Relazioni pericolose: giovani e social media

La delicata gestione degli smartphone di ragazze e ragazzi

  • Scarica puntata
  • Condividi
  • a A

Oggi puntata speciale di “Modem Giovani”, dedicata al rapporto dei ragazzi con i social media. Un rapporto non sempre facile, al punto che c’è chi ritiene che il proprio figlio o figlia sia dipendente da tik tok, whatsapp, instagram etc. Ma è davvero una dipendenza? E cosa dicono gli studi più recenti sugli effetti dell’utilizzo dei social sul comportamento e le emozioni, ma anche sullo sviluppo celebrale dei giovani? E la nostra opinione in merito – tutti noi ne abbiamo una – trova conferme in questi studi o è - in realtà - frutto di pregiudizi? Per fare alcuni esempi: siamo coscienti di quanto questa realtà virtuale sia in realtà reale, realissima, per il ragazzi (e non solo!) che la vivono? Siamo in grado di comprendere l’impatto che ha, a livello celebrale, l’esclusione da una chat di classe? Di questo e altro discuteremo in studio fino alle 9:30 con tre ospiti:

Rosalba Morese, ricercatrice alla Facoltà di scienze biomediche dell’USI, opera nell’ambito delle neuroscienze sociali, in particolare nell’analisi degli effetti sul cervello dell'uso dei social

Dario Gennari , psicologo e psicoterapeuta, attivo – tra gli altri – nell’ambito del progetto emotiv@re, un servizio di consulenza multidisciplinare sull’iperconnettività e l’utilizzo problematico di strumenti digitali, rivolta ai giovani e alle loro famiglie.

Alessandro Crivelli, influencer ticinese da oltre 3 milioni di follower su tik tok e instagram

Contributo registrato di Laura Marciano responsabile del progetto HappyB, uno studio svolto in collaborazione con l’università di Harvard l’USI, che ha lo scopo di indagare gli effetti positivi delle nuove tecnologie, e in particolare dello smartphone e social media