Bambini in lettura
Nella tana del bianconiglio

I piccolissimi

di Letizia Bolzani

  • iStock
  • 28.1.2023
  • 27 min
Disponibile su
Scarica
  • Letteratura

Un bambino è lettore sin dalla nascita, anzi forse anche prima, quando “legge” la voce della mamma nella sua vita intrauterina, e certamente lo è dacché viene al mondo, quando ascolta i suoni delle voci di chi lo accudisce e piano piano, con un vero atto di “lettura” (dal latino legӗre, “raccogliere, collegare”) li collega ai significati. E, se questa prima lettura è legata all’udito, ben presto, già a partire dagli otto mesi, possiamo parlare di una lettura anche di libri veri e propri, e sarà una lettura che coinvolge tutti i sensi, perché i primi libri verranno annusati, stropicciati, mordicchiati. Non è mai troppo presto per fare incontrare libri e bambini, e i benefici della lettura nella primissima infanzia sono ormai confermati da importanti studi scientifici internazionali: sono benefici non solo cognitivi, ma anche affettivi e relazionali. Di tutto questo parleremo con Rita Valentino Merletti, massima esperta di libri per l’età prescolare, presidente del Premio Nati per Leggere del Salone del Libro di Torino, nonché prima studiosa a portare in area italofona, già più di trent’anni fa, queste ricerche e riflessioni. L’altro ospite sarà Gek Tessaro, autore di albi illustrati.

Scopri la serie

Correlati