibile per evitare licenziamenti. Le due compagnie aeree hanno ricevuto dalla Confederazione garanzie bancarie per 1,275 miliardi di franchi.

08.07.2020 ore 17:07
Vaud, con la mascherina a far la spesa

Da oggi, nel Canton Vaud, le mascherine devono essere indossate obbligatoriamente in tutti i negozi con più di 10 persone. Il Giura è stato il primo cantone, lunedì, a introdurre questo provvedimento. Le persone che non si atterranno alla direttiva non saranno multate, ma dovranno lasciare il negozio. Presso Aldi a Losanna (nel video) e Migros a Crissier, la grande maggioranza dei clienti ha rispettato la direttiva.

Shopping, la mascherina obbligatoria
08.07.2020 ore 17:00
New York: a scuola tre giorni alla settimana

Le scuole pubbliche di New York non apriranno interamente a settembre: le lezioni in classe ci saranno solo due o tre giorni alla settimana. Lo annuncia il sindaco di New York, Bill de Blasio, spiegando che in classe ci saranno meno studenti e le famiglie potranno scegliere se optare per la soluzione mista fra la presenza fisica e le classi online o per l’insegnamento completamente da remoto.

08.07.2020 ore 15:34
Brasile, tamponi per 18 ministri

Dopo che il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha confermato di essere risultato positivo al coronavirus, 18 ministri hanno effettuato o effettueranno test per scoprire se sono stati a loro volta contagiati.


Tra i membri dell’esecutivo che hanno già fatto il tampone c’è il capo del gabinetto della Presidenza, il generale Walter Souza Braga Neto, che sabato scorso ha accompagnato Bolsonaro a pranzo con l’ambasciatore americano, Todd Chapman. Il diplomatico ha già svolto l’esame ed è risultato negativo. Finora nessun ministro è risultato positivo al Covid-19, riferiscono fonti ufficiali.

08.07.2020 ore 15:33
Il MIT: “Rischio 250 milioni di casi e 1,8 milioni di morti”

Senza un vaccino o una cura adeguata per il Covid-19, lo scenario per il 2021 si prospetta drammatico: stando a uno studio del Massachusetts Institute of Technology (MIT), entro la primavera del prossimo anno nel mondo potrebbero emergere 249 millioni di casi e 1,8 milioni di decessi. Lo studio vede l’India come il paese più colpito, con una possibile crescita giornaliera di 287’000 casi attorno alla fine del 2021.


Secondo il modello di epidemiologia dinamica messo a punto dai ricercatori, sulla base dei dati ufficiali di 84 paesi fino a metà giugno, i primi dieci paesi che potrebbero registrare ancora nuovi casi di contagio alla fine del 2021 sono India, USA, Sudafrica, Iran, Indonesia, Regno unito, Nigeria, Turchia, Francia e Germania.

08.07.2020 ore 15:29
Ginevra, 4,6 milioni di franchi per gli studenti universitari colpiti dalla crisi

L’Università di Ginevra (UNIGE) e la Scuola universitaria professionale della Svizzera occidentale (HES-SO Genève) vogliono aiutare gli studenti resi vulnerabili dalla crisi del coronavirus con 4,6 milioni di franchi per l’anno accademico 2020-2021. L’importo proviene da un partenariato pubblico-privato.


La metà della somma sarà coperta dall’UNIGE e dalla HES-SO Ginevra, secondo quanto dichiarato mercoledì in un comunicato. L’altra metà proverrà da donatori privati e la raccolta fondi ha già raccolto 1,3 milioni di franchi sono già stati raccolti. Gli studenti che ne hanno bisogno potranno ricevere una somma forfettaria mensile garantita di almeno 600 franchi, a seconda del loro reddito. Le domande dovranno essere presentate all’inizio di ogni semestre. Gli studenti che non beneficiano del programma potranno richiedere una borsa di studio “una tantum” da 600 a 1’000 franchi per coprire le loro esigenze di base.

08.07.2020 ore 14:35
Gran Bretagna, 30 miliardi per l’economia

Il ministro delle finanze britannico, Rishi Sunak, ha comunicato mercoledì che verrà varato un pacchetto di rilancio dell’economia, colpita dalla crisi del nuovo coronavirus, del valore di 30 miliardi di sterline (oltre 35 miliardi di franchi), comprendente un abbassamento dell’IVA per determinati settori, sovvenzione per il rinnovamento energetico degli stabili e aiuti mirati all’impiego dei giovani. “Stiamo per entrare nella seconda fase della nostra risposta economica” alla recessione, ha dichiarato Sunak davanti al Parlamento.

08.07.2020 ore 14:29
Ulteriori misure in quattro cantoni

Basilea Città, Campagna, Argovia e Soletta hanno deciso di introdurre nuove regole per lottare contro la diffusione del coronavirus. Il limite di persone viene portato da 300 a 100 per ristoranti ed eventi pubblici e privati nei quali non è possibile rispettare le distanze di sicurezza e non sono previste misure di protezione, come le mascherine, ma solo la registrazione dei dati dei presenti. Resta pèossibile separare gli ospiti in gruppi da 100 persone. Le misure saranno in vigore da domani alla fine dell’anno.

08.07.2020 ore 14:05
Iran, oltre 12’000 decessi

L’Iran ha superato mercoledì la soglia dei 12’000 decessi legati al Covid-19; 153 persone sono morte nelle ultime 24 ore, ha reso noto il Ministero della salute. Le misure di confinamento sono state progressivamente revocate, ma nel corso dell’ultima settimana il numero di nuovo contagi giornalieri e dei decessi è tornato a crescere.

08.07.2020 ore 13:33
Mascherine troppo care

Il costo dalle mascherine in Svizzera dal 2009 a oggi è cresciuto di 7 volte e la Conferenza svizzera delle istituzioni dell’azione sociale raccomanda comuni di fornirle gratuitamente alle persone che vivono dell’assistenza sociale.

Mascherine troppo care

La Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale raccomanda di fornirle gratuitamente alle persone che vivono dell'assistenza sociale

08.07.2020 ore 12:51
+++ In Svizzera altri 129 casi +++

Sono 129 i nuovi casi confermati di coronavirus in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein nelle ultime 24 ore: lo riferisce l’Ufficio federale di sanità pubblica nel suo bollettino quotidiano. I contagi tornano dunque a salire dopo i 47 registrati tra domenica e lunedì e i 54 fra lunedì e martedì. Tuttavia, cresce anche il numero dei test: tra ieri e oggi ne sono stati effettuati 10’431, contro ad esempio i 5’585 delle 24 ore precedenti. Non si segnalano ulteriori decessi legati al Covid-19, fermi a quota 1’686. In totale, in Svizzera i casi confermati sono finora 32’498.

08.07.2020 ore 12:32
Le Maldive riaprono le frontiere

Dopo tre mesi di chiusura, le Maldive tornano ad accogliere i turisti internazionali. Ad annunciarlo, in un discorso alla nazione, il presidente Ibrahim Mohamed Solih, a testimonaniza di quanto il turismo sia mancato a tutto il paese.

Frontiere aperte dunque dal 15 luglio, data in cui torneranno a animarsi anche i resort, i liveaboard e gli hotel situati in isole disabitate. Guesthouse e hotel nelle isole abitate dovranno invece attendere ancora fino al 1 agosto.

Non sarà richiesto nessun certificato medico, ne’ quarantena obbligatoria, salvo dichiarazione sanitaria compilata a bordo dell’aereo, mascherine all’arrivo, termoscanner e distanze di sicurezza.

08.07.2020 ore 12:09
Aumento dei casi in Austria

Continuano a salire i casi di Covid-19 in Austria. Nelle ultime 24 ore si sono aggiunti 92 contagi. L’Alta Austria martedì ha reintrodotto l’obbligo di mascherina in negozi, uffici pubblici e ristoranti. Da oggi la mascherina torna obbligatoria anche in Carinzia nei centri turistici dalle 21 alle 2 di notte. Secondo l’assessore Sebastian Schuschnig gli appelli al senso civico non sono stati accolti. “Velden non deve diventare un Ischgl estivo”, ha detto in riferimento al focolaio nel centro sciistico tirolese.

08.07.2020 ore 11:40
Otto nuovi casi in Ticino

Sono otto i nuovi casi di Covid-19 segnalati nelle ultime 24 ore in Ticino, per un totale di 3’363 casi confermati. Non si sono registrati altri decessi, con il bilancio stabile a 350 morti dal 12 giugno. Dopo quattro giorni senza persone negli ospedali ticinesi a causa della malattia, mercoledì viene segnalato un nuovo ricovero.

08.07.2020 ore 11:24
Mascherine obbligatorie in Catalogna

Le autorità regionali della Catalogna intendono imporre da giovedì l’obbligo di portare la mascherina all’esterno come negli edifici. L’obbligo era già in vigore in caso non fosse possibile mantenere una distanza di sicurezza di un metro e mezzo. La Spagna conta oltre 252’000 casi confermati e 28’392 decessi dall’inizio dell’epidemia.

08.07.2020 ore 11:12
Altri tagli nel settore dei viaggi

La filiale elvetica dell’operatore viaggi tedesco TUI prevede di chiudere 8 delle sue 62 succursali nella Confederazione, cancellando circa 70 posti di lavoro in seguito alla crisi provocata dal coronavirus.

TUI chiude e licenzia

La filiale elvetica del tour operator tedesco abbassa la serranda di 8 succursali e cancella 70 posti di lavoro

08.07.2020 ore 10:46
Ricorso al lavoro ridotto inferiore alle attese

Il ricorso al lavoro ridotto durante la crisi del coronavirus è inferiore alle attese delle autorità federali. Stando alla Segreteria di Stato dell’economia (SECO) in aprile sono stati versati in tal ambito 2,4 miliardi di franchi, mentre l’onere previsto era compreso fra 5 e 7 miliardi. In marzo la Confederazione aveva versato alle imprese circa 1 miliardo di franchi come compensazione per la disoccupazione parziale. Anche quella cifra è inferiore alle previsioni, che erano di 2-3 miliardi. Secondo la SECO, in aprile il lavoro ridotto ha interessato 1,08 milioni di persone e 131’000 aziende. Ciò significa che sono state effettivamente utilizzate il 58% delle richieste presentate; in marzo la quota era del 55%. Le aziende sono flessibili nell’utilizzo del lavoro ridotto: se una domanda viene approvata sono libere di decidere se avvalersene. Il numero di richieste è rimasto più o meno lo stesso in maggio e in giugno: in entrambi i mesi sono state presentate domande di lavoro ridotto da 195’000 aziende per circa 1,9 milioni di dipendenti, un numero che equivale al 37% delle persone occupate.

08.07.2020 ore 10:04
Francia, "prepararsi a seconda ondata"

“Bisogna prepararsi a una ripresa dell’epidemia se non a una seconda ondata”, che è possibile “questo autunno o questo inverno”: lo ha affermato il direttore generale della Salute responsabile della comunicazione sul Covid-19, Jerome Salomon, intervistato da Le Figaro. “Non sappiamo tutto sul comportamento stagionale di questo virus che è ancora in circolazione”, ha avvertito il numero 2 del ministero della Salute, assicurando che “tutti i servizi dello Stato, gli esperti, gli attori sul terreno sono mobilitati per gestire i cluster”. “Ciò che bisogna capire bene, è che sono essenzialmente i nostri comportamenti a condizionare la ripresa epidemica - avverte Salomon - se vogliamo evitarla, ognuno di noi deve continuare a rispettare le misure di sicurezza, le misure d’igiene, il distanziamento fisico e l’uso della mascherina, soprattutto negli assembramenti e negli spazi chiusi”.

08.07.2020 ore 09:48
Russia, superati i 700’000 contagi

Il numero totale dei casi di nuovo coronavirus in Russia ha superato quota 700’000; nelle ultime 24 ore sono stati registrati 6’562 nuovi contagi e 173 decessi. I decessi totali legati al Covid-19 sono 10’667.

08.07.2020 ore 09:38
Trasmissione via aerea, si studiano nuove evidenze

“Stanno emergendo evidenze in merito alla diffusione del nuovo coronavirus per via aerea, attraverso le particelle emesse da soggetti positivi”: lo ha ammesso l’OMS, l’organizzazione mondiale della sanità, dopo aver ricevuto una lettera firmata da 239 scienziati di 32 paesi, anticipata dal New York Times e pubblicata su Clinical Infectious Diseases. “Volevamo condividere le nostre conoscenze: non si tratta di un attacco all’OMS, è un dibattito scientifico, ma abbiano pubblicato la lettera perché ci sembrava che rifiutassero di ascoltare le evidenze raccolte”, ha per parte sua dichiarato Jose Jimenez, chimico all’Università del Colorado, fra i firmatari della missiva. “La possibilità di una trasmissione per via aerea, soprattutto in varie condizioni, come il sovraffollamento, il chiuso, la cattiva ventilazione, non può essere esclusa. Ma le evidenze vanno raccolte e interpretate”, ha aggiunto Maria Van Kerkhove dell’OMS, aggiungendo che una scheda informativa su questo tema verrà pubblicata nei prossimi giorni.

08.07.2020 ore 09:10
Prorogato il confinamento il Colombia

Il presidente colombiano Ivan Duque ha prolungato il confinamento fino al primo agosto: l’annuncio è arrivato alla luce di un nuovo record di casi giornalieri di nuovo coronavirus, registrato ieri (martedì) a livello nazionale. Nelle ultime 24 ore, in Colombia sono stati rilevati 4’213 nuovi contagi, un dato che porta il totale dei casi nel paese a oltre 124’000; i decessi legati al Covid-19 sono finora stati oltre 4’400. I sindaci delle città meno colpite potranno però decidere se permettere o no la riapertura parziale di ristoranti, musei e chiese dal prossimo 15 luglio. Il Governo valuterà invece se dare il via libera ai voli interni da un ristretto numero di città.

08.07.2020 ore 09:09
Niente contagi o decessi nei Grigioni

Non sono segnalati nuovi casi di Covid-19 o decessi legati alla malattia nei Grigioni. Il totale dei contagi è fermo a 838 casi da tre giorni mentre quello dei morti, con 50 decessi, è stabile dal 10 giugno. Due persone risultano guarite e restano 3 casi attivi nel cantone, mentre 9 persone restano in quarantena, rispetto alle 28 segnalate ieri.

08.07.2020 ore 08:59
Zurigo, polemiche su Natalie Rickli

La direttrice del Dipartimento della sanità zurighese, l’UDC Natalie Rick, è stata criticata apertamente dai deputati socialisti in Gran Consiglio, che l’hanno accusata di gestire male la crisi sanitaria del nuovo coronavirus, in particolare con una politica ondivaga e un atteggiamento lassista per quanto riguarda la quarantena. Il cantone, finora tutto sommato risparmiato dall’epidemia, ha dovuto fare i conti pochi giorni fa con un prima caso di “super diffusore” in una discoteca. “Ha criticato gli altri, ma non ha agito e portato soluzioni”, sostengono i socialisti. Di parere opposto i suoi colleghi dell’UDC, secondo cui Rickli è stata pragmatica: “Il problema non è che Rickli non abbia varato regole restrittive, ma che non sono state rispettate”, ha dichiarato il capogruppo in Parlamento Martin Hübscher, “guardiamo per esempio alle recenti manifestazioni di sinistra: il distanziamento sociale non è stato rispettato”.

08.07.2020 ore 08:12
La disoccupazione torna a diminuire

Il tasso di disoccupazione in Svizzera è tornato a diminuire nel mese di giugno, scendendo al 3,2% rispetto al 3,4% di maggio e al 3,3% di aprile. Lo indica oggi, mercoledì, la Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Giugno, scesa la disoccupazione

Il tasso in Svizzera era del 3,2%, ad aprile e maggio era rispettivamente del 3,3 e del 3,4%

08.07.2020 ore 08:00
Trump critica Fauci

“Il tasso di mortalità è sceso di dieci volte!”: lo ha twittato il presidente statunitense Donald Trump riferendosi ai decessi provocati negli USA dal coronavirus. Nella notte aveva criticato il virologo Anthony Fauci. “Nel nostro Paese siamo in un buon posto, non sono d’accordo con lui”, ha detto Trump, in un’intervista, replicando alle parole di Fauci che ha suonato l’ennesimo allarme coronavirus per gli USA.

“Il dottor Fauci aveva detto non indossate le mascherine e ora dice di indossarle, e aveva detto di non chiudere alla Cina mentre io l’ho fatto ugualmente. Non ho ascoltato i miei esperti e ho vietato l’ingresso alla Cina. Se non l’avessi fatto - ha aggiunto - oggi staremmo peggio. E invece abbiamo fatto un buon lavoro”.

08.07.2020 ore 07:08
Brasile: altri 45’305 contagi

Il Brasile ha raggiunto questo martedì 1’668’589 casi confermati di coronavirus: lo rendono noto il Consiglio nazionale dei segretari sanitari e il ministero della Sanità brasiliano. In base ai nuovi dati, nelle ultime 24 ore ci sono stati ulteriori 45’305 contagi e 1’254 decessi. Il totale delle vittime dall’inizio della pandemia è così salito a 66’741. Il tasso di letalità è pari al 4% e quello di mortalità di 31,8 persone ogni 100 mila abitanti.

08.07.2020 ore 07:06
USA, altro record: 60’209 contagi nelle ultime 24 ore

Ancora un nuovo record di casi di contagio negli Stati Uniti: 60’209 nelle ultime 24 ore secondo i dati della Johns Hopkins University forniti nella notte. In totale i casi di contagio in USA sono oramai quasi tre milioni: 2’991’351. Le vittime dall’inizio della pandemia sono 131’362.

08.07.2020 ore 07:05
Guerriglia a Belgrado

A Belgrado dopo alcune ore di scontri intorno al Parlamento, la polizia ha ripreso il controllo della situazione intorno alle 2 della notte, ma resta alta la tensione nella capitale. I manifestanti, alcune migliaia, sono stati respinti a varie riprese con massicci lanci di gas lacrimogeni dagli agenti in assetto antisommossa, che hanno formato vari cordoni a difesa del Parlamento e degli altri edifici governativi che si trovano nelle vicinanze - la sede della presidenza, il Municipio della capitale, oltre all’edificio centrale della tv pubblica RTS. Non vi sono notizie certe su eventuali arresti.

Le proteste hanno avuto inizio poco dopo la conferenza stampa nella quale il presidente Aleksandar Vucic ha annunciato in serata nuove misure restrittive a Belgrado per contenere una rinnovata ondata di contagi e decessi per il coronavirus - il coprifuoco per tutto il prossimo fine settimana e il divieto di raduno con più di cinque persone al chiuso e all’aperto.

La manifestazione si è trasformata in una protesta violenta contro il governo e il presidente, accusati di cattiva gestione dell’emergenza sanitaria e di proseguire con una politica autoritaria e di controllo sui mezzi di informazione.

Violenti scontri a Belgrado

Nel mirino dei dimostranti, che hanno attaccato le forze dell'ordine, il presidente serbo Alexander Vucic