Mondo

"Basta case in Cisgiordania"

L'Organizzazione per la liberazione della Palestina ricorrerà al Consiglio di sicurezza dell'ONU

  • 5 giugno 2014, 18:50
  • 6 giugno 2023, 19:08
Nuovi alloggi previsti in Cisgiordania

Nuovi alloggi previsti in Cisgiordania

  • keystone

L’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP) ha annunciato che ricorrerà al Consiglio di sicurezza e all’assemblea generale delle Nazioni Unite contro l’intenzione di Israele di costruire oltre 1'500 nuovi alloggi in Cisgiordania e Gerusalemme Est. Lo ha reso noto il membro del comitato esecutivo dell’OLP, Hanna Ashrawi.

Per Ashrawi si tratta di “una deliberata e sistematica politica che mira ad espropriare i palestinesi della loro terra e fare pulizia etnica” e il ricorso è necessario per porre un freno alle violazioni e mettere Tel Aviv davanti alle proprie responsabilità.

Via libera da Netanyahu per altri 1'800 alloggi

Intanto, giovedì, il premier israeliano Netanyahu ha scongelato i progetti di 1'800 nuove costruzioni in colonie ebraiche cisgiordane, che vanno ad aggiungersi a quelli la cui ideazione è stata annunciata in mattinata.

RedMM/ats/mrj

RG 12.30 del 05/06/2013 - La corrispondenza di Michele Giorgio da Gerusalemme

RSI New Articles 05.06.2014, 19:16

Ti potrebbe interessare