Immagine d'archivio (keystone)

Frena, sei in città!

Un’iniziativa parlamentare chiede i 30 km/h

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E se in futuro nei centri abitati si circolasse a 30 chilometri orari? È quanto chiede un’iniziativa parlamentare della deputata socialista Gabriela Suter che mira a modificare la legge federale sulla circolazione stradale, in modo da rendere il limite dei 30 chilometri orari la regola e quello dei 50 l’eccezione. Questo perché ridurre la velocità delle automobili permette di accrescere la sicurezza e di diminuire i rumori, con un beneficio per gli abitanti in termini di qualità della vita. Queste le motivazioni principali di chi sostiene questa proposta.

Tra gli oppositori invece si ritiene che una modifica della legge federale in materia non sia auspicabile perché la competenza in questo ambito deve rimanere dei Cantoni e dei Comuni. Inoltre, si teme che il limite a 30 km/h possa creare colonne e un rallentamento costante del flusso del traffico.

Questa iniziativa  si inserisce in una tendenza ben chiara a livello federale: sono diverse le città del Paese che hanno già scelto di frenare i motori in circolazione in modo generalizzato, perlomeno a livello di progetti e di modifiche legislative. È il caso, ad esempio, di Losanna che proprio in queste settimane ha introdotto i 30 chilometri all’ora obbligatori durante la notte su buona parte del suo territorio, prima città svizzera a farlo.

Un tema che affronteremo con:

Simone Gianini, vicesindaco (PLR) di Bellinzona, responsabile del Dicastero territorio e mobilità;

Marco Romano, Consigliere nazionale PPD/TI;

Bruno Storni, Consigliere nazionale PS/TI;

Karin Valenzano Rossi, Municipale (PLR) di Lugano, responsabile del Dicastero sicurezza e spazi urbani.

 

Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay