Le "sardine" anti-lega in Piazza Grande a Modena (keystone)

Emilia Romagna, un voto cruciale

Il popolo delle sardine in piazza lancia la campagna elettorale per contrastare il dilagare di populismo, sovranismo, odio e violenza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È la battaglia politica decisiva il voto in Emilia Romagna il prossimo 26 gennaio. La Lega di Salvini è alla conquista delle Regioni e soprattutto dei feudi della sinistra, per dimostrare che il popolo è con lui e togliere legittimità al governo Conte, andare a elezioni che conta di stravincere.

Dopo avere conquistato l’Umbria punta al cuore progressista dell’Italia, l’Emilia Romagna, e lo fa con la grintosa e telegenica candidata Lucia Borgonzoni. Ma al lancio della campagna della Lega al Paladozza di Bologna il 14 novembre spunta il popolo delle sardine in Piazza Maggiore, e rispunta con flash mob in ogni località dove la Lega organizza degli eventi maggiori.

Della campagna in Emilia Romagna e delle sardine discutiamo con

Andrea Bortolamasi, assessore alla cultura di Modena (PD)
Alan Fabbri, sindaco di Ferrara (Lega)
Stefano Ghedini, nel comitato del movimento delle Sardine di Bologna
Anna Valenti, nostra corrispondente dall’Italia e Alessandro Braga, nostro collaboratore dalla Lombardia

 

Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay