Milano, Carcere di Bollate: “Le pietre escluse"

di Anaïs Poirot-Gorse

L’artista Loor Loor, sceneggiatore teatrale ecuadoriano, è stato detenuto nel carcere di Bollate per 10 anni. Ha vissuto questa parte della sua vita con un occhio artistico, e durante la sua carcerazione, grazie all’educatrice dr.ssa Simona Gallo, è riuscito a fare riemergere la sua creatività scrivendo un'opera teatrale sulla detenzione: "Le Pietre Escluse".

Un racconto personale che si mischia alla rappresentazione teatrale : “dei raccoglitori di pietre in un contesto di reclusione all’interno di una miniera, in uno spazio e tempo non determinato, giocano in maniera satirica con la loro realtà di esclusi della società,  per opera del destino o delle loro scelte. Ed allora decidono di processare il “destino” colpevole della loro sorte.”