413182128_highres.jpg
Il test è stato effettuato su un campione di 927 persone keystone
Momenti chiave
06.07.2020 ore 23:19
06.07.2020 ore 17:57
06.07.2020 ore 16:27
06.07.2020 ore 14:36
06.07.2020 ore 14:23
06.07.2020 ore 13:45
06.07.2020 ore 13:41
06.07.2020 ore 12:14
06.07.2020 ore 11:05
06.07.2020 ore 10:42
06.07.2020 ore 10:32
06.07.2020 ore 10:31
06.07.2020 ore 10:04
06.07.2020 ore 09:13
06.07.2020 ore 07:28
06.07.2020 ore 07:10

Uno su dieci ha gli anticorpi

I risultati dello studio sierologico in Ticino, che nel fine settimana ha registrato 10 contagi - In Svizzera 47 nuovi casi nelle ultime 24 ore
lunedì 06 luglio 2020 06:55

Una persona su dieci in Ticino presenta degli anticorpi contro il Covid-19, secondo i risultati dello studio sierologico, senza differenze secondo sesso ed età.

Il Consiglio federale ha deciso di introdurre l'obbligo della mascherina su tutti i mezzi pubblici in Svizzera a partire da oggi, lunedì 6 luglio. L'ordinanza non prevede sanzioni, ma chi non la indossa potrà essere fatto scendere.

Continuano a calare i nuovi contagi confermati di coronavirus in Svizzera e del Liechtenstein: nelle ultime 24 ore sono stati contabilizzati 47 test positivi, ciò che porta il totale dall'inizio della pandemia a 32'315. Nel fine settimana in Ticino sono invece stati registrati dieci casi in più e uno nei Grigioni.

Una lettera aperta firmata da 239 esperti di 32 paesi per chiedere all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) di rivedere le proprie raccomandazioni sul coronavirus, includendo anche la trasmissione aerea del virus. La missiva dei ricercatori sarà pubblicata la settimana prossima su un giornale scientifico, ma è stata anticipata dal New York Times. Secondo gli esperti che l'hanno scritta ci sono prove del fatto che il Covid-19 si trasmetta nell'aria e questo, se verificato dall'OMS, potrebbe aver importanti conseguenze nel contenimento del virus.

La cronaca di domenica

A livello mondiale i contagi sono oltre 11,4 milioni e i decessi sono oltre 530'000.

I dati sempre aggiornati

Joe Pieracci, Simone Fassora

06.07.2020 ore 23:19
Negli USA oltre 130'000 morti

Negli Stati Uniti le vittime di coronavirus hanno superato quota 130’000(130.101 per l’esattezza). E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University. I casi sono invece 2’911’888 e continuano a crescere in 32 Stati su 50.

06.07.2020 ore 20:54
Bolsonaro vieta l'obbligo delle mascherine nelle carceri

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha posto il veto sull’uso della mascherina nelle carceri, come stabilito da una legge approvata dal Congresso per contenere la diffusione del coronavirus. La decisione è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione diffusa lunedì. All’interno del sistema carcerario, sono rinchiusi oltre 700’000 detenuti. Buona parte degli istituti di pena brasiliani sono in condizioni di sovraffollamento e mancanza di igiene. Circa 4’900 reclusi hanno già contratto il Covid-19 dall’inizio della pandemia e oltre 60 sono morti, secondo le informazioni ufficiali.

06.07.2020 ore 20:44
Swiss conferma: mascherine obbligatorie

Mascherina obbligatoria da subito anche sugli aerei di Swiss: le mascherine vanno indossate al check-in e durante il volo, come pure durante lo sbarco e in attesa di ricevere i bagagli, ha reso noto lunedì pomeriggio la compagnia aerea. Swiss consiglia l’utilizzo di una maschera in tessuto o di una mascherina chirurgica. Finora vigeva soltanto una “forte raccomandazione” di indossare la mascherina e ieri la compagnia aveva fatto sapere, con dichiarazioni riprese dai media, che già il 95% circa dei passeggeri ne faceva uso. Da oggi le nuove direttive della Confederazione prevedono l’obbligo di indossare le mascherine igieniche su tutti i mezzi di trasporto pubblico.

06.07.2020 ore 18:39
Italia, 208 nuovi contagi e 8 decessi

Sono 208 i nuovi casi da coronavirus in Italia rispetto a domenica che portano il totale a 241’819. Domenica l’incremento era stato di 192 unità. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 8 decessi che portano il totale a 34’869. I ricoverati con sintomi sono 946 (uno in più rispetto a domenica), mentre in terapia intensiva ci sono 72 pazienti, 2 in meno rispetto a 24 ore prima. La Lombardia osserva oltre la metà dei contagi (111) e 3 decessi. Resta stabile nella regione il numero dei ricoverati in terapia intensiva (36).

06.07.2020 ore 17:57
Alla ricerca di anticorpi

Lo studio sierologico svolto in Ticino dice che una persona su 10 ha sviluppato anticorpi contro il coronavirus, ma la strada verso l’immunità di gruppo è ancora lunga.

Alla ricerca di anticorpi

Lo studio sierologico svolto in Ticino dice che una persona su 10 ha sviluppato anticorpi contro il virus; ma la strada è ancora lunga

06.07.2020 ore 16:27
Il Kenya verso la riapertura

I voli internazionali in Kenya riprenderanno dal primo d’agosto. La misura fa parte di un allentamento progressivo delle misure contro il coronavirus nel Paese, che ha registrato 7’866 contagi e 160 morti su una popolazione di oltre 50 milioni di abitanti. I luoghi di culto saranno riaperti e sarà di nuovo permesso spostarsi nelle due più grandi città del Paese. Il coprifuoco dalle 21 alle 4 resterà in vigore ancora per trenta giorni.

06.07.2020 ore 14:46
Spagna: il 5% della popolazione esposta al virus

Il 5,2% della popolazione spagnola è stata esposta al coronavirus, secondo i risultati di uno studio sugli anticorpi fatto a livello nazionale su circa 70’000 persone.

06.07.2020 ore 14:43
Raffaele De Rosa: "Si è abbassata la guardia"

“L’arrivo dell’estate e i dati confortanti hanno fatto abbassare la guardia, non solo nei giovani. Bisogna ricordarsi cosa abbiamo passato e come ne siamo usciti. Consigliamo sempre di fare le vacanze in Svizzera, o meglio ancora, in Ticino”. Queste le parole di Raffaele De Rosa sull’attenzione delle persone, un po’ calata negli ultimi tempi.

06.07.2020 ore 14:36
Molte le cifre da monitorare

L’evoluzione delle varie cifre sarà da tenere in considerazione per un eventuale passaggio a una nuova fase d’allerta. Da tenere sotto osservazione è soprattutto l’R0, ovvero il numero di riproduzione di base.

06.07.2020 ore 14:31
Raffaele De Rosa: "Non escludiamo nessun ulteriore intervento"

Il capo del Dipartimento della sanità e della socialità Raffaele De Rosa ha parlato della possibilità di attuare nuove misure: “I nuovi casi vengono soprattutto dalle attività di tempo libero e dall’estero. Monitoreremo la situazione e non escludiamo a priori nessun intervento futuro. L’esperienza della prima fase ci è d’aiuto”.

06.07.2020 ore 14:28
Il contact tracing sta permettendo di ricostruire le catene dei contagi

Nella stragrande maggioranza dei nuovi casi, il tracciamento ha permesso di ricostruire la catena dei contagi. “In questo modo il virus è sotto controllo”, ha aggiunto Giorgio Merlani.

06.07.2020 ore 14:23
Dati in linea con le attese

I dati raccolti dai test sierologici sono in linea con quello che le autorità si attendevano.

06.07.2020 ore 14:19
Raffaele De Rosa: "La responsabilità personale resta fondamentale"

Raffaele De Rosa è intervenuto per lanciare un monito alla popolazione: “La responsabilità personale collettiva è fondamentale. Bisogna portare la mascherina quando la distanza sociale non è garantita. È inoltre importante fornire i dati personali corretti per quel che concerne il tracciamento”.

06.07.2020 ore 14:15
Il campione verrà testato nuovamente tra tre mesi

Tra tre mesi il campione verrà testato ancora una volta per vedere cosa è cambiato. Potrebbe darsi che qualcuno produca anticorpi più tardi. Bisognerà anche capire se chi li ha già, non li possa perdere.

06.07.2020 ore 14:12
Giorgio Merlani: "Positivo che anche gli anziani abbiano prodotto anticorpi"

Giorgio Merlani si è soffermato sulle persone più a rischio: “La notizia buona è che anche gli anziani hanno prodotto anticorpi”.

06.07.2020 ore 14:09
Non ci sono differenze significative in base a sesso ed età

I risultati del test sierologico non hanno evidenziato differenze significative in base al sesso o all’età.

06.07.2020 ore 14:09
Colonia per bambini sotto osservazione

Una colonia estiva per bambini in Ticino è sotto osservazione dopo che un adulto ha manifestato sintomi sospetti. Le famiglie sono state contattate e si attendono conferme sulla positività per ulteriori misure, ha comunicato il medico cantonale Giorgio Merlani.

06.07.2020 ore 14:07
Il 43% di chi ha prodotto anticorpi, ha detto di non aver avuto sintomi

Delle 87 persone che hanno prodotto anticorpi, 38 di queste avevano detto di non avere sintomi (ovvero il 43%).

06.07.2020 ore 14:02
Sono 87 su 927 le persone risultate positive al test sierologico

“Lo studio sierologico è andato molto bene, abbiamo già risultati significativi. Ringrazio tutti quelli che hanno preso parte allo studio. Solo una minoranza ha rifiutato di aderire, molti per difficoltà motoria o perché non si trovavano in Ticino. I positivi sono stati il 9,4%, 87 persone su 927. Il dato ponderato e corretto è dell’8,9% con un intervallo di errore che va tra il 7% e l’11%”, ha dichiarato Martine Bouvier Gallacchi, capo servizio di promozione e valutazione sanitaria.

06.07.2020 ore 13:45
Uno su dieci ha gli anticorpi

Circa una persona su dieci ha dimostrato di avere gli anticorpi per il Covid-19. Lo ha comunicato il Dipartimento della sanità e della socialità, divulgando i risultati dello studio condotto dall’Ufficio del medico cantonale.

Un ticinese su dieci ha gli anticorpi

Presentati a Bellinzona i risultati dello studio cantonale sulla presenza nella popolazione degli anticorpi contro il Covid-19

06.07.2020 ore 13:43
Più di 450 persone in quarantena in Ticino

Giorgio Merlani ha confermato che ci sono più di 450 persone in quarantena nel cantone.

06.07.2020 ore 13:41
Zero ricoverati in Ticino

“Dopo un giugno con molti zero nei contagi, qualcosa si è mosso sia in Svizzera, sia in Ticino. Va detto che ad oggi in Ticino non c’è più nessuna persona ricoverata”, ha detto dalla conferenza stampa di Bellinzona il medico cantonale Giorgio Merlani.

06.07.2020 ore 13:29
I risultati dello studio sierologico in Ticino

La conferenza stampa da Bellinzona sui risultati dello studio sierologico ora in diretta. Segui lo streaming

06.07.2020 ore 12:55
Svizzera, i nuovi casi in calo: sono 47

Continuano a calare i nuovi contagi confermati di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein: nelle ultime 24 ore sono stati contabilizzati 47 test positivi, ciò che porta il totale dall’inizio della pandemia a 32’315. Ieri i nuovi casi erano 70, sabato 97, venerdì 134, giovedì 116, mercoledì 137 e martedì 62.

Il numero complessivo di test effettuati per il Sars-CoV-2 ammonta a 636’397. Il 6,1% è risultato positivo. I decessi sono in totale 1’686, un dato fermo da giovedì. C’è però stato un nuovo ricovero in ospedale, per un totale di 4058. Lo indica il bollettino giornaliero dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

06.07.2020 ore 12:14
Più facile manifestare in Francia

Le autorità francesi hanno revocato l’obbligo di ottenere un’autorizzazione per qualsiasi manifestazione in un luogo pubblico, in vigore da metà giugno per garantire il rispetto delle misure di distanziamento, ritenendolo eccessivo. È invece stato confermato il divieto di assembramenti di più di 5’000 persone.

06.07.2020 ore 11:28
Vienna, i casi attivi tornano sopra i mille

I contagi di Covid-19 in Austria continuano a salire e, per la prima volta dal 19 maggio, superano la soglia del mille. Sono infatti 1’012 i casi ‘attivi’ (+85 più di ieri), mentre a metà giugno i contagiati furono addirittura meno di 400. La crescita sembra comunque rallentare dopo tre giorni con oltre 100 nuovi casi. In tre macelli in Alta Austria sono stati registrati 23 contagi tra dipendenti e familiari. Vienna ha annunciato tra i 25’000 e 30’000 test alla settimana nei settori a rischio.

06.07.2020 ore 11:05
Una mappa delle restrizioni

L’associazione mondiale delle compagnie aeree ha ideato una mappa online che racchiude le varie restrizioni presenti nei vari paesi. Cliccando Stato per Stato è possibile leggere quali misure siano in atto. Il tutto è rappresentato con una scala di colori che va dal blu scuro (molte restrizioni) al grigio chiaro (poche restrizioni).

06.07.2020 ore 10:50
Kosovo, torna il coprifuoco a Pristina

Il Governo del Kosovo ha deciso lunedì di reintrodurre il coprifuoco nella capitale Pristina e in altre tre città del paese in risposta a una nuova ondata di Covid-19. La misura sarà in vigore dalle 21.00 alle 05.00.

06.07.2020 ore 10:42
Lo stress rimane alto

Nonostante l’allentamento delle misure anti-coronavirus e il progressivo ritorno a un certo grado di normalità, parecchi svizzeri continuano a sentirsi più stressati rispetto a prima dell’inizio della pandemia. La frequenza dei sintomi depressivi gravi è addirittura superiore a quella osservata durante il lockdown. Secondo uno studio condotto su 10’303 persone dall’Università di Basilea, il 50% dei partecipanti a un sondaggio online afferma di essersi sentito più sotto stress del solito durante la fase di confinamento. Tale percentuale è ora scesa, ma rimane al 40%, rivela l’ateneo renano in una nota odierna. Il 24% degli interrogati dichiara invece di non aver sofferto di maggiore stress nel corso del lockdown, tasso che sale al 28% per le settimane successive.

06.07.2020 ore 10:32
Mascherina, regola rispettata

L’obbligo di indossare la mascherina sui trasporti pubblici, entrato in vigore oggi in Svizzera, è rispettato da praticamente tutti i viaggiatori.

Tutti con la mascherina

La nuova regola è rispettata: praticamente non ci sono utenti senza maschera su bus e treni regionali

06.07.2020 ore 10:31
GB: 2 miliardi euro per la cultura

Il Governo britannico stanzierà 1,57 miliardi di sterline (pari a 1,85 miliardi di franchi) per aiutare i teatri, le gallerie d’arte e altre istituti culturali a sopravvivere alla crisi del coronavirus. Il settore delle arti e della cultura britannico è stato duramente colpito dalla pandemia, con esibizioni dal vivo ancora in sospeso e luoghi che affrontano un futuro incerto a causa delle misure di allontanamento sociale in corso. Il fondo aiuterà i musei e i palazzi storici nonché le aziende coinvolte nella musica dal vivo e nel cinema indipendente.

06.07.2020 ore 10:06
Dieci contagi nel fine settimana in Ticino, uno nei Grigioni

Il numero dei contagi nel fine settimana in Ticino è salito di dieci. Il totale dei casi dall’inizio della pandemia è passato dai 3’341 segnalati venerdì ai 3’351 di oggi. Stabile a 350 il numero dei decessi.

Un caso in più viene segnalato dai dati aggiornati delle autorità Grigionesi. Dall’inizio dell’epidemia sono 838 i contagi confermati, mentre nel cantone al momento ci sono 7 malati, 67 persone in quarantena e 7 in isolamento.

06.07.2020 ore 10:04
Oltre 6'000 nuovi casi in Russia

La Russia lunedì ha segnalato 6’611 nuovi casi di coronavirus, portando il numero totale di infezioni nel paese a 687’862. Le autorità sanitarie hanno registrato inoltre altri 135 decessi nelle ultime 24 ore. In totale, secondo i dati ufficiali, il coronavirus ha ucciso 10’296 persone.

06.07.2020 ore 09:13
Turismo, in maggio calo del 79,2%

Crollo del turismo in Svizzera nel mese di maggio, sempre sulla scia delle restrizioni legate al coronavirus: i pernottamenti sono stati 625’054, in flessione del 79,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In Ticino la contrazione è stata del 72,3% a 230’301 pernottamenti, mentre i Grigioni hanno contenuto il crollo con 123’351 notti (-46,4%). Stando ai dati diffusi oggi dall’Ufficio federale di statistica (UST) nel quinto mese dell’anno la diminuzione in assoluto più marcata è stata quella registrata a Zurigo (-91,5%), seguita da Ginevra (-90,8%).

Il turismo cala anche in maggio

I pernottamenti rispetto allo stesso mese del 2019 sono scesi del 79,2%. In aprile il crollo era stato del 92,4%

06.07.2020 ore 08:02
Mascherina, i controllori tra sollievo e preoccupazione

Scatta lunedì, in tutta Svizzera, l’obbligo di indossare la mascherina sui trasporti pubblici. Tra i controllori c’è sollievo ma anche preoccupazione.

"Non vogliamo fare i poliziotti"

Scatta lunedì, in tutta Svizzera, l’obbligo di indossare la mascherina sui trasporti pubblici. Tra i controllori c’è sollievo ma anche preoccupazione

06.07.2020 ore 08:01
L'Australia chiude un confine interno

Il confine tra i due Stati più popolosi dell’Australia, Victoria e New South Wales, verrà chiuso dopo il picco di casi Covid-19 registrati a Melbourne. Lo riferisce la BBC online. La pandemia scoppiata nella capitale di Victoria ha visto centinaia di casi nelle ultime due settimane, oltre il 95% delle nuove infezioni australiane. La chiusura, a partire da mercoledì, limiterà il viaggio a tutti coloro che avranno i permessi. Il premier di Victoria, Daniel Andrews, ha dichiarato che si è trattato di una decisione congiunta presa con il primo ministro Scott Morrison e il premier del New South Wales, Gladys Berejiklian.

06.07.2020 ore 07:28
Oltre 39'000 casi negli USA

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 39’379 casi di coronavirus negli Stati Uniti. Il totale è salito a 2’876’143. Crescono anche i decessi (+234) che sono ora 129’891.

06.07.2020 ore 07:24
Lugano, decisione sulla Foce entro giovedì

Marco Borradori, dalle pagine de LaRegione, ha fatto sapere che entro giovedì verrà presa una decisione sulla chiusura o meno della Foce del Cassarate. La situazione di degrado alla “spiaggetta” non è migliorata nemmeno dopo l’introduzione di alcune misure e sabato è dovuta intervenire la polizia a più riprese. “La chiusura è l’ultima ratio, ma se si imporrà la metteremo in atto”, ha dichiarato il sindaco della città.

06.07.2020 ore 07:16
L'India supera la Russia per numero di contagi

L’India ha registrato oggi 697’413 casi totali accertati di coronavirus, superando la Russia (680’283) e diventando così il terzo paese al mondo per numero di contagi, dietro agli Stati Uniti e al Brasile. Lo rende noto il sito dell’università americana Johns Hopkins. I decessi totali segnalati sono oltre 19’000.

06.07.2020 ore 07:14
Londra: i pub hanno riaperto i battenti

Finito il lockdown, le stradine del West End di Londra, nonostante l’assenza dei turisti, sono tornate a riempirsi.

I pub hanno riaperto i battenti

Finito il lockdown, le stradine del West End di Londra, nonostante l'assenza dei turisti, sono tornate a riempirsi

06.07.2020 ore 07:11
239 esperti all'OMS: "Il virus si trasmette tramite l’aria"

Una lettera aperta firmata da 239 esperti di 32 paesi per chiedere all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) di rivedere le proprie raccomandazioni sul coronavirus, includendo anche la trasmissione aerea del virus.

La missiva dei ricercatori sarà pubblicata la settimana prossima su un giornale scientifico, ma è stata anticipata dal New York Times. Secondo gli esperti che l’hanno scritta ci sono prove del fatto che il Covid-19 si trasmetta nell’aria e questo, se verificato dall’OMS, potrebbe aver importanti conseguenze nel contenimento del virus.

Se così fosse, riporta il New York Times, allora le mascherine sarebbero necessarie anche negli spazi al chiuso a prescindere dal distanziamento sociale. Ma implicherebbe anche una revisione dei sistemi di ventilazione nelle scuole, negli ospizi, nelle case e negli uffici per minimizzare il ricircolo dell’aria.

06.07.2020 ore 07:10
Mascherina obbligatoria

A partire da oggi sui trasporti pubblici mascherina obbligatoria in tutta la Svizzera. La misura ha lo scopo di frenare l’aumento dei casi di coronavirus. L’ordinanza non prevede sanzioni, ma chi non la indossa potrà essere fatto scendere. Anche chi vola con la compagnia aerea Swiss deve obbligatoriamente indossarla.

Fino ad ora, secondo corrispondenti dell’agenzia Keystone-ATS sul territorio, la nuova regola è largamente rispettata sui trasporti di Berna. Praticamente non ci sono utenti senza maschera su bus e treni regionali.

Dall’allentamento delle misure di confinamento, la frequentazione dei mezzi pubblici ha ripreso a salire ed è quindi spesso difficile rispettare le distanze di sicurezza. Proprio per questo è stato necessario introdurre l’obbligo della mascherina, che era già raccomandata alle ore di punta.