La galassia "zingara" della musica

di Paolo Borgonovo e Giovanni Conti

Musica "zingara", "gitana", "tzigana", "gipsy", "rom"… tanti gli aggettivi per definire in modo parziale, e talvolta impreciso, una complessa galassia di lingue e di culture che da circa un ventennio occupa una posizione di primo piano nel panorama della world music. Oggi, in ambito internazionale, con il termine “gipsy music” si comprendono sia la musica tradizionale del popolo Rom, sia le tante contaminazioni prodotte dall’incontro con altrettanti generi della popular music mondiale, dal jazz alla rumba, dal flamenco alla canzone italiana. Ma già da Liszt a Brahms, da Verdi alle canzoncine fra le due guerre, lo stereotipo dello tzigano musicista virtuoso e incline al sentimentalismo è un riferimento obbligato nell’orizzonte dell’esotismo. Del presente e del passato della musica zingara si parla oggi a Voi che sapete, con Paolo Borgonovo e Giovanni Conti , e con due ospiti: Erasmo Treglia, fondatore degli Acquaragia Drom e Paolo Prato, storico della musica.